Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Le poesie piu' belle famose e non


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1402 risposte a questa discussione

#41 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 22 febbraio 2010 - 03:11

Menkalinan: era molto che non la rileggevo...mi accorgo che queste incredibile parole di Primo Levi si stamapano ancora a fuoco nel cuore...sono intramontabili, indelebili...


Fra le piu' belle di tutti i tempi annovererei anche questa di Eugenio Montale...
Avrei voluto sottolinearne i "brani salienti", ma mi sono resa conto che finivo per evidenziarla tutta....
Nella sua scarna essenzialità, è perfetta...


Non chiederci la parola

Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
Perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo
(Eugenio Montale)


Altro grandissimo poeta, Umberto Saba...Una delle mie preferite, La Capra"

La capra
Ho parlato a una capra.
Era sola sul prato, era legata.
Sazia d'erba, bagnata dalla pioggia, belava.
Quell'uguale belato era fraterno al mio dolore.
Ed io risposi, prima per celia,
poi perché il dolore è eterno,
ha una voce e non varia.
Questa voce sentiva gemere in una capra solitaria.
In una capra dal viso semita
sentiva querelarsi ogni altro male,
ogni altra vita.

Non ne vorrei aggiungere piu', per dar modo di "gustare" questi piccoli capolavori parola per parola, apprezzandone ciascuna al giusto immenso valore. Meglio non correre il rischio di inflazionare..
Per "chiudere" il post con serenità, visto il carattere quanto meno pensoso delle due opere sopra esposte, vorrei trascrivere una poesiola sempre di Saba, un vero e proprio "acquerello"...
Mi ricorda tanto mia figlia, e gliela dedico...:D

Ritratto della mia bambina

La mia bambina con la palla in mano,
con gli occhi grandi colore del cielo
e dell’estiva vesticciola: « Babbo
– mi disse – voglio uscire oggi con te ».
Ed io pensavo: Di tante parvenze
che s’ammirano al mondo, io ben so a quali
posso la mia bambina assomigliare.
Certo alla schiuma, alla marina schiuma
che sull’onde biancheggia, a quella scia
ch’esce azzurra dai tetti e il vento sperde;
anche alle nubi, insensibili nubi
che si fanno e disfanno in chiaro cielo;
e ad altre cose leggere e vaganti.





  • WelchMick piace questo



#42 ransie

ransie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 749 messaggi

Inviato 22 febbraio 2010 - 03:16

Pochi versi che dicono tanto ;)

Una sublime sintesi della condizione umana...

ED E’ SUBITO SERA

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Salvatore Quasimodo

l'avevo rimossa, mi emozionano queste poche parole tantissimo...
  • JustinSob, RichardSr, KamorkasEa e 10 altri piace questo
Ci saranno sempre degli eschimesi pronti a dettare le norme su come si devono comportare gli abitanti del Congo durante la calura.

#43 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 22 febbraio 2010 - 03:46

Mi ero ripromessa -per varie ragioni :D- di NON postare poesie di Pablo Neruda..invece contravvengo a me stessa medesima e ne posto due, rinnegando tutte le "buone" risoluzioni..;)
Per Do' ovviamente...tanto ormai è superfluo persino dirlo:D(che to 'o dico a fa' ..come dicono a Roma)


E' bello, amore, sentirti vicino a me nella notte,
invisibile nel tuo sogno, seriamente notturna,
mentr'io districo le mie preoccupazioni
come fossero reti confuse.
Assente il tuo cuore naviga pei sogni,
ma il tuo corpo così abbandonato respira
cercandomi senza vedermi, completando il mio sonno
come una pianta che si duplica nell'ombra.
Eretta, sarai un'altra che vivrà domani,
ma delle frontiere perdute nella notte,
di quest'essere e non essere in cui ci troviamo
qualcosa resta che ci avvicina nella luce della vita
come se il sigillo dell'ombra indicasse
col fuoco le sue segrete creature.






Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli
e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,
non mi sostiene il pane, l'alba mi sconvolge,
cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.
Sono affamato del tuo riso che scorre,
delle tue mani color di furioso granaio,
ho fame della pallida pietra delle tue unghie,
voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.
Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,
il naso sovrano dell'aitante volto,
voglio mangiare l'ombra fugace delle tue ciglia
e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,
cercandoti, cercando il tuo cuore caldo
come un puma nella solitudine di Quitratúe



#44 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 22 febbraio 2010 - 07:21

Menkalinan: era molto che non la rileggevo...mi accorgo che queste incredibile parole di Primo Levi si stamapano ancora a fuoco nel cuore...sono intramontabili, indelebili...


Fra le piu' belle di tutti i tempi annovererei anche questa di Eugenio Montale...
Avrei voluto sottolinearne i "brani salienti", ma mi sono resa conto che finivo per evidenziarla tutta....
Nella sua scarna essenzialità, è perfetta...


Non chiederci la parola

Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
Perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo
(Eugenio Montale)




Davvero perfetta questa poesia :), come tutte del resto..i poeti sanno come cogliere e descrivere uno stato d'animo ma anche far pensare, toccando le corde della sensibilità.

Stavo pensando alle disuguaglianze e posto questa, mi raccomando non vi intristite ;)

Bertolt Brecht


Generale, il tuo carro armato è una macchina potente

spiana un bosco e sfracella cento uomini.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un carrista.

Generale, il tuo bombardiere è potente.
Vola più rapido d'una tempesta e porta più di un elefante.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un meccanico.

Generale, l'uomo fa di tutto.
Può volare e può uccidere.
Ma ha un difetto:
può pensare.


Eccone una deliziosamente fresca della poetessa Sibilla Aleramo:

[COLOR="Red"]Nel bosco

Sono andata nel bosco
nel mattino ricco di luce
vagamente per te sperando cogliere
dalla musica tenera dell'aria
qualche fresco sussurro di parole
ed ecco ti porto invece
solo un poco di fragole rosse,
profumano e brillano
per la tua gioia, o amato.

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#45 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 22 febbraio 2010 - 07:56

Menkalinan....:approved::approved::approved::eek:
Come al solito hai centrato il punto...e lo stridente contrasto fra la poesia di Brecht e quella della Aleramo...dice tutto!!!

Entrambe stupende..quella della Aleramo mi ha commossa fin nel profondo del cuore...è struggente nella sua semplicità e nella sua freschezza...
Ma come fanno? Come fanno a scrivere così???:rolleyes::eek:

#46 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 22 febbraio 2010 - 09:19

Entrambe stupende..quella della Aleramo mi ha commossa fin nel profondo del cuore...è struggente nella sua semplicità e nella sua freschezza...
Ma come fanno? Come fanno a scrivere così???:rolleyes::eek:


Nutro una sana" invidia " :D per il modo in cui parlano i poeti, è un arte..hanno un dono innato, unito ad una sensibilità unica !

Bella l'idea di Petalo di aprire questo spazio ;)

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#47 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 23 febbraio 2010 - 01:09

 
Bella l'idea di Petalo di aprire questo spazio ;)[/QUOTE]


Quoto..:D E pensare che piu' volte avevo rimpianto di non poter dar libero sfogo alla passione per la poesia, senza che mi sovvenisse minimamente questa possibilità di thread :cool::(....

[QUOTE]
[quote name='Menkalinan']Nutro una sana" invidia " :D per il modo in cui parlano i poeti, è un arte..hanno un dono innato, unito ad una sensibilità unica !
[/QUOTE]

Un dono innato, una straordinaria capacità di analisi, una finestra aperta su prospettive assolutamente uniche e sconosciute alla maggior parte dell'umanità, che permette loro di "metabolizzare" il destino, qualunque esso sia, dal profondo dell'essere, senza percio' veramente subirlo, senza esserne schiacciati. Del resto, chi è capace di scrivere in modo così sublime potrà solo relativamente venire travolto da qualsivoglia crollo, perché ha una capacità di "sentire" di vibrare, che lo pone assolutamente al di sopra del meschino dipanarsi delle vicende terrene....
Mah chissa' se nella prossima vita...:dunno: :roll::D;)

#48 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 23 febbraio 2010 - 06:35

Non dire mai che non ritorni
perché ti attendo..
Nelle rosate albe,
Nel vento,
Nella notte
A Te mi lega la
certezza
di quest'Amore
così grande
che ne' l'onda dell'oceano infuriato,
ne' i domani della morte
potranno separarmi
da Te.

Spero di averla ricordata correttamente. Ignoro chi sia l'autore e non capisco un'acca di metrica e rime :D...Era stata dedicata da un mio collega al funerale del padre...E mi è rimasta nel cuore; spero di non averla sciupata troppo...



#49 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 23 febbraio 2010 - 10:15

Sulla libertà...:)

L’UOMO LIBERO

L’Uomo Libero non ha confini,
il suo limite è l’infinito,
le sue vie sono sempre aperte
come le porte di un tempio invisibile
– è lui, il sacerdote dell’Ignoto…

L’Uomo Libero spregia le catene
ma non si lascia travolgere dalla lotta,
il suo campo di battaglia è la vita,
la prima preoccupazione, l’Amore.

L’Uomo Libero è vento:
accende le ceneri addormentate,
spettina le foglie degli alberi,
grida dall’alba del sole
al tramonto della luna
per ricordare al mondo
una sola parola: libertà!


LIBERA NON È LA MANO CHE ABBATTE

Libera non è la mano che abbatte
ma quella che costruisce,
la mente che inventa e non quella che ordisce
trame, la voce che s’innalza
al cielo, non quella che maledice…]


Domenico Turco

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#50 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 25 febbraio 2010 - 08:11

Jacques Prévert ...e il suo mondo di voluttuose sensazioni, il suo verso dolce e tenace....




ALICANTE


Un'arancia sulla tavola
il tuo vestito sul tappeto
E nel mio letto tu
Dolce presente dei presente
Freschezza della notte
Calore della mia vita



IMMENSO E ROSSO


Immenso e rosso
Sopra il Grand Palais
Il sole d'inverno viene
E se ne va
Come lui il mio cuore sparirà
E tutto il mio sangue se ne andrà
Se ne andrà in cerca di te
Amore mio
Bellezza mia
E ti ritroverà
In qualunque posto tu sia




PARIS AT NIGHT
Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte.Il primo per vederti il visoIl secondo per vederti gli occhiL'ultimo per vedere la tua boccaE tutto il buio per ricordarmi queste coseMentre ti stringo fra le braccia.





PER TE AMORE MIO


Sono andato al mercato degli uccelliE ho comprato degli uccelliPer te amore mio.Sono andato al mercato dei fioriE ho comprato dei fioriPer te amore mio.Sono andato al mercato dei rottamiE ho comprato catenePesanti catenePer te amore mio.Poi sono andato al mercato degli schiaviE ti ho cercataMa senza trovarti amore mio.

Et moi, j'ai choisi ces poèmes-là pour essayer de t'expliquer ce que je suis desormais resignée a ne jamais pouvoir te dire...Pour toi, mon Amour.....Per te Amore mio





#51 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 26 febbraio 2010 - 08:21

L'ho scherzosamente accennata stanotte in un altro thread, percio' mi sembra giusto postarla....anche perché è bella....la risposta "italiana" :D a Leonida & Co..per carità, senza voler nulla togliere a codesto eroe!!!:rolleyes:
Dalla penna di Luigi Mercantini..."La spigolatrice di Sapri"

La Spigolatrice di Sapri
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Me ne andavo un mattino a spigolare
quando ho visto una barca in mezzo al mare:
era una barca che andava a vapore,
e alzava una bandiera tricolore.
All’isola di Ponza si è fermata,
è stata un poco e poi si è ritornata;
s’è ritornata ed è venuta a terra;
sceser con l’armi, e noi non fecer guerra.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Sceser con l’armi, e a noi non fecer guerra,
ma s’inchinaron per baciar la terra.
Ad uno ad uno li guardai nel viso:
tutti avevano una lacrima e un sorriso.
Li disser ladri usciti dalle tane:
ma non portaron via nemmeno un pane;
e li sentii mandare un solo grido:
Siam venuti a morir pel nostro lido.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Con gli occhi azzurri e coi capelli d’oro
un giovin camminava innanzi a loro.
Mi feci ardita, e, presol per la mano,
gli chiesi: – dove vai, bel capitano? -
Guardommi e mi rispose: – O mia sorella,
vado a morir per la mia patria bella. -
Io mi sentii tremare tutto il core,
né potei dirgli: – V’aiuti ‘l Signore! -
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Quel giorno mi scordai di spigolare,
e dietro a loro mi misi ad andare:
due volte si scontraron con li gendarmi,
e l’una e l’altra li spogliar dell’armi.
Ma quando fur della Certosa ai muri,
s’udiron a suonar trombe e tamburi,
e tra ‘l fumo e gli spari e le scintille
piombaron loro addosso più di mille.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Eran trecento non voller fuggire,
parean tremila e vollero morire;
ma vollero morir col ferro in mano,
e avanti a lor correa sangue il piano;
fun che pugnar vid’io per lor pregai,
ma un tratto venni men, né più guardai;
io non vedeva più fra mezzo a loro
quegli occhi azzurri e quei capelli d’oro.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti


:(:cwm::bb::rolleyes:



#52 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 26 febbraio 2010 - 03:50


IL PASSATO
di Emily Dickinson

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

UN DONO
di Mahatma Gandhi

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo.





Adesso c'è bisogno di un caffè :cool: perchè la Dickinson è spietata ! :D

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#53 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 26 febbraio 2010 - 04:55





Adesso c'è bisogno di un caffè :cool: perchè la Dickinson è spietata ! :D




:eek:Spietata sì, ma efficace, molto, molto efficace!!!!:shock::wink:

Comunque, ecco qua....:morning: offro io...;):D

p.s.: e meno male che hai "inzuccherato" la pillola con le dolcissime parole della Grnde Anima!!!:approved:

#54 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 26 febbraio 2010 - 05:14

:eek:Spietata sì, ma efficace, molto, molto efficace!!!!:shock::wink:

Comunque, ecco qua....:morning: offro io...;):D

p.s.: e meno male che hai "inzuccherato" la pillola con le dolcissime parole della Grnde Anima!!!:approved:


Visto che siamo rimaste noi due:insane: a " colloquiare " con i versi, mi piacerebbe adesso un pò di ironia...cosa proponi dolce donzella ?

:)

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#55 Guest_PiccoloSalice_*

Guest_PiccoloSalice_*
  • Ospiti

Inviato 26 febbraio 2010 - 07:52

Visto che siamo rimaste noi due a " colloquiare " con i versi, mi piacerebbe adesso un pò di ironia...cosa proponi dolce donzella ?


mmmm:cool: Per niente facile; l'ironia deve avere la giusta sottigliezza: troppo pesante si trasforma in satira, troppo leggera rischia di essere tacciata d'ingenuità..
Ci lavoro...:D
Nell'attesa, posto queste due della grande Alda Merini...Troppo granitiche persino per prendersi il disturbo e/o aver voglia di sembrare ironiche...

Ci sono pittori che scrivono con le rime
e disegnano enormi foreste entro cui vanno a
vivere con i loro amori. Si contentano di un
solo pensiero, lo vestono di rubini e credono
che sia un re.
I poeti non credono alle date, credono che
la loro storia cominci dalla presenza.


Anima che accarezzo a sera, e sei un cane
stanco, ma un cane sempre fedele. Un cane
che balbetta un nome: padrone, padrone mio.
Non lasciarmi anima cane, non lasciarmi mai.


Hum...:cool: Quando ero ragazzina ritenevo di intuire dell'ironia in questa poesia di Hermann Hesse. Ahimé, quanto si puo' essere spietati quando si è accecati dal riverbero abbagliante della giovinezza:(...tanto prepotente ed assolutista da rendere insensibili e far confondere l'ironia con..l'amarezza....:dunno:
Spero che Hesse possa perdonarmi :D

Strano, vagare nella nebbia!
E solo ogni cespuglio ed ogni pietra,
né gli alberi si scorgono tra loro,
ognuno è solo.
Pieno di amici mi appariva il mondo
quando era la mia vita ancora chiara;
adesso che la nebbia cala
non ne vedo più alcuno.
Saggio non è nessuno
che non conosca il buio
che lieve ed implacabile
lo separa da tutti.
Strano, vagare nella nebbia!
Vivere è solitudine.
Nessun essere conosce laltro
ognuno è solo.


Accipicchia, di ironica in questo momento mi viene in ment solo "S. Ambrogio" del Giusti -lol- ma è un tantino..datata per così dire...Continuo a pensarci, intando ...SORPRENDIMI, dài!!!:):wink:

Messaggio modificato da lesena1, 06 marzo 2010 - 04:26
sistemato quote


#56 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 27 febbraio 2010 - 07:33



Accipicchia, di ironica in questo momento mi viene in ment solo "S. Ambrogio" del Giusti -lol- ma è un tantino..datata per così dire...Continuo a pensarci, intando ...SORPRENDIMI, dài!!!:):wink:[/COLOR][/FONT]


PiccoloSalice hai colto nel centro :shocked::approved:

La connessione internet in questi giorni sta facendo le bizze :mad:...
ne approfitto di questi minuti che sembra non saltare,,, e posto questa ma non so se ti sorprenderà :roll:


La cosa piu' ingiusta della vita è come finisce.

Voglio dire: la vita è dura e impiega la maggior parte del nostro tempo...

Cosa ottieni alla fine? La morte.

Che significa ! Che cos'è la morte ?

Una specie di bonus per aver vissuto?

Credo che il ciclo vitale dovrebbe essere del tutto rovesciato.

Bisognerebbe iniziare morendo, così ci si leva subito il pensiero.

Poi in un ospizio dal quale si viene buttati fuori perchè troppo giovani.

Ti danno una gratifica e quindi cominci a lavorare e per quarant'anni, fino a che sarai sufficientemente giovane per goderti la pensione Seguono, feste, alcool, erba ed il liceo.

Finalmente cominciano le elementari, diventi bambino, giochi e non hai responsabilità, diventi un neonato, ritorni nel ventre di tua madre, passi i tuoi ultimi nove mesi galleggiando e finisci il tutto con un bell'orgasmo !

Woody Allen

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#57 Guest_olivia_*

Guest_olivia_*
  • Ospiti

Inviato 27 febbraio 2010 - 08:20

Visto che siamo rimaste noi due:insane: a " colloquiare " con i versi ....


Mi rendo conto che non è carino spiare.... :o
ma c'ero anche io, e ho letto tutte le poesie che avete postato con piacere e partecipazione...
sono davvero bellissime... :)

#58 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 27 febbraio 2010 - 05:44

Mi rendo conto che non è carino spiare.... :o
ma c'ero anche io, e ho letto tutte le poesie che avete postato con piacere e partecipazione...
sono davvero bellissime... :)


Anche quelle postate da te olivia sono belle e profonde ;) :)...

ne posto una e la vorrei dedicare con un sorriso di simpatia agli uomini :cool:



IL PRINCIPE

Il principe azzurro sposò
Cenerentola perché
era giovane e bella.
A cinquant'anni però
ella aveva perso molto
della sua freschezza.
Logicamente il consorte
decise di cambiare e di cercare
un'altra Cenerentola
altrettanto giovane e bella.

Lui che era un principe
e si credeva un Dio,
si riteneva afflitto
da eterna giovinezza.
:D

Graziella Poluzzi

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#59 Nuanda

Nuanda

    Super Utente

  • Utenti
  • 6616 messaggi

Inviato 27 febbraio 2010 - 06:36

oh ma ... IF di Kipling è già stata menzionata?

#60 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3276 messaggi

Inviato 27 febbraio 2010 - 09:23

oh ma ... IF di Kipling è già stata menzionata?


Puoi sempre postarla :roll:...

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 visitatori, 0 utenti anonimi