Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il deserto dei tartari


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 Ombra gitana

Ombra gitana

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3923 messaggi

Inviato 24 marzo 2020 - 09:26

Affacciati dalla finestra della nostra quarantena, guardiamo le strade deserte, come da una nostra personale, piccola fortezza Bastiani.

 

Ci ribelliamo a questa deportazione in solitudine, ci stiamo abituando a qualche nuovo rito domestico, ne riscopriamo qualcuno antico, inavvertitamente ci affezioneremo alla nostra identità di reclusi.

 

E come il tenente Drogo, come ogni reduce da una guerra, non importa se effettivamnte combattuta o solo immaginata, quando saremo di nuovo liberi sarà difficile riannodare i fili della vita precedente.

 


  • inmezzoalcielo piace questo

#2 giuliano47

giuliano47

    Utente Full

  • Utenti
  • 1584 messaggi

Inviato 24 marzo 2020 - 09:36

Affacciati dalla finestra della nostra quarantena, guardiamo le strade deserte, come da una nostra personale, piccola fortezza Bastiani.

 

Ci ribelliamo a questa deportazione in solitudine, ci stiamo abituando a qualche nuovo rito domestico, ne riscopriamo qualcuno antico, inavvertitamente ci affezioneremo alla nostra identità di reclusi.

 

E come il tenente Drogo, come ogni reduce da una guerra, non importa se effettivamnte combattuta o solo immaginata, quando saremo di nuovo liberi sarà difficile riannodare i fili della vita precedente.

In quel romanzo attendevano in continuazione i Tartari e quando finalmente arrivano, il tenente Drogo che sperava di combatterli  e' stato richiamato altrove. Cito a memoria.
 



#3 Ombra gitana

Ombra gitana

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3923 messaggi

Inviato 24 marzo 2020 - 10:33

In quel romanzo attendevano in continuazione i Tartari e quando finalmente arrivano, il tenente Drogo che sperava di combatterli  e' stato richiamato altrove. Cito a memoria.
 

Un richiamo altrove, definitivo.

Ma ormai non gli importa più.



#4 Ombra gitana

Ombra gitana

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3923 messaggi

Inviato 26 marzo 2020 - 08:28

Si sente dire che molte cose cambieranno, dopo.

Niente sarà più lo stesso, dopo: in politica, nella sanità, nella cura dell'ambiente, nelle relazioni sociali.

 

Sì, è vero, qualcosa rimarrà di questi giorni, di questi mesi, dentro, in un angolo tra "le pagine chiare e le pagine scure".

Non in tutti, e non in tutti allo stesso modo, ma qualcosa rimarrà, per fare conversazione.

 

Ma, dopo, saremo i reduci da un isolamento che ci ha fatto trovare soli con noi stessi e con i nostri familiari: una privacy che abbiamo vissuto come prigione, o nel migliore dei casi come obbligo, e non come diritto.

Noi, la prima generazione che non ha conosciuto guerre e carestie, e che abbiamo ereditato un mondo ricostruito dopo due guerre mostruose, dovremmo essere capaci di una ricostruzione: ma quello che desideriamo è solo poterci rimettere di nuovo in  marcia verso una spiaggia, in fila per ore dentro una macchina, o una passeggiata nel centro commerciale, o un aperitivo alle sei del pomeriggio. O fare una corsetta al parco.

Siamo la generazione che si è abituata a parlare in grande e pensare in piccolo. O a non pensare affatto, perché tutto era stato già pensato.

Sogniamo di tornare a una normalità fatta di cose che, giustamnte, sono quelle che allietano la vita: le sognavano anche i ragazzi diventati soldati della prima guerra mondiale, quando stavano a congelarsi le mani dentro le trincee.

Ma allietare la vita non è lo stesso che essere la vita.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi