Il Papa annuncia il suo ritiro, epilogo inesorabile di una profezia?

La notizia ha lasciato tutti sconvolti : Papa Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger, lascerà il Pontificato il giorno 28 febbraio, per ritirarsi alla tanto auspicata vita monacale fatta di preghiera e di studio.

L’annuncio è arrivato in latino, come si conviene, durante un Concistoro e lo ha dato personalmente lui, un Papa, pare, dall’aspetto un po’ stanco ma sereno nel comunicare tale, sconvolgente decisione. È una notizia che naturalmente lascia disorientata non solo la comunità religiosa, ma il mondo tutto e coglie inaspettati tutti coloro erano vicini al Santo Padre, ignari di questa importante decisione, eccenzion fatta per il fratello Georg Ratzinger che afferma di esserne al corrente da mesi, e che rafforza la teoria già esposta dal Papa dimissionario che le ragioni del suo abbandono riposano su gravi motivi di salute e su un non meglio precisato senso di inadeguatezza.

La notizia è talmente sconvolgente e rara nel suo genere (gli unici predecessori di Ratzinger sono stati Celestino V, Benedetto XVI, San Clemente I, Gregorio XII e Benedetto IX) che non si riesce ad avanzare ipotesi alcuna, vale tuttavia la pena di rispolverare le tanto bistrattate teorie catastrofiste negli ultimi anni tanto sbandierate. Appena qualche settimana fa, il 21 dicembre 2012 sembrava che il mondo dovesse finire: secondo il calendario gregoriano era infatti questa la data in cui si sarebbe dovuto verificare un evento sia esso di natura spirituale o fisica, di proporzioni imprecisate, che avrebbe sconvolto le sorti del mondo. L’evento, tanto atteso dai catastrofisti, avrebbe dovuto verificarsi alle 11.11 ora italiana, e ha spesso fatto sorridere il popolo scientifico che non ha mai trovato nessun fondamento concreto a queste teorie. Tuttavia, l’evento che sconvolge le sorti del mondo e ne preannuncia la fine potrebbe essere proprio l’abbandono di Papa Benedetto XVI del soglio pontificio.

A questo punto c’è però da rispolverare un’altra profezia, quella di Malachia, il misterioso santo vissuto nel XII secolo, secondo cui Benedetto XVI sarebbe stato il penultimo dei Papi. Malachia, ha stilato una lista di 112 frasi in latino, molto brevi, che indicano i nomi di altrettanti pontefici, associando ad ognuno di essi i caratteri salienti del pontificato e la loro sorte finale. E stando ad alcuni appassionati di esoterismo Papa Benedetto XVI sarebbe indicato come il penultimo di essi, cui seguirà colui che è definito ‘Petrus Romanus‘ e il cui mandato pontificio, secondo le profezie, coinciderà con la fine del mondo. Secondo la tradizione la lista dei nomi sarebbe stata dettata dal misterioso santo nel 1139, ma studi recenti sostengono che in realtà si tratti di un falso e che la lista coi 112 nomi sia in realtà stata redatta dal falsario umbro Alfonso Ceccarelli nel XVI secolo.

Condividi

PinIt