Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Prospettive di maternità: parliamone tra donne.

Figli-scelte-fertilità

  • Per cortesia connettiti per rispondere
11 risposte a questa discussione

#1 Rainbow

Rainbow

    Tempus fugit

  • Utenti
  • 27169 messaggi

Inviato 25 novembre 2019 - 01:47

Come si intuisce dal titolo, questo topic è rivolto principalmente alle donne del forum, anche se ovviamente possono intervenire anche gli uomini, se lo desiderano.
La mia domanda è questa e riguarda chi tra di voi non è madre: come vivete questa cosa?
È una condizione dovuta a scelte personali o a fattori esterni? Da cosa dipende?
Nel caso non vogliate figli, vorreste spiegare anche il perché? È una decisione irreversibile o credete che potreste anche cambiare idea col tempo?
Nel caso in cui invece dei figli li vogliate eccome e per vari motivi (instabilità economica, paure personali, mancanza di un partner adeguato, problemi di salute ecc ecc) non sia un progetto proprio immediato, pensate mai al fatto che col passare del tempo potreste avere seri problemi di fertilità? Come vivete quest' ultima prospettiva? con ansia? Con fatalismo? O non vi ponete proprio il problema?
Insomma, vorrei un po' parlare con voi di questi argomenti.:asdsi:
  • Pandora piace questo

#2 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8397 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 09:22

Io. Non madre per scelta. La vivo serenamente, ora.

 

C'è stato un periodo (lungo) io cui mi sono sentita contro natura, snaturata, non so, in colpa verso tutte quelle donne che vogliono avere dei figli e semmai, per vari motivi, incontrano delle difficoltà ad averne.

 

Quando me lo sono detta chiaramente, senza mentirmi, senza sforzarmi di essere una donna diversa da quello che sono, cosa che facevo (mentirmi)  per non sentirmi diversa, per non sentirmi appunto, una  donna anomala, mi sono sentita rinata.

 

Ora (è da un po') che ho  il coraggio di dirlo, 'pubblicamente' di non volere figli, ogni volta che mi viene chiesto, nonostante tutti tutti ancora mi dicano: Ma sei pazza, e come farai quando sarai vecchia?  :sbonk:  :sbonk:  :shock:  I figli ci vogliono, la vita non ha senso senza figli''  mi sento serena: è questo quello che voglio. Prima, quando me lo dicevano, mi sentivo una merda.

 

Non voglio figli perchè non mi sento all'altezza della situazione, non ho il coraggio di prendermi la responsbilità di forgiare, non volendo, un essere umano.


  • zarina piace questo

#3 Rainbow

Rainbow

    Tempus fugit

  • Utenti
  • 27169 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 10:32

Se è quello che vuoi veramente, allora non puoi che essere profondamente in pace con te stessa, è sicuramente la scelta giusta.
Se uno\a non è tagliato per fare il genitore, è un bene che non si cimenti nell'opera, anche perché è una cosa che richiede un impegno infinito, una certa abnegazione.. non è esattamente una passeggiata.... insomma, procreare solo per dovere, per conformismo, probabilmente fa male a tutti quanti, genitori, figli e società.
Io invece li vorrei, ma non ci sono le condizioni primarie: non ho un lavoro, non ho un uomo e non so praticamente affrontare il mondo.
Come vivo il passare del tempo in questo senso?
Un tempo male, ora mi sono rassegnata (piuttosto prematuramente, com'è mio costume) da così tanti anni che lo dò quasi per scontato il fatto di non poter raggiungere questo obiettivo, perciò non mi causa una sofferenza vera e propria, ma una forte malinconia si, ogni volta che mi soffermo su quest' argomento infatti, non posso fare a meno di pensare di aver sbagliato tutto, nella vita, anche perché non provare a seguire i nostri desideri più profondi non può che essere sbagliato.
È una sensazione molto triste.
Vorrei solo avere molto più tempo a disposizione, ecco quello che vorrei.

#4 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8397 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 10:47

Io invece li vorrei, ma non ci sono le condizioni primarie: non ho un lavoro, non ho un uomo e non so praticamente affrontare il mondo.
 

Queste condizioni sono primarie per te,  ne sei proprio convinta nel profondo,  o per la cultura/educazione ricevuta ti sei convinta che siano primarie?



#5 Rainbow

Rainbow

    Tempus fugit

  • Utenti
  • 27169 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 10:55

Queste condizioni sono primarie per te, ne sei proprio convinta nel profondo, o per la cultura/educazione ricevuta ti sei convinta che siano primarie?

Il fatto di non avere soldi è un motivo pratico, un dato di fatto...non sto dicendo che questa condizione non dipenda da me, eh, attenzione....ma allo stato attuale delle cose è una realtà oggettiva, senza dubbio un grosso impedimento.
Il fatto di dover avere per forza un compagno è invece un motivo mio profondo, non inculcato...non me ne frega nulla di quello che penserebbe la gente se facessi un figlio da sola, raramente mi interessa il pensiero della gente, o meglio quasi mai...sono io che non concepisco il farlo crescere volontariamente senza un padre.
Riguardo invece all'ultimo fattore, la mia paura della vita, non saprei risponderti: è opportuno fare un figlio anche se psicologicamente si è profondamente immaturi, insicuri, instabili?
Io credo di no, ma non so dire se sia una cosa che mi sia stata inculcata dalla società o se parta proprio da me, da una mia convinzione intima e profonda..penso più ad un condizionamento culturale o qualcosa del genere, ma non ne sono affatto certa, anzi.

#6 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 8849 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 02:34

Io Reinbo penso che sentire il problema possa essere trasversale al sesso di appartenenza, magari ci sono anche dei maschi che avrebbero lo stesso desiderio e che per vari motivi non lo concretizzano e lo rimandano, oppure che non ce l’hanno e basta.
Io penso che a parte la mancanza ovvia di un partner col quale crescere dei figli, o anche solo “fabbricarli” a meno di non decidere di investire una bella cifra in una clinica della fertilità, se davvero si desidera avere un figlio, tutti gli altri deterrenti sono sovrastrutture e limiti imposti dalla società e dalla paura di non riuscire ad essere all’altezza degli standard di un certo stile di vita.
Non credo che sia la mancanza di un lavoro ad impedire una maternità che si desidera entrambi, alla fine se guardi c’è un sacco di coppie che figliano e se ne fregano, e in qualche modo faranno con un solo stipendio.
Calcola che molti ci si ritrovano perché non è così raro che al primo figlio una donna si veda costretta ad abbandonare il lavoro che aveva.
Il problema è farlo da sola, allora sì che il problema economico diventa determinante.

anf puff pant


#7 zarina

zarina

    Utente Fricchettona

  • Moderatore
  • 9390 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 05:55

Io ho vissuto un condizionamento contrario. Ho dovuto fare pace con il mio istinto materno, con la mia parte femminile.

La mia famiglia è composta per lo più da donne, tutte molto forti, con uno spiccato senso di indipendenza e di autonomia.. in contrasto totale con l’idea della famiglia tradizionale. Molte infatti sono separate, comunque con una visione del focolare anticonformista, direi. Io stessa sono cresciuta senza padre e con mia mamma che mi spingeva verso un ideale di esistenza lontanissimo dall’idea di fare figli, marito e casetta da sistemare (per carità).

Ad esempio quando mi regalava una bambola, mi metteva sempre la cosa come ——> ‘la bambola è un’amica, una sorella’. Mai ——> ‘gioca a fare la mamma’.

Ai pranzi di Natale le mie zie mi chiedevano se avevo preso la patente, cosa stavo facendo.. Mai ho avuto l’imbarazzo del dover giustificare la mia vita privata di ragazzina, o ancora peggio domande sui figli, il futuro, queste cose agghiaccianti.

Per dire se avessi deciso di fare figli da sola sarebbero stati tutti contenti, sono sicura sarebbe stato quasi più accettabile che farli con un uomo e -nella loro mentalità- essere ‘costretta’ a dedicarmi alla famiglia, alla coppia. Queste cose sono viste in famiglia mia come orrori :D

Non ho mai creduto di avere istinto materno. I bambini mi stavano simpatici ma, niente di che. Mi sentivo sempre dalla loro parte, piuttosto, figlia più che madre. Oppure madre sí, ma di me. Ciao.


Ironia della sorte sono diventata madre presto, e ho dovuto fare pace con l’idea che l’istinto materno ce l’avevo. Ce l’ho.
Non è stata una cosa patetica e melensa come mi sembrava l’esperienza vista da fuori e legata a me. Per niente. Anzi estremamente naturale e leggera. E’ stato un cedere, e accedere a parti del mio carattere e della mia emotività con cui non sono molto a mio agio neanche ora e devo ammettere che non sono una mamma particolarmente ‘materna’, accudente.. non so come dire. Non riesco, non fa parte di me fare la chioccia, cucinare, consolare, accompagnare. Faccio molto fatica.

Però ecco, strano pensare che nel mio caso la mia ‘ribellione’ nei confronti di schemi culturali ed educativi sia stata inversa a quella che di solito viene proposta.
  • Rainbow e Spinoza piace questo

#8 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8397 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 06:11

Per dire se avessi deciso di fare figli da sola sarebbero stati tutti contenti, sono sicura sarebbe stato quasi più accettabile che farli con un uomo e -nella loro mentalità- essere ‘costretta’ a dedicarmi alla famiglia, alla coppia. Queste cose sono viste in famiglia mia come orrori :D

 

 

Anche mia madre la pensa così, cioè il fatto di avere un uomo a cui dedicarsi lo considera un errore da non fare; diceva: fai tutti i figli che vuoi, ma da sola :arg:. Figli si, uomo no.


  • zarina piace questo

#9 zarina

zarina

    Utente Fricchettona

  • Moderatore
  • 9390 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 06:16

Anche mia madre la pensa così, cioè il fatto di avere un uomo a cui dedicarsi lo considera un errore da non fare; diceva: fai tutti i figli che vuoi, ma da sola :arg:. Figli si, uomo no.


Quando le ho detto
Sono incinta

Ha rischiato il colpo secco.

Ma mamma sono contenta


(Bst)
Pure

Mi aspettavo mi dicesse ‘ma con quel coglione che ho conosciuto io? Sul serio?’

Catalessi e muso per mesi


Poi la seconda
Molto più easy


-Allora sei deficiente dai-
  • malia piace questo

#10 Rainbow

Rainbow

    Tempus fugit

  • Utenti
  • 27169 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 06:40

Io Reinbo penso che sentire il problema possa essere trasversale al sesso di appartenenza, magari ci sono anche dei maschi che avrebbero lo stesso desiderio e che per vari motivi non lo concretizzano e lo rimandano, oppure che non ce l’hanno e basta.
Io penso che a parte la mancanza ovvia di un partner col quale crescere dei figli, o anche solo “fabbricarli” a meno di non decidere di investire una bella cifra in una clinica della fertilità, se davvero si desidera avere un figlio, tutti gli altri deterrenti sono sovrastrutture e limiti imposti dalla società e dalla paura di non riuscire ad essere all’altezza degli standard di un certo stile di vita.
Non credo che sia la mancanza di un lavoro ad impedire una maternità che si desidera entrambi, alla fine se guardi c’è un sacco di coppie che figliano e se ne fregano, e in qualche modo faranno con un solo stipendio.
Calcola che molti ci si ritrovano perché non è così raro che al primo figlio una donna si veda costretta ad abbandonare il lavoro che aveva.
Il problema è farlo da sola, allora sì che il problema economico diventa determinante.

In verità io vorrei impostare il discorso sul personale (senza voler ovviamente farmi i fatti vostri) mentre il tuo intervento va forse più sul generico...credo che Malia e Zari abbiano invece capito l'impostazione che desidero dare al topic...non soffermiamoci sulla società, sulle altre donne ecc ecc, ma parliamo di noi.
Di quello che vogliamo, di quello che non vogliamo, del nostro rapporto con l'argomento, insomma.

#11 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 8849 messaggi

Inviato 26 novembre 2019 - 08:02

In verità io vorrei impostare il discorso sul personale (senza voler ovviamente farmi i fatti vostri) mentre il tuo intervento va forse più sul generico...credo che Malia e Zari abbiano invece capito l'impostazione che desidero dare al topic...non soffermiamoci sulla società, sulle altre donne ecc ecc, ma parliamo di noi.
Di quello che vogliamo, di quello che non vogliamo, del nostro rapporto con l'argomento, insomma.


Ehhh sì scusa hai ragione. Sono comunque sti ragionamenti che ogni tanto borbotto tra me e me :asdsi:
  • Rainbow piace questo

anf puff pant


#12 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 9527 messaggi

Inviato 27 novembre 2019 - 05:35

 

 

Non voglio figli perchè non mi sento all'altezza della situazione, non ho il coraggio di prendermi la responsbilità di forgiare, non volendo, un essere umano.

idem. non mi và neanche di tentar di esserlo, una madre responsabile..anche se i bambini riempiono molti vuoti,  non ti comporti in un certo modo puoi raccontartelo quanto e come vuoi'' HM. come malia condivido .<
 

 

Io. Non madre per scelta. La vivo serenamente, ora.

 

. La vivo serenamente forse meno La società :mad: 


BLHk





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi