Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

fatti per me sconvolgenti durante la lettura dei vangeli


  • Per cortesia connettiti per rispondere
51 risposte a questa discussione

#21 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1521 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 11:30

l'unico fatto inquietante è che ancora oggi si insegna che il male e le malattie sono la conseguenza dell entrata del peccato nel mondo , il peccato originale.

Il fatto inquietante è il non voler ammettere che le malattie erano presenti già all inizio e non come una conseguenza.

Il male poi, è una conseguenza delle scelte dell uomo. Ma non ha nulla a che vedere col peccato originale.

il peccato originale infatti è un dogma sbagliato e andrebbe abolito.


  • dodecaedra piace questo

Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D




#22 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11453 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 01:11

l'unico fatto inquietante è che ancora oggi si insegna che il male e le malattie sono la conseguenza dell entrata del peccato nel mondo , il peccato originale.
Il fatto inquietante è il non voler ammettere che le malattie erano presenti già all inizio e non come una conseguenza.
Il male poi, è una conseguenza delle scelte dell uomo. Ma non ha nulla a che vedere col peccato originale.
il peccato originale infatti è un dogma sbagliato e andrebbe abolito.

È corretto invece, perché il problema non è il peccato personale nel disubbidire a Dio mangiando un frutto per Adamo ed Eva, ma il volersi sostituire a Dio diventando come Lui. E nella storia umana forse questo è il momento in cui l’uomo più si sostituisce a Dio, mettendo la scienza umana e le capacità umane su un altare ed adorandole.
<p>anf puff pant

#23 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1521 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 05:04

sono d'accordo con quello che dici Pandora, ma solo in parte. Le malattie possono sembrare un male , ma senza di esse l'evoluzione delle speci non sarebbe possibile , c'è bisogno di mutazioni genetiche perchè una spece si evolva . Se non ci fosse , non ci sarebbe evoluzione. Quindi dire che le malattie sono la conseguenza dell'entrata nel mondo del peccato, non è corretto. Questo succede perchè si vuole far continuare a credere che all inizio della genesi il mondo fosse perfetto e che non vi fossero malattie ne il male .

Non è così , il mondo a subito diverse estinzioni di speci prima ancora che l'uomo esistesse.  La religione si deve adeguare a quelle che sono palesi scoperte archeologiche ben documentate e provate. Non mettere le fette di prosciutto davanti agli occhi.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#24 Sween

Sween

    chi sei...

  • Utenti
  • 1521 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 05:07

e sostenere che un bambino che nasce oggi porta dentro di se il peccato originale fa semplicemente ridere. come avverrebbe la trasmissione del peccato ? sono curioso di conoscere la risposta


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#25 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 07:51

l'unico fatto inquietante è che ancora oggi si insegna che il male e le malattie sono la conseguenza dell entrata del peccato nel mondo , il peccato originale.


Per me il "peccato originale" come viene insegnato al catechismo, non esiste. Però volendo interpretare quel passo della Genesi in modo alternativo potrei dire che se "Adamo" (i primi umani) fosse rimasto nel paradiso terrestre il male e le malattie non si sarebbero manifestati in quanto un paradiso non prevede tali cose. Tuttavia l'uomo sarebbe rimasto "schiavo di dio" - niente libertà niente democrazia niente internet...

L'indipendenza comporta la necessità di progredire scientificamente per conto nostro. Ma dopo un tot di millenni si arriva al livello della nostra Sorgente come eravamo nel paradiso terrestre appunto.
 

Il fatto inquietante è il non voler ammettere che le malattie erano presenti già all inizio e non come una conseguenza.


La Sorgente è in grado di curare tutte le malattie esistenti inoltre l'uomo non può ammalarsi se vive secondo natura lontano da veleni psichici e industriali, ha un sistema immunitario straordinario - e le capacità innate di autoguarigione.
 

Il male poi, è una conseguenza delle scelte dell uomo. Ma non ha nulla a che vedere col peccato originale.


Certo, ma nel contesto religioso aveva il significato di "divario" che c'è tra creatori e creature. Finché la civiltà delle creature non raggiunge la civiltà dei creatori, l'uomo dovrà rinunciare ai privilegi avuti in Principio. Sul piano pratico le differenze sono evidenti: quando stava con DIO l'uomo non poteva compiere errori perché DIO guidava ogni suo passo, una volta che si è separato da DIO doveva fare tutto da solo, quindi per non sbagliare continuamente doveva diventare saggio. Infatti, una volta che l'uomo si è separato dalla sua Sorgente, questa gli manda personaggi come il Buddha, e altri per insegnargli saggezza progressivamente visto che non dipende più dall'alto, ora è autonomo. Purtroppo molti hanno ignorato questi consigli con il risultato che l'umanità ancora non è divenuta saggia e sta combattendo con i suoi mali autogenerati nella propria ignoranza. Le malattie sono le conseguenze delle sue scelte quotidiane.
 

il peccato originale infatti è un dogma sbagliato e andrebbe abolito.


Più che abolito spiegato correttamente. Se lo abolisci si perde il sapere che c'è dietro. Ma è anche vero che non andrebbe mai insegnato ai bambini così come lo intende la chiesa, ha effetti deleteri per la mente dei più piccoli e indifesi, senza dubbio.
 

È corretto invece, perché il problema non è il peccato personale nel disubbidire a Dio mangiando un frutto per Adamo ed Eva, ma il volersi sostituire a Dio diventando come Lui. E nella storia umana forse questo è il momento in cui l’uomo più si sostituisce a Dio, mettendo la scienza umana e le capacità umane su un altare ed adorandole.


Il tuo discorso ci sta; l'uomo non dovrebbe distruggere o alterare la natura e la propria natura fin tanto che non impara a creare la natura (cosa fino ad ora ancora non avvenuta). Ma nella Genesi l'uomo non si è sostituito a DIO, ha semplicemente attivato dentro di se una funzione che DIO comunque gli ha dato il libero arbitrio. Prima o poi sarebbe successo.
 

sono d'accordo con quello che dici Pandora, ma solo in parte. Le malattie possono sembrare un male , ma senza di esse l'evoluzione delle speci non sarebbe possibile , c'è bisogno di mutazioni genetiche perchè una spece si evolva . Se non ci fosse , non ci sarebbe evoluzione. Quindi dire che le malattie sono la conseguenza dell'entrata nel mondo del peccato, non è corretto. Questo succede perchè si vuole far continuare a credere che all inizio della genesi il mondo fosse perfetto e che non vi fossero malattie ne il male .
Non è così , il mondo a subito diverse estinzioni di speci prima ancora che l'uomo esistesse. La religione si deve adeguare a quelle che sono palesi scoperte archeologiche ben documentate e provate. Non mettere le fette di prosciutto davanti agli occhi.


Quelle "specie estinte" erano prototipi logico che si sono estinte, non c'entrano malattie né mutazioni casuali.
 

e sostenere che un bambino che nasce oggi porta dentro di se il peccato originale fa semplicemente ridere. come avverrebbe la trasmissione del peccato ? sono curioso di conoscere la risposta


Nel suo DNA si trovano tutti gli errori genetici che si sono accumulati nelle 666 generazioni di uomini a partire da "Adamo" ad oggi inoltre la nostra società gli impone molte cose antiumane e poco o per niente naturali che contrastano la sua vera natura originaria, in quel senso un bambino che nasce oggi porta dentro di se il "peccato originale" ovvero viene costretto a sopravvivere e tentare di vivere decentemente in un ambiente stranissimo, non suo, che non riconosce istintivamente. Nello sforzo (esagerato) necessario per provare ad adattarsi a tutto ciò, si smarrisce, quasi come un pesce fuor di acqua. Ecco perché molti diventano tossicodipendenti, per fuggire da questo pazzo mondo.



#26 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11453 messaggi

Inviato 15 agosto 2020 - 11:27

e sostenere che un bambino che nasce oggi porta dentro di se il peccato originale fa semplicemente ridere. come avverrebbe la trasmissione del peccato ? sono curioso di conoscere la risposta

Forse non ci hai pensato, ma se il peccato originale è il volere mordere il frutto della conoscenza del bene e del male per sostituirsi a Dio, se pensi al rito del Battesimo è molto chiaro.
Il Battesimo è la presentazione ufficiale nella società cristiana attraverso una manifestazione pubblica di rinuncia al peccato originale, cioè è la rinuncia pubblica al volersi fare come Dio, quindi nel caso dei genitori e’ esplicitato l’impegno loro a crescerlo in quest’ottica, che è quella cristiana, di non volersi mettere al posto di Dio sindacando cosa sia bene e cosa sia male indipendentemente dalla volontà di Dio in materia di bene e male.
E se tu un bambino non lo educhi fin da piccolo a cosa è bene e cosa è male, inesorabilmente metterà le proprie esigenze al di sopra di quelle altrui, e difficilmente lo ripigli spiegandoglielo da adulto.
il resto un’altra volta che ora ho sonno
<p>anf puff pant

#27 GufoOscuro

GufoOscuro

    Utente cagacazzo

  • Utenti
  • 1432 messaggi

Inviato 16 agosto 2020 - 01:20

-About Fatto inquietante#1:

Entrando nella logica di chi ha scritto la Bibbia (da scettico):
Banalmente Dio non sceglie i coglionazzi che litigano per ogni cazzata, ma è andato da una coppia che non è celebrolesa; una coppia dove non stanno insieme solo per paura della solitudine, che non fanno figli tanto per salvare relazioni o altre amenità del genere. Anche il figlio di Dio - che poi più o meno sono così tutti i bambini - diventa psicotico con genitori del cazzo (99,9% della popolazione umana).

-About Fatto inquietante#2:

La vita è sofferenza. La nascita non è una bella cosa e non esiste vita compiuta senza dolore. Un eccesso di pragmatismo a noi contemporanei sconosciuto, ma su questo la bibbia ha ragione: invece di illudere i bambini - con fantasie dei genitori, tra l'altro - via a muso duro.
Inoltre tutti gli eroi sono martiri per definizione. Lo è Prometeo, così come lo è Kenshiro.

-About Fatto inquietante#3:

Colpa della New Age.

-About Fatto inquietante#4:

Perché la bibbia rimane scritta da semi-analfabeti con poca capacità di espressione. Tuttavia non è sbagliato: l'identità sociale deriva esclusivamente dagli altri. Ergo, tu puoi essere anche - sostanzialmente - Cristiano Ronaldo, ma devi segnare per dimostrarlo. Questo vale anche per il figlio di Dio. Se così non fosse non avrebbe neanche senso tutto il discorso della fede e queste cose da "credino" tipico della domenica.

-About Fatto inquietante#5:

Sì. Anche Iron Man ha bisogno di temprare lo spirito. Stark da spavaldo diventa man mano più umile nella trilogia. E non importa che possiede "la tuta super figa Madonna santa che puuuutenza". La mente da dominare è tutt'altra cosa. È dai pensieri - che poi si tramutano in azioni - che si riconosce la fede di un cristiano. E lo so che il credente medio "è troppo misero e meschino e pur sapendo che Dio è più esatto di una Sveda, lui pensa che l'errore piccolino non lo conti o non lo veda" (~cit) ma è così. Insomma, i miracoli non c'entrano nulla con la crescita spirituale. È quello che insegnava anche il Buddha. A proposito della figura del Buddha... Anche lui ha affrontato le sue tentazioni in meditazione prima di raggiungere l'illuminazione. Ed erano esattamente ridicole e grossolane come quelle di Satana. Io mi sono dato una umile risposta: perché le nostre tentazioni, i nostri sogni, le nostre smanie... In effetti sono sciocchezze ridicole, sono paranoie che viste dall'esterno fanno cadere le braccia. Siamo meschini... Anzi, forse mischini (~ri-cit).
  • Frèyja piace questo

#28 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5700 messaggi

Inviato 16 agosto 2020 - 11:53

Fatto inquietante #5: le tentazioni
Versetti: Mt 4, 1-11

niente di che.
Gesù va in ritiro spirituale per 40 giorni e restiste alle tentazioni di Satana.

prima domanda: Gesù ha bisogno di temprarsi?
mi rispondo da solo: essendo umano sì. a me sta cosa del Cristo super potente ma con le nostre difficoltà mi ha sempre intrigato.
Gesù soffre, ha anche paura ad un certo punto della sua storia, Gesù si incazza, Gesù che digiuna e lavora su se stesso e che poi ha voglia di mangiarsi un bue.
interessante.

poi. abbiamo qui già ben definito chi è il "nemico".
nei capitoli prima abbiamo introdotto l'inferno, qui introduciamo Satana.

Satana che fa i giochetti psicologici.
un po' puerili sinceramente. dal Diavolo mi sarei sinceramente aspettato di più. solletica l'ego di Cristo facendo leva sull'essere figli di dio. propone ricchezze e potere.

bah (cit.)

Gesù lo sfancula e lui se ne va.
voto a satana: 2.

sono curioso di capire se la figura del Maligno si evolve o se resta un personaggio piatto come in questi versetti.



Gabriel: questo smentisce le tue elucubrazioni sul Demonio perchè è "battibile" dal singolo.
la responsabilità è di chi cede e non di una organizzazione.
chi entra nell'organizzazione entra per una sua scelta o debolezza ma la responsabilità non è spostabile altrove.
almeno lo capisco da come ha fatto Cristo.
ovviamente posso sbagliare e al 99% è così

È puerile il modo in cui viene raccontato, forse, ma la sostanza, se la analizzi, non lo è. In realtà è molto subdolo. Fare leva sul fatto che sia figlio di Dio per indurlo a compiere gesti che mettano alla prova questo fatto, significa instillare il dubbio di esserlo, far desiderare a Gesù una prova eloquente della sua divinità, una prova materiale, escludendo quindi il suo sentire interno, la propria intuizione profonda. Forse relegandola perfino all'ambito dell'immaginazione.
È un processo che un praticante conosce abbastanza bene, a un certo punto. Ma Gesù non si limita a conoscerlo, lo supera.

Rinunciare al potere è altrettanto difficile. Satana gli avrebbe offerto potere illimitato sulla realtà, che Gesù avrebbe potuto usare a fin di bene. Credo che questa sia la cosa più difficile in assoluto. Rinunciare al proprio punto di vista, rimanere testimoni, sacrificare la possibilità di stravolgere tutto ciò che si vuole secondo la propria volontà, e quindi amare tutto indistintamente.
  • Il Morto piace questo

#29 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20688 messaggi

Inviato 24 agosto 2020 - 02:13

Fatto inquietante #6: Gesù si attiva
Versetti: Mt 4, 12-17
 
qui è breve.
si trasferisce nella casa nuova e dice al versetto 17 convertitevi perchè è vicino il regno dei cieli.
come GB.
 
raccolta di testimone. o che GB semplicemente spoilerava. :D
 
colpisce l'urgenza con cui dovremmo convertirci.

Samsara 1 - Nirvana 0

#30 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20688 messaggi

Inviato 24 agosto 2020 - 02:23

Fatto inquietante #7: Gesù ha un fascino bestiale e poi fa qualche barbatrucco
Versetti: Mt 4, 18-22
 
a parte lo stile un po' asciutto del racconto Gesù incontra i primi discepoli che abbandonano tutto per seguire lui.
ora: dal racconto non si evince molto.
semplicemente la frase del vi farò pescatori di uomini scatena nei primi che lo seguono questo istinto irrefrenabile.
 
ho bisogno di una mano: cosa può affascinare nel pescare uomini? ovviamente c'è a chi potrebbe piacere, ma da come si evolve la cosa Gesù e i 12 formavano un bel gruppo. miracoli etc etc.
 
cosa è successo tra le righe di quei versetti?
mi date una mano?
 
Versetti: Mt 4, 23-25
qui Gesù fa cose allucinanti. guarisce i malati scaccia i demoni. tratto da: Il manuale del Messia.
ora qui c'è però (continua ad essere sintetico l'evangelista...) un fatto: quello che compie Gesù non è da uomo ordinario (lasciamo da parte il cicap per un minuto).
dimostra subito cosa sa fare, per noi poveri scemi che abbiamo bisogno di una prova tangibile.
fa un gesto di compassione e ci mostra la sua natura.
 
ma potremmo leggerla diversamente e vedere una specie di proselitismo tramite i miracoli.
 
oggi non sono molto in forma e ho bisogno di costanti aiuti: perchè lo fa?
è un venirci incontro per farci vedere che lui quando dice che il regno dei cieli è vicino non scherza?
help

Samsara 1 - Nirvana 0

#31 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 24 agosto 2020 - 03:33

Fatto inquietante #6 .. colpisce l'urgenza con cui dovremmo convertirci.


Non è possibile accettare i vari discorsi di Gesù finché si rimane tra "quelli del mondo", con la mentalità dell'uomo ordinario. Siccome Gesù iniziava a predicare, aveva bisogno di ascoltatori "preparati" dunque già convertiti alla giustizia. Ecco perché l'urgenza. Lui, non aveva tempo da perdere.
 

Fatto inquietante #7 .. ho bisogno di una mano: cosa può affascinare nel pescare uomini?


Gesù compie "miracoli" (applica la scienza extraterrestre che gli hanno insegnato dopo la "tentazione") per radunare gli uomini intorno a lui, tutto qui. In modo da poter diffondere il verbo rapidamente - allora non c'era internet. I suoi discepoli sono affascinati, semplicemente perché attirati dal suo Padre, telepaticamente, "nello spirito". La frase non ha molta importanza, è piuttosto casuale, alcuni erano pescatori per cui Gesù fa quella battuta.



#32 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13394 messaggi

Inviato 27 agosto 2020 - 10:35

Secondo me sono tutte le premesse che sono sbagliate ed una volta demolite le premesse viene a cadere automaticamente anche tutto il resto. E questo a partire dalla S.S Trinità dove c’è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Ora se c’è Dio, questo non può essere altro che un Principio di Infinito e non vedo perché un Principio di Infinito debba avere un figlio, già qui siamo nella pre-logica. E dal momento che il figlio è uguale al padre  (io ed il padre siamo la stessa cosa) ci sarebbero due Principi di Infinito, e fra questi due Principi di Infinito dovrebbe scaturirne un terzo, lo Spirito Santo. Ora questo presunto Padre avrebbe mandato il suo Figlio Unigenito a salvare l’umanità perché macchiata dal Peccato Originale. Ora già questo è assurdo perché è ovvio che non esiste nessun Peccato Originale dal momento che non c’è stato nessun Adamo ed Eva, ma la storia dell’uomo ormai sappiamo bene quale è stata . Inoltre questo presupporrebbe che il Peccato Originale avrebbe dovuto avere una valenza infinita (in termini di colpa), cosa che non sarebbe stata possibile per nessun uomo perché Dio stesso si sacrifici per salvarci.  Ora, terza assurdità: il Padre avrebbe dovuto mandare il suo Figlio Unigenito (che già abbiamo detto che è un assurdità) a farsi mettere in croce per salvarci da un peccato che non esiste.  Altra assurdità è che questo Padre, cioè questo Principio di Infinito, avrebbe fecondato una vergine esente dal peccato originale, cioè da un peccato che è già un assurdo, inoltre questa vergine sarebbe stata concepita senza peccato originale, cioè già li un Principio di Infinito avrebbe fatto delle preferenze. Potremmo continuare elencando tutte le assurdità dei Vangeli ma sarebbe troppo lungo. Vi consiglio di leggere “IL CRISTO VERO” di Claudio Lamparelli che fa una disamina fantastica di tutti i Vangeli. Quello che è più allucinante è che su queste assurdità è nata una Chiesa, è nata soprattutto una Teologia che pare ignori tutte queste assurdità. Se paragoniamo “IL PROFETA” di K.Gibran, ci rendiamo conto che fra i Vangeli ed il Profeta c’è un abisso, oppure “LA GRANDE SINTESI” di Pietro Ubaldi. Già lo psichiatra Brian Weiss dice delle cose che sono molto superiori ai Vangeli:

 

 


  • Il Morto piace questo

#33 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 27 agosto 2020 - 12:50

I testi sacri hanno lo scopo di informare gli umani dei loro diritti e doveri. E' utile sapere che nel cosmo c'è una legge universale che regola il tutto e che nel caso di bisogno possiamo chiedere aiuto, fare domande e ricevere risposte adatte al nostro livello. Ma se non si trova la chiave di lettura, un determinato testo diventa un insieme di assurdità. Il NT afferma di essere concepito per confondere i dotti, e guidare i piccoli, ai quali è stata donata questa chiave. La Bibbia non può essere studiata come tutti gli altri libri altrimenti non si capisce nulla.



#34 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13394 messaggi

Inviato 27 agosto 2020 - 02:05

I testi sacri hanno lo scopo di informare gli umani dei loro diritti e doveri. E' utile sapere che nel cosmo c'è una legge universale che regola il tutto e che nel caso di bisogno on te. possiamordo conco chiedere aiuto, fare domande e ricevere risposte adatte al nostro livello. Ma se non si trova la chiave di lettura, un determinato testo diventa un insieme di assurdità. Il NT afferma di essere concepito per confondere i dotti, e guidare i piccoli, ai quali è stata donata questa chiave. La Bibbia non può essere studiata come tutti gli altri libri altrimenti non si capisce nulla.

Concordo con te. Però questi esseri umani non sono tutti uguali ma ognuno ha la sua evoluzione, per cui questa legge universale da diversi tipi di messaggio, il messaggio che può essere recepito dalla maggioranza della popolazione della terra, ed in questo ci possono benissimo stare i Vangeli, un messaggio che può essere recepito dai meno perchè più complesso e più profondo............Ma si voleva semplicemente mettere in chiaro le assurdità che ci sono nei Vangeli e certamente non si vuole escludere il messaggio positivo che essi portano. Io credo che si potrebbero chiamare sacri moltissimi altri testi anche se questi non sono alla base di nessuna religione e di nessuna teologia.

 


  • Il Morto piace questo

#35 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20688 messaggi

Inviato 27 agosto 2020 - 02:15

TOP

 

cmq il tipoc non vuol essere un elenco di assurdità ma (anche se sono indietro) una lettura del testo così com'è e vedere cosa mi colpisce.

 

cmq i tuoi intevernti mi piacciono, continua pure, perchè la trinità è un concetto molto complicato ed affascinante.

anche le sue relative confutazioni, direi :asdsi:


Samsara 1 - Nirvana 0

#36 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13394 messaggi

Inviato 27 agosto 2020 - 04:46

TOP

 

cmq il tipoc non vuol essere un elenco di assurdità ma (anche se sono indietro) una lettura del testo così com'è e vedere cosa mi colpisce.

 

cmq i tuoi intevernti mi piacciono, continua pure, perchè la trinità è un concetto molto complicato ed affascinante.

anche le sue relative confutazioni, direi :asdsi:

Io credo ci sia poco da dire: un Principio di Infinito non può sdoppiarsi ed avere un figlio unigenito. Questo è un concetto tipicamente umano ed è semplicemente allucinante che ci sia una teologia che si basa sulla trinità, che sarebbe trinità dell'infinito: che senso ha???

 

Questo è molto bello perchè parla proprio dell'UNITA' DI DIO come generatore di universi, certo non è di facile ascolto.

 



#37 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11453 messaggi

Inviato 28 agosto 2020 - 05:12

Secondo me invece è già talmente difficile per la nostra mente il concetto di infinito, è così difficile anche semplicemente rappresentarsi mentalmente l’universo infinito nella sua sola componente materiale, che attribuire all’universo infinito preso tutto insieme spirituale materiale ed immateriale, visibile ed invisibile, attribuendogli delle caratteristiche, oppure al contrario negandogliele, è più un nostro limite che un limite alle possibilità di sdoppiarsi o triplicarsi della Coscienza universale, infinita.
Il vero problema è che quando parliamo di coscienza infinita la distinguiamo dalla materia e dalle forze e leggi universali, che studiamo a parte, scindendo la coscienza in qualcosa di finito che non ha a che fare con la materia, quindi limitandola, mentre il concetto di Dio è più completo perché presuppone il Tutto.
Trovo strano che non abbiamo nessun problema a pensare che noi esseri finiti possiamo generare dei figli interamente uguali a noi in quanto ad un corpo ed un’anima, ma poniamo invece questo limite a Dio continuando a turbarci del fatto abbia generato il Figlio.
In questo caso però avremmo degli esseri finiti più potenti dell’infinito, cioè che possono fare delle cose in più rispetto all’Essere che ci ostiniamo a chiamare Dio che è infinito ed Onnipotente per convenzione.
Ma questo significa che non ne riconosciamo l’onnipotenza.
Allora basta chiarirsi sui termini, perché se parliamo di qualcuno che è meno potente di noi, cioè che non può fare una cosa che noi possiamo fare, cioè generare, allora non stiamo più parlando di Dio.
Ne’ ci riconosciamo sue creature, nel momento in cui attribuiamo alla creatura una peculiarità -il potere di far qualcosa- superiore a quella del suo creatore.
Anche termini sdoppiarsi o triplicarsi li trovo impropri perché sono concetti finiti applicati all’infinito, bisognerebbe ragionare nei termini di tre principi infiniti che sono Uno.
Per capirsi (non è uguale) l’umanità è una ma è sdoppiata in miliardi di individui e nessuno ci trova una stranezza.
Una precisazione. Lo Spirito Santo procede dal Padre e dal Figlio, non si tratta di sdoppiamento, non si intende ne’ creato ne’ generato: procede, è tutta un’altra faccenda perché si sta parlando di una emanazione che non è postuma o successiva o collocata storicamente come lo è invece il fatto di un figlio terreno, difatti è una Persona a se stante emanazione dell’Uno.
Il concetto di spirito semplice già da solo risulta abbastanza ostico alla nostra mente, molti negano una componente spirituale umana, ma sul concetto ci si intende.
La parola che corrisponde a "spirito" è רוח (ruah), un nome di genere femminile, e significa anche "soffio", "aria", "vento", "respiro".
(mi stupisce non sia stata ancora avviata una discussione sul significato esoterico del limitare il respiro del genere umano con le mascherine).
Lo “Spirito Santo" viene citato nel Credo cattolico “credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre”.
Insomma ci risulta ostico parlare del principio vitale universale come manifestazione di potenza di Dio, ma al tempo stesso siamo tutti disposti a parlare di spiritismo e di spiriti minori, come se non fosse anche questa una ulteriore frammentazione dell’infinito, anche se ne costituisce una manifestazione finita.
Per me invece è più difficile capire come possa l’infinito creare qualcosa di finito?
In quanto al Figlio. Non siamo forse tutti figli di Dio senza che questo incida minimamente sulla nostra rappresentazione mentale della sua infinitezza? Siamo sette miliardi di frammenti finiti dell’infinito ma al tempo stesso vorremmo affermare che l’Infinito non possa manifestarsi attraverso tre Persone diverse. Boh.
Se ci mettiamo nell’ottica di ciò che non capiamo, io non ho nemmeno capito quello che chiamiamo il miracolo della vita. È semplicemente impossibile.
Un po’ strano secondo me :asdsi:
  • Il Morto piace questo
<p>anf puff pant

#38 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 28 agosto 2020 - 07:31

Per me invece è più difficile capire come possa l’infinito creare qualcosa di finito?


Per me il creatore non è l'infinito (universo), ma il creatore opera nell'infinito (nell'universo).

Infatti la Bibbia ci proibisce di adorare le creature e universo stesso (corpi celesti, sole, pianeti, stelle etc) esattamente come proibisce di adorare idoli di pietra, legno, metallo o ad esempio spiriti, angeli e demòni.

Nelle Scritture c'è una netta distinzione tra il creatore che Gesù chiama "Padre" e tutto il resto dell'infinito.

Lo Spirito è quello che oggi potremmo chiamare "coscienza" (superiore).

Dunque lo Spirito santo sarebbe lo spirito o coscienza del creatore o del Padre celeste.

Non è separato dal Padre ma è Padre stesso, non per caso Gesù in Giovanni 4,24 disse che Dio è spirito, ovviamente intendeva uno spirito sano o santo non qualunque "spirito".

Chiaro che non ci sono due Spiriti Santi o due entità uguali e identiche, del resto basta una.

Ma la parola spirito nella Bibbia significa anche ingegno, intelligenza e scienza (ovvero scienza di Dio).

La questione del "figlio unigenito" è una forzatura dottrinale che è servita a Paolo ed altri per la narrazione della "novità" e per distanziarsi dall'ebraismo ortodosso che cominciava a decadere a causa del legalismo e tradizioni umane introdotte dagli scribi e farisei dell'epoca.

In realtà il creatore non distingue tra i suoi "figli diretti", profeti, e "figli indiretti", i giusti della Terra, ma tratta tutti quanti allo stesso modo come se fossero allo stesso livello.



#39 Il giudicato

Il giudicato

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 175 messaggi

Inviato 04 settembre 2020 - 08:56

Il padre di Gesù , Giuseppe si e sentito di dover compiere il gesto e di sentirsi sicuro. La sicurezza della fede e indistruttibile. Mi sa che non avete capito un concetto. La memoria, la vita si svolge, ma con una semplice regola il sapere prima passa dalbene e poi dal male .

E qui nascono le decisioni con la avanzare del tempo e dei fatti.
Secondo voi Gesù ha fatto la volontà di papa o a modo suo per sacrificarsi per tutti ? Preferisco lasciare ragionare

#40 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9038 messaggi

Inviato 05 settembre 2020 - 10:15

A modo suo. Cioè, lo spero.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi