Jump to content

Recommended Posts

Parafrasando i Nomadi:"io, vagabondo che son io!"

Perchè artigiano?

Perchè io ho imparato il mestiere lavorando, integrando esperienza e informazioni   e valutando quello che facevo in base ai risultati.

Non mi interessavano applausi o fischi.

Insegnare è un' arte che si impara facendola nel modo che ho spiegato:  diplomi o lauree lasciano il tempo di trovano. 

Prima di tutto io sapevo che ogni allievo è diverso dall'altro,ogni gruppo classe è diverso dagli altri e tutto questo in modo mutevole e, spesso, inaspettato.

Secondariamente i contenuti viaggiano meglio se costruiti insieme agli allievi e non calati dall'alto o suggeriti dal basso!

Terzo principio, quello dei medici:"Primum, non nocere!"

L'insegnante innoquo è il migliore, invita la stessa innoquità negli allievi così che si lavora  bene e volentieri. 

Quando un insegnante  non lo è, gli allievi reagiscono e il clima si deteriora: insegnare non è imporre, trasmettere a senso unico,comandare o, al contrario, permissivizzare.

Non è avere idee preconcette, ideali, banali o ideologiche del lavoro scolastico.

Non è "servire" gli altri nè essere servito,non è praticamente niente di quello che questo genere di mondo afferma.

Insegnare è come scolpire,dipingere,scrivere e creare qualcosa di bello e  nuovo ogni giorno.

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 6 Guests (See full list)

    • There are no registered users currently online
  • Recently Browsing

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...