Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Iniziare a meditare con un'app


  • Per cortesia connettiti per rispondere
14 risposte a questa discussione

#1 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 07 settembre 2019 - 09:37

Ciao a tutti ragazzi

ho scaricato alcuni mesi fa l'app Prana Breath per iniziare a meditare, ma non riesco a farlo in maniera continuativa perche non mi ci metto.

 

Il mio sbaglio è che inizio subito con molti minuti tipo 21 (3 esercizi da 7minuti = libera mente+2 volte rilassamento) che la prima volta mi ha portato ad avere un sonno incredibile per tutto il resto della giornata, poi regolandomi a 15 minuti sono riuscito a praticarlo senza grossi problemi.

 

Poi non l'ho praticato per diverso tempo, fino a due giorni fa, quando ho deciso di rimettermi seriamente a praticarlo. Ho iniziato con 16 minuti con un esercizio chiamato  " libera mente ". Alla fine mi sono sentito la testa leggera per tutta la serata; durante la notte ho fatto diversi sogni, cosa che non mi capitava quasi più ed al mattino mi sono svegliato con un mal di testa che dura fino ad ora (anche se si sta affievolendo di gg in gg), con capogiri nel caso prendessi qualcosa dal pavimento. 

 

A voi è capitato?

 

 



#2 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 07 settembre 2019 - 01:23

Che tipo di esercizio è?
Devi concentrarti sul prana e muoverlo verso la testa?
In ogni caso i mal di testa vengono quando erroneamente si carica la testa di troppa energia.
Prova a concentrarti sulla tua testa e spingi l'energia che senti verso il petto.
La zona del petto è per sua natura più accogliente, può contenere più energia.
Gli esercizi di respirazione dovrebbero creare un circuito che non termina nella testa ma ritorna in uno dei due centri di maggior accumulo, il quarto e il secondo chakra.
  • LUMA e Alfox piace questo

#3 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 8563 messaggi

Inviato 07 settembre 2019 - 01:52

Che tipo di esercizio è?
Devi concentrarti sul prana e muoverlo verso la testa?
In ogni caso i mal di testa vengono quando erroneamente si carica la testa di troppa energia.
Prova a concentrarti sulla tua testa e spingi l'energia che senti verso il petto.
La zona del petto è per sua natura più accogliente, può contenere più energia.
Gli esercizi di respirazione dovrebbero creare un circuito che non termina nella testa ma ritorna in uno dei due centri di maggior accumulo, il quarto e il secondo chakra.

Personalmente tendo a scaricarla verso "terra"...


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#4 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 07 settembre 2019 - 02:07

Personalmente tendo a scaricarla verso "terra"...


Si, anche. Dipende cosa si vuol fare.
Se ci si sente troppo carichi va bene anche scaricare a terra.
Se invece ci si vuole caricare, avere effetti energizzanti, aumentare lucidità e consapevolezza, o anche solo imparare a controllare l'energia sottile che scorre, l'importante è non mandare in sovraccarico i centri superiori (cosa che capita spessissimo con questi esercizi).
  • LUMA e Alfox piace questo

#5 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 08 settembre 2019 - 04:37

Freyja dalle tue risposte penso che non ci capisco ancora abbastanza dell'argomento, e non mi rendo conto dell' energia.

 

Il mio scopo era quello di poter avere una mente più lucida per prendere delle decisioni con più fermezza: in questo periodo devo mettere le basi per la mia vita futura. (sto cercando di avviare un'impresa, ma ho un sacco di dubbi).

Forse ho mandato in sovraccarico i centri superiori, mio malgrado.

 

L'esercizio che ho praticato l'ultima volta e che mi ha creato il mal di testa  si chiama "clear mind":

https://pranabreath....e=Clear_mind/it

prevede di inspirare per 1/4 del ciclo ed il restante buttare fuori l'aria. Poi ripetere.

 

Ho notato che in questi gg successivi con il mal di testa che si affievolisce sempre più, oggi ad esempio quasi non ce ne è più traccia, mi sento molto più nervoso del solito ed insofferente alle difficoltà che sono tipiche della mia vita.

 

 

Come si fa a mandare energia dove serve senza sovraccaricare?



#6 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 08 settembre 2019 - 05:19

Freyja dalle tue risposte penso che non ci capisco ancora abbastanza dell'argomento, e non mi rendo conto dell' energia.
 
Il mio scopo era quello di poter avere una mente più lucida per prendere delle decisioni con più fermezza: in questo periodo devo mettere le basi per la mia vita futura. (sto cercando di avviare un'impresa, ma ho un sacco di dubbi).
Forse ho mandato in sovraccarico i centri superiori, mio malgrado.
 
L'esercizio che ho praticato l'ultima volta e che mi ha creato il mal di testa  si chiama "clear mind":
https://pranabreath....e=Clear_mind/it
prevede di inspirare per 1/4 del ciclo ed il restante buttare fuori l'aria. Poi ripetere.
 
Ho notato che in questi gg successivi con il mal di testa che si affievolisce sempre più, oggi ad esempio quasi non ce ne è più traccia, mi sento molto più nervoso del solito ed insofferente alle difficoltà che sono tipiche della mia vita.
 
 
Come si fa a mandare energia dove serve senza sovraccaricare?


L'energia sottile dovrebbe scorrere in maniera armonica dappertutto. L'esercizio per me migliore è la respirazione controllata attraverso cui far salire e ridiscendere prana lungo la spina dorsale.
Con ispirazioni ed espirazioni, oltre ad andare in iperventilazione, c'è il rischio di trascinare involontariamente energia in testa e fermarla lì. Questo soprattutto perché non sappiamo respirare. Prima di fare questo esercizio dovremmo essere in grado di attuare una respirazione più naturale, "di pancia".

Nel caso del passaggio lungo la spina dorsale, si risveglia un processo che in parte avviene da sé, meccanicamente, con diverse deviazioni e blocchi naturali che, mano a mano, vengono sciolti dalla pressione della pratica stessa.

Ma prima di tutto dovresti, secondo me, imparare ad avere percezione dell'energia sottile, per non ritrovarti con problemi che non sai gestire.

In silenzio, con questa respirazione, concentra la tua attenzione sulla colonna, finché non riesci a percepire un leggero formicolio o calore. Quando hai imparato a percepirlo bene e sarai in grado di andare aldilà dei tuoi dubbi in merito (inizialmente penserai quasi sicuramente di autosuggestionarti), allora potrai iniziare a dirigere questo flusso.
  • Alfox piace questo

#7 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 08 settembre 2019 - 05:30

ciao Grazie Grazie per la risposta

 

quando dici "in silenzio, con questa respirazione, concentra la tua attenzione sulla colonna......."  a quale respirazione ti riferisci? alla respirazione "di pancia" a tuo dire più naturale?

se si, come si fa questa respirazione che dovrei imparare di base ?

 

 

il formicolio l'ho sentito sia questa volta che le volte scorse a livello addominale, sulla pancia, però è un formicolio dura per pochi attimi e se ne va. Ma non so se stiamo parlando della stessa cosa.

 

 

p.s dimenticavo, una persona esperta sa spostare il formicolio su tutta la colonna (da giù a su e viceversa) o su una specifica parte del corpo?

quindi il flusso di energia e formicolio sono la stessa cosa?



#8 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 08 settembre 2019 - 06:39

ciao Grazie Grazie per la risposta
 
quando dici "in silenzio, con questa respirazione, concentra la tua attenzione sulla colonna......."  a quale respirazione ti riferisci? alla respirazione "di pancia" a tuo dire più naturale?
se si, come si fa questa respirazione che dovrei imparare di base ?
 
 
il formicolio l'ho sentito sia questa volta che le volte scorse a livello addominale, sulla pancia, però è un formicolio dura per pochi attimi e se ne va. Ma non so se stiamo parlando della stessa cosa.
 
 
p.s dimenticavo, una persona esperta sa spostare il formicolio su tutta la colonna (da giù a su e viceversa) o su una specifica parte del corpo?
quindi il flusso di energia e formicolio sono la stessa cosa?


Allora, per quanto riguarda la prima domanda, mi riferisco al tipo di respirazione di cui ho parlato io, salita e discesa dell'energia. Per respirare in maniera corretta dovresti imparare a non tendere in alto le spalle durante l'inspirazione, che è un movimento quasi automatico, ma crea tensioni muscolari e "sottili", rendendo difficile il rilassamento.


Per quanto riguarda il formicolio, si, credo che stiamo parlando della stessa cosa.

E si, si può spostare in un luogo specifico. Possiamo dire che il formicolio dipende dal fluire dell'energia.
  • LUMA e Alfox piace questo

#9 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 09 settembre 2019 - 09:34

Allora, per quanto riguarda la prima domanda, mi riferisco al tipo di respirazione di cui ho parlato io, salita e discesa dell'energia. Per respirare in maniera corretta dovresti imparare a non tendere in alto le spalle durante l'inspirazione, che è un movimento quasi automatico, ma crea tensioni muscolari e "sottili", rendendo difficile il rilassamento.
 

ma quindi dovrei respirare normalmente? senza seguire nessun esercizio prana.

Peun 5 minuti mi concentro solo sulla normale respirazione, senza alzare le spalle.

Facendo respiri profondi o normali?

 

Poi una volta imparato a respirare in questo modo, mi addentro in un esercizio?



#10 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 09 settembre 2019 - 09:38

ma quindi dovrei respirare normalmente? senza seguire nessun esercizio prana.
Peun 5 minuti mi concentro solo sulla normale respirazione, senza alzare le spalle.
Facendo respiri profondi o normali?
 
Poi una volta imparato a respirare in questo modo, mi addentro in un esercizio?


Si. Già concentrarsi sul proprio respiro è un ottimo esercizio e per nulla facile.
I respiri devono essere normali, il tuo corpo però deve essere completamente rilassato.
Poi puoi fare gli esercizi che preferisci. Ovviamente ricorda che se ti viene mal di testa hai caricato troppo verso l'alto.
  • LUMA e Alfox piace questo

#11 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 10 settembre 2019 - 08:37

Si. Già concentrarsi sul proprio respiro è un ottimo esercizio e per nulla facile.
I respiri devono essere normali, il tuo corpo però deve essere completamente rilassato.
Poi puoi fare gli esercizi che preferisci. Ovviamente ricorda che se ti viene mal di testa hai caricato troppo verso l'alto.

il fatto è che il mal di testa viene dopo fatto l'esercizio.

Quindi mi piacerebbe sapere prima quale esercizio non sovraccarica molto la testa.

 

 

Ricapitolando , completamente rilassato cerco di avvertire il mio respiro, senza forzarlo facendo respiri profondi e non alzando le spalle quando inspiro, cerco di focalizzarmi in qualche modo sulla colonna vertebrale? pensando ad esempio che il respiro viene dall'alto e scende nel mio corpo verso la base della colonna?



#12 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 10 settembre 2019 - 03:44

il fatto è che il mal di testa viene dopo fatto l'esercizio.
Quindi mi piacerebbe sapere prima quale esercizio non sovraccarica molto la testa.
 
 
Ricapitolando , completamente rilassato cerco di avvertire il mio respiro, senza forzarlo facendo respiri profondi e non alzando le spalle quando inspiro, cerco di focalizzarmi in qualche modo sulla colonna vertebrale? pensando ad esempio che il respiro viene dall'alto e scende nel mio corpo verso la base della colonna?


Il tuo respiro porta su energia dalla base della colonna vertebrale alla testa con l'inspirazione, e con l'espirazione la fa ritornare in basso.
Bisogna sempre spingerla in basso quando arriva alla testa, sennò viene mal di testa. Troppa energia in testa non ci deve stare.
  • LUMA e Alfox piace questo

#13 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 11 settembre 2019 - 01:58

Frejya

 

grazie per avermi risposto. 

se con l'inspirazione si porta energia verso testa e l'espirazione fa ritornare in basso, come mai mi è venuto il mal di testa se il ciclo della respirazione era composto da 1/4 di inspirazione e 3/4 espirazione? esercizio durato 16 minuti, quindi 4 di inspirazione e 12 di espirazione.

L'energia se ne doveva andare dalla testa, sbaglio?



#14 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4994 messaggi

Inviato 12 settembre 2019 - 11:39

Frejya
 
grazie per avermi risposto. 
se con l'inspirazione si porta energia verso testa e l'espirazione fa ritornare in basso, come mai mi è venuto il mal di testa se il ciclo della respirazione era composto da 1/4 di inspirazione e 3/4 espirazione? esercizio durato 16 minuti, quindi 4 di inspirazione e 12 di espirazione.
L'energia se ne doveva andare dalla testa, sbaglio?


Credo ti sia venuto perché, come ho già detto, in queste tipologie di esercizi l'energia non si fa circolare, si respira e basta. In questa maniera è probabile che tu abbia involontariamente accumulato troppa energia in testa.
Ma alla fine ti è passato?
  • LUMA piace questo

#15 Alfox

Alfox

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 7 messaggi

Inviato 14 settembre 2019 - 08:27

Credo ti sia venuto perché, come ho già detto, in queste tipologie di esercizi l'energia non si fa circolare, si respira e basta. In questa maniera è probabile che tu abbia involontariamente accumulato troppa energia in testa.
Ma alla fine ti è passato?

ok, ora forse mi è chiaro, non volevo farti ripetere le stesse cose: è mancata la circolazione di energia.

Il problema è saperla far circolare....

 

 

si mi è passato il mal di testa, dopo 3-4 gg, ed ho deciso di seguire il tuo consiglio di soffermarmi sul respiro semplici, anche se penso di non essere capace a far circolare l'energia 






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi