Jump to content

Nautilus

  • entries
    18
  • comments
    19
  • views
    1,016

Due disgraziate


Nero

77 views

Non belle, ma a questo siamo abituati.

Mal vestite, e pazienza.

Sedute su due seggiolette in mezzo a un prato, di notte. 

Una, l'Annunziata, in fondo era nel suo stile improntato da sempre al pauperismo intellettuale.

L'altra. Elly, che per non lasciare niente d'intentato in materia di sciatteria, sedeva a gambe accavallate, con i pantaloni di una gamba arrotolati - e per essere certa del risultato aveva la faccia lucida, i capelli appiccicati e gli occhi sbarrati.

"Però sono state appassionate e incisive, facendo dimenticare lo squallore", direbbe con un soprassalto di ottimismo un militante speranzoso.

No, sono state come sempre. Specialmente Elly. 

1 Comment


Recommended Comments

Io non ricordo l'aspetto di Emma Bonino, o della Castellina, della Rossanda. Ricordo sì quello di Tina Anselmi e della Iotti, modesto e anzi severo - nessuna concessione alla moda o alla civetteria. Ho ben presente il disinteresse della Bindi per l'eleganza estetica. Di tutte queste donne ricordo la capacità dialettica, lo stile, la rispettabilità intellettuale, che le rendeva delle interlococutrici temibili. 

Lo stesso pensavo - speravo - che fosse Elly Schlein. Mi sono sbagliato. Noto il suo aspetto, e non mi piace, perché c'è ben poco altro da vedere e ricordare. Non sa parlare, e non ha un retroterra politico. E' stridente e sgradevole, fuori tempo e generica, e pensa che basti fare il compitino. Da una dirigente, anzi "la" dirigente di un partito ci si aspetta cento volte di più e meglio, specialmente quando si tratta di un partito di opposizione durante un governo fascistoide. La Elly è come un panetto di burro, di fronte al coltellino caldo di una commediante come la Meloni.

Ma, a parte il confronto dialettico, la Elly ha mancato il compito del rilancio. Non ha avuto iniziative, non ha cambiato ritmo, non c'è stata una diversa presenza. E' riuscita ad apparire sovrastata perfino dall'affannosa e afona figura di Giuseppe Conte.

Come vivacità e vitalità fa rimpiangere perfino Renzi. Tutto sommato è in perfetta linea di continuità con Walter Veltroni, il velleitario fondatore di questo partito sbagliato.

 

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...