Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

fatti per me sconvolgenti durante la lettura dei vangeli


  • Per cortesia connettiti per rispondere
51 risposte a questa discussione

#41 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 05 settembre 2020 - 11:17

Secondo voi Gesù ha fatto la volontà di papa o a modo suo per sacrificarsi per tutti ?


«Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà». Gli apparve allora un angelo dal cielo a confortarlo. In preda all'angoscia, pregava più intensamente; (...) «Perché dormite? Alzatevi e pregate, per non entrare in tentazione» (Luca 22,42-46). Insomma lui ha fatto la sua parte, i suoi discepoli pare di no.





#42 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4666 messaggi

Inviato 05 settembre 2020 - 05:50

È corretto invece, perché il problema non è il peccato personale nel disubbidire a Dio mangiando un frutto per Adamo ed Eva, ma il volersi sostituire a Dio diventando come Lui. E nella storia umana forse questo è il momento in cui l’uomo più si sostituisce a Dio, mettendo la scienza umana e le capacità umane su un altare ed adorandole.

L'uomo visto da Dio è come la mia nipotina di quattro anni vista da me.

Non fa altro che emulare quel che faccio io (coi suoi pentolini, e giocattolini vari), perché vuole essere come me.

Quando non mi fa ridere a crepapelle la vedo come un concentrato di tenerezza.

Dio invece cosa fa ai suoi figlioletti che vorrebbero essere come Lui?
Li caccia dal paradiso?
Mmh
Ecco come avvenne nei secoli: pecorella, se credi a questa te ne racconto un altra.
E via di questo passo per secoli e secoli di balle.
  • silvya piace questo

#43 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 05 settembre 2020 - 06:34

Dio invece cosa fa ai suoi figlioletti che vorrebbero essere come Lui?
Li caccia dal paradiso?


Tra dire e fare c'è di mezzo il mare. Non conta cosa l'uomo vorrebbe, ma quanto ha già fatto.

La scienza di "dio" diventa pericolosa se adoperata senza coscienza, e questa non si acquisisce emulando quello che fanno gli altri ma compiendo il relativo percorso indipendente, dal suo inizio alla sua fine. Serve del tempo. Millenni.

L'unica eccezione è la cieca ubbidienza - se l'incosciente segue le direttive degli scienziati saggi allora riesce in qualche modo a sopravvivere e a non fare troppi danni.



#44 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9816 messaggi

Inviato 05 settembre 2020 - 07:26

dodecaedra, on 05 Sept 2020 - 7:50 PM, said:snapback.png

Dio invece cosa fa ai suoi figlioletti che vorrebbero essere come Lui?
Li caccia dal paradiso?

 

se tua nipote dii 4 anni tentando di emularti prende l'accendino e cerca di accendere i fornelli del gas in cucina, continui a lasciarla fare oppure la riprendi?

e se vedi che nonostante tutto lei cerca lo stesso di nascosto di entrare e continuare a fare quello per cui l'hai ripresa, gli lasci ugualmente l'accesso

alla cucina?


  • G.a.b.r.i.e.l piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#45 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4666 messaggi

Inviato 06 settembre 2020 - 02:53

A prescindere dal fatto che qui abbiamo i fornelli a induzione e prima di questi erano ad accensione elettrica, la bambina fa le sue emulazioni coi giochi di cui dispone. Nel caso di pericolo le spiegherei che il fuoco brucia, quale migliore occasione avrei per spiegarglielo?
Come puoi capire, senza tanta fatica, porta nel suo mondo (quello dei giochi) quel che vede fare da chi è più grande.

E ti ripeto, quale sarebbe il genitore che si offenderebbe perché un figlio vuole copiarlo?
Forse quello che si strizzisce così tanto da mettere il figlio in collegio?

#46 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20688 messaggi

Inviato 06 settembre 2020 - 12:29

mod se vi va potreste chiudere il 3d?

non ho più il tempo di postare altre considerazioni fatte durante la lettura.

se invece va avanti da solo tenetelo aperto.

grazie mille
Samsara 1 - Nirvana 0

#47 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13394 messaggi

Inviato 08 settembre 2020 - 09:16

Per me il creatore non è l'infinito (universo), ma il creatore opera nell'infinito (nell'universo).

Infatti la Bibbia ci proibisce di adorare le creature e universo stesso (corpi celesti, sole, pianeti, stelle etc) esattamente come proibisce di adorare idoli di pietra, legno, metallo o ad esempio spiriti, angeli e demòni.

Nelle Scritture c'è una netta distinzione tra il creatore che Gesù chiama "Padre" e tutto il resto dell'infinito.

Lo Spirito è quello che oggi potremmo chiamare "coscienza" (superiore).

Dunque lo Spirito santo sarebbe lo spirito o coscienza del creatore o del Padre celeste.

Non è separato dal Padre ma è Padre stesso, non per caso Gesù in Giovanni 4,24 disse che Dio è spirito, ovviamente intendeva uno spirito sano o santo non qualunque "spirito".

Chiaro che non ci sono due Spiriti Santi o due entità uguali e identiche, del resto basta una.

Ma la parola spirito nella Bibbia significa anche ingegno, intelligenza e scienza (ovvero scienza di Dio).

La questione del "figlio unigenito" è una forzatura dottrinale che è servita a Paolo ed altri per la narrazione della "novità" e per distanziarsi dall'ebraismo ortodosso che cominciava a decadere a causa del legalismo e tradizioni umane introdotte dagli scribi e farisei dell'epoca.

In realtà il creatore non distingue tra i suoi "figli diretti", profeti, e "figli indiretti", i giusti della Terra, ma tratta tutti quanti allo stesso modo come se fossero allo stesso livello.

Ma è chiaro che il Creatore per generare l'infinito deve essere lui stesso infinito. Ti riporto una piccola sintesi che ho tratto dall'Entità Andrea, e che parla di Dio e dell'evoluzione degli spiriti:

 

""

Allora per fare una sintesi di questa comunicazione, possiamo dire che alla base dell’universo sia spirituale sia materiale c’è Dio, inteso non come una struttura infinita ed anonima, ma come una persona che ha in se tutti i caratteri dell’infinito. Così in Dio troveremo l’intelligenza infinita, l’individualità che è assoluta, la capacità di creare che è pure infinita, le potenzialità che sono pure infinite perché da Dio vengono creati non solo questo universo, ma gli infiniti universi, l’impossibilità che da Dio non sia stato creato qualcosa, perché è un infinito da qualsiasi punto lo si guardi resta infinito.

Da Dio originano i principi che danno origine agli universi, da i principi hanno origine le leggi che sono più malleabili, più adattabili alle varie situazioni; poi dalle leggi per una specie di frantumazione hanno origine le idee semplici.

Gli spiriti di altissima evoluzione possono penetrare i principi ed impadronirsi delle leggi universali, solo in tal modo possono operare nell’universo, ad esempio dando l’imput iniziale ad una galassia, poi una vota dato l’imput non serve che ne diano degli altri, hanno già fatto tutto perché hanno messo in moto altre leggi inerenti al sistema fisico anonimo dell’universo.

Ma per far questo, cioè per operare a questi livelli, devono conoscere la situazione di tutte le altre galassie in qualsiasi punto dell’universo, perché è impensabile che uno spirito dia l’imput iniziale ad una galassia senza conoscere la situazione di tutte le altre galassie. Non solo, ma sempre questo imput iniziale è dato a fini prettamente spirituali, cioè quello spirito elevatissimo conoscerà anche i gruppi spirituali che popoleranno quella galassia fra un milione di anni , o fra un milione di miliardi di anni, ma questo significa che questi spiriti hanno un evoluzione talmente alta tale da far propri i principi che vengono emanati da Dio, in pratica diventano quasi indistinguibili con la divinità stessa, anche se questa resterà sempre ad una distanza infinita da qualsiasi spirito, per quanto evoluto.

Dio è un qualche cosa che nell’analisi sfugge e viene ritrovato nella sintesi, nelle idee semplici si perde completamente, ma si ritrova nelle leggi e nei principi.

Quindi per l’Entità A c’è questa dicotomia frà l’universo spirituale e l’universo fisico, l’universo spirituale nel quale ha proiettato l’individualità e l’intelligenza, e l’universo fisico che è privo di individualità e di intelligenza e si muove con le sue leggi meccanicistiche.

E lo spirito deve conoscere nel suo cammino quest’altro aspetto della realtà, che è l’altro da se, solo in tal modo potrà conoscere se stesso.

Dio, principi, leggi, idee semplici, universo anonimo non sono fuori dello spirito, non c’è un dentro ed un fuori, possiamo più correttamente dire che sono nello spirito il quale discopre Dio un po’ alla volta in se stesso. Ma in questo” un pò alla volta non c’è un tempo come lo intendiamo noi.

Ed allora quali possono essere i punti di contatto e di divergenza con la visione dell’universo del fisico quantistico John Hagelin, che per tale fisico c’è una coscienza universale che inizia dall’atomo, e la mia e la tua coscienza in realtà sono un illusione perché sono una cosa sola, pe l’Entità A invece lo spirito è un individuo singolo che manterrà la sua individualità sempre. Inoltre la materia non ha individualità, solo lo spirito ce l’ha. La materia non pensa, solo lo spirito pensa, perché il pensiero gli è conferito da Dio stesso e gli serve per penetrare le leggi ed i principi, la materia al contrario ha in se un certo meccanicismo, ma non il pensiero . L’uiverso non è un tutt’uno di coscienza (John Hagelin ), ma c’è un infinita gamma di consapevolezze a seconda dell’evoluzione degli spiriti.

Ma quando lo spirito ha cominciato a colonizzare la terra, e cioè ad incarnarsi nell’uomo (circa un milione di anni fa ; lo ricavo da altra comunicazione). Può darsi, anzi, sicuramente, prima c’era stato un avvicinamento, ma non la vera e propria incarnazione. Questa come già vi ho detto avviene intorno al terzo mese di gestazione, quando il sistema nervoso si è completato, e può iniziare a costituirsi un nucleo inconscio. Ed è per mezzo di questo nucleo inconscio che lo spirito cade in uno stato di sopore dal quale poi si risveglia con la nascita, ma direi ancor più tardi della nascita, quando comincia a prendere consapevolezza della terra. Da questo momento cominciano le esperienze, cioè il discoprimento di se attraverso una coscienza che non è quella sua di spirito, ma è quella dell’uomo, con tutta la sovrastruttura, i condizionamenti ecc.



#48 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 08 settembre 2020 - 11:53

Sì, ma purtroppo ogni spirito ci racconta una storia leggermente differente...


Poimandres : Luce dei nostri spiriti di Eugenio Siragusa parte 1


Poimandres : Luce dei nostri spiriti di Eugenio Siragusa parte 2



#49 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13394 messaggi

Inviato 09 settembre 2020 - 03:32

Sì, ma purtroppo ogni spirito ci racconta una storia leggermente differente...


Poimandres : Luce dei nostri spiriti di Eugenio Siragusa parte 1


Poimandres : Luce dei nostri spiriti di Eugenio Siragusa parte 2

Non vedo nessuna incongruenza con A. Ogni spirito riceve un messaggio che è proporzionale alla sua evoluzione...........



#50 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 10445 messaggi

Inviato 09 settembre 2020 - 07:13

Dio invece cosa fa ai suoi figlioletti che vorrebbero essere come Lui?
Li caccia dal paradiso?
Mmh
Ecco come avvenne nei secoli: pecorella, se credi a questa te ne racconto un altra.
E via di questo passo per secoli e secoli di balle.

Nella bibbia si capisce che è proprio così anche secondo me, è un libro che ti mette in guardia ma non tanto per benevolenza, nella sua infinita saggezza Dio ha visto i nostri peccati e li ha puniti, stando anche attento a ricordarci che il peccato umano è sbagliare senza capire, e non è il diavolo a essere geniale, ma siamo proprio noi ad essere puniti in modi adeguati, fino a essere rinnegati se non riusciamo a meritare per noi il paradiso, è proprio se non ti comporti da cristiano, non attraverserà i comunque il calvario dell homo giusto: il ché fa abbastanza skif.

...d.dd..ddddddd.d .    .
z.d


#51 Il giudicato

Il giudicato

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 175 messaggi

Inviato 03 ottobre 2020 - 04:32

Hummm ,s
E hai qualche menisco e sei nemico suo e lui sta nel bene. Io credo che certi momenti li passerai male. A volte con un male diverso, complicato e mai esistito, per fare capire," stai alla larga °.
Questo significa stare alla larga dalla persona e non essere sua nemica, altrimenti andrà anche peggio , pure morendo e in più alla fine , dovrai risponderne in 1 persona.

Ecco l effetto del vangelo.
Parole sacre e ( già sapute da qualunque spiritol/, testato personalmente ) sempre valide per noi e la nostra anima e quelle altri.

#52 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 449 messaggi

Inviato Oggi, 28 nov 2020 alle 15:48

"a me questa cosa, da uomo fatto di carne, mi ha sempre sconvolto.
la tua ragazza viene da te e ti dice che è incinta dello spirito santo... "

Più che altro io mi stupirei, da ebreo quale Giuseppe era, sentendo parlare di Spirito Santo. Gli ebrei adoravano uno Spirito Santo? Come lo chiama Maria quella cosa che l'ha fecondata in ebraico? Significa davvero Spirito Santo?
Bisognerebbe chiedere a Biglino 😆
l'unico limite dell'uomo è se stesso.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi