Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Opposizioni Plutone


  • Per cortesia connettiti per rispondere
9 risposte a questa discussione

#1 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 02 gennaio 2017 - 07:42

Secondo voi un transito di OPPOSIZIONE di Plutone, può portare la conciliazione degli opposti? La mia domanda é proprio inerente esclusivamente a un transito di opposizione, proprio perché che ritengo che ad esempio un sole, la luna o L'ascendente che cadono in un segno portino anche alcune catatteristiche del polo opposto, che magari si manifestano in maniera meno evidente.

Dunque è possibile che Plutone in opposizione di transito possa portare alla concilliazione dei due opposti ?



#2 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 02 gennaio 2017 - 10:21

Secondo me sì, il tuo ragionamento ha molto senso. Sia sul discorso che ogni valore porti con sè un po' del suo opposto, sia che il passaggio di Plutone possa far emergere questa parte nascosta. Però Plutone scava a fondo, e un'opposizione non è quasi mai indolore, per trovare l'oro deve prima scavare. Poi non so se per tutti sia ugualmente provante, mi pare che @Anthony dicesse in un altro topic che forse questi transiti per alcuni sono praticamente impercettibili. Bisogna vedere quanto uno è plutoniano anche come caratteristiche di nascita. Se non lo è per niente, la cosa può essere del tutto inconscia magari.


  • RedRose777 piace questo

#3 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 03 gennaio 2017 - 10:27

Si Purple, proprio per questo ho fatto questa supposizione. Proprio perché Plutone scavando a fondo, ma proprio tanto a fondo, secondo me potrebbe far emergere tutta la simbologia dell'archetipo e del suo polo opposto ( se il transito é di opposizione ), o almeno una buona parte.

#4 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 700 messaggi

Inviato 03 gennaio 2017 - 12:02

Io credo che la tua domanda è giusta quando sono successi gli effetti negativi di plutone in opposizione. E' giusto quello che dici, ma è il risultato del dopo. Credo che si tenti di mettere plutone come saturno: negativo sia in trigono che in quadratura, in congiuzione come in opposizione e viceversa ma, in opposizione o quadratura vuol dire solo una cosa secondo me. Negativo!

Mettiamo che plutone si trova in prima casa scorpione, avremo un comportamento esagerato su sensualità o fascinazione, un'esagerazione nel vestirsi o altro che, opposto ad un sole in toro in settima casa, rovina i rapporti con gli altri per il troppo ostentare la propria ambiguità vista come un modo di fare strano se non pericoloso.

Il tuo pensiero giunge qui, quando la persona in questione si accorge di essere esagerato, i lati positivi di altri pianeti o case aiutano a capire gli sbagli e, per rimediare a tali errori comportamentali, si riduce i propri istinti portando a metà strada i due pianeti con plutone in scorpione sfogandolo in cura per il proprio corpo con rimedi naturali (toro che si trova opposto) e riportando ordine nei rapporti con gli altri usando tattiche ben pensate e ragionate: diplomazia ed educazione (scorpione che è in opposizione). Del resto, noi siamo a metà strada dagli influssi, sulla terra e tra i due litiganti (pianeti in opposizione) è il terzo che deve godere: il soggetto sulla terra a metà tra i due.

Cosa importante però, è che se un pianeta è in opposizione, è negativo e basta...  altrimenti che confuisione: bisognerebbe fare l'oroscopo positivo dell'oroscopo negativo con l'oroscopo degli elementi risolutivi....  oroscopo quadridimensionale. Le cose che funzionano, sono le più semplici. Ciao Red, ciao Purple!


  • RedRose777 piace questo

#5 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 03 gennaio 2017 - 12:44

Io credo che la tua domanda è giusta quando sono successi gli effetti negativi di plutone in opposizione. E' giusto quello che dici, ma è il risultato del dopo. Credo che si tenti di mettere plutone come saturno: negativo sia in trigono che in quadratura, in congiuzione come in opposizione e viceversa ma, in opposizione o quadratura vuol dire solo una cosa secondo me. Negativo!
Mettiamo che plutone si trova in prima casa scorpione, avremo un comportamento esagerato su sensualità o fascinazione, un'esagerazione nel vestirsi o altro che, opposto ad un sole in toro in settima casa, rovina i rapporti con gli altri per il troppo ostentare la propria ambiguità vista come un modo di fare strano se non pericoloso.
Il tuo pensiero giunge qui, quando la persona in questione si accorge di essere esagerato, i lati positivi di altri pianeti o case aiutano a capire gli sbagli e, per rimediare a tali errori comportamentali, si riduce i propri istinti portando a metà strada i due pianeti con plutone in scorpione sfogandolo in cura per il proprio corpo con rimedi naturali (toro che si trova opposto) e riportando ordine nei rapporti con gli altri usando tattiche ben pensate e ragionate: diplomazia ed educazione (scorpione che è in opposizione). Del resto, noi siamo a metà strada dagli influssi, sulla terra e tra i due litiganti (pianeti in opposizione) è il terzo che deve godere: il soggetto sulla terra a metà tra i due.
Cosa importante però, è che se un pianeta è in opposizione, è negativo e basta... altrimenti che confuisione: bisognerebbe fare l'oroscopo positivo dell'oroscopo negativo con l'oroscopo degli elementi risolutivi.... oroscopo quadridimensionale. Le cose che funzionano, sono le più semplici. Ciao Red, ciao Purple!

Giusto quello che dici, secondo la tua visione. Io ultimamente però mi sono astratto parecchio e non guardo più il tema natale ESCLUSIVAMENTE in termini di positivo o negativo. Lo guardo più in termini di opportunità, e ovviamente come dici tu un transito di Plutone in opposizione é negativo per quanto riguarda gli EFFETTI che produce, però in termini di opportunità ho intravisto quella che ho citato.

#6 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 700 messaggi

Inviato 03 gennaio 2017 - 06:13

Si, siamo sulla stessa linea, tu intravedi il buono che può dare una negatività. Se plutone aumenta l'energia in un segno, vuol dire che all'opposto, all'altro polo, viene ad essere stimolato anche l'altro segno (anche se in negativo). Le simbologie che percepisci sono sia del segno contenente plutone ma anche all'opposto, il segno dove viene bersagliato da un'opposizione di plutone. Ovviamente, plutone intende lo scavare in profondità nei tuoi sentimenti o emozioni profonde e lo fà in entrambe i segni opposti.

 

Voglio dire anche un'altra cosa: il trigono o il quadrato vengono intese come positivo o negativo, fortuna o sfortuna ma, non è cosi. Se in un oroscopo ci sono per una settimana solo ed esclusivamente pianeti positivi, la settimana risulterà stressante, piena di impegni e piena di appuntamenti anche per il futuro. Le questioni quotidiane si risolvono ma, se ne vengono a creare in continuazione e al fine settimana, nonostante sei contento di aver fatto tante cose, ti senti uno straccio, stanco e con altri impegni da finire...  tanto che, se cominciasse una settimana di pianeti tutti negativi, cadi in malattia, in crisi esistenziali eccetera. Voglio dire che anche gli aspetti positivi non sono sempre positivi come lo intendiamo noi.

Al contrario, se avessimo una settimana con soli aspetti negativi, in quadratura, la settimana risulterebbe tranquilla. Ogni impegno non si risolve, ogni appuntamento viene annullato, ogni lavoro non viene completato o risulta sbagliato. Tanto che, se ci si pensava prima, si poteva stare seduti a far nulla che era la stessa cosa, almeno si riposava. Praticamente, tutto è fermo.

Più che positivo/negativo considerato come fortuna/sfortuna, considererei il positivo/negativo in yin/yang.

Se plutone in un segno indica un eccesso di yang (stress buono) in un determinato segno, al polo/segno zodiacale opposto avremo uno yin, cioè le sue energie sono bloccate e non si concretizza nulla in quel campo e se tentiamo di farci qualcosa risulterà nullo o sbagliato, da rifare.

Non c'è fortuna o sfortuna ma avremo un modo per capire quando agire o non agire e quindi, nel segno dove c'è plutone, sappiamo che è il momento di approfittare mentre nel polo opposto, sapremo di non fare nulla perchè tanto, non serve a nulla faticare.

Siccome nella filosofia dello yin e yang si dice che non c'è yin senza lo yang e viceversa, dovremo essere noi saggi a manipolare queste energie e, lo facciamo istintivamente andando a prendere le cose yin nel segno troppo yang e le cose yang nel segno troppo yin, equilibrando cosi le due energie all'estremo delle loro valenze e sfruttando cosi questa energia disturbante.

Nell'ultima voce qui sopra, arriviamo al tuo punto del thread: se al polo che si trova in opposizione plutone non funziona niente, sapremo che per sistemare un pò le cose, dovremo andare a cercare di risolvere le cose che gli arrivano di riflesso dal segno opposto indagando nel profondo e qui, si arriva al tuo dunque...  la conciliazione degli opposti con le caratteristiche dei poli opposti.

Bisogna solo sapere come gestirle queste energie.  E di base, anche se non si parla di sfortuna, l'opposizione rimane sempre una negatività.


  • RedRose777 piace questo

#7 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 811 messaggi

Inviato 05 gennaio 2017 - 04:05

Plutone è percepito negativo da un ego troppo aggrappato alle sue certezze... chiaro che da un Toro non mi aspetterò mai una lode sperticata di Plutone, ma la verità è che quel pianeta porta un'esplosione di creatività incredibile. Con i transiti di Plutone si fanno figli, si trova il proprio potere, si diventa maghi di se stessi, si creano un sacco di opere, si scrivono libri, si smette di subire nei rapporti amorosi, e così via. E' chiaro che per fare questo c'è bisogno di una morte e di una rinascita, ma non è assolutamente detto che il transito sia per forza foriero di drammi e depressione. Certo spesso lo è, non lo nego, ma è un problema nostro, non di Plutone.

 

Non è vero che l'opposizione è una negatività. Basti pensare alla Luna, che è piena quando il Sole le è opposto. L'opposizione è una tensione tra due poli diversi, ed è un aspetto che spinge alla ricerca della via di mezzo. Sono d'accordissimo con RedRose77, infatti. Dobbiamo considerare che i segni vanno sempre letti come assi in cui i due poli sono interdipendenti. Non esiste Toro senza Scorpione, in realtà entrambi partecipano della stessa radice simbolica, e questo lo osserviamo chiaramente nella natura: le gemme che si schiudono a maggio sono gli stessi semi che in novembre sono stati sepolti, l'albero carico di frutti si è nutrito delle sostanze che, sei mesi prima, la frutta marcia ha rilasciato nel terreno. Il fatto di pensare che il Toro, Giove, X e Venere siano positivi, e che Scorpione e Plutone siano negativi, è un problema del tutto soggettivo, perché ci sono anche persone per cui l'idea di cambiare forma e rinnovarsi (Plutone), è la cosa più bella del mondo.

 

A parte questo, i transiti di opposizione andrebbero letti in modo diverso rispetto alle opposizioni nel tema natale. L'opposizione di un pianeta rispetto a un altro è il momento in cui i due si confrontano. Per capirlo dovremmo partire da un'ideale congiunzione iniziale (che nel caso di Plutone può essere avvenuta molti anni prima della nostra nascita) e poi seguire il tragitto del secondo pianeta nello zodiaco.

 

Faccio un esempio pratico: Sole e Plutone. Nel momento in cui Plutone si congiunge al Sole i due danno inizio a una collaborazione, perché il Sole individualizza l'energia creativa di Plutone, mentre Plutone spolia il Sole delle sue maschere inutili, del suo egocentrismo, nonché dei giochi di potere che celano una dipendenza dagli altri. Mettiamo caso che il Sole sia in Toro, è chiaro che questa collaborazione sarà abbastanza difficile, perché il Toro vuole delle certezze materiali che Plutone invece sottrae. Il Toro vuole la casa, la grana, il lavoro, il letto comodo, il cibo buono e cose belle intorno a sé. Inizialmente tenderà a usare la forte energia di Plutone per procurarsi queste cose e per non perderle. Poi Plutone si sposterà in Cancro e formerà un sestile col Sole: metterà un po' in crisi il povero Toro, gli farà capire che se vuole ottenere deve anche rischiare di perdere. Se il Toro lo ascolterà, si renderà conto che effettivamente rischiando un po' può ottenere il doppio; alla fine del transito avrà imparato il valore del rischio e avrà accresciuto le sue certezze. Magari avrà messo su bel capitale, perché il sestile lascia scorrere bene l'energia. Poi Plutone passerà in Leone, e a questo punto ci sarà la quadratura. Il Toro, memore dell'esperienza precedente, rischierà più volentieri, ma questa volta perderà molto di più. A questo punto maledirà Plutone, dirà che è un maledetto ingannatore e che è il pianeta del Diavolo. In realtà la quadratura ha lo scopo di frenare gli eccessi e di fargli capire che prima o poi dovrà morire, e che nell'oltretomba non potrà portare con sé il completo di Armani e la cassaforte blindata. Se il Toro in questione è particolarmente testardo (molto probabile), il transito sarà un dramma, perché più lui si aggrapperà con le unghie alle cose (alla sua donna, alle sue idee, alle sue proprietà), più cose perderà. Se il transito si conclude bene, il Toro comincerà a rendersi conto che tutto sommato ha dentro di sé la ricchezza necessaria a sentirsi sicuro, e questa ricchezza non è materiale, ma piuttosto mentale. Sa che, anche se perde la donna e il lavoro, ha le capacità di trovare una donna ancora più bella e un lavoro ancora più soddisfacente. Se tutto va come dovrebbe, nel momento in cui Plutone sarà in Vergine e farà un trigono al Sole, il Toro dovrebbe aver ricostruito il suo capitale, ma stavolta con la consapevolezza che la sua vita non dipende da quello. Magari sarà diventato un po' più generoso (lezione impartita durante la quadratura col Leone) e condividerà i suoi averi non solo con la famiglia stretta, ma anche con chi ha bisogno.

Poi arriva l'opposizione e Plutone si trova nello Scorpione. A questo punto i due pianeti si guardano e si confrontano, e fanno il punto sulla loro collaborazione. Se i passi precedenti sono andati a buon fine, Toro e Scorpione dovrebbero rendersi conto di essere molto più simili di quanto credessero. Ricordiamoci che Plutone è il pianeta dell'ombra, e l'ombra di ogni segno è il suo segno opposto. Infatti, con l'opposizione, il Toro potrebbe rendersi conto di avere molti tratti dello Scorpione nascosti dentro di sé: la seduttività, la forte sensualità, le manie di potere, ma anche la capacità di rigenerarsi continuamente. In fondo il Toro è Gaia, la madre terra, che non fa altro che cambiare forma e morire e rinascere. Questo transito di opposizione potrebbe far capire al Toro, definitivamente, che non c'è bisogno di accumulare beni materiali, perché la Terra è abbondanza. Potrebbe capire che l'Universo ci dà quello di cui abbiamo bisogno al momento giusto, e che non c'è bisogno di mettere da parte soldi su soldi. Potrebbe capire che la capacità di amare è dentro di sé e non dipende dalla donna di turno, per cui se le loro strade si dividono non è una tragedia. 

 

Poi ovviamente ci sono il secondo trigono, la seconda quadratura, e l'ultimo sestile, ma penso di aver reso l'idea.


  • RedRose777 piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#8 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 06 gennaio 2017 - 11:30

Plutone è percepito negativo da un ego troppo aggrappato alle sue certezze... chiaro che da un Toro non mi aspetterò mai una lode sperticata di Plutone, ma la verità è che quel pianeta porta un'esplosione di creatività incredibile. Con i transiti di Plutone si fanno figli, si trova il proprio potere, si diventa maghi di se stessi, si creano un sacco di opere, si scrivono libri, si smette di subire nei rapporti amorosi, e così via. E' chiaro che per fare questo c'è bisogno di una morte e di una rinascita, ma non è assolutamente detto che il transito sia per forza foriero di drammi e depressione. Certo spesso lo è, non lo nego, ma è un problema nostro, non di Plutone.

 

Non è vero che l'opposizione è una negatività. Basti pensare alla Luna, che è piena quando il Sole le è opposto. L'opposizione è una tensione tra due poli diversi, ed è un aspetto che spinge alla ricerca della via di mezzo. Sono d'accordissimo con RedRose77, infatti. Dobbiamo considerare che i segni vanno sempre letti come assi in cui i due poli sono interdipendenti. Non esiste Toro senza Scorpione, in realtà entrambi partecipano della stessa radice simbolica, e questo lo osserviamo chiaramente nella natura: le gemme che si schiudono a maggio sono gli stessi semi che in novembre sono stati sepolti, l'albero carico di frutti si è nutrito delle sostanze che, sei mesi prima, la frutta marcia ha rilasciato nel terreno. Il fatto di pensare che il Toro, Giove, X e Venere siano positivi, e che Scorpione e Plutone siano negativi, è un problema del tutto soggettivo, perché ci sono anche persone per cui l'idea di cambiare forma e rinnovarsi (Plutone), è la cosa più bella del mondo.

 

A parte questo, i transiti di opposizione andrebbero letti in modo diverso rispetto alle opposizioni nel tema natale. L'opposizione di un pianeta rispetto a un altro è il momento in cui i due si confrontano. Per capirlo dovremmo partire da un'ideale congiunzione iniziale (che nel caso di Plutone può essere avvenuta molti anni prima della nostra nascita) e poi seguire il tragitto del secondo pianeta nello zodiaco.

 

Faccio un esempio pratico: Sole e Plutone. Nel momento in cui Plutone si congiunge al Sole i due danno inizio a una collaborazione, perché il Sole individualizza l'energia creativa di Plutone, mentre Plutone spolia il Sole delle sue maschere inutili, del suo egocentrismo, nonché dei giochi di potere che celano una dipendenza dagli altri. Mettiamo caso che il Sole sia in Toro, è chiaro che questa collaborazione sarà abbastanza difficile, perché il Toro vuole delle certezze materiali che Plutone invece sottrae. Il Toro vuole la casa, la grana, il lavoro, il letto comodo, il cibo buono e cose belle intorno a sé. Inizialmente tenderà a usare la forte energia di Plutone per procurarsi queste cose e per non perderle. Poi Plutone si sposterà in Cancro e formerà un sestile col Sole: metterà un po' in crisi il povero Toro, gli farà capire che se vuole ottenere deve anche rischiare di perdere. Se il Toro lo ascolterà, si renderà conto che effettivamente rischiando un po' può ottenere il doppio; alla fine del transito avrà imparato il valore del rischio e avrà accresciuto le sue certezze. Magari avrà messo su bel capitale, perché il sestile lascia scorrere bene l'energia. Poi Plutone passerà in Leone, e a questo punto ci sarà la quadratura. Il Toro, memore dell'esperienza precedente, rischierà più volentieri, ma questa volta perderà molto di più. A questo punto maledirà Plutone, dirà che è un maledetto ingannatore e che è il pianeta del Diavolo. In realtà la quadratura ha lo scopo di frenare gli eccessi e di fargli capire che prima o poi dovrà morire, e che nell'oltretomba non potrà portare con sé il completo di Armani e la cassaforte blindata. Se il Toro in questione è particolarmente testardo (molto probabile), il transito sarà un dramma, perché più lui si aggrapperà con le unghie alle cose (alla sua donna, alle sue idee, alle sue proprietà), più cose perderà. Se il transito si conclude bene, il Toro comincerà a rendersi conto che tutto sommato ha dentro di sé la ricchezza necessaria a sentirsi sicuro, e questa ricchezza non è materiale, ma piuttosto mentale. Sa che, anche se perde la donna e il lavoro, ha le capacità di trovare una donna ancora più bella e un lavoro ancora più soddisfacente. Se tutto va come dovrebbe, nel momento in cui Plutone sarà in Vergine e farà un trigono al Sole, il Toro dovrebbe aver ricostruito il suo capitale, ma stavolta con la consapevolezza che la sua vita non dipende da quello. Magari sarà diventato un po' più generoso (lezione impartita durante la quadratura col Leone) e condividerà i suoi averi non solo con la famiglia stretta, ma anche con chi ha bisogno.

Poi arriva l'opposizione e Plutone si trova nello Scorpione. A questo punto i due pianeti si guardano e si confrontano, e fanno il punto sulla loro collaborazione. Se i passi precedenti sono andati a buon fine, Toro e Scorpione dovrebbero rendersi conto di essere molto più simili di quanto credessero. Ricordiamoci che Plutone è il pianeta dell'ombra, e l'ombra di ogni segno è il suo segno opposto. Infatti, con l'opposizione, il Toro potrebbe rendersi conto di avere molti tratti dello Scorpione nascosti dentro di sé: la seduttività, la forte sensualità, le manie di potere, ma anche la capacità di rigenerarsi continuamente. In fondo il Toro è Gaia, la madre terra, che non fa altro che cambiare forma e morire e rinascere. Questo transito di opposizione potrebbe far capire al Toro, definitivamente, che non c'è bisogno di accumulare beni materiali, perché la Terra è abbondanza. Potrebbe capire che l'Universo ci dà quello di cui abbiamo bisogno al momento giusto, e che non c'è bisogno di mettere da parte soldi su soldi. Potrebbe capire che la capacità di amare è dentro di sé e non dipende dalla donna di turno, per cui se le loro strade si dividono non è una tragedia. 

 

Poi ovviamente ci sono il secondo trigono, la seconda quadratura, e l'ultimo sestile, ma penso di aver reso l'idea.

 

Chiaro e conciso come sempre ;)



#9 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 700 messaggi

Inviato 06 gennaio 2017 - 07:14

Antony, condivido!

 

Una opposizione è l'occasione per riuscire a migliorare noi stessi equilibrando tutti i nostri campi astrologici man mano che vengono coinvolti. Tecnicamente si dice negativo, ma per chi è pratico nell'osservare il proprio cielo natale è un'occasione anche positiva di affrontare problematiche di personalità propria.

 

Però la luna piena, opposta al sole...  è la luna dei matti! :glee:  ..dei licantropi e pure dei terremoti secondo qualcuno. Come rimediare con la positiva opposizione? :huh:



#10 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 12 gennaio 2017 - 08:20

Antony, condivido!

Una opposizione è l'occasione per riuscire a migliorare noi stessi equilibrando tutti i nostri campi astrologici man mano che vengono coinvolti. Tecnicamente si dice negativo, ma per chi è pratico nell'osservare il proprio cielo natale è un'occasione anche positiva di affrontare problematiche di personalità propria.

Però la luna piena, opposta al sole... è la luna dei matti! :glee: ..dei licantropi e pure dei terremoti secondo qualcuno. Come rimediare con la positiva opposizione? :huh:

Sapendo indirizzare l'energia della luna in questione. L'energia di una luna piena di per se é neutra, può risultare creativa o distruttiva ( in termini pratici ). Non a caso durante le notti di luna piena i pronto soccorsi si riempiono, perché la gente non conosce se stessa, non sente le cose, proietta l'energia fuori di se incurante di cosa sta facendo e si fa male. Dunque cosa bisogna fare con questa configurazione ? Secondo me cercare di indirizzare l'energia lunare in forme di manifestazione creative, come l'arte, o anche il sesso controllato ( ho notato che nei 3-4 giorni di luna piena mi aumenta il desiderio sessuale e anche le donne sono più disponibili ), però per far questo bisogna saper gestire l'energia e indirizzarla, e probabilmente nel tema natale di una persona c'è scritto se è capace di fare questo, secondo me guardando Saturno e lo stesso Plutone.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi