Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
* * * - - 2 voti

il controllo totale della popolazione cinese


  • Per cortesia connettiti per rispondere
82 risposte a questa discussione

#1 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11206 messaggi

Inviato 24 giugno 2020 - 01:35

In oltre quaranta città della Cina è già in uso una app che limita le libertà personali utilizzando il sistema dei premi e delle sanzioni relativamente al concetto di “buon cittadino”.

La app utilizza lo strumento dei "crediti" e soprattutto dei “debiti” attraverso un sistema a punti che segue ogni individuo tramite rilevamento facciale, rilevatore di spostamento, le informazioni alle quali quali ogni cittadino è sottoposto.

Nel video un paio di donne che hanno osato protestare per la confisca del loro appartamento, le quali non solo non hanno potuto fare un’azione legale per provare a difendere il loro diritto alla proprietà, ma hanno anche perso tutti gli altri diritti civili, tra i quali la libertà di viaggiare o di utilizzare il loro denaro come credono, perdendo “punti” e quindi la maggioranza delle loro libertà fondamentali dalla tessera fedeltà elettronica.

Nei cinema vengono esposti al pubblico ludibrio della condanna sociale tutti quei cittadini che hanno perso dei crediti in qualche modo, in maniera da rieducare il popolo attraverso il pubblico sdegno.

Non c’è un avvocato difensore o un giusto processo, non c’è nemmeno una pena che sia commisurata al reato o relativa ad esso, ne’ la possibilità di spiegare le proprie ragioni, c’è soltanto la completa sudditanza, o meglio schiavitu’ al sistema elettronico.

La bontà, che si fa corrispondere all’obbedienza passiva totale, viene espressa a punti, i diritti umani e la libertà non sono più inalienabili ma diventano una gentile concessione del Regime se e quando lo ritenga opportuno.

Avrei tanto voluto pubblicare questo video sotto la voce complottismi, invece è ciò che sta veramente accadendo in Cina.

Cerchiamo di essere educati nei commenti. A voi la parola, le considerazioni eccetera.

https://m.youtube.co...h?v=KLiKb_PQmAw
<p>anf puff pant



#2 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 9673 messaggi

Inviato 24 giugno 2020 - 02:30

se in italia hai compiuto delle truffe per diverse migliaia di euri e il giudice ti ha condannato a risarcire i truffati e tu dichiari di NON avere un soldo, è ovvio che lo stato ti sequestra il sequestrabile e appena metti le mani su qualche gruzzolo, interviene a sequestrartelo. il sistema di credito sociale cinese è un'evoluzione di questa filosofia, ottimizzata per le aziende, ma da qualche anno si sta provando ad applicarla anche ai cittadini vista l'estensione del fenomeno della piccola criminalità (in certi ambiti anche superiore alle nostre medie).

poniamo un altro esempio: abbiamo trovato su un sito di annunci un oggetto che ci interessa, ma siamo impossibilitati a recarci di persona per l'acquisto e siamo costretti a effettuare prima il pagamento e poi farci mandare la merce. ebbene, NON cerchiamo tutte le informazioni possibili sul venditore prima di procedere all'acquisto? il principio dei feedback, è lo stesso del credito sociale che nell'esempio di prima, ti dice subito se la persona che con cui sta trattando è affidabile o meno. 

sotto molti aspetti questo sistema NON è niente male per eradicare la piccola criminalità, tuttavia ha anche i suoi contro, perchè potrebbero esserci delle norme comportamentali con cui potremmo NON trovarci d'accordo, se siamo sgraditi al regime questo sistema ci metterebbe automaticamente fuori dalla società, cose di questo genere, tuttavia come strumento, se utilizzato con etica, ha i suoi vantaggi.

inoltre questo sistema dei crediti si utilizza anche da noi, il poco famoso rating bancario attraverso il quale le banche controllano i nostri averi, ma anche la nostra storia economica (stipendio, multe, pagamenti fatti e NON, robe di questo genere), ci danno un punteggio che poi inciderà nel caso vogliamo chiedere un prestito. la differenza è qui sulla cosa si fa poca pubblicità ed è gestita da privati, in cina lo stato sta provando a migliorare questo sistema inserendo altre tipologie comportamentali.

a parte questo, dobbiamo pure tenere conto che quando parliamo dei cinesi, parliamo di un popolo che ha una radice culturale millenaria e diversa dalla nostra, dove certi criteri per noi immorali, li sono cosa normalissima e accettata. ci si stupisce per il pubblico ludibrio, questo perchè da loro quello che noi consideriamo politicamente corretto, spesso corrisponde a menzognero, nel senso, se uno li fa il ladro, lo chiamano ladro basta, senza giri di parole.


tumblr_o2z1nr3FQ51qmob6ro1_400.gif


#3 inmezzoalcielo

inmezzoalcielo

    Uovo Utente

  • Utenti
  • 1019 messaggi

Inviato 24 giugno 2020 - 03:42

Nel video un paio di donne che hanno osato protestare per la confisca del loro appartamento...
 

 

Se una TV tedesca fa un'intevista a Wanna Marchi e Stefania Nobile, in Germania diventeranno le 2 povere donne vittime di un paese, l'Italia, che le maltratta ingiustamente.

Il video che hai postato esprime lo stesso senso e significato soprattutto perché tu non hai la più pallida idea di cosa hanno realmente fatto quelle 2 donne nel video.

 

 

Nei cinema vengono esposti al pubblico ludibrio della condanna sociale tutti quei cittadini che hanno perso dei crediti in qualche modo, in maniera da rieducare il popolo attraverso il pubblico sdegno.

 

Uguale come sopra, prima di giudicare in un senso o nell'altro ci si dovrebbe informare bene e con molta attenzione cioè sapere cosa hanno fatto quelle 3 persone mostrate pubblicamente nei monitor.

 

 

La app utilizza lo strumento dei "crediti" e soprattutto dei “debiti” attraverso un sistema a punti che segue ogni individuo tramite rilevamento facciale, rilevatore di spostamento, le informazioni alle quali quali ogni cittadino è sottoposto.

 

Hai una vaga idea di cosa significa "gestire" un popolo di quasi un miliardo e mezzo di persone? Considera che in Italia siamo circa 60 milioni, in tutta Europa superiamo a malapena i 700 milioni.

 

In un mondo ideale e fantastico, in un altro Universo o in un romanzo di fantasia, il controllo delle persone striderebbe parecchio ma qui dove viviamo noi gli esseri umani, noi tutti, siamo molto più vicini al lato più brutto del comportamento animale, anzi per dire come stanno realmente le cose oggi siamo molto più umani di come eravamo 1.000, 10.0000. 100.000 anni fa.

Gli animali si sbranano tra di loro solo unicamente per sopravvivere, noi facciamo le stesse identiche cose ma più organizzati, soprattuto lo facciao fare a pochi altri che poi ci offrono il cibo bellissime confezioni. Ma lo facciamo  anche per divertimento, per passatempo e spesso decidiamo di mettere fine alla vita dei nostri simili per ragioni religiose o politiche o perché semplicemente ci danno fastidio. Già solo questo dovrebbe farti capire fondamentalmente come siamo.

 

Ma c'è bisogno che te lo dica io?

 

Io non sono un grande sostenitore del controllo della popolazione ma è un fatto innegabile che quel sistema si basa unicamente sul concetto di far rispettare le regole a vantaggio di tutta la comunità: danneggiare gli spazi comuni ti penalizza, aiutare il prossimo ti premia, detto molto semplicemente.

 

Cosa trovi di così sbagliato in questo concetto? Che può penalizzare ingiustamente qualcuno? Dimmi una sola legge in un qualsiasi pase del mondo che è tecnicamente perfetta, che non penalizza mai nessuno ingiustamente.

Ti risparmio la fatica: non esiste, non potrà mai esistere.

 

In paesi come l'Europa sarebbe irrealizzabile, abbiamo una mentalità completamente differente.

 

Paesi come la Cina tra qualche secolo potrebbero aver sviluppato un senso di comunità molto forte quindi un eventuale sistema di auto responsabilizzazione magari sarà superfluo.

In Europa, inteso come area e non come politica, c'è la Svizzera che più o meno oggi ha un eccellente senso della resposabilità, generazione dopo generazione la gente ha raggiunto quasi un livello naturale di rispetto ad esempio per "le cose comuni" a prescindere dal timore di una multa.

Lo sto dicendo in modo molto generale perché la Svizzera non è affatto un paese "ideale", tuttavia la mentalità per il senso del rispetto delle regole non è nemmeno paragonabile alla mentalità italiana.


Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Oscar Wilde


#4 Karver

Karver

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 609 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 06:53

perchè sulla vendita delle sigarette non mettono nessun controllo? In questo paese vogliono fa rispettare solo le regole che fanno comodo al governo



#5 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4311 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 08:13

... ecco perché siamo psicologicamnte e culturalmente pronti ad accogliere l'avvento di un Brave New World



#6 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11206 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 09:22

... ecco perché siamo psicologicamnte e culturalmente pronti ad accogliere l'avvento di un Brave New World

non ho capito il perché al quale alludi
<p>anf puff pant

#7 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4311 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 09:44

non ho capito il perché al quale alludi

 

La situazione cinese - reale, o anche immaginaria che fosse - è un'agghiacciante distopia, che come tale fu guardata quando fu pubblicato il romanzo di Huxley.

 

Adesso, a leggere i commenti in questa pagina, sembra che ci sia una certa acquiescienza verso questo scenario - in fondo, la stessa acquiescienza che si fa strada nei confronti dei regimi autoritari, e dello Stato etico.



#8 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11206 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 09:54

La situazione cinese - reale, o anche immaginaria che fosse - è un'agghiacciante distopia, che come tale fu guardata quando fu pubblicato il romanzo di Huxley.

Adesso, a leggere i commenti in questa pagina, sembra che ci sia una certa acquiescienza verso questo scenario - in fondo, la stessa acquiescienza che si fa strada nei confronti dei regimi autoritari, e dello Stato etico.

Non ti stai spingendo un pochino oltre con le conclusioni? In fondo possiamo scandagliare davvero solo le nostre disposizioni personali. Ad esempio invece quali sono le tue?
<p>anf puff pant

#9 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4311 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 10:48

Non ti stai spingendo un pochino oltre con le conclusioni? In fondo possiamo scandagliare davvero solo le nostre disposizioni personali. Ad esempio invece quali sono le tue?

 

Mi sono attenuto al minimo sindacale.

 

Parlando di una situazione che coinvolge un miliardo e mezzo di cinesi, e 700 milioni di europei, e comunque un brave new world, direi che c'è ben poco di "personale".



#10 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20496 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 06:58

Cimy, non riesco a capire come mai ti stupisci del regime.

ovunque c'è un regime non sei libero al 100%. o meglio così è detta male.

la ridico: i tuoi diritti sono limitati.

 

se non ricordo male, l'età gioca brutti scherzi, la cina è un paese non democratico.

 

nelle logiche loro la sanzione che qui potrebbe essere pecuniaria o penale laggiù è sommaria ed arbitraria. nonostante ci siano delle "regole" e un sistema a punti della tua libertà

 

libertà che non esiste.

 

sei libero certo di fare e dire qualunque cosa... di quello che il regime approva

 

di cosa ti sutpisci?


Samsara 1 - Nirvana 0

#11 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 08:14

Ma se invece tutta questa macchina infernale di controllo è di matrice USA non ci fa paura? Microsoft, Google, Apple, Ebay, Amazon, banche e finanza, pubblicità.... Non si capisce bene la Silicon Valley quanto e come sia legata a doppio filo al complesso militare-industriale e governativo americano, ma sicuramente lo è. E tutto il carrozzone di profilazione e ricompensa/punizione è da parecchio che è già in atto probabilmente, solo si evolve. Se c'è di mezzo un governo ci fa più paura che se appartiene alle imprese? 



#12 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11206 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 08:43

Cimy, non riesco a capire come mai ti stupisci del regime.
ovunque c'è un regime non sei libero al 100%. o meglio così è detta male.
la ridico: i tuoi diritti sono limitati.

se non ricordo male, l'età gioca brutti scherzi, la cina è un paese non democratico.

nelle logiche loro la sanzione che qui potrebbe essere pecuniaria o penale laggiù è sommaria ed arbitraria. nonostante ci siano delle "regole" e un sistema a punti della tua libertà

libertà che non esiste.

sei libero certo di fare e dire qualunque cosa... di quello che il regime approva

di cosa ti sutpisci?

Hai ragione, non dovrei stupirmi perché so già che il popolo cinese è sottoposto ad una dittatura imponente, tra gli ultimi al mondo per i diritti umani.
Però mi sconvolge il livello di controllo capillare al quale sono arrivati attraverso la tecnologia, e se mi fa stare proprio male il pensiero che possa esistere il reato di opinione, che siano puniti i punti di vista, che i cittadini vengano umiliati pubblicamente per il fatto di essersi posti dei dubbi, che i diritti civili stiano su una scheda a punti e che vengano messi in discussione in base alle infrazioni del codice stradale o del fatto di non avere raccolto la pupu’ del cane perché hai dimenticato il sacchetto, tutto questo che già sapevo esistere diventa ancora più disumano e violento, perché perseguito attraverso una tecnologia che non sbaglia, e che se sbaglia non si corregge, che non dimentica ma soprattutto che non perdona mai, che considera gli esseri umani semplici numeri.
Sai quando da ragazzini leggevamo i fumetti o vedevamo i cartoni nei quali l’eroe tipo Paperino doveva sconfiggere il supermegacervellone elettronico che comandava e vessava iniquamente la cittadinanza di un pianeta disperso nella galassia affamandoli e riducendoli in schiavi, era una storia un po’ scontata ma sta diventando quella storia lì, il disumano elevato a metodo.

Poi io non lo so se il vero e proprio mal di pancia fisico che mi fa provare soltanto l’idea di questa situazione sia dovuto alla mia appartenenza religiosa, ma tutto sommato no, penso che chiunque condivida gli ideali di libertà e rispetto interpersonale, potendo si terrebbe lontano da una simile prigionia dell’essere umano, la cui dignità sta proprio nella sua individualità.
Credo sia considerabile un male assoluto perché cancella una storia intera di lotte per i diritti umani e per l'abolizione della schiavitù.
Però non è detto sia visto così da tutti. E neanche dovuto. Io considero i diritti umani un valore assoluto imprescindibile, ma sicuramente esistono persone per le quali in quel sistema lì, i vantaggi del perderli superano l’inconveniente, altrimenti tutto questo non esisterebbe.

@purple sì certo giusto quello che dici ma la dipendenza dai servizi offerti da Google e’ molto diversa. Non ho capito in che ordine di idee si collochi il parallelo punitivo della pubblicità mirata, però ho visto da poco “the social dilemma” ed abbiamo tutto sommato e facendo uno sforzo di volontà ancora un certo margine di autonomia nel poter scegliere di limitare l’invadenza dei social media. Quello che avviene in Cina è lo step successivo cioè l’irregimentazione coatta che tu lo voglia o no, e lì non c’è più spazio di manovra possibile o consapevolezza che tenga per liberarsene.
<p>anf puff pant

#13 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4311 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 09:13

Ma se invece tutta questa macchina infernale di controllo è di matrice USA non ci fa paura? Microsoft, Google, Apple, Ebay, Amazon, banche e finanza, pubblicità.... Non si capisce bene la Silicon Valley quanto e come sia legata a doppio filo al complesso militare-industriale e governativo americano, ma sicuramente lo è. E tutto il carrozzone di profilazione e ricompensa/punizione è da parecchio che è già in atto probabilmente, solo si evolve. Se c'è di mezzo un governo ci fa più paura che se appartiene alle imprese? 

Chi lo dice che non ci fa paura, o che non ci dà preoccupazione?

 

Io direi, anzi, che da decenni si è sviluppata una forte obiezione di coscienza contro tutte le forme trasversali di controllo e manipolazione delle coscienze, e contro ogni forma di schedatura e classificazione delle persone, che sono nascosti dietro leggi dello Stato o pratiche commerciali apparentemente virtuose o sèacciate per "necessarie".

Non ho citato a caso il Brave new world di Huxley - che per altro è interessante anche per le reazioni e plemiche che l'hanno accompagnato, che già allora avevano molteplici significati, anticipatori di ciò che avviene adesso.

 

Vedere, o sapere, o anche solo ipotizzare che un controllo sociale di questo genere sia non più surrettizio, ma diventi legge esplicita e costume - quindi non più iporisia da svelare, ma sistema da perseguire - segna una svolta decisiva di portata storica - un rovesciamento totale dei valori.



#14 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20496 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 09:40

Ma se invece tutta questa macchina infernale di controllo è di matrice USA non ci fa paura? Microsoft, Google, Apple, Ebay, Amazon, banche e finanza, pubblicità.... Non si capisce bene la Silicon Valley quanto e come sia legata a doppio filo al complesso militare-industriale e governativo americano, ma sicuramente lo è. E tutto il carrozzone di profilazione e ricompensa/punizione è da parecchio che è già in atto probabilmente, solo si evolve. Se c'è di mezzo un governo ci fa più paura che se appartiene alle imprese? 

 

perchè di base alla legge devono sottostare anche le imprese e quindi i nostri diritti sono in teoria tutelati.

con un regime no.

 

ma il dubbio è legittimo, dato che il capitalismo è esattamente la stessa cosa :asdsi:

 

 

cmq di base hai una certa dose di illusione (secondo me) di libertà.

ma anche nella pratica, comunque.


  • purple piace questo
Samsara 1 - Nirvana 0

#15 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 10:02

Provate a fare opposizione politica antisistema vera, e vedete come non è invadente il sistema di controllo occidentale... Finché sei tra i consumatori va tutto bene, se finisci tra i "terroristi" per le parole chiave che usi su un dispositivo o altri tuoi movimenti son tutti cavoli tuoi... Il lavoratore consumatore ha un margine di libertà, sempre più piccolo, sempre più piccolo.... E soprattutto è libero di essere disonesto, quello non importa. E dove è la disonestà a regnare, il degrado, la prepotenza, la disoccupazione, la legge del più forte, dove è la vera dignità della persona? Non è un'umiliazione pubblica dover baciare la mano a qualcuno per avere di che mangiare? Dover truffare, andare contro i principi di collaborazione sociale e solidarietà? etc..

Il capitalismo procedeva così, e i paesi ex comunisti si sono messi di traverso, Russia e Cina... E ora siamo in un mondo di mezzo. La Cina il fondo della dittatura psicologica, l'ha già toccato con la Rivoluzione culturale, epifenomeno della decadenza di Mao. E forse senza Mao la Cina sarebbe stata l'ennesima colonia clone del modo di vita capitalista. Io non mi preoccuperei troppo per un impero millenario che è forse la vera culla della civiltà umana, che ha una vitalità attualmente ben superiore alla nostra. Dove c'è miseria, la gente va molto meno per il sottile con un sistema che sa tirarla fuori dalla miseria, e se deve fare ingegneria sociale pesante forse ricambia con lo sviluppo. La Cina è grande e le informazioni poche, quindi il succo del mio discorso è che dovremmo preoccuparci più di noi stessi occidentali che di loro, di cui capiamo davvero troppo poco (almeno la maggior parte di noi). Che poi mi piacerebbe sapere DAVVERO DAVVERO come funzionano queste app governative, non come vogliono dipingercele. Le funzioni, implicazioni, cosa ne pensano i cinesi. 

L'occidentale si indigna contro Microsoft e Amazon, ma finché gli dai la casa la macchina e l'aspirapolvere ultimo modello è disposto altro che a umiliare il suo prossimo o sacrificare le parti migliori del suo essere...


  • Il Morto piace questo

#16 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20496 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 10:10

Hai ragione, non dovrei stupirmi perché so già che il popolo cinese è sottoposto ad una dittatura imponente, tra gli ultimi al mondo per i diritti umani.
Però mi sconvolge il livello di controllo capillare al quale sono arrivati attraverso la tecnologia, e se mi fa stare proprio male il pensiero che possa esistere il reato di opinione, che siano puniti i punti di vista, che i cittadini vengano umiliati pubblicamente per il fatto di essersi posti dei dubbi, che i diritti civili stiano su una scheda a punti e che vengano messi in discussione in base alle infrazioni del codice stradale o del fatto di non avere raccolto la pupu’ del cane perché hai dimenticato il sacchetto, tutto questo che già sapevo esistere diventa ancora più disumano e violento, perché perseguito attraverso una tecnologia che non sbaglia, e che se sbaglia non si corregge, che non dimentica ma soprattutto che non perdona mai, che considera gli esseri umani semplici numeri.
Sai quando da ragazzini leggevamo i fumetti o vedevamo i cartoni nei quali l’eroe tipo Paperino doveva sconfiggere il supermegacervellone elettronico che comandava e vessava iniquamente la cittadinanza di un pianeta disperso nella galassia affamandoli e riducendoli in schiavi, era una storia un po’ scontata ma sta diventando quella storia lì, il disumano elevato a metodo.

Poi io non lo so se il vero e proprio mal di pancia fisico che mi fa provare soltanto l’idea di questa situazione sia dovuto alla mia appartenenza religiosa, ma tutto sommato no, penso che chiunque condivida gli ideali di libertà e rispetto interpersonale, potendo si terrebbe lontano da una simile prigionia dell’essere umano, la cui dignità sta proprio nella sua individualità.
Credo sia considerabile un male assoluto perché cancella una storia intera di lotte per i diritti umani e per l'abolizione della schiavitù.
Però non è detto sia visto così da tutti. E neanche dovuto. Io considero i diritti umani un valore assoluto imprescindibile, ma sicuramente esistono persone per le quali in quel sistema lì, i vantaggi del perderli superano l’inconveniente, altrimenti tutto questo non esisterebbe.

@purple sì certo giusto quello che dici ma la dipendenza dai servizi offerti da Google e’ molto diversa. Non ho capito in che ordine di idee si collochi il parallelo punitivo della pubblicità mirata, però ho visto da poco “the social dilemma” ed abbiamo tutto sommato e facendo uno sforzo di volontà ancora un certo margine di autonomia nel poter scegliere di limitare l’invadenza dei social media. Quello che avviene in Cina è lo step successivo cioè l’irregimentazione coatta che tu lo voglia o no, e lì non c’è più spazio di manovra possibile o consapevolezza che tenga per liberarsene.

 

secondo me sta alla gente.

alcuni accettano di buon grado condividendo le idee del regime.

per loro è il "paradiso".

 

ma un dissidente o semplicemente uno che la pensa come gli pare è un problema ed il regime ha sempre avuto questo tipo di controlla capillare. DA SEMPRE.

l'unione sovietica e la cina dimostrano che l'uomo ha un potere assurdo nelle sue mani.

ai tempi avevano un controllo capillare. e senza una cazzo di app.

grandiosi.

 

poi si può essere d'accordo o meno ma mi spiace hanno una organizzazione che spacca il chiurlo ai passeri (concedetemi di sdrammatizzare).

 

a nessuno può andare bene un regime se non si è allineati.

e la stessa cosa vale per la dittatura in atto del mercato che di fatto già ti monitora.

vedi cambridge anal-ytica

 

Provate a fare opposizione politica antisistema vera, e vedete come non è invadente il sistema di controllo occidentale... Finché sei tra i consumatori va tutto bene, se finisci tra i "terroristi" per le parole chiave che usi su un dispositivo o altri tuoi movimenti son tutti cavoli tuoi... Il lavoratore consumatore ha un margine di libertà, sempre più piccolo, sempre più piccolo.... E soprattutto è libero di essere disonesto, quello non importa. E dove è la disonestà a regnare, il degrado, la prepotenza, la disoccupazione, la legge del più forte, dove è la vera dignità della persona? Non è un'umiliazione pubblica dover baciare la mano a qualcuno per avere di che mangiare? Dover truffare, andare contro i principi di collaborazione sociale e solidarietà? etc..

Il capitalismo procedeva così, e i paesi ex comunisti si sono messi di traverso, Russia e Cina... E ora siamo in un mondo di mezzo. La Cina il fondo della dittatura psicologica, l'ha già toccato con la Rivoluzione culturale, epifenomeno della decadenza di Mao. E forse senza Mao la Cina sarebbe stata l'ennesima colonia clone del modo di vita capitalista. Io non mi preoccuperei troppo per un impero millenario che è forse la vera culla della civiltà umana, che ha una vitalità attualmente ben superiore alla nostra. Dove c'è miseria, la gente va molto meno per il sottile con un sistema che sa tirarla fuori dalla miseria, e se deve fare ingegneria sociale pesante forse ricambia con lo sviluppo. La Cina è grande e le informazioni poche, quindi il succo del mio discorso è che dovremmo preoccuparci più di noi stessi occidentali che di loro, di cui capiamo davvero troppo poco (almeno la maggior parte di noi). Che poi mi piacerebbe sapere DAVVERO DAVVERO come funzionano queste app governative, non come vogliono dipingercele. Le funzioni, implicazioni, cosa ne pensano i cinesi. 

L'occidentale si indigna contro Microsoft e Amazon, ma finché gli dai la casa la macchina e l'aspirapolvere ultimo modello è disposto altro che a umiliare il suo prossimo o sacrificare le parti migliori del suo essere...

 

sfondi una porta aperta.

da ragazzo ero amico di una sacco di gente a torino dell'askatasuna.

conoscevo uno che usciva e con lui usciva la digos dietro...


  • Karver piace questo
Samsara 1 - Nirvana 0

#17 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 10:27

secondo me sta alla gente.

alcuni accettano di buon grado condividendo le idee del regime.

per loro è il "paradiso".

 

ma un dissidente o semplicemente uno che la pensa come gli pare è un problema ed il regime ha sempre avuto questo tipo di controlla capillare. DA SEMPRE.

l'unione sovietica e la cina dimostrano che l'uomo ha un potere assurdo nelle sue mani.

ai tempi avevano un controllo capillare. e senza una cazzo di app.

grandiosi.

 

poi si può essere d'accordo o meno ma mi spiace hanno una organizzazione che spacca il chiurlo ai passeri (concedetemi di sdrammatizzare).

 

a nessuno può andare bene un regime se non si è allineati.

e la stessa cosa vale per la dittatura in atto del mercato che di fatto già ti monitora.

vedi cambridge anal-ytica

 

 

sfondi una porta aperta.

da ragazzo ero amico di una sacco di gente a torino dell'askatasuna.

conoscevo uno che usciva e con lui usciva la digos dietro...

 

Infatti, in qualsiasi organizzazione sociale per quanto assurda, c'è sempre qualcuno che ci sta bene come nel suo elemento e qualcuno che ha un sacco di attrito o addirittura non ci può proprio vivere. Poi visti da fuori sono tutti sistemi inumani, mentre il nostro è ok in fondo in fondo...


  • Il Morto piace questo

#18 Il Morto

Il Morto

    .

  • Utenti
  • 20496 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 10:35

Infatti, in qualsiasi organizzazione sociale per quanto assurda, c'è sempre qualcuno che ci sta bene come nel suo elemento e qualcuno che ha un sacco di attrito o addirittura non ci può proprio vivere. Poi visti da fuori sono tutti sistemi inumani, mentre il nostro è ok in fondo in fondo...

 

che sia ok la vedo molto in fondo.

per me non è ok manco per il cazzo (cavolo in francese si dice così: cazzo).

 

siamo ridotti malissimo.

da un lato ci stiamo benino perchè riusciamo ad avere cose e a barcamenarci, ma poi dopo è il caos.

sopraffazione, divario di classe allucinante, uno sfruttamento indiretto di persone e cose: abbiamo preso su wish un sacco di cagate me compreso, ma chissà il lavoro delle gente che le produce come è valutato.

bellissima app. ma dio fa...

 

idem amazon. ti ricordi le condizioni dei dipendenti.

 

i rider? vogliamo mangiare a casa e non pigliamo più l'asporto. e via di gente in bici pagata 3 euro a consegna.

 

ci sono tante di quelle contraddizioni che muoio prima io di averle finitie di scrivere...

 

però secondo me qui hai una cosa come alcuni diritti che altrove non ci sono.

però fa cagare anche qui.

meno se guadagni abbastanza da esserti sistemato. dovrai lavorare ancora ma te la passi tutto sommato bene.

 

ma gli altri?

 

comunque la cosa bella non è questa. 

è che tutta questa consapevolezza verso l'ambiente le scelte responsabili etc etc... alla fine sono l'ennesima carezza che ci da il capitale per farci stare tranquilli.

 

dilemma, paradosso, etc,

sto andando a ruota libera sperando di rendere l'idea di come la penso, ma non c'è un filo preciso preciso.

c'è il sentore che qualcosa non va, comunque


Samsara 1 - Nirvana 0

#19 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 10:53

Chou e choufleur. Cabbage e cauliflower :asdsi: .


  • Il Morto piace questo

#20 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4311 messaggi

Inviato 16 ottobre 2020 - 11:13

Gli omicidi, anche efferati, esistono ovunque.

Anche la violenza da parte del potere, e la tendenza all'omertà corporativa esiste ovunque.

Ma in alcuni ontesti sociali - di tempo o di luogo - queste sono considerate colpe o reati, in altri contesti sono meriti e metodi di vita e di governo.

La differenza sta tutta qui.

 

Se CN - e questa discussione - stesse in un contesto cinese, come quello riportato, o turco, o di un qualunque altro Stato a controllo "etico" programmato, saremmo stati già presi a manganellate.

Qui invece, se anche qualcuno volesse farlo, dovrebbe provare che sia stato commesso un reato, e ci sarebbe un processo.

La differenza sta tutta qui, e non è piccola cosa - ci sono voluti una manciata di secoli per arrivare a questo.

 

La differenza nel DNA tra la specie umana e quella delle scimmie bonobo pare che sia del 1,5% - al 98,5 % i DNA sono uguali.

Tutta la filosofia, la pittura, scultura, architettura, la scienza, la letteratura e anche la tastiera con la quale stiamo scrivendo questi messaggi, tutto questo si gioca dentro questo 1,5%.

Quindi, vediamo di fare meno gli schizzinosi.

 

La coscienza critica verso il nostro sistema va benissimo.

E' tutto quello che abbiamo - un misero, essenziale, salvifico 1,5


  • Spinoza e Karver piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi