Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

i danni del mercato libero

licenziamenti

  • Per cortesia connettiti per rispondere
32 risposte a questa discussione

#21 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4464 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 12:45

Le cose sono molto semplici, basta rileggersi i post e si trova l' hostile media effect , l' Argumentum ad Monsantium  e tanto altro ancora .

 

Dal mio modesto, modestissimo punto di vista al momento non ci sono alternative migliori al libero mercato perchè attualemnet è il sietma piu' efficace nella produzione di beni materiali ed immateriali .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero




#22 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10072 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 01:20

Un mix tra hostile media effect  e Argumentum ad Monsantium .

 

semplice cut & past da google

 

Le cose sono molto semplici, basta rileggersi i post e si trova l' hostile media effect , l' Argumentum ad Monsantium  e tanto altro ancora .

 

Dal mio modesto, modestissimo punto di vista al momento non ci sono alternative migliori al libero mercato perchè attualemnet è il sietma piu' efficace nella produzione di beni materiali ed immateriali .

NON sono una cima in latino ovviamente, tuttavia comprendo l'accezione del delle locuzioni che hai usato, quello che NON capivo (e questo significava la mia richiesta di traduzione) è cosa cazzo c'entra con il discorso in auge visto che parliamo di fatti veri e conclamati, ma finalmente l'arcano è svelato.

ebbene sostieni che il libero mercato sia il migliore asset per la produzione di beni materiali e immateriali... va bene, ma migliore per chi? per l'operaio che viene sfruttato? no di certo. va bene per il consumatore finale? più no che si perchè si ritrova con beni imposti da standard sociali ed etici che NON soddisfano i suoi reali bisogni, spesso con qualità scadente e costi di acquisto decuplicati rispetto a quelli di produzione, senza considerare il costo in impatto ambientale perchè per "rientrare" nelle spese, gli imprenditori NON si fanno scrupoli nell'inquinare tagliando per quanto possibile le spese per la sostenibilità ecologica o addirittura fottendosene alla grande. soddisfa gli imprenditori? ovvio, producono e vendono tanto spendendo poco sia in materiali che manodopera, chiedono in continuazione sussidi e incentivi allo stato che secondo la loro visione, deve cagare soldi ma evitare assolutamente di controllare i mercati o rompere le palle quando bisogna dismettere beni o lavoratori in nome del profitto.

ora riguardiamo il dipinto di grosz, nella fattispecie l'asino con il paraocchi che si nutre dei discorsi del capitano d'industria scritti dai lacchè mediatici, poi guardiamoci allo specchio.


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#23 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1599 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 02:59

io penso che se si continua con questa filosofia di licenziare inviando una mail ai lavoratori e alle lavoratrici mancando così di rispetto alla dignità umana, al diritto al lavoro, alla costituzione e al lavoro stesso non passerà troppo tempo prima che qualcuno prenda in mano una pistola e incominci a sparare.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#24 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4464 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 07:24

Ma piantala, che non cose da dire nemmeno per scherzo .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#25 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10072 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 07:52

io penso...

il vero problema è proprio quello. certamente di fronte a certi fatti, come l'essere licenziati via mail, lasciano esterrefatti perchè tra le altre cose, davvero si avverte la sensazione che le persone sono merci, da utilizzare e sbarazzarsi a piacimento dell'azienda, eppure quante critiche, quante cazzate abbiamo letto riguardo il decreto dignità del conte1 che poneva forti freni su pratiche come queste? questo è il peggior danno ideologico di gran parte della classe dirigente di confindustria, il fatto di poter influenzare, politicamente e attraverso i media, il pensiero comune e portarlo dalla propria parte, anche a scapito degli stessi lavoratori che si ritrovano a essere schiavi inconsapevoli che difendono il loro padrone, per poi "svegliarsi" quando il loro padrone li scarica. e la cosa, per lo meno in italia, riguarda tutti i settori, a partire da quello ecologico e per finire, in ultimo, a quello della giustizia, con una riforma che praticamente annienta i reati tipici di una certa classe dirigente a cui, con questa riforma, converrà eccome delinquere. 

 

 

Ma piantala, che non cose da dire nemmeno per scherzo .

ma tu le dici, facendo pure lo splendido con qualche citazione latina.


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#26 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1599 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 11:52

..., per poi "svegliarsi" quando il loro padrone li scarica. e la cosa, per lo meno in italia, riguarda tutti i settori, a partire da quello ecologico e per finire, in ultimo, a quello della giustizia, con una riforma che praticamente annienta i reati tipici di una certa classe dirigente a cui, con questa riforma, converrà eccome delinquere. 

 

Il reato di cui parli è quello di poter bypassare , passare sopra agli accordi stipulati e firmati fra sindacato e governo. Parlo dell accordo di proroga dei blocchi dei licenziamenti che doveva scadere a ottobre di quest'anno e che invece non è stato rispettato per via , per come la vedo io, di un sistema che prevede che la gestione dei vari comparti di una multinazionale sia di chi la finanzia . così un fondo monetario diventa una socetà che gestisce e decide se vendere, comprare , spostarsi in un altro paese,,licenziare. Quindi chi è il vero padrone il quale il lavoratore si deve svegliare? per come la vedo io non è più il datore di lavoro , è più a monte , nascosto dai riflettori , agisce in borsa e la sua presenza non è fisica ma sempre e solo virtuale. sono gli azionisti , il padrone è diventato un fondo monetario che è come un fiume con tanti afluenti. E qui mi ripeto..l' economia del mercato libero è un sistema per allocare i beni all'interno della società: chi ottiene cosa, e cosa viene prodotto, è determinato non dallo stato, ma dal potere d'aquisto mediato dalla domanda e dall'offerta all'interno del mercato. Ma è un sistema che non è esente da quello che coddesti signori chiamerebbero " effetti collaterali ".
 


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#27 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10072 messaggi

Inviato 31 luglio 2021 - 12:30

hai riportato diverse inesattezze. il blocco dei licenziamenti scadeva a giugno e si dava per scontato il rinnovo fino ad ottobre, la cosa era data dal regime di emergenza pandemica. inoltre la maggioranza degli accordi stato-imprese in caso di violazioni, vertono sul civile, mentre l'attuale riforma della giustizia riguarda il penale, nella fattispecie mi riferivo ad esempio ai reati "tipici" come la corruzione, fallimenti fraudolenti e reati ecologici per citarne alcuni, che sicuramente avranno un'impennata quando inizieranno ad arrivare i fondi del pnrr. per altro grandi processi come il ponte morandi, mottarone e o la strage di viareggio, anch'essi ascrivibili contro le grandi imprese, rischiano l'improcedibilità.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#28 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1599 messaggi

Inviato 31 luglio 2021 - 01:26

l'accordo prevedeva di dover usufruire degli ammortizzatori sociali prima di procedere con i licenziamenti, il fatto è che queste imprese non hanno licenziato per causa crisi , o pandemia che si voglia.  Lo hanno fatto per una strategia di mercato. Ed questo modo di licenziare che io sto denunciando fin dall inizio. Se il licenziamento è lecito per una manovra di mercato allora gli ammortizzatori non servono in quel caso. Ci devrobbe essere se mai undecreto legge che impedisce questo tipo di politca aziendale . Cioè ritenere licenziamento per ingiusta causa qualora essi avvengono per motivi diversi da crisi , e mancanza di richiesta del bene prodotto. Ritengo che bisogna muovere una poliitica che si basa sulla conservzione del posto di lavoro . Non può e non deve essere così facile licenziare.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#29 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10072 messaggi

Inviato 01 agosto 2021 - 01:34

il decreto dignità con le sue regole, iniziava a muoversi in questo senso, tuttavia nell'attuale regime economico lo stato NON può intromettersi nelle strategie aziendali, tra le altre cose sarebbe pure incostituzionale, per cui si possono solo utilizzare sistemi "di mantenimento" come gli ammortizzatori sociali, oppure strumenti di "persuasione" come incentivi et similia. sempre che lo stato abbia voglia di farlo, perchè come abbiamo visto con l'esecutivo draghi, ma soprattutto con quello renziano o berlusconiano, ci si è sempre mossi troppo a favore delle imprese, "dimenticandosi" l'articolo 1 della costituzione.

per come la vedo io, i lavori, tutti, dovrebbero essere tutelati dallo stato e dati in "concessione" alle aziende, quando queste, per un motivo o un altro, devono licenziare, ci pensa poi lo stato a mantenerli e ricollocarli, infatti il rdc si muoveva in tal senso.

per il resto, vale il discorso di paolo villaggio


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#30 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5681 messaggi

Inviato 09 agosto 2021 - 03:34

Ma in Italia il libero mercato quando c'è mai stato?



#31 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9665 messaggi

Inviato 10 agosto 2021 - 08:43

Ma forse il mercato libero non è mai esistito mai, in nessuna parte del mondo.



#32 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10072 messaggi

Inviato 10 agosto 2021 - 07:28

articolo didattico che fa capire come stanno davvero le cose, al netto delle cazzate di confindustria e dei suoi giornalai.

https://www.ilfattoq...estero/6287849/

 

ergo, il libero mercato viene praticamente inteso da confindustria come una forma moderna di schiavitù, in cui le persone cessano di essere tali e diventano numeri. dando spazio a questo think tank, stupirsi di licenziamenti via mail o whatsapp. per forza poi quando arriva un governo che vuole cambiare il mazzo di carte con leggi a favore dei lavoratori e redistribuire il reddito verso il basso, confindustria e i suoi lacchè mediatici si cospargono il capo di cenere e danno libero sfogo alla propaganda, con i sinistri e gli analfabeti funzionali a bocca aperta pronti a ingoiare qualsiasi merda spacciata per cioccolato dai prenditori.


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#33 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1599 messaggi

Inviato 10 agosto 2021 - 07:39

lo stesso titolo "mercato libero" fa intendere qualcosa di positivo , la libertà è una bella parola ma qui viene usata per mascherare uno sporco sistema di profitto , profitto che non è mai a favore dei lavoratori in quanto "soggetti dipendenti"e come tali , passibili di sfruttamento. Se non si fanno decreti e leggi forti a favore dei lavoratori questi sono pronti a sfruttare fin quando il lavoratore èutile per poi disfarsene e cominciare da capo , magari in un altro paese, cambiando nome della azienda e cambiando il prodotto finale.  e questo non è tutto , se si pensa che il lavoro causa ancora mille morti all anno o di più. corsi di formazione? manco per il cazzo , lavorare ed essere puntuali, sempre presenti , sempre produttivi.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi