Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Ufo su Chernobyl

26 aprile 1986 ufo Chernobyl

  • Per cortesia connettiti per rispondere
12 risposte a questa discussione

#1 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 01:38

Testimoni dicono di aver visto un UFO volteggiare sopra al reattore esploso, nella centrale nucleare di Chernobyl
 
Sedici anni sono passati dal disastro di Chernobyl del 26 Aprile 1986. 
L'esplosione è avvenuta alle 1:23 di notte. Tonnellate di prodotti radioattivi sono stati immessi nell'atmosfera. La sala macchine della centrale è stata avvolta dalle fiamme e il fuoco stava per raggiungere la terza unità di potenza della centrale. I pompieri sono riusciti ad estinguere l'incendio solo diverse ore più tardi. Molti di loro sono morti successivamente a causa dell'esposizione alle radiazioni. Molto è stato scritto circa il disastro di Chernoby, sia in Russia che all'estero. Sembra che sia stata individuata la causa fisica dell'incidente e i suoi responsabili.
 
Il quarto generatore di potenza si pensava fosse stato riparato. Però prima di spegnerlo definitivamente, l'amministrazione della centrale decise di fare alcuni esperimenti. Il generatore di vapore venne ridotto ad un turbo-generatore per scoprire per quanto l'energia elettrica sarebbe stata ancora generata, grazie alla rotazione del rotore. L'esperimento non fu ben organizzto. C'era un altro test condotto contemporaneamente: lo studio della vibrazione della turbina. Hanno iniziato diminuendo la capacità del generatore alle una di notte del 25 Aprile. Il sistema di raffreddamento di emergenza del reattore è stato spento alle due di notte.
 
Questo si pensava che avrebbe fermato il reattore. Nel frattempo, la compagnia elettrica Kievenergo, non era al corrente di questi test. Un ufficiale addetto al controllo dell'energia, non permise al quarto reattore di fermarsi. Questi furono i pre-requisiti per la tragedia. Molte persone ne stanno ancora pagando le conseguenze. L'esplosione fu gigantesca, ma per fortuna fu di natura termica.
Il quarto reattore fu distrutto da un sovraccarico di vapore. Non ci fu una esplosione di tipo nucleare. Circa 180 tonnellate di uranio arricchito erano nel reattore. 
 
Se ci fosse stata una esplosione nucleare, metà dell'Europa non sarebbe più sulle mappe. 
 
Ci sono molte teorie per spiegare questa fortuna. 
 
Una delle teorie è che ci fu l'intervento di un oggetto volante non identificato.
 
Quando è iniziata la catena di problemi, alcune persone hanno visto una nave spaziale volteggiare sopra al quarto reattore della centrale di Chernobyl. I testimoni hanno riferito che l'UFO è rimasto sospeso lì per sei ore e che centinaia di persone lo hanno visto. Le persone hanno iniziato a scrivere di questo avvenimento solo due anni dopo la catastrofe. Ovviamente questa informazione è apparsa solo nelle riviste di ufologia. E' risaputo che le persone "serie" non leggono tali riviste. Ecco cosa dice Mikhail Varitsky in proposito: "Io ed altri della mia squadra siamo andati sul luogo dell'esplosione di notte. Abbiamo visto una palla di fuoco e si muoveva lentamente nel cielo. Credo che la sfera fosse di circa 6-8 metri di diametro. Poi abbiamo visto due raggi di luce rossa partire dall'oggetto, sopra al quarto reattore. L'oggetto era circa a 300 metri dal reattore. Il tutto è durato per quasi tre minuti. Poi i raggi sono cessati e l'oggetto è volato via verso nord-ovest."
L'UFO ha abbassato il livello delle radiazioni. Il livello è stato abbassato di almeno quattro volte. Questo probabilmente ha evitato una esplosione nucleare.
 
Tre anni dopo (16 Settembre 1989) il quarto reattore emetteva radiazioni nell'atmosfera. Dopo qualche ora, una dottoressa ha visto un oggetto nel cielo sopra alla centrale di Chernobyl. La dott. Gospina lo descrive come se fosse di "ambra". Riferisce che poteva vederne contemporaneamente il sopra e il sotto.
 
Nell'Ottobre 1990 un reporter della rivista "L'eco di Chernobyl" V. Navran, stava fotografando la sala macchine della centrale: "Ho fotografato il tetto, compreso il buco sopra. Mi ricordo molto bene; non ho visto nessun UFO. Però quando ho sviluppato il rullino, si vedeva chiaramente un oggetto che volteggiava fuori dal buco sopra al tetto". L'oggetto sembrava esattamente quello descritto dalla dottoressa Gospina. Sembra che gli alieni non siano preoccupati per le sorti dell'umanità. Sono essenzialmente preoccupati circa l'ecosistema. 
 
Fonte: Pravda Online
 

Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile




#2 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 01:43

Ci sarebbe un testimone oculare con nome e cognome: Mikhail Varitsky; l’uomo avrebbe visto una sfera luminosa dal diametro di circa 6-8 metri, dalla quale uscivano dei raggi luminosi verso il reattore coinvolto nell’incidente. L’UFO volteggiava a 300 metri circa dalla superficie del reattore e l’operazione è durata circa tre minuti, per poi volar via in direzione nord-occidentale. Secondo Varitsky, l’UFO ha abbassato il livello di radiazioni di quattro volte evitando così l’esplosione nucleare.

 

Ufo-Chernobyl-gigapixel-scale-2-00x.png

 

fonte: https://fuocofatuo.i...e-su-chernobyl/


Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#3 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 01:47

Come sapete, l'esplosione della quarta unità della centrale nucleare di Chernobyl è avvenuta la notte del 26 aprile 1986 a 1 ora e 26 minuti. I residenti di Chernobyl, svegliati dall'esplosione, videro un bagliore, ma tra le migliaia di partecipanti agli eventi di quella terribile notte c'erano centinaia di testimoni che videro un oggetto volante non identificato nel cielo sopra la quarta unità di potenza di Chernobyl in fiamme ...

Quattro anni dopo, nell'agosto 1990, l'autore di queste righe è riuscito a rintracciare l'uomo che era stato allarmato quella tragica notte. Questa persona è Mikhail Andreyevich Varitsky, dosimetr senior dell'Ufficio di controllo dosimetrico (UDC) di Chernobyl, che ha lavorato e vissuto lì fin dall'inizio della costruzione di Chernobyl. L'autore ha scritto testimonianze di MA Varitsky, dove si dice che la notte del 26 aprile 1986, fu sollevato in allarme e con un compagno di squadra dosimetrico dell'UDC Mikhail Samoilenko inviato nella regione di Chernobyl. Nella linea di vista del quarto blocco, il gruppo era a 4 ore e 15 minuti. Vedendo come il reattore dell'unità di potenza ha lampeggiato dall'esplosione stava bruciando e percependo una sensazione di bruciore (non avevano alcun equipaggiamento protettivo con loro, ma il dispositivo "è andato fuori scala"),

Hanno già iniziato a girare intorno alla macchina quando all'improvviso ... Successivamente, citiamo le testimonianze scritte di MA Varitsky "Abbiamo visto una palla infuocata fluttuare lentamente nel cielo di un luminoso color ottone. Era di 6-8 metri di diametro. effettuate misurazioni, passando la scala del dispositivo a un altro intervallo, il dispositivo ha mostrato 3000 millientgen / ora.

All'improvviso due riflettori lampeggiarono su una palla. Due luminosi raggi cremisi sono stati diretti verso il reattore della quarta unità. L'impianto si trovava a una distanza di circa 300 metri dal reattore. Tutto questo è durato circa tre minuti. I proiettori si sono improvvisamente spenti e la palla è volata lentamente a nord-ovest, in direzione della Bielorussia. Quindi abbiamo nuovamente rivolto la nostra attenzione al dispositivo. Ha già mostrato 800 millientgen / ora. Non siamo riusciti a spiegare cosa sia successo, e quindi abbiamo peccato sul dispositivo, credendo che si fosse deteriorato. Tuttavia, quando siamo tornati alla base e lo abbiamo controllato, il dispositivo si è rivelato utile. "Naturalmente, le stime di M. Varitsky e M. Samoilenko sulle dimensioni dell'oggetto e la distanza da esso al reattore sono soggettive, poiché possiamo parlare solo di dimensioni e dimensioni angolari, e non Tuttavia,

È persino spaventoso immaginare la portata delle conseguenze dell'incidente di Chernobyl da cui un oggetto sconosciuto ci ha salvato in tempo per aiutare. È significativo che fino all'aprile 1986, gli UFO sono stati osservati abbastanza raramente sui territori adiacenti a Chernobyl e successivamente esposti a forti radiazioni da polvere radioattiva (su Kiev negli ultimi trent'anni, dal 1956 al 1986, sono stati registrati solo quattro casi), ma Dall'estate 1986, l'apparizione nel cielo di strani oggetti luminosi che volteggiavano gli UFO sui quartieri residenziali, i loro voli di pattuglia e le loro manovre iniziarono ad essere massicci.

Il 18 settembre 1988, un residente di Kiev, Vadim Shevchuk, osservò due oggetti luminosi in bilico sopra il tubo del reattore dell'Istituto di ricerca nucleare di Kiev. Secondo la sua descrizione, questi UFO somigliavano esattamente all'oggetto osservato da M. Varnitsky e M. Samoilenko sulla quarta unità NPP di Chernobyl la notte dell'incidente. Il 16 settembre 1989 alla quarta unità di potenza si sono verificati nuovamente malfunzionamenti, accompagnati da emissioni di sostanze radioattive nell'atmosfera. Poche ore dopo, un medico che lavora a Chernobyl, Iva Gospina, ha osservato un oggetto nel cielo sopra la stazione, che lei descrive come "ambra" o "dorato" nella foto mostra un UFO identificato da I. Gospina come un oggetto che lei osservato sulla centrale nucleare di Chernobyl nel settembre 1989.

Un anno dopo, nell'ottobre 1990, lo scienziato nucleare di Chernobyl Alexander Krymov, che vive nella città di Slavutich, fotografò un UFO appeso alle finestre del suo condominio dalla finestra del suo appartamento. La fotografia qui presentata è stata personalmente trasmessa all'autore di queste righe ed è pubblicata per la prima volta nel periodico l'11 ottobre 1991 alle 209 scoppiato un incendio alla seconda centrale nucleare di Chernobyl. Durante l'incendio, il tetto del generatore elettrico è parzialmente crollato.

Cinque giorni dopo, il 16 ottobre, Vladimir Savran, un fotografo del quotidiano Echo of Chernobyl, stava girando. Tuttavia, quando Vladimir ha mostrato il film catturato, si è scoperto che era un UFO sospeso sopra il cedimento del tetto. simile a un oggetto che Iva Gospina ha visto sopra Chernobyl, fotografato solo non di lato, ma dal basso. Nel numero di novembre del quotidiano Echo of Chernobyl, dove questa foto è stata pubblicata per la prima volta, il prossimo commento dell'editoriale è dato sulla proprietà degli UFO che sono invisibili all'occhio umano e appaiono solo su foto e film sulla stampa più di una volta. Apparentemente, un oggetto del genere "ha catturato" "Savran. Gli specialisti che, su richiesta dell'editore, hanno studiato attentamente il negativo, non ammettono alcuna falsificazione". La partecipazione diretta degli UFO alla liquidazione dell'incidente di Chernobyl,

Valery KRATOCHVIL

fonte: https://vatanym.ru/e...chernobylskaya/


Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#4 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 01:53

Quando cominciarono a verificarsi eventi anormali nella centrale nucleare di Chernobyl, un disco volante apparve nel quarto blocco. È rimasta lì per sei ore e centinaia di persone l'hanno vista, ma hanno iniziato a scriverne solo due anni dopo l'incidente.

Ci sono prove scritte di Mikhail Andreevich Varitsky, dosimetrico senior presso l'UDC (Dipartimento di controllo dosimetrico) di Chernobyl. La notte del 26 aprile 1986, Varitsky fu arrestato insieme al suo compagno di squadra, dosimetro, UDC Mikhail Samoilenko, e inviato nella regione di Chernobyl. Il loro compito includeva il monitoraggio dosimetrico in un punto di comunicazione governativo e la sostituzione delle bombole di ossigeno. Il gruppo è partito in un'auto GAZ-51, inserisci i numeri 24-28KITS. Quando erano radiometri beta-gamma di campo DP-11-B. Nella linea di vista per il quarto blocco, erano a 4 ore e 15 minuti. Vedendo come il reattore è esploso dall'esplosione dell'unità di potenza (l'esplosione si è estesa con il tempo è continuato) e ha percepito una "faccia in fiamme" (non avevano con sé alcun equipaggiamento protettivo, ma l'unità è andata in scala), i dosimetrici professionisti hanno capito la minaccia di radiazioni,

chernobil.jpg

 

Hanno già iniziato a girare la macchina quando (qui citiamo la testimonianza scritta di MA Varitsky): “Abbiamo visto una palla di fuoco fluttuare lentamente nel cielo color ottone chiaro. Aveva un diametro di 6-8 metri. Abbiamo effettuato di nuovo le misurazioni e cambiato la scala dell'unità in un altro intervallo. Il dispositivo ha mostrato 3000 milli-raggi X / ora. All'improvviso dalla palla lampeggiarono due fari luminosi color cremisi (due raggi). Questi due raggi sono stati diretti al reattore della quarta unità. L'impianto si trovava ad una distanza di circa 300 metri dal reattore. Tutto questo è durato circa 3 minuti.

 

I fari si sono improvvisamente spenti e la palla è volata lentamente a nord-ovest, in direzione della Bielorussia. Quindi abbiamo rivolto di nuovo la nostra attenzione all'unità. Ha già mostrato 800 milioni / ora! Noi stessi non siamo riusciti a spiegare cosa è successo e quindi "peccato" sul dispositivo. Ma quando siamo tornati alla base e l'abbiamo controllato, il dispositivo ha funzionato. "

Si scopre che gli UFO che si sono verificati la notte dell'incidente hanno abbassato il livello di radiazioni quasi quattro volte e hanno impedito un'esplosione nucleare.

fonte: https://unistomlg.ru...-zhitomirskaya/


Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#5 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5982 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 02:58

A me piacerebbe sapere se la presenza di radiazioni favorisce, tramite fenomeni sconosciuti, l'apparizione di ufo. Mi è capitato diverse volte di leggere di questa correlazione, fra radiazioni e ufo, anche riguardo apparizioni non legate a Chernobyl o incidenti vari.
Mi riesce difficile credere che vengano in soccorso, anche perché non credo basti abbassare il livello di radiazioni nell'aria per scongiurare un'esplosione, poi non so.
  • Pandora piace questo

#6 inmezzoalcielo

inmezzoalcielo

    Uovo Utente

  • Utenti
  • 1984 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 03:24

A me piacerebbe sapere se la presenza di radiazioni favorisce, tramite fenomeni sconosciuti, l'apparizione di ufo. Mi è capitato diverse volte di leggere di questa correlazione, fra radiazioni e ufo, anche riguardo apparizioni non legate a Chernobyl o incidenti vari.
Mi riesce difficile credere che vengano in soccorso, anche perché non credo basti abbassare il livello di radiazioni nell'aria per scongiurare un'esplosione, poi non so.

 

Quando a un certo punto il nocciolo raggiunse il punto di non ritorno l'esplosione che causò, l'impatto radioattivo, fu più di 100 volte superiore alla bomba atomica sganciata su Hiroshima, cioè potenza e danno assolutamente coerenti con la "massa radioattiva" del reattore.

Il danno che causò nell'immediato furono le circa 66 persone che lavoravano, mentre il resto del mondo paga ancora oggi quel disastro.

 

Penso che sarebbe interessante discutere se vivere con un'energia a bassissimo impatto ambientale, quasi zero, oltre che più economica, ma rischiare danni irrimediabili, oppure proseguire nell'uso di combustibili fossili che è la fonte primaria, ma vivere in un ambiente malsano i cui danni si verificano a distanza di molto tempo. 

Comunque le energie rinnovabili riusultano subito dopo quelle fossili, chiaro inquinano anceh le rinnovabili ma con un minore impatto ambientale.

Tutto il resto è nucleare, solare e eolico.


Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Oscar Wilde


#7 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 03:38

Il 1 ° maggio 1986, appena cinque giorni dopo l'esplosione, le autorità sovietiche di Chernobyl fecero una scoperta terrificante: il nucleo del reattore esploso si stava ancora sciogliendo.

 

La Scuola di studi russi e asiatici del 2009 ha avuto una valutazione ancora più cupa: se il nucleo fondente avesse raggiunto l'acqua, l'esplosione risultante "avrebbe spazzato via metà dell'Europa e avrebbe reso l'Europa, l'Ucraina e parti della Russia inabitabili per circa 500,000 anni".

 

(non fu un UFO a salvare la seconda esplosione, ma tre sommozzatori  tecnici, i loro nomi sono Alexei Ananenko, Valeri Bespalov e Boris Baranov)

 

Tutti e tre sono sopravvissuti.
 
Baranov morì di attacco cardiaco nel 2005 mentre Bezpalov e Ananenko sono ancora in vita. La trama della loro storia ha conosciuto giri incredibili. Alexei Ananenko, ha recentemente raccontato in maniera dettagliata la sua vita a Chernobyl e come andarono veramente le cose durante il loro gesto eroico. Alexei ha fatto notare giustamente, che lo svuotamento della piscina è un’operazione decisamente normale e regolare per un tecnico. “Mi sono offerto volontario, perché lavoravo in quel settore e conoscevo tutti i dettagli. L’acqua arrivava fino alle ginocchia. L’operazione stessa è stata rapida e senza complicazioni.” Il fattore di rischio, inclusa l’esposizione all’acqua radioattiva, era comunque sconosciuto: nessuno sapeva come la sua gradualità sarebbe cambiata lungo il percorso che portava più in profondità nel corridoio e quindi era impossibile prevedere la quantità da radiazioni della dose ricevuta. Insieme ad Ananenko, Boris Baranov, il capoturno della stazione, scese in piscina. Il terzo uomo fu Valery Bespalov. Alla fine dell’operazione, i tre sommozzatori controllarono i dosimetri (uno sul petto e uno ad una caviglia) e provarono un incredibile sollievo: i valori non erano così scioccanti. “Se fossero state pari a dozzine di raggi X me lo sarei ricordato…” – afferma lo stesso Ananenko.
Un incredibile e meraviglioso completamento di un’operazione eroica, di cui purtroppo la vera informazione è stata manipolata in modi incredibili durante i decenni, e quindi per riflesso, questi uomini sono stati “sepolti” troppe volte dall’immaginario collettivo.
 
 

Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#8 inmezzoalcielo

inmezzoalcielo

    Uovo Utente

  • Utenti
  • 1984 messaggi

Inviato 02 febbraio 2021 - 04:39

 

Il 1 ° maggio 1986, appena cinque giorni dopo l'esplosione, le autorità sovietiche di Chernobyl fecero una scoperta terrificante: il nucleo del reattore esploso si stava ancora sciogliendo.

 

 

Ma che dici? L'incidente al reattore avvenne il 26 aprile 1986 e l'emissione di vapore radioattivo cessò il 10 maggio.

 

La cosa più drammatica e di cui ancora oggi ne paghiamo le conseguenze (incollo da Wikipedia)

 

Da martedì 29 aprile a venerdì 2 maggio un'area depressionaria sul Mediterraneo si spostò a sud, richiamando un flusso d'aria da nord-est su Cecoslovacchia, Ungheria, Jugoslavia, Austria e Italia settentrionale, scivolando poi in parte sull'arco alpino, investendo Svizzera, Francia sud-orientale e Germania meridionale, e in parte sull'arco appenninico, investendo l'Italia centrale.

 

Da domenica 4 a martedì 6 maggio, il vento girò verso sud, investendo di nuovo Ucraina, Russia meridionale, Romania, Moldavia, Penisola balcanica, fino alla Grecia e alla Turchia.

 

https://it.wikipedia...ro_di_Černobyl'


Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Oscar Wilde


#9 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 03 febbraio 2021 - 07:59

Ma che dici? L'incidente al reattore avvenne il 26 aprile 1986 e l'emissione di vapore radioattivo cessò il 10 maggio.

 

Il 1 ° maggio 1986, appena cinque giorni dopo l'esplosione
Ma che dici? L'incidente al reattore avvenne il 26 aprile 1986
 
26 aprile + 5 giorni = 26, 27, 28, 29, 30, 1 
 
cosa non ti torna?

Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#10 inmezzoalcielo

inmezzoalcielo

    Uovo Utente

  • Utenti
  • 1984 messaggi

Inviato 03 febbraio 2021 - 09:18

Il 1 ° maggio 1986, appena cinque giorni dopo l'esplosione

Ma che dici? L'incidente al reattore avvenne il 26 aprile 1986
 
26 aprile + 5 giorni = 26, 27, 28, 29, 30, 1 
 
cosa non ti torna?

 

 

Non mi tornano tante di quelle cose a partire dagli UFO fino alle frasi come questa

 

Il 1 ° maggio 1986, appena cinque giorni dopo l'esplosione, le autorità sovietiche di Chernobyl fecero una scoperta terrificante: il nucleo del reattore esploso si stava ancora sciogliendo.

 

Fecero una scoperta terrificante? Ma davvero?

 

Guarda che quello che è successo a Chernobyl non è un film o una serie tv, non ci fu nessuna scoperta terrificante, ma un reattore fuori controllo a causa del meltdown cioè il nocciolo del reattore che non può più essere arrestato in nessun modo.

Anni fa nei film veniva chiamato "Sindrome Cinese", quando il nocciolo di un reattore va in meltdown questo raggiunge una temperatura tale da sciogliere qualunque ostacolo, attratto dalla forza di gravita perforerà il terreno dirigendosi verso il centro della terra. Nei film si presupponeva che dopo aver raggiunto il centro della terra il nocciolo proseguisse in direzione della Cina, cosa evidentemente impossibile, ma erano film.

 

Nessuno fece "scoperte terrificanti", fu un incidente a causa di un errore umano, compreso una pessima costruzione dell'impianto, le cui conseguenze sono note da sempre, ma soprattutto non ci fu nessun UFO con i raggi e gli omini verdi che vennero apposta sulla Terra a salvarci. Si stima che l'incidente possa aver causato più di 1 milione di morti nelle varie aree investite da correnti d'aria con materiale radioattivo, tra cui l'Italia che infatti negli anni successivi segnalò un sensibile incremento di casi di tumore, leucemia, danni alla tiroide e così via. 

Le persone coinvolte a livello di salute è un numero che si stima supera di parecchio i 10 milioni di persone sparse in almeno 14 aree e il motivo e facilissimo da capire, le polveri radioattive si sono sparse in tutta Europa e oltre, in particolare il Cesio contaminando le falde acquifere e i terreni coltivati compromettendo tutta la catena alimentare, il decadimento di quei materiali radioattivi è molto lungo, ancora oggi è possibile misurare valori molto alti nel sottosuolo.


Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Oscar Wilde


#11 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 04 febbraio 2021 - 07:58

 

 ma soprattutto non ci fu nessun UFO con i raggi e gli omini verdi che vennero apposta sulla Terra a salvarci. 

 

eppure qui si dice il contrario:

 

(qui citiamo la testimonianza scritta di MA Varitsky): “Abbiamo visto una palla di fuoco fluttuare lentamente nel cielo color ottone chiaro. Aveva un diametro di 6-8 metri. Abbiamo effettuato di nuovo le misurazioni e cambiato la scala dell'unità in un altro intervallo. Il dispositivo ha mostrato 3000 milli-raggi X / ora. All'improvviso dalla palla lampeggiarono due fari luminosi color cremisi (due raggi). Questi due raggi sono stati diretti al reattore della quarta unità. L'impianto si trovava ad una distanza di circa 300 metri dal reattore. Tutto questo è durato circa 3 minuti.

 

I fari si sono improvvisamente spenti e la palla è volata lentamente a nord-ovest, in direzione della Bielorussia. Quindi abbiamo rivolto di nuovo la nostra attenzione all'unità. Ha già mostrato 800 milioni / ora! Noi stessi non siamo riusciti a spiegare cosa è successo e quindi "peccato" sul dispositivo. Ma quando siamo tornati alla base e l'abbiamo controllato, il dispositivo ha funzionato. "

Si scopre che gli UFO che si sono verificati la notte dell'incidente hanno abbassato il livello di radiazioni quasi quattro volte e hanno impedito un'esplosione nucleare.


Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile


#12 inmezzoalcielo

inmezzoalcielo

    Uovo Utente

  • Utenti
  • 1984 messaggi

Inviato 04 febbraio 2021 - 05:35

eppure qui si dice il contrario:

 

(qui citiamo la testimonianza scritta di MA Varitsky): “Abbiamo visto una palla di fuoco fluttuare lentamente nel cielo color ottone chiaro. Aveva un diametro di 6-8 metri. Abbiamo effettuato di nuovo le misurazioni e cambiato la scala dell'unità in un altro intervallo. Il dispositivo ha mostrato 3000 milli-raggi X / ora. All'improvviso dalla palla lampeggiarono due fari luminosi color cremisi (due raggi). Questi due raggi sono stati diretti al reattore della quarta unità. L'impianto si trovava ad una distanza di circa 300 metri dal reattore. Tutto questo è durato circa 3 minuti.

 

I fari si sono improvvisamente spenti e la palla è volata lentamente a nord-ovest, in direzione della Bielorussia. Quindi abbiamo rivolto di nuovo la nostra attenzione all'unità. Ha già mostrato 800 milioni / ora! Noi stessi non siamo riusciti a spiegare cosa è successo e quindi "peccato" sul dispositivo. Ma quando siamo tornati alla base e l'abbiamo controllato, il dispositivo ha funzionato. "

Si scopre che gli UFO che si sono verificati la notte dell'incidente hanno abbassato il livello di radiazioni quasi quattro volte e hanno impedito un'esplosione nucleare.

 

 

Sembra la trama di un romanzo fantasy, ma a parte questo cosa sarebbero i 3000 milli-raggi X? I milli-raggi X non esistono, o si tratta di una traduzione a CDC (*), oppure si tratta appunto di una storia di fantasia.

Radioattività è molto generico, il Rad che misura la dose di radiazioni assorbite, Curie che misura l'attività di un radionuclide, i nuclidi instabili, Becquerel l'attività di decadimento di un radionuclide, Rontgen che misura l'esposizione a una radiazione ionizzante dei raggi X e raggi Gamma, e così via.

I milli-raggi X? Anche fossero i raggi X questi non si misurano con se stessi.

 

 

* Cazzo di Cane.


Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Oscar Wilde


#13 Zoit

Zoit

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 04 febbraio 2021 - 09:09

* Cazzo di Cane.

 

qui la fonte: https://unistomlg.ru...-zhitomirskaya/


Matteo 17:20 - se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile






Anche taggato con 26 aprile 1986, ufo, Chernobyl

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi