Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

I 7 passaggi dell 'evoluzione spirituale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
11 risposte a questa discussione

#1 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 23 novembre 2022 - 10:23

I 7 passaggi dell'evoluzione spirituale

1
Rendersi conto di non fare parte di questo mondo, sentirsi diversi, estranei
2
Cercare intorno a sé disfunzioni nella Matrix che approvano la convinzione che ci sia qualcosa che non torna
3
Ricercare il calore della propria anima, sentire quella parte immortale di sé che ci rende unici
4
Usare la propria consapevolezza per mostrare al mondo il proprio sé, abbandonare la maschera sociale
5
Cercare simili attorno a noi che sono in cerca anche loro di una via di uscita dal piano materiale, aiutarli, non farli sentire soli
6
Applicare le proprie esperienze al distacco delle cose del mondo, ridimensionarle, consapevoli che tutto è transitorio
7
Vedere il mondo dall'alto, elevarsi, distaccarsi dal tutto, vedere il mondo come da una nuvola, imperturbabili e inattaccabili, a sfregio anche della vita
  • Karver piace questo



#2 Karver

Karver

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2170 messaggi

Inviato 24 novembre 2022 - 10:49

questa cosa mi risuona familiare

scusa per il privato ma non me la sento di fare come vuoi

sarebbe una cosa scorretta

lasciamoli al loro destino

ognuno si prende le proprie responsablità

io me le sto prendendo facendomi aiutare dall'asl


Messaggio modificato da mystery1967, 27 novembre 2022 - 03:00
E' vietato quotare il post di apertura di una nuova discussione


#3 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 11877 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 10:40

Secondo me l'evoluzione spirituale non garantisce super poteri e nemmeno comporta una obbligata dissociazione dalla realtà del Mondo, che va vissuta nella sua pienezza.

 

L'evoluzione spirituale è un esperienza innanzitutto personale che può portare pace interiore e consapevolezza e non è uguale per ognuno di noi.

 

Colui che è spirituale partecipa alla vita del Mondo con semplicità donandosi a tutti con gioia, vive con umiltà tra la gente senza cercare nulla che possa appagare un momentaneo desiderio del proprio ego.

 

Fa tutto ciò perchè lo sente dentro di sè e non si da spiegazioni e ne obiettivi: egli semplicemente E', vivendo la vita giorno dopo giorno perchè la vita non è ieri e ne domani ma oggi. Il principale nemico dell'evoluzione spirituale è il proprio ego.

 


  • Lupusinfabula piace questo

L’emozione sorge laddove corpo e mente si incontrano (Eckhart Tolle)


#4 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 10:50

Ego che, se vogliamo trovargli un sinonimo, si potrebbe chiamare anche orgoglio, quel macigno che si pone a scudo e nemico del cuore, nemico da sciogliere col calore del cuore, se il nostro cuore non scalda così tanto da sciogliere lo scudo del proprio ego/orgoglio, rimarremo per sempre imprigionati in una fase di stallo, di blocco
Per quello l'insegnamento che ci viene dato in molte discipline religiose è amare
Perché amare scalda il cuore, e di conseguenza scioglie l'ego
Ma vien da sé che sono solo parole, che se non riusciamo a mettere in pratica ci lasciano vivi si, ma come un golem di terra, come un Frankenstein moderno, e dirò di più, pur avendo compiuto io tutti i 7 passi dell'evoluzione spirituale ora sono tornato indietro, più vicino alle cose del mondo che alle cose dello spirito
Perché il cuore, se non lo mantieni al caldo, viene di nuovo ricoperto dagli sterpagli dell'ego/orgoglio

#5 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 11877 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 11:08

L'ego non può essere sciolto e quindi eliminato. E' un qualcosa che ci accompagnerà fino alla fine della nostra esistenza. Il risveglio spirituale può portare a riconoscerlo, a non identificarci con esso.

 

L'orgoglio fa parte dell'ego così come tutte le maschere che normalmente si usano nei rapporti con il prossimo.

 

La vita è esperienza, nel bene e nel male e va vissuta nel silenzio del proprio Io che da forza, pace e serenità.

 

Per me spiritualità e religiosità sono due cose completamente differenti.


L’emozione sorge laddove corpo e mente si incontrano (Eckhart Tolle)


#6 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 11:51

L'ego non può essere sciolto e quindi eliminato. E' un qualcosa che ci accompagnerà fino alla fine della nostra esistenza. Il risveglio spirituale può portare a riconoscerlo, a non identificarci con esso.

L'orgoglio fa parte dell'ego così come tutte le maschere che normalmente si usano nei rapporti con il prossimo.

La vita è esperienza, nel bene e nel male e va vissuta nel silenzio del proprio Io che da forza, pace e serenità.

Per me spiritualità e religiosità sono due cose completamente differenti.


Allora, adesso racconto a te e al mondo un episodio, motivo non unico col quale io mi senta una persona così speciale


Era un capodanno di 17 anni fa circa, ero ancora come gli altri, più o meno, vivevo da diverso in un mondo stereotipato, soffrendo per la mia inadeguatezza
Ero sul divano a capodanno da solo, in mansarda da me, ero triste, molto triste, quasi disperato, avevo gli occhi lucidi per la malinconia di passare un capodanno, invece che in compagnia, da solo, senza Nessuno (e lo so a quei tempi lo vivevo così)

Ad un tratto scoppiai, reclamai al cielo udienza, dissi Dio cambiamo non voglio più essere così, non so che entità invocai quella sera fatto sta che mi ascoltò

Mi sdraiai pet terra, disperato, nella posizione dell'uomo vitruviano, a braccia aperte come in croce
Dopo pochi momenti sentii qualcosa dentro di me che stava accadendo
Dei brividi partirono dapprima nel mio cervello, poi nel mio cuore, poi nelle mie parti basse, dei friccicori continui, che non saprei come identificare se non come uno stato d'estasi, bene, dopo quei 5 / 10 minuti tutto fini', ero stato trasformato

Andai in bagno e non riconoscevo più i miei occhi, erano cambiati, tutto me stesso era cambiato, ero nel panico, non sapevo cosa mi era successo
Ma qualcuno evidentemente ascoltò il mio grido d'aiuto disperato, mi cambiò, non come volevo essere cambiato io ma mi cambiò

Ora, dopo questo miracolo, apprezzo la mia diversità dagli altri, il mio dono di saper leggere dentro gli occhi la gente, di capire che stato d'animo vivano o da che demone siano posseduti
Ora vivo la solitudine come tranquillita
La disperazione come tristezza
Tutto si è ridimensionato
Non mi interessa più il giudizio del mondo quanto quello della mia coscienza, di quella parte di divino che coabita con me e mi giudica in ogni momento, sia quando pecco sia quando sono giusto, e mi perdona, a volte dopo qualche giorno, qualche mese, qualche anno, ma mi perdona sempre

#7 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 11877 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 12:18

Tutta questa tua personale esperienza spirituale più che dovuta a qualcuno che ha sentito "all'esterno" la tua invocazione, non potrebbe essere stato un entrare in contatto con il tuo "Presente - Io interiore"?

 

Il risultato di una profonda meditazione, senza pensieri superflui ma solo con la tua solitudine e sofferenza con il desiderio/bisogno di pace interiore.

 

Tu lo hai chiamato "Dio" e va bene cosi, ma forse è solo un emanazione interiore della Sua essenza che è presente in ognuno di noi. Saranno forse stati momenti in cui il tuo ego non è stato il centro della tua esistenza.


L’emozione sorge laddove corpo e mente si incontrano (Eckhart Tolle)


#8 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 12:37

E stranamente, dopo questa profonda esperienza mistica di trasformazione, dopo pochi giorni tentai il suicidio
Perché ero ancora disperato, più disorientato, senza vedere via d'uscita
Anche l'esperienza del tentato suicidio non l'ho ancora raccontata

Ero per strada, vagavo disperato riflettendo su quello che vivevo, su quello che mi era successo, pensai che non potevo più vivere in società in quelle condizioni, disperato e perdipiu trasformato in un'altra persona che non conoscevo
Decisi di porre fine alla mia vita, di inscenare un incidente, ero convinto sarebbe stato facile, invece no

Mentre mi lanciavo a tutta velocità sulla strada per schuantarmi contro un palo e morire una parte di me si opponeva, situata nella spina dorsale, dovetti violentarla per arrivare alla conclusione, dovetti distruggere prima il mio midollo spinale che voleva rimanere attaccato alla vita, la mia spina dorsale, i miei nervi si opponevano al volerla finire
Così li violentati e li distrussi quella sera attaccati al palo della luce, loro rimasero là, io uscì dalla macchina illeso, senza più né spina dorsale né midollo osseo, ero un lombrico
Piano piano dovetti ricostruirli
Pare strano che dopo un miracolo tale io tentai il suicidio, ma così fu
Mi sentivo troppo diverso per poter affrontare di nuovo la vita vivendola da sconosciuto
Ma anche li dio non volle

#9 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 12:44

Tutta questa tua personale esperienza spirituale più che dovuta a qualcuno che ha sentito "all'esterno" la tua invocazione, non potrebbe essere stato un entrare in contatto con il tuo "Presente - Io interiore"?

Il risultato di una profonda meditazione, senza pensieri superflui ma solo con la tua solitudine e sofferenza con il desiderio/bisogno di pace interiore.

Tu lo hai chiamato "Dio" e va bene cosi, ma forse è solo un emanazione interiore della Sua essenza che è presente in ognuno di noi. Saranno forse stati momenti in cui il tuo ego non è stato il centro della tua esistenza.


Potrei anche aver invocato Satana, il demiurgo, io sono uno gnóstico, credo che questa creazione sia fallace, non so chi ho invocato, sicuramente qualcuno mi ha risposto, perché lo stato d' estasi che vivetti fu naturale, non indotto da sostanze, o meglio, più che naturale soprannaturale

#10 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1782 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 01:01

Per terminare il racconto di tutte queste mie esperienze così al limite in un così breve lasso di tempo manca solo il ricovero per tsv, voi direte non c'entra niente, invece c'entra, perché in quelle fottute settimane in cui cambiò per sempre la mia vita mi ritrovai in una struttura a essere circondato da persone ultra sensibili, testimoni tutti di una consapevolezza a volte ignorata, quella dei disordini mentali che una volta emersi lasciano che il tuo cervello non pensi, e venga in soccorso la parte nostra più sincera, quella dell'intestino, il nostro secondo cervello più sviluppato, quello che viene in soccorso quando il primo non funziona più
Così mi ritrovai in struttura circondato da persone sì stravaganti ma allo stesso tempo ultra sensibili e meravigliose
Nell'arco di quel gennaio di 17 anni fa passai per una profonda crisi mistica, un tentato suicidio, e un tso
Beh volevo raccontare un episodio importante successo in struttura
Un pomeriggio, seduto sui divanetti, un ragazzo mi fissava negli occhi incessantemente, a lungo, per molti minuti, alche io sbottai e gli chiesi
Perché mi fissi?
Lui rispose, sto cercando il tuo demone ma non lo vedo

Segno che, questa visione del mondo sottile intrinsecato nel mondo reale non è poi un fenomeno così sconosciuto

O forse é solo dedicato a noi pazzi che viviamo insieme a gente normale, percettori di un insieme di conoscenze di cui nessuno, a parte noi pazzi, vuole parlare

#11 Karver

Karver

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2170 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 01:17

cosa fare durante il risveglio è stato spiegato e divugato in molti libri e documentari

la disciplina

osservare le emozioni

osservare i pensieri

e il silenzio interiore

 

il resto è tecnica extracurriculare



#12 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 11877 messaggi

Inviato 29 novembre 2022 - 01:45

Potrei anche aver invocato Satana, il demiurgo, io sono uno gnóstico, credo che questa creazione sia fallace, non so chi ho invocato, sicuramente qualcuno mi ha risposto, perché lo stato d' estasi che vivetti fu naturale, non indotto da sostanze, o meglio, più che naturale soprannaturale

Ti è successa infatti una esperienza naturale.

 

Secondo me non hai invocato nessuno come ho già detto, avevi solo raggiunto un particolare stato interiore tramite la meditazione. In questo caso è l'ego che ti spinge a trovare il responsabile dello stato che hai sperimentato. La cosa importante è averla vissuta per poter arricchire la tua spiritualità, il resto è superfluo e fuorviante.


L’emozione sorge laddove corpo e mente si incontrano (Eckhart Tolle)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi