Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Conte, il marziano alla corte dei gigimmattei


  • Per cortesia connettiti per rispondere
25 risposte a questa discussione

#1 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4873 messaggi

Inviato 20 novembre 2021 - 06:54

Giuseppe Conte sembra che non ne azzecchi una, a leggere i commenti.

A lui, e solo a lui viene chiesto conto dei decreti sicurezza, che furono in realtà voluti da Salvini e avallati dal M5stelle, in quel momento capitanato da Di Maio - quando Conte era ancora il semplice garante del contratto, ossia quando rappresentava la figura del tutto nuova di un presidente del consiglio privo di potere reale.

Conte si ritrova ad essere il "segretario" di un partito, dopo un gestazione avvelenata da polemiche accese sulle ambizioni e sui mal di pancia di un "fondatore" pesantissimo qual è Grillo, che ha creato o come minimo drammatizzato divisioni esistenti e latenti nella trupppa parlamentare pentastellata.

Adesso gli viene addebitata la colpa, anzi il delitto politico dell'ingenuità, avendo preso posizione contro il consueto guazzabuglio delle nomine RAI - facendo il paio con la caduta del suo (secondo) governo, voluta e promossa da un Matteo Renzi, sguinzagliato a fare liberamente danni sia dalla debolezza confusa del PD, ancora alle prese dell'eredità renziana stessa, sia dalle sotterranee strizzate d'occhio del berlusconismo.

Anche quando le conversazioni si fanno più pacate, meno faziose, viene rimproverato a Conte di non reggere il confronto mediatico, e manovriero, propagandistico, con il populismo papeetico del Matteo in felpa da spiaggia, né con la sfrontatezza del Matteo in maniche di camicia bianca, nè con la veemenza apocalittica di Yo soy Giorgia, e sotto sotto nemmeno con l'aplomb inamidato di Luigi, né ovviamnte con il carisma barricadero del Dibba.

 

Allora, però diciamolo.

Quando si vede Conte sembra una ventata d'aria fresca, l'irresistibile consolazione della normalità.

L'incredibile, quasi, presenza di un uomo che ha una professione, in cui è perfino competente, e che sa portare una giacca e una cravatta senza sembrare un manichino, o un boscaiolo vestito per la cresima della nipote.

Un borghese che non si deve travestire da borghese.

Uno che dà proprio l'impressione di essere abituato a parlare con gli occhi alla stessa altezza dell'interlocutore, e non in un microfono, o da sotto un baciamano.

Ma soprattutto un ingenuo, ossia uno che è finalmente incapace di adeguarsi alla scellerata accortezza tenuta in uso e in grande considerazione alla corte dei miracoli di quella politica in cui svettano i Mattei, che ben s'intendono coi Gigi.

 

L'ingresso della società civile in politica dovrebbe significare proprio questo - un trasloco di mentalità e di atteggiamnto, e di purezza che è anche ingenuità, non un insediamnto di "civili" che arrivano in politica con l'idea di imitare i politicanti, scimiottandone la terminologia, la cadenza e l'abitudine alla dissimulazione.





#2 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 20 novembre 2021 - 03:06

abbiamo un precedente storico, più di un secolo fa, un tizio che addirittura da giovane ne aveva fatte di cotte e di crude, che stava sulle palle sia alla borghesia e che al casato sabaudo (per quanto nato con il blasone) , un uomo proveniente da una fattoria che appena arrivato al governo, in meno di 10 anni l'ha messo nel culo a mezza europa e per poco NON ci riusciva con i savoia stessi.

anche all'epoca tutti se la prendevano con camillo benso conte di cavour, a partire dalla nobiltà che lo considerava troppo borghese, dalla borghesia che lo considerava troppo "nobile", dai protocomunisti che lo consideravano troppo vicino a nobili e borghesi, dalla destra che lo considerava troppo vicino ai comunisti. eppure fu l'unico che in qualche modo rilanciò l'economia italiana ma soprattutto, creò tutti i presupposti per l'unità d'italia, quando da secoli ci si provava e nessuno ci riusciva.

con conte accade oggi la stessa cosa, anche per questo, illo tempore (il termine NON è casuale), feci notare l'assonanza, a cui ovviamente risposero solo le critiche dei peracottari pre indicati, così come la marea di cazzate proveniente da tutte le parti. eppure conte, come cavour, nel giro di pochi mesi ha messo alla berlina la ue e soprattutto i visengard, ha dato una scossa a una politica italiana stantia e senza sbocchi, come nessun altro prima, cavour a parte. e come per cavour, dopo più di un secolo, anche per conte tocca leggere nuovamente le stesse cazzate.

prendo spunto, senza colpevolizzare, dal post sopra, oggi NON ho voglia di link.

 

 

Giuseppe Conte sembra che non ne azzecchi una, a leggere i commenti.

A lui, e solo a lui viene chiesto conto dei decreti sicurezza, che furono in realtà voluti da Salvini e avallati dal M5stelle, in quel momento capitanato da Di Maio - quando Conte era ancora il semplice garante del contratto, ossia quando rappresentava la figura del tutto nuova di un presidente del consiglio privo di potere reale.

...

conte NON era il semplice garante del contratto di governo, era il primo ministro e come tale tra le altre cose, risponde dell'operato dei suoi ministri e pone la firma sui dl presentati al pdr ed emanati, accollandosi tutta la responsabilità. a differenza di altri, ha poi fatto autocritica e ammesso le criticità addossandosi le colpe. si dovrebbe dare tanto di cappello a tanta onestà intellettuale, invece gli intellettuali lo accusano del "delitto politico" dell'ingenuità... direi che siamo ai livelli della retorica fascista della prima ora quando si attaccavano gli avversari politici con scuse del cazzo tipo la vigliaccheria per il mancato interventismo nella grande guerra. be, in fin dei conti, allora come oggi, era confindustria che aizzava i suoi cani sui media, quindi NON è cambiato nulla. 

 

 

...

Conte si ritrova ad essere il "segretario" di un partito, dopo un gestazione avvelenata da polemiche accese sulle ambizioni e sui mal di pancia di un "fondatore" pesantissimo qual è Grillo, che ha creato o come minimo drammatizzato divisioni esistenti e latenti nella trupppa parlamentare pentastellata.

...

NON è che si ritrova, lo hanno eletto i pentastellati con voto interno ed è riuscito a spuntarla anche su un grillo ormai fuori controllo, tanto da metterlo silente all'angolino, sicuramente pronto a tornare alla carica appena gliene sarà data occasione, ma oggi obbligato a rispettare contratto e regole che definiva spazzatura. sicuramente ci sono correnti interne che remano contro il nuovo capo, come in ogni partito politico, tuttavia a parte qualche rumors riecheggiato come cassandre dai media marchettari, a mo di mantra, NON esiste nulla, finora i parlamentari m5s hanno sempre seguito la linea di conte. 

 

 

...

Adesso gli viene addebitata la colpa, anzi il delitto politico dell'ingenuità, avendo preso posizione contro il consueto guazzabuglio delle nomine RAI - facendo il paio con la caduta del suo (secondo) governo, voluta e promossa da un Matteo Renzi, sguinzagliato a fare liberamente danni sia dalla debolezza confusa del PD, ancora alle prese dell'eredità renziana stessa, sia dalle sotterranee strizzate d'occhio del berlusconismo.

...

in realtà è una presa di posizione forte e precisa che delinea la vecchia linea del m5s. fuori i partiti dalla rai, le ultime nomine sono state più che partitiche, quindi il m5s NON andrà in video sulla rai. cosa ci sarebbe di sbagliato e incoerente? ah giusto, come dice renzi, il m5s ora non va più in rai perchè NON è stato "compreso" nelle nomine dei dirigenti. già, come se le precedenti nomine siano state indicate dal governo conte, quando praticamente nessun dirigente venne indicato dalle aree pentastellate... è incredibile come si riesca ancora a dare credito al bugiardo di rignano e svilupparci cazzate ignorando la realtà dei fatti, ma tant'è...

 

 

...

Anche quando le conversazioni si fanno più pacate, meno faziose, viene rimproverato a Conte di non reggere il confronto mediatico, e manovriero, propagandistico, con il populismo papeetico del Matteo in felpa da spiaggia, né con la sfrontatezza del Matteo in maniche di camicia bianca, nè con la veemenza apocalittica di Yo soy Giorgia, e sotto sotto nemmeno con l'aplomb inamidato di Luigi, né ovviamnte con il carisma barricadero del Dibba.

...

 cioè, si sta affermando che conte NON va bene perchè nelle dispute verbali NON fa lo stronzo e il bugiardo come gli altri? eh be... ricordo che questa critica fu lanciata dalla lucarelli poco prima di lasciare ilfattoquotidiano, voglio essere ottimista e pensare che si tratti di un caso. anzi, conte ha anche fatto bene a NON accettare ADESSO la sfida mediatica contro renzi, personaggio che dopo l'immane figura di merda di venerdì scorso dalla gruber, dovrebbe sparire da tutti i canali mediatici. parafrasando vauro, speriamo che l'inchiesta open, gli open le patrie galere, anche se preferirei gli si aprissero le galere di bin salman, così magari così magari oltre alla mente, gli si aprirà pure qualcos'altro. in effetti sarebbe un giusto contrappasso.

 

...

Allora, però diciamolo.

Quando si vede Conte sembra una ventata d'aria fresca, l'irresistibile consolazione della normalità.

...

in una nazione come questa, la normalità è vedere imbecilli che corrono dietro a palloni e influencers, delegando ad altri qualsiasi manifestazione di proprio raziocinio. da un certo punto di vista si potrebbe parlare di normalità perchè in fin dei conti, conte ha fatto quello che normalmente ci si dovrebbe aspettare da un primo ministro, anche se sicuramente eravamo abituati male da parecchi decenni a questa parte. l'anormale tuttavia è vedere tutta questa propaganda mediatica e i metodi utilizzati, ad ultimo la poco millantata bestia renziana, fare presa su così tante persone in italia, è qui che NON si capisce come sia possibile che tanta gente riesca a farsi millantare così facilmente. per ora rimango dell'avviso che la legge basaglia sia stata un gravissimo errore.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#3 barthez

barthez

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 342 messaggi

Inviato 20 novembre 2021 - 11:54

Per me é ancora più semplice: Conte è un esecutore o meglio un cameriere dei poteri trovereteforti internazionali filo-cinesi.
Non è complottismo. Documentatevi.
Per quando riguarda Renzi è uno che vuole essere ammesso in questi ambienti e agisce anche su ordine loro.
Questa è la situazione in estrema sintesi ma ripeto, non è complottismo, però le trame di potere che vanno oltre l'italia esistono eccome e sono abbastanza ingarbugliate.

#4 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4538 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 01:35

Infatti non è complottismo, è ricorso alla causalità semplificata.

 

Ora non entro nel merito delle cronache politiche attuali e di quel che si va tessendo , ma un dato ormai è certo: è giudizio unanime che Conte è un leader politico di valore ed è stato il miglior presidente del consiglio degli ultimi decenni *.

 

 

 

*

https://www.huffingt...5b6a1bb765009d8


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#5 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4873 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 03:50

Infatti non è complottismo, è ricorso alla causalità semplificata.

 

Ora non entro nel merito delle cronache politiche attuali e di quel che si va tessendo , ma un dato ormai è certo: è giudizio unanime che Conte è un leader politico di valore ed è stato il miglior presidente del consiglio degli ultimi decenni *.

 

 

 

Non esagerare, anche tu.

Io parlavo di Conte, non dei governi - il primo in particolare - che ha presieduto.

 

Le qualità di leader deve ancora dimostrarle, cominciando dal compito tutt'altro che facile di recuperare una parte del consenso perduto dal Movimento, dopo gli avventurosi anni caratterizzati da un leader artificiale, Di Maio, e un blogger che si è creduto un fondatore di imperi.

O come minimo mantenere i consensi che sono rimasti, legandoli al consolidarsi di una linea politica coerente.



#6 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 10:14

Per me é ancora più semplice: Conte è un esecutore o meglio un cameriere dei poteri trovereteforti internazionali filo-cinesi.
Non è complottismo. Documentatevi.
Per quando riguarda Renzi è uno che vuole essere ammesso in questi ambienti e agisce anche su ordine loro.
Questa è la situazione in estrema sintesi ma ripeto, non è complottismo, però le trame di potere che vanno oltre l'italia esistono eccome e sono abbastanza ingarbugliate.

un esecutore... di cosa poi, di certo NON di confindustria, come siamo tornati a vedere con draghi. a parte il fatto che la cina ha altri problemi adesso, come il fatto di riprendersi taiwan (e lo farà), sondare il terreno con altre nazioni per verificare la possibilità di accordi commerciali ed espansioni di mercato (parliamo sempre di una platea di un miliardo e passa di persone) è cosa naturale per un leader che tra le altre cose, cerchi di rilanciare le esportazioni, specie in un contesto dove oltre oceano si mettono dazi ad cazzum per politiche protezioniste, cercando nel contempo di strappare accordi commerciali sfruttando la leva del "ricatto commerciale" (ad esempio, la cina mi paga il vino 5 euro a bottiglia e mi assicura una commessa di almeno 1 milione di ettolitri l'anno, tu americano se lo vuoi, devi pagarne di più altrimenti vendo alla cina). per altro era il periodo degli accordi per il 5g, è cosa naturale che un capo di governo "indaghi" e si intrattenga con i leader della nazione da cui sta acquisendo tecnologia. poi se segui le cazzate diramate dal gruppo gedi, fai pure.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#7 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9769 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 11:18


Quando si vede Conte sembra una ventata d'aria fresca, l'irresistibile consolazione della normalità.

L'incredibile, quasi, presenza di un uomo che ha una professione, in cui è perfino competente, e che sa portare una giacca e una cravatta senza sembrare un manichino, o un boscaiolo vestito per la cresima della nipote.

Un borghese che non si deve travestire da borghese.

E com'era figo con quel maglioncino, quel giorno, dalla sala della protezione civile.

 

Molti non apprezzarono :rotfl:.



#8 barthez

barthez

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 342 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 01:04

No, no. Nessun gruppo gedi o cose simili.
Quando dico poteri filo-cinesi non intendo la Cina come nazione ma organizzazioni sovra-nazionali che vogliono far diventare l'italia e altre nazioni dal punto di vista economico come lei.
Se ci fai caso, cosa hanno fatto Monti, Prodi, Berlusconi etc?

#9 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 01:21

NON comprendo la tua tesi, esplica meglio.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#10 barthez

barthez

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 342 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 04:56

è una parola... 

Fatto fuori Craxi l'Italia ha cominciato ad essere "svenduta". Chi ha voluto tutto ciò? Alcuni gruppi di potere molto potenti che vedevano in Bettino un pericolo per i loro progetti. Quali progetti? Austerità, Moneta unica, (cosi come è stata fatta etc.). 

Quindi dagli 90 in poi è cominciata una demolizione sistematica dell'economia del nostro paese con presidenti del consiglio "compiacenti" come Prodi, Monti, Berlusconi,Amato etc. o con chi non ha avuto la forza di opporsi come Conte.  

Cosi hanno fatto anche con gli altri paesi, forse anche peggio, (Vedi Grecia). 



#11 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 09:26

bettino craxi... questo signore ha rubato, truffato e mentito di fronte al parlamento e ai giudici, scappando ad hammamet per evitare la galera e restituire il maltolto, senza considerare che era il principale referente di berlusconi e le sue influenze mafiose. da qualche anno è partito negli ambienti di destra una sorta di riabilitazione che può fare solamente schifo, con ade esempio frasi e previsioni nefaste che NON hanno ne capo e ne coda, pure io ricordo chiaramente che era un europeista convinto, tant'è che il famoso trattato di maastricht fu ratificato da un governo composto da dc e psi, il partito di cui craxi era presidente (tangentopoli NON era ancora esplosa),

per cui NON andrò oltre questa disamina, la tua tesi NON è minimamente presentabile o discutibile tanto è basata su cazzate.


  • Il Morto piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#12 barthez

barthez

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 342 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 11:38

Craxi non era un Santo, chi lo santifica esagera, ma dove avrebbe mentito in parlamento? Ammise che tutti i partiti rubavano e invitò ad alzarsi in piedi e dire pubblicamente chi non prendeva soldi illeciti, nessuno si alzò, nemmeno quelli della lega che a quei tempi erano il "nuovo".
Poi, se vogliamo parlare di quanti soldi ha intascato Bettino personale é un altro discorso.
Ti dico solo questo, ad oggi il suo presunto tesoro non è stato ancora trovato.
I famosi 13 miliardi intestati sul conto svizzero erano del partito, non suoi.

#13 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4873 messaggi

Inviato 22 novembre 2021 - 10:41

Craxi non era un Santo, chi lo santifica esagera, ma dove avrebbe mentito in parlamento? Ammise che tutti i partiti rubavano e invitò ad alzarsi in piedi e dire pubblicamente chi non prendeva soldi illeciti, nessuno si alzò, nemmeno quelli della lega che a quei tempi erano il "nuovo".
Poi, se vogliamo parlare di quanti soldi ha intascato Bettino personale é un altro discorso.
Ti dico solo questo, ad oggi il suo presunto tesoro non è stato ancora trovato.
I famosi 13 miliardi intestati sul conto svizzero erano del partito, non suoi.

 

 

Craxi è stato l'equivalente di Andreotti, in chiave socialista.

Una persona molto intelligente, un leader di indubbie capacità manovriere, e dotato di una propria visione del mondo e della politica.

Un uomo di successo.

Ma ha usato male, malissimo le proprie qualità.

Anticomunista, proprio nel momento storico in cui il comunismo italiano - con Berlinguer - usciva dalla gabbia del sovietismo.

Ha superato il concetto del consociativismo, sostituendolo col disegno di essere più democristiano dei democristiani, sbaragliandone il potere con un cinismo doppio e più sfrontato - il suo allievo, non si sa quanto consapevole, in questo senso è Renzi - entrambi hanno portato (Renzi molto più rapidamnte) al disastro il partito del quale erano stati dapprima segretari di successo.



#14 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 22 novembre 2021 - 11:26

irrilevante, comunque era un ladro e seppur in esilio, l'ha fatta franca. uomini così NON andrebbero ricordati se NON in negativo, ne tanto meno millantati per le loro (presunte) parole di saggezza.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#15 barthez

barthez

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 342 messaggi

Inviato 22 novembre 2021 - 05:45

Tutti rubavano.

#16 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4538 messaggi

Inviato 22 novembre 2021 - 08:37

irrilevante, comunque era un ladro e seppur in esilio, l'ha fatta franca. uomini così NON andrebbero ricordati se NON in negativo, ne tanto meno millantati per le loro (presunte) parole di saggezza.

 

"Quoto in toto"

 

 

 

Non esagerare, anche tu.

Io parlavo di Conte, non dei governi - il primo in particolare - che ha presieduto.

 

Le qualità di leader deve ancora dimostrarle, cominciando dal compito tutt'altro che facile di recuperare una parte del consenso perduto dal Movimento, dopo gli avventurosi anni caratterizzati da un leader artificiale, Di Maio, e un blogger che si è creduto un fondatore di imperi.

O come minimo mantenere i consensi che sono rimasti, legandoli al consolidarsi di una linea politica coerente.

 

Conte, al suo primo governo, ha fronteggiato la piu' grave crisi dal dopo guerra e l'è cavata egregiamente.

 

Detto questo, su cosa è stato quel movimento con me sfondi una porta aperta: e chi se li scorda quegli anni di urlatori da tubo catodico, con la gente con le vene del collo gonfie, le brutte parole che si sono sentite - specialmente sui social - e quant'altro .

 

Io pero' me la prendo con Achille e Mario perchè era chiaro che abbandonare una politica fondata sui partiti per passare alla figura del leader carismatico voleva dire aver capito ben poco della storia * .

 

Ma tant'è, "acqua passata non macina piu' ", siamo nell' epoca del populismo,  chissà se ne usciremo mai e se sopratutto se ne usciremo tutti interi, visto che il moto perptuo promesso dai leader populisti non esiste nemmeno in economia politica  e l'entropia prima o poi presenta il conto, doloroso .

 

 

 

 

*

Il prof. Barbero sostiene che la storia non insegna mai nulla - salvo di non invadere la Russia -

Ed è vero, purtuttavia la storia mostra come è proprio la figura del leader carismatico, quello che non sbaglia mai,  che poi porta le nazioni alla rovina.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#17 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10096 messaggi

Inviato 22 novembre 2021 - 10:13

Tutti rubavano.

embè, la retorica del così fan tutti dovrebbe in qualche modo giustificarlo? craxi era a capo del psi, c'era la legge del finanziamento pubblico dei partiti, avrebbe benissimo potuto dare un esempio di onestà, semantica assai pubblicizzata all'epoca, invece è dovuto scappare per la vergogna e paura di farsi le patrie galere. solo su una cosa ha avuto ragione, ossia che ha pagato più di molti altri, ma NON vuotò mai completamente il sacco, quindi la cosa lo renderà ancora complice del sistema e immune a qualsiasi riabilitazione politica, checchè ci abbiano provato in mille modi negli ultimi anni, comprese queste presunte profezie sull'euro.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#18 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4873 messaggi

Inviato 23 novembre 2021 - 01:45

"Quoto in toto"

 

 

 

 

Conte, al suo primo governo, ha fronteggiato la piu' grave crisi dal dopo guerra e l'è cavata egregiamente.

 

Detto questo, su cosa è stato quel movimento con me sfondi una porta aperta: e chi se li scorda quegli anni di urlatori da tubo catodico, con la gente con le vene del collo gonfie, le brutte parole che si sono sentite - specialmente sui social - e quant'altro .

 

Io pero' me la prendo con Achille e Mario perchè era chiaro che abbandonare una politica fondata sui partiti per passare alla figura del leader carismatico voleva dire aver capito ben poco della storia * .

 

Ma tant'è, "acqua passata non macina piu' ", siamo nell' epoca del populismo,  chissà se ne usciremo mai e se sopratutto se ne usciremo tutti interi, visto che il moto perptuo promesso dai leader populisti non esiste nemmeno in economia politica  e l'entropia prima o poi presenta il conto, doloroso .

 

 

 

 

*

Il prof. Barbero sostiene che la storia non insegna mai nulla - salvo di non invadere la Russia -

Ed è vero, purtuttavia la storia mostra come è proprio la figura del leader carismatico, quello che non sbaglia mai,  che poi porta le nazioni alla rovina.

 

E anche a non invadere l'Afghanistan.

 

***

Quando ci fu l'ondata referendaria improntata al maggioritario e dintorni - personalizzazione della politica e leaderismo - era abbastaanza facile prevedere ciò che sarebbe successo.

Ma anche allora i vagheggiatori del "rinnovamento" non volevano sentire ragioni, e chi non era d'accordo, cioè chi ragionava in termini sociologici, o chi difendeva ciò che c'era di buono nel concetto di partito politico (al netto delle malversazioni, che per altro erano note da gran tempo) era considerato o come minimo definito un amico della "vecchia politica", se non addirittura un complice dei tangentisti, corrotti e corruttori, e della partitocrazia.

Un fenomeno di incomprensione, che si è ripetuto nel momento in cui avvenne la fusione a freddo tra gli eredi della sinistra e i profughi della DC e di parte dei cosiddetti laici, cioè la fondzione del PD.

E ripetuto ancora quando il PD stesso è finito nelle mani di Renzi.

E poi ancora,a proposito dei 5stelle, quando era facile prevedere che si sarebbero trasformati rapidamnte, necessariamnte un partito, e che quegli espedienti verbali che servivano a testimoniare la loro "diversità" sarebbero a mano a mano svaporati, quando fossero stati alle prese con la realtà parlamentare e di governo.



#19 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4538 messaggi

Inviato 23 novembre 2021 - 04:18

E anche a non invadere l'Afghanistan.

 

***

 

 

il baratro in cui è precipitato l' Afghanistan , dal quale chissà quando ne uscirà se mai ne uscirà, porta il nome di un solo responsabile: rambo  (in senso figurato ovviamente) .

 

L'Afghanistan si era emancipato, le foto prima degli anni 80, ossia prima dell'arivo di rambo, mostrano un paese felice, uguale a una qualunque nostra provincia.

 

Ma niente, rambo non dormiva sonni tranquilli al pensiero che un popolo si postesse emancipare e i risulati sono oggi ben noti - a proposito, i media hanno spento i riflettori sull' Afghanistan e li hanno accesi sulla biellorussia -

 

Quanto al movimento bastava riascoltare/ripensare con un minimo di distacco le parole che si sono pronunciate negli anni della sua ascesa per far farsi venire la pelle d'oca (quel che succese ad esempio a matera durante un cominzio è da incubo ) .

 

Ma il significato delle parole conta poco nell'epoca del web, quel che conta, per chi vuole aver lo scettro del potere, è svegliare i mostri dell' id attraverso l' uso degli altorparlanti e dei tubi catodici (alias attarverso l' uso del marketing) per lanciare così esche emotive con cui garantirsi un abbandonte pescato.

 

Sono cose già note, già usate prima degli anni 90 , stra usate negli anni 90 per sfuggire al terremoto di mani pulite  e che continuano ad essere usate .

 

In sostanza per sfuggire a mani pulite si fece ricorso alla cosa piu' ovvia: si fece ricorso agli esperti di pubblic relation, alias agli esperti dimarketing e propaganda .

 

E fu così che buone parte dei media tarsformarono gli imputati dei fatti di mani pulite in grandi statisti vittime del sistema , di difensori dell' occidente dai bolscevichi e così via .

 

La cosa peggioro' con l'arrivo del web:  i fatti di cronaca giudiziaria degli anni 90  divennero un complotto della perfida albione , dei rettiliani, della lobby del "signor aggio" e così via .

 

In sintesi: c'è stata e c'è tuttora una lotta senza quartiere all' intelligenza per carpire il nostro consenso e non ci sono anticopri culturali che possono resitere a questo bombardamento mediatico continuo .

 

Quanto al PD e dintorni, la verità la scrisse negli anni 90 la rivista di satira "cuore" : la colpa non è dell' elettorato ipnotizzato dai tubi catodici, la colpa è anche di chi è  stato ed è incoerente con le idee che invece dovrebbe rappresentare ed onorare.

 

In sintesi, vale cio' che detto "il cinese":  se insegue il pensiero reazionario sul piano dell' ideologia politica, l' elettorato preferisce quello originale, non la brutta copia; il risulato è che così non si raccolgono consensi a destra e li si perdono a sinistra .

 

Che è quello che è successo .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#20 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4538 messaggi

Inviato 23 novembre 2021 - 04:47

embè, la retorica del così fan tutti dovrebbe in qualche modo giustificarlo? craxi era a capo del psi, c'era la legge del finanziamento pubblico dei partiti, avrebbe benissimo potuto dare un esempio di onestà, semantica assai pubblicizzata all'epoca, invece è dovuto scappare per la vergogna e paura di farsi le patrie galere. solo su una cosa ha avuto ragione, ossia che ha pagato più di molti altri, ma NON vuotò mai completamente il sacco, quindi la cosa lo renderà ancora complice del sistema e immune a qualsiasi riabilitazione politica, checchè ci abbiano provato in mille modi negli ultimi anni, comprese queste presunte profezie sull'euro.

 

Il risulato di quelal politica fu semplice: un debito pubblico schizzato alle stelle .

 

Ma tranquilli,le cose non sono cambiate  piu' di tanto:

 

https://www.blitzquo...-frode-3432082/

 

"Un titolo de La Repubblica, un titolo molto naturalmente e genuinamente spontaneo, un titolo che viene…da lontano. Dice il titolo: “minore convenienza da stretta anti frode”. Si riferisce al bonus 110% e ai bonus casa in generale. Lo dice con il preciso tono del rammarico. Infatti non dice meno imbrogli, meno trucchi, meno illegalità, meno sprechi da stretta anti frode. Dice minore convenienza. Convenienza, termine che non a caso appare al quotidiano come il più appropriato. Appropriato ad una vita pubblica e a un modo di essere cittadini che contempla farsi convenire il fregare lo Stato e il prossimo. E rammaricarsi quindi quando la convenienza cala."


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi