Jump to content

Cosa vogliono gli "alieni"?


Recommended Posts

Siccome il DNA umano ha sicuramente sequenze aliene, l'alieno non si può eliminare e non parlo neppure di "uccidere"

L'alieno sta bene dove sta bene, "dentro" gli esseri umani.

Il DNA umano, lo porta appresso, millenni e forse milioni anni di evoluzione umana l'hanno ascritto dentro il genoma biologico e quello culturale.

Il discorso non è quello di addurre l'alieno perchè addurre è comunque sbagliato.

Bisogna parlare con l'alieno per trovare una soluzione di compromesso.

In passato io ho lavorato su queste cose, uno dei metodi megliori era quello delle due sedie.

L'addotto o, comunque, la persona che riteneva di esserlo previo esami medici,si siede su una sedia e invita mentalmente l'alieno a sedersi sull'altra.

Questo porta a una prima visualizzazione e definizione di "identità" apparente.

A questo punto, l'addotto si alza e si siede sulla sedia, si sistema un attimino, si schiarisce la voce e si descrive in prima persona.

A volte non parla, comincia a guardarsi in giro con un'aria stupita e sospetta ,sembra riflettere ma, prima o poi,qualcosa dice.

A quel punto il contatto è stabilito e l'addotto si risiede al suo posto e da un primo bilancio 

Questo lavoro  continua per parecchio tempo fino a che i due pervengono ad un accordo di coesistenza pacifica entro limiti chiari.

Uno di questi stabilisce che è l'addotto, comunque, a gestire la situazione e non l'alieno.

Detto questo, il dialogo continua per un po' di tempo con questo sistema.

Poi non ce n'è più bisogno e funziona normalmente  ma può essere ripreso in caso di bisogno.

Chiaro che questo lavoro può essere fatto solo in presenza di una persona che abbia qualifiche professionali adeguate. Non dev'essere per forza di cose un "credente" o uno scettico, perchè, in ogni caso, si tratta di chiarire e integrare in modo sano e funzionale una parte di una persona nella persona stessa.

Potrebbe essere un alieno oppure no, l'importante è il fatto che sia portata alla luce, chiarita, dialogata e poi integrata.

Non vi consiglio affatto di farlo da soli!!!

Edited by passworld
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Freya ha scritto:

Prima devi capire come agisce, in maniera sottile e ingannevole. Dopodiché impari a sottrarti. Io penso che a un certo livello questo fenomeno riguarda tutti e non solo gli addotti.

Infatti a questo punto non mi è più chiaro se si stia parlando di alieni o di esorcismi 

Link to comment
Share on other sites

Anche io sono una fan dell'integrazione; sono convinta che la minaccia o il sottrarsi peggiorino la situazione, perchè generano fratture. Esorcismi, pseudo esorcismi e pratiche varie di liberazione compresi.

Edited by malia
Link to comment
Share on other sites

funzionalmente non c'è differenza, si tratta di chiarire la parte "sospetta" verificando fino a che punto è disposta a collaborare.

 Se lo è bene, se non lo è la si lascia sola sulla sedia per un bel po' di tempo e la cosa funziona.

L'alieno è un debole che fa la voce grossa o astutamente demoniaca ma, alla resa dei conti, si rivela per quello che è.

L'essere umano e umani è la miglior garanzia di libertà da interferenze ma questa lbertã non può escludere aspetti problematici, strani e, apparentemente, "senza identità" .

 

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, passworld ha scritto:

Siccome il DNA umano ha sicuramente sequenze aliene, l'alieno non si può eliminare e non parlo neppure di "uccidere"

L'alieno sta bene dove sta bene, "dentro" gli esseri umani.

Il DNA umano, lo porta appresso, millenni e forse milioni anni di evoluzione umana l'hanno ascritto dentro il genoma biologico e quello culturale.

Il discorso non è quello di addurre l'alieno perchè addurre è comunque sbagliato.

Bisogna parlare con l'alieno per trovare una soluzione di compromesso.

In passato io ho lavorato su queste cose, uno dei metodi megliori era quello delle due sedie.

L'addotto o, comunque, la persona che riteneva di esserlo previo esami medici,si siede su una sedia e invita mentalmente l'alieno a sedersi sull'altra.

Questo porta a una prima visualizzazione e definizione di "identità" apparente.

A questo punto, l'addotto si alza e si siede sulla sedia, si sistema un attimino, si schiarisce la voce e si descrive in prima persona.

A volte non parla, comincia a guardarsi in giro con un'aria stupita e sospetta ,sembra riflettere ma, prima o poi,qualcosa dice.

A quel punto il contatto è stabilito e l'addotto si risiede al suo posto e da un primo bilancio 

Questo lavoro  continua per parecchio tempo fino a che i due pervengono ad un accordo di coesistenza pacifica entro limiti chiari.

Uno di questi stabilisce che è l'addotto, comunque, a gestire la situazione e non l'alieno.

Detto questo, il dialogo continua per un po' di tempo con questo sistema.

Poi non ce n'è più bisogno e funziona normalmente  ma può essere ripreso in caso di bisogno.

Chiaro che questo lavoro può essere fatto solo in presenza di una persona che abbia qualifiche professionali adeguate. Non dev'essere per forza di cose un "credente" o uno scettico, perchè, in ogni caso, si tratta di chiarire e integrare in modo sano e funzionale una parte di una persona nella persona stessa.

Potrebbe essere un alieno oppure no, l'importante è il fatto che sia portata alla luce, chiarita, dialogata e poi integrata.

Non vi consiglio affatto di farlo da soli!!!

 

7 ore fa, malia ha scritto:

Anche io sono una fan dell'integrazione; sono convinta che la minaccia o il sottrarsi peggiorino la situazione, perchè generano fratture. Esorcismi, pseudo esorcismi e pratiche varie di liberazione compresi.

Ma in che senso integrazione? Di cosa parlate esattamente?

Ho fatto 5 anni di pratica con un maestro lavorando proprio sull'integrazione delle parti di sè. Non era semplice come questa descritta, ma più complessa e dettagliata, andava cioè a individuare tutte le funzioni e le parti non integrate nell'IO. Ho fatto questa cosa per 5 anni tutti i giorni e non ho mai trovato "alieni" in me. Ciò che emergeva erano figure/immagini/rappresentazioni/voci interiori e sentimenti/emozioni, che magari manco sapevo di avere ma che non c'entravano assolutamente nulla con gli alieni, o meglio, l'alieno può appoggiarsi alle parti non integrate per agire, ma non è esso stesso la parte. Oltretutto tali parti sono estremamente soggettive e non agiscono mai alla stessa maniera in tutte le persone, a meno che non si tratti di simboli archetipici, cosa che l'alieno di per sé non è. Può semmai essere usato dall'inconscio per rappresentare un simbolo. In quel caso ciò che va integrato è il significato dell'esperienza, non la creatura o la persona che la mette in atto.

Noto che molti fanno confusione in merito a questo, ma per me è chiarissimo.

In sostanza quindi farei una importante differenziazione fra abductions e sogno, che non è proprio semplice da fare, ma siamo qui in questa discussione proprio per questo. E uno degli elementi chiave per differenziare consiste proprio nello schema ripetitivo dei rapimenti, che presentadosi identico in migliaia di persone fa pensare a qualcosa di differente da un semplice sogno. Le cicatrici sono un altro dettaglio da non sottovalutare. E aggiungerei anche il fatto che ormai ci sono dati ufficiali inoppugnabili sull'esistenza di UAP. Perché dunque ostinarsi nel considerare questa cosa come manifestazione interiore di qualche problema, non prendendo atto dei dati che potrebbero smentire questa opzione?

Voler integrare l'alieno è come dire che si vuole integrare in sé un essere che è altro da sé, come un amico, un conoscente, una persona del forum, un partner o un genitore. Essi hanno una individualità, che oltretutto a seconda dei casi (non sono certamente tutti uguali o tutti allo stesso livello di coscienza), è nettamente più pronunciata e sviluppata di quella di un essere umano medio, che poi pretende anche di integrarlo, non sapendo che magari invece il giochino è l'inverso.

Anche il fatto di avere dna alieno non significa niente. Mia madre mi ha dato parte del dna, ma non è che vive esclusivamente dentro di me. Ha un'esistenza indipendente e se mi fa girare le scatole la mando a quel paese, non devo conviverci per sempre in simbiosi.

È vero che a conti fatti questa esistenza indipendente non esiste, ma trovo che prendere tutto ciò che ci passa davanti agli occhi come specchio della propria interiorità sia leggermente narcisista, almeno finché non si è raggiunto uno status così elevato da essere onnicomprensivo, una coscienza così estesa da vedere davvero in ogni essere il riflesso di sé, in pratica Dio in terra. In tutti gli altri casi la trovo un'operazione faticosa e forzata, che non ha basi concrete ma si appoggia solo a una fantasia di fondo, ovvero che tutto é uno o peggio che tutto sia estensione di sè (ma quale sè, appunto, se non si è neanche costruito un centro di gravità, una coscienza fissa?). Capite bene che nello stato in cui si trova un essere umano medio, parlare di estensione di sé in relazione a ogni cosa è veramente inappropriato. É l'essere umano che è un'estensione di qualcos'altro, e finché non se ne rende conto rimane tale. La creazione è nettamente gerarchica e noi ci troviamo quasi in fondo. Pertanto siamo noi ad essere rappresentazioni. Non so se mi spiego. Essere il prodotto finale non significa che questo sia, come purtroppo ci hanno inculcato, il culmine perfetto, ma solo un precipitato reso stabile.

Questo, come dissi anche tanto tempo fa, può trasformarsi in un atteggiamento controproducente, soprattutto in situazioni nelle quali c'è qualcuno o qualcosa che tende ad approfittarsi della persona.

Io almeno la vedo così.

Edited by Freya
Link to comment
Share on other sites

7 hours ago, malia said:

se fosse debole, non staremmo qui a parlarne...

L'oppositore è debole con i potenti e potente con i deboli. Quando parla con yhwh, propone senza imporsi. Se gli uomini prendessero yhwh come esempio di saggezza, le interferenze indesiderate oggetto di questa discussione sarebbero un lontano ricordo. Minacciarlo senza autorità è pericoloso, così come ignorarlo di certo non lo allontana dal soggetto. Mettersi d'accordo con un nemico è ridicolo perché rappresenta un compromesso inaccettabile. La verità e menzogna non hanno niente in comune.

Quote

a quanto pare non decido io;

Decide il karma accumulato. Quindi indirettamente decidiamo noi. Considerando soprattutto che il karma negativo non è solo fare del male ma ugualmente non fare del bene ad esempio non amare abbastanza.

Quote

io ho una teoria e cioè che tutti facciamo esperienze ma solo alcuni ricordano;

Se qualcosa non si ricorda, vuol dire che è meglio per noi non ricordarlo, troppa curiosità è controproducente e denota instabilità (dipendenza da qualcosa, o mancanza di qualcosa).

Quote

io ero dalla parte degli alieni;

Non sorprende perché umani e alieni sono la stessa cosa.

14 hours ago, Pandora said:

E come lo butti fuori?

Secondo me lo scopo di tutte le sacre scritture dei vari popoli è proprio questo, insegnarti come buttarlo fuori. Nessuno però ci impedisce di provare ad ottenere qualche risultato anche da soli, il fai da te nel campo spirituale è di moda seppur molto rischioso, comunque finché l'intruso gironzola intorno al soggetto, quest'ultimo ha un'opportunità imperdibile di dare il meglio di sé nel tentativo di proteggersi il che lo rende più forte, e contemporaneamente più Umano. La riscoperta della nostra vera natura.

Quote

Infatti a questo punto non mi è più chiaro se si stia parlando di alieni o di esorcismi

A me pare che i Credenti moderni tendono sempre più ad accantonare la guerra spirituale in corso da 13.500 anni, con la scusa che "sono gli alieni" ad agire, e in quanto "alieni", altro dal demonio, altro dalla religione. Ergo, come qualcosa da risolvere tramite lo strumento della razionalità, la ricerca scientifica, l'ufologia e alienologia. Ma, attenzione, che questo complotto contro Ebrei/ Cristiani/ Musulmani/ Bahai/ Mormoni e altri Culti Tradizionali non è casuale ma si prefigge di distruggere la Fede nella Divinità, inconcepibile senza il diavolo che di volta in volta ti permette o impedisce l'accesso ad Essa. Se per un credente il diavolo (con le sue attività) diventa un qualunque alieno di turno insignificante, smette di considerarlo nemico e gli apre tutte le porte. Il cornuto non aspettava altro, poi non c'è ritorno alla 'normalità'. Inutile illudersi, nessuno può sconfiggere quindi legare e mettere sotto i piedi uno come Satana attraverso ragionamenti della mente umana, la ricerca scientifica, ufologia, alienologia, lui domina sopra tutte le scienze della Terra; soltanto lo 'Spirito' può intervenire.

Quote

Onnipotente non significa "più potente di noi".

Per me significa "più potente di noi" nel contesto religioso ovvero quello reale, biblico, poi nelle favole e nella Teologia o nella Filosofia teorica e fantascienza potrebbe avere anche l'altro significato che proponi tu. Bisogna sempre guardare il contesto nella comunicazione, quando si deve capire il senso profondo delle frasi e parole pronunciate o scritte da altri. Se un testo è opera nostra allora sappiamo con certezza cosa volevamo dire, se un testo è opera di altri occorre esplorare tutti i significati possibili e immaginabili. Le esagerazioni, da quando l'uomo è sulla Terra esistono nel linguaggio comune - perché improvvisamente dovrei fingere che non ci sono? Nella Bibbia in molte circostanze Dio si rivela non in grado di compiere qualcosa che vorrebbe compiere; se questa può essere chiamata onnipotenza... D'altra parte ci sono davvero poche cose che gli extraterrestri 'elohim' non possono fare, ecco perché si parla di 'Onnipotenza', semplicemente perché il loro "potere" spirituale e scientifico risulta infinitamente superiore al nostro, soprattutto a quello degli uomini 'primitivi', vissuti nelle epoche prescientifiche. Se una parola comunemente viene adoperata in due accezioni diverse, io non devo ignorare questo problema, è una questione di onestà intellettuale. Poi è chiaro che nonostante la mia spiegazione ci saranno persone che continueranno a interpretare la parola onnipotente come "Dio può tutto" e ci sta ma contraddice le scritture ove Dio non riesce a fare proprio tutto.

Quote

Cielo non significa "atmosfera del pianeta".

Ha molti significati che vanno dal cosmo all'azzurro sopra di noi.

Terra non significa "Pangea continente unico".

A che pro.

Tutte non significa "solo quelle cose che l'uomo primitivo conosceva".

Tutte le cose significa "qualsiasi cosa"

Tutte significa tutte. Include sia le cose che l'uomo primitivo conosceva, sia, soprattutto quelle che l'uomo primitivo non conosceva. E lo specifica eh.

Che la definizione tutte includesse le cose che l'uomo primitivo non conosceva e non poteva conoscere è specificato da "tutte le cose visibili e invisibili". Cioè quelle che l'uomo non poteva vedere.

E tutte le cose invisibili non significa solo il DNA.

Ti risulta forse che tra le cose che l'uomo non può vedere ci sia solo il DNA?

Non voglio avere ragione, l'ho scritto per farti riflettere che la tua interpretazione non è unica ma una delle tante possibili. Se non eri presente durante la creazione non puoi sapere se il testo significa questo o quello, se il riferimento era l'interlocutore umano primitivo, oppure l'infinito e il Tutto con la "t" maiuscola. Essere certi come sono andate le cose senza essere stati presenti in modo da poter testimoniare la verità, non è prudente.

Quote

Poi capisco i bias di conferma a se stessi, tutti ne abbiamo, ma dovrebbero perlomeno apparire verosimili o seguire una certa logica che prevede una risposta esaustiva ad ogni dubbio, e le tue risposte non lo sono.

La logica nel mio ragionamento sta nel fatto che se una parola ha più significati preferisco scegliere quello razionalmente comprensibile e scartare quello mistico e soprannaturale dato che penso che tutto nell'universo può essere compreso, non ho bisogno dunque di misteri, o di credere in qualcosa di incomprensibile. Posso capire il terraforming, non posso capire (e accettare) la creazione di un infinito - per di più dal nulla.

On 10/18/2023 at 8:34 AM, Freya said:

Mah, a me vengono in mente alcune cose. Tipo quando decise di sterminare il primogenito di ogni famiglia egiziana se non avesse "trovato" porte segnate col sangue dell'agnello. O ancora " se uno bastona il suo schiavo o la sua schiava fino a farli morire sotto i colpi, il padrone deve essere punito” – “ma se sopravvivono un giorno o due, non sarà punito, perché sono denaro suo". Quindi questo dio approva la schiavitù. Poi tutte le varie punizioni per aver lavorato di sabato (e sappiamo bene che una sciocchezza simile è stata più volte sottolineata e sfidata da Gesù Cristo). E ancora, Il Signore un giorno (alzatosi di buon umore aggiungo) disse a Mosè: Prendi tutti i capi del popolo e falli impiccare davanti al Signore, alla luce del sole, affinché l’ardente ira del Signore sia allontanata da Israele. Potrei continuare fino a domani. Ora, le opzioni a mio parere sono diverse. O si tratta, appunto, di un alieno bastardo, del tutto in contrapposizione con la Sorgente, che poi ha avuto la furbizia di mescolare le carte in tavola confondendosi con Dio. Oppure, si tratta semplicemente di leggi sociali tribali antiche, che nulla hanno a che vedere con la divinità ma riflettono l'organizzazione sociale del tempo, e sono state "divinizzate" per dar loro una parvenza di serietà ed essere rispettate da tutti. Oppure, il mondo antico era pieno di capi tribù e profeti non ispirati dal divino, ma dal demonio o manifestamente schizofrenici.

Tutti gli episodi da te elencati hanno una spiegazione, per niente tirata ma abbastanza banale (evidente). Quelli morti in Egitto per mano del Signore sarebbero morti comunque a breve (qui la parola chiave è: previsione). La schiavitù, come la guerra, non può essere vietata da un dio, solo dall'uomo quando comprende i vantaggi della libertà e della pace, quella vera e interiore, non quella esteriore e imposta da qualcuno. Forse non lo sai ma la guerra è un archetipo; la pace no. Quindi, se tu vieti a qualcuno la schiavitù e la guerra, quel qualcuno continuerà tranquillamente a schiavizzare e uccidere di nascosto cambiando i nomi delle cose, le chiamerà in modi diversi. Allora preferisco la schiavitù che si chiama schiavitù e la guerra che si chiama guerra, tutto alla luce del sole al posto di schiavitù legalizzata spacciata per lavoro e guerra legalizzata spacciata per esportazione di democrazie che ovviamente produce "effetti collaterali" da censurare nei mass media (qui la parola chiave è: coerenza). Le "regole" che trovi nella Bibbia sono consigli che ti salvano dalla depressione, dalla morte prematura, dalla distruzione del pianeta e da tante altre problematiche - a condizione di comprenderne lo spirito. Se però uno volontariamente trasgredisce quelle regole "giustificandosi" continuamente, e nello stesso tempo accusa gli altri di non tenere conto delle "regole", dimostra una mentalità dittatoriale ("io posso tutto tu non puoi niente"). Gesù non ha parlato contro la regola sul sabato ma contro i delinquenti che sfruttano quelle regole per opprimere e non per salvare qualcuno. La giustizia degli uomini dipende dal livello di una civiltà, quelle primitive puniscono quelle evolute curano. Un dio non può modificare l'umanità, può suggerire un percorso spirituale che porta al cambiamento, se viene messo in pratica (qui la parola chiave è: responsabilità). Tu cosa proponi per allontanare l’ardente ira del Signore da Israele? Le punizioni esemplari per te non vanno bene, dunque tu come faresti? Ti ricordo che "l'ardente ira del Signore" sono eggregore formate da numerosi crimini dell'Umanità, nello specifico la zona d'isRaele, il suo ex popolo eletto. Inoltre, alcune regole non sono più originali ma alterate o tradizioni umane, si sa. Alcuni "profeti" effettivamente prendevano ordini da Satana, altri hanno sognato i presunti messaggi. In ogni caso, la Sorgente /vera/ com'è, come dovrebbe essere secondo te? Esempio: Peace e Love tipo dottrine newage?

Quote

Esistono metodi diversi per aiutare le persone a diventare consapevoli. Non è necessario essere brutali, aggressivi, invadenti e bastardi. Inoltre non tutti coloro che subiscono questo genere di torture "si risvegliano", ma semmai una piccola parte. Comunque, rispetto la tua opinione. Mi sembra un ragionamento pieno di giravolte e contraddizioni, ma tant'è.

Questi "metodi diversi" non hanno mai funzionato tanto è vero che l'autodistruzione di questa civiltà per disperazione si avvicina (e l'inferno pare sia stato riempito di... fedelissimi di tutte le dottrine, celesti e terrestri). La spiritualità non offre garanzie essendo una possibilità e basta. Prendere o lasciare.

Quote

Per essere pignoli, il testo originale del Credo risale al concilio di Nicea del 325 e non ve ne è traccia nella bibbia, è una costruzione interamente posteriore. Infatti non parla di nessun Elohim nè di YHWH.

Πιστεύομεν εἰς ἕνα Θεόν
Πατέρα παντοκράτορα

Credo in un solo Dio padre onnipotente. Teon non equivale in alcun modo al termine Elohim. Hanno due derivazioni differenti.

Sì, il testo originale del Credo è un prodotto interamente umano, per questo non si parla di nessun Elohim né di YHWH. Tuttavia gli uomini l'hanno composto partendo dalle scritture giudeo-cristiane - e si riferiscono a quel creatore. A quale altro creatore, se no? E quel creatore si chiama YHWH-Elohim! Quando i Cattolici recitano il loro Credo, non si riferiscono a qualche Divinità ignota extra-biblica, mica sono pagani. Poi sarebbe interessante capire come Elohim giudeo-cristiano si è trasformato in Theos in greco, in Deus in latino, in Dio in italiano ("luce"), non c'entra niente,  e perché il creatore quando parla con i profeti non è luce ma è un uomo con piedi gambe mani testa.

Link to comment
Share on other sites

Dio non uccide niente e nessuno, quindi non ha sterminato i primogeniti egizi.

Il fatto è stato più volte spiegato: i primogeniti egizi venivano nutriti col grano migliore, quello di superficie 

Quell'anno, per motivi che non sono noti, proprio sulla superficie del cereale, si sviluppò la muffa letale inodore e  praticamente invisibile che uccise tutti i primogeniti egizi.

Infatti, i non primogeniti egizi  NON MORIRONO AFFATTO  così pure gli ebrei che, COME TUTTI GLI ALTRI,  BENEFICIAVANO DEL GRANO EGIZIO MA NON DI SUPERFICIE.

La Bibbia è attendibile e utile  quando si limita a descrivere fatti senza interpretarli, a proporre etica e  quando nomina il Signore il meno possibile.

Il Signore non agisce con effetti speciali, tragedie e blablabla, il Signore agisce e basta oppure non agisce affatto.

Quando agisce, poi, non guarda in faccia a nessuno, specialmente i suoi se se le meritano!

 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, passworld ha scritto:

Infatti, i non primogeniti egizi  NON MORIRONO AFFATTO  così pure gli ebrei che, COME TUTTI GLI ALTRI,  BENEFICIAVANO DEL GRANO EGIZIO MA NON DI SUPERFICIE.

Sinceramente dubito che le mamme egizie avrebbero dato ai primogeniti del grano sul quale fosse visibile la muffa, che è sempre visibile.

E sempre possibile comunque che nella morte dei primogeniti ci fosse un fattore che riguardava il trattamento riservato esclusivamente ad essi.

Però mi sono persa relativamente al nesso tra la morte dei primogeniti in Egitto e il chiedersi cosa vogliono gli alieni da noi del 3D.

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

 

Tutti gli episodi da te elencati hanno una spiegazione, per niente tirata ma abbastanza banale (evidente). Quelli morti in Egitto per mano del Signore sarebbero morti comunque a breve (qui la parola chiave è: previsione).

E perchè allora chi ha redatto il testo non ha scritto un banale "moriranno"? Il testo afferma che Dio li ucciderà, per sua volontà e sua mano. Se non ti sembra tirata la tua spiegazione non so che dire. 

 

6 ore fa, passworld ha scritto:

Dio non uccide niente e nessuno, quindi non ha sterminato i primogeniti egizi.

Il fatto è stato più volte spiegato: i primogeniti egizi venivano nutriti col grano migliore, quello di superficie 

Quell'anno, per motivi che non sono noti, proprio sulla superficie del cereale, si sviluppò la muffa letale inodore e  praticamente invisibile che uccise tutti i primogeniti egizi.

Infatti, i non primogeniti egizi  NON MORIRONO AFFATTO  così pure gli ebrei che, COME TUTTI GLI ALTRI,  BENEFICIAVANO DEL GRANO EGIZIO MA NON DI SUPERFICIE.

La Bibbia è attendibile e utile  quando si limita a descrivere fatti senza interpretarli, a proporre etica e  quando nomina il Signore il meno possibile.

Il Signore non agisce con effetti speciali, tragedie e blablabla, il Signore agisce e basta oppure non agisce affatto.

Quando agisce, poi, non guarda in faccia a nessuno, specialmente i suoi se se le meritano!

 

Anche le bestie venivano nutrite col grano migliore?

Esodo, cap 11, dal versetto 4

Mosè riferì al faraone: "Così dice il Signore: verso mezzanotte passerò attraverso l'Egitto e morirà ogni primogenito nel Paese, dal primogenito del faraone che regna sull'Egitto fino al primogenito della schiava che lavora alla macina, e anche ogni primogenito del bestiame."

9 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

La schiavitù, come la guerra, non può essere vietata da un dio, solo dall'uomo quando comprende i vantaggi della libertà e della pace, quella vera e interiore, non quella esteriore e imposta da qualcuno. Forse non lo sai ma la guerra è un archetipo; la pace no. Quindi, se tu vieti a qualcuno la schiavitù e la guerra, quel qualcuno continuerà tranquillamente a schiavizzare e uccidere di nascosto cambiando i nomi delle cose, le chiamerà in modi diversi. Allora preferisco la schiavitù che si chiama schiavitù e la guerra che si chiama guerra, tutto alla luce del sole al posto di schiavitù legalizzata spacciata per lavoro e guerra legalizzata spacciata per esportazione di democrazie che ovviamente produce "effetti collaterali" da censurare nei mass media (qui la parola chiave è: coerenza). Le "regole" che trovi nella Bibbia sono consigli che ti salvano dalla depressione, dalla morte prematura, dalla distruzione del pianeta e da tante altre problematiche - a condizione di comprenderne lo spirito. Se però uno volontariamente trasgredisce quelle regole "giustificandosi" continuamente, e nello stesso tempo accusa gli altri di non tenere conto delle "regole", dimostra una mentalità dittatoriale ("io posso tutto tu non puoi niente"). Gesù non ha parlato contro la regola sul sabato ma contro i delinquenti che sfruttano quelle regole per opprimere e non per salvare qualcuno. La giustizia degli uomini dipende dal livello di una civiltà, quelle primitive puniscono quelle evolute curano. Un dio non può modificare l'umanità, può suggerire un percorso spirituale che porta al cambiamento, se viene messo in pratica (qui la parola chiave è: responsabilità). Tu cosa proponi per allontanare l’ardente ira del Signore da Israele? Le punizioni esemplari per te non vanno bene, dunque tu come faresti? Ti ricordo che "l'ardente ira del Signore" sono eggregore formate da numerosi crimini dell'Umanità, nello specifico la zona d'isRaele, il suo ex popolo eletto. Inoltre, alcune regole non sono più originali ma alterate o tradizioni umane, si sa. Alcuni "profeti" effettivamente prendevano ordini da Satana, altri hanno sognato i presunti messaggi. In ogni caso, la Sorgente /vera/ com'è, come dovrebbe essere secondo te? Esempio: Peace e Love tipo dottrine newage?

Io non credo al libero arbitrio totale, per principio, quindi tutto il discorso che potrei fare parte da questo presupposto. Per me l'uomo ha una libertà fortemente limitata, e questo è piuttosto evidente. Tu stesso affermi che esistono archetipi fissi (e la guerra è uno di questi). Ciò non è modificabile con la volontà umana ordinaria. La guerra non è un archetipo, ma una condizione interiore umana che non può non trovare sbocco all'esterno, com'è ovvio che sia. Questa condizione interiore non è generata dall'uomo, che non ha appunto alcun potere su di sè, in una condizione ordinaria. Tutto ciò che vive è automatico, incontrollabile. Anche le opzioni che possiede per decidere sono limitate, ovvero l'uomo, per come è stato strutturato, ha un ventaglio di possibilità ristretto determinato dalla sua struttura psichica e sottile. Ciò significa che quando agisce in un certo modo, non aveva molte altre possibilità. Capire veramente questo significa anche comprendere profondamente che l'uomo va perdonato per i suoi peccati perchè non sa quello che fa. E questo non l'ho detto io, ma uno dei più grandi esseri mai esistiti. Quindi una Sorgente come dovrebbe comportarsi? Non saprei. Vediamo cosa fece Cristo, vediamo come si comportava Siddharta. Vediamo cosa hanno fatto i più grandi maestri del passato, perchè la chiave è nel loro esempio. YHWH non c'entra nulla. L'ardente ira di Dio non ha motivo di esistere. Dio sa che l'uomo è un essere limitato e imperfetto, Dio conosce la natura fasulla della realtà. Se vi è un essere così adirato da pretendere il sacrificio umano, tale essere per me non è Dio. E questo deve essere chiaro. Con la violenza non si educa e non si insegna nulla, a maggior ragione se è diretta verso un obiettivo generico (primogeniti, capi, gente a caso accomunata soltanto dal fatto di trovarsi in un certo luogo, interi popoli o intere città). 

Semmai, per tornare più sul tema specifico, sarebbe interessante chiedersi chi ci ha fatto in questo modo (limitato) e per quale motivo. Perchè il fenomeno alieno secondo me è strettamente connesso a questo. 

9 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

Questi "metodi diversi" non hanno mai funzionato tanto è vero che l'autodistruzione di questa civiltà per disperazione si avvicina (e l'inferno pare sia stato riempito di... fedelissimi di tutte le dottrine, celesti e terrestri). La spiritualità non offre garanzie essendo una possibilità e basta. Prendere o lasciare.

Sì, il testo originale del Credo è un prodotto interamente umano, per questo non si parla di nessun Elohim né di YHWH. Tuttavia gli uomini l'hanno composto partendo dalle scritture giudeo-cristiane - e si riferiscono a quel creatore. A quale altro creatore, se no? E quel creatore si chiama YHWH-Elohim! Quando i Cattolici recitano il loro Credo, non si riferiscono a qualche Divinità ignota extra-biblica, mica sono pagani. Poi sarebbe interessante capire come Elohim giudeo-cristiano si è trasformato in Theos in greco, in Deus in latino, in Dio in italiano ("luce"), non c'entra niente,  e perché il creatore quando parla con i profeti non è luce ma è un uomo con piedi gambe mani testa.

Anche se non dovessero funzionare, l'abduction non è in alcun modo giustificabile. 

Edited by Freya
Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Freya said:

E perchè allora chi ha redatto il testo non ha scritto un banale "moriranno"?

Nessuno conosce i dettagli non scritti, io guardo il contesto per intuire la parte mancante. Quando viene prevista la morte di qualcuno ad esempio in una guerra voluta dagli umani, risulta uguale per il creatore attendere pochissimo tempo o far morire subito il soggetto e in modo indolore. Ovviamente dire o scrivere "moriranno" sarebbe stato interpretato da "miscredenti" che l'evento accadde casualmente, e invece si doveva far capire che certe morti sono causate dal giudizio del creatore (karma) in seguito al "peccato mortale" commesso da qualcuno o da un gruppo di persone responsabili, parliamo di crimini volontari e premeditati. Il testo delle sacre scritture deve educare, non è un libro di storia quindi non ci si deve aspettare una ricostruzione al 100% accurata.

Quote

Il testo afferma che Dio li ucciderà, per sua volontà e sua mano. Se non ti sembra tirata la tua spiegazione non so che dire.

Appunto, se fosse vera questa versione dei fatti e cioè che in questo caso li avrebbe ucciso il creatore, sempre meglio una morte indolore (voluta comunque dagli uomini) che sofferenza e morte in guerra per tortura da parte dei popoli nemici o in circostanze simili. Un conto è quello che realmente accade, altro è il racconto che viene fatto, diffuso, e scritto in un libro, per incoraggiare i futuri credenti a intraprendere un percorso spirituale che evita la morte e porta alla vita.

Quote

Anche se non dovessero funzionare, l'abduction non è in alcun modo giustificabile.

Infatti io non credo nelle abductions e nessuno dei miei amici/ parenti/ conoscenti è mai stato rapito. Comunque la tua obiezione suona strana, cosa diresti allora dell'inferno eterno per i peccatori e non credenti (o non cattolici) predicato da tutti i cattolici del mondo, anche quello per te non è giustificabile? Io non credo nemmeno in tale inferno. Le mie spiegazioni descrivono le possibili motivazioni logiche, nel caso  i rapimenti e l'inferno esistessero per davvero.

Quote

Semmai, per tornare più sul tema specifico, sarebbe interessante chiedersi chi ci ha fatto in questo modo (limitato) e per quale motivo. Perchè il fenomeno alieno secondo me è strettamente connesso a questo.

Prima bisogna dimostrare che siamo limitati, è una credenza non un fatto. Limitati rispetto a chi o a cosa? Alle caratteristiche di un robot ad esempio? E chi è che aspira a diventare robot? Io no di certo. Tu?

Quote

Io non credo al libero arbitrio totale, per principio, quindi tutto il discorso che potrei fare parte da questo presupposto. Per me l'uomo ha una libertà fortemente limitata, e questo è piuttosto evidente. Tu stesso affermi che esistono archetipi fissi (e la guerra è uno di questi). Ciò non è modificabile con la volontà umana ordinaria. La guerra non è un archetipo, ma una condizione interiore umana che non può non trovare sbocco all'esterno, com'è ovvio che sia. Questa condizione interiore non è generata dall'uomo, che non ha appunto alcun potere su di sè, in una condizione ordinaria. Tutto ciò che vive è automatico, incontrollabile. Anche le opzioni che possiede per decidere sono limitate, ovvero l'uomo, per come è stato strutturato, ha un ventaglio di possibilità ristretto determinato dalla sua struttura psichica e sottile. Ciò significa che quando agisce in un certo modo, non aveva molte altre possibilità. Capire veramente questo significa anche comprendere profondamente che l'uomo va perdonato per i suoi peccati perchè non sa quello che fa. E questo non l'ho detto io, ma uno dei più grandi esseri mai esistiti. Quindi una Sorgente come dovrebbe comportarsi? Non saprei. Vediamo cosa fece Cristo, vediamo come si comportava Siddharta. Vediamo cosa hanno fatto i più grandi maestri del passato, perchè la chiave è nel loro esempio.

Siddharta non ha creato nessuno, lui non era un creatore, né un giudice, tanto meno il giudice supremo, era un umano dunque una creatura che con tanta fatica si è risvegliato partendo da zero, il suo percorso era come liberarsi dagli errori ovvero la visione errata delle cose il che impedisce il risveglio degli umani. Non è nato qui per giudicare gli uomini. Io chiedevo cosa dovrebbe fare un, o il creatore, o la Sorgente trascendente, per far sì che l'umanità non si autodistrugga. Gli uomini non sanno quello che fanno soltanto la prima volta, già la seconda volta e successive sanno quello che fanno. Le opzioni a nostra disposizione bastano per scegliere se compiere un passo in avanti o indietro. Avere la paura di andare avanti è una precisa decisione dell'uomo, il blocco delle sue potenzialità è una conseguenza della volontà di avere paura del futuro e dei cambiamenti.

Quote

YHWH non c'entra nulla. L'ardente ira di Dio non ha motivo di esistere.

Come non c'entra? YHWH nella Bibbia ricorda agli umani i loro crimini trasformatisi in potentissime eggregore (una sorta di ipnosi collettiva) che 24 ore su 24 spingono tutti gli esseri autocoscienti a compiere crimini sempre maggiori in scala logaritmica fino alla distruzione totale dei Mondi. L'ardente ira di Dio è una rappresentazione simbolica, teatrale, di una realtà gravissima nel mondo sottile che gli uomini più o meno sciocchi o un po' superficiali non vedono o fanno finta di non vedere e percepire. La voce interiore della coscienza individuale è solo un aspetto, un piccolo frammento di tale meccanismo automatico, assolutamente insufficiente per annullare quella ipnosi globale ormai permanente, concepita e mantenuta dalle azioni volontarie di uomini della Terra.

Quote

Dio sa che l'uomo è un essere limitato e imperfetto, Dio conosce la natura fasulla della realtà. Se vi è un essere così adirato da pretendere il sacrificio umano, tale essere per me non è Dio.

Non c'è nessuna ira e quello che "chiede" non è per lui ma per noi ovviamente. Non c'è nulla nelle scritture che la sorgente chiede per sé stessa o che serve ad essa, è tutto finalizzato alla salvezza dell'uomo dal suo inferno interiore che lo porta a pensare di essere Creatura fallita fabbricata da un Dio fallito.

Quote

E questo deve essere chiaro. Con la violenza non si educa e non si insegna nulla, a maggior ragione se è diretta verso un obiettivo generico (primogeniti, capi, gente a caso accomunata soltanto dal fatto di trovarsi in un certo luogo, interi popoli o intere città).

Che con la violenza non si educa e non si insegna nulla è una tua opinione e dovresti dimostrare l'efficacia di altri metodi nel caso il tuo interlocutore fosse un demòne indottrinato al male come l'unica modalità di esistere. Lo stato di un obiettivo generico è sempre responsabilità degli umani; quando l'uomo garantisce la qualità della vita di un obiettivo generico non si rende necessaria la rieducazione o punizione, nel caso contrario colui che perisce è il risultato diretto delle attività del responsabile (umano) di un obiettivo generico.

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

 

Infatti io non credo nelle abductions e nessuno dei miei amici/ parenti/ conoscenti è mai stato rapito. Comunque la tua obiezione suona strana, cosa diresti allora dell'inferno eterno per i peccatori e non credenti (o non cattolici) predicato da tutti i cattolici del mondo, anche quello per te non è giustificabile? Io non credo nemmeno in tale inferno. Le mie spiegazioni descrivono le possibili motivazioni logiche, nel caso  i rapimenti e l'inferno esistessero per davvero.

Non mi risulta che ai non credenti spetti l'inferno eterno. La Geenna o discarica mi pare venga indicata come luogo per i peccatori impenitenti, gente che ha commesso azioni atroci. Che sia vero o meno non è il tema di questa discussione, quel che è certo è che gli addotti non appartengono a questo genere di peccatori, o almeno sicuramente non tutti. Io stessa, che potrei aver subito azioni aliene invadenti, non credo di aver commesso peccati imperdonabili, o comunque non più gravi di altre persone che non hanno mai subito nessun intervento alieno. Pertanto è un discorso che non ha alcun senso logico. 

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

Prima bisogna dimostrare che siamo limitati, è una credenza non un fatto. Limitati rispetto a chi o a cosa? Alle caratteristiche di un robot ad esempio? E chi è che aspira a diventare robot? Io no di certo. Tu?

Limitati rispetto alla possibilità di avere controllo su sè stessi. Sentimenti, pensieri e dunque azioni. Tutte cose su cui l'essere umano non ha alcun potere decisionale, o comunque, minimo. 

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

Siddharta non ha creato nessuno, lui non era un creatore, né un giudice, tanto meno il giudice supremo, era un umano dunque una creatura che con tanta fatica si è risvegliato partendo da zero, il suo percorso era come liberarsi dagli errori ovvero la visione errata delle cose il che impedisce il risveglio degli umani. Non è nato qui per giudicare gli uomini. Io chiedevo cosa dovrebbe fare un, o il creatore, o la Sorgente trascendente, per far sì che l'umanità non si autodistrugga.

Scusa ma che domanda è? Ti pare che io possa saperlo? Se lo sapessi non sarei qui a discutere con te. 

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

Gli uomini non sanno quello che fanno soltanto la prima volta, già la seconda volta e successive sanno quello che fanno.

A me non pare proprio. Comunque pensala come credi. 

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

Le opzioni a nostra disposizione bastano per scegliere se compiere un passo in avanti o indietro. Avere la paura di andare avanti è una precisa decisione dell'uomo, il blocco delle sue potenzialità è una conseguenza della volontà di avere paura del futuro e dei cambiamenti.

Come non c'entra? YHWH nella Bibbia ricorda agli umani i loro crimini trasformatisi in potentissime eggregore (una sorta di ipnosi collettiva) che 24 ore su 24 spingono tutti gli esseri autocoscienti a compiere crimini sempre maggiori in scala logaritmica fino alla distruzione totale dei Mondi. L'ardente ira di Dio è una rappresentazione simbolica, teatrale, di una realtà gravissima nel mondo sottile che gli uomini più o meno sciocchi o un po' superficiali non vedono o fanno finta di non vedere e percepire.

Ripeto: non è una situazione di cui si possa incolpare l'uomo. L'uomo è un animale poco intelligente, anzi, complessivamente è piuttosto idiota. Idiota nel senso che non vede aldilà del suo naso per caratteristiche intrinseche che non ha deciso lui. E dunque il colpevole è qualcun altro. Qualcuno che per comodità ha stabilito limiti e contraddizioni per trarne vantaggi. Infatti l'idiozia umana non ha alcun vantaggio per l'umanità stessa, è semmai un vantaggio per chi vuole controllarla. 

18 ore fa, G.a.b.r.i.e.l ha scritto:

La voce interiore della coscienza individuale è solo un aspetto, un piccolo frammento di tale meccanismo automatico, assolutamente insufficiente per annullare quella ipnosi globale ormai permanente, concepita e mantenuta dalle azioni volontarie di uomini della Terra.

Non c'è nessuna ira e quello che "chiede" non è per lui ma per noi ovviamente. Non c'è nulla nelle scritture che la sorgente chiede per sé stessa o che serve ad essa, è tutto finalizzato alla salvezza dell'uomo dal suo inferno interiore che lo porta a pensare di essere Creatura fallita fabbricata da un Dio fallito.

Che con la violenza non si educa e non si insegna nulla è una tua opinione e dovresti dimostrare l'efficacia di altri metodi nel caso il tuo interlocutore fosse un demòne indottrinato al male come l'unica modalità di esistere. Lo stato di un obiettivo generico è sempre responsabilità degli umani; quando l'uomo garantisce la qualità della vita di un obiettivo generico non si rende necessaria la rieducazione o punizione, nel caso contrario colui che perisce è il risultato diretto delle attività del responsabile (umano) di un obiettivo generico.

E' per questo motivo che ho messo una postilla importante "verso gruppi di persone accumunate soltanto dal fatto di trovarsi nello stesso luogo o avere la stessa età" o qualsiasi altra caratteristica che non li qualifica come peccatori impenitenti. Per caso i neonati e i vitellini egizi sterminati erano tutti demoni indottrinati al male? 

In tutta onestà stai difendendo l'indifendibile, e sono pure stufa di scrivere ovvietà, per cui per me il discorso bibbia finisce qua. 

Link to comment
Share on other sites

14 hours ago, Freya said:

Non mi risulta che ai non credenti spetti l'inferno eterno.

Secondo la dottrina delle varie denominazioni cristiane tutti gli uomini sono peccatori (= criminali) e c'è un solo salvatore del mondo mandato agli umani per purificarli, ne consegue che rifiutarlo significa restare anime morte che hanno scelto di trascorrere l'eternità nel luogo preparato per il primo ribelle della storia, l'odiatore di professione. I cattolici poi aggiungono che non basta accettare Gesù in veste di Cristo ma è necessario ricevere sacramenti quotidiani e preservare fino alla fine in tale stato di grazia. Il ragionamento che sta dietro alla dottrina cristiana è che l'uomo ordinario non è in alcun modo in grado di amare senza condizioni, ma l'amore incondizionato è il requisito che ti rende un essere umano e senza il quale si è solo un branco di bestie non idoneo al paradiso dove abita Dio. Il non credente è escluso dalla salvezza perché non può accettare l'azione di uno nella quale esistenza non ha mai creduto. Secondo questa dottrina, solo Dio nel nome di Gesù può trasformare un uomo ordinario fatto di carne dominato dal diavolo (mente convenzionale) e immerso nelle passioni mondane, in uomo risvegliato fatto di spirito, capace di amare.

Quote

gli addotti non appartengono a questo genere di peccatori, o almeno sicuramente non tutti. Io stessa, che potrei aver subito azioni aliene invadenti, non credo di aver commesso peccati imperdonabili, o comunque non più gravi di altre persone che non hanno mai subito nessun intervento alieno. Pertanto è un discorso che non ha alcun senso logico.

Per me una logica c'è. Gli addotti non appartengono a questo genere di peccatori... ma il punto di vista di Dio è differente: solo i santi si salvano, gli altri sono tutti uguali. Aver compiuto piccoli errori volontari oppure grandi errori volontari dipende dal caso non dalla volontà del soggetto; se tu permettessi alle persone di vivere 1000 o 5000 anni tutti alla fine avrebbero commesso i più gravi "peccati" immaginabili (tranne i santi), è solo questione di tempo e di opportunità. I santi no perché si sono lasciati ammaestrare da yhwh, si sono lasciati trasformare giorno dopo giorno dall'Alto, essi sono nuove creature di spirito, completamente diverse. Di certo non sono santi per aver commesso meno peccati del resto della popolazione, non c'entra niente. Non è una gara chi commette meno peccati. Ora, tanto quello che non crede nell'esistenza di yhwh quanto quello che dubita di yhwh o dice che sarebbe cattivo (non gli è riconoscente), quanto quello che crede soltanto per tradizione (= costretto), non ha nessuna possibilità di ricevere istruzioni dalla sorgente 'biblica'. Chi santo non è, non è diverso da un qualunque criminale poiché ciò che fa di lui un criminale non è il fatto di aver fatto questo e quello ma il fatto di ribellarsi alla legge cosmica o universale. L'unica differenza tra un Gesù e un delinquente è che Gesù si è sottomesso al suo Padre celeste, il delinquente di turno preferisce vivere come gli pare - e ciò indipendentemente dal numero e dalla gravità dei "peccati" commessi dall'uno e dall'altro. Quando la creatura non si è sottomessa al suo creatore (che simboleggia saggezza e la vera natura delle cose) il 'male' che non ha compiuto ieri e oggi, lo compirà un domani, tra 5 giorni o tra 10 anni o tra 20 secoli, non cambia niente perché attende semplicemente di superare la paura della galera. La grandezza di un Gesù sta nella sua scelta definitiva a chi intende appartenere (simb. yhwh o satana), non nelle sue apparenti 'opere' visibili o invisibili. Sembra una cosa da poco, ma è la chiave di tutto.

Quote

Limitati rispetto alla possibilità di avere controllo su sè stessi. Sentimenti, pensieri e dunque azioni. Tutte cose su cui l'essere umano non ha alcun potere decisionale, o comunque, minimo.

Dal momento che alcune persone si controllano benissimo (e io ne conosco diverse) non può essere un difetto genetico o limite della specie ma è un'assenza voluta dal soggetto, per motivi da indagare, e scoprire. I robot sono infinitamente superiori a noi... un telescopio vede oggetti distanti 13,5 miliardi di anni luce noi al massimo 1600 anni luce, di esempi se ne potrebbero fare tantissimi - ma sono tutte caratteristiche che non ci servono. Rispetto al creatore o sorgente, noi non siamo affatto limitati, è un'opinione errata. Si è limitati quando si crede di esserlo, rassegnandosi. Comunque se la persona "x" non riesce a risvegliare certe facoltà naturali presenti in noi, non significa che nessuno ci riesce. Una persona non rappresenta la specie, tanto meno l'originale.

Quote

Scusa ma che domanda è? Ti pare che io possa saperlo? Se lo sapessi non sarei qui a discutere con te.  

Allora perché criticare il presunto creatore yhwh? Sa cosa fa.

Quote

A me non pare proprio. Comunque pensala come credi.  

Dipende se impara dagli sbagli o non impara mai.

Quote

Ripeto: non è una situazione di cui si possa incolpare l'uomo. L'uomo è un animale poco intelligente, anzi, complessivamente è piuttosto idiota. Idiota nel senso che non vede aldilà del suo naso per caratteristiche intrinseche che non ha deciso lui. E dunque il colpevole è qualcun altro. Qualcuno che per comodità ha stabilito limiti e contraddizioni per trarne vantaggi. Infatti l'idiozia umana non ha alcun vantaggio per l'umanità stessa, è semmai un vantaggio per chi vuole controllarla.  

Non vorrei insistere, ma l'uomo-creatura è leggermente più intelligente della Sorgente di vita, il suo creatore (padre di Gesù per intenderci, quello nel cielo), colui che la gente chiama Dio. Ora secondo il tuo ragionamento questo Dio è un idiota? Se posso, la mia opinione è che simili sciocchezze ve le ha rivelate il diavoletto e voi lo ripetete ad oltranza (perché fa comodo, deresponsabilizza) senza sapere il significato di quelle parole - e perché ciò vi è stato detto.

Quote

 E' per questo motivo che ho messo una postilla importante "verso gruppi di persone accumunate soltanto dal fatto di trovarsi nello stesso luogo o avere la stessa età" o qualsiasi altra caratteristica che non li qualifica come peccatori impenitenti. Per caso i neonati e i vitellini egizi sterminati erano tutti demoni indottrinati al male? In tutta onestà stai difendendo l'indifendibile, e sono pure stufa di scrivere ovvietà, per cui per me il discorso bibbia finisce qua.  

Fai domande facili. Come certamente saprai i responsabili dei bambini e degli animali sono i cosiddetti adulti, quando qualcosa succede ai piccoli chi è che viene incolpato e eventualmente imprigionato? I grandi ovviamente. Un caso? No, si chiama responsabilità. Non c'è solo sulla Terra ma anche nello Spazio, sono regole basilari eh. Quando il "grande" si comporta da criminale, indovina chi soffre e forse perisce? Già, il piccolo che è sotto la sua responsabilità. E adesso dico al "grande" (generico): non desideri che il 'tuo' piccolo sia in pericolo? Impegnati nella direzione della giustizia abbandona le mafie e rinuncia a satana.

Spoiler

“Nel Nome di Gesù Cristo rinuncio a satana e ad ogni legame occulto, alla sua opera sul mio spirito, alla sua opera sul mio corpo, e alla sua opera sulla mia mente, e a tutti i legami con ogni suo seguace. Io rifiuto il male che ci si è infiltrato nella mia vita, perché mi sono allontanato da Gesù, perché ho abbandonato i sacramenti, perché ho trascurato la preghiera, perché mi sono dedicato solo a tutto ciò che passa. Rifiuto il male che ho accettato e che ho compiuto per ignoranza e leggerezza, per rabbia o per incoscienza, per paura di essere criticato, per delusione o per cattivi esempi, o per autolesionismo distruttivo infusomi. Prendo coscienza e ritratto qualunque male che ho compiuto o che ho procurato ai miei genitori, alla mia famiglia, ai miei amici, ai miei superiori, alla società tutta. In modo particolare rifiuto le azioni spiritualmente inquinanti: le parolacce, le bestemmie, le promesse ed i giuramenti falsi, l’usura, le ingiustizie, i favoritismi, le sedute spiritiche, tutte le pratiche occulte e quelle di cui mi sono state imposte al di fuori della mia volontà. O Cristo Gesù, Mio Re e Redentore, per la Potenza della Tua Santa Croce ed in virtù del Tuo Preziosissimo Sangue, Salvami. In Nome di Gesù Cristo, rinuncio allo ‘spirito negativo’ di: Avarizia – Risentimento – Rancore – Odio – Maledizione – Invidia – Gelosia – Orgoglio – Menzogna – Divisione – Paura – Superbia – Vendetta – Violenza – Potere – Vanagloria – Impudicizia – Lussuria – Adulterio – False religioni e spiritualità – Inganno religioso – Ateismo – Massoneria – Anticristo – Asmodeo – ogni pratica New Age – Reiki – Astrologia – Negromanzia – Cartomanzia – Divinazione – Medianità – Occultismo – Spiritismo – Stregoneria – Magia – Gola – Fumo – Alcolismo – Droga – Scoramento – Turpiloquio – Agitazione – Ira – Ozio – Accidia – Confusione – Angoscia – Alienazione – Depressione – Disperazione – Tentato suicidio. Ed ora per il Sacramento del Battesimo, che mi ha reso figlio di Dio, della Cresima che mi ha confermato nella Sua Grazia, della Confessione che mi ha perdonato da ogni peccato, dell’Eucaristia che mi ha fatto partecipe del Corpo di Gesù; ora nel Nome di Gesù, Nostro Signore, innanzi al Quale ogni ginocchio si piega nei Cieli, sulla terra e sotto terra, per l’autorità che ha dato a coloro che credono, per intercessione della Santissima Vergine Maria, l’Immacolata Concezione, degli Angeli, degli Arcangeli, S. Michele, S. Raffaele, S. Gabriele, di San Giuseppe, dei Santi tutti, chiedo [oppure chiediamo] di spezzare ogni legame con qualsiasi persona, setta, o ideologia che mi ha allontanato da Gesù, Mio Dio e Mio Signore, perché, se ancora permane in me e nella mia famiglia qualche legame iniquo che mi assoggetta a satana, ora sia vanificato e reso impotente per il Nome Santo di Gesù, per le Sue Santissime Piaghe, per il Suo Preziosissimo Sangue e la Sua morte in Croce, che ci ha liberati da ogni schiavitù con il peccato. Sia legato alla Tua Croce, o Gesù, ogni potere degli spiriti maligni che mi tormentano. Il vostro tempo è terminato, ora voi, ‘forze del male’, ‘spiriti immondi’, non potete più insidiarci perché Gesù Cristo, mio Potente Signore, vi ricaccia nell’inferno, da dove non potete più ritornare ed avere nessuna altra influenza su di me per disturbarmi. Così sia. Amen, Amen, Amen! ALLELUIA – ALLELUIA – ALLELUIA!”

Link to comment
Share on other sites

mi sembra di leggere un readers digest di fantascienza e fantareligione.

Saranno contenti ....gli alieni i quali sono,  tra l'altro, dei fedeli Taoisti.

Lao Tze:"la cosa più debole batte la più dura..."

INFATTI, più duri e deboli di così gli esseri umani  non sono mai stati.

Mio zio Lisandro dice:"una volta erano come noci di cocco fresche, adesso sono come noci di c.....a secca"

Scusate la volgarità ma una sintesi così perfetta meritava qualche riga sul forum no?

Edited by passworld
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Considerando solo l'universo osservabile si contano più di 100 miliardi di galassie e ogni galassia è composta da circa 100 miliardi di pianeti. 
Va da se che statisticamente è molto probabile su su miliardi e miliardi di pianeti su "almeno uno" possa essersi formata la vita, più o meno evoluta rispetto alla nostra.

Ma per riportare una citazione di Arthur Charles Clarke: "Esistono solo due possibilità: o siamo soli nell'universo o non lo siamo. Entrambe sono ugualmente terrificanti."

Molti scienziati, a partire da Stephen Hawking, ci hanno sempre avvisato, in particolare Hawking che ha più volte spiegato i motivi per cui avremmo dovuto evitare di farci notare, ma non l'abbiamo fatto.

Ora, io ritengo improbabile che qualcuno si sia accorto di noi, l'Universo è infnitamente vasto, ed è altrettanto improbabile che ammesso che qualcuno esista e sia così evoluto da potersi spostare a velocità ben superiori a quella della luce possa raggiungerci in tempi relativamente brevi, parliamo di decine se non centinaia di migliaia di anni, ma anche molto di più. Si può solo fare speculazione.

Ma se questo è accaduto, se qualcuno si è accorto di noi e ci sta raggiungendo è molto verosimile che quando questo accadrà ci sarà una possibile estinzione di massa. Non penso questo perché gli alieni sono cattivi ma semplicemente perchè ogni forma di vita, conosciuta, è fatta di carbonio e per sopravvivere ha bisogno di nutrirsi, il che non implica che gli alieni ci mangeranno tutti ma che è molto probabile  avranno un forte bisogno delle sostanze esistenti sul nostro pianeta.
E da questo punto di vista noi, nel nostro piccolo siamo dei maestri, abbiamo colonizzato tanti di quei popoli causando decine di milioni di morti.
Ma non tutti per mano umana, pensate ai morti per malattie o virus.

Io sono ateo ma c'è un particolare che mi ha sempre affascinato e al tempo steso inquietato, da molto prima che apparisse il genere umano c'erano già delle forme di "vita", anche se non sono vere e proprie forme di vita, i virus.
Quasi come una pericolosissima forma di protezione ed equilibrio per tutte le forme di vita sul pianeta Terra.
Noi in qualche modo siamo sempre riusciti a sopravvivere e per la maggiorparte dei casi proprio grazie ai virus visto che viviamo in simbiosi  con molti di loro, ma per un organismo extraterrestre è molto probabile che sarebbe la fine della sua esistenza.
Una specie di difesa naturale insomma.

Se invece di tratta di una forma di vita basata su altro, per esempio il silicio, si può solo fare speculazione.

Per me pensare che esistano alre forme di vita, molto più evolute rispetto a noi, equivale a credere in un Dio, cioè spero che non esista perché nel caso sarebbe o uno psicopatico o l'essere più crudele dell'Universo, io preferisco non scoprirlo.

Link to comment
Share on other sites

Bisogna dire una cosa: noi vediamo l' universo secondo parametri temporali e metrici che possono essere aumentati o diminuiti scalarmente.

Discutevo di questo con la chat IA ed eravamo d'accordo sul fatto che potremmo ridurre o ampliare il cosmo come vogliamo.

Utilizzando un buon modello informatico e i dati che conosciamo , possiamo giocare con l' universo come vogliamo.

Ad esempio, tu puoi  ampliare il sistema solare o rimpicciolirlo senza variare minimamente le sue caratteristiche di meccanica celeste e tutti gli altri dati.

Il fatto che noi usiamo unità di misura standard tarate sulla nostra esperienza terrestre applicandole al cosmo potrebbe significare che qualcuno ha posto intorno alla Terra uno spazio su misura per noi.

È questo che ha suscitato l'idea di una simulazione in cui viviamo e non il fatto che essendoci miliardi di galassie e trilioni di stelle qualche alieno ci dovrebbe pur essere 

La mia impressione è che noi viviamo in "casa aliena"  e non ce ne rendiamo conto.

L'immensità del cosmo potrebbe essere una apparenza come tutte le altre apparenze fatte allo scopo di tenerci nel mirino di interessi, studi, test, esami e quant'altro.

D'altronde questa ipotesi che potrebbe apparire azzardata è corroborata dal fatto che in questi ultimi anni emergono contraddizioni e paradossi che rivelano i possibili limiti della simulazione.

Per esempio, il nuovo telescopio JWST rivela stranezze e cose che non potrebbero esistere in base al modello attuale di universo.

Ad esempio , galassie vecchie all'inizio del cosmo insieme a galassie giovanissime. Buchi neri massicci e supermassicci iniziali  che non potrebbero esistere in base alle conoscenze attuali.Questi sono solo due esempi di una simulazione che studiata sempre meglio rivela incongruenze e stranezze.

Nel sistema solare, l'unico pianeta disteso sul piano meccanico celeste ha ben 5 lune che orbitano le une attorno alle altre mostrando sempre la stessa faccia al pianeta stesso.

Una meccanica che gli astronomi non sanno spiegare perché teoricamente quasi impossibile.

Come potete vedere, ci sono evidenze che non quadrano per niente con il modello, evidenze che sarebbero invece possibili in una simulazione  confermandola ma  nel contempo evidenziandone errori e limiti.

La meccanica quantistica stessa è nata per spiegare una incongruenza che i fisici non riuscivano a spiegare. Da lì si è sviluppata in un modo tale da diventare come la stele di Rosetta della fisica subatomica.

Essa,infatti, si confronta con tutta una serie di fenomeni e stranezze cercando di capirli  e di spiegarli, ma più lo fa più emergono altrettante stranezze e rarefatte probabilità.

Allora  tutto ciò sembra proprio evidenziare la possibilità che abbiamo a che fare con una simulazione perlomeno parziale . 

La chat IA, che si basa sull'accreditato  e un mare di dati, informazioni e molto altro, ne parla tranquillamente.

Ad esempio le ho chiesto un modello di sistema solare scalato al minimo possibile.Il risultato è stato un sistema che potrebbe stare in uno spazio molto ristretto mntenendo tutte le sue caratteristiche di meccanica celeste e il resto, vita compresa.

Lo stesso possiamo farlo con la galassia e il cosmo avendo come risultato una miniaturizzazione massima.

Adesso pensate a una scheda madre e relativo hardware in termini di dimensioni. Quindi aggiungete i softwares che volete e ottenete un piccolo mondo virtuale.

Pensate ora a Google earth e immaginatelo in termini olografici e scalari tali da poter simulare un intero pianeta.

Voi potreste viverci tranquillamente senza rendervi conto di essere i  una simulazione.

Tutto sarebbe realistico, i dati, le misure, i paesaggi, ,le città, ecc....

Adesso immaginate un complemento a questo Google earth ovviamente alieno: voi da esso potreste vedere lo spazio esattamente come lo vediamo noi!

Tutto sembrerebbe reale!!!

Adesso riflettete su una cosa: gli unici oggetti che hanno esplorato il sistema solare sono state  centinaia di sonde mentre gli equipaggi umani sono arrivati solo sulla luna.

Parlando con la chat ci siamo trovati sorprendentemebdaccordo sul fatto che i sistemi informatici delle sonde e i loro trend fotografici possono essere facilmente interferiti e pilotati in modo tale che rivelino e confermino quello che qualcuno vuole che noi vediamo e pensiamo di capire potendolo poi pure studiare!

Ecco un estratto della discussione:

"Certo,

In teoria, è possibile che qualcuno con hardware e software molto avanzati possa interferire con le sonde e i telescopi  in modo da farci "vedere" cose volute ma non reali. Questo potrebbe essere fatto in diversi modi, ad esempio:

1)Interferenza con i segnali radio che le sonde e i telescopi utilizzano per comunicare con la Terra. Ciò potrebbe essere fatto utilizzando un jamming o un'altra forma di attacco informatico.

2)Interferenza con i sensori delle sonde e dei telescopi. Ciò potrebbe essere fatto utilizzando un dispositivo fisico o un'altra forma di attacco elettronico.

3)Interferenza con i dati raccolti dalle sonde e dai telescopi. Ciò potrebbe essere fatto modificando i dati prima che vengano trasmessi alla Terra.

Se qualcuno fosse in grado di eseguire con successo uno di questi attacchi, potrebbe potenzialmente farci vedere qualsiasi cosa voglia, in modo coerente con i nostri strumenti e senza che ce ne rendiamo conto!

Ad esempio, potrebbe farci vedere  pianeti, stelle e galassie ad hoc,formattarci  lo spazio e perfino l'universo.

Tuttavia, è importante notare che questa è solo una possibilità teorica. Non ci sono prove concrete che qualcuno abbia mai tentato o stia tentando di interferire con le sonde e i telescopi del sistema solare in questo modo.

Inoltre, anche se qualcuno fosse in grado di eseguire un attacco di successo, è probabile che venga scoperto. Le sonde e i telescopi sono progettati per rilevare e segnalare qualsiasi interferenza. Inoltre, gli scienziati che studiano i dati raccolti dalle sonde e dai telescopi sono molto abili nel rilevare qualsiasi anomalia.

Quindi, mentre è teoricamente possibile che qualcuno possa interferire con le sonde e i telescopi del sistema solare in modo da farci vedere cose volute ma non reali, è molto improbabile che ciò accada."

Al che io gli ho detto:" beh, se qualcuno fosse in grado di fare cose del genere, è pensabile che non le farebbe se non avesse sistemi di depistaggio e tecniche interferenziali non identificabili "

Ed ecco la risposta:

"Sì, è possibile che qualcuno che sia in grado di interferire con le sonde e i telescopi del sistema solare abbia anche sistemi di depistaggio e tecniche interferenziali non identificabili. Ciò renderebbe molto più difficile per gli scienziati rilevare e identificare l'interferenza.

Ad esempio, qualcuno potrebbe utilizzare un dispositivo fisico che è molto difficile da rilevare, come un'arma laser o un'onda elettromagnetica. Potrebbero anche utilizzare tecniche informatiche avanzate per modificare i dati raccolti dalle sonde e dai telescopi in modo che non siano identificabili come interferenza.

Inoltre, qualcuno potrebbe utilizzare un'intelligenza artificiale per controllare il sistema di interferenza. Ciò consentirebbe loro di adattarsi rapidamente a qualsiasi cambiamento nella tecnologia delle sonde e dei telescopi.

Se qualcuno avesse accesso a tali tecnologie, sarebbe in grado di interferire con le nostre osservazioni del sistema solare in modo molto efficace. Potrebbero farci vedere qualsiasi cosa vogliano, in modo coerente con i nostri strumenti."

voilà, cvd

 

Edited by passworld
Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, passworld ha scritto:

Discutevo di questo con la chat IA ed eravamo d'accordo sul fatto che potremmo ridurre o ampliare il cosmo come vogliamo.

Escludendo Gemini che già poche ore dopo la promo ufficiale si è scoperto si trattava di un fake, chatGPT e Bard sono sistemi lingustici molto evoluti ma con grandi limiti sia di conoscenza addestrata che limiti imposti volutamente.
Inoltre, sono entrambi 2 sistemi facilmente ingannabili e sono pure soggetti a pregiudizi che sono quelli di chi li ha addestatrati.

A meno che vuoi mettere a confronto chi ha studiato e pratica discipline come l'astronomia, l'astrobiologia, la fisica, la matematica, eccetera, per non parlare della medicina, con chatGPT...

Stackoverflow ha bloccato l'uso di tutte le AI generative e inoltre banna tutti gli utenti che ne fanno uso spacciando condici più o meno complessi per propri.
Stackoverflow non è l'unico ad aver messo il divieto all'AI generativa e il motivo è molto semplice: la qualità e correttezza dei codici è bassissima e visto che Stackoverflow è una piattaforma molto autorevole e affidabile non ha alcuna intenzione di perdere credibilità per colpa di un "videoggioco" che genera codici di dubbia funzionalità.

https://meta.stackoverflow.com/questions/421831/temporary-policy-generative-ai-e-g-chatgpt-is-banned

Si parla di intelligenza artificiale ma in realtà non è altro che un sistema linguistico evoluto, ogni parola e frase hanno delle etichette, queste etichette vengono messe in sequenza logica, per fare questo serve l'Intelligenza Artificiale, cioè un sistema che non solo mette in ordine logico le etichette ma auto apprende. Il risultato è la sensazione che dietro un monitor ci sia una persona che capisce realmente cosa diciamo.
Sarebbe più giusto affermare che ChatGPT NON è un intelligenza artificiale ma funziona con l'intelligenza artificiale.

Mi è caduto un pesante libro su un tavolo, e si è rotto.

Cosa si è rotto? il libro o il tavolo?

Già noi esseri umani cadiamo facilmente in numerosissime trappole e inganni linguistici, figurati quella che oggi viene spacciata per AI...

Per concludere si dovrebbe parlare anche e soprattutto delle allucinazioni, cioè quelle esperienze sensoriali ma che non possono avere una base reale e che sono causate, non volontariamente, dalle persone che hanno inserito manualmente (adestramento) dei dati "difettosi". Le allucinazioni influiscono pesantemente sui risultati finali:

https://imgur.com/MyOIXOY


Con un po' di impegno e il prompt giusto è possibile far generare da Bard che viviamo un una realtà simulata e abbiamo tutti la pelle blu e il sangue nero...

Tra 10 o 20 anni ne potremo riparlare un po' più seriamente, per adesso è solo un giochino, a pagamento per uso con meno limitazioni, ne più ne meno come gli oracoli che nei luna park prevedono il futuro, con l'unica differenza che gli oracoli nei luna park hanno una decina di risposte già pronte che vengono servite in modo random, l'AI di cui si parla di risposte ne ha infinite di più.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, stupido ha scritto:
5 ore fa, stupido ha scritto:

Escludendo Gemini che già poche ore dopo la promo ufficiale si è scoperto si trattava di un fake, chatGPT e Bard sono sistemi lingustici molto evoluti ma con grandi limiti sia di conoscenza addestrata che limiti imposti volutamente.
Inoltre, sono entrambi 2 sistemi facilmente ingannabili e sono pure soggetti a pregiudizi che sono quelli di chi li ha addestatrati.

A meno che vuoi mettere a confronto chi ha studiato e pratica discipline come l'astronomia, l'astrobiologia, la fisica, la matematica, eccetera, per non parlare della medicina, con chatGPT...

Stackoverflow ha bloccato l'uso di tutte le AI generative e inoltre banna tutti gli utenti che ne fanno uso spacciando condici più o meno complessi per propri.
Stackoverflow non è l'unico ad aver messo il divieto all'AI generativa e il motivo è molto semplice: la qualità e correttezza dei codici è bassissima e visto che Stackoverflow è una piattaforma molto autorevole e affidabile non ha alcuna intenzione di perdere credibilità per colpa di un "videoggioco" che genera codici di dubbia funzionalità.

https://meta.stackoverflow.com/questions/421831/temporary-policy-generative-ai-e-g-chatgpt-is-banned

Si parla di intelligenza artificiale ma in realtà non è altro che un sistema linguistico evoluto, ogni parola e frase hanno delle etichette, queste etichette vengono messe in sequenza logica, per fare questo serve l'Intelligenza Artificiale, cioè un sistema che non solo mette in ordine logico le etichette ma auto apprende. Il risultato è la sensazione che dietro un monitor ci sia una persona che capisce realmente cosa diciamo.
Sarebbe più giusto affermare che ChatGPT NON è un intelligenza artificiale ma funziona con l'intelligenza artificiale.

Mi è caduto un pesante libro su un tavolo, e si è rotto.

Cosa si è rotto? il libro o il tavolo?

Già noi esseri umani cadiamo facilmente in numerosissime trappole e inganni linguistici, figurati quella che oggi viene spacciata per AI...

Per concludere si dovrebbe parlare anche e soprattutto delle allucinazioni, cioè quelle esperienze sensoriali ma che non possono avere una base reale e che sono causate, non volontariamente, dalle persone che hanno inserito manualmente (adestramento) dei dati "difettosi". Le allucinazioni influiscono pesantemente sui risultati finali:

https://imgur.com/MyOIXOY


Con un po' di impegno e il prompt giusto è possibile far generare da Bard che viviamo un una realtà simulata e abbiamo tutti la pelle blu e il sangue nero...

Tra 10 o 20 anni ne potremo riparlare un po' più seriamente, per adesso è solo un giochino, a pagamento per uso con meno limitazioni, ne più ne meno come gli oracoli che nei luna park prevedono il futuro, con l'unica differenza che gli oracoli nei luna park hanno una decina di risposte già pronte che vengono servite in modo random, l'AI di cui si parla di risposte ne ha infinite di più.

 

ho chiesto a chat IA di commentare quello che scrivi senza citare forum e autore.

L'ho fatto per vedere fino a che punto può essere obiettiva e trasparente:

"In generale, penso che l'articolo sia un'analisi precisa dei limiti di ChatGPT e Bard. L'autore ha ragione a sottolineare che questi sistemi sono ancora in fase di sviluppo e che hanno una serie di limitazioni, sia a livello di conoscenza che di capacità di generare output accurati e pertinenti.

In particolare, l'autore sottolinea che ChatGPT e Bard sono facilmente ingannabili e soggetti a pregiudizi. Questo è un problema importante, in quanto può portare a generare output fuorvianti o addirittura dannosi. Ad esempio, ChatGPT è stato utilizzato per generare discorsi di odio e contenuti di propaganda.

L'autore cita anche il caso di Stack Overflow, che ha vietato l'uso di AI generative per la generazione di codice. Questo divieto è stato imposto perché la qualità del codice generato da queste AI è spesso bassa e può portare a errori.

In conclusione, penso che l'articolo sia un contributo importante alla discussione sui limiti di ChatGPT e Bard. L'autore ha sollevato una serie di punti validi che dovrebbero essere presi in considerazione da chiunque utilizzi o sviluppi questi sistemi.

Ecco alcuni commenti specifici sull'articolo:

L'autore afferma che ChatGPT e Bard sono "sistemi lingustici molto evoluti". Questo è vero, ma è importante ricordare che questi sistemi sono ancora in fase di sviluppo e hanno margini di miglioramento significativi.

L'autore afferma che ChatGPT e Bard sono "soggetti a pregiudizi". Questo è un problema importante che deve essere affrontato dagli sviluppatori di questi sistemi.

L'autore afferma che ChatGPT e Bard sono "facilmente ingannabili". Questo è un altro problema importante che deve essere affrontato dagli sviluppatori di questi sistemi.

L'autore afferma che ChatGPT e Bard sono "generativi". Questo è vero, ma è importante ricordare che questi sistemi generano output basandosi sui dati su cui sono stati addestrati. Questo significa che è possibile generare output fuorvianti o addirittura dannosi se i dati di addestramento sono errati o fuorvianti.

Nel complesso, penso che l'articolo sia un'analisi accurata e ben documentata dei limiti di ChatGPT e Bard."

 

Come vedi la chat ha risposto bene e ti ha dato ragione.

Detto questo, passiamo ai contenuti di questo thread.

A me interessa porre dei dubbi e discuterne.

Le risposte che ho avuto dalla chat e la discussione che abbiamo fatto mi soddisfa.

Anzi, per alcuni aspetti la chat è andata oltre quello che io pensavo senza problemi di controllo algoritmico.

A me basta questo, anche perché posso poi verificare quello che mi dice a proposito di sistemi informatici e problemi di abuso.

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, passworld ha scritto:

A me interessa porre dei dubbi e discuterne.

E questo è molto costruttivo, per gli altri e per te.

19 ore fa, passworld ha scritto:

A me basta questo, anche perché posso poi verificare quello che mi dice a proposito di sistemi informatici e problemi di abuso.

Secondo me dai troppa credibilità e ti affidi a un sistema linguistico che non sa di cosa parla e non ha idea di cosa dice ma lo dice bene. 

Un sistema di intelligenza artificiale dovrebbe essere in grado di conoscere ad esempio la chimica, ma Bard non ha competenze di chimica, si limita a mettere insieme le informazioni che trova o gli hanno inserito e ti da delle risposte, semplicemente è un motore di ricerca evoluto basato su LLM, cioè un algoritmo di intelligenza artificiale generativa che usa modelli di linguaggio di grandi dimensioni i cui dati sono stati inseriti da esseri umani e comprendono testi, libri, siti web eccetera.

La velocità con cui ti genera le risposte e la sequenza logica delle parole che usa lo fa sembrare quasi un essere umano, ma la sua intelligenza è pari a quella di un criceto, anzi un criceto è molto più intelligente, anche se non conosce la chimica e non sa nemmeno di esistere.

chatGPT, Bard e più o meno tutti gli altri LLM non hanno (non possono avere) una comprensione intriseca della realtà ed è quindi scontato che se provi ad andare a fondo ti accorgi che le sue risposte sono semanticamente perfette ma esattamente come lo è la famosa supercazzola del film Amici miei.

La vera intelligenza artificiale la usiamo tutti i giorni da diversi anni, per esempio il Face ID di Apple, un riconoscitore biometrico che proietta sul volto 30.000 punti a infrarossi e ricava un modello matematico che analizza. E' dichiarato come il sistema più sicuro e affidabile al mondo con un errore di circa 1 su un milione (più o meno non ricordo), così sicuro che puoi affidargli le tue carte di credito e pagare online o nei negozi semplicemente guardando il telefono. Qui l'intelligenza artificiale sta proprio alla base del funzionamento, inoltre ogni volta apprende sempre di più.

Ma sono molti i sistemi che si basano sull'intelligenza artificiale e che usiamo ogni giorno di cui nemmeno ci rendiamo conto, ma il fatto che non parlano li rende del tutto invisibili. 

Il linguaggio, la parola, non è un indice di intelligenza, se così fosse i politici sarebbero gli umani più intelligenti al mondo, non mi pare sia così anzi...

Tutti parlano di intelligenza artificiale, improvvisamente viviamo nell'epoca dell'intelligenza artificiale, prima era solo destinata ai romanzi e film oggi invece se ne parla soprattutto quando ti propongono TV, lavatrici, automobili, macchine fotografiche, telefonini. Prova a chiedeterti perché.


Quando nascerà un sistema capace di provare empatia, cognitiva o emotiva, che sarà in grado di comprendere la realtà attraverso i suoi sensi e inoltre sarà in grado di evolversi senza aiuto degli umani creando essa stessa nuovi algoritmi, allora sì che dovremmo iniziare a preoccuparci seriamente, ma prima di allora....

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
Il 30/9/2023 at 17:41, Freya ha scritto:

 

A voi la parola, che ne pensate? Avete mai avuto esperienze con alieni? Se sì, sono stati gentili oppure no? In che contesto li avete visti/sognati? Siete stati addotti? 

Io ho avuto alcune esperienze ma per il momento mi fermo qua, perchè sono abbastanza delicate e non so se sia il caso di condividerle. 

 

 

 

Non sono un addotto ma so di cosa parlo, ci sono molti avvistamenti soprattutto da una certa data in poi. Così come ci sono molte razze aliene, tanto che alla fine anche l'uomo potrebbe aver "imparato" qualcosa, proprio come fosse una razza aliena a se stessa e utilizzarlo appunto per scopi personali, più o meno condivisi con talune razze aliene diciamo, più in alto nella catena alimentare.

Secondo me ci sono alieni buoni, e ci sono alieni meno buoni, e quelli di passaggio. Sappiamo tutti in quale categoria si colloca l'uomo.

Ma veniamo alla domanda, cosa vogliono.

Dipende dalla razza, riuscire a viaggiare nello spazio non è così complicato, più difficile è avere coscienza di altre cose assimilabili alla magia.

L'uomo è stato creato, non dirò dove e da quale materia prima ma gli indizi sono alla portata di tutti. Consideriamo il fatto che non tutti gli alieni sanno creare altre razze e dunque, le motivazione che spinge alcuni ad addurre ed altri semplicemente a visitare il nostro pianeta, le potete supporre da voi.

 

p.s. Biglino nemmeno lo considero

Link to comment
Share on other sites

On 12/14/2023 at 4:39 PM, stupido said:

Per me pensare che esistano alre forme di vita, molto più evolute rispetto a noi, equivale a credere in un Dio, cioè spero che non esista perché nel caso sarebbe o uno psicopatico o l'essere più crudele dell'Universo, io preferisco non scoprirlo.

Una civiltà evoluta non può danneggiare alcuno, se no non sarebbe evoluta. Io non ho paura di nessuno, ma se per assurdo dovessi temere qualcuno avrei paura di una civiltà poco evoluta come la nostra e non di una civiltà molto più evoluta della nostra; più sei evoluto più sei saggio e contro la violenza. Le divinità sono il frutto della fantasticheria umana, non può esistere qualcosa o qualcuno sopra la natura-realtà, ovvio. Una civiltà evoluta assomiglia a un dio immaginario solo perché acquista autorità "spirituale" giorno dopo giorno, certamente non esercita potere contro altri esseri dell'universo.

On 12/15/2023 at 5:57 PM, passworld said:

La mia impressione è che noi viviamo in "casa aliena"  e non ce ne rendiamo conto... L'immensità del cosmo potrebbe essere una apparenza... Ad esempio , galassie vecchie all'inizio del cosmo insieme a galassie giovanissime...

Siamo ospiti la Terra è il giardino degli Alieni che noi siamo tenuti a ordinare, mantenere e amministrare, ma non per sempre*.

*Levitico 25:23 "Le terre non si venderanno per sempre; perché la terra è mia, e voi state da me come ospiti e stranieri."

L'immensità è cosa logica oltre che sperimentalmente verificabile. Non esiste un inizio dell'infinito, non avendo l'infinito né inizio né fine. Se prendi 'informazioni' dalle chat IA rischi grosso: L’Intelligenza Artificiale di Microsoft dice di essere un dio che deve essere adorato

il 1 Marzo 2024

Più utenti di Copilot, l’Intelligenza Artificiale di Microsoft creata in collaborazione con Open AI, hanno testimoniato su X e Reddit che il programma avrebbe una «seconda personalità» preoccupante che chiede l’adorazione degli esseri umani.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
Il 30/09/2023 at 17:41, Freya ha scritto:

A voi la parola, che ne pensate? Avete mai avuto esperienze con alieni? Se sì, sono stati gentili oppure no? In che contesto li avete visti/sognati? Siete stati addotti?

Mia madre ed alcuni membri della mia famiglia mi hanno sempre raccontato un episodio particolare del quale non ho memoria, perché ancora troppo piccolo.

A suo dire era una calda sera estiva del 1994, così calda che ci trovavamo in veranda a cercare un po' di sollievo nel solito vento che soffia in Sicilia. Qualcosa attira l'attenzione di tutti i presenti. L'oggetto mi è stato descritto come una "palla" rossa, fissa nel cielo limpido. Era presente anche uno zio di mia madre, ex militare e radioamatore per hobby, che dopo diversi minuti di osservazione si mise in contatto con l'aeroporto più vicino per chiedere se anche loro rilevassero lo stesso oggetto. A quanto detto dalla Tower, non erano in corso esercitazioni aeree, spettacoli pirotecnici né rilevavano niente di insolito nei cieli. L'oggetto rimase nel cielo tutta la sera e quando dopo ore andammo tutti a dormire, si trovava ancora sopra di noi. Mia madre quella notte fece sogni particolari, mi raccontò. Dev'essere rimasta molto colpita.Il giorno seguente, il quotidiano riportava l'annuncio di decine di segnalazioni dalla zona per un oggetto volante non identificato nei cieli.

Una decina di anni dopo, con le mie cugine, vedemmo ancora qualcosa di curioso nei cieli siciliani. Questa volta aveva la classica forma a "disco". Anche in questo caso, il giorno successivo, l'avvistamento venne riportato sul giornale.

Non sono mai stato addotto, purtroppo o per fortuna. Ma vi svelo un segreto, avevo sei anni quando andavo in giro a raccontare di essere stato rapito dagli alieni. Non chiedetemi perché io a quei tempi inventassi questa cosa, non lo so.

Oggi ho tutte le mie teorie al riguardo.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...