Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies

Foto
- - - - -

Il coraggio di giudicare


  • Per cortesia connettiti per rispondere
63 risposte a questa discussione

#61 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8729 messaggi

Inviato 02 luglio 2020 - 06:45


 

A parte gli scherzi, molti discorsi si fanno per parlare, confrontare consapevolezze, non necessariamnte come premessa per snocciolare "soluzioni".

 

 
Vero.

 

Ma se tu dici: ''il cielo oggi lo vedo blu'' è un conto, esprimi una tua consapevolezza, senza ovviamente voler cercare soluzioni, perchè in effetti, sembri non rilevare alcun ''problema''.

 

Ma se qualcuno si azzarda a dire ''io ci vedo delle sfumature di giallo'', tu...in due secondi ti spogli dei panni dell'esteta e ti slanci in eleganti giudizi del tipo: no, guarda, è blu, del resto quel blu di merda che solo i pittori di destra, all'ombra del neoliberismo austriaco riescono a fare, gli stronzi; che poi a correggere quella sfumatura di blu....figurati se i pittori di sinistra riescono a farlo, abituati come sono a farsi inzuppare il pennello dai sindacalisti.

 

A questo punto, qualcun potrebbe pensare: ah, però, che idee definite, se ha le idee così chiare si sarà fatto anche un'idea delle cose che non vanno e che dovrebbero essere diverse, del resto, noi umani quando diciamo che un blu è di merda, in quello stesso istante abbiamo già in mente un blu non di merda, è proprio fisiologico, perchè se non confrontiamo non conosciamo. Allora viene da chiederti: ma tu che blu faresti, come lo faresti? E non perchè si pensa che tu sia Picasso, ma perchè è risaputo che, appunto, ogni idea che ci facciamo nasce da un confronto, confronto di cui tu dovresti essere consapevole.

 

E invece quando ti si chiede: tu che blu faresti? Tu rispondi: eh, oh, e che ne so, mica sono picasso, dicevo giusto per dire.

 

:arg:


  • occhibianchi e Frèyja piace questo

#62 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4163 messaggi

Inviato 02 luglio 2020 - 07:52

 

E invece quando ti si chiede: tu che blu faresti? Tu rispondi: eh, oh, e che ne so, mica sono picasso, dicevo giusto per dire.

 

 

 

Per rimanere nella tua metafora: se io dico che il blu è troppo scuro, è implicito che lo vorrei più chiaro.

 

Usciamo dalla metafora, invece.

 

Io non scrivo manifesti.

Lo facevo quando ero liceale, meravigliosi temi di quattro pagine protocollo, fitte, senza brutta/bella copia.

 

In un dibattito politico, sociologico, si propongono argomenti. In modo sintetico.

Quando si parla di temi generali, si possono scrivere libri anche solo per delimitare  l'argomento stesso - ossia individuare i problemi

Inutile, stupido, velleitario, illogico dare "soluzioni" a un problema che non si è ancora definito, o come minimo sul quale non affatto concordanza di giudizio, perché i temi di caratetre generale difficilmente sono csì univoci e schematici da prevedere concordanze.

 

In ogni caso, il mio orientamnto credoc he si capisca chiaramnte dalle cose che ho scritto, nel mio post iniziale, e da come l'ho scritto.

 

Ci sono già i segni per capire che il lavoro, la comunicazione, i rapporti umani e sociali, saranno la continuazione di quelli di prima, in peggio.

Invece di più realtà, ci sarà più virtualità.

Invece che più unità e solidarietà, ci sarà più frammentazione, isolamnto individuale.

Più libertà relativa a uno spazio sempre più limitato.

Più sfruttamnto del lavoro, e meno lavoro.

Più accumulazione di ricchezza e più distribuzione di carità.

Più competizione, più angoscia, e meno pensiero.

Più libertà di parlare, e minore possibilità di decidere.

Più possibilità di decidere su cose irrilevanti, e nessuna di conoscere quali siano le cose essenziali.

 

Ci sono, a ben vedere, otto temi, di cui in estrema sintesi si capiasce quale sia il lato negativo che secondo me andrebbe affrontato: non affrontato in termini di "soluzione" - quella semmai dopo, quando ci si trovasse d'accordo sul fatto che quello è il lato negativo - ma affrontato, discusso in termini di diagnosi.



#63 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3486 messaggi

Inviato 04 luglio 2020 - 06:13

.....

 

Ci sono già i segni per capire che il lavoro, la comunicazione, i rapporti umani e sociali, saranno la continuazione di quelli di prima, in peggio.

Invece di più realtà, ci sarà più virtualità.

Invece che più unità e solidarietà, ci sarà più frammentazione, isolamnto individuale.

Più libertà relativa a uno spazio sempre più limitato.

Più sfruttamnto del lavoro, e meno lavoro.

Più accumulazione di ricchezza e più distribuzione di carità.

Più competizione, più angoscia, e meno pensiero.

Più libertà di parlare, e minore possibilità di decidere.

Più possibilità di decidere su cose irrilevanti, e nessuna di conoscere quali siano le cose essenziali.

 

Ci sono, a ben vedere, otto temi, di cui in estrema sintesi si capiasce quale sia il lato negativo che secondo me andrebbe affrontato: non affrontato in termini di "soluzione" - quella semmai dopo, quando ci si trovasse d'accordo sul fatto che quello è il lato negativo - ma affrontato, discusso in termini di diagnosi.

 

 

Per me sono categorie del passato,  così come la coerenza con  tra cio' che si dice e cio' che poi si fa , oggi la realtà è ben altra , la fantasia è al potere e gli effetti  miracolosi già si vedono, anzi sono piu' che tangibili  :

 

"Il dj miracolato: ingaggiato a Palazzo Chigi per 50mila euro
L'ex dj di Beppe Grillo si accasa a Palazzo Chigi. Il "miracolato" del giorno, con la nuova era grillina nei Palazzi, è Matteo Ponzano, ex speaker della web tv del Movimento 5stelle. ... Anni e anni di sacrifici, accanto al comico, in giro per l'Italia, sono stati (finalmente) ripagati." *
 

https://www.ilgiorna...ro-1874902.html

 

 

 

*

Pagati da Pantalone, ovviamente.

Contento lui.

Questa una lista, parziale, di altri conti che dovrà pagare Pantalone  (ma dove li troverà tanti soldi, avrà una stampante 3d ? )

 

"IL PAESE DELLE MANCE

Lista dei bonus 2020:
- bonus mobili;
- bonus asilo nido;
- bonus bebè
- bonus mamma domani
- bonus studenti
- bonus docenti
- eco superbonus
- bonus caldaie
- bonus condizionatori
- bonus ristrutturazione
- bonus facciate
- bonus Smart tv
- bonus donne disoccupate
- bonus assunzioni
- bonus latte
- bonus verde e giardini
- bonus elettrodomestici
- bonus Tari
- bonus gas e acqua
- bonus trasporti pubblici
- bonus 100 euro in busta paga
- bonus colf e badanti
- bonus matrimonio
- bonus famiglia
- sisma bonus
- bonus 110%
- bonus energia elettrica
- bonus pubblicità
- bonus baby sitter
- bonus nonni
- bonus monopattino
- bonus vacanze
- bonus animali domestici
- bonus terme
- bonus aziende ceramiche
- bonus musica"

 

In sintesi : ogni politico si fa portatore degli interessi di un piccolo gruppo di potere e a questo garantisce la mancia in cambio di un patto di non aggressione ; niente di nuovo, è la continuazione della politica dei decenni passati, ossia di quella politica che dà l'illusione di creare ricchezza ma che in realtà si sta soltanto facendo affondare il paese di un altro gradino perché questi sono giochi a somma zero.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#64 Ombra gitana

Ombra gitana

    Super Utente

  • Utenti
  • 4163 messaggi

Inviato Oggi, 8 lug 2020 alle 09:33


"IL PAESE DELLE MANCE

Lista dei bonus 2020:

....

In sintesi : ogni politico si fa portatore degli interessi di un piccolo gruppo di potere e a questo garantisce la mancia in cambio di un patto di non aggressione ; niente di nuovo, è la continuazione della politica dei decenni passati, ossia di quella politica che dà l'illusione di creare ricchezza ma che in realtà si sta soltanto facendo affondare il paese di un altro gradino perché questi sono giochi a somma zero.

 

Non è cattiva volontà.

 

E' lo specchio di quello che c'è, in termini di società civile e di "classe dirigente", intesa nel senso del "meglio disponibile".

 

La politica ha smesso (visibilmente, in realtà le radici di questa rinuncia sono antecedenti) di "cercare di governare il mondo" venti, venticinque anni fa: liberismo, finanza e tecnologia hanno creato un'accelerazione di fatto ingovernabile, e hanno anzi creato una società e una classe di potere in cui la funzione "dirigente" è stata di fatto adibita alla manutenzione dell'esistente.

 

Una manutenzione - relativamnte a situazioni o settori in particolare sofferenza - è stata scambiata e spesso propagandata (perfino in buona fede) come "riforma" o come "soluzione".

In Italia settori e situazioni in sofferenza ce n'erano e ne rimangono molte: il problema politico sta nel fatto che tali situazioni di sofferenza esistono per lo sesso motivo per cui è così difficile anche la semplice manutenzione.

In altri termini, i possibili "solutori" fanno parte del problema.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi