Meditare nel traffico

Quando si è Consapevoli si abbassanno i livelli di cortisolo ematico, con evidente beneficio psico-fisico.
Permanenti elevati livelli di questo ormone causano la resistenza all’insulina ( anticamera del diabete), la morte delle cellule nervose (con peggioramento della memoria a breve termine) e la depressione del sistema immunitario (quindi a partire dal banale raffreddore al temuto cancro).
Inoltre, la Consapevolezza applicata alle nostre azioni quotidiane, non ci sottrae nemmeno un minuto alle stesse, perchè si medita mentre si fanno le cose: mentre si mangia, ci si fa la doccia, si salgono le scale, ecc.).
Ovviamente, chi volesse dedicare ulteriore tempo alla pratica, con sedute specifiche, non potrà che far bene.

In questa tecnica vi propongo di meditare quando guidiamo: il rumore del traffico, come tanti aspetti “negativi” della vita, può essere trasformato grazie alla Consapevolezza, in una “musica” per le nostre orecchie e vi assicuro che è una esperienza unica rendersi conto della commedia della vita, perchè sì, quando si è osservatori (acritici) ci si accorge della commedia buffa che tutti stiamo recitando.

Meditare nel traffico.
Quando siete in macchina e tutto intorno vi da fastidio, in voi ci sono pensieri e problemi da risolvere, concedetevi un momento di meditazione: spegnete la radio e il cellulare se potete, e mettetevi ad “ascoltare ” il traffico come se ascoltaste della musica.
Il segreto sta nel non rifiutare quello che accade intorno a noi.
Cercate di essere “presenti” a tutto quello che c’è in quel momento: il clacson di un auto, la frenata dell’autobus, i pedoni che attraversano la strada, l’automobilista che inveisce contro chi gli ha tagliato la strada, ecc.

E’ importante non fare commenti su quanto accade, ma osservare semplicemente gli eventi come quando si guarda un film.
E’ vero mi direte voi, che con i problemi da risolvere che ho, non posso perdere tempo a meditare.
Però io vi dico, che se riusciste a farlo anche per qualche secondo, magari tra una telefonata e l’altra, perchè per alcuni il telefono può essere lavoro, vi assicuro che ne trarrete grande beneficio psico-fisico, e quando sarete arrivati a destinazione i problemi che vi assillavano potranno essere affrontati con una mente più fresca e riposata.
La nostra mente è un sofisticato bio-computer, però come tutte le “macchine” deve essere messa a riposo ogni tanto, altrimenti si usura anzitempo.

La mente deve essere usata per ricordare, per lavorare, per progettare, per la vita sociale in generale; però ci sono tanti momenti in cui la mente può essere, e deve essere messa a riposo. Uno di questi momenti può essere quando si è in macchina, quando ci si fa la doccia, quando si mangia, mentre si fa una passeggiata.
Solo così potrà ricaricarsi e rigenerarsi per affrontare al meglio le varie situazione della vita.
Vi assicuro che meditare mentre si guida, invece di “risolvere” i problemi, è il metodo più efficace per risolvere i problemi.

Cinzia Turnaturi

Condividi

PinIt