Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Fusione


  • Per cortesia connettiti per rispondere
25 risposte a questa discussione

#21 Guest_ Iaionzi_*

Guest_ Iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 09 settembre 2019 - 10:04

Non era solo squiser ero anche IO.
Quindi certamente hai ragione anche tu.
Vedere completamente se stessi fa paura.

Voglio spiegarmi.
Era come se da quel buco nero emanasse l'essenza dell'IDENTITÀ maschile e femminile, UNICA.
Essenza che, come un profumo, io ho colto negli uomini che ho amato ed in me stessa solo superficialmente.
Invece lì era TOTALE.
  • Frèyja piace questo

#22 Guest_ Iaionzi_*

Guest_ Iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 09 settembre 2019 - 11:28

In ogni caso Freya, io ADORO l'energia maschile, ADORO il TOTEM per eccellenza e la mia vita è stata SPLENDIDA quando ho AMATO con il cuore, la mente ed anche la CARNE!

Perciò sì, dentro me stessa c'è il maschile e non posso farne a meno,significherebbe vivere a metà!

#23 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 09 settembre 2019 - 12:49

In ogni caso Freya, io ADORO l'energia maschile, ADORO il TOTEM per eccellenza e la mia vita è stata SPLENDIDA quando ho AMATO con il cuore, la mente ed anche la CARNE!
Perciò sì, dentro me stessa c'è il maschile e non posso farne a meno,significherebbe vivere a metà!


Si, capisco.
Ognuno ha le sue esperienze in merito, le mie sono state diverse, anche se per un certo periodo della mia vita ho provato la stessa cosa che provi tu. Per questo lo capisco, e lo trovo bello, umano, essenziale.
Buona fortuna

#24 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 945 messaggi

Inviato 09 settembre 2019 - 09:11

Mi fa anche un po' di paura perché è come un salto nell'Immenso!
Tu hai mai sperimentato direttamente l'Infinito? Non è come perdersi?
Annullarsi?


L'infinito è il fondamento del mio pensiero. L'infinito è il fondamento della mia religione/ filosofia di vita. L'infinito non può essere compreso con la mente umana limitata, ma può soltanto essere sentito, percepito, nella meditazione e nell'Essere.

A quel punto nessuna paura emerge perché invece di competere con qualcosa di immenso ti abbandoni nel Tutto aprendoti a ciò che è.

E quello che è, non può che essere una pace non di questo mondo e un amore non di questo mondo. L'origine.

Noi non possiamo eguagliare la Sorgente nella Scienza ma siamo uguali alla Sorgente nella Coscienza.

L'infinito in ogni senso (tempo, spazio, dimensioni fisiche, livelli di coscienza) è quello che permette l'interconnessione di tutto con tutti.

Amare è comunicare, comunicare è amare. Essere coscienti dell'infinito è il primo passo verso una comunicazione integrale, dunque amore totale.

E quando si ama non esiste l'errore. Il vero amore diventa anche saggezza universale, perché chi ama, progressivamente assorbe il meglio dell'altrui saggezza dei Mondi tutt'intorno.

Sperimentando infinito in questo modo non ci si annulla ma si intensifica l'esperienza della Vita intesa come essenza, senza inutili zavorre intellettuali che tendono ad illuderci di averci perso.

Un Amico mi disse che 'DIO è l'insieme degli Esseri degli INFINITI'. Seppur Ateo, io trovo significativa questa descrizione/ definizione. Infatti non c'è "Dio" senza interconnessione tra Anime Viventi.

Dove c'è separazione non c'è coscienza quindi niente "Dio" per cui appare l'Abisso, morte e rinascita per chi ha imparato lezione. Non un'altra prova ma il Passaggio nella condizione definitiva.

Quello che deve perdersi e annullarsi è il falso io creduto permanente e sostanziale dalla mente convenzionale di un uomo ordinario.



#25 tornado

tornado

    Utente Riformato

  • Utenti
  • 17720 messaggi

Inviato 09 settembre 2019 - 09:33

Secondo me fai troppo uso di immagini psichedeliche, che li osservi e le contempli a lungo, e quindi poi è normale che vivi esperienze immersive  :icon_eek: Già a me guardandola di sfuggita per pochi istanti, mi è venuta una nausea che non ti dico  :huh: quindi se permetti nascondo la tua firma, altrimenti la prossima volta vomito  :frown:


330x242_placeholder2.jpg


#26 Guest_ Iaionzi_*

Guest_ Iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 09 settembre 2019 - 09:52

Vomitare è terapeutico, aiuta a non avere paura.
Lo so perché con l'Ayahuasca vomito come una dannata. Ed è sempre questo che mi mette un freno: l'associazione nausea/vomito alle esperienze più difficili da elaborare.
È per questo che di Ayahuasca (solitamente) non si muore.
Purtroppo, forse. O forse no, non lo so.
  • tornado piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi