Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Inferno e Paradiso sono intesi come luoghi fisici?


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
47 risposte a questa discussione

#41 Boethiah

Boethiah

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 32 messaggi

Inviato 22 agosto 2019 - 07:42

A mio avviso questi luoghi non sono da intendersi come fisici. I testi sacri sono testi ermetici, vanno interpretati, non significa che quello che v'è scritto bisogna pensarlo come accaduto esclusivamente nel piano fisico. Serve analizzarlo. Questi punti sono presenti in tutti i percorsi spirituali (scritti diversamente, ma concettualmente uguali).
L'inferno, che io intendo come Abisso, fa parte di un percorso che permette all'uomo di riconoscersi e accettarsi come divinità e non come semplice essere umano; umano che incarna e manifesta consapevolmente i tre aspetti fondamentali della realizzazione spirituale, nonché Corpo, Spirito ed Anima.
  • Emanuele piace questo



#42 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 767 messaggi

Inviato 23 agosto 2019 - 07:27

a me sa un pò di scusa per giustificare le nefandezze commesse soprattutto nell'antico testamento , fa comodo dire "eh ma va interpretato" quando nero su bianco c'è scritto di migliaia di massacri


  • Emanuele piace questo

#43 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2694 messaggi

Inviato 23 agosto 2019 - 07:46

a me sa un pò di scusa per giustificare le nefandezze commesse soprattutto nell'antico testamento , fa comodo dire "eh ma va interpretato" quando nero su bianco c'è scritto di migliaia di massacri

 

Non è una giustificazione, per capire il procedimento bisogna capire un po come funziona la psicologia. 

Ti faccio un esempio: Quando una persona è innamorata trova sempre delle giustificazioni se il partner ci comporta male. Se ti aggredisce sarà perché è stressato dal lavoro, se ti lascia starà attraversando un periodo difficile, e cosi via.

Succede uguale per qualsiasi altra cosa. La mente umana tende a crearsi le proprie illusioni per sopravvivere meglio. Ce molta gente che è aggrappata al cristianesimo perché non può fare altrimenti. Ce gente che è vissuta una vita sotto le regole del cristianesimo con la speranza del paradiso, ti rendi conto che se ad una di queste persone gli racconti che l'inferno ed il paradiso non esiste gli hai rovinato una vita intera? molte persone vivono una vita di merda a testa bassa con la speranza che essendo buoni finiranno in paradiso. E questa è una cosa molto triste.

Quindi troveranno sempre un interpretazione personale pur di non far crollare le loro certezze, sono poche le persone che hanno voglia e tempo per voler vedere oltre anche se la cosa non sarà come si immaginano e che quindi non gli piacerà. 


  • kiradavid97 piace questo

#44 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1353 messaggi

Inviato 24 agosto 2019 - 11:40

quando nero su bianco c'è scritto di migliaia di massacri


Quindi il problema della Bibbia sarebbe quello? Ma l'uomo ha sempre fatto guerra, contro il vicino di casa o di spelonca, contro il quartiere vicino, contro la tribù vicina, contro il popolo vicino, contro una nazione vicina, adesso è di moda occupare territori strategici chiave dei paesi sovrani nel "nuovo" ordine mondiale del recente scacchiere geopolitico - addirittura con la scusa di esportare civiltà, ordine, e democrazia, e l'uomo vorrebbe far guerra contro gli abitatori di altri pianeti, la fantascienza ne è piena. Persino l'uomo ha fatto guerra, contro tifosi della squadra di calcio della stessa città (da ricordare che è solo sport e non un campo di battaglia), ha fatto guerra contro una razza differente, contro i ricchi, contro i poveri, contro gli omosessuali, donne contro uomini e uomini contro donne, padri che uccidono figli e figli che uccidono padri, guerra tra generazioni, religioni, filosofie, partiti, vegani contro onnivori, terrapiattisti contro tutti etc. Tutt'oggi ci sono molte guerre in corso e si sta preparando la guerra "definitiva" - quella nucleare che distruggerà tutta la vita sulla Terra. E il problema sarebbe la Bibbia? Nonostante il divieto e il comandamento di dio: "non uccidere", allora la guerra era considerata accettabile tant'è vero che tutti la praticavano. Il problema non sta nel fatto che i popoli molto primitivi hanno sempre fatto guerre, il problema semmai sta nel fatto che oggi molti guerrafondai agiscono indisturbati con e senza approvazione dell'ONU. Dove il livello di coscienza è basso in mancanza di scienza e informazione, la guerra è inevitabile dunque parte della quotidianità degli umani. Ma dopo l'invenzione della stampa radio tv internet, dopo la dichiarazione universale dei diritti umani, le guerre dovrebbero essere bandite per sempre. Dovrebbe "spaventarti" non il fatto che un cavernicolo fa guerra a qualcuno ma piuttosto quando l'uomo moderno fa guerra a qualcuno perché la coscienza collettiva è cambiata, di molto, nel frattempo. Se ancora oggi l'uomo non rifiuta violenza e guerra, non solo difensiva ma anche offensiva, come mezzo (improprio) per la risoluzione dei suoi guai credi che un cavernicolo sarebbe capace di rinunciarvi? Non è compito di un dio costringere un uomo libero a cambiare atteggiamento, è compito dell'uomo libero cambiare secondo coscienza, di propria iniziativa. Ad un cavernicolo dio può illustrare il suo prossimo gradino, di certo non quello finale né il volemosebbene. L'uomo deve capire perché la guerra è "sbagliata", non deve essere "obbligato" a fingere "pace e bene", sarebbe ipocrisia. L'inferno pertanto è un luogo fisico, non in cielo ma qui sulla Terra. Sta a l'uomo trasformarlo in un paradiso.



#45 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2694 messaggi

Inviato 24 agosto 2019 - 04:17

Quindi il problema della Bibbia sarebbe quello? Ma l'uomo ha sempre fatto guerra, contro il vicino di casa o di spelonca, contro il quartiere vicino, contro la tribù vicina, contro il popolo vicino, contro una nazione vicina, adesso è di moda occupare territori strategici chiave dei paesi sovrani nel "nuovo" ordine mondiale del recente scacchiere geopolitico - addirittura con la scusa di esportare civiltà, ordine, e democrazia, e l'uomo vorrebbe far guerra contro gli abitatori di altri pianeti, la fantascienza ne è piena. Persino l'uomo ha fatto guerra, contro tifosi della squadra di calcio della stessa città (da ricordare che è solo sport e non un campo di battaglia), ha fatto guerra contro una razza differente, contro i ricchi, contro i poveri, contro gli omosessuali, donne contro uomini e uomini contro donne, padri che uccidono figli e figli che uccidono padri, guerra tra generazioni, religioni, filosofie, partiti, vegani contro onnivori, terrapiattisti contro tutti etc. Tutt'oggi ci sono molte guerre in corso e si sta preparando la guerra "definitiva" - quella nucleare che distruggerà tutta la vita sulla Terra. E il problema sarebbe la Bibbia? Nonostante il divieto e il comandamento di dio: "non uccidere", allora la guerra era considerata accettabile tant'è vero che tutti la praticavano. Il problema non sta nel fatto che i popoli molto primitivi hanno sempre fatto guerre, il problema semmai sta nel fatto che oggi molti guerrafondai agiscono indisturbati con e senza approvazione dell'ONU. Dove il livello di coscienza è basso in mancanza di scienza e informazione, la guerra è inevitabile dunque parte della quotidianità degli umani. Ma dopo l'invenzione della stampa radio tv internet, dopo la dichiarazione universale dei diritti umani, le guerre dovrebbero essere bandite per sempre. Dovrebbe "spaventarti" non il fatto che un cavernicolo fa guerra a qualcuno ma piuttosto quando l'uomo moderno fa guerra a qualcuno perché la coscienza collettiva è cambiata, di molto, nel frattempo. Se ancora oggi l'uomo non rifiuta violenza e guerra, non solo difensiva ma anche offensiva, come mezzo (improprio) per la risoluzione dei suoi guai credi che un cavernicolo sarebbe capace di rinunciarvi? Non è compito di un dio costringere un uomo libero a cambiare atteggiamento, è compito dell'uomo libero cambiare secondo coscienza, di propria iniziativa. Ad un cavernicolo dio può illustrare il suo prossimo gradino, di certo non quello finale né il volemosebbene. L'uomo deve capire perché la guerra è "sbagliata", non deve essere "obbligato" a fingere "pace e bene", sarebbe ipocrisia. L'inferno pertanto è un luogo fisico, non in cielo ma qui sulla Terra. Sta a l'uomo trasformarlo in un paradiso.


Si ma con questo pippone non hai spiegato perché il tuo dio imponeva di lapidare di uccidere, di sterminare perfino i bambini.
Tu puoi trovare tutte le scuse zuccherose che credi ma la faccenda non cambia.
A napoli si dice: ai voglia a metterci il rum se uno è stronzo non può diventare baba`.
  • kiradavid97 piace questo

#46 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1353 messaggi

Inviato 25 agosto 2019 - 03:00

Si ma con questo pippone non hai spiegato perché il tuo dio imponeva di lapidare di uccidere, di sterminare perfino i bambini.


Perché gli uomini già lo facevano, tutto quanto, l'unica differenza tra le direttive di un dio e dei vari "stregoni" locali, è che il progetto di dio era coerente e ordinato mentre gli altri erano random. Il piano di dio portava da qualche parte, il piano degli idoli non portava da nessuna parte. A quei tempi gli uomini purtroppo non erano maturi per abolire la pena di morte e schiavismo. Del resto esiste ancora in molte parti del mondo sia la pena di morte che lo schiavismo sotto diverse forme.

"L'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente. L'uomo spirituale, invece, giudica ogni cosa ed egli stesso non è giudicato da nessuno."
 

Tu puoi trovare tutte le scuse zuccherose che credi ma la faccenda non cambia.
A napoli si dice: ai voglia a metterci il rum se uno è stronzo non può diventare baba`.


Oggi molti uomini sono favorevoli alla pena di morte. Sono gli stessi che vietano al creatore di giustiziare le sue amate creature. Con la differenza che il boia terrestre, uccide/ tortura o esegue gli ordini di un imperatore qualunque spesso delinquente senza conoscere la vita opere e miracoli del condannato se non qualche frammento apparente e insignificante della sua esistenza terrena (per di più, complotti ed errori giudiziari non sono infrequenti) mentre l'Angelo Sterminatore conosce: il passato il presente il futuro le opere le intenzioni i pensieri la vita i miracoli e crimini di tutti gli abitanti di questo pianeta dal Principio, anche dei giudici umani. Il giudizio degli uomini spesso è fallibile, il giudizio dell'Altissimo di solito è infallibile. Se qualcuno deve giudicare tra creatore e creatura, non è certo creatura, ma creatore.
 

Beh... Lo dici come se l'avessi vissuto.
Mettiamola così, nemmeno dio può sovvertire le leggi della natura. 1°il corpo è una macchina biologica che ha una scadenza naturale.


Appunto essendo una macchina biologica, ha bisogno di un luogo fisico per esistere. Del resto l'universo contiene una infinità di galassie, stelle, pianeti..
 

Come può essere il corpo eterno


La durata naturale delle nostre cellule è di 1000 anni terrestri circa, se uomo vive max 120 anni al posto di 1200 è solo perché un meccanismo genetico "disperde il tempo" a nostra disposizione in rapporto 10:1 (invecchiamento accelerato) il che ovviamente può essere bypassato - ed è relativamente facile, per tornare a vivere come Matusalemme, ed i primi uomini dopo "Adamo". Questo segreto nella Genesi viene chiamato "Albero della Vita", ed era custodito dai guardiani-angeli dotati di spada laser..
 

e soffrire all'infinito? Se bruci il corpo questo si ustiona, e se anche l'ustione fosse lieve ma duratura le terminazioni nervose inevitabilmente si lesionerebbero ed il dolore scomparirebbe, ma credo che prima che avvenga qualcosa del genere moriremmo di infarto per affaticamento cardiaco.


Sia nel caso dell'ipotetico paradiso, sia nel caso dell'ipotetico inferno, nelle scritture viene chiarito (soprattutto nel Corano) che non si tratta di un solo corpo ma di molte ri-creazioni successive una dietro all'altra. Ad esempio, un uomo muore in questo mondo viene giudicato meritevole e viene ricreato nel paradiso "celeste" (su altri pianeti), dove vive 1000 anni, quindi in seguito alla morte naturale viene di nuovo ricreato nello stesso posto e così via all'infinito. Ciò sarebbe immortalità e la "vita eterna" promessa ai giusti di tutte le Religioni, ma anche agli uomini giusti che non hanno appartenuto a nessuna religione..
 

Queste sono soltanto 2/3 osservazioni da cittadino che si pone 2 domande. Un corpo materiale è legato alla legge della fisica e della chimica. Non può uscire fuori da queste leggi se non in un mondo fantasy creato da gente ignorante per fregare gente ancora più ignorante.


E' necessario farsi domande, ma le risposte dovrebbero essere adeguate al contesto di cui si parla, e stiamo parlando di una scienza molto progredita (quella di un Dio oppure degli Elohim) in grado di fabbricare un essere umano vivente in pochi minuti partendo dalla materia inerte, dagli elementi chimici della Tavola periodica di Mendeleev. E' molto più probabile una creazione della vita in laboratorio che una creazione mistica con la bacchetta magica. Anche la Bibbia in Ezechiele e in Genesi parla di creazioni progressive dalla "polvere" (quelle scientificamente sostenibili) e non istantanee (cioè soprannaturali) dal nulla.
 

Quindi escludendo categoricamente il corpo fisico per evidenti limiti fisici direi che se esiste un inferno sarà un inferno psichico che avviene nei piani astrali bassi per mano nostra.


Per escludere qualcosa bisogna essere certi e non tirare a indovinare..
 

Secondo me invece la bibbia aveva ed ha il compito di fare da controllore sociale.


Sono in moltissimi a pensarlo, non hai idea quanti - siete la stragrande maggioranza. Cioè, non avete scoperto l'acqua calda, si è sempre ipotizzato uno scenario del genere. Domanda: secondo te chi è che aveva bisogno -tanti millenni fa fino ad oggi- di questo strumento di controllo? Un demiurgo (dio cattivo, cattivissimo, cattivista malvagio)? Secondo te è concepibile esistenza di un dio talmente primitivo? Oppure credi che le "sacre" scritture di tutto il mondo siano esclusivamente opera umana? Secondo me basterebbe modificare anche di poco un testo saggio per trasformarlo nella trappola per anime. Quindi è logico che quasi nessuno oggi conosce il significato profondo della Bibbia non sapendo leggere tra le righe, ma si vuole interpretare tutto incluse le aggiunte e manipolazioni, errori di trascrizione, di traduzione, interpolazioni, concetti inventati e sovrascritti, parti censurate o cambiate etc. «La lettera uccide, ma lo Spirito vivifica». (2Cor 3,6)
 

Però noto che eviti attentamente di giudicare gli scritti postati del vecchio testamento.


Perché a parte errori dottrinari introdotti dal redattore, tutto il resto per me va bene non c'è niente da criticare nel testo esaminato ma volendo potrei commentare.
 

Quegli scritti sono verbo di dio? si o no?


L'errore che fanno quasi tutti gli esegeti agnostici, razionalisti e scientisti, è quello di considerare la Bibbia come Parola di Dio (intesa come Leggi della Sorgente). E in quanto tale, eterna, immodificabile dunque sempre valida. Senza rendersi conto che questo approccio scriteriato oltre a non appartenere a nessun testo "sacro" risulta essere illogico, irrazionale e antiscientifico. La Bibbia in nessun caso può essere considerata come pensieri e ragionamenti del creatore, per tanti motivi abbastanza comprensibili:

*La Tradizione orale non esiste più.
Quindi con che cosa confronti il Testo scritto?

*Il testo scritto è stato trascritto e tradotto in modo arbitrario e approssimativo, spesso ideologico.
Così com'è, direi che è inutile.

*Domanda: nel documento originario che precede la stesura dei vari libri che compongono la Bibbia si trova la manifestazione del Trascendente o solo interpretazione umana del divino? Nessuno lo sa, dato che non lo abbiamo, quel documento.

*Il Documento in questione è stato concepito per riportare i fatti, o soltanto per educare un popolo?

Chi può rispondere a questti interrogativi?

Solo dio. Ma dio tace.

(P.S.: la Sorgente ha parlato tramite il Maitreya Rael dal 1973 in poi quindi il Suo Verbo si trova nella Rivelazione Extraterrestre, ma siccome questa non viene presa in considerazione è come se non ci fosse.)

E tu pretendi da me di confermare con assoluta certezza quale frase e quale parola è originale e quale no? Quale è pensiero di "Dio" e quale no? Ciò è impossibile, ma nell'insieme comprendo il senso di uno scritto antico. Il diavolo è nei dettagli.
 

Perché non si sta parlando di "educazione del selvaggio" ma di vere e proprie guide morali.


E la differenza quale sarebbe? E' solo un gioco di parole?

"Fratelli, io non ho potuto parlarvi come a spirituali, ma ho dovuto parlarvi come a carnali, come a bambini in Cristo. Vi ho nutriti di latte, non di cibo solido, perché non eravate capaci di sopportarlo; anzi, non lo siete neppure adesso, perché siete ancora carnali. Infatti, dato che ci sono tra di voi gelosie e contese, non siete forse carnali e non vi comportate secondo la natura umana?"
 

Ora se una donna è adultera e dio mi direbbe: prendi una pietra e sfondagli la testa io credo che la tirerei a dio la pietra.


Motiva il tuo comportamento, se no non posso valutare né la tua azione né la richiesta dell'Onnipotente.
 

Se la bibbia era in quel modo non è perché dio si stava adeguando ai tempi, semplicemente era un altro dio che avete scambiato per il dio quello buono.


Non ho capito, approfondisci l'argomento eh.



#47 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2694 messaggi

Inviato 26 agosto 2019 - 08:28

Mi dispiace gabriel, questa è la religione in chiave futuristica.

Insomma ne più e ne meno di una nuovo passaggio religioso come fu tra il nuovo ed il vecchio testamento. I tempi cambiano e per questo anche gli usi e costumi e bisogna adeguarsi. Sei cascato nello stesso tranello di biglino e di Bongiovanni.

Non so se il vostro è "diffusione del verbo da parte dell'establishment" oppure un goffo tentativo di instaurare una nuova religione.

Fatto sta che il sapere millenario ha riscontri nella realtà ed i passaggi metafisici sono elencati, che l'universo sia un qualcosa che vada oltre l'umana comprensione è un dato di fatto, che dio non ha forma umana e non perde tempo dietro le seghe di un adolescente (mi sembra chiaro ed evidente perché lo spazio tempo è una costruzione mentale) perché le scritture a cui ti riferisci sono scritte da uomini per gli uomini in modo goffo, truce, ed approssimativo.

Una cosa però è sicura, un invasione aliena ce stata, forse il primo adam è stato portato qui sulla terra, ma chi l'ha fatto non è dio, perché dio non è in carne ed ossa, non giudica e fa marcire nell'inferno reincarnazione dopo reincarnazione gli esseri e se tu fossi almeno un minimo risvegliato capiresti l'enorme contraddizione nonché fallacia sia nei comportamenti che nelle parole. 

Ma se dio è perfetto non puoi parlarmi di un essere più imperfetto di me. Stai adorando qualcun'altro fidati. 



#48 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 10829 messaggi

Inviato 26 agosto 2019 - 08:58

Chiudo momentaneamente
<p>anf puff pant




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi