Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Progresso psicologico Vs Progresso spirituale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
88 risposte a questa discussione

#81 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5654 messaggi

Inviato 07 ottobre 2020 - 04:29

Non credo che sia facile fare una distinzione tra reale esperienza mistica o psicosi. Immagino che la psicosi, quindi l'insieme di caratteristiche che ti fanno pensare ad una patologia, non viene osservata in tutti allo stesso modo; dipende appunto da chi vive l'esperienza, se per la  persona le conseguenze dell'esperienza mistica sono tali da intralciare in qualche modo la sua vita ''normale'' e quindi anche il modo di relazionarsi, qualcuno pensa ad una psicosi, ma se non intralcia...allora è autentica?
 
Se per esempio vivo già in un convento di clausura, ho fatto voto di mutismo, castità, ora et labora, ecc, i segni del mio eventuale squilibrio nelle relazioni dove li vedo se non interagisco con nessuno?
Per esempio, se sono Bongiovanni e vedo la Madonna mentre, che ne so, faccio calzature, sono psicotico, se sono Padre Pio, già rinchiuso in un convento, sono mistico?


Non saprei malia. La psicosi ha caratteristiche piuttosto peculiari, tipo disturbi del linguaggio, deliri di vario tipo. Anche la schizofrenia è una forma di psicosi. Al limite in questi soggetti, proprio volendo eh, si può trovare il delirio mistico, ma di per sé come singola cosa, se non ci sono altri elementi, non penso si possa parlare di psicosi.

Ciò che intralcia la vita quotidiana e le relazioni può essere anche un semplice disturbo di personalità, la psicosi è molto più grave.
  • malia piace questo



#82 Sri Makalidev

Sri Makalidev

    La pazienza è la virtù di Mimmo

  • Utenti
  • 1082 messaggi

Inviato 07 ottobre 2020 - 04:45

Se non avessimo Satana che è in sostanza il misuratore del mondo interiore di tutti,sarebbe un buidello
  • malia piace questo

#83 Sri Makalidev

Sri Makalidev

    La pazienza è la virtù di Mimmo

  • Utenti
  • 1082 messaggi

Inviato 07 ottobre 2020 - 04:48

Però è lui che dobbiamo superare ossia il nostro cattivo ego malandrino.

Quindi bum che si brinda mi raccomandando mascherina no presa dal falegname, e guanti presi dalla farmacia

#84 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20496 messaggi

Inviato 07 ottobre 2020 - 05:19

A Bodhidharma gli sono cadute le gambe?


narra la leggenda che stette così tanto in meditazione che alla fine gli caddero le gambe


ai tempi era molto splatter.
il suo primo discepolo per ottenere attenzione da lui si staccò un braccio.

vai a capire queste fisse per gli arti :asdsi:
  • Frèyja piace questo
Samsara 1 - Nirvana 0

#85 Karver

Karver

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 609 messaggi

Inviato 09 ottobre 2020 - 12:05

il progresso non è solo farsi scivolare di dosso le situazioni

ma anche sciogliere i legami karmici

ovviamente nessuno mi ha ancora detto come fare

nel frattempo prendo tempo cantando il più possibile

tanto un fesso sempre si trova che mi aiuta 



#86 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 09 ottobre 2020 - 07:10


tanto un fesso sempre si trova che mi aiuta 

La prossima volta che mi scrivi in privato ti tiro un tuzzo in fronte. Vediamo se progredisci psicologicamente o spiritualmente. :D



#87 Karver

Karver

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 609 messaggi

Inviato 09 ottobre 2020 - 11:33

La prossima volta che mi scrivi in privato ti tiro un tuzzo in fronte. Vediamo se progredisci psicologicamente o spiritualmente. :D

ma lo sai che ti apprezzo

però io sono convito che il mio destino è quello di stare sempre più bene


  • malia piace questo

#88 davintro

davintro

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 8 messaggi

Inviato 10 ottobre 2020 - 09:35

penso che progresso spirituale e psicologico siano implicati, anche se non sono affatto sicuro che i concetti di "psiche" e "spirito" (e forse nemmeno "progresso") per come ora li intendo ora abbiano lo stesso significato per la maggior parte, o per tutti, i partecipanti alla discussione, quindi non so quanto quello che scriva sia davvero in linea col tema. Boh, ci provo. Sono implicati, nel senso che, intendendo lo spirito come "forma", cioè quella componente che nelle persone rappresenta l'unità dell'Io, l'identità personale, e la psiche come un "quantum" di energia vitale che si spende in ogni tipo di attività, fisica o mentale, si può dire che la psiche, l'energia vitale cresce nella misura in cui siamo spiritualmente in contatto con delle fonti energetiche che rappresentano le motivazioni, di tipo estetico, religioso, intellettuale, che ci spingono ad agire per finalità diverse da quelle legate al godimento dei beni materiali, e che dunque sono fonti spirituali: la psiche si ricarica (solo in questo senso riesco a capire il concetto di "progresso psicologico", potenziamento della capacità di esprimere una potenza vitale più intensa) a contatto con le fonti energetiche spirituali che rappresentano i valori e gli interessi della persona (l'amicizia, l'arte, la religione, la conoscenza), al contempo l'attività spirituale legata a questi valori possono usufruire di una maggiore spinta vitale a realizzare le proprie finalità. All'opposto, la materia indica dispersione, intendendo cartesianamente, materia come estensione spaziale, un'energia psichica utilizzata solo per finalità materiali, trae la propria fonte da qualcosa di materiale, cioè spaziale, e in questo senso la vita finisce con l'abituarsi a "disperdersi", perdendo di vista la coerenza con la dimensione spirituale, cioè con l'unità formale dell'individuo, in base a cui la materia si organizza come materia di una certa persona, dotata di un proprio e definito carattere e propri e definiti valori. Non che la materia, il corpo non debbano essere soddisfatti, ovvio che sì, ma quando le loro esigenze diventano le uniche che sembra di dover perseguire, la vita, per così dire, si spersonalizza, si disperde nell'indeterminato, nello spaziale, perché è lo spirito ciò che porta la persona a vivere in coerenza con il proprio soggettivo sistema di valori, dando un certo ordine di priorità ai diversi istinti, proprio questo ordine costituisce la "forma", cioè appunto lo spirituale, l'intelligibile


  • malia piace questo

#89 Karver

Karver

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 609 messaggi

Inviato 13 ottobre 2020 - 01:39

il progresso psicologico in realtà si chiamerebbe regresso

in passato qui utenti come cincin e altri hanno spiegato che l'anima vera nei bambini è fuori dal marciume e si vede

in noi adulti no

quindi quando si fa un progresso in realtà il vero progresso non è fare tanti soldi, trovarsi un lavoro lussuoso o comprarsi una villa ma ritornare a riappacificarsi con se stessi scoprendo quelle cose perse

il miglior modo è ricordare quindi capire da dove veniamo e dove stiamo andando

e poi eliminare le cose automatiche che ci riguardano

con una vita frenetica nessuno lo fa

nemmeno io che ho sempre avuto il mio computer a disposizone per fermarmi a riflettere

ho aggiunto sempre più spazzatura

tranne quando imparavo delle canzoni o imparavo dei film

perchè quelle restano e ti arricchiscono le altre cose ti danno un curriculum disastroso

 

io comnque sono propenso a quello di elaborare il mio immaginario dopo 3 anni di ricerche in campo esoterico






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi