Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Politica e società


  • Per cortesia connettiti per rispondere
149 risposte a questa discussione

#141 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1533 messaggi

Inviato 16 settembre 2021 - 03:30

ho trovato questo

già lo conoscevo ma me lo sto guardando

https://www.dailymot...m/video/x272uib

 

parla di enrico mattei 

 

 

la sua fine è stata una brutta fine solo perchè voleva rendere indipendente l'italia

io rosico ancora per un'italia mai fatta

e ora l'ennesima vergogna quello che accade con tutta questa politica dei documenti di autorizzazione per entrare nei ristoranti





#142 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 11170 messaggi

Inviato 17 settembre 2021 - 06:56

Non rosicare troppo, non mancancano i dentisti inutili
Fai come Berlusconi, la colpa è della magistratura nullafacente che chiedono di verificare delle perizie. Che è come una ammissione di colpevolezza u.u di una persona
evita i sapori forti o super conditi o
(Scandalizzati)*
  • Karver piace questo
Tette

#143 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4527 messaggi

Inviato 09 ottobre 2021 - 07:44

Un breve riassunto della storia del sud america:

 


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#144 Karver

Karver

    Utente Full

  • Utenti
  • 1533 messaggi

Inviato 23 ottobre 2021 - 03:45



#145 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4860 messaggi

Inviato 24 ottobre 2021 - 09:33

Un breve riassunto della storia del sud america:

 

Grazie per questo filmato, ineccepibile sul piano storico.

 

Quello che gli USA sono stati per il centro e sud America, l'Europa (GB, Francia, Olanda, Belgio, Spagna in particolare) è stata per l'Africa e il MOriente.

 

Per non parlare della colonizzazione europea stessa del Nordamerica e in particolare dei Caraibi, tra sfruttamento, schiavismo e genocidi sistematici.

Un laboratorio a cielo aperto di quanto e come, tra l'altro, influissero - oltre all'ovvio e quasi automatico peso dell'imperialismo militare e commerciale - gli assetti socio-politici tra nazioni cattoliche e protestanti, che riprodussero su scala globale, quindi anche coloniale,  la perdita di potere e di competitività delle nazioni che più avevano subito gli effetti della Controriforma.

 

Gli USA, in questo senso, sono stati di fatto l'estensione dell'Europa non solo anglofona, ma anche protestante, nonostante il ruolo della Francia e la composizione etnica dei flussi migratori.

Nella colonizzazione (alias sfruttamnto selvaggio) del centramerica caraibico, per esempio, le istanze libertarie e (moderatamnte) umanitarie che provennerro dalla Rivoluzione dell'89 francese, furono spazzate via rapidamnte dalla Restaurazione e dal rinnovato predominio britannico e olandese, senza per altro che fosse scalfito il percorso rovinoso dei territori "spagnoli", che appaiono in un certo senso fuori dalla storia, tanto quanto sembrava esserlo la madrepatria europea.



#146 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4527 messaggi

Inviato 31 ottobre 2021 - 09:34

Un altro frammento di storia odierna del nostro paese:

 


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#147 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4527 messaggi

Inviato 12 novembre 2021 - 04:09

Grazie per questo filmato, ineccepibile sul piano storico.

 

Quello che gli USA sono stati per il centro e sud America, l'Europa (GB, Francia, Olanda, Belgio, Spagna in particolare) è stata per l'Africa e il MOriente.

 

Per non parlare della colonizzazione europea stessa del Nordamerica e in particolare dei Caraibi, tra sfruttamento, schiavismo e genocidi sistematici.

Un laboratorio a cielo aperto di quanto e come, tra l'altro, influissero - oltre all'ovvio e quasi automatico peso dell'imperialismo militare e commerciale - gli assetti socio-politici tra nazioni cattoliche e protestanti, che riprodussero su scala globale, quindi anche coloniale,  la perdita di potere e di competitività delle nazioni che più avevano subito gli effetti della Controriforma.

 

Gli USA, in questo senso, sono stati di fatto l'estensione dell'Europa non solo anglofona, ma anche protestante, nonostante il ruolo della Francia e la composizione etnica dei flussi migratori.

Nella colonizzazione (alias sfruttamnto selvaggio) del centramerica caraibico, per esempio, le istanze libertarie e (moderatamnte) umanitarie che provennerro dalla Rivoluzione dell'89 francese, furono spazzate via rapidamnte dalla Restaurazione e dal rinnovato predominio britannico e olandese, senza per altro che fosse scalfito il percorso rovinoso dei territori "spagnoli", che appaiono in un certo senso fuori dalla storia, tanto quanto sembrava esserlo la madrepatria europea.

 

 

A proposito dei ritorni di fiamma del fascismo:

 

"Contro la libertà

 

Il pensiero antimoderno della destra estrema globale
 

...

Alla base dell’ideologia dei nuovi fascismi è, prima di tutto, il rifiuto dei valori dell’Illuminismo, l’odio per i liberalismi e il sogno di tornare indietro e ricostruire il mondo dall’inizio. Come ricorda Paul Mason nel suo ultimo libro (Il Saggiatore), uno dei maggiori nomi di questa costellazione, Alexander Dugin, propone di ripartire dal feudalesimo, azzerando la memoria della scienza newtoniana e del progresso tecnologico "
 

 

https://www.linkiest...fascismo-mason/

 

Come spiegato nel viedo di cui sopra in questi decenni c'è stata la guerra senza quartiere alle repubbliche popolari , guerra condotta con ogni mezzo, dall' uso dei mercenari - che costano - a quelli del marketing - piu' economici ed affidabili - .

 

Le conseguenze sono anche culturali: l'aver fatto instaurare governi iper reazionari ai 4 angoli del mondo ha avuto ed ha anche conseguenze sul piano culturale  con la negazione del primato della ragione e l'elevazione del bias di conferma a massimo sistema, ossia quel che conta sono i pregiudizi - che sono sempre comodi - non i fatti - che sono sempre scomodi -.

 

Giusto per: adesso una zona dell'asia centrale con le sue cronache oscure è sparita dalle cronache, non era così ai tempi di rambo .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#148 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4527 messaggi

Inviato 13 novembre 2021 - 03:33

Va da sè che nelle situazioni di conflitto la prima vittima è la verità.

 

E infatti la verità nelle cronache storiche di periodi violenti come questo, si va a nascondere nei posti piu' inaspettati .

 

Le consegeunze è che leggendo le cronache "ufficiali" di certi periodi storici divene difficile farsi un'idea oggettiva delle situazioni reali , poi quando poi ci si mette di mezzo il fanatismo ideologico è finita.

 

Purtuttavia abbiamo biogno della verità così come abbiamo bisogno dell' aria che respiriamo che dev' essere pura e non contaminata - ed entramebe le cose diventa sempre piu' difficile trovarle-.

 

Andando al dunque è di questi giorni la notizia di problemi ai confini tra polonia e biellorussia.

 

A sentire i media - senza cadere nell' hostile media effect -  i diretti reponsabili di qui probelmi era addirittura i cpai di stato di quelle regioni in persona descritti dai media biechi come trafficanti di esseri umani , con tanto di intervista ad un tipo che non staccava mai lo sguardo da un telefonino e che non mostrava mai la faccia.

 

Nulla di nuovo sotto il sole, ormai ci si è fatto il callo da sempre alle balle racconate dai media per "ragioni di stato" e la guerra fredda è stata anche per l' uso di balle ben oculate racconate raccontate sui media.  E' la lotta politica piaccia o meno , lotta che decide poi i nostri destini ma sorvoliamo .

 

Conseguenze, il buonsenso qualche dubbio lo dovrebbe far venire quando si ascolatno le cronache e senire quacje altra campana non fa mai male.

 

Proviamo quindi a sentire altre campane su due fatti recenti, la situazioen ai confini con la polonia e la biellorussia e i fatti della libia:

 

"La difesa della frontiera è sempre legittima solo per la Polonia"

https://it.sputnikne...a-13680552.html

 

"Tutto parte dal fatto che qualche centinaio di “profughi”, presumibilmente in arrivo dal medio-oriente (leggi Afghanistan, Siria, Iraq e similari), dalla Bielorussia sta cercando di raggiungere la Germania, passando attraverso la Polonia, e qualcuno vuole impedirglielo.

..."

 

Com è stato descritto il fatto dai media ?

 

Piu' o meno così :

"Ma, forse, quelli che vogliono entrare in Polonia non sono veri profughi come i nostri.

Probabilmente, sono dei mercenari travestiti da disperati e reclutati da Lukashenko solo per fare dispetto a noi europei dell’Occidente.
Magari è un’operazione dell'FSB russo e probabilmente Putin ne è al corrente, se non l’ha addirittura ispirata. Vi stupireste se così fosse? Oramai lo sappiamo da tempo che dietro ad ogni problema che ci colpisce ci sono gli hacker russi pagati dal Cremlino."
 
Prendiamo ora i fatti della libia dell' ultimo decennio:
 
 
 

"10 anni senza Gheddafi, ovvero: era meglio quando era peggio

 

il tempo passa, e man mano le cose si iniziano ad osservare anche da altri punti di vista. Anche perché si posano le acque e, soprattutto, i media spengono i riflettori e si può ragionare con tanti meno condizionamenti.

 

...

 

Conclusione, il 20 ottobre 2011, senza mandato ONU alcuno, Gheddafi veniva individuato dai droni americani, attaccato dagli aerei francesi, infine catturato, torturato e ucciso dai ribelli del Consiglio nazionale di transizione. Nessuno sano di mente ne farà mai pubblicamente un’apologia, ma non tanto perché significherebbe ammettere una simpatia che in realtà non esiste, quanto piuttosto perché significherebbe dover affrontare il tema di tutte le contraddizioni e le doppie morali del nostro Occidente. Significherebbe anche dover parlare di Diritto Internazionale, di cosa significhi questa espressione in un mondo in cui è considerato normalissimo bombardare alcuni paesi, perché lì vi è una dittatura, e al tempo stesso foraggiarne altri, affinché una dittatura vi venga posta o prosperi, purché di segno diverso e confacente.

 

... "

 

Sintesi: i cnflitti ormai non si usano piu' le armi "classiche", si usa sempre di piu' la propaganda , piu' economica e piu' efficace - e sopratutto piu' controllabile dei mercenari -

La cosa viene descritta qui:

 

"La NATO ha sviluppato nuovi metodi di guerra cognitiva"

 

https://comedonchisc...erra-cognitiva/

 

"“La guerra cognitiva è un approccio di armi combinate che combina le capacità di combattimento non cinetico della cyber ingegneria psicologica sociale e di informazione per vincere senza lotta fisica. Questo è un nuovo tipo di guerra, definita come l’uso dell’opinione pubblica come arma da parte di attori esterni. Questo viene fatto con l’obiettivo di influenzare e/o destabilizzare una nazione. Questi attacchi possono essere pensati come una matrice: coprire pochi e molti; influenzare pensieri e azioni; gli obiettivi vanno dall’intera popolazione a misure individuali; tra comunità e/o organizzazioni. Gli attacchi mirano a cambiare o amplificare i pensieri. Il modo in cui vengono condotti differisce dalle aree di guerra più tradizionali. La guerra d’informazione cerca di controllare ciò che vede il pubblico di destinazione, la guerra psicologica controlla ciò che vede il pubblico di destinazione."

 

 

Su cosa fa leva questa nuova arma ? Sui bias cognitivi:

 

Il rapporto ha anche evidenziato i punti problematici legati al pensiero umano. Si dice che “i pregiudizi cognitivi possono portare a giudizi imprecisi e decisioni sbagliate, che possono provocare un’escalation involontaria o impedire l’identificazione tempestiva delle minacce. Comprendere le fonti e i tipi di pregiudizi cognitivi può aiutare a ridurre le incomprensioni e aiutare a sviluppare strategie più efficaci per rispondere ai tentativi degli avversari di sfruttare questi pregiudizi.

Nello specifico, il cervello:

  • non è in grado di determinare se informazioni specifiche sono corrette o errate;
  • è abituato a determinare rapidamente la validità dei messaggi in caso di sovraccarico di informazioni;
  • è incline a ritenere vere affermazioni o messaggi che ha già ascoltato, anche se possono essere falsi;
  • accetta come vere le affermazioni se sono supportate da elementi di prova, senza riguardo all’autenticità di tali elementi di prova.”

In pratica adesso rambo fa una lotta senza quartiere alla ragione pur di instaurare governi ultra reazionari .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#149 Wiko

Wiko

    Super Utente

  • Utenti
  • 4001 messaggi

Inviato 13 novembre 2021 - 05:25

Ma li avete sentiti i nomi per il nuovo presidente della Repubblica? Prodi, Berlusconi, Amato, Dini, Veltroni, Draghi ecc ecc così sulla stessa onda. Siamo ormai destinati ad una brutta fine e ancora la gente crede in questa politica
Non vado in giro per la mia città a fare foto pensando poi di postarle qui

#150 Piter

Piter

    Super Utente

  • Utenti
  • 4527 messaggi

Inviato 21 novembre 2021 - 01:49

Le cronache* raccontano un paese in una situazione poco edificante .

 

Si è il bias della negatività - prestiamo piu' attenzione alle cattive notizie che a quelle buone-, non si puo' generalizzare, etc etc.

 

Ma in ogni caso leggendo le cronache tornano in mente le parole di Augias a "telefono giallo": "questo è un paese violento".

 

Si certo, servirebbero delle statistiche per , ci sono paesi con situazioni peggiori etc etc

 

Ma il bias della negatività è lì apposta, per metterci in guardia e carcare una spiegazione.

 

E una spiegazione , sconfortante, la leggiamo qui:

 

https://www.blitzquo...lvaggi-3431072/

 

"V.  A. ..., psichiatra di lungo corso e farmacologo, una spiegazione di questa violenza c'è l’ha. Dice: “ Siamo regrediti, siamo tornati selvaggi. La ragione è stata sostituita con  l’istinto ....

 

....Giambattista Battista Vico parlava della evoluzione verso la civiltà col dominio della ragione e della intelligenza necessarie per affrontare i temi nuovi che l’uomo si trovava di fronte. Ma l’intelligenza non è istinto. Deve essere insegnata da una generazione all’altra, sennò regredisce. Noi stiamo tornando verso l’essere selvaggio  ...

I motivi scatenanti di tanta ferocia? Per A.i sono almeno due. L’eccesso di informazioni e la paura. E punta il dito su Internet e la sua quantità di notizie flash che il cervello non riesce più ad elaborare.

“La mente non discerne  fra giusto e sbagliato e quindi prende una via che non è quella della ragione ma quello dello stimolo più immediato e più violento.  “Quanto alla paura  finora ci ha salvato“ il sistema di civilizzazione facendoci riconoscere un ostacolo e prevedere come affrontarlo.  Adesso non elaboriamo e quindi torniamo agli istinti: o scappare o resistere. O la fuga o la violenza. E addio strategia"

 

Come uscirne ?

 

Non lo so  .

 

 

 

*

una delel ultime

https://www.blitzquo...-edile-3432470/


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi