Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Visioni improvvise


  • Per cortesia connettiti per rispondere
78 risposte a questa discussione

#41 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3297 messaggi

Inviato 15 luglio 2019 - 05:32

Si, potrebbe esserci una connessione. Potrei anche azzardare un legame con quell'episodio di uscita involontaria dal corpo da sveglia un paio di mesi fa, anche perché queste immagini potrebbero essere, come dice Pandora, il risultato di piccoli sdoppiamenti su cui non ho controllo, esattamente come l'obe.
Il tizio attratto da me è stata la prima persona a cui ho chiesto, ma le visioni non corrispondono a nulla che lo riguardi. Qualsiasi cosa sia non è lui. La mia impressione è che il mio inconscio abbia voluto dare un'identità conosciuta a questa "forza" (solo il nome, perché l'aspetto era totalmente diverso). Del resto anche i normali "io" nei sogni sono mascherati con facce conosciute. È un meccanismo di protezione, forse.
La cosa che più mi preme in questo momento è comprendere l'origine di questa energia, definirla, ma è troppo difficile da sola.

 

 

Per mia esperienza quando si sente un'energia molto intensa con anche un forte senso di calore

qualcosa si è sbloccato a livello interno e quest'ondata di energia va focalizzata verso l'interno evitando il più possibile di sprecarla facendo attività inutili. Quest'energia intensa è pronta a bruciare e dissolvere dei blocchi interni.

Stai lavorando su qualche tuo blocco interno ultimamente? Perché potrebbe significare che hai messo abbastanza rami secchi per far scattare il fuoco interno. 

 

Forse è un tipo di blocco o ferita che l'entità in sogno o l'uomo che conosci ti hanno aiutato a mettere a fuoco.


Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 




#42 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 15 luglio 2019 - 06:01

Per mia esperienza quando si sente un'energia molto intensa con anche un forte senso di calore
qualcosa si è sbloccato a livello interno e quest'ondata di energia va focalizzata verso l'interno evitando il più possibile di sprecarla facendo attività inutili. Quest'energia intensa è pronta a bruciare e dissolvere dei blocchi interni.
Stai lavorando su qualche tuo blocco interno ultimamente? Perché potrebbe significare che hai messo abbastanza rami secchi per far scattare il fuoco interno. 
 
Forse è un tipo di blocco o ferita che l'entità in sogno o l'uomo che conosci ti hanno aiutato a mettere a fuoco.


Non sento solo calore. Queste reazioni sono l'aspetto più "fisico". Sento un amore fortissimo per questa "entità". È abbastanza impressionante sentire tutto ciò per qualcosa che non si può toccare e vedere ma solo percepire. È anche frustrante.
Non credo sia un normale processo di sblocco, poi non so. Per ora è molto confuso tutto. Sembra un puzzle a metà.
  • Lamia piace questo

#43 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 21 dicembre 2019 - 07:47

Aggiorno, nella speranza che possa essere d'aiuto a chiunque viva qualcosa di simile.

Nel tempo sono riuscita a riconoscere circa la metà delle visioni. Si tratta di ricordi che vivo di nuovo, visioni di nessun particolare valore.
Posso ricordare ad esempio, le sensazioni che ho provato e ciò che ho visto per 3 secondi durante un viaggio in macchina di 10 anni fa. Situazioni normalissime che mi si ripresentano e che non hanno alcun legame con ciò che vivo sul momento.

Circa la metà delle visioni sono invece sconosciute, la mia idea è che siano pezzi di sogni che ho fatto (o luoghi che ho visitato in astrale).

L'ipotesi che azzardo è che sia un lavoro che la mente fa continuamente. Crea connessioni, pulisce, organizza le informazioni a livello inconscio.
Come un grande magazzino dove è sistemato tutto quello che abbiamo vissuto, anche quello che apparentemente non ricordiamo.

Per qualche motivo in certi momenti ne sono consapevole.
  • Boethiah piace questo

#44 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 09:57

Aggiorno questo thread perché la situazione ha subito un'evoluzione. Al momento riesco a riconoscere quasi la maggior parte di queste visioni, che sono ricordi di eventi passati o di sogni che ho fatto e di cui non ero cosciente (almeno fino al momento in cui mi vengono in mente). La cosa più curiosa è che iniziano a presentarsi anche in momenti in cui sono completamente concentrata in attività non meccaniche, magari mentre sto parlando con qualcuno o scrivendo qualcosa, e vanno sempre più indietro nel tempo. Mi si ripresentano ricordi rimossi di quando ero molto piccola, ad esempio. Con annesse sensazioni, che credevo di aver scordato e invece vengono rievocate alla perfezione. Mi ritrovo per alcuni secondi a vivere una simultaneità di sensazioni diverse, alcune appartenenti al momento presente e alcune del passato (ma ritornate presenti).
In effetti non so spiegarlo bene a parole. Posso dire che, dal mio punto di vista, ripercorrendo anche emotivamente la mia vita, ogni periodo è stato caratterizzato da sensazioni diverse, modi diversi di vedere il mondo e la realtà, modi di interpretare interiormente le circostanze.
Quando ricordo qualcosa del passato, oltre all'immagine, viene rievocata anche la "me" del momento. Ed è una sensazione davvero strana.
Allo stesso modo quando ricordo un sogno, vengono fuori anche le sensazioni annesse.
Si tratta di pezzi di sogni che riesco a collocare temporalmente in modo non precisissimo. Sembrano comunque sempre abbastanza recenti.
Non sono una persona attaccata ai ricordi, non mi piace nemmeno rimuginare. Per questo non capisco bene il motivo di questi ricordi, ammesso che abbiano uno scopo.
Se avete esperienze simili, raccontate.
  • malia e Pandora piace questo

#45 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior

  • Utenti
  • 498 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 11:11

Mah..È da ieri che non ricevo visioni dall'Akasha

#46 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9169 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 11:44

Io sono della corrente ''le cose accadono perchè generate da qualcosa, ma senza un fine, senza uno scopo'', poi sta a noi apprendere da quel che accade.

 

Con esperienze simili, io ho appreso quanto non bisogna fare affidamento sulle proprie emozioni, nè sui ricordi, per trarre delle conclusioni, perchè sono cose fasulle.

 

Secondo me quelle di cui parla Freyja sono occasioni per mettere in discussione ogni certezza, scardinare tutto, che da un lato ti fa mancare la terra sotto i piedi, da un altro è come una rinascita continua.



#47 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 01:56

Io sono della corrente ''le cose accadono perchè generate da qualcosa, ma senza un fine, senza uno scopo'', poi sta a noi apprendere da quel che accade.
 
Con esperienze simili, io ho appreso quanto non bisogna fare affidamento sulle proprie emozioni, nè sui ricordi, per trarre delle conclusioni, perchè sono cose fasulle.
 
Secondo me quelle di cui parla Freyja sono occasioni per mettere in discussione ogni certezza, scardinare tutto, che da un lato ti fa mancare la terra sotto i piedi, da un altro è come una rinascita continua.


Forse uno scopo specifico non c'è, o non mi è dato saperlo. Pensando a quello che hai scritto, il fenomeno per me è interessante perché mi consente di mettere in discussione il concetto stesso di identità.
Ogni volta che sperimento una "me" passata nel presente, con dettagli precisi e sfumature che avevo rimosso, è come se si accendessero delle connessioni in disuso. L'identità dell'io è determinata da un insieme di collegamenti interiori che mutano nel tempo. Ma proprio perché è dell'io, si può considerare un sistema organizzativo discutibile, soggetto a cambiamenti costanti e involontari. Se invece riuscissimo a creare volontariamente connessioni e collegamenti diversi, non saremmo cristalizzati in un'unica identità modellata dalle circostanze. Saremmo capaci di scegliere come e chi essere ogni momento della nostra vita, e anche ripercorrere come e chi siamo stati in passato.
Mi interessa anche dal punto di vista sottile.
Sicuramente ha a che fare con l'attività dei chakra superiori, ma spiritualmente parlando forse è ancora più interessante soffermarsi su chi o cosa riaccende questi ricordi, quale componente sottile ha la capacità non solo di rievocare immagini ma anche di ricreare nei minimi particolari l'"io" che le ha osservate.
  • malia e Pandora piace questo

#48 Pandora

Pandora

    scialla oh oh

  • Moderatore
  • 11728 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 04:49

Forse uno scopo specifico non c'è, o non mi è dato saperlo. Pensando a quello che hai scritto, il fenomeno per me è interessante perché mi consente di mettere in discussione il concetto stesso di identità.
Ogni volta che sperimento una "me" passata nel presente, con dettagli precisi e sfumature che avevo rimosso, è come se si accendessero delle connessioni in disuso. L'identità dell'io è determinata da un insieme di collegamenti interiori che mutano nel tempo. Ma proprio perché è dell'io, si può considerare un sistema organizzativo discutibile, soggetto a cambiamenti costanti e involontari. Se invece riuscissimo a creare volontariamente connessioni e collegamenti diversi, non saremmo cristalizzati in un'unica identità modellata dalle circostanze. Saremmo capaci di scegliere come e chi essere ogni momento della nostra vita, e anche ripercorrere come e chi siamo stati in passato.
Mi interessa anche dal punto di vista sottile.
Sicuramente ha a che fare con l'attività dei chakra superiori, ma spiritualmente parlando forse è ancora più interessante soffermarsi su chi o cosa riaccende questi ricordi, quale componente sottile ha la capacità non solo di rievocare immagini ma anche di ricreare nei minimi particolari l'"io" che le ha osservate.

Mi è capitato di “rivivere” situazioni e sensazioni della me del passato e lo trovo abbastanza destabilizzante, forse perché nel mio caso sono quasi sempre ricordi archiviati per immagini che riemergono nella loro interezza, tipo reduci del Vietnam.
Non sono proprio delle visioni ma di solito dei flash mentali accompagnati da una sensazione.
In certi altri casi meno traumatici ho notato che la determinata sensazione/stato d’animo-visione può essere attivata dagli odori.
Faccio il caso di una volta che sono salita sulla macchina di in mio ex, e risentendo lo stesso identico odore particolare, forse dovuto all’arbre magic, sono improvvisamente ripiombata nello stesso identico stato psicologico di quando stavo con lui, e mi sono dovuta forzare per dire a me stessa “no, adesso sei una persona diversa, hai imparato come gestire persone del genere”.
Però per un momento ero tornata la ragazzina insicura e dipendente, e questo mi ha turbato.
(Non so se possa avvicinarsi o essere parallelo a ciò che sperimenti tu)
Trovo molto interessante la possibilità di spaziare dentro ciò che siamo stati ritornando a quell’aspetto della nostra personalità e del modo che avevamo di sentire.
Anche perché nel tempo si cambia, ma a volte ci sono anche aspetti positivi di noi che abbiamo perso per strada.
Per cui.. ti seguo.
<p>anf puff pant

#49 purple

purple

  • Utenti
  • 4420 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 04:59

Strano, a me ultimamente si stanno presentando diverse persone e situazioni concrete dal passato abbastanza remoto, con un frequenza proprio anomala. Nonostante sia tutto compatibile e coerente con la mia situazione di vita diciamo, logico in un certo senso, a giorni sembra proprio che qualcosa mi stia tirando a forza verso l' "indietro".  Astrologicamente, dal momento che sensazioni mesmerizzanti verso il passato come quelle descritte da @Freyja mi sembra possano essere cancerine, mi viene da attribuirlo al "risucchio", quell'effetto per cui un segno molto pieno di pianeti provoca una specie di marea richiamando effetti dal suo opposto. Sembra un concetto forzato, ma in realtà si vede molto bene su certi assi, pesci-vergine ad esempio (dove trovi gente con molti valori vergine con evidenti caratteristiche pescine). In questo periodo il Capricorno rules, pianeti lenti e pesanti stazionano lì a lungo, quindi potrebbe essere un effetto di marea dal Cancro.



#50 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 05:35

Mi è capitato di “rivivere” situazioni e sensazioni della me del passato e lo trovo abbastanza destabilizzante, forse perché nel mio caso sono quasi sempre ricordi archiviati per immagini che riemergono nella loro interezza, tipo reduci del Vietnam.
Non sono proprio delle visioni ma di solito dei flash mentali accompagnati da una sensazione.
In certi altri casi meno traumatici ho notato che la determinata sensazione/stato d’animo-visione può essere attivata dagli odori.
Faccio il caso di una volta che sono salita sulla macchina di in mio ex, e risentendo lo stesso identico odore particolare, forse dovuto all’arbre magic, sono improvvisamente ripiombata nello stesso identico stato psicologico di quando stavo con lui, e mi sono dovuta forzare per dire a me stessa “no, adesso sei una persona diversa, hai imparato come gestire persone del genere”.
Però per un momento ero tornata la ragazzina insicura e dipendente, e questo mi ha turbato.
(Non so se possa avvicinarsi o essere parallelo a ciò che sperimenti tu)
Trovo molto interessante la possibilità di spaziare dentro ciò che siamo stati ritornando a quell’aspetto della nostra personalità e del modo che avevamo di sentire.
Anche perché nel tempo si cambia, ma a volte ci sono anche aspetti positivi di noi che abbiamo perso per strada.
Per cui.. ti seguo.


Sicuramente ci si avvicina, anche se ci sono alcune differenze. Nel mio caso non riesco a trovare nessun collegamento col contesto che vivo. Gli odori sono un forte stimolo per i ricordi, ad esempio, e non mi sorprende il tuo episodio. Io invece sono abbastanza "impermeabile" sotto questo punto di vista. Difficilmente un odore mi stimola un ricordo. Ma perfino le immagini, sfogliare vecchi album, ascoltare determinate canzoni, raramente mi riportano alla mente il passato. Gli unici momenti in cui vivo in maniera totalizzante un ricordo sono quelli che ho descritto, in cui sembra emergere dal nulla. Al punto che infatti, all'inizio non sapevo neanche fossero ricordi, come evidenzia questo thread.

C'è un altro aspetto, probabilmente connesso anche questo alla memoria, che sperimento ultimamente e che mi hai fatto venire in mente. In passato mi sono piaciuti diversi uomini/ragazzi. Di alcuni ero veramente innamorata. Mi sono accorta di saper ricreare perfettamente la sensazione che provavo quando li amavo, e poi disfarla completamente a mio piacimento. Ad esempio posso stare 5 minuti, 3 ore, o una giornata intera "innamorata", e non esserlo più affatto subito dopo. I cambiamenti repentini che si innescano e la capacità di tenerli sotto osservazione e annientarli quando voglio, mi danno una sorta di euforia. Come se sfidassi me stessa e la mia abilità di controllare anche i processi più difficili, come questo. (Naturalmente vivo tutto internamente, in costante osservazione, non è che mi metto a cercarli o cose simili, perché non è quello il mio scopo).
Capisco che sembri follia, e probabilmente c'è una componente patologica. :D. Ma credo anche che questa sorta di allenamento possa essere uno dei motivi del suddetto fenomeno dei ricordi.

Strano, a me ultimamente si stanno presentando diverse persone e situazioni concrete dal passato abbastanza remoto, con un frequenza proprio anomala. Nonostante sia tutto compatibile e coerente con la mia situazione di vita diciamo, logico in un certo senso, a giorni sembra proprio che qualcosa mi stia tirando a forza verso l' "indietro". Astrologicamente, dal momento che sensazioni mesmerizzanti verso il passato come quelle descritte da @Freyja mi sembra possano essere cancerine, mi viene da attribuirlo al "risucchio", quell'effetto per cui un segno molto pieno di pianeti provoca una specie di marea richiamando effetti dal suo opposto. Sembra un concetto forzato, ma in realtà si vede molto bene su certi assi, pesci-vergine ad esempio (dove trovi gente con molti valori vergine con evidenti caratteristiche pescine). In questo periodo il Capricorno rules, pianeti lenti e pesanti stazionano lì a lungo, quindi potrebbe essere un effetto di marea dal Cancro.

Premetto che non sono molto esperta di astrologia. Comunque mi succede da diverso tempo, forse troppo per essere correlato a un passaggio planetario. O parlavi dei miei valori? In tal caso mi pare di avere una predominanza di valori di aria e fuoco, qualche scorpione qua e là, ma cancro pochissimo, forse zero.
  • malia e Pandora piace questo

#51 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9169 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 05:50

 Pensando a quello che hai scritto, il fenomeno per me è interessante perché mi consente di mettere in discussione il concetto stesso di identità.
Ogni volta che sperimento una "me" passata nel presente, con dettagli precisi e sfumature che avevo rimosso, è come se si accendessero delle connessioni in disuso. L'identità dell'io è determinata da un insieme di collegamenti interiori che mutano nel tempo. Ma proprio perché è dell'io, si può considerare un sistema organizzativo discutibile, soggetto a cambiamenti costanti e involontari.
 

Anche io metto in discussione il concetto di identità, ma quel poco che mi basta per non attaccarmi più di tanto al presente :arg:; non ho ormai più, come hai tu invece, la curiosità di capire il motivo nè di voler ripercorrere il passato, perchè ormai la considero una perdita di tempo, cioè vedo come una perdita di tempo ed energie il cercare di capire cosa in un determinato istante ha concorso a creare il mio io di quel momento o cercare di capire cosa lo formerà in un futuro (è un po' l'uccidere buddha o odiare padre e madre bla bla).

 

Se invece riuscissimo a creare volontariamente connessioni e collegamenti diversi, non saremmo cristalizzati in un'unica identità modellata dalle circostanze. Saremmo capaci di scegliere come e chi essere ogni momento della nostra vita, e anche ripercorrere come e chi siamo stati in passato.

 

 

Secondo me, nel momento in cui scegli, creando volutamente connessioni ed altro, già stai inquinando gli eventi con la tua volontà. Anche se ho capito cosa intendi. Dovremmo 'essere' senza quasi scegliere, cioè essere così purificati da agire al meglio senza quasi pensare, volta per volta.

 

Mi interessa anche dal punto di vista sottile.
Sicuramente ha a che fare con l'attività dei chakra superiori, ma spiritualmente parlando forse è ancora più interessante soffermarsi su chi o cosa riaccende questi ricordi, quale componente sottile ha la capacità non solo di rievocare immagini ma anche di ricreare nei minimi particolari l'"io" che le ha osservate.

 

Non ho sensibilità a livello sottile, io arrivo ai sogni e lì mi fermo. Spessissimo mi si ripropongono i ricordi dei sogni in modo prepotente, da una certa ora in poi, tutti sogni di cui non ho mai capito na mazza, scene proprio insignificanti per me,  ma che per motivi sconosciuti mi segnano emotivamente, cioè mi fanno venire la pelle d'oca dentro il petto, più degli eventi reali della giornata, della vita, anche al ricordo; e arrivano, come dicevi anche tu, in momenti sconnessi dal contesto: non ci sono immagini, suoni, odori, emozioni, di cui ho consapevolezza o ricordi, stati di meditazione o alterati di coscienza, a richiamarli. Quello che mi dico (a differenza tua che ti chiedi: cosa ha riacceso questo ricordo?) è: malia, pensa quanto sei sconnessa da te stessa :sbonk: :shock: , quanto assisti passiva a quello che succede di te; pensa a quante volte nella vita credi di essere tu a comandare nella gestione di te stessa mentre non servi ad un c. :arg:, vai avanti senza ''di te'' e manco te ne rendi condo. Cioè penso di essere ogni minuto in balia di stimoli che neanche percepisco, ma a cui reagisco. :arg:

Per questo mi perdono tantissimo. :arg:


  • Frèyja piace questo

#52 purple

purple

  • Utenti
  • 4420 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 06:27

Premetto che non sono molto esperta di astrologia. Comunque mi succede da diverso tempo, forse troppo per essere correlato a un passaggio planetario. O parlavi dei miei valori? In tal caso mi pare di avere una predominanza di valori di aria e fuoco, qualche scorpione qua e là, ma cancro pochissimo, forse zero.

 

Parlavo in generale, non credo di aver mai visto il tuo tema, quindi non posso dire; so solo che sei Sagittario come me, ma non mi sembra ci siano particolari transiti riguardanti questo segno in modo specifico. Le energie cancerine (segno della Luna), sono un misto tra il regno della mente e quello delle emozioni, in elemento acqua, quindi favorevole alla chiaroveggenza di tipo "acquatico" e tendono a essere rivolte al passato, alle origini, le radici, fino alla percezione da liquido amniotico. 

Lo stellium in Capricorno ha iniziato a farsi pesante dal 2018, quindi la mia teoria partirebbe più o meno da quel periodo.



#53 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 09:22

Parlavo in generale, non credo di aver mai visto il tuo tema, quindi non posso dire; so solo che sei Sagittario come me, ma non mi sembra ci siano particolari transiti riguardanti questo segno in modo specifico. Le energie cancerine (segno della Luna), sono un misto tra il regno della mente e quello delle emozioni, in elemento acqua, quindi favorevole alla chiaroveggenza di tipo "acquatico" e tendono a essere rivolte al passato, alle origini, le radici, fino alla percezione da liquido amniotico.
Lo stellium in Capricorno ha iniziato a farsi pesante dal 2018, quindi la mia teoria partirebbe più o meno da quel periodo.

In questo caso è possibile. La prima volta che mi è successo era il 2019, forse fine 2018.
Ricontrollando il tema natale ho in realtà il mediocielo in cancro, che parrebbe essere una cosa non di poco conto. E diversi pianeti, tra cui Giove, in capricorno.

@malia: noto una certa tendenza a giudicarti negativamente quando affermi di essere sconnessa da te stessa. Secondo me è più sensato chiedersi il significato piuttosto che imputare il fatto a una mancanza interiore. Paradossalmente potrebbe perfino indicare il contrario di ciò che pensi, comunque. Cioè sei molto connessa con la tua interiorità, abbastanza da metterti involontariamente in uno stato super ricettivo e far emergere ciò che ha bisogno di essere visto.
  • malia e purple piace questo

#54 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4709 messaggi

Inviato 12 novembre 2020 - 09:41

Il corpo astrale non controllato va verso ciò che desidera sul momento.

Perfezionerei questa splendida sintesi con
"Il corpo astrale non controllato va verso ciò che SI desidera sul momento" perché nel corpo astrale sei sempre tu.
  • Frèyja piace questo

#55 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 07:21

Perfezionerei questa splendida sintesi con
"Il corpo astrale non controllato va verso ciò che SI desidera sul momento" perché nel corpo astrale sei sempre tu.


Dipende. Nella maggior parte delle oobe, almeno nelle mie esperienze, la volontà è simile a quella dei sogni comuni. Nonostante la consapevolezza di essere fuori dal corpo, e di poter potenzialmente andare dove si vuole, la lucidità necessaria per effettuarlo manca. Si è trascinati verso luoghi che non hanno apparentemente alcuna importanza, può capitare di rimanere incantati su dettagli dell'ambiente che da svegli non attirerebbero affatto l'attenzione.
Infatti il punto è proprio l'attenzione, che non può essere paragonata a quella della veglia, quasi mai. Di conseguenza non si va dove si desidera, ma si va dove l'inconscio desidera, e quindi dove il corpo astrale, in quel momento, ha necessità di trovarsi. Se così non fosse, se potessimo far coincidere perfettamente i desideri nei viaggi astrali e nella vita comune, gli innumerevoli test per provare la veridicità dei primi avrebbero dato risultati positivi da un pezzo.

#56 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9169 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 08:21

Perfezionerei questa splendida sintesi con
"Il corpo astrale non controllato va verso ciò che SI desidera sul momento" perché nel corpo astrale sei sempre tu.

 

Il problema è, per come la vedo io, che non esiste un solo io, unico, univoco, che agisce, o che desidera: ce ne sono tanti contemporaneamente che si scannano tra di loro, che si zittiscono da soli a tratti, cioè come si fa a dire chi sono io in un determinato momento?

 

può capitare di rimanere incantati su dettagli dell'ambiente che da svegli non attirerebbero affatto l'attenzione.
 

Quando ti capita questa cosa, tu quando lo pensi che quei dettagli non avrebbero attirato la tua attenzione, in oobe, o al risveglio?



#57 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 08:29

Il problema è, per come la vedo io, che non esiste un solo io, unico, univoco, che agisce, o che desidera: ce ne sono tanti contemporaneamente che si scannano tra di loro, che si zittiscono da soli a tratti, cioè come si fa a dire chi sono io in un determinato momento?
 


Quando ti capita questa cosa, tu quando lo pensi che quei dettagli non avrebbero attirato la tua attenzione, in oobe, o al risveglio?


Mi è capitato sia durante l'oobe che al risveglio. Ma se avviene durante l'oobe, o mi sveglio subito, o vengo risucchiata da altre cose insignificanti.

#58 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior

  • Utenti
  • 498 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 08:42

Ma il Sé Superiore che ruolo ha in queste vostre elucubrazioni?(malia freyja)
Domanda

#59 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9169 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 08:46

Io non ricordo di avere mai avuto rapporti col mio Sè superiore. :arg:



#60 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5776 messaggi

Inviato 13 novembre 2020 - 08:53

Ma il Sé Superiore che ruolo ha in queste vostre elucubrazioni?(malia freyja)
Domanda



Definisci Sé Superiore.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi