Jump to content

Lo spazio e il tempo sono forme mentali.


Recommended Posts

Se lo spazio e il tempo sono modi in cui la mente interpreta e mette in ordine le cose allora ciò implica che l'idea di come sia fatto in realtà il luogo in cui esistiamo e ci muoviamo non sia completamente esatta. Se la mente nel suo stato ordinario è abituata a pensare lo spazio circostante con un'idea di mera sostanza tridimensionale quell'idea non è del tutto completa da che lo spazio che viene percepito come spazio potrebbe essere in realtà solo la premessa di ciò che veramente è aldilà della sua apparente consistenza. Abbiamo ancora molto da imparare riguardo lo spazio e il tempo, e per comprendere cosa sia non sono sufficienti le osservazioni col telescopio ma una rivisitazione totale interna dell'idea riguardo sé stessi e della concezione che si ha dello spazio e del tempo. Se cambierebbe l'idea che si ha di sé inteso come io-corpo rispetto lo spazio cui ci si relaziona di conseguenza anche la concezione stessa di spazio cambierebbe, e magari tutto ciò che vediamo e tocchiamo potrebbe essere il modo che abbiamo di immaginarci e quindi il potere di esistere nella pura immaginazione. Per quanto assurda possa sembrare l'idea che lo spazio e il tempo siano il campo esteso della nostra mente che si serve di esso per muoversi e comprendersi potrebbe essere un idea valida visto che il confine tra sogno e realtà è quasi indistinguibile. 

Edited by ShamanArt
  • Like 1

"S'immerse all'interno della vasca riponendo totale fiducia nel potere della piena opera.
Nel vento e nel suo farsi moto;
Nella terra e nella sua conduttività;
Nel fuoco e nel suo calore;
Nell'acqua e nel suo essere corrente. 
Intonó un canto e dalla parola fu trasportato e con solenne attesa si dispose a ricevere i doni e la grazia offerti dal calice del suo stesso altare. 
Di unico suono tutto il tempio si rivestì e la grande divinità si sollevò in cielo. Così mise i suoi abiti, e colmo di regalità salutó il popolo in segno di rispetto e gratitudine, e verso l'orizzonte pregno d'immortalità si ridiresse."

Link to comment
Share on other sites

Tutto è illusione, ma il vantaggio di essere umani -e liberi, per chi lo è- è di poter scegliere quali illusioni risultano costruttive per noi quindi adottare quella specifica visione arbitraria. Puoi considerare la realtà come un ammasso di atomi e molecole, come particelle dell'infinitamente piccolo, come onde, come energia, come emanazione di qualche divinità, come sogno etc - le opzioni sono tante. La materia (lo spaziotempo) diventa cosciente attraverso gli umani siamo la coscienza dell'universo quindi la scelta delle illusioni ovvero come vedere il mondo non dovrebbe essere casuale. Certamente tutto è collegato indipendentemente dalla visione individuale. Il nostro sistema sensoriale inclusa telepatia e coscienza superiore ci mostrano una parte della realtà, il cervello elabora quello che riceve e se i dati ricevuti non sono fedeli all'originale o sono insufficienti c'è poco da elaborare, sarà sempre una visione distorta.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

La datazione del tempo infatti non è uguale per tutti; convenzionalmente utilizziamo a livello globale il calendario romano come base, al quale sono state apportate delle modifiche, diventando poi gregoriano, che afferma ci troviamo nel 2023 d.C. appunto dopo la venuta di Cristo. Ma se andassimo a controllare nello specifico per altre culture o gruppi le cose non starebbero così!

Per i musulmani siamo al 1445 (si comincia a contare dalla conclusione del trasferimento di Maometto dalla Mecca a Medina nel 622 d.C. gregoriano), per gli ebrei al 5784 (si parte dal 3761 a.C. gregoriano data della "presunta" creazione), per i buddisti è il 2566 (il riferimento e’ la morte del Budda nel 543 a.C. gregoriano) per i cinesi e' arrivato il 4722 (si parte dal 2637 a.C gregoriano data della presunta invenzione del calendario) e per i massoni siamo nientemeno che al 6023 (deriva dalla consuetudine adottata dai padri fondatori della massoneria londinese e perpetuata fino ai giorni nostri, di aggiungere 4000 anni alla corrispondente data del calendario profano ritenendo che al 4000 a.C. risalisse la Genesi, ovvero l’origine, del mondo, secondo i calcoli, allora ritenuti scientifici, di un prelato anglicano del XVI secolo, James Usher, che aveva tratto dalla Bibbia una cronologia degli eventi che portarono alla creazione del mondo. A questa data perciò, convenzionalmente, si fa riferimento per intendere l’epoca in cui ha inizio la storia del nostro mondo, e gli ideatori e fondatori della massoneria speculativa inglese hanno adottato questa data e le obbedienze nate in seguito non hanno fatto altro che imitare la Gran Loggia Unita d’Inghilterra.

Le date non le ho inventate io 🤓 non sto dando i numeri 😂 la fonte è il buon caro internet.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...
Il 27/8/2023 at 05:23, ShamanArt ha scritto:

Se lo spazio e il tempo sono modi in cui la mente interpreta e mette in ordine le cose allora ciò implica che l'idea di come sia fatto in realtà il luogo in cui esistiamo e ci muoviamo non sia completamente esatta.

La mente interpreta il tempo poiché esso non è visibile; ma lo spazio non è l'interpretazione della mente ed è una misura che il nostro occhio da'. Tu dici che ci potremmo ingannare sullo spazio tridimensionale e allora sarebbe sufficiente fare un esperimento: in una stanza ti bendi gli occhi e cammini in un senso fino a toccare la parete; ti giri di 90° e cammini fino a toccare la parete. Poi ti metti su una scala e cerchi di toccare il soffitto. Ti accorgerai che gli occhi non ti avevano ingannato.

Quanto al passare del tempo basta guardare un bambino che nasce, diventa adulto poi vecchio e poi muore. La stessa cosa si può constatare con una pianta, il sole ecc.

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, cincin ha scritto:

La mente interpreta il tempo poiché esso non è visibile; ma lo spazio non è l'interpretazione della mente ed è una misura che il nostro occhio da'. Tu dici che ci potremmo ingannare sullo spazio tridimensionale e allora sarebbe sufficiente fare un esperimento: in una stanza ti bendi gli occhi e cammini in un senso fino a toccare la parete; ti giri di 90° e cammini fino a toccare la parete. Poi ti metti su una scala e cerchi di toccare il soffitto. Ti accorgerai che gli occhi non ti avevano ingannato.

Quanto al passare del tempo basta guardare un bambino che nasce, diventa adulto poi vecchio e poi muore. La stessa cosa si può constatare con una pianta, il sole ecc.

Mi riferivo alla concezione dello spazio inteso come energia e quindi come viene percepito nell'intero e nell'interno.  Esperienze ottenute con sostanze  che alterano lo stato di coscienza e che inducono effetti dissociativi come lsd e dmt ,per esempio, i soggetti riferiscono sempre di sperimentare stati e sensazioni rispetto alla collocazione spaziale che comprende il percepito dell'intera esperienza spazio-temporale presa nel suo insieme diversa dall'esperienza abituale. Ciò riguarda la concezione e l'idea del posto in cui ci si trova, come se cambiando coordinate ci si ritrovasse in un posto diverso. Per semplificare sarebbero le cosiddette dimensioni sottili che si sperimentano negli stati trascendentali. E' un questione di livelli di energia allo stesso modo in cui nell' esperienza della non-dualità, in quei determinati stati di coscienza si "vede" e percepisce che la separazione nello spazio non esiste. Non so se sono riuscito a spiegarmi bene.

Edited by ShamanArt

"S'immerse all'interno della vasca riponendo totale fiducia nel potere della piena opera.
Nel vento e nel suo farsi moto;
Nella terra e nella sua conduttività;
Nel fuoco e nel suo calore;
Nell'acqua e nel suo essere corrente. 
Intonó un canto e dalla parola fu trasportato e con solenne attesa si dispose a ricevere i doni e la grazia offerti dal calice del suo stesso altare. 
Di unico suono tutto il tempio si rivestì e la grande divinità si sollevò in cielo. Così mise i suoi abiti, e colmo di regalità salutó il popolo in segno di rispetto e gratitudine, e verso l'orizzonte pregno d'immortalità si ridiresse."

Link to comment
Share on other sites

On 8/28/2023 at 5:30 PM, psichica said:

La datazione del tempo infatti non è uguale per tutti; convenzionalmente utilizziamo a livello globale il calendario romano come base, al quale sono state apportate delle modifiche, diventando poi gregoriano, che afferma ci troviamo nel 2023 d.C. appunto dopo la venuta di Cristo. Ma se andassimo a controllare nello specifico per altre culture o gruppi le cose non starebbero così!

Per i musulmani siamo al 1445 (si comincia a contare dalla conclusione del trasferimento di Maometto dalla Mecca a Medina nel 622 d.C. gregoriano), per gli ebrei al 5784 (si parte dal 3761 a.C. gregoriano data della "presunta" creazione), per i buddisti è il 2566 (il riferimento e’ la morte del Budda nel 543 a.C. gregoriano) per i cinesi e' arrivato il 4722 (si parte dal 2637 a.C gregoriano data della presunta invenzione del calendario) e per i massoni siamo nientemeno che al 6023 (deriva dalla consuetudine adottata dai padri fondatori della massoneria londinese e perpetuata fino ai giorni nostri, di aggiungere 4000 anni alla corrispondente data del calendario profano ritenendo che al 4000 a.C. risalisse la Genesi, ovvero l’origine, del mondo, secondo i calcoli, allora ritenuti scientifici, di un prelato anglicano del XVI secolo, James Usher, che aveva tratto dalla Bibbia una cronologia degli eventi che portarono alla creazione del mondo. A questa data perciò, convenzionalmente, si fa riferimento per intendere l’epoca in cui ha inizio la storia del nostro mondo, e gli ideatori e fondatori della massoneria speculativa inglese hanno adottato questa data e le obbedienze nate in seguito non hanno fatto altro che imitare la Gran Loggia Unita d’Inghilterra.

Le date non le ho inventate io 🤓 non sto dando i numeri 😂 la fonte è il buon caro internet.

Per i Raëliani, invece, siamo nell'Anno 78 d.H. ovvero dopo Hiroshima. La religione raëliana calcola inizio dell'era scientifica o Era dell'Acquario 6 agosto 1945, primo utilizzo della bomba atomica a scopo distruttivo. Se 1945 era anno zero, 1946 anno uno, 2023 è anno 78, l'anno nuovo infatti si festeggia ogni 6 agosto... Nel sito ICACCI inoltre viene proposto all'ONU di adottare il nuovo calendario come promemoria per tutti gli uomini della Terra di quanto accadde a Hiroshima e Nagasaki, e che potrebbe ripetersi sotto forma di guerra nucleare finale (che distruggerebbe tutta la vita sul pianeta)  se la coscienza non viene integrata nella scienza.

1 hour ago, ShamanArt said:

Mi riferivo alla concezione dello spazio inteso come energia e quindi come viene percepito nell'intero.  Esperienze ottenute con sostanze  che alterano lo stato di coscienza e che inducono effetti dissociativi come lsd e dmt ,per esempio, i soggetti riferiscono sempre di sperimentare stati e sensazioni rispetto alla collocazione spaziale che comprende il percepito dell'intera esperienza spazio-temporale presa nel suo insieme diversa dall'esperienza abituale. Ciò riguarda la concezione e l'idea del posto in cui ci si trova, come se cambiando coordinate ci si ritrovasse in un posto diverso. Per semplificare sarebbero le cosiddette dimensioni sottili che si sperimentano negli stati trascendentali. E' un questione di livelli di energia allo stesso modo in cui nell' esperienza della non-dualità, in quei determinati stati di coscienza si "vede" e percepisce che la separazione nello spazio non esiste. Non so se sono riuscito a spiegarmi bene.

Per la coscienza superiore o Essere lo spazio-tempo non è lo stesso come lo intende la mente perché la mente misura soltanto le distanze delle forme e delle convenzioni mentre la coscienza superiore percepisce direttamente la sostanza delle cose qui ed ora in assenza di spazio-tempo. Seppur entrambi gli aspetti facciano parte dell'uomo, siamo soprattutto l'interno e non l'esterno. L'uomo ha bisogno di orientarsi nello spazio-tempo elaborato dalla mente per sapere dove si trova esattamente nelle tre dimensioni e questo è naturale, è giusto, ma deve stare attento perché la mente desidera controllare l'Essere in tutti i modi possibili e immaginabili, se gli dai retta allora la mente cerca di annullare la nostra vera natura.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Il 20/9/2023 at 15:02, cincin ha scritto:

La mente interpreta il tempo poiché esso non è visibile; ma lo spazio non è l'interpretazione della mente ed è una misura che il nostro occhio da'. Tu dici che ci potremmo ingannare sullo spazio tridimensionale e allora sarebbe sufficiente fare un esperimento: in una stanza ti bendi gli occhi e cammini in un senso fino a toccare la parete; ti giri di 90° e cammini fino a toccare la parete. Poi ti metti su una scala e cerchi di toccare il soffitto. Ti accorgerai che gli occhi non ti avevano ingannato.

Quanto al passare del tempo basta guardare un bambino che nasce, diventa adulto poi vecchio e poi muore. La stessa cosa si può constatare con una pianta, il sole ecc.

però ricordo gli equinozi, le stagioni...tutte correlate con il tempo....per non parlare della rotazione dei pianeti 

Link to comment
Share on other sites

T= S/V

Il tempo è il nome che diamo all'intervallo che intercorre tra il passare da un punto all'altro in uno spazio  ad una certa velocitã.

Di fatto non esiste, è il nome che diamo a una percezione legata al moto e alla velocitã.

D'altra parte, anche  "spazio" è il nome che diamo a una percezione visiva e  cenestesica, vissuta dimensionalmente come  lunghezza, larghezza e altezza.

E "velocità " è il nome che diamo a un moto  continuo o più o meno accelerato o rallentato.

In pratica, sono tre nomi che descrivono  percezioni  di esperienze.

Il fatto di usarli per oggettivizzare  percezioni ed esperienze  è utile e basta.

Averne poi teorizzato l'esistenza oggettiva nell'universo come fondamentali ( "spazio-tempo-geometria....")è stato, come diceva a volte Einstein parlando della sua teoria :"Un terribile scherzo al mondo!"

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 4 Guests (See full list)

    • There are no registered users currently online
  • Recently Browsing

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...