Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

La metafisica non esiste


  • Per cortesia connettiti per rispondere
12 risposte a questa discussione

#1 viator1945

viator1945

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 188 messaggi

Inviato 04 maggio 2022 - 10:35

Salve. La metafisica non esiste. Ciò che viene nominato in tal modo è solo quella parte della fisica che non è ancora stata rivelata far parte della fisica stessa. Naturalmente si tratta di un "mondo" infinitamente più ampio di quello comunque rivelabile dalla fisica. La fisica "nota" o "rivelata" è solo una porziuncola.

E' il problema della conoscenza :
 

  • esiste il noto
  • poi esiste l'ignoto che diventerà noto
  • infine esiste l'ignoto che resterà per sempre tale. Tutto qui.

Ma cosa succederebbe tornando a 250 anni fa e mettendosi a spiegare il funzionamento di un motore elettrico o la possibilità di parlarsi a grandi distanze ?

Per il villico cui mostrassimo in azione gli strumenti attraverso i quali è oggi possibile generare forze sovrumane o comunicare a grande distanza, ci sarebbe solo una ipotesi (anzi : una certezza) :
 

  • nel futuro dell'umanità si manifesteranno il potere di Dio e/o quello di Satana (perchè gli effetti sensibili della corrente elettrica e delle radiazioni e.m. sarebbero ovviamente riconosciuti come opera dell'Uno o dell'altro (quindi il villico si convincerà di essere di fronte alla metafisica si affermerà sulla fisica).

Per lo studioso invece esisterebbe solo una chiarezza : nel futuro della umanità (cioè oggi ed oltre) vedremmo una stupefacente espansione delle scienze fisiche, le quali metteranno progressivamente "all'angolo" la metafisica, sino ad eliminarla dalla propria visione della vita. Saluti.





#2 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1849 messaggi

Inviato 11 maggio 2022 - 10:07

questo saluti non mi piace

la metafisica esiste ed è l'ignoto che si scopre con un'attenta osservazione

l'ignoto è nelle proprie sensazioni

la metafisica dovrebbe essere tutto quel mondo che riguarda le sensazioni

allora se tu mi dici la metafisica non esiste neghi il mondo delle percezioni

allora perchè hanno inventato le piante di potere

gli psicofarmaci, il caffè

le tecniche magiche e i rituali come la croce per i cattolici e altre cose? Sono tutti sistemi per mettere apposto le percezioni interiori

alcuni come la croce funzionano per i cristiani praticanti

altri il caffè o le piante funzionano per i ricercatori puri senza religione associata



#3 viator1945

viator1945

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 188 messaggi

Inviato 11 maggio 2022 - 12:45

Salve karver.

 

La metafisica esiste quale disciplina e corpo di concetti facenti parte della filosofia.

 

 

Poi esiste come corpo di conoscenze non note (quindi potenziali) che ho descritto qui sopra in esordio.

 

 

La percezione (letteralmente : "sentire attraverso") esiste e si manifesta in due modi : la percezione sensoriale (della quale qui non ci occupiamo) e la percezione psichica (o "spirituale", come credo la chiameresti tu) la quale si manifesta attraverso il "sentire interiore" e che giustamente tu identifichi nel "sentire interiormente".

 

Ciò che non esiste (fino a prove contrarie) non è la percezione (o concepimento) spirituale in sè, bensì l'oggetto della percezione spirituale. Ovvero - ad esempio - si può percepire spiritualmente la esistenza di Dio ma - finchè l'esistenza di Dio resta un convincimento, una fede, una emozione, un sentimento..............mancheranno le prove empiriche sia della sua esistenza che della sua inesistenza...........prove che magari ci sono ma non sono raggiungibili dalla nostra conoscenza.

 

Per questa ragione la fisica e la scienza sono fatte di conoscenza, mentre le nozioni metafisiche FORSE verranno provate e giustificate da nostre future conoscenze, ma attualmente fan parte solamente della percezione soggettiva (il sentimento) essendo prive di nostra conoscenza oggettiva o universalmente condivisa. Saluti.



#4 viator1945

viator1945

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 188 messaggi

Inviato 11 maggio 2022 - 04:25

Salve Karver. Così, per libero dialogo, permettimi qualche mio commento alla tua replica. Lo inserisco qui sotto, tra parentesi e grassettato; se vorrai, potrai replicarmia a tua volta, ma non lo ritengo indispensabile :

 

 

questo saluti non mi piace (pazienza, scusami, cercherò di non salutarti più (so bene che nei forum, ma sempre di più anche ovunque, non si usa più))

 

la metafisica esiste ed è l'ignoto che si scopre con un'attenta osservazione (dovresti precisare : l'ignoto immateriale: l'ignoto materiale solitamente viene scoperto dalla scienza).

 

l'ignoto è nelle proprie sensazioni (anche, può essere).

 

la metafisica dovrebbe essere tutto quel mondo che riguarda le sensazioni (sensazione INTERIORE : quelle ESTERIORI si chiamano invece appunto "percezioni").

 

allora se tu mi dici la metafisica non esiste neghi il mondo delle percezioni (ho già spiegato che non nego nè le sensazioni nè le percezioni).

 

allora perchè hanno inventato le piante di potere (non conosco questa espressione : forse intendi parlare di "essenze vegetali che possiedono delle proprietà curative, alterative, psicotrope.....?).

 

gli psicofarmaci, (gli psicofarmaci escono dall'industria farmaceutica e non dalla metafisica - forse appunto intendevi riferirti alle "sostanze psicotrope")..........il caffè (ecco, appunto ! ma per favore lascia perdere la metafisica della metacaffeina e del metacapuccino).

 

le tecniche magiche (scusa, ma che c'entra la tecnica con la magia ? Che tu sappia, esistono delle "pratiche magiche" che siano state accettate come BREVETTATE in qualche Paese del mondo?)

 

.......e i rituali come la croce per i cattolici e altre cose? Sono tutti sistemi per mettere apposto le percezioni interiori (Santo Cielo : "mettere apposto" che vuol dire ? Quando io ho qualcosa da "mettere a posto", mi rivolgo ad un artigiano riparatore ! Dici che sbaglio ? Esistono le autofficine per le percezioni interiori ?)

 

alcuni come la croce funzionano per i cristiani praticanti (la mezzaluna funziona o no per i mussulmani ?).

 

altri il caffè o le piante funzionano per i ricercatori puri senza religione associata (cioè per i ricercatori privi di carrello-traino ?).

 

Vorrei salutarti ma mi limiterò a saltarti.



#5 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1849 messaggi

Inviato 12 maggio 2022 - 12:57

non ho detto che non mi dovevi salutare

ho detto che quel saluti non mi piace in relazione al contesto del discorso che stavi preparando



#6 viator1945

viator1945

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 188 messaggi

Inviato 12 maggio 2022 - 03:45

non ho detto che non mi dovevi salutare

ho detto che quel saluti non mi piace in relazione al contesto del discorso che stavi preparando

OK Karver. Vuol dire allora che hai interpretato il mio "saluti" come una secca e presuntuosa forma di chiusura del discorso (cioè mi hai trovato "apodittico" = colui che parla dall'alto e non ammette repliche).

 

Mi dispiace. Se cercherai qui dentro tra i miei interventi passati, leggerai che SEMPRE io mi rivolgo al mio interlocutore augurandogli anzitutto buona salute (Salve......), e SEMPRE termino i miei interventi confermandogli tanta buona salute (.....Saluti)

 

Che ci vogliamo fare ? E' una specie di mio "tic" nervoso. A questo punto..........Saluti !.



#7 Pandora

Pandora

    non sono mica io

  • Moderatore
  • 15750 messaggi

Inviato 12 maggio 2022 - 08:54

OK Karver. Vuol dire allora che hai interpretato il mio "saluti" come una secca e presuntuosa forma di chiusura del discorso (cioè mi hai trovato "apodittico" = colui che parla dall'alto e non ammette repliche).

Mi dispiace. Se cercherai qui dentro tra i miei interventi passati, leggerai che SEMPRE io mi rivolgo al mio interlocutore augurandogli anzitutto buona salute (Salve......), e SEMPRE termino i miei interventi confermandogli tanta buona salute (.....Saluti)

Che ci vogliamo fare ? E' una specie di mio "tic" nervoso. A questo punto..........Saluti !.

Ciao
è un po’ strano il tuo discorso secondo me, perché ritieni molta fede in una branca della scienza, la fisica, e non ne contempli i risvolti inediti che l’astrofisica ha fornito proprio alla metafisica, rispolverandola e dandole nuovo splendore.

eddai però oh


#8 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1849 messaggi

Inviato 13 maggio 2022 - 08:43

OK Karver. Vuol dire allora che hai interpretato il mio "saluti" come una secca e presuntuosa forma di chiusura del discorso (cioè mi hai trovato "apodittico" = colui che parla dall'alto e non ammette repliche).

 

Mi dispiace. Se cercherai qui dentro tra i miei interventi passati, leggerai che SEMPRE io mi rivolgo al mio interlocutore augurandogli anzitutto buona salute (Salve......), e SEMPRE termino i miei interventi confermandogli tanta buona salute (.....Saluti)

 

Che ci vogliamo fare ? E' una specie di mio "tic" nervoso. A questo punto..........Saluti !.

allora ho frainteso

chiarimento risolto



#9 viator1945

viator1945

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 188 messaggi

Inviato 13 maggio 2022 - 12:49

Ciao
è un po’ strano il tuo discorso secondo me, perché ritieni molta fede in una branca della scienza, la fisica, e non ne contempli i risvolti inediti che l’astrofisica ha fornito proprio alla metafisica, rispolverandola e dandole nuovo splendore.

Salve Pandora. Grazie. Ma non è che tu stia (non saprei se volontariamente od involontariamente) supportando il mio strano discorso ?.

 

Se i "risvolti inediti" dell'astrofisica (nota branca della fisica) stanno - a parer tuo e di altri - supportando delle ipotesi "metafisiche" (in senso "classico"), vorrebbe allora dire che la fisica (astro-) sarebbe in grado di chiarire (o per lo meno di lambire, asportando un pochetto di sabbia come fanno le onde del sapere mare giunte al confine con l'ignoto la spiaggia) delle conoscenze che le dovrebbero essere estranee (perchè meta-fisiche).

 

Reciprocamente però non avviene l'inverso, ovvero non risultano risvolti della metafisica (classica) in grado di chiarire vecchie o nuove conoscenze fisiche (astro- o non astro-).

 

Quindi sembra sia la fisica quella che si avvia ad incorporare pian piano la metafisica, e non certo l'inverso.

 

D'altra parte un simile andamente risulta assai più logico del suo contrario : se la fisica è il noto e la metafisica l'ignoto.......non vorrai mica che sia l'ignoto ad impadronirsi del- e quindi poi a divorare il noto, ti pare ??. Saluti.



#10 Tryptamine

Tryptamine

    Gold seeker

  • Utenti
  • 1753 messaggi

Inviato 23 maggio 2022 - 10:07

Ciò che non esiste (fino a prove contrarie) non è la percezione (o concepimento) spirituale in sè, bensì l'oggetto della percezione spirituale. Ovvero - ad esempio - si può percepire spiritualmente la esistenza di Dio ma - finchè l'esistenza di Dio resta un convincimento, una fede, una emozione, un sentimento..............mancheranno le prove empiriche sia della sua esistenza che della sua inesistenza...........prove che magari ci sono ma non sono raggiungibili dalla nostra conoscenza.

 

 

Mi duole dover sempre far riferimento alla fisica quantistica e tirarla sempre in ballo, ma..gia piccola parte delle scoperte finora fatte convalidano in modo molto evidente le assunzioni della metafisica, anche se le implicazioni  derivanti da queste scoperte non sono state ancora del tutto metabolizzate ed accolte a cuor pieno, cioè con l "atto di fede"( scherzi a parte) dal pensiero dei più che si occupano di questa scienza solo come scienza, o in altre parole dalla concezione ufficiale, piu o meno ben nota a tutti, anche i piu esperti. Questa la f. quantistica, è una scienza che secondo me andrebbe affiancata a quello che come è stato detto sopra "sentire interiore" ma non tutti quelli bravi che parlano di f. quantistica hanno l orecchio affinato.

Come si puo affermare l esistenza di dio se nemmeno si è sicuri se l orecchio sia posizionato nella giusta direzione?

Se la scienza ha scelta la sua strada, cosi giusto che sia altrimenti non sarebbe stata scienza allora dovrà assumersi la responsabilità di addentrarsi in un territorio a lei ostile e impervio e di correre il rischio di sbagliarsi come anche no, ma resta pur sempre il fatto che ha scelto una strada assai molto piu lunga rispetto a coloro che si affidano alle proprie "strumentazioni".

Perchè come hai detto te: esiste la percezione spirituale e non l oggetto spirituale, ma senza la percezione spirituale non esisterebbe neanche l oggetto spirituale allora, visto che la percezione e l oggetto non sono e non possono essere enti staccati, al limite si puo dire che la percezione non è allineata correttamente con l oggetto di sperimentazione e quindi non non potrà conoscere l oggetto, o se lo farà ne otterrà una conoscenza distorta e deformata.

Una mia personale opinione al riguardo è che con le strumentazioni disposte dalla scienza non si potrà giungere , almeno per ora, a delle vere conclusioni anche se in verità è gia cosi in parte, perchè gli strumenti sono insufficientemente adatti a spiegare del tutto e dare conferma ad una realtà che appartiene maggiormente al mondo interiore la quale ci si può avvicinare solamente tramite l intuizione ed il sentire altrimenti sarebbe come un bella equazione riuscita ma nessuno ha capito come è stato possibile ciò.

Le prove empiriche, sempre secondo la mia opinione, ne ha bisogno solo la scienza e quelli che ancora affidano il proprio compito ad essa, chi ha conoscenza invece non ha bisogno di prove empiriche dell esistenza di una cosa o l inesistenza di un altra, lui stesso ne è la prova e ne è il testimone.


La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. Tutto ciò che ci circonda è un linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto il mondo si può fare quello che si vuole.

Non si può fare la rivoluzione senza amore.

#11 Frèyja

Frèyja

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 8400 messaggi

Inviato 24 maggio 2022 - 06:09

Sono d'accordo con tryptamine, anche se non è necessario chiamare in causa la fisica quantistica.
La metafisica riflette sul senso generale dell'esistenza. Solo un io cosciente può dare risposte concrete a certi quesiti.
Cioè qualcosa che sia naturalmente predisposto all'elaborazione olistica delle proprie percezioni. Vi è necessità che il soggetto e l'oggetto siano perfettamente integrati e connessi, che in un certo senso siano la stessa cosa. E questo non sarà mai possibile per uno strumento, per quanto sofisticato.

#12 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1849 messaggi

Inviato 24 maggio 2022 - 04:44

Sono d'accordo con tryptamine, anche se non è necessario chiamare in causa la fisica quantistica.
La metafisica riflette sul senso generale dell'esistenza. Solo un io cosciente può dare risposte concrete a certi quesiti.
Cioè qualcosa che sia naturalmente predisposto all'elaborazione olistica delle proprie percezioni. Vi è necessità che il soggetto e l'oggetto siano perfettamente integrati e connessi, che in un certo senso siano la stessa cosa. E questo non sarà mai possibile per uno strumento, per quanto sofisticato.

ti provo a spiegare quello che succede normalmente

allora l'assestamento della realtà avviene tramite la volontà e i centri nervosi

io per esempio uso i riflessi

manovro la coscienza così

con i riflessi nell'altra persona, con la volontà mia e dell'altra 



#13 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 9623 messaggi

Inviato Ieri, 25 mag 2022 alle 13:30

Cio' che candidamente posso sostenere è che come uomini brancoliamo nel buio di noi stessi e di cio' che ci circonda...Questo puo' essere l'assunto di base da cui partire...


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 visitatori, 0 utenti anonimi