Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

La religione definitiva


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1319 messaggi

Inviato 05 settembre 2022 - 07:24

Non avrai altro Dio fuori di me (a meno che tu creda sufficientemente in te stesso)
Non nominare il nome di Dio invano (a meno che tu non sia consapevole che il nome di Dio è impronunciabile quindi le tue imprecazioni saranno vane)
Ricordati di santificare le feste (a meno che tu non abbia altre priorità per quei giorni)
Onora il padre e la madre (a meno che tu non abbia motivi per portare loro rancore)
Non uccidere (a meno che tu non sia giustificato dalla legittima difesa o dalla giusta causa)
Non commettere atti impuri(a meno che il commetterli non ti renda in uno stato di quiete)
Non rubare (a meno che tu non sia costretto a farlo per la tua sopravvivenza)
Non dire falsa testimonianza (a meno che il dire la verità non comporti maggiori danni e sofferenza che il mentire)
Non desiderare la donna d’altri(a meno che tu non sia veramente innamorato di quella persona)
Non desiderare la roba d’altri(a meno che il desiderare la roba d'altri non ti porti ad un voler migliorare la condizione di vita)
E ricordati, tutto è vanità, non esiste atto che non sia già stato compiuto e che ancora si compirà, non c'è nulla di nuovo sotto al cielo



#2 Tryptamine

Tryptamine

    Utente Full

  • Utenti
  • 1910 messaggi

Inviato 06 settembre 2022 - 12:51

Quei comandamenti..scritti da essere umani in carne ed ossa, che che vanno in bagno anche loro e poi tirano lo sciacquone, sono e/o dovrebbero essere suggerimenti per chi abbia voglia di immettersi sulla retta via, o detto in altro modo per chi abbia interesse nel coltivare dei valori. Riguardo il secondo comandamento.. Chi ha detto che il nome di dio è impronunciabile? Nel senso che è in lingua araba? Comunque chi ha scritto questo intendeva di non parlare di cose che non si conoscono. Boh
La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. Tutto ciò che ci circonda è un linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto il mondo si può fare quello che si vuole.

Non si può fare la rivoluzione senza amore.

#3 Karver

Karver

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2025 messaggi

Inviato 06 settembre 2022 - 05:20

dire esiste la religione defintiva è come dire esiste nel calcio la tattica perfetta

cioè un'illusione



#4 john

john

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 88 messaggi

Inviato 22 settembre 2022 - 04:52

"Tutte le religioni sono buone", si sente spesso dire. "Sono solo strade diverse che portano allo stesso luogo". Ma se così fosse, non sarebbe realmente importante quale religione si segue, perché tutte le religioni sarebbero gradite a Dio. Ma lo sono veramente?
Le diverse dottrine religiose non possono essere tutte contemporaneamente vere. Per esempio, o l’uomo ha un’anima che sopravvive alla morte del corpo o non ce l’ha. O la terra durerà per sempre o non durerà. O Dio porrà fine alla malvagità o non lo farà. Queste e altre credenze o sono giuste o sono sbagliate. Non possono esserci due serie di verità discordanti fra loro. O l’una o l’altra sarà vera, ma non entrambe. La sincerità con cui si crede o si fa una cosa non la rende giusta se in realtà è sbagliata.
Quando Gesù era sulla terra, c’era un gruppo religioso i cui membri erano chiamati farisei. Avevano costruito un sistema di adorazione e pensavano che avesse l’approvazione di Dio. Eppure, nello stesso tempo cercavano di uccidere Gesù! Perciò Gesù disse loro: “Voi fate le opere del padre vostro”. In risposta gli dissero: “noi abbiamo un solo Padre, Dio”. — Giovanni 8:41.
Il loro padre era proprio Dio? Accettava Dio la loro forma di religione? No! Infatti Gesù disse loro: “Voi siete dal diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro; egli fu omicida fin dal principio e non è rimasto fermo nella verità, . . . perché è bugiardo e padre della menzogna”. — Giovanni 8:44.
Per la loro falsa adorazione Gesù chiamò quei farisei ipocriti e serpi velenose. Disse che a motivo della loro cattiveria andavano incontro alla distruzione. — Matteo 23:25-33.
Apocalisse 12:9 spiega chi è il dio di questo mondo“Così il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, che seduce tutto il mondo, fu gettato sulla terra; con lui furono gettati anche i suoi angeli.” Non dovremmo aspettarci che domini anche le religioni seguite dalle persone del mondo? 
In nome della religione sono state fatte molte cose sbagliate.
La domanda che potremmo farci è: ‘Adoro Dio nel modo che egli approva? 
I farisei del primo secolo per esempio avevano stabilito le loro dottrine e tradizioni e le seguivano al posto della Parola di Dio. Gesù disse loro: Così facendo, voi avete annullato il comandamento di Dio a motivo della vostra tradizione.” (Matteo 15:6) 
Non è sufficiente dire di credere in Cristo e poi fare quello che ci pare. È assolutamente necessario conoscere qual è la volontà di Dio al riguardo. Gesù lo mostrò nel Sermone della Montagna, quando disse: “Non chiunque mi dice: "Signore, Signore", entrerà nel regno dei cieli; ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.” — Matteo 7:21. 
Ciò che conta è mettere in pratica la verità della Bibbia e fare la volontà di Dio perché “La fede senza opere è morta”, dice Giacomo 2:26. 


#5 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 610 messaggi

Inviato 23 settembre 2022 - 08:27

Non credo nella religione e non credo negli esseri umani. Sono stati falsi, furbi e distruttivi finora. La peggiore specie su questa terra e vorrei che sparisse.
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#6 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4770 messaggi

Inviato 24 settembre 2022 - 06:07

È così importante credere?
Quel che a taluni farebbe vergogna per le fedi è un vanto.

l'apoteosi dell'ebete!

Non è meglio cercare di sapere?
Non basta guardare alla storia (anche a quella contemporane) per vedere i danni fatti in nome di un credo?
  • G70 piace questo

#7 Pandora

Pandora

    non sono mica io

  • Moderatore
  • 16125 messaggi

Inviato 26 settembre 2022 - 02:06

È così importante credere?
Quel che a taluni farebbe vergogna per le fedi è un vanto.

l'apoteosi dell'ebete!

Non è meglio cercare di sapere?
Non basta guardare alla storia (anche a quella contemporane) per vedere i danni fatti in nome di un credo?

Pensi che i danni fatti in nome di una ideologia politica siano migliori?
E i danni compiuti in nome del potere e del denaro, della appropriazione dei territori altrui e delle risorse altrui profumano forse di buono?
Che dire dei danni compiuti in nome del progresso, invece. Belli quelli. E quelli legati al mercato?
A me sembra che tutti gli esseri umani, e indipendentemente dal mantelli nobilitanti con i quali ammantano di buone intenzioni i pretesti delle loro sopraffazioni e prepotenze, come l’esportazione di democrazia o la ricerca di armi nucleari o l’ottimizzazione produttiva o la lotta al virus, come toccano qualcosa, sempre, facciano danni intenzionali.
Poi sta alla decodifica di ognuno di noi scorporare le dichiarazioni di nobili obiettivi dalla constatazione dei danni realmente provocati.
Ma qui è come se tu dicessi che sono i nobili obiettivi ad essere sbagliati, e non piuttosto l’averli utilizzati come specchietto per allodole per nascondere ben altri obiettivi utilitaristici.

eddai però oh


#8 Lupusinfabula

Lupusinfabula

    Utente Full

  • Utenti
  • 1319 messaggi

Inviato 26 settembre 2022 - 02:16

Chi è senza peccato scagli la prima pietra
Nessuno è senza peccato
Io non sono Nessuno, Nessuno è Perfetto

#9 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4770 messaggi

Inviato 28 settembre 2022 - 04:50

Pandora@
Troverei altrettanto sciocco CREDERE nel denaro, o credere nella politica.
Credere alle leggi di mercato?
Credere nelle guerre, cosa vuol dire?

Pensa che amo non credere nemmeno a me stessa così domani sono libera di scegliere quel che ritengo piu opportuno, e mi concedo pure la libertà di sbagliare.

Quel che voglio dire è che il -credere- non equivale al sapere.

Immaginati davanti a un giudice in qualità di testimone, quanto pensi di essere considerata attendibile se dici "credo che le cose siano andate così...".

Le cose le sai, o non le sai! Punto.

Credere a una dottrina, piuttosto che a un altra, o a congetture singolari basate sul niente, è utopia.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi