Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Sorpresa


  • Per cortesia connettiti per rispondere
31 risposte a questa discussione

#1 Wiko

Wiko

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2814 messaggi

Inviato 22 gennaio 2021 - 12:09

Parlando con un genitore di una figlia di 14 anni è rimasto sconvolto che sua figlia, pur non avendo un cellulare, conosce i video porno, i video violenti, e altre cose che girano nel web. Ma cosa pensava questo genitore, che nonostante sua figlia sia sprovvista di telefonino, non guardasse dai compagni quelle cose sul loro telefonino?
Non vado in giro per la mia città a fare foto pensando poi di postarle qui



#2 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1713 messaggi

Inviato 22 gennaio 2021 - 03:37

A parte il motivo che spinge alcuni giovani a cercare filmati di violenza e di sesso di un certo tipo, l'ingenuità infinita di molti genitori è un argomento di cui quasi non si parla.



#3 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 817 messaggi

Inviato 22 gennaio 2021 - 05:25

io trovo assurdo che nel 2021 NON si abbia un cellulare...pensa un pò



#4 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1713 messaggi

Inviato 22 gennaio 2021 - 09:14

io trovo assurdo che nel 2021 NON si abbia un cellulare...pensa un pò


Garante della privacy dispone il blocco di TikTok. Dopo il caso della bimba di Palermo
... La procura di Palermo ha disposto l'autopsia sul corpo della bambina di 10 anni morta soffocata da una cintura stretta attorno al collo, probabilmente mentre partecipava a una assurda "sfida" molto in voga sul social Tik-Tok ...



#5 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1556 messaggi

Inviato 22 gennaio 2021 - 11:21

“Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei”

Non so chi lo predisse ma ci aveva preso in pieno.
Finché ci sei in mezzo ti adatti nel miglior modo possibile, ma ci sono certamente delle soluzioni:dissociarsi, sfanculizzare tutta sta roba degradante. Sto seriamente pensando di sfanculizzare anche questo forum, non ne sento più la necessità

La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. L'Universo stesso è un essere che parla e che pensa se stesso. Il mondo intero è linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto e si comprende come comunicare con esso si può fare quello che si vuole.

 

 

 

 
 


 


#6 gattonero

gattonero

    Utente Junior

  • Utenti
  • 204 messaggi

Inviato 23 gennaio 2021 - 05:17

Parlando con un genitore di una figlia di 14 anni è rimasto sconvolto che sua figlia, pur non avendo un cellulare, conosce i video porno, i video violenti, e altre cose che girano nel web. Ma cosa pensava questo genitore, che nonostante sua figlia sia sprovvista di telefonino, non guardasse dai compagni quelle cose sul loro telefonino?

Anche se non ha uno smartphone può darsi che li guardi da un computer che c'è in casa i video porno.


  • skynight piace questo

#7 Wiko

Wiko

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2814 messaggi

Inviato 23 gennaio 2021 - 07:22

Anche se non ha uno smartphone può darsi che li guardi da un computer che c'è in casa i video porno.

a detta di suo padre lo fa a scuola con i telefonini dei compagni
Non vado in giro per la mia città a fare foto pensando poi di postarle qui

#8 TheButterflyEffect

TheButterflyEffect

    Inguaribile Ottimista

  • Utenti
  • 3882 messaggi

Inviato 23 gennaio 2021 - 08:00

Parlando con un genitore di una figlia di 14 anni è rimasto sconvolto che sua figlia, pur non avendo un cellulare, conosce i video porno, i video violenti, e altre cose che girano nel web. Ma cosa pensava questo genitore, che nonostante sua figlia sia sprovvista di telefonino, non guardasse dai compagni quelle cose sul loro telefonino?

 

Accidenti....sconvolto ...e quindi cosa farà .....lo ha detto?


diciottesima mascherina

"C'è chi ti illumina col proprio colore e chi nel panico pone l'ardore, quel che dice all'uno "Sepoltura"

all'altro suggerisce "Gioia imperitura!" In un battito d'ali la pelle sfiora, e assapora, le parole sgargianti

che sono miele per gli astanti, non ubriacatevi tutti quanti, o la sorte vi coglierà in guanti bianchi!"

 

 


#9 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4645 messaggi

Inviato 23 gennaio 2021 - 08:50

Parlando con un genitore di una figlia di 14 anni è rimasto sconvolto che sua figlia, pur non avendo un cellulare, conosce i video porno, i video violenti, e altre cose che girano nel web. Ma cosa pensava questo genitore, che nonostante sua figlia sia sprovvista di telefonino, non guardasse dai compagni quelle cose sul loro telefonino?

 

Se il tema è la credulità, ti pare che quella che si riferisce all'improbabile ingenuità dei figli sia l'unica, o la più scandalosa?



#10 Guest_Chris1_*

Guest_Chris1_*
  • Ospiti

Inviato 24 gennaio 2021 - 11:07

Infatti, parliamoci chiaro, i genitori di questa ragazza dove vivono? Oggi basta già una TV per accedere al porno o comunque è pieno di filmati erotici. Quando non sono erotici sono spinti di gente almeno un po' spogliata. Poi alludono a tante porcate. Per strada c'è gente che parla apertamente di cose sporche. Almeno qualche anno fa c'erano le prostitute in parte svestite per strada. Come hai detto tu ci sono anche chi fanno vedere i video. Per non parlare dei cartelloni pubblicitari per strada. Ci siamo scordati dei cartelloni pubblicitari visti in TV una decina di anni fa nel telegiornale dove facevano vedere le donne a gambe aperte con la bandiera dell'Unione Europea sulle mutande? Ora io non sono un porco, sono solo una persona che memorizza facilmente qualunque cosa. Perciò se sono anche i telegiornali e le istituzioni così, che si aspettano tali genitori? Purtroppo è un brutto mondo pieno di immoralità che condanno completamente ma ciò non è affatto in contrasto con le tue parole quando dici che certe cose stanno nell'evidenza del quotidiano e che quindi non si può fare finta di niente.

#11 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1222 messaggi

Inviato 24 gennaio 2021 - 09:35

io purtroppo di persone che parlano di cose sporche ce l'ho nella mia città e anche nel mio quartiere

non è questione di nord e sud ma a napoli va di moda il mercato del sesso

l'inciviltà la fa da padrone

bisogna solo tenersi a distanza



#12 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1556 messaggi

Inviato 25 gennaio 2021 - 11:01

Credo wiko si riferiva più alla reazione dei genitori non dei figli.
Posso capire fino all età di 7-8 anni ma a 14 è normalissimo e ci sta vedere porno o filmati violenti.
Personalmente se sarei un bambino e vedessi qualcuno usare un linguaggio volgare o sporco o scene di sesso rimarrei imbarazzato e proverei una sensazione di disagio, infatti pcredo proprio per questo ai bambini sono sconsigliate certe cose poiché toccherebbe la sensibilità, specialmente se riguarda la sfera sessuale che è una cosa delicata.
Poi dai si può ancora considerare il sesso come anche la morte per esempio come un argomento taboo? Daje

La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. L'Universo stesso è un essere che parla e che pensa se stesso. Il mondo intero è linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto e si comprende come comunicare con esso si può fare quello che si vuole.

 

 

 

 
 


 


#13 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4645 messaggi

Inviato 25 gennaio 2021 - 11:24

Poi dai si può ancora considerare il sesso come anche la morte per esempio come un argomento taboo? Daje

 

Con la morte, non facciamola facile.



#14 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1556 messaggi

Inviato 25 gennaio 2021 - 11:42

Con la morte, non facciamola facile.


Si certo intendevo come un argomento di cui poter parlare. Di certo non crudeltà e sangue ma nell ottica di pura e semplice curiosità verso il mistero.

La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. L'Universo stesso è un essere che parla e che pensa se stesso. Il mondo intero è linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto e si comprende come comunicare con esso si può fare quello che si vuole.

 

 

 

 
 


 


#15 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4645 messaggi

Inviato 25 gennaio 2021 - 11:53

Si certo intendevo come un argomento di cui poter parlare. Di certo non crudeltà e sangue ma nell ottica di pura e semplice curiosità verso il mistero.

 

Il problema, oggi, con i bambini è il concetto di irreparabilità.

 

La realtà virtuale, con le sue possibilità manipolatorie, ha quasi annullato il concetto istintivo di irreparabilità.

Me ne sono accorto io stesso, che pure provengo da una formazione mentale totalmente analogica: ci sono momenti in cui, per un attimo, penso che un certo gesto può essere replicato, corretto con un semplice rewind - eppure, ricordo che da bambino m'intristivo a guardare "la morte" di un fiammifero, con un'acuta percezione del concetto di "fine".

Credo che questa percezione sia notevolmente smussata, falsata, dalla realtà virtuale, per i nativi digitali.


  • G.a.b.r.i.e.l piace questo

#16 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1556 messaggi

Inviato 26 gennaio 2021 - 12:16

Non ci avevo pensato fino ad ora e sinceramente faccio un po fatica a capire.
Sicuramente il mondo del virtuale ha "anestetizzato" la capacità di percepire o formulare certi concetti, ottundendo di molto l importanza di certi valori.
Ma è anche vero che ci stiamo avvicinando a un periodo nuovo della storia umana, e non vorrei dire che ci stiamo arrivando impreparati ma quasi. Potrà avere risvolti negativi come anche positivi, dipenderà solamente dal modo in cui rispondiamo.

La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. L'Universo stesso è un essere che parla e che pensa se stesso. Il mondo intero è linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto e si comprende come comunicare con esso si può fare quello che si vuole.

 

 

 

 
 


 


#17 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1713 messaggi

Inviato 26 gennaio 2021 - 12:41

Si certo intendevo come un argomento di cui poter parlare(...) nell ottica di pura e semplice curiosità verso il mistero.


Io ho impressione che non si cerca più il dialogo sul mistero della morte (scambio di opinioni) ma posizioni estremiste da far proprie in modo scriteriato quindi qualche esperienza particolarmente forte -fine a se stessa- da assorbire come nuova droga gratuita al tempo della crisi dei valori e delle risorse. Si preferisce il monologo di qualche soggetto sconvolto da visionare come spettatore passivo piuttosto che spunti di riflessione che potrebbero coinvolgere l'Essere, l'amicizia, la coppia, la società. E' anche peggio nel campo dell'erotismo, si fa fatica a inquadrare un rapporto, come comunicazione (più o meno stra-ordinaria) tra i due ma c'è un solo protagonista, che per abitudine deve fare delle cose, l'altro diviene scenografia muta random, nemmeno tanto necessaria, e a volte fastidiosa. Non è oggi questione di tabù ma di sapere o non sapere cogliere il meglio dalla realtà che ci circonda. Una volta riempite le giornate di peggio, non c'è più spazio per il meglio. Ed è il caso di dire che spesso la quantità distrugge la qualità.


  • bronson95 piace questo

#18 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4645 messaggi

Inviato 26 gennaio 2021 - 06:53

Non ci avevo pensato fino ad ora e sinceramente faccio un po fatica a capire.
Sicuramente il mondo del virtuale ha "anestetizzato" la capacità di percepire o formulare certi concetti, ottundendo di molto l importanza di certi valori.
Ma è anche vero che ci stiamo avvicinando a un periodo nuovo della storia umana, e non vorrei dire che ci stiamo arrivando impreparati ma quasi. Potrà avere risvolti negativi come anche positivi, dipenderà solamente dal modo in cui rispondiamo.

 

Non si tratta di valori, non si tratta di etica. Non di psicologia o di formulazioni intellettuali.

E' un problema che riguarda la percezione, la subcoscienza, ossia tutto quel "materiale" psichico sul quale lavorano in fasi successive la coscienza, la formulazione di concetti, i meccanismi psicologici e sentimentali.

Nel caso specifico, la paura, il dolore, l'istinto di conservazione, il senso del confine.

 

Io ho impressione che non si cerca più il dialogo sul mistero della morte (scambio di opinioni) ma posizioni estremiste da far proprie in modo scriteriato quindi qualche esperienza particolarmente forte -fine a se stessa- da assorbire come nuova droga gratuita al tempo della crisi dei valori e delle risorse. Si preferisce il monologo di qualche soggetto sconvolto da visionare come spettatore passivo

 

Il dialogo e il confronto - idee, opinioni - sono una fase successiva della formazione individuale e della cultura collettiva, nella quale ciascuno porta non solo se stesso ma anche la specificità di una storia familiare e sociale.

Se la cultura di massa tende a omologare le varie specificità familiari e sociali, e se la formazione individuale è precocemente privata del "silenzio" e della fase di auto-coscienza, è probabile che dialogo e confronto avvengano prevalentemente sul piano della reazione emotiva o della pura e semplice forza intellettuale di elaborazione-dati.

La disposizione ad essere spettatori passivi viene dal fatto che l'ambiente - l'insieme delle sollecitazioni percepite dalla psiche - è precocemente e radicalmente percepito come "spettacolo" , cioè come esperienza visiva e auditiva a ciclo continuo, già da quando si sta nella culla - probabilmente anche durante la gestazione.

Nelle case diventa sempre più raro che ci siano ore di silenzio, o meglio ore in cui gli unici suoni sono quelli di voci umane dirette e rumori di passi e di cose, e nell'ambiente esterno (compreso quello che arriva da fuori tramite i media) sempre meno le cose da scoprire e cercare con gli occhi, prevaricate da messaggi e immagini costruite e veicolate invece con lo scopo di imporsi all'attenzione in modo forzato.



#19 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 9137 messaggi

Inviato 26 gennaio 2021 - 08:26

Accidenti....sconvolto ...e quindi cosa farà .....lo ha detto?

Gli racconterà dell'ape e del fiore? Gli spiegherà come i bambini nascono sotto i cavoli?Gli regalerà un pacco di preservativi?

Ma ancora a 14 anni canterà nel coro della chiesa?

Misteri....


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#20 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1222 messaggi

Inviato 28 gennaio 2021 - 09:56

Credo wiko si riferiva più alla reazione dei genitori non dei figli.
Posso capire fino all età di 7-8 anni ma a 14 è normalissimo e ci sta vedere porno o filmati violenti.
Personalmente se sarei un bambino e vedessi qualcuno usare un linguaggio volgare o sporco o scene di sesso rimarrei imbarazzato e proverei una sensazione di disagio, infatti pcredo proprio per questo ai bambini sono sconsigliate certe cose poiché toccherebbe la sensibilità, specialmente se riguarda la sfera sessuale che è una cosa delicata.
Poi dai si può ancora considerare il sesso come anche la morte per esempio come un argomento taboo? Daje

dipende se uno non è malato non lo fa non si guarda il sesso nemmeno a 30 anni

io ho sempre guardato cartoni animati giapponesi erano spinti si ma non come i video pornografici

mi spegnevano la tv e mi giudicavano persone che magari guardano le donne nude e parliamo di persone in famiglia e aprono la falegnameria






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi