Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



- - - - -

Kant


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 Guest_Younes10_*

Guest_Younes10_*
  • Ospiti

Inviato 03 novembre 2020 - 10:02

Ciao a tutti.
Vorrei avere chiarimenti in merito alla filosofia kantiana.
Cosa differenzia la massima di ciascun uomo dall'imperativo ipotetico? Grazie in anticipo



#2 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1521 messaggi

Inviato 10 novembre 2020 - 10:36

Ciao a tutti.
Vorrei avere chiarimenti in merito alla filosofia kantiana.
Cosa differenzia la massima di ciascun uomo dall'imperativo ipotetico? Grazie in anticipo

premesso che qui non ci sono molti utenti che masticano il kantiano essendo il pensiero di questo filosofo molto strutturato su terminologie che egli stesso ha scelto e di cui non si può capire nulla se non si studia tutto quello che gira attorno alla ragion pratica e alla legge morale , anzi è propio la legge morale che gira e fa da contorno e sfondo su cui si basa tutta la ragion pratica Kantiana  a esser precisi. Detto questo una massima individuale è una massima soggettiva , quindi che vale per me, non per tutti. Ad es. una massima del genere può essere "io non simpatizzerò mai con i lazzaroni" . L'imperativo ipotetico invece , come nel caso dell imperativo categorico, è di carattere oggettivo,cioè che valgono per tutti,  è quindi una prescrizione che però ha come obbittivo il raggiungimento di un fine personale , il motto dell imperativo ipotetico è "se vuoi, devi.."  un esempio è "se vuoi essere promosso devi studiare parecchio" vale per tutti gli studenti quindi è una prescrizione oggettiva che però è collocata soggettivamente al singolo per il raggiungimento di un fine personale.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#3 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1521 messaggi

Inviato 10 novembre 2020 - 10:52

uhm, detta così sembra che ci sia qualcuno , la fuori,con in mano la bacchetta che ti dice come devi fare per ...

Per kant questo qualcuno è dentro di noi ed è nella propia libertà e autonomia e volontà di decisione che noi possiamo agire sencondo la legge morale e attenerci agli imperativi che noi stessi formuliamo e su cui ci adeguiamo "se voglio dimagrire devo mettermi a fare una dieta rigida" imperativo ipotetico, vale per me , è importante per me, e io decido di mettermi a dieta . Ma possiamo ben dire che un imperativo, una prescrizione che  valga per ogni persona sovrappeso . Sta alla volontà di ciascuno , studiare mettersi a dieta andare a lavorare ecc


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi