Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

i danni del mercato libero

licenziamenti

  • Per cortesia connettiti per rispondere
32 risposte a questa discussione

#1 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1628 messaggi

Inviato 23 luglio 2021 - 06:18

Non so bene come mettere giù il tutto ma penso che sia importante togliere ogni velo da quello che viene tenuto nell ombra . Parlo dei licenziamenti avvenuti alla GKN , la TIMKEN e la Wirpool . Per quanto riguarda la GKN di firenze e i licenziamenti avvenuti tramite mail sono andato a verificare chi gestisce tale propietà. Ebbene ho scoperto che la socetà è stata letteralmente comprata da un fondo azionistico britannico che si chiama Melrose .

Questo perchè  l' economia del mercato libero è un sistema per allocare i beni all'interno della società: chi ottiene cosa, e cosa viene prodotto, è determinato non dallo stato, ma dal potere d'aquisto mediato dalla domanda e dall'offerta all'interno del mercato.  Ora se un fondo azionistico ha potere d'aquisto e di comprarsi una mutinazionale ha anche il potere di stabilirne vita  o morte . Così uno di quei signori ha detto ai soci " sai che c'è? vendiamo la sede GkM di firenze, che il profitto di quella vendita è molto più alto del profitto che ne avremmo pagando tutti quegli operai" così lo stabilimento licenzia 422 lavoratori e lavoratrici. la Wirpool lascia a casa 340 lavoratori e chiude la sede non perchè ai gestori americani non gli piace il golfo di Napoli , ma perchè chiudendo a Napoli e spostandosi nei paesi dell est , pagano meno tasse, meno iva, meno costo del lavoro, agevolazioni fiscali  e via dicendo. Ora  è la timken ha chiudere a Brescia e lascia a casa 110 persone e i motivi sono sempre gli stessi. Profitto e guadagno a discapito dei lavoratori e delle lavoratrici e il meccanismo del mercato libero agevola questo tipo di filosofia . C'erano i blocchi dei licenziamenti e l'accordo di proroga fra governo e sindacati, niente, queste socetà se ne strafottono degli accordi sindacali e poi dietro c'è federmeccanica e confidustria che premono per dare il libero permesso ai licenziamenti perchè quello che vogliono è avere la possibilità di mandare a casa i dipendenti quando e come vogliono senza aver nessun obbligo nei loro confronti . SO che sapete anche voi tutto questo, tuttavia mi piacerebbe sapere il vostro parere e se le conclusioni a cui sono arrivato io sono corrette oppure no.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D




#2 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 23 luglio 2021 - 07:40

purtroppo NON riesco più a trovare questa perla sul tubo, ma poco tempo fa sentii asserire da alessandro barbero, che in italia ci portiamo dietro da millenni una elite, un cancro del sistema che all'epoca era il senato romano e che oggi definiamo confindustria. totalmente d'accordo con questa sua visione della cosa. 


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#3 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1628 messaggi

Inviato 24 luglio 2021 - 07:39

noto che avete poco da dire riguardo l argomento


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#4 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 26 luglio 2021 - 10:25

per forza, senza il "commento" dei media marchettari, manca il materiale da pappagallare. 


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#5 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1628 messaggi

Inviato 26 luglio 2021 - 05:36

purtroppo è così ...stendo un velo pietoso


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#6 Il Morto

Il Morto

    Pandemio

  • Utenti
  • 22064 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 08:45

vuoi che ti faccio l'esempio della FIAT che pretendeva che alcuni fornitori lavorassero in esclusiva.

così da aver diritto di vita e di morte su quei poveri cristi.

nell'immediato aveva la possibilità di strappare un prezzo conveniente per lei e un ordine aperto a questi fornitori che garantiva una certa stabilità di entrate.

poi è arrivato il 2008 e con la crisi la fiat ha smesso di approvigionarsi.

 

decretando tra l'altro la fine di molte di quelle piccole imprese.

 

se io faccio i sedili solo per FIAT li faccio per tutta la vita e questo mi conviene, ma quando fiat smette di chiedere? ciao.

 

non è un problema di adesso.

è un problema insito nel sistema.

 

ma un mercato non libero funzionerebbe?

la cina ci fa capire di sì ma la cina si confronta con mercati liberi.

 

sono passati 20 anni dal G8 di genova e già all'epoca era pieno di PMI italiane che delocalizzavano.

chi in romania, chi in bulgaria, chi in albania.

in soldoni non è praticamente cambiato un cazzo.

ah no qualcosa è cambiato: sono arrivate altre multinazionali che fanno accordi finanziari vantaggiosi dove si pagano meno tasse.

e questo però non incide sulla localizzazione della produzione perchè la apple sempre in cina fa fare i telefoni. e paga le tasse dove gli conviene di più.

 

forse è addirittura peggiore perchè ha il potere di influenzare le decisioni economiche di uno stato.

quindi mercato libero un cazzo... 

 

il mercato è libero ma per alcuni è più libero che per altri. cit.

orwellone ci prende sempre, mi spiace

 

ma c'è anche un altro aspetto.

un mercato non libero prevede la pianicificazione dellì'economia da parte dello stato.

in italia questo sarebbe fattibile?

o anche nel resto del mondo, mi chiedo.

 

questo sistema fa i danni di tanti ma per pochi è vantaggioso.

il problema è che le mega corporazioni (un temine meno cyberpunk non l'ho trovato) ora hanno il potere di influire con accordi su altri stati.

e tutto perchè questi stati hanno un bisogno.

 

non dico sia un serpente che si morde la coda ma fre tabula rasa converrebbe non poco.

 

ai tempi si parlava d fabbriche autogestite dagli operai.

20 anni fa.

dopo è venuto solo il nulla. con il beneplacito di tutti noi.

 

PS:io per una multinazionale ci lavoravo.

i nostri programmatori indiani erano come la mortadella. un tanto al kg. costavano talmente poco che non era un problema farli venire a pacchi stoccarli in un albergo per un tot. e poi farli tornare in india a lavorare con fuso italiano...

 

di lì io me ne sono andato.

avevo il vomito ogni santo giorno che entravo in ufficio.


Samsara 1 - Nirvana 0

#7 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 01:39

la fiat andrebbe soprattutto ricordata per tutti i soldi che si è fatta dare dallo stato sotto forma di aiuti e incentivi, così come la porcata del referendum interno a pomigliano nel 2014 quando vennero gravemente lesi i diritti dei lavoratori, coadiuvato dal jobs act renziano, per altro scritto a 4 mani da confindustria stessa.

 

...

ma c'è anche un altro aspetto.

un mercato non libero prevede la pianicificazione dellì'economia da parte dello stato.

in italia questo sarebbe fattibile?

o anche nel resto del mondo, mi chiedo.

...

è il fil rouge di questi tempi. i paesi dello sco che ormai rappresentano la metà della popolazione mondiale, spingono proprio su questa dottrina di lasciar decidere ai governo come pianificare, in accordo con le altre nazioni partecipanti, l'economia, in virtù del fatto che ogni nazione ha le sue peculiarità in fatto di materie prime, disponibilità di manodopera specializzata o meno, infrastrutture e tecnologie, il tutto cercando di rientrare nel rispetto dei diritti dell'uomo e nella salvaguardia del pianeta. ed è una cosa che fa impazzire gli atlantisti, infatti nel 2018 il rapporto sulla strategia di difesa nazionale americano di james mattis parlava espressamente di difesa dello stile di vita, riferendosi nemmeno tanto velatamente, proprio al tipo di dottrina economica. tuttavia per quanto gli atlantisti starnazzino, le ultime evidenze del cambiamento climatico, così come le prime crisi dovute alla difficoltà di reperibilità delle materie prime, stanno portando il dibattito internazionale proprio sulla pianificazione statale, come già da diversi mesi si parla nella ue con quella bozza che pone diversi obiettivi da raggiungere entro il 2050, NON solo in ambito climatico, il documento si dilata anche sulle gestione delle economie, cosa che fa incazzare NON poco confindustria e i suoi partner europei, tanto da quasi NON citare nei loro media di riferimento, questa bozza.

quindi per rispondere alla domanda, si, è fattibile ma soprattutto auspicabile quanto prima visto che con l'attuale dottrina economica, oltre che alimentare guerre, stiamo consumando e distruggendo il pianeta.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#8 Il Morto

Il Morto

    Pandemio

  • Utenti
  • 22064 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 01:48

la fiat andrebbe soprattutto ricordata per tutti i soldi che si è fatta dare dallo stato sotto forma di aiuti e incentivi, così come la porcata del referendum interno a pomigliano nel 2014 quando vennero gravemente lesi i diritti dei lavoratori, coadiuvato dal jobs act renziano, per altro scritto a 4 mani da confindustria stessa.

 

è il fil rouge di questi tempi. i paesi dello sco che ormai rappresentano la metà della popolazione mondiale, spingono proprio su questa dottrina di lasciar decidere ai governo come pianificare, in accordo con le altre nazioni partecipanti, l'economia, in virtù del fatto che ogni nazione ha le sue peculiarità in fatto di materie prime, disponibilità di manodopera specializzata o meno, infrastrutture e tecnologie, il tutto cercando di rientrare nel rispetto dei diritti dell'uomo e nella salvaguardia del pianeta. ed è una cosa che fa impazzire gli atlantisti, infatti nel 2018 il rapporto sulla strategia di difesa nazionale americano di james mattis parlava espressamente di difesa dello stile di vita, riferendosi nemmeno tanto velatamente, proprio al tipo di dottrina economica. tuttavia per quanto gli atlantisti starnazzino, le ultime evidenze del cambiamento climatico, così come le prime crisi dovute alla difficoltà di reperibilità delle materie prime, stanno portando il dibattito internazionale proprio sulla pianificazione statale, come già da diversi mesi si parla nella ue con quella bozza che pone diversi obiettivi da raggiungere entro il 2050, NON solo in ambito climatico, il documento si dilata anche sulle gestione delle economie, cosa che fa incazzare NON poco confindustria e i suoi partner europei, tanto da quasi NON citare nei loro media di riferimento, questa bozza.

quindi per rispondere alla domanda, si, è fattibile ma soprattutto auspicabile quanto prima visto che con l'attuale dottrina economica, oltre che alimentare guerre, stiamo consumando e distruggendo il pianeta.

 

poi Marchionne da confindustria ci è pure uscito in quanto aveva la mani ancora troppo legate.

 

che sia fattibile ce lo insegna il socialismo reale, ma come fai notare parte del mondo si oppone.

secondo me all'italia gioverebbe ma sarebbe utile una qualche lista di proscrizione perchè abbiamo in parlamento non pochi fiancheggiatori di quello che definisci l'erede del senato romano.

 

comuqnue ormai non è più tempo di libero mercato. anche se taluni fanno passare questa cosa come totalitarismo ma non è necessariamente totalitarismo pianificare un'economia.

ma si tratterebbe di andare contro quello che si è fatto negli ultimi decenni: la privatizzazione.


Samsara 1 - Nirvana 0

#9 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 02:10

infatti, ecco perchè hanno buttato giù i governi conte. a parte il discorso giustizia che ci sta tutto, bastava vedere le reazioni di confindustria agli esecutivi conte sia per bocca di bonomi, sia per tutti i media marchettari al loro soldo. e si sono incazzati ulteriormente quando conte, in qualità di primo ministro, si è presentò all'assemblea di confindustria per esprimere i pensieri cardini del protocollo 2050. 

inoltre per come la vedo io, il discorso va oltre l'ideologico, qui NON si tratta più di stabilire un sistema politico o economico, quanto di etica, perchè comportandoci come abbiamo fatto finora, semplicemente ci stiamo mangiando il pianeta e praticamente niente è stato fatto finora di attivo per salvaguardare la biosfera terrestre, a parte un sacco di chiacchiere.

paradossalmente sono le nazioni che oggi riteniamo più inquinanti, a detta dei media, a impegnarsi seriamente sulla cosa, a partire dalla cina con il suo programma di controllo sulle nascite (anche se in questa fattispecie c'è da dire che c'erano anche altre motivazioni), o la russia con il suo programma di autonomia alimentare, così come altre nazioni dello sco che hanno bandito o stanno per fare, le coltivazioni intensive su base ogm. e ancora sulla tecnologia, dove india e cina stanno spingendo pesantemente per soppiantare i motori endotermici a favore di quelli elettrici, così come sulle rinnovabili.

qua stiamo ancora a parlare di nucleare e petrolio, di la si parla di litio e stanno cercando il modo di agganciare asteroidi per procurarselo, senza programmare alcun piano "imperialistico" di conquista sulle altre nazioni per accaparrarsi le materie prime.

per quanto la propaganda cerchi di rintuzzare, ci hanno già sorpassato eticamente ed economicamente, presto lo faranno in tutti gli ambiti e sarà in questo frangente che ci giocheremo tutto, probabilmente armi alla mano.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#10 Il Morto

Il Morto

    Pandemio

  • Utenti
  • 22064 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 02:47

sicuramente Conte non è sulla lunghezza d'onda dei "vegliardi" di confindustria.

ma secondo me la giustizia è stata il motivo primario della caduta.

 

ma purtroppo secondo me se lo stato non si riappropria dei nodi delle infrastrutture non può nemmeno ipotizzare di pianificare l'economia.

difficile accordarsi per motivi etici e di salvaguardia dell'ambiente con i vari industriali volti al profitto.

per loro queste non sono cose prioritarie e mai lo saranno.

se lo stato non si prende le loro cose la vedo dura


Samsara 1 - Nirvana 0

#11 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 03:20

è un discorso troppo ampio per parlare di una sola causa della caduta di conte, o del golpe bianco come lo definisce travaglio, che appunto ingloba anche questo discorso dell'agenda 2050. certo è che dobbiamo liberarci di confinfustria, o quanto meno, limitare il loro strapotere con leggi ad hoc, quello della riforma della giustizia ne è solo uno, ci sono anche altri discorsi da fare e situazioni da riformare. per questo serve una pianificazione a lungo termine e riguardi tutti gli aspetti della società, le rivoluzioni sono solo una improvvisazione e nel marasma da esso generato, è facile poi riprendere in mano la situazione, per gli antagonisti, e "restaurare" lo status quo. per questo conte e quel che rimane di buono del m5s viene così temuto da confindustria, nel casino possono manovrare nell'ombra, in una riforma strutturata hanno poco da manovrare e devono per forza piegarsi.

e come ho sempre sostenuto, quel che fa più incazzare è vedere i sinistri e l'intellighenzia, quelli che meglio dovrebbero comprendere la situazione e proporre soluzioni, schierarsi di fatto con confindustria.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#12 Il Morto

Il Morto

    Pandemio

  • Utenti
  • 22064 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 03:31

sicuramente.

a sinistra dovrebbero essere esattamente dove non c'è confindustria.

confindustria è in alto, mi aspetterei una sinistra in basso.

è a destra? la sinistra  posta a sinistra, etc etc.

 

confindustria e la sinistra non sono conciliabili, diciamo.

eppure qualcuno ce la fa benissimo.

 

è che la sinistra e il pensare di un uomo di sinistra ha compiuto una "evoluzione" o involuzione a seconda dei punti di vista.

si è passati da una determinata radicalità di pensiero a forme sempre più morbide, sempre più allineate alla classe borghese, fino ad un compiacente liberalismo che stranamente va molto a braccetto con il liberismo caro a confindustria.

si è passati dalla lotta al governare assieme in un crescendo che ha trovato il suo apice nei co.co.co. e poi una bella frustata ai diritti dei lavoratori ancora in vigore con il jobs act.

anche perchè da PCI, si è diventati PDS, poi ulivo in una strana commistione con la DC o meglio i molti profughi, poi PD ed infine NULLA.

 

la sinistra non esiste più.

perchè non c'è più nessuno di sinistra.

 

in molti a sinistra oggi ti farebbero degli elogi della prima repubblica. in molti adesso rivalutano Berlusconi. in molti ti direbbero che confindustria è necessaria per i diritti dei lavoratori.

 

EDIT: e poi ci sono le battaglie delle sinistra che la rendono ancora attuale: adesso è la legge zan, che è un tema di snistra. chiaramente non gliene fotte un cazzo a nessuno di quel tema. lo si fa per sbandierare un valore di sinistra. poi per altre battaglie diciamo che Pd e FDI non vanno poi così tanto in disaccordo. diciamo che davanti a tutti litigano, ma poi in privato si danno le pacche sul culo.

 

EDIT2: diciamo chei temi ancora in vita sono 

1. migranti

2. diritti civili degi omosessuali. diciamo che adesso fa allegria quel tema, poi scegline un altro. colore della pelle? libertà di espressione? quelo che ti pare tanto sono un tot che tirano fuori a rotazione senza mai concludere un cazzo. vedi il famoso cuneo fiscale o il conflitto di interessi. ogni tanto un governo di destra come il governo renzi fa le unioni civili. tanto per dire: eh ma qualcosa abbiamo fatto!


Samsara 1 - Nirvana 0

#13 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 27 luglio 2021 - 04:21

NON so, con un think tank come quello di confindustria, credo che parlare di ideologia sia superfluo, tuttavia è innegabile che una sinistra degna di questo nome, avrebbe dovuto agire diversamente, questo è un errore a mio imperdonabile, quindi per quanto a certi pruda il culo, è innegabile che il m5s è l'unico partito che ha fatto finora le veci della sinistra, con tutti i limiti emersi da certe loro "derive" ideologiche, seppur nell'ultimo periodo, certi piegamenti a pecora possono solo fare incazzare, anche se conte sembra stia già rimettendo il partito in carreggiata, per lo meno sul fronte giustizia.

comunque sia, un discorso che mi ha sempre stupito, è come si faccia a parlare dell'industria italiana come fiore all'occhiello in certi settori quando se poi si va ad analizzare alcune di queste "eccellenze", si scoprono condizioni di lavoro da terzo mondo, al limite della schiavitù, oltre a una disorganizzazione e caos interni a tratti mortificante. questo mi porta a pensare che per quanto riguarda la propaganda, che sia politica o meno, confindustria ha veramente fatto scuola, come tra l'altro ci ricorda anche il puzzone, altra loro creatura visto che in molti dimenticano questo dettaglio.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#14 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9713 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 12:00

 

comunque sia, un discorso che mi ha sempre stupito, è come si faccia a parlare dell'industria italiana come fiore all'occhiello in certi settori quando se poi si va ad analizzare alcune di queste "eccellenze", si scoprono condizioni di lavoro da terzo mondo, al limite della schiavitù, oltre a una disorganizzazione e caos interni a tratti mortificante. questo mi porta a pensare che per quanto riguarda la propaganda, che sia politica o meno, confindustria ha veramente fatto scuola, come tra l'altro ci ricorda anche il puzzone, altra loro creatura visto che in molti dimenticano questo dettaglio.

Credo che derivi dal fatto che la maggior parte della cosiddetta ''industria'' italiana sia più vicina all'artigianato del mediovevo (non lo uso come termine di paragone per disprezzare) che all'industria moderna, in quanto a genialità. E' la nostra caratteristica e siamo carenti, però, in diritti e organizzazione.


  • Sween piace questo

#15 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 04:34

sto discorso mi ha fatto tornare alla mente un'opera di george grosz, direi che con le sue allegorie, rappresenta a meraviglia il ruolo di confindustria in italia.

George-grosz-the-eclipse-of-the-sun-1-sc


  • Sween piace questo

tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#16 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4492 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 11:06

Un mix tra hostile media effect  e Argumentum ad Monsantium .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#17 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 10087 messaggi

Inviato 29 luglio 2021 - 12:11

qualcuno può tradurre?


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#18 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1628 messaggi

Inviato 29 luglio 2021 - 04:04

Un mix tra hostile media effect  e Argumentum ad Monsantium .

humm.. sembrerebbe latino.. :asdsi:


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#19 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4492 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 04:49

humm.. sembrerebbe latino.. :asdsi:

semplice cut & past da google


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#20 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1628 messaggi

Inviato 30 luglio 2021 - 09:40

va bene ma ci dobbiamo andare a cercare cosa significa o ce lo dici tu?


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi