La Domificazione

La domificazione è la definizione delle dodici case astrologiche in base a calcoli precisi che agli inizi della pratica è bene fare a mano ma che una volta acquisiti si possono lasciare ad un software astrologico.
Le case astrologiche rappresentano aree ben precise della vita di un individuo e ne rilevano l’andamento, le fortune e gli ostacoli. A seconda del metodo scelto per calcolare la domificazione, l’ampiezza delle case può essere costante o variabile. Sistemi come quello Placido producono ampiezze differenti mentre altri come quello in uso in Astrologia Araba, mantengono un’ampiezza costante di ogni casa.
Nel calcolo delle case ad ampiezza differente, ogni singola casa copre un numero di gradi variabile ma va da se che il numero totale dei gradi per le dodici case deve raggiungere 360.
Il calcolo si esegue con l’ausilio di effemeridi particolari chiamate “Tavole delle Case” che definiscono, per ogni giorno dell’anno, la posizione delle quattro case principali e seguenti.
Ogni casa cade, quindi, in un grado particolare di un segno della ruota zodiacale.
Nel calcolo ad ampiezza uguale è necessario solamente identificare la posizione della casa primaria, cioè dell’Ascendente, dato che ogni altra casa si troverò, di conseguenza, ad esattamente trenta gradi di distanza.
La posizione delle case astrologiche è influenzata dalla latitudine ed è per questo che si domanda il luogo di nascita. Due persone nate nello stesso momento ma in luoghi differenti avranno una domificazione diversa.

Come si nota dalle due figure, i dati della domificazione assumono caratteri diversi a seconda della latitudine e della longitudine di nascita. Il fatto che l’Ascendente si trovi a ben quattro gradi di differenza tra i due cieli porta a conseguenze non trascurabili; infatti, a partire dalla Quinta Casa il segno di riferimento cambia essendo ancora Cancro per chi è nato a Bolzano e già Leone per chi è nato a Siracusa. A ciò conseguono interpretazioni ben diverse per tutto ciò che concerne le case dalla Quinta alla Dodicesima. Inoltre possono esservi pianeti collocati in case differenti a seconda del cielo di riferimento e anche in questo caso, l’interpretazione può avere valenze del tutto diverse.

Le case astrologiche hanno importanza diversa tra loro; le case più importanti sono la numero 1, la 4, la 7 e la 10 e vengono normalmente identificate, in uno schema, da numeri romani mentre le altre case hanno un normale numero arabo.
La Casa I è nota come Ascendente, così chiamata perchè è la casa che sta sorgendo al momento della nascita. Si noti come negli schemi astrologici la casa sorgente è posta a occidente e non ad oriente come normalmente è visto il Sole.
La casa Ascendente da molte informazioni sul carattere della persona e talvolta risulta essere così presente da oscurare addirittura il segno di nascita. Capita, infatti, che si abbiano conoscenti o amici il cui carattere non rispecchi affatto il loro segno di nascita e spesso questo è dato da un Ascendente particolarmente forte. A farci caso si riscontreranno in queste persone i caratteri del segno ascendente.
La Casa IV si chiama Imo Cielo (o Fondo Cielo) ed è il nadir della carta astrale, il punto più basso. L’Imo Cielo ci parla della famiglia d’origine dell’individuo e del nucleo da cui egli ha origine.
La Casa VII è chiamata Discendente ed è opposta a quella ascendente. Come la casa ascendente descrive il carattere di una persona e i rapporti con se stesso, la casa settima ci parla, invece, dei rapporti con gli altri ma in particolare con i soci e con il partner; essa è, infatti, la casa che maggiormente ci da indicazioni su eventuali matrimoni, relazioni importanti e associazioni d’affari.

La Casa X è detta Medio Cielo ed è lo zenith dello schema, il punto più elevato. E’ opposta alla Casa I e quindi opposto ne è anche il significato: descrive l’ambizione dell’individuo, le sue riuscite professionali e sociali. In genere è considerata la casa più importante dopo la prima e quella indicatrice dei maggiori successi nella vita.
Queste quattro case angolari sono considerate i cardini dell’intero schema e per questo chiamate “cardinali”.
A seguito delle Case Cardinali troviamo quelle fisse, ovvero la numero due, cinque, otto e undici.
La casa numero 2 è relazionata alla casa e al modo in cui il soggetto si rapporta al denaro. La casa numero 5 ci parla dei divertimenti, del gioco d’azzardo, dei guadagni facili e perchè no, anche di eventuali figli illegittimi. La casa numero 8 ha significati profondi e seri perchè tratta le eventuali cause di morte violenta ma anche le tendenze occulte e mistiche. Infine, la casa 11 è legata all’ispirazione e all’evoluzione spirituale.
Le ultime quattro case sono note come mobili e sono la numero tre, sei, nove e dodici. La casa 3 riguarda la vita pubblica, i fratelli e le sorelle. La casa 6, invece, descrive il possesso di alcuni comfort come bei vestiti o case, gli animali domestici e l’eventualità di malattie di origine psicosomatica.
La casa nove è una casa di avanzamento culturale che mette il soggetto in relazione col mondo e le altre culture.
Infine, la casa dodici può mostrare eventuali limitazioni della libertà come imprigionamenti o ricoveri in ospedale nonché mettere in luce le emozioni più nascoste.

Ogni casa è relazionata ad un segno zodiacale a partire da Casa 1 legata all’Ariete fino a Casa 12 in relazione con i Pesci. Per questo ogni casa mostra delle correlazioni con il segno corrispondente: l’Ariete è un segno egocentrico e per questo Casa 1 descrive il carattere della persona, Casa 8 ha a che vedere con lo Scorpione e quindi con tutto ciò che può apparire oscuro, misterioso e talvolta deviante, Casa 4 è accomunata al Cancro e quindi alla casa e all’aspetto materno e così via.
Il numero di pianeti che si trovano nelle varie case (Cardinali, Fisse e Mobili) possono darci indicazioni di massima sul tipo di carattere di una persona. Un numero consistente di pianeti in case Cardinali può significare un carattere responsabile e maturo, in case Fisse la tendenza a radicarsi nelle proprie convinzioni, in case Mobili, al contrario, un carattere incostante o nella migliore delle ipotesi, attratto dalle novità.
Le case astrologiche prendono anche il nome di Angolari, Succedenti e Cadenti in luogo delle tre denominazioni più comuni, tuttavia, questa seconda differenziazione è meno nota in Astrologia Occidentale e molto più usata in Astrologia Vedica e Astrologia Araba,
Ogni pianeta che si trova in una casa determina una risposta diversa a seconda della sua influenza e del suo significato.

A cura di Merenseth

Condividi

PinIt