Jump to content

Recommended Posts

1 ora fa, Pandora ha scritto:

In questo momento non sono Pandora ma UAAS, utente anonima abbastanza sconcertata:

Buongiorno a tutti e complimenti per il forum, (yeeeh) vorrei raccontare una mia recente esperienza che vorrei capire come collocare (che nome darle) secondo la letteratura di riferimento rispetto alla quale confesso la piu grande ignoranza. 

Niente vibrazioni paralisi o sforzi di volontà tipici, ho semplicemente sognato di essere in un certo luogo e dire e fare cose con delle persone, alcune delle quali hanno riferito di avere sognato lo stesso luogo con le stesse persone (ci siamo percepiti tra noantri) e fare e dire le stesse cose con dettagli inquietanti per la precisione. 

Un fenomeno simile come potrebbe essere chiamato? Telepatia di gruppo? Sogno di gruppo? Viaggio astrale di gruppo? 

E se fosse un viaggio astrale, o una Oobe, che nemmeno so se siano la stessa cosa, come mai manca tutto il cerimoniale a corredo tipo paralisi eccetera? 

Grazie in anticipo per la risposta 

Vostra Uaaas

 

Perchè, come dicevo nell'altra discussione, il distacco astrale avviene automaticamente e sempre, durante la notte. Nel sonno è possibile captare influssi provenienti da altre persone, in particolare quelle che ci sono più vicine o con cui abbiamo dei rapporti quotidiani. Non è rarissimo fare gli stessi sogni, e quindi influenzarsi a vicenda. 

Puoi chiamarla telepatia, se ti suona meglio, oppure OBE di gruppo, la sostanza non cambia. Il mezzo attraverso cui avete ricevuto e vi siete scambiati informazioni è sempre lo stesso, sia nel caso di contatto telepatico che di OBE, ovvero il corpo sottile. 

Il corredo di sensazioni di cui parli: paralisi, ronzio, ecc, sono tipiche dei momenti in cui la mente è vigile ma il corpo, sostanzialmente, dorme. Se non viene percepita questa dissociazione non ci si accorge affatto di staccarsi dal corpo, e si fanno sogni normalissimi, che però poi magari risultano uguali a quelli di altre persone amiche, come nel vostro caso.

  • Love 3
Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Freya ha scritto:

Perchè, come dicevo nell'altra discussione, il distacco astrale avviene automaticamente e sempre, durante la notte. Nel sonno è possibile captare influssi provenienti da altre persone, in particolare quelle che ci sono più vicine o con cui abbiamo dei rapporti quotidiani. Non è rarissimo fare gli stessi sogni, e quindi influenzarsi a vicenda. 

Puoi chiamarla telepatia, se ti suona meglio, oppure OBE di gruppo, la sostanza non cambia. Il mezzo attraverso cui avete ricevuto e vi siete scambiati informazioni è sempre lo stesso, sia nel caso di contatto telepatico che di OBE, ovvero il corpo sottile. 

Il corredo di sensazioni di cui parli: paralisi, ronzio, ecc, sono tipiche dei momenti in cui la mente è vigile ma il corpo, sostanzialmente, dorme. Se non viene percepita questa dissociazione non ci si accorge affatto di staccarsi dal corpo, e si fanno sogni normalissimi, che però poi magari risultano uguali a quelli di altre persone amiche, come nel vostro caso.

Ma scusa con la telepatia non si esce dal proprio corpo, mi è capitata diverse volte da sveglia, come potrebbe essere la stessa cosa di una Out of body experience? 

Link to comment
Share on other sites

Io credo che gli influssi provenienti da altre persone ci raggiungano anche da svegli, solo che durante il sonno si manifestano in modo nitido, come immagini chiare che poi scopriamo, per caso, essere comuni.

Abbiamo molto in comune con le persone che frequentiamo spesso, e siamo come delle superfici su cui arriva un raggio che ''riflettendosi'' prende una direzione uguale per ''superfici simili''.

 

Se tutti scrivessimo i nostri sogni di qualsiaisi tipo, vedremmo come ci sono immagini chiare e specifiche che rimbalzano nello stesso momento. Durante il sonno le vediamo, di giorno le ''subiamo'' cioè ne viviamo gli effetti senza rendercene conto.

 

Non so che nome gli darei. Non telepatia, comunque.

  • Love 1
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Pandora ha scritto:

Ma scusa con la telepatia non si esce dal proprio corpo, mi è capitata diverse volte da sveglia, come potrebbe essere la stessa cosa di una Out of body experience? 

Il mezzo di ricezione è lo stesso. Poi logicamente le situazioni no. Nella vita di veglia non sei certo staccata in astrale, durante il sonno però si, il che la rende più frequente e anche più durevole. 

  • wow 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...