Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies

Foto

Il Vuoto


  • Per cortesia connettiti per rispondere
25 risposte a questa discussione

#1 susannatuttapanna

susannatuttapanna

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 19 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 10:30

Ciao a tutti. 

Alle ore 23.00 del giorno 11 settembre 2019 mi sono messa a letto, ho spento la luce e ho indossato la mia mascherina nera che non lascia passare neanche un filo di luce, apprestandomi a praticare il metodo WILD per ottenere un sogno lucido.

Subito mi sono ritrovata immersa in una dimensione di un nero assoluto, totale, ma soprattutto non piatto!

L'oscurità, a differenza delle altre volte in cui si mostrava carica di forme, colori e scene ipnagogiche, questa volta si è mostrata in tutta la sua nuda e cruda bellezza ed essenza: ne vedevo la profondità abissale! Si trattava di un baratro infinito....

L'ho osservato a lungo, quel precipizio, provando paura (con tachicardia), eppure non emanava nè negatività, nè positività.... Sapevo di essere dinanzi a qualcosa che non avevo mai visto prima, qualcosa di grandioso!

Cosa ne pensate? 

Qualcuno di voi ha vissuto un'esperienza analoga?

Grazie.

SUSANNA


  • Lunanerina piace questo

#2 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 01:18

La tua esperienza mi sembra analoga a chi ha vissuto una NDE e si è ritrovata in un tunnel o spazio nero in una situazione di profondo benessere.
Ovvio che tu non hai vissuto una NDE, infatti questa, rispetto a una normale esperienza lucida, si distingue per l'elemento traumatico e/o vicino alla morte.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#3 susannatuttapanna

susannatuttapanna

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 19 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 02:42

Grazie, Lunanerina-


  • Lunanerina piace questo

#4 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17983 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 10:53

Poiché hai avuto la tachicardia, significa che hai avuto uno stato ansioso di apprensione, quindi vuol dire che comunque eri ancora in uno stato di veglia, seppure assopita. La deprivazione della vista, mantenendo uno stato di attenzione anche ad occhi chiusi, può causare una sensazione di vuoto e buio "tridimensionale" 

 

Ad ogni modo il metodo WILD non ha senso praticarlo immediatamente dopo essersi messi a letto, non si può entrare in fase REM fin da subito. Piuttosto si può provare dopo 6-7 di ore di sonno, seppure solitamente anche dopo diverse ore di sonno si deve passare attraverso un sonno non REM, quindi una fase di incoscienza seppure non più profonda, per entrare successivamente in fase REM. Difficilmente si riesce a passare direttamente da uno stato di veglia al sonno REM, senza interruzione di coscienza, se non dopo 8-9-10 ore di sonno, quando il sonno REM costituisce il solo tipo di sonno, ma a questo punto dormire diventa noioso e stancante.

 

Dalla mia esperienza personale, io però rimango del parere che questi metodi per avere sogni "lucidi" (che in realtà non esistono) o per avere OBE, servano ben poco, di per sé non inducono il fenomeno che si vuole avere, poiché l'aspettativa non lo permette. Invece la spontaneità di questi fenomeni rimane come la maggiore possibilità per averli, riuscendo a capire quale è il momento propizio.

Ad esempio può capitare che dopo essersi svegliati, o almeno si crede che sia così, ci si trovi in uno stato psico-fisico in cui è possibile "alzarsi" dal letto non fisicamente, per avere quindi un'esperienza OBE (il sogno "lucido" poi ne sarebbe una conseguenza) solo che la stragrande maggioranza degli individui manifesta pigrizia, si riaddormenta e ricomincia a sognare normalmente. Riconoscere invece il momento in cui è possible "staccarsi" dal corpo fisico, si può avere un'esperienza fuori dal corpo in maniera naturale, dolce e serena.


330x242_placeholder2.jpg


#5 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1202 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 10:57

un baratro infinito....


Sempre più persone hanno la visione dell'Abisso, e questo fa piacere perché è alla base della comprensione della vera realtà. In effetti c'è un abisso tra ciò che è illusorio e ciò che è reale.


  • susannatuttapanna piace questo

#6 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 13 settembre 2019 - 11:19

Poiché hai avuto la tachicardia, significa che hai avuto uno stato ansioso di apprensione, quindi vuol dire che comunque eri ancora in uno stato di veglia, seppure assopita. La deprivazione della vista, mantenendo uno stato di attenzione anche ad occhi chiusi, può causare una sensazione di vuoto e buio "tridimensionale" 

 

Ad ogni modo il metodo WILD non ha senso praticarlo immediatamente dopo essersi messi a letto, non si può entrare in fase REM fin da subito. Piuttosto si può provare dopo 6-7 di ore di sonno, seppure solitamente anche dopo diverse ore di sonno si deve passare attraverso un sonno non REM, quindi una fase di incoscienza seppure non più profonda, per entrare successivamente in fase REM. Difficilmente si riesce a passare direttamente da uno stato di veglia al sonno REM, senza interruzione di coscienza, se non dopo 8-9-10 ore di sonno, quando il sonno REM costituisce il solo tipo di sonno, ma a questo punto dormire diventa noioso e stancante.

 

Dalla mia esperienza personale, io però rimango del parere che questi metodi per avere sogni "lucidi" (che in realtà non esistono) o per avere OBE, servano ben poco, di per sé non inducono il fenomeno che si vuole avere, poiché l'aspettativa non lo permette. Invece la spontaneità di questi fenomeni rimane come la maggiore possibilità per averli, riuscendo a capire quale è il momento propizio.

Ad esempio può capitare che dopo essersi svegliati, o almeno si crede che sia così, ci si trovi in uno stato psico-fisico in cui è possibile "alzarsi" dal letto non fisicamente, per avere quindi un'esperienza OBE (il sogno "lucido" poi ne sarebbe una conseguenza) solo che la stragrande maggioranza degli individui manifesta pigrizia, si riaddormenta e ricomincia a sognare normalmente. Riconoscere invece il momento in cui è possible "staccarsi" dal corpo fisico, si può avere un'esperienza fuori dal corpo in maniera naturale, dolce e serena.

Ti devo contraddire, perchè mi è capitato diverse volte di addormentarmi e di "sognare" in un periodo di tempo di sonno che è andato da pochi minuti a mezz'ora. Sarà perchè le mie onde theta hanno la caratteristica di essere alterate, però ti assicuro che può succedere.


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#7 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17983 messaggi

Inviato 13 settembre 2019 - 01:34

Ti devo contraddire, perchè mi è capitato diverse volte di addormentarmi e di "sognare" in un periodo di tempo di sonno che è andato da pochi minuti a mezz'ora. Sarà perchè le mie onde theta hanno la caratteristica di essere alterate, però ti assicuro che può succedere.


Ci sono degli individui che praticano naturalmente il sonno polifasico, 15-20 minuti ogni 4 ore, che forzano il sonno REM immediatamente, senza passare dal sonno non REM, ma sono casi particolari 😬 In un certo senso misteriosi, poiché il sonno non REM è normalmente indispensabile per l'eliminazione dell'acido lattico che ci fa sentire i muscoli del corpo affaticati e doloranti, e per la guarigione e rigererazione rapida di qualsiasi pare del corpo, anche per una risposta immunitaria più veloce, che invece tutto questo avviene lentamente da svegli e da rilassati. Forse questi individui riescono a rilassare e a riposare i muscoli durante la veglia stando semplicemente seduti o distesi, e in ogni caso non dovevo forzare i muscoli in attività lavorative e sportive e non fare neppure lunghe passeggiate 🙃 il che è alquanto difficile, se non impossibile, per quasi tutti noi. Non devono fare nulla da mattina a mattina visto che passano tutte le notti in bianco 🤣

Mentre il tuo caso non saprei se è dovuto alla causa che ritieni. Entri in REM immediatamente nel primo periodo di sonno? Oppure dopo diverse ore di sonno? Come ho detto è possibile dopo il normale sonno di 8 ore, entrare subito in REM dopo essersi riaddormentati, poiché il corpo non necessita più il sonno non REM. Ci sono casi invece, che dopo ore insonni per svariati motivi, il soggetto poi si addormenta entrando immediatamente in REM , come per una naturale risposta fisica a salvaguardare il sonno REM che è strettamente necessario alla sopravvivenza, a discapito del sonno non REM che si può farne a meno per una notte. Infatti la privazione del sonno non REM causa spossatezza e dolori diffusi, mentre la mancanza di sonno REM causa sonnolenza e confusione mentale.
Infine ci sono i soggetti che soffrono di narcolessia, che possono entrare in REM anticipatamente o avere fasi non REM molto ridotte rispetto al normale.

Ma tutti questi casi sono eccezionali, non sono affatto comuni, costituiscono casi rari o episodi sporadici 🙂
  • Kal piace questo

330x242_placeholder2.jpg


#8 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 03:40

@tornado
Le mie onde theta in stato di veglia sono alterate, piu lente del normale, durante il sonno non lo so, l'ECG l'ho fatto da sveglia.
Sono una persona, seppur nei limiti, iperattiva, cioe mi piace sempre avere qualcosa da fare e di notte dormo tranquillamente.
Come dicevo, mi capita diverse volte di entrare in fase REM subito e il mio compagno lo può testimoniare.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#9 susannatuttapanna

susannatuttapanna

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 19 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 05:00

Ciao Tornado, sì, ero in stato di veglia e stavo praticando la WILD non appena mi sono messa a letto.

Tale tecnica può essere eseguita in qualsiasi momento della giornata perché non va praticata in fase REM, bensì in stato di veglia e  in profondo relax.

Hai fatto una giusta osservazione: esaminando i dettagli delle esperienze spontanee si può dedurre quale sia il momento più propizio e ricavarne altri elementi utili per rivivere l’esperienza non più solo spontaneamente, bensì volontariamemte in modo ‘programmato’-


  • tornado piace questo

#10 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 5437 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 06:42

@tornado
Le mie onde theta in stato di veglia sono alterate, piu lente del normale, durante il sonno non lo so, l'ECG l'ho fatto da sveglia.
Sono una persona, seppur nei limiti, iperattiva, cioe mi piace sempre avere qualcosa da fare e di notte dormo tranquillamente.
Come dicevo, mi capita diverse volte di entrare in fase REM subito e il mio compagno lo può testimoniare.


Anche a me succede spesso di addormentarmi e sognare subito qualcosa. A volte anche un minuto. Me ne accorgo perché può succedere che col sonno leggero o mio figlio che mi dorme accanto e si muove mi risveglio bruscamente e mi ricordo cosa stavo sognando in quei 5 minuti.

Addirittura quando andavo al liceo mi riaddormentavo sul bus, e in quel viaggio di 25 minuti finivo i sogni che stavo facendo prima di svegliarmi.
  • Lunanerina e susannatuttapanna piace questo

#11 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10255 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 08:00

Anche a me succede spesso di addormentarmi e sognare subito qualcosa. A volte anche un minuto. Me ne accorgo perché può succedere che col sonno leggero o mio figlio che mi dorme accanto e si muove mi risveglio bruscamente e mi ricordo cosa stavo sognando in quei 5 minuti.

Addirittura quando andavo al liceo mi riaddormentavo sul bus, e in quel viaggio di 25 minuti finivo i sogni che stavo facendo prima di svegliarmi.

Anche io sogno subito.
Mai capito quelli che "si sogna dopo un tot"
  • Frèyja e susannatuttapanna piace questo

anf puff pant


#12 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17983 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 10:06

Rispondo a tutte e 3, Lunanerina, Frèyja e Pandora, ad ognuna sotto la citazione dei vostri post, ma vi consiglio di leggere comunque tutte e 3 le singole risposte

 

@tornado
Le mie onde theta in stato di veglia sono alterate, piu lente del normale, durante il sonno non lo so, l'ECG l'ho fatto da sveglia.
Sono una persona, seppur nei limiti, iperattiva, cioe mi piace sempre avere qualcosa da fare e di notte dormo tranquillamente.
Come dicevo, mi capita diverse volte di entrare in fase REM subito e il mio compagno lo può testimoniare.

 

L'unico modo per capire che un soggetto è in fase REM da semplice osservatore, è vedere il movimento rapido degli occhi sotto le palpebre :asdsi: Ma in ogni caso ci deve essere l'iniziale addormentamento che deve durare almeno 5 minuti, e una seppure breve fase di sonno leggero, per potere avere dopo il sonno REM. Tralasciando il periodo di pre-addormentamento che ha un tempo variabile per ognuno di noi, mediamente un 10 minuti se non si soffre di insonnia, quindi un'immediatezza del sonno REM non può ma aversi. Caso particolare per i soggetti polifasici del sonno, come già decritto, che possono entrare in REM molto rapidamente, questione anche di un paio di minuti, ma perché questi qua diciamola tutta dormono troppo poco, un'ora e mezza al massimo 2  :huh: quindi bisogna aspettarsi questo, si deve preservare il sonno REM il più possibile

 

Anche a me succede spesso di addormentarmi e sognare subito qualcosa. A volte anche un minuto. Me ne accorgo perché può succedere che col sonno leggero o mio figlio che mi dorme accanto e si muove mi risveglio bruscamente e mi ricordo cosa stavo sognando in quei 5 minuti.

Addirittura quando andavo al liceo mi riaddormentavo sul bus, e in quel viaggio di 25 minuti finivo i sogni che stavo facendo prima di svegliarmi.

 

Bisogna fare distinzione tra sogni ipnagogici e sogni veri e propri. 

I sogni ipnagogici si verificano nella fase 1 del sonno che è quella dell'addormentamento (distinto dal precedente pre-addormentamento )  e in misura minore nella fase 2 del sonno (sonno leggero) mentre nelle fasi 3 e 4 (sonno profondo e molto profondo) l'attività pensante è praticamente assente o quasi, è decisamente residua.  I sogni ipnagogici si presentano come una successione di immagini, non si ha un'immersione della coscienza, è come se si guardasse un film. L'interazione del soggetto è bassa o insignificante esattamente come quando piangiamo e ridiamo guardando un film, ed infatti manca la paralisi tipica del sonno REM. Quando si viene svegliati da questa fase ipnagogica che fa parte del sonno non REM, possiamo avere ricordo vago, che dura pochissimo, o semplicemente avere la sensazione che si stava pensando. Mentre quando si viene svegliati dal sonno profondo o addirittura molto profondo, si può provare confusione, vuoto mentale e amnesia, per un tempo variabile da pochi secondi a pochi minuti. Mentre i sogni veri e propri si hanno solo nel sonno REM, quando si ha il movimento rapido degli occhi e la paralisi per impedire di trasmettere i movimenti mentali all'interno del sogno al corpo e quindi impedire il risveglio, movimenti mentali che invece nei sogni ipnagogici solitamente non avvengono mai, tranne quando si è particolarmente agitati provocando spesso un brusco risveglio indesiderato. Nel sogni propriamente detti del sonno REM, la coscienza è immersa in essi, l'interazione è elevata come ben sappiamo e lasciano maggiore impressione e ricordo spesso parecchio definito, a differenza dei sogni ipnagogici che solitamente non lasciano nessuna traccia.

Nel racconto invece del bus, è probabile che il sonno REM  abbia avuto inizio dopo pochi minuti, ma non immediatamente, deve pur esserci stata per forza fase 1 e fase 2 seppure di brevissima durata. Infatti dopo una normale e riposante notte a dormire, il sonno non REM non è più necessario. Pertanto in quella mezz'oretta scarsa, il sonno REM era probabilmente dominante. Sebbene non è da tutti riuscire a mantenere a lungo un sonno REM in un sedile, io non ci riesco proprio, devo distendermi.

D'altro canto c'è anche il caso in cui dopo una notte ad avere dormito poco o niente, volendo dormire nel pomeriggio per cercare di recuperare il più possible il sonno perduto, spesso bastano un 2-3 ore per sentirsi poi riposati. Questo perché nel sonno pomeridiano la fase REM dura a lungo e spesso dominante, proprio per recuperare in fretta il sonno perduto la notte precedente o semplicemente per sentirsi meno assonnati anche con una breve pennichella, inibendo quindi il sonno profondo che nel pomeriggio non è necessario per chi dorme normalmente la notte (caso particolare per i turnisti, che spesso devono ricorrere alla melatonina per dormire di giorno o chi vive il sole di mezzanotte) 

 

Anche io sogno subito.
Mai capito quelli che "si sogna dopo un tot"

 

Basta vedere un grafico di un normale e "ideale" sonno di 8 ore 20 minuti notturno costituito da 5 cicli, ciascuno della durata di 100 minuti. Questo qui sotto l'ho trovato il migliore

Nel primo ciclo si ottiene un sonno molto profondo, indicato dalla fase 4 , dopo abbiamo una fase REM di brevissima durata. Anche nel secondo ciclo si ottiene la fase 4 sebbene dura meno , e la fase REM dura un po di più . Nel terzo ciclo ci si ferma alla fase 3 , e la fase REM dura ancora di più e costituisce quasi la metà. Nel quarto ciclo si arriva solo alla fase 2 , il sonno ormai si mantiene leggero, e la fase REM adesso è dominante. Nel quinto ciclo che è un sonno ad oltranza per tanti di noi, è quasi tutta fase REM 

 

275GN.png


  • Kal piace questo

330x242_placeholder2.jpg


#13 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10255 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 10:20

Quindi? Credo di sapere meglio di quel grafico se addormentandomi per cinque minuti sogno o no.
Per non parlare di Malia :asdsi:
  • Lunanerina, Ombra gitana e susannatuttapanna piace questo

anf puff pant


#14 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17983 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 10:39

Quindi? Credo di sapere meglio di quel grafico se addormentandomi per cinque minuti sogno o no.
Per non parlare di Malia :asdsi:

 

Sono solo sogni ipnagogici :asdsi: già spiegato :asdsi: sei una di quei pochi soggetti che è recettiva a questo tipo di attività onirica :asdsi: 


330x242_placeholder2.jpg


#15 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 15 settembre 2019 - 03:40

Quindi? Credo di sapere meglio di quel grafico se addormentandomi per cinque minuti sogno o no.
Per non parlare di Malia :asdsi:

Concordo, purtroppo (e lo puoi notare anche dalla risposta che ha dato a me) tornado ha il "brutto" vizio di dirti, in maniera molto velata, che non ti crede 😉
Tornado, se io ti dico che nel giro di anche pochi minuti mi è successo di addormentarmi e sognare, TESTIMONE il mio compagno (che si è addirittura sorpreso) non puoi dire che non sia così perché non ti credo, mi frega un piffero di studi e statistiche varie che dicono il contrario se io l'ho sperimentato.
Che poi di recente quando mi è capitato, si è rivelato essere anche un'esperienza particolare, un incontro con delle entità, ciò con cui, lo so, non concordi.
Puoi dire piuttosto che non credi a quello che dico e basta. Fai anche una migliore figura.
  • susannatuttapanna piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#16 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10255 messaggi

Inviato 15 settembre 2019 - 04:25

Concordo, purtroppo (e lo puoi notare anche dalla risposta che ha dato a me) tornado ha il "brutto" vizio di dirti, in maniera molto velata, che non ti crede 😉
Tornado, se io ti dico che nel giro di anche pochi minuti mi è successo di addormentarmi e sognare, TESTIMONE il mio compagno (che si è addirittura sorpreso) non puoi dire che non sia così perché non ti credo, mi frega un piffero di studi e statistiche varie che dicono il contrario se io l'ho sperimentato.
Che poi di recente quando mi è capitato, si è rivelato essere anche un'esperienza particolare, un incontro con delle entità, ciò con cui, lo so, non concordi.
Puoi dire piuttosto che non credi a quello che dico e basta. Fai anche una migliore figura.

Non andiamo sul personale però.
Ha detto che i sogni immediati sono solo quelli ipnagogici.
Anche le attività che noi chiamiamo "incontri paranormali in dormiveglia" lui li definisce "allucinazioni ipnagogiche", ma entrambi avvengono con più frequenza all'addormentamento ed al risveglio.
Quindi volendo tutto torna come "schema distributivo": la differenza con quanto dice lui è che non torna l'origine che attribuiamo a determinati fenomeni, che secondo noi due possono essere a volte di origine paranormale e secondo lui sono e possono essere solo fisiologiche.

Ma su quello bah, quando e SE, di determinate esperienze hai dei riscontri nella realtà, il parere "scientifico" di chicchessia lascia un po' il tempo che trova, perché diventa il cercare di forzare in uno schema qualcosa che non ci sta.
Quindi non è che lui ci dia delle bugiarde, lui non crede che determinate esperienze abbiano una natura paranormale, punto. E niente e nessuno lo smuove, perché quando le cose non succedono a te la reazione più comune è questa.
  • Frèyja e susannatuttapanna piace questo

anf puff pant


#17 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8728 messaggi

Inviato 16 settembre 2019 - 08:43

Tornado ha detto che i sogni immediati o sono ipnagogici o avvengono in condizioni particolari quali il sonno polifasico e la narcolessia o la mancanza di sonno protratta.

 

Credo che sia stato pure abbastanza preciso nell'uso dei termini e veramente preciso nella descrizioni dei due tipi di "sogno";  dicendo anche che i sogni immediati di fase REM sono eccezionali o sporadici (non ha detto impossibili)  non ha detto niente di falso o contestabile. Ha solo descritto tutta la casistica.

 

Le persone che scrivono qui che raccontano episodi di obe, paralisi, varie  stranezze in fase di addormentamento e risveglio, sonnambulismi,  riportano, anche se non lo sanno, i sintomi della narcolessia e dei disturbi del sonno. Quindi avere la fase REM immediata è compatibile con questo quadro, per queste persone.

 

Se io malia e non so chi altri qui dentro, ho una serie di "sintomi" non mi stupisce l'eventualità di avere la fase REM immediata, caso raro, e non mi irrita, del resto, come se fosse chissà quale offesa definire i primi sogni in fase di addormentamento ipnagogici in alternativa a quelli REM quando capita. Che quelli ipnagogici siano lo scenario di incontri e visioni particolari, concordo anche.

 

Io, che credo di essere un caso estremo, comincio dopo le 18 ad avere immagini diciamo "ipnagogiche" anche mentre lavoro, mangio, vivo normalmente ecc. Con il diminuire della mia attività, queste immagini si fanno più frequenti e più intrusive, fino a quando, per esempio se sono rilassata a guardare tv mi si sovrappongono alle immagini della tv: cioè io sento e vedo cose, esattamente come diceva Tornado, che è come guardare un film (che se te lo ricordi e racconti le immagini potrebbe stupirti) anche se vedo e capisco le cose che mi stanno realmente attorno.

E' una cosa che posso fare a comando durante tutta la giornata, mi sono cronometrata prima di scrivere questo post :boardmod_main: e ci metto  3 secondi per sentire solo le voci, e 12 per vedere immagini, che non sono immaginate da me  ovviamente, ma si presentano,  le ascolto e le osservo come se fossero un film, appunto. Anzi, io dico sempre che è come guardare i pesci in un acquario.

 

Sono contenuti che sono sempre lì presenti, secondo me,  ma di cui ti rendi conto solo quando si allenta la forza dei dati percepiti da svegli, e spesso uno di questi momenti è proprio la fase dell'addormentamento.

 

Non mi sembra che ci sia niente di mortifcante, o sminuente.



#18 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 5437 messaggi

Inviato 16 settembre 2019 - 10:10

Tornado ha detto che i sogni immediati o sono ipnagogici o avvengono in condizioni particolari quali il sonno polifasico e la narcolessia o la mancanza di sonno protratta.

Credo che sia stato pure abbastanza preciso nell'uso dei termini e veramente preciso nella descrizioni dei due tipi di "sogno"; dicendo anche che i sogni immediati di fase REM sono eccezionali o sporadici (non ha detto impossibili) non ha detto niente di falso o contestabile. Ha solo descritto tutta la casistica.

Le persone che scrivono qui che raccontano episodi di obe, paralisi, varie stranezze in fase di addormentamento e risveglio, sonnambulismi, riportano, anche se non lo sanno, i sintomi della narcolessia e dei disturbi del sonno. Quindi avere la fase REM immediata è compatibile con questo quadro, per queste persone.

Se io malia e non so chi altri qui dentro, ho una serie di "sintomi" non mi stupisce l'eventualità di avere la fase REM immediata, caso raro, e non mi irrita, del resto, come se fosse chissà quale offesa definire i primi sogni in fase di addormentamento ipnagogici in alternativa a quelli REM quando capita. Che quelli ipnagogici siano lo scenario di incontri e visioni particolari, concordo anche.

Io, che credo di essere un caso estremo, comincio dopo le 18 ad avere immagini diciamo "ipnagogiche" anche mentre lavoro, mangio, vivo normalmente ecc. Con il diminuire della mia attività, queste immagini si fanno più frequenti e più intrusive, fino a quando, per esempio se sono rilassata a guardare tv mi si sovrappongono alle immagini della tv: cioè io sento e vedo cose, esattamente come diceva Tornado, che è come guardare un film (che se te lo ricordi e racconti le immagini potrebbe stupirti) anche se vedo e capisco le cose che mi stanno realmente attorno.
E' una cosa che posso fare a comando durante tutta la giornata, mi sono cronometrata prima di scrivere questo post :boardmod_main: e ci metto 3 secondi per sentire solo le voci, e 12 per vedere immagini, che non sono immaginate da me ovviamente, ma si presentano, le ascolto e le osservo come se fossero un film, appunto. Anzi, io dico sempre che è come guardare i pesci in un acquario.

Sono contenuti che sono sempre lì presenti, secondo me, ma di cui ti rendi conto solo quando si allenta la forza dei dati percepiti da svegli, e spesso uno di questi momenti è proprio la fase dell'addormentamento.

Non mi sembra che ci sia niente di mortifcante, o sminuente.

Ma fammi capire, tu sei irritata perché altri si irritano per cose a tuo parere futili?
Se si sentono sminuiti avranno le loro ragioni, come le ha tornado a rispondere con quei dati.

#19 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8728 messaggi

Inviato 16 settembre 2019 - 10:19

Non sono irritata, anzi, ho scritto proprio con l'intento di "confortare" chi si sentiva sminuito da una certa descrizione dei fatti.



#20 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 5437 messaggi

Inviato 16 settembre 2019 - 10:34

Non sono irritata, anzi, ho scritto proprio con l'intento di "confortare" chi si sentiva sminuito da una certa descrizione dei fatti.


Inquadrare i fenomeni descritti nella narcolessia o disturbi del sonno è confortante? :D

Fra l'altro, hai detto che chi descrive questi fenomeni non lo sa. Io per esempio mi rendo conto che a livello scientifico la paralisi e i sogni immediati siano da imputare a una fase Rem precoce, quasi istantanea. Quindi, un'anomalia.
Ma questo non riesce comunque a spiegare interamente la natura di certe esperienze. La scienza ancora non ha tutte le risposte, non sappiamo ancora cosa fa il cervello, come lavora. Non si sa cosa si può escludere e cosa no.
Tutto questo per dire che considerare il fenomeno solo da un'ottica scientifica e farselo bastare è oggettivamente sminuente perché incompleto. Come incompleto sarebbe escludere l'ottica scientifica del tutto, chiaramente, ma non credo che a chi scrive qui interessi molto quest'ultima, anche se la conosce.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi