Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Domanda su tema


  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1 Marc123

Marc123

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 5 messaggi

Inviato 01 aprile 2017 - 09:45

Ciao a tutti, vorrei sottoporvi una domanda su un tema astrale di una persona che mi interessa molto. Uomo, nato a Milano, il 18/03/1981, ore 18.35, molte energie, uno che pensa troppo,   forte volontà, però ha sempre suscitato diffidenza nelle persone, senza alcun motivo apparente(è in realtà un sentimentale e un idealista). E' tendenzialmente solitario, che agisce quasi sempre a solo.  Qualcuno può dirmi qualche cosa?





#2 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 02 aprile 2017 - 11:34

Che cosa ti interessa sapere in particolare? Perché guardare tutto il tema e fare un profilo psicologico è un po' impegnativo.

La prima cosa che mi è saltata all'occhio è il fatto che dici che abbia rapporti conflittuali con gli altri. Guardando il suo Marte si spiegano alcuni dei tratti che hai elencato. Ha Marte in Ariete, il suo domicilio più incendiario, nella 7a casa (quella dei rapporti con gli altri e anche sentimentali). Marte in Ariete (segno maschile di fuoco), prende la forma della guerra aperta (anche se a volte senza intenzioni malvagie e piuttosto leale), della franchezza a tutti i costi, del voler comandare tutti, degli scoppi di ira. E' una delle posizioni di Marte più forte, dà grande combattività, perseveranza, capacità di lottare e raggiungere gli obiettivi in fretta (sul lungo periodo può anche cedere). Ma dà anche tutti i risvolti bellicosi che ho elencato. E trovandosi nella settima casa, quella di come ci poniamo e veniamo visti dagli altri, probabilmente fa sì che sia proprio la prima impressione che dà alle persone con cui viene a contatto questa persona. 

Questo Marte, fa una congiunzione larga col suo Sole in Pesci. Questo significa, per prima cosa che Marte è sicuramente uno dei tratti più importanti della personalità, in quanto è congiunto al Sole che è un po' il faro della personalità di base; secondo, che deve avere un conflitto interiore non indifferente, perché i due segni, Pesci e Ariete, anche se sono vicini, sono molto diversi l'uno dall'altro. E' una delle zone di passaggio più marcate dello zodiaco, quella tra Pesci e Ariete, la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. Detta in soldoni, il Pesci è più introverso e sensibile, empatico, riflessivo, staccato dalla realtà, autodistruttivo, un po' contorto,  mentre pochi gradi dopo nella carta zodiacale troviamo l'Ariete, concreto, egocentrico e a volte anche egoista, auto-conservativo e autoritario. Il fatto di avere il Sole in Pesci congiunto a Marte in Ariete, fa sì che all'interno di questa persona debbano convivere questi due lati caratteriali.

In questa situazione, se Marte è ben supportato dagli aspetti con gli altri pianeti, si può ancora governare bene. Nel caso di questa persona direi nì. C'è un trigono ad Urano in Sagittario, che aggiunge spinta alla combattività di Marte e una certa arguzia. Però c'è anche una opposizione a Giove-Saturno in 1a casa, quella dell' io, della personalità ( Giove e Saturno in Bilancia = ottimismo, unito a serietà e perseveranza; buona capacità di gestire le responsabilità e le situazioni sociali).  L'opposizione Ariete-Bilancia non è tra le più difficili dello zodiaco, anzi, le caratteristiche dei due segni spesso si armonizzano abbastanza bene. Un po' più difficile è l'opposizione che ha tra le cuspidi della case 1a e 7a, cioè  Ascendente e discendente, opposizione tra Vergine e Pesci. Questo è un asse abbastanza problematico, che porta a personalità molto sensibili, troppo a volte, introverse e tormentate.



#3 Marc123

Marc123

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 5 messaggi

Inviato 02 aprile 2017 - 08:21

Che cosa ti interessa sapere in particolare? Perché guardare tutto il tema e fare un profilo psicologico è un po' impegnativo.

La prima cosa che mi è saltata all'occhio è il fatto che dici che abbia rapporti conflittuali con gli altri. Guardando il suo Marte si spiegano alcuni dei tratti che hai elencato. Ha Marte in Ariete, il suo domicilio più incendiario, nella 7a casa (quella dei rapporti con gli altri e anche sentimentali). Marte in Ariete (segno maschile di fuoco), prende la forma della guerra aperta (anche se a volte senza intenzioni malvagie e piuttosto leale), della franchezza a tutti i costi, del voler comandare tutti, degli scoppi di ira. E' una delle posizioni di Marte più forte, dà grande combattività, perseveranza, capacità di lottare e raggiungere gli obiettivi in fretta (sul lungo periodo può anche cedere). Ma dà anche tutti i risvolti bellicosi che ho elencato. E trovandosi nella settima casa, quella di come ci poniamo e veniamo visti dagli altri, probabilmente fa sì che sia proprio la prima impressione che dà alle persone con cui viene a contatto questa persona. 

Questo Marte, fa una congiunzione larga col suo Sole in Pesci. Questo significa, per prima cosa che Marte è sicuramente uno dei tratti più importanti della personalità, in quanto è congiunto al Sole che è un po' il faro della personalità di base; secondo, che deve avere un conflitto interiore non indifferente, perché i due segni, Pesci e Ariete, anche se sono vicini, sono molto diversi l'uno dall'altro. E' una delle zone di passaggio più marcate dello zodiaco, quella tra Pesci e Ariete, la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. Detta in soldoni, il Pesci è più introverso e sensibile, empatico, riflessivo, staccato dalla realtà, autodistruttivo, un po' contorto,  mentre pochi gradi dopo nella carta zodiacale troviamo l'Ariete, concreto, egocentrico e a volte anche egoista, auto-conservativo e autoritario. Il fatto di avere il Sole in Pesci congiunto a Marte in Ariete, fa sì che all'interno di questa persona debbano convivere questi due lati caratteriali.

In questa situazione, se Marte è ben supportato dagli aspetti con gli altri pianeti, si può ancora governare bene. Nel caso di questa persona direi nì. C'è un trigono ad Urano in Sagittario, che aggiunge spinta alla combattività di Marte e una certa arguzia. Però c'è anche una opposizione a Giove-Saturno in 1a casa, quella dell' io, della personalità ( Giove e Saturno in Bilancia = ottimismo, unito a serietà e perseveranza; buona capacità di gestire le responsabilità e le situazioni sociali).  L'opposizione Ariete-Bilancia non è tra le più difficili dello zodiaco, anzi, le caratteristiche dei due segni spesso si armonizzano abbastanza bene. Un po' più difficile è l'opposizione che ha tra le cuspidi della case 1a e 7a, cioè  Ascendente e discendente, opposizione tra Vergine e Pesci. Questo è un asse abbastanza problematico, che porta a personalità molto sensibili, troppo a volte, introverse e tormentate.

Quando parlavo di rapporti conflittuali con gli altri intendevo dire che ha, fin dall'adolescenza, avuto grosse difficoltà ad avere amici e relazioni affettive vere, quotidiane, ed è rimasto per anni da solo. Il suo carattere non è facile, è molto strano a volte, ma ti posso dire(e lo conosco bene da anni) che ha delle qualità che non trovo nella maggior parte degli uomini e dei ragazzi che ho incontrato: forza d'animo, coraggio, gentilezza ed educazione, è un tipo che ama la vita e la natura, ma queste qualità rimangono in silenzio perché ho sempre avuto l'impressione che gli altri non lo abbiano mai capito. Il carattere non è dei più teneri, e questo l'hai scritto bene tu, ma una cosa è un carattere un po' irruento e deciso, un'altra è un carattere antipatico e negativo, da evitare...e quest'ultimo è lontanissimo da questa persona. Però alcuni mesi fa siamo stati insieme da un astrologo ed esoterista che gli ha detto che lui non doveva lamentarsi troppo di se, perché ha comunque delle forti protezioni a livello esoterico...ed è una cosa che però non ha specificato.



#4 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 22 aprile 2017 - 11:56

Quando parlavo di rapporti conflittuali con gli altri intendevo dire che ha, fin dall'adolescenza, avuto grosse difficoltà ad avere amici e relazioni affettive vere, quotidiane, ed è rimasto per anni da solo. Il suo carattere non è facile, è molto strano a volte, ma ti posso dire(e lo conosco bene da anni) che ha delle qualità che non trovo nella maggior parte degli uomini e dei ragazzi che ho incontrato: forza d'animo, coraggio, gentilezza ed educazione, è un tipo che ama la vita e la natura, ma queste qualità rimangono in silenzio perché ho sempre avuto l'impressione che gli altri non lo abbiano mai capito. Il carattere non è dei più teneri, e questo l'hai scritto bene tu, ma una cosa è un carattere un po' irruento e deciso, un'altra è un carattere antipatico e negativo, da evitare...e quest'ultimo è lontanissimo da questa persona. Però alcuni mesi fa siamo stati insieme da un astrologo ed esoterista che gli ha detto che lui non doveva lamentarsi troppo di se, perché ha comunque delle forti protezioni a livello esoterico...ed è una cosa che però non ha specificato.

 

Ho risposto un po' solo al fatto che dicevi che suscita diffidenza nellla gente, non mi sono soffermata sulle cose positive. Sulle protezioni esoteriche non saprei, dipende da che tipo di pensiero esoterico segue l'astrologo che avete consultato. Io direi che, come aspetti di protezione, ci sono senza dubbio le posizioni di Giove e Venere, in ricezione reciproca (Giove è in segno di Venere e Venere è in segno di Giove) . I due pianeti "benefici" in segni dei "benefici", vengono tradizionalmente considerati una risorsa capace di alleviare o anche annullare i mali che possono presentarsi a causa degli aspetti negativi.



#5 Guest_Meditante_*

Guest_Meditante_*
  • Ospiti

Inviato 23 aprile 2017 - 05:56

Ciao a tutti, vorrei sottoporvi una domanda su un tema astrale di una persona che mi interessa molto. Uomo, nato a Milano, il 18/03/1981, ore 18.35, molte energie, uno che pensa troppo,   forte volontà, però ha sempre suscitato diffidenza nelle persone, senza alcun motivo apparente(è in realtà un sentimentale e un idealista). E' tendenzialmente solitario, che agisce quasi sempre a solo.  Qualcuno può dirmi qualche cosa?

 

mi ricorda me stesso di una volta

 

la cosa desolante è che alla fine ho ceduto io a sti parassiti






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi