Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
* * * * * 1 voti

Rancore (Tarek Iurcich) in "RAZZA ALIENA" rivela di essere addotto / eterizzato

Rancore Tarek Iurcich addotto eterizzato piano psicologico mondiale memoria aliena attiva Malanga Ipnosi regressiva LARIS problema alieno

  • Per cortesia connettiti per rispondere
10 risposte a questa discussione

#1 Khios

Khios

    ]|[ Magistratus ]|[

  • Utenti
  • 10328 messaggi

Inviato 13 giugno 2020 - 08:55

Rancore (Tarek Iurcich) in "RAZZA ALIENA" rivela di essere addotto / eterizzato

 

 
Apro l'argomento iniziando ad ascoltare l'ultimo singolo di Rancore per poi analizzarne il testo.
 

 
[Testo di "Razza Aliena"]

[Intro]
Pensavo che se non avessi più scritto, voi sareste spariti e ho fatto di tutto per evitare di arrivare qui

[Strofa 1]
Ho fatto viaggi, ho visto amici, in mezzo ai vostri capricci
Ho fatto feste, aperitivi, in mezzo a mille impicci
Io ti ho legato a casa mia, almeno poi ti inibisci
E vorrei buttarmi da una torre, sto programmando Parigi (-►
 Il 50% degli addotti ha provato o ha pensato seriamente - ALMENO 1 VOLTA - al SUICIDIO)

Io sono scemo, divento scemo
Io non pensavo di scappare fino a Sanremo
Sono tornato a casa vista la quarantena
La casa in cui avevo chiuso una razza aliena
Lei mi comanda nel pensiero, scrive sui social (
-► Si intuisce che ci siano esseri incorporei che lo comandano / scrivono attraverso di lui)

Prende ogni singolo mistero ed organizza un'orgia
Descrive molto bene il cielo, come la pioggia
Ha chiuso l'universo intero dentro ad una goccia

In mezzo a una bufera, ora sono a casa
Se io resto a casa è perché là fuori è la pandemia
E la Terra è invasa ed è un pandemonio (
-► La Terra e' invasa e l'obiettivo e' lo sbarco: per questo che c'e' alla base un vero e proprio "piano psicologico mondiale" alieno)

Ora siamo soli anche se non voglio
Ho la penna e il foglio, ho la penna e il foglio (
-► SCRITTURA AUTOMATICA / CANALIZZAZIONE)

[Ritornello 1]
Tu non sapevi che io a casa vivo con gli alieni (
-► Addotto?)

Le mie canzoni sono scritte da una razza aliena (-► conferma di quanto scritto sopra: SCRITTURA AUTOMATICA)

Io non scrivevo perché poi tornavano gli alieni (-► Paura di fare SCRITTURA AUTOMATICA)

Ma adesso sono solo insieme a loro in quarantena
E queste cazzo di canzoni scritte dagli alieni
Io nella voce porto un codice, è una lingua aliena (
-► Gia' in altre sue canzoni parla del "codice" alieno, vedi la canzone "Eden")

Non c'entrano gli umani, è fatta per mercati alieni
Adesso sono solo insieme a loro in questa quarantena

 
[Strofa 2]
L'aria che mi manca, girami alla larga
Il mio terzo occhio si spalanca, rime a valanga
La mia psicosi è depressiva qui, ho la testa stanca (-► E' un fatto constatato che gli eterizzati abbiano sintomi depressivi)

Vorrei un'ipnosi regressiva, chiamerò Malanga (-► Il fatto che vorrebbe un'IPNOSI REGRESSIVA e' un'ulteriore conferma di quanto finora ipotizzato)

Ma l'alieno scrive su carta, come fosse negli anni '80 (-► SCRITTURA AUTOMATICA)

Sta lì sul tavolo in cui siedo, mi mette il panico se canta
Lui che non respira e non mangia
Mi ricorda un diavolo, tu immagina (
-► La superstizione e le credenze popolari hanno attribuito le etichette di "diavoli" e "spiriti" agli alieni)

A casa ho un Super Liquidator, è carico di acqua santa
Volevo uscire però non posso, è un vincolo (-► Vincoli, patti, giuramenti, fioretti: roba aliena. Come volevasi dimostrare)

Lui che è contento e mi sta addosso, mi sento piccolo
E appena posso io qui dormo così poi non scrivo
E so che anche i sistemi intergalattici vogliono il singolo
E come in cielo, in Terra, perché vanno in sincrono
Ed adesso che mi sento ovunque fuori contesto
Ti dirò che non esistono e che è tutto un simbolo (-► Deve pure lasciare il dubbio che sia tutta una metafora, tuttavia il testo ha valenze altamente realistiche)

Ed in cambio io mi prendo il merito di tutto questo

[Bridge 1]
Ti entrano nella testa, saranno come i tarli (-► Parassiti eterici, incorporei, lux)

Se chiudi la finestra, forse tu puoi evitarli
Questa è la loro festa, e quindi su le mani
E quanti artisti che tu segui, no, non sono umani (-► Va' un po' oltre e mette in guardia che altri artisti possano essere influenzati dagli alieni )

[Ritornello 1]
Tu non sapevi che io a casa vivo con gli alieni
Le mie canzoni sono scritte da una razza aliena
Io non scrivevo perché poi tornavano gli alieni
Ma adesso sono solo insieme a loro in quarantena
E queste cazzo di canzoni scritte dagli alieni
Io nella voce porto un codice, è una lingua aliena
Non c’entrano gli umani, è fatta per mercati alieni
Adesso sono solo insieme a loro in questa quarantena
 

[Bridge 2]
Blu, Anunnaki, anfibioidi ed andromediani (-► Qui se avevamo ancora qualche dubbio elenca diverse razze)

Felinoidi, insettoidi, nordici e rettiliani
Grigio classico, Lux, pleiadiani
Oltre ai più preziosi e ai più pericolosi: gli esseri umani (-► Gli addotti sono le cosiddette "mucche da mungere" per gli alieni e per portare avanti il "piano psicologico mondiale". I piu' preziosi, appunto perche' se non ci fossero - o se si liberassero tutti - gli alieni se ne andrebbero dal pianeta terra; i piu' pericolosi perche' hanno il potere di distruggere e scacciare gli alieni e fare tornare il pianeta Terra a splendere)

Blu, Anunnaki, anfibioidi ed andromediani
Felinoidi, insettoidi, nordici e rettiliani
Grigio classico, Lux, pleiadiani
Oltre ai più preziosi e ai più pericolosi: gli esseri umani

[Ritornello 2]
Tu non sapevi che io a casa vivo con gli alieni
Le mie canzoni sono scritte da una razza aliena
E queste cazzo di canzoni scritte dagli alieni
Io nella voce porto un codice, è una lingua aliena
Non c’entrano gli umani, è fatta per mercati alieni
Adesso sono solo insieme a loro in questa quarantena
 
********************************************************************************************************************************
 
"EDEN", invece, è stata la sua canzone precedente che abbiamo potuto ascoltare a Sanremo 2020:
 

 

********************************************************************************************************************************
 
In conclusione:
E' evidente che Rancore nel suo ultimo singolo ci parla del suo problema con gli alieni, anche se non è chiaro se sia addotto o soltanto eterizzato, ma ci sono tutti i presupposti per credere al fatto che non sia solo una trovata "pubblicitaria", bensì un racconto autobiografico e una richiesta d'aiuto.

Un monito per Rancore (Tarek Iurcich): che stia attento ad affidarsi a Malanga, come dice nel testo della canzone, perchè ci sarebbe il rischio autentico e reale di passare dalla padella alla brace (vedi la VERITA' SU MALANGA E LA TCT).
 
Ci sono esperti, come gli operatori dell'associazione LARIS, che usano tecniche paraipnotiche che liberano veramente dal problema alieno
 
Per completezza riporto qui di seguito l'ebook completo "Percorsi di Liberazione" - scritto dalla Dott.ssa Serena Perfetti e dal Dott. Luciano Madon - con tanto di tecnica:
:icon_arrow: (ebook) PERCORSI DI LIBERAZIONE 2.0 :approved:
 
Inoltre, in tale libro si può avere un quadro completo sul fenomeno di "adduzione" e "eterizzazione", sul "piano psicologico mondiale" e sulle "vie per uscirne", così per approfondire al meglio i temi trattati in questo topic.
 
 
Un augurio di cuore a RANCORE (Tarek Iurcich).


2084.gif0009-per-firma-CN.png2084.gif




#2 byrus

byrus

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 785 messaggi

Inviato 14 giugno 2020 - 04:40

Da quello che sto capendo sulla faccenda aliena, nessuno di loro vuole distruggere o conquistare l'umanità, tra i pochissimi esseri che interagiscono con noi oggi (la maggior parte fanno dei pit stop sulla Terra a breve o medio termine e non ci cagano). Ci sono alcuni apparentemente interessati al nostro bene, altri incuranti del nostro "bene sociale", ma tutti starebbero ben attenti a non uccidere o compiere atti atroci contro il genere umano. Provando a fare un po' di similitudini, alcuni ci mungono come delle mucche e se scappiamo dal recinto non ci tornano a prendere, altri ci aiuterebbero a capire che ci siamo messi in un recinto da soli. Probabilmente entrambe le fazioni fanno quello che fanno per il proprio interesse che a quanto pare è diverso. Mi resta da capire i gesti più empi se sono effettivamente fatti dall'ignoranza dell'uomo o se questi ultimi sono effettivamente influenzati da "altro".

 

In un file della CIA in cui si dice che lo Spirito esiste, si afferma anche (datemi pure dello scemo, così mi sentivo a leggere certe cose dagli archivi pubblici della Cia), che nello spazio esistono spiriti ad un livello inferiore (o qualcosa del genere), se uno si mette in contatto con loro (suppongo io con lo spiritismo improvvisato alla cazzo di cane, o con la telepatia che esiste) possono attaccarsi alla persona (le larve?). Però me lo devo rileggere bene e soprattutto tradurre perché merita.

 

Che ci sia un gruppo come Laris che aiuta gli adotti presumibilmente con gente qualificata mi sembra una gran cosa, storco il naso quando sento parlare di soldi, quote da pagare, iscrizione alla loro associazione… mi fa strano che tutti i loro "casi umani" di adotti siano così tanto agghiaccianti.

 

L'analisi sulla canzone (che non avevo mai sentito) mi sembra stupenda ma a tratti un po' forzata. Sarebbe proprio il caso di scrivere al cantante per sapere bene cosa intendesse, non escludo che volesse dire proprio quello. Cercando ho trovato una sua intervista:

 

https://www.rollings...-alieni/518459/

https://www.allmusic...zza-aliena.html



#3 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11475 messaggi

Inviato 14 giugno 2020 - 10:14

Ho letto le due interviste postate e sinceramente a me sembra che quello degli alieni sia per lui un espediente narrativo. Cioè non ho letto confessioni di adduzioni o racconti di avvistamenti.
Avrebbe potuto parlare di mostri interiori e sarebbe stato uguale.
<p>anf puff pant

#4 Khios

Khios

    ]|[ Magistratus ]|[

  • Utenti
  • 10328 messaggi

Inviato 15 giugno 2020 - 12:04

 

In questo articolo:
 
La prima frase che salta subito all'occhio è questa:
 
Nel singolo ‘Razza aliena’ il rapper racconta le conseguenze del virus. «Chiuso in un armadio coi miei mostri, sono stato costretto a fare quello che mi terrorizzava: riavvicinarmi a me stesso e ricominciare a scrivere» 
 
"Sono stato COSTRETTO a fare quello che mi TERRORIZZAVA -> RIAVVICINARMI A ME STESSO".
 
Questa frase dice già tutto.
 
Una persona "libera" dal problema alieno non si terrorizza avvicinandosi a sé stesso, non prova TERRORE ("senso intenso e sconvolgente di paura o di sgomento", come da vocabolario)
 
 
 
 
Ma proseguiamo nella lettura.....
 
=====================================
Descrive (Rancore) con una metafora scherzosa ma non troppo, come se fosse stato posseduto da una forza extraterrestre nel comporre le sue ultime strofe. «A passare la quarantena da solo, dopo un po’ cominci per forza di cose a vedere gli alieni!», racconta ridendo. Proprio loro avrebbero dettato parola per parola il suo ultimo singolo, Razza aliena, che esce proprio oggi e racconta un momento surreale nella vita di ognuno di noi.
=====================================
 
COMMENTO:
Non mi sembra ci sia nulla da aggiungere.
 
 
=====================================
D: Come te la sei vissuta? (la quarantena)
R: Io vivo già abitualmente in una solitudine quasi totale: non esco mai, non faccio un cazzo, una vita di merda! (Ride) Insomma, per me le cose non sono cambiate più di tanto.
=====================================
 
COMMENTO:
Gli addotti (o gli eterizzati in genere) hanno una vita sociale devastata. Questo perché gli alieni hanno cucito a regola d'arte un vero e proprio "piano psicologico" sull'addotto o l'eterizzato.
Non mi sorprende il fatto che "Rancore" viva una solitudine quasi totale (parole sue).
 
 
 
 
Ma andiamo avanti....
 
=====================================
D: Nel brano sveli qualcosa sul tuo misterioso processo creativo: oltre a confessare che sei impossessato da un’entità extraterrestre quando lavori a una strofa, riveli che scrivi su carta, “come negli anni ’80”.
=====================================
 
"Rancore", nella risposta che è seguita, non ha smentito il fatto che sia "impossessato da un'entità extraterrestre".
 
 
 
Ma andiamo avanti....
 
=====================================
D: Gli alieni hanno in serbo altri singoli per te, nel futuro prossimo?
 
R: Per quanto riguarda maggio 2020, credo di avere già dato
[...]
in questo periodo gli alieni hanno davvero scritto una marea di roba, e che i quaderni disseminati ovunque a casa mia cominciano a diventare fin troppi: mi piacerebbe cominciare a chiuderne qualcuno e a uscire. Per ora non posso farlo, però, perciò me ne resterò qui con loro e continuerò a scrivere ancora per un po’.
=====================================
 
Anche qui nulla da aggiungere. 
 
 
 
 
Passo ad analizzare il secondo articolo:
 
 
=====================================
Vi siete mai guardati allo specchio senza riconoscervi? Io si, e ho fatto di tutto per evitare di restarmi vicino.
=====================================
 
COMMENTO:
Per gli addotti / eterizzati è normale non riconoscersi quando ci si guarda allo specchio e voler evitare di stare con sé stessi, in quanto l'autostima è bassissima, causa il "piano psicologico" di cui facevo menzione prima.
Oltre al fatto che il dialogo interiore con la propria Coscienza risulti spezzato.
 
 
 
=====================================
Rancore: "Non è un pezzo sociale, non è un messaggio criptato e non è una metafora, ma è un modo molto personale per raccontare tutto questo, ed è l’ultima parte di questo racconto di Maggio".
=====================================
 
COMMENTO:
Dice espressamente che non è un messaggio criptato, non è una metafora, quindi afferma che non ci sono altri significati rispetto a quelli chiaramente espressi nella canzone.
 
 
 
Riguardo il dubbio se sia addotto o meno, questo non si può dire con certezza senza conoscere la vita dell'artista.
Dal testo della canzone, tuttavia, si desume, invece, che sia eterizzato.
 
Un eterizzato non per forza è addotto, mentre un addotto è anche eterizzato.
 
Per chiarire la differenza, riporto quanto scritto sul libro "Percorsi di Liberazione" (pag. 62):
 
Considerata la confusione che vedo nella comprensione delle 2 tipologie di interferenze aliene, preferisco esplicitare
anche qui la differenza tra addotto ed eterizzato. L'addotto è anche eterizzato, nel senso che somma la componente fisica
a quella eterica del fenomeno, sempre. Sia lo portano via fisicamente, sia ha parassiti ed impianti incorporei dentro,
sia risente di eggregore (energie) mandate da altri uomini. Non esiste un addotto che non presenti anche la componente eterica.
Essere eterizzati invece esclude totalmente l'aspetto fisico della faccenda: questi soggetti gli alieni non li prelevano
col corpo allontanandoli da dove vivono, non vedono quindi mai alieni fisici, non hanno impianti di “metallo” dentro. 

Per la precisione le due situazioni sono caratterizzate dai seguenti quadri:

• Addotto: rapimenti fisici ed eterici, impianti fisici ed eterici, copiatura (clonazione), innesto di Memoria Aliena Attiva,
presenza di alieni incorporei insediati dentro perennemente o quasi, prelievi di sperma/ovuli e tutto quel che concerne la
riproduzione di ibridi, rapimenti/molestie anche da milab, presenza di energie mandate da altri uomini (egregore).


• Eterizzato: rapimenti eterici, impianti eterici, presenza di alieni incorporei insediati dentro perennemente o quasi,
presenza di energie mandate da altri uomini (eggregore).
 
=====================================
 
 
 

Concludo dicendo che ognuno vede il mondo attraverso i propri filtri, le proprie credenze, gli studi che ha fatto.

 

Si può quindi credere che la sua canzone sia tutta una metafora, anche se c'é da dire che lui stesso ha confermato nell'intervista che "non è un messaggio criptato, non è una metafora".


2084.gif0009-per-firma-CN.png2084.gif


#5 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5710 messaggi

Inviato 15 giugno 2020 - 06:41

Riporti solo quello che conferma la tua idea.

"La parola stessa è spesso fraintesa: “alieno” è la definizione di tutto ciò che già esiste dietro l’angolo, o almeno lo è fino a quando non trovi il coraggio di girarlo. Dentro di noi ci sono tante cose che non conosciamo, e scoprirle a volte può essere doloroso. In più, c’è il fatto che lo straniero e il diverso sono concetti che sono stati molto strumentalizzati per mettere paura alla gente, nell’Italia degli ultimi anni. La canzone parla anche di questo, anche con un po’ di autoironia."

In pratica è una descrizione del suo stato d'animo durante la quarantena.
Che poi, l'avvicinarsi a sé stessi, a ciò che abitualmente non vediamo, gettare via le maschere, è una cosa che fa paura a tutti. Fra l'altro io credo che lui non sia esattamente uno sprovveduto, spiritualmente parlando.
  • malia, madmax e byrus piace questo

#6 Il Decimo

Il Decimo

    Signore del Tempo

  • Moderatore
  • 3896 messaggi

Inviato 15 giugno 2020 - 07:20

In questo testo, tra le altre cose, ci vedo un cantautore che per un periodo non ha scritto... probabilmente bloccato proprio dalla potenza della scrittura.

 

Quando una persona scava nell'intimo può trovare cose spiacevoli... ricordi, pensieri, sentimenti, e preferisce nascondersi, scappare. Soprattutto una persona sensibile come può essere un cantautore, un poeta.

 

Probabilmente la quarantena, la solitudine, il fermarsi e stare da solo, lo hanno obbligato a fare i conti con gli "alieni" interiori. Magari un altro avrebbe parlato di fantasmi o di mostri... però il testo, buttato giù così, rende alla grande. E' bravo.



#7 byrus

byrus

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 785 messaggi

Inviato 15 giugno 2020 - 07:26

Riporto i paragrafi interi in cui parla di alieni: https://www.rollings...i/518459/#Part1

 

 

Come te la sei vissuta?
Io vivo già abitualmente in una solitudine quasi totale: non esco mai, non faccio un cazzo, una vita di merda! (Ride) Insomma, per me le cose non sono cambiate più di tanto. In effetti, però, in quest’ultimo anno e mezzo ero sempre impegnato, e non ero mai a casa: stavo palesemente scappando da qualcosa, o forse stavo cercando qualcosa, chissà. Quando è scattata la quarantena e mi sono ritrovato chiuso in casa insieme ai miei mostri e ai miei alieni, sono stato costretto a fare ciò che avevo evitato negli ultimi due anni: scrivere. Mi terrorizzava l’idea di riavvicinarmi a me stesso, ma ho dovuto.

E com’è andata?
Negli ultimi due mesi gli alieni hanno scritto tantissimo, erano belli fomentati. Così ho aperto l’armadio, ho attaccato il microfono e ho iniziato a registrare, cosa che non facevo da tanto tempo. Forse è stato perché abbiamo vissuto un momento davvero alieno, nel vero senso del termine: nessuno, nella nostra generazione, si era mai confrontato con qualcosa di così sconosciuto ed estraneo. La parola stessa è spesso fraintesa: “alieno” è la definizione di tutto ciò che già esiste dietro l’angolo, o almeno lo è fino a quando non trovi il coraggio di girarlo. Dentro di noi ci sono tante cose che non conosciamo, e scoprirle a volte può essere doloroso. In più, c’è il fatto che lo straniero e il diverso sono concetti che sono stati molto strumentalizzati per mettere paura alla gente, nell’Italia degli ultimi anni. La canzone parla anche di questo, anche con un po’ di autoironia.

 

Da questa situazione usciremo migliori o più alienati?
Beh, sicuramente ha acceso dentro di noi la voglia di stare vicini e di accoglierci: abbiamo riscoperto questa sensazione all’improvviso. Tutti noi avremmo voluto stringere forte qualcuno, nell’ultimo periodo, in un abbraccio che finora davamo quasi per scontato. Forse tutto ciò in futuro potrà trasformarsi in un sentimento più importante e positivo, nato dalla condivisione di questo momento.

Nel brano sveli qualcosa sul tuo misterioso processo creativo: oltre a confessare che sei impossessato da un’entità extraterrestre quando lavori a una strofa, riveli che scrivi su carta, “come negli anni ’80”.
Lo faccio perché se scrivi a mano nessuna lettera sarà mai uguale a un’altra. Nelle curve della tua calligrafia si nascondono equazioni complesse e variabili: è un intreccio di materia e spirito. Siccome di solito lavoro a due o tre pezzi contemporaneamente, casa mia è piena di quaderni aperti disseminati qua e là, ciascuno con un testo diverso, in modo da non confondermi. A volte, se mi viene l’ispirazione quando sono in giro, strappo un foglio da qualche parte e poi lo infilo nel rispettivo quaderno. Un vero casino (ride). Sono molto disordinato, ma conservo tutto quello che ho scritto da quando avevo 13 anni in poi, compresi i taccuini di quando andavo a scuola, che ho dovuto tenere perché di fianco alle lezioni appuntavo anche un sacco di testi e strofe. Spesso, quando li riapro, trovo delle rime che non ricordavo, e magari le uso come punto di partenza per le cose nuove.

Razza aliena mostra un punto di vista più intimo e personale rispetto a tante altre canzoni ispirate dalla quarantena: anziché trasmettere un messaggio di incoraggiamento collettivo in stile “andrà tutto bene”, ti concentri sulla tua esperienza personale.
Di quest’ultimo mese ho voluto fare un racconto composto da tre capitoli. Il primo l’ho scritto insieme a Rodrigo D’Erasmo, Joan as a Police Woman, Venerus e tantissimi altri artisti. Si chiama Lost in the Desert ed è basato sulla condivisione: volevamo accendere i riflettori sulle problematiche del nostro settore, soprattutto su quelli che stanno vivendo le maestranze che di solito lavorano ai concerti. Il secondo, anch’esso collettivo, è un viaggio nel tempo: io e Daniele Silvestri abbiamo rispolverato due nostre canzoni del passato, la sua Il mio nemico e la mia Invisibile (realizzata insieme a dj Myke, nda) per lanciare un messaggio ancora attuale, pubblicando Il mio nemico invisibile. L’ultimo è Razza aliena, che effettivamente è un punto di vista più personale e autoironico ed esplora il lato psicologico della questione.

 

E dell'altro link: 

 

Razza Aliena è un brano nato in pochissime ore. Una creazione spontanea, un flusso di coscienza per raccontare l’alienazione dovuta al periodo che stiamo vivendo.

Il brano, in cui si avverte il personale stile di Rancore, è stato registrato nell’armadio di casa con il microfono SM58. La produzione è nata da un’idea musicale scritta da Rancore con Meiden e Jano, già al lavoro al fianco del rapper nell’album Musica Per Bambini, e poi conclusa insieme al lavoro di Big Fish e Marco Zangirolami.

 

Nel mese di maggio Rancore è stato impegnato su diversi fronti che ha voluto raccontare passo per passo.

“Ci sono cose di cui è giusto parlare solo quando si ha la necessità di farlo e senza pensare che sia un dovere dire la propria opinione.
Non capisco se è a causa della quarantena passata in solitudine o se a causa delle suggestioni che ho costruito dentro di me, ma proprio alla fine di Aprile, il 29 precisamente, ho iniziato a sentire l’esigenza di scrivere alcuni pensieri e li ho scritti molto velocemente così da poterli immortalare sul foglio prima di cambiare idea.
Ecco che si sono costruiti 3 capitoli che in un certo senso raccontano la stessa storia e che ho deciso di raccontarvi in questo mese di Maggio.”

----------------------------------------------------------

Letti i pezzi per intero io sinceramente non ci vedo nulla di particolarmente legato ad esperienze extraterrestri, o almeno se le ha avute nelle interviste non lo dice. Personalmente essere costretto a stare solo con me stesso è stata una bella esperienza che avevo bisogno di fare, ma sento dai Tg che molta gente ha avuto crisi a bloccare ogni rapporto sociale. Forse anche lui è stato colto alla sprovvista dalla pandemia. Ma il problema è come vivi le cose, io so che è solo un momento da passare e l'ho usato a modo mio nel migliore dei modi. Anche lui a suo modo l'ha fatto, ha scritto una canzone di successo... Però questa canzone è uno spunto interessante per riflettere su una cosa: si vocifera (e in un file desecretato l'avevo letto) che molti film di fantascienza servirebbero per abituare la gente a certi argomenti "spaziali", questo potrebbe accadere anche con la musica? Accade già su altri argomenti, ma sugli alieni sinceramente non ci ho mai fatto caso se si faccia o meno.



#8 Khios

Khios

    ]|[ Magistratus ]|[

  • Utenti
  • 10328 messaggi

Inviato 16 giugno 2020 - 06:02

È vero ciò che dite, d'altronde nelle interviste non smentisce, né conferma, quello che afferma nella canzone.
Diciamo che dirotta l'attenzione verso il problema Covid. Magari è la verità.

C'è anche da dire che se fosse influenzato dagli alieni (nella canzone accenna a questo - anche se poi lo smentisce nell'intervista - e l'immagine stessa che ha scelto è di una mano con una matita in mano che sta tracciando un segno e con al centro il volto di un grigio) può dire tutto e il contrario di tutto, essendo un burattino nelle mani dei LUX o di altri tipi di alieni (incorporei).
Ricordiamo inoltre che dietro il fenomeno abduction e alieno c'è tutto un piano di invisibilità e piano psicologico, senza il quale tale progetto non si sosterrebbe.

C'è da dire poi che nella canzone nomina Malanga (che sappiamo tutti di cosa si occupa), fa accenni chiari al suicidio, a volersi fare un'ipnosi regressiva, inoltre nomina diverse razze aliene. 

Domande dirette su Malanga e sull'ipnosi regressiva nelle interviste non sono state fatte.

Comunque può essere come dite voi. Non essendo nella testa di Tarek Iurcich, ci può stare che avesse espresso determinati concetti e significati per parlare della quarantena e di ciò che stesse provando, come poi dice nell'intervista. Ciò non toglie che il dubbio resta.
 
E' come se io scrivo e canto una canzone dove affermo di aver fatto sesso con gli animali, e poi mi intervistano successivamente e dico "ah no, l'ho detto solo perchè ero in astinenza causa la quarantena".
La differenza, però, in questo caso, è che un animale non mi manipola la mente e i pensieri, un lux è maestro nella manipolazione mentale.
 
Poi, sinceramente, vedo che nessuno la pensa come me, quindi mi ritirerò nel mio angolino a riflettere. :friendly_wink:

 
 


Sarebbe proprio il caso di scrivere al cantante per sapere bene cosa intendesse, non escludo che volesse dire proprio quello.


Quello di scrivergli sarà il prossimo passo, tenendo però a mente quanto ho ipotizzato prima.
 
 
Per il resto, nulla da dire, a livello artistico "Rancore" è un grande. :friendly_wink: 
 
 
 
 

Letti i pezzi per intero io sinceramente non ci vedo nulla di particolarmente legato ad esperienze extraterrestri, o almeno se le ha avute nelle interviste non lo dice.

 
 
Già, nell'intervista.
Magari è come dite, del resto sono in minoranza nel vedere "cose nascoste" nel caso "Rancore" poi, sicuramente, solo Tarek Iurcich sa la verità.


 

Però questa canzone è uno spunto interessante per riflettere su una cosa: si vocifera (e in un file desecretato l'avevo letto) che molti film di fantascienza servirebbero per abituare la gente a certi argomenti "spaziali", questo potrebbe accadere anche con la musica? Accade già su altri argomenti, ma sugli alieni sinceramente non ci ho mai fatto caso se si faccia o meno.[/background][/color]

 

 

Si dice che a volte dietro il fenomeno dello "star system" ci sia di mezzo UP, il teatrino alieno e la banca dati, che serve per "abituare" la gente alla presenza aliena. 
Il piano psicologico mondiale è atto per modificare le abitudini delle persone per un possibile, ipotetico, sbarco futuro.
 
C'è chi afferma che il distanziamento sociale attuato in questi mesi (per restare in tema, se proprio vogliamo parlare del tema della quarantena associato alla canzone) sia un primo TEST. 

L'Italia, da cui è partito tutto, gioca un ruolo fondamentale per i loro piani ed è un grande laboratorio. 

 
Queste non sono parole mie, ma di studiosi che stanno appunto studiando il fenomeno....


2084.gif0009-per-firma-CN.png2084.gif


#9 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11475 messaggi

Inviato 16 giugno 2020 - 07:50

Mah guarda. Sicuramente ha attinto a piene mani dalla fenomenologia aliena come fonte di ispirazione ed anche come metafora musicale. Quello che è difficile da dire è che lui stesso abbia avuto esperienze di questo tipo, se non lo ammette esplicitamente. Di sicuro si è studiato il fenomeno e ne parla con cognizione di causa relativamente alla letteratura in materia, però capire se la sua sia solo un’immedesimazione oppure la rivelazione della sua esperienza, io non sono in grado di farlo, e l’intervistatore non ha fatto l’unica domanda che avrebbe dovuto fargli, se avesse avuto esperienze in prima persona. :asdsi:
  • Khios e dodecaedra piace questo
<p>anf puff pant

#10 byrus

byrus

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 785 messaggi

Inviato 20 giugno 2020 - 09:10

Ci potrebbe stare che Rancore abbia visto un ufo e gli sia rimasto in testa l'avvistamento tanto da documentarsi e farci sopra una canzone ispirata da ciò che ha letto. Non sarebbe la prima volta che qualcuno dello spettacolo avvisti un ufo, spesso però tengono il fatto privato per non destabilizzare il proprio successo. Lui forse prova un pizzico in più, siamo in anni diversi.

 

Resto dell'idea che non sia vittima di nessun rapimento.



#11 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4669 messaggi

Inviato 20 giugno 2020 - 09:40

Leggere tutto quel che il web propone sugli alieni è più che sufficiente per fare il mescolotto qui proposto in versione rap.





Anche taggato con Rancore, Tarek Iurcich, addotto, eterizzato, piano psicologico mondiale, memoria aliena attiva, Malanga, Ipnosi regressiva, LARIS, problema alieno

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi