Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Siamo vicini alla seconda venuta di Gesù Cristo

Seconda venuta di Gesù Cristo

  • Per cortesia connettiti per rispondere
330 risposte a questa discussione

#161 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9281 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 04:58

Accadrà che cristiani scopriranno che il loro cristo non è cristo, scopriranno di non essere affatto cristiani, e che non salva "solo cristo", così come i musulmani scopriranno di non essere musulmani, buddhisti di non essere buddhisti, ebrei di non essere ebrei. Allora si salvi chi può, i Libri saranno aperti, e gli uomini della Terra interrogati ognuno davanti al suo creatore e le sue vittime.

 

e che cavolo Gabriel passi da un eccesso ad un altro, quando scrivi anche troppo e quando scrivi due righe risultando criptico e talmente ermetico che non si capisce cosa vorresti dire, anche se sarei l'ultimo degli utenti a doverti criticare visto che molte volte faccio anch'io il tuo stesso errore.

e comunque stai sbagliando in un punto che se noi con il nostro stile di vita occidentale abbiamo involontariamente e inconsapevolmente fatto delle vittime verso quella gente che vivono in posti invivibili, nella miseria e alla fame, la colpa non è nostra ma di chi ha messo in piedi questo sistema, per cui non vedo perchè ne dovrei io personalmente rispondere davanti al creatore o chiunque altro sia.

se non ho potere decisionale per poter cambiare questo stato di cose è come se in una classe per colpa di alcuni che si comportano male il maestro punisse tutti gli studenti indistintamente anche chi non avrebbe nessuna colpa.

questa non è di certo giustizia equa e ne imparzialità che mi aspetterei da una Divinità creatrice.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.




#162 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9281 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 05:04

Nel caso di Gesù Cristo, visto che il 3D parla principalmente del Suo ritorno e dato che Lui stesso ha dato le indicazioni su come andranno le cose, sinceramente non mi sembra abbia espresso l’ipotesi di un corso di ripetizione su cose già dette.
Poi è chiaro che ognuno si costruisce un proprio scenario, ma più o meno nella presa in esame di una profezia, come prima cosa si dovrebbero prendere in considerazione le previsioni della profezia stessa.
Io sinceramente non ho capito molto bene cosa comporti la sua venuta, ma così a spanne non mi pare si parli di una nuova evangelizzazione, quanto di un rivelare definitivamente se stesso all’umanita’: quello che non ho capito bene è se ciò avverrà alla definitiva fine dell’umanita’, perché ho sempre pensato non fosse così, ma rileggendo il dubbio mi viene.

 

rileggendo la discussone dall'inizio questa tua risposta Pandora mi ha colpito perchè mi ero davvero completamente dimenticato questo punto, comunque sia hai ragione se la Divinità ritornerà e si rivelerà all'umanità intera lo farà prima della fine dell'umanità e non dopo.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#163 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 06:00

Suppongo che al fatidico ritorno -credi- saranno riconosciuti solo i raeliani..


Quando venne Gesù, aveva spiegato che non era necessario essere suoi discepoli, bastava essere (veri) ebrei. Anzi, nemmeno era necessario essere veri ebrei, basta essere giusti. Quando venne Maometto, disse che tra i salvati certamente ci saranno ebrei cristiani e musulmani indifferentemente ed era contrario alle divisioni, alle inutili e ridicole separazioni tra uomini giusti insomma o tutti o nessuno. Infatti spiegò che sono i malvagi a fare simili distinzioni deleterie.

Io dico che sono i giusti ad essere salvati alla fine, non ha importanza l'appartenenza ai culti alle sette e religioni. Quanto a queste, bisogna appartenere ognuno al suo creatore e non tanto alle istituzioni umane.

Quando Gesù tornerà sulla Terra si farà luce su tale argomento. Ad esempio non conta se uno è musulmano, ma se è un vero o finto musulmano; s'intende che sarebbe molto meglio essere increduli piuttosto che falsi credenti. Vale per ogni filosofia e corrente di pensiero.

Il ritorno dei profeti, è anche ritorno del creatore oppure creatori, ogni credente vedrà il suo mentore e il suo dio. I giusti, saranno riconosciuti come giusti, indipendentemente dalle loro eventuali credenze e opinioni sulla realtà. Ma è anche vero che gli Elohim non intendono contattare (direttamente) nessun paese - e nessun governo - ma si riveleranno a tutti quanti nel Terzo Tempio edificato dai raeliani..



#164 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 07:44

e questo lo affermi su qualche base evangelica oppure solo in base alle affermazioni del fondatore raeliano (non ricordo il nome)?


Ad esempio ieri ho parlato con un cristiano che odia la Bibbia. Quando torna Gesù il mio amico cristiano scoprirà di non essere affatto cristiano.

Nei testi sacri AT e NT è scritto che non solo Gesù salva, basta cercare versetti disseminati qua e là o chiedere aiuto ad un sacerdote esegeta esperto.

Io penso che Gesù non sia il messia o cristo perché il vero Mashiach dovrebbe fare molto più di quanto avrebbe fatto Gesù, senza nulla togliere alla sua opera ovviamente. Questo si evince dalla letteratura giudeocristiana in generale.

Conosco musulmani che addirittura si vantano di non rispettare l'insegnamento del Corano, con la giustificazione che "nessuno lo fa" e che "sarebbe troppo restrittivo".

Spesso i buddhisti pensano che occorre seguire il Buddha, mentre il buddhismo autentico è risvegliarsi con le tue sole forze, diventare buddha ovvero risvegliato. Seguire è opposto all'essere. O segui o sei. Purtroppo in giro si trovano molti buddhisti confusi.
 

e che cavolo Gabriel passi da un eccesso ad un altro, quando scrivi anche troppo e quando scrivi due righe risultando criptico e talmente ermetico che non si capisce cosa vorresti dire, anche se sarei l'ultimo degli utenti a doverti criticare visto che molte volte faccio anch'io il tuo stesso errore.
e comunque stai sbagliando in un punto che se noi con il nostro stile di vita occidentale abbiamo involontariamente e inconsapevolmente fatto delle vittime verso quella gente che vivono in posti invivibili, nella miseria e alla fame,


Infatti non parlavo di quelli ma di vittime nella tua stessa città comunque se non sei soddisfatto dello stile di vita occidentale, perché votare per le persone che una volta al potere hanno imposto tale "ordine" costituito? Potevi votare altri, o non votare. La responsabilità di un solo voto è immensa.
 

Io sinceramente non ho capito molto bene cosa comporti la sua venuta, ma così a spanne non mi pare si parli di una nuova evangelizzazione, quanto di un rivelare definitivamente se stesso all’umanita’: quello che non ho capito bene è se ciò avverrà alla definitiva fine dell’umanita’, perché ho sempre pensato non fosse così, ma rileggendo il dubbio mi viene.


Gesù viene la seconda volta per separare le capre dalle pecore del suo gregge mentre il creatore viene per organizzare il paradiso preparato per uomini  giusti di tutti i popoli. Il nuovo "sistema di vita" sarà talmente differente da quello attuale che c'è bisogno di una "evangelizzazione", gli eletti saranno ben informati sulle caratteristiche dei "nuovi cieli e nuova terra".

Due sono scenari possibili, o tutti avranno accesso al nuovo paradiso terrestre oppure solo i 144000 saranno portati nel paradiso celeste e tutta la vita sulla terra sarà distrutta, in attesa di altre creazioni.
 

rileggendo la discussone dall'inizio questa tua risposta Pandora mi ha colpito perchè mi ero davvero completamente dimenticato questo punto, comunque sia hai ragione se la Divinità ritornerà e si rivelerà all'umanità intera lo farà prima della fine dell'umanità e non dopo.


Nel primo scenario "dio" o chi per lui sarà visto da tutti gli abitanti di questo mondo, nel secondo scenario solo i "rapiti nelle nuvole" lo vedranno, poi spariranno, abbandoneranno il pianeta come Elia nei "carri di fuoco" e su cavalli di fuoco, il che sarà il segno della annunciata Fine. Tranquilli, non sarà la fine dell'universo, l'infinito è eterno.



#165 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10556 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 08:40

Ad esempio ieri ho parlato con un cristiano che odia la Bibbia. Quando torna Gesù il mio amico cristiano scoprirà di non essere affatto cristiano.

se “dice” di essere cristiano ma odia la Bibbia che contiene la Parola di Cristo mi sa non lo è, non c’è mica bisogno che torni Gesù, glielo dico io :asdsi:

Nei testi sacri AT e NT è scritto che non solo Gesù salva, basta cercare versetti disseminati qua e là o chiedere aiuto ad un sacerdote esegeta esperto.

Io penso che Gesù non sia il messia o cristo * perché il vero Mashiach dovrebbe fare molto più di quanto avrebbe fatto Gesù, senza nulla togliere alla sua opera ovviamente. Questo si evince dalla letteratura giudeocristiana in generale.

non si aspettavano qualcosa di più ma qualcuno di diverso.
Tanto è vero che stanno ancora aspettando il loro Messia.
Quindi non capisco cosa c’entri tutto questo discorso che tu non ci credi e che gli ebrei non ci credono,
con la seconda venuta di Gesù Cristo che per i cristiani tornerà perché Gesù è Dio.

Conosco musulmani che addirittura si vantano di non rispettare l'insegnamento del Corano, con la giustificazione che "nessuno lo fa" e che "sarebbe troppo restrittivo".

Spesso i buddhisti pensano che occorre seguire il Buddha, mentre il buddhismo autentico è risvegliarsi con le tue sole forze, diventare buddha ovvero risvegliato. Seguire è opposto all'essere. O segui o sei. Purtroppo in giro si trovano molti buddhisti confusi.


Infatti non parlavo di quelli ma di vittime nella tua stessa città comunque se non sei soddisfatto dello stile di vita occidentale, perché votare per le persone che una volta al potere hanno imposto tale "ordine" costituito? Potevi votare altri, o non votare. La responsabilità di un solo voto è immensa.

anche questa dissertazione su buddisti e musulmani in questo 3D -secondo me magari sbaglio- mi pare ci stia come i cavoli a merenda.

Va detto però che per i musulmani Gesù era un grandissimo profeta e che tengono in altissima considerazione lui e la Madonna, ma non so come si pongano in relazione alla seconda venuta di Gesu’ dato che per loro il Messia è Maometto.

Chissà se aspettano il secondo ritorno di Maometto.
Ma alla fermata su questo 3D si aspetterebbe Gesù Cristo :asdsi:

Gesù viene la seconda volta per separare le capre dalle pecore del suo gregge mentre il creatore viene per organizzare il paradiso preparato per uomini giusti di tutti i popoli.

Ma scusa, non hai mica appena finito di dire che * non credi che Gesù sia il Messia o il Cristo?
A che titolo dovrebbe tornare secondo te?

Secondo me questa tua descrizione del suo ritorno è in contrasto col fatto tu abbia affermato che secondo te non è il Messia

Lo consideri un tizio qualunque che verrà a separare le pecore dalle capre? Non capisco.

Il nuovo "sistema di vita" sarà talmente differente da quello attuale che c'è bisogno di una "evangelizzazione", gli eletti saranno ben informati sulle caratteristiche dei "nuovi cieli e nuova terra".

Due sono scenari possibili, o tutti avranno accesso al nuovo paradiso terrestre oppure solo i 144000 saranno portati nel paradiso celeste e tutta la vita sulla terra sarà distrutta, in attesa di altre creazioni.


Nel primo scenario "dio" o chi per lui sarà visto da tutti gli abitanti di questo mondo, nel secondo scenario solo i "rapiti nelle nuvole" lo vedranno, poi spariranno, abbandoneranno il pianeta come Elia nei "carri di fuoco" e su cavalli di fuoco, il che sarà il segno della annunciata Fine. Tranquilli, non sarà la fine dell'universo, l'infinito è eterno.

in realtà anche l’universo tra strabilioni di miliardi di anni avrà una fine, ho visto una simulazione.

oook
chiarisci il punto Messia

anf puff pant


#166 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 11:14

se “dice” di essere cristiano ma odia la Bibbia che contiene la Parola di Cristo non lo è, non c’è mica bisogno che torni Gesù, glielo dico io :asdsi:


Se non crede alle parole di Gesù "cristo", ancora meno crederà alle tue, e alle mie. Il fatto è che c'è gente convinta di essere quello che non è. Gli piace la "figura mitologica del salvatore" ma non vuole sapere cosa è scritto in quel libro pare abbia terrore ad aprirlo. E' un caso "estremo" anche se frequente. Poi c'è molta gente che dice di amare la Bibbia però non mette mai in pratica quello che vi è scritto. E quelli che mettono in pratica dottrine proprie spacciate per cristiane, o sincretismi assurdi tra newage ufo alieni divinità e madonne non autorizzate tutte diverse l'una dall'altra.
 

non si aspettavano qualcosa di più ma qualcuno di diverso. Tanto è vero che stanno ancora aspettando il loro Messia. Quindi non capisco cosa c’entri tutto questo discorso che tu non ci credi e che gli ebrei non ci credono, con la seconda venuta di Gesù Cristo che per i cristiani tornerà perché Gesù è Dio.


Prima di poter incontrare il vero Messia cioè Rael, gli ebrei - e non soltanto loro - avevano bisogno dell'opera del profeta Yahshua (Gesù) perché il culto a YHWH si stava trasformando in ritualistica priva di spirito. Era necessario raddrizzare la dottrina originaria, ormai deviata, quindi diffonderla in tutto il mondo nella sua versione purificata e più spirituale. I cristiani in questi due millenni si sono molto (pre)occupati delle anime delle persone e poco delle condizioni di vita degli umani. Non è un errore perché prima c'è salvezza dell'anima, poi del mondo. Gesù non aveva questo compito, lui doveva risanare corpi, menti, spiriti del suo gregge e portare pace interiore ai suoi discepoli, ma non doveva portare pace tra le nazioni, non doveva abolire schiavitù ancor oggi presente sotto varie forme, non doveva cambiare la politica di questa civiltà, non doveva rivoluzionare la nostra scienza o "scientismo", non doveva ripulire mari e fiumi, suolo e l'aria dalle scorie nucleari e rifiuti tossici, non doveva abolire denaro reale o virtuale che sia, non doveva spiegarci cosa c'è nell'universo, qual'è il nostro ruolo nell'infinito, il funzionamento della coscienza, non doveva creare paradiso in terra. Questo spetta al vero Messia, quello che tutti attendono dalla notte dei tempi. Gesù con le istruzioni contenute nella Bibbia ha sistemato le persone (quelle che si sono lasciate ammaestrare) mentre Rael con i suoi scritti dovrà sistemare il pianeta, l'umanità nel suo insieme, le condizioni di vita degli Esseri umani.

Una cosa non avrebbe senso senza l'altra. Questo mondo è destinato ad essere un paradiso. Ma la civiltà "cristiana" lo ha reso un inferno, ed ogni giorno peggiora quanto a dittatura camuffata, e quello che sta arrivando, microchip, tracciamento, marchio della Bestia, vaccini obbligatori, tutte cose anticristiane e antiumane. Questo è accaduto, in parte perché previsto, in parte perché molti sedicenti cristiani nella storia erano falsi/ finti cristiani, e in parte perché Gesù era venuto per le persone e non per il mondo. In particolare era venuto per i "peccatori" e non per i giusti. Ecco perché i suoi "poteri" (o compiti) erano "limitati". Aveva le mani legate dai peccati degli uomini. Il vero Messia invece viene per i giusti, per ridargli la terra promessa, il paradiso meritato. La pace duratura non solo dentro, ma anche fuori.
 

anche questa dissertazione su buddisti e musulmani in questo 3D -secondo me magari sbaglio- mi pare ci stia come i cavoli a merenda.


Per dire che ogni culto ha avuto i suoi guai.
 

Va detto però che per i musulmani Gesù era un grandissimo profeta e che tengono in altissima considerazione lui e la Madonna, ma non so come si pongano in relazione alla seconda venuta di Gesu’ dato che per loro il Messia è Maometto.


Nell'Islam Maometto è "solo" ultimo dei profeti, ma non "figlio di Dio" o parte della Trinità. Per loro, Allah (Dio) non ha eguali ed è vietato associargli altri dèi di qualunque tipo. Tuttavia nel Corano spesso si parla in plurale: Noi abbiamo creato, noi abbiamo inviato profeti etc. Per loro, anche Gesù dunque non sarebbe figlio di Dio ma profeta, uno dei più importanti. I musulmani aspettano Mahdi, nel Corano la seconda venuta di Gesù è annunciata come un segno del Giorno del Giudizio.
 

Chissà se aspettano il secondo ritorno di Maometto.
Ma alla fermata su questo 3D si aspetterebbe Gesù Cristo :asdsi:


"Secondo la fede islamica, il Mahdī apparirà nel mondo alla fine dei tempi, dopo che il Dajjāl (una sorta di Anticristo che si dichiarerà musulmano) avrà attuato la sua opera devastatrice delle coscienze dei credenti.

Al Mahdī dunque è riservata l'azione antagonistica al Male, rappresentato dal Dajjāl, preannunciando la fine del mondo (il "Dì del Giudizio", yawm al-dīn, ossia "Il giorno della religione", che avrà luogo dopo la morte di Gesù) nel corso della quale Dio decreterà per i defunti, resuscitati di tutte le generazioni umane, per l'occasione, il destino di salvezza o di dannazione.

Secondo la tradizione dopo il Mahdī verrà Gesù (in arabo ʿĪsā) per uccidere l'Anticristo e sarà lui stesso re della terra per 40 anni. È per questo che nella Moschea degli Omayyadi di Damasco un minareto è chiamato "di ʿĪsā", visto che da esso si crede calerà in terra quello che per la cultura islamica è considerato un grandissimo profeta.
"

https://it.wikipedia.org/wiki/Mahdi
 

Ma scusa, non hai mica appena finito di dire che * non credi che Gesù sia il Messia o il Cristo?
A che titolo dovrebbe tornare secondo te?

Secondo me questa tua descrizione del suo ritorno è in contrasto col fatto tu abbia affermato che secondo te non è il Messia

Lo consideri un tizio qualunque che verrà a separare le pecore dalle capre? Non capisco.


La chiave di comprensione sta nel fatto che io credo nel ritorno di tutti i grandi profeti, non solo di Gesù. Ogni profeta tornerà a visitare il proprio gregge. Gesù giudicherà i suoi cristiani, il Buddha giudicherà i suoi buddhisti etc. Inoltre varie religioni annunciano l'apparizione - alla fine dei tempi e prima della Parusia, di un profeta finale, per gli ebrei è Mashiach, per musulmani è Mahdi, per i buddhisti è Maitreya, per i cristiani è Paraklito, per alcuni è Avatara universale. Per me tutti questi personaggi o enti sarebbero una sola persona: Rael.



#167 Wirighiz

Wirighiz

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 5 messaggi

Inviato 08 luglio 2020 - 11:19

Buonasera, io so che negli ultimi tempi per i Mussulmani ci sarà il ritorno di Isa, loro lo chiamano così Gesù.
  • dodecaedra e Pandora piace questo

#168 celestino

celestino

    Guardati e rifletti, stai intraprendendo la via peggiore

  • Utenti
  • 2174 messaggi

Inviato 09 luglio 2020 - 10:59

.............................................................

Va detto però che per i musulmani Gesù era un grandissimo profeta e che tengono in altissima considerazione lui e la Madonna, ma non so come si pongano in relazione alla seconda venuta di Gesu’ dato che per loro il Messia è Maometto.
.............................................................

Se è così come tu asserisci, allora i Musulmani hanno idee confuse o contraddittorie, perché quindi di fronte ad un crocifisso fanno manifestazioni di isterismo al punto tale che, per non urtare la loro suscettibilità si è più volte ipotizzato di togliere tale crocifisso da scuole ed uffici pubblici ?

 

Forse è più plausibile quello che sostiene Gabriel: I musulmani aspettano Mahdi, nel Corano la seconda venuta di Gesù è annunciata come un segno del Giorno del Giudizio.

 

Quindi se Gesù dai Musulmani è visto come il punitore apocalittico, i Musulmani non possono di certo venerarlo o aspettarlo a braccia aperte, ti pare ?

 

Tantomeno credo che Gesù possa essere tenuto in altissima considerazione.



#169 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10556 messaggi

Inviato 09 luglio 2020 - 12:02

Se è così come tu asserisci, allora i Musulmani hanno idee confuse o contraddittorie, perché quindi di fronte ad un crocifisso fanno manifestazioni di isterismo al punto tale che, per non urtare la loro suscettibilità si è più volte ipotizzato di togliere tale crocifisso da scuole ed uffici pubblici ?

I musulmani non sono assolutamente disturbati dal presepe o da Gesù Cristo, che venerano come un grandissimo profeta.
Te lo dò per certo.
Magari non concordano sul punto resurrezione di cui la croce è simbolo.
O forse si assumono certe prese di posizione per ignoranza.
O magari non c’è nessuna ignoranza ma solo malafede, cioè si confida nell’ignoranza nostra.

Forse è più plausibile quello che sostiene Gabriel: I musulmani aspettano Mahdi, nel Corano la seconda venuta di Gesù è annunciata come un segno del Giorno del Giudizio.

Quindi se Gesù dai Musulmani è visto come il punitore apocalittico, i Musulmani non possono di certo venerarlo o aspettarlo a braccia aperte, ti pare ?

Tantomeno credo che Gesù possa essere tenuto in altissima considerazione.

Che tu non lo creda non significa che non lo sia.

Per esempio scopro adesso anche io che i musulmani pensano che Gesu’ torni nel giorno del giudizio (non avevo ancora letto Wirighiz che già lo diceva)
“Gesù, Maria e l'angelo Gabriele sono tutti nel Corano (così come Adamo, Noè, Abramo, Mosè e un gruppo di altri personaggi biblici).
I musulmani credono che Gesù (chiamato "Isa" in arabo) era un profeta di Dio, è nato da una vergine (Maria), e tornerà sulla terra prima del giorno del giudizio per ristabilire la giustizia e per sconfiggere al-Masih ad-Dajjal ("il falso messia"), noto anche come l'Anticristo. Tutto questo può sembrare abbastanza familiare a molti cristiani”

puoi leggere da te stesso qui
https://www.document...sulmani-di-gesu

anf puff pant


#170 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 09 luglio 2020 - 01:33

I musulmani non sono assolutamente disturbati dal presepe o da Gesù Cristo, che venerano come un grandissimo profeta.
Te lo dò per certo.
Magari non concordano sul punto resurrezione di cui la croce è simbolo.
O forse si assumono certe prese di posizione per ignoranza.
O magari non c’è nessuna ignoranza ma solo malafede, cioè si confida nell’ignoranza nostra.


Ricordo che gli ebrei avevano proposto di mettere accanto al crocefisso la menorah e simboli di altre confessioni in quanto le istituzioni rappresentano tutti i credenti e tutti i non credenti. In ogni caso la situazione è un po' tragi-comica. Anche se i musulmani credono che Allah può resuscitare chiunque e che lo farà alla fine dei giorni (per giudicarli), secondo islam Gesù non fu crocifisso e risorto ma portato direttamente in cielo, al suo posto i nemici di Gesù avrebbero catturato processato e ucciso un sosia, un uomo al quale Dio avrebbe dato fattezze di Gesù e che quindi ebrei e romani credettero essere Gesù. Praticamente Allah si prese gioco dei suoi oppositori. Secondo questa lettura, i cristiani adottando crocefisso come loro simbolo, adorano/ venerano il sosia e non il vero Gesù. A parte il fatto che secondo islam, non è il profeta che dev'essere adorato ma il creatore e nessun altro. In alcune denominazioni cristiane si afferma che Gesù avrebbe partecipato alla creazione dei Mondi, al che i musulmani di solito si indignano, perché Dio è sufficientemente potente per creare, dicono, senza l'aiuto dei profeti/ ed eventuali figli.



#171 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4539 messaggi

Inviato 09 luglio 2020 - 03:25

Ce n'è abbastanza per riconoscere la desolazione.
Ecco perché aborro il termine "credo".

Da millenni l'uomo ha bisogno di credere.
Pur di credere si associa a grandi gruppi -autocelebrativi-. Quando non li trova più soddisfacenti accetta la deriva settaria. Per alcuni è difficile non subire l'abbaglio dei predicatori dell'ultima ora prima di dedicarsi alla contemplazione di un credo personale.

Ke tristezza!
  • arjanedda piace questo

#172 byrus

byrus

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 745 messaggi

Inviato 12 luglio 2020 - 10:07

Ho seguito e ogni tanto ancora le conferenze di Pier Giorgio Caria, ufologo e grande amico di Bongiovanni, entrambi allievi di Eugenio Siragusa, contattista italiano di cui trovo poco o niente su di lui.

 

Non posso sapere se effettivamente loro hanno avuto rapporti con gli alieni, ma sono restio a seguire il loro Credo, perché a parere mio fatico molto a credere che Bongiovanni parli spesso fisicamente con Gesù Cristo. Preferisco seguire la mia via da associale che in gruppo, non ho tutte le prove che dicono di avere loro.

 

Ho constatato però che molte delle cose che loro dicono, si trovano in rapporti desecretati dalla Cia e in libri di altri autori, come la Pompas. Posso immaginare realisticamente che le loro parole derivino da anni di studi su queste e altre fonti, immagino anche che i dettagli mai spiegati in modo approfondito (trovabili appunto in libri e file gratuiti desecretati della Cia) nelle conferenze su YouTube, siano poi divulgati nei seminari a pagamento che ogni tanti tengono in giro per l'Italia.

 

Le stigmate di Bongiovanni sono vere o false? Non mi cambierebbe la vita saperlo.

 

Quello che dicono è vero? Di molte cose ne trovo riscontri in fonti che ritengo serie. A quanto pare è vera l'esistenza dello Spirito, della reincarnazione, del karma come legge universale e anche l'esistenza di numerosi alieni.

 

Gli alieni sono gli Angeli di Dio? Da un certo punto di vista (...) , alcuni potrebbero esserlo. Per quanto mi riguarda anche il tipo che cambiò la ruota bucata a mia madre lungo la statale posso considerarlo come tale, ma era umano al 100%. Quindi?

 

Ci sarà il ritorno di Cristo? Me lo auguro, anche se non lo meritassi.

 

Ci sarà lo sbarco degli alieni? Prima o poi sarà inevitabile, ma penso l'attesa sarà ancora lunga, oggi la gente è più ignorante rispetto al passato. E per questo motivo non so se effettivamente c'è una maggiore consapevolezza della gente sul reale fenomeno degli ufo o se sia solo un senso diffuso di creduloneria generale.

 

Ci sarà la terza guerra mondiale? Non lo so, ma entro il 2050 ci sarà un collasso ambientale senza precedenti e probabilmente una nuova estinzione di massa. Ma vedo che non gliene frega niente a nessuno, tutti pensano a fare i fighetti con gli spriz nei bar e a condividere le loro gesta sui social... che tristezza.



#173 celestino

celestino

    Guardati e rifletti, stai intraprendendo la via peggiore

  • Utenti
  • 2174 messaggi

Inviato 13 luglio 2020 - 05:49

Accadrà che cristiani scopriranno che il loro cristo non è cristo, scopriranno di non essere affatto cristiani, e che non salva "solo cristo", così come i musulmani scopriranno di non essere musulmani, buddhisti di non essere buddhisti, ebrei di non essere ebrei. Allora si salvi chi può, i Libri saranno aperti, e gli uomini della Terra interrogati ognuno davanti al suo creatore e le sue vittime.

Dissi la stessa cosa ad una amica mooolto religiosa, le dissi: Mi auguro per te che un giorno quando scoprirai la vera verità tu non rimanga delusa e disorientata.



#174 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9281 messaggi

Inviato 14 luglio 2020 - 11:04

Dissi la stessa cosa ad una amica mooolto religiosa, le dissi: Mi auguro per te che un giorno quando scoprirai la vera verità tu non rimanga delusa e disorientata.

 

e sarebbe la vera verità?  :confused:


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#175 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 14 luglio 2020 - 11:53

e sarebbe la vera verità? :confused:


Beh, per alcuni la vera verità è quello che gli dice il prete, il sacerdote, l'imam o un sedicente guru in chiesa, sinagoga, moschea o qualche tempio più o meno autorizzato. Ma per gli altri - quelli come me - la vera verità è quello che raggiungi con un ragionamento logico a 360°, e riesci a spiegarlo a te stesso e al prossimo con parole tue. Comunque basta attendere il ritorno dei profeti e tutto si chiarirà. Se i religiosi parlano di verità assolute, anche noi Atei abbiamo diritto ad adoperare la stessa parola per descrivere la verità definitiva, o ultima, su un determinato argomento. Non c'è l'esclusiva, in democrazia tutti i pareri/ dogmi hanno lo stesso peso, e la stessa validità.


  • celestino piace questo

#176 Pandora

Pandora

    how U doin'?

  • Moderatore
  • 10556 messaggi

Inviato 15 luglio 2020 - 10:13

Beh, per alcuni la vera verità è quello che gli dice il prete, il sacerdote, l'imam o un sedicente guru in chiesa, sinagoga, moschea o qualche tempio più o meno autorizzato. Ma per gli altri - quelli come me - la vera verità è quello che raggiungi con un ragionamento logico a 360°, e riesci a spiegarlo a te stesso e al prossimo con parole tue. Comunque basta attendere il ritorno dei profeti e tutto si chiarirà. Se i religiosi parlano di verità assolute, anche noi Atei abbiamo diritto ad adoperare la stessa parola per descrivere la verità definitiva, o ultima, su un determinato argomento. Non c'è l'esclusiva, in democrazia tutti i pareri/ dogmi hanno lo stesso peso, e la stessa validità.

A parte il fatto che tu la tua presunta vera-verità l’hai derivata dal culto raeliano, e non è farina del tuo sacco, affermare che la propria verità abbia lo stesso identico valore di quella di qualsiasi altro è un falso ideologico, proprio perché esiste una dimensione collettiva e sociale delle verità religiose condivise.
Ma lungi da me il pensiero di farne una questione statistica, la Verità per definizione non può che essere UNA, e coinvolgere il destino finale di tutti gli uomini e le donne.

Non è che se tu affermi che la marmellata l’ha rubata PierPierino vale tanto quanto chi afferma che l’abbia rubata FilippoAlberto mentre altri strillano che sia stato Giangiuliano ed altri ancora sostengono che sia evaporata da sola, e tutti devono poter pretendere di avere ragione.
Di essere rispettati si. Ma pretendere di avere tutti egualmente ragione proprio no. Perché la marmellata può avere avuto solo un unico destino, e la verità non è DEMOCRATICA. Non va ai voti.

Ma chiarito questo punto, hai detto che la verità la scopriremo solo col ritorno dei profeti. Beh tu puoi aspettare. Ma devi anche soppesare il fatto che i cristiani non hanno bisogno di aspettare il ritorno di Gesù per sapere la Verità, perché è vero che ha annunciato il suo ritorno, ma non è che ha detto “mo ragazzi aspettate che la verità ve la dico dopo quando torno”: mi spiace, lui la Verità l’ha GIÀ detta quando è arrivato, ed ha profetizzato il suo ritorno per raccogliere i frutti di una verità GIÀ rivelata.
Tu non credi a questo, per cui secondo me adesso dopo esserci espressi su tutto ciò in cui crediamo o non crediamo e perché, credo sia ora di mettere da parte i convenevoli e boh.
Magari raccontaci cosa prevede il ritorno di Gesù nel culto raeliano così magari finalmente riusciamo ad entrare nel vivo del post. :asdsi: Sarebbe ora.

anf puff pant


#177 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 15 luglio 2020 - 01:33

l’hai derivata dal culto raeliano


No. L'uomo a differenza di Anima-li (cioè viventi) è anche e soprattutto una coscienza vivente, o più precisamente una coscienza superiore, nella quale i nostri creatori -o la Sorgente, oppure Dio come preferisci- hanno integrato un elaboratore potentissimo capace di costruire il microprocessore contenente miliardi di componenti, guardare dentro l'atomo, viaggiare nell'universo. Questo uomo, fatto a immagine e somiglianza non delle bestie bensì del suo creatore onnipotente, ha il diritto e forse dovere di interrogarsi su ogni cosa e trovare le risposte dentro di se. Ed è quello che ho fatto, da bambino ho pensato le stesse cose che penso adesso su vari argomenti, biologia, società, politica, religione, meditazione, spiritualità e telepatia. Raeliani si nasce, non si diventa. Per me non è giusto che l'uomo continui a comportarsi come gli animali ovvero che si lascia guidare da altri umani come lui, invece di iniziare a utilizzare il cervello che ha e la coscienza o l'Essere che è. Ovviamente alcuni sono predisposti dalla nascita, anzi, dal concepimento, alla libertà e a ragionare a 360° quindi arrivano a capire e ad accettare molto prima degli altri certi aspetti abbastanza complessi della realtà, ma tutti prima o poi faranno lo stesso Percorso, non si può restare pecora in eterno. Le rivelazioni sono utili per confermare quello che scopri dentro di te, e per i ritardatari la Scrittura funge da maestro che ti impartisce lezioni di ripetizione, finché uno non raggiunge maturità spirituale. A quel punto le informazioni veritiere scientifiche (comprensibili) sostituiscono le favole simboli metafore parabole.

Il ritorno dei profeti, è dunque il cambio di paradigma, l'umanità sta per trasformarsi da schiava delle credenze in un interlocutore indipendente e responsabile in grado di dialogare ognuno con il suo vero creatore (che non sono i nostri genitori) alla pari, "faccia a faccia". Sarà amore autentico, non più dettato dalla paura di essere inadeguati, "ignoranti" e "peccatori". Non sarà un contatto forzato dagli eventi esterni come ad esempio quando viene imposto dal fatto di aver avuto improvvisamente e inaspettatamente delle esperienze mistiche, tra l'altro difficili da gestire in un mondo incredulo e scientista, ma sarà un contatto voluto da entrambe le parti, una comunicazione naturale tra coscienze, che si riconoscono l'un l'altra, per quelle che sono.
 

affermare che la propria verità abbia lo stesso identico valore di quella di qualsiasi altro è un falso ideologico, proprio perché esiste una dimensione collettiva e sociale delle verità religiose condivise.


La verità non è qualcosa condivisibile ma qualcosa che corrisponde alla realtà, spesso mai vissuta dalla 'gente comune' (maggioranza) perché hanno deciso di "credere" in un'altra realtà, finta, essendo più comoda. Che però era necessaria all'inizio di un percorso nella sua fase di preparazione alle "classi superiori". In una democrazia, non è possibile stabilire pubblicamente chi è che afferma una verità la democrazia in teoria serve per dare la voce a tutti e non per trovare e dimostrare la verità. Solo in una geniocrazia c'è speranza di trovare e dimostrare pubblicamente verità su qualche argomento ignoto perché l'opinione dell'imbecille non annulla l'opinione del genio. La democrazia, sempre in teoria, è stata inventata per impedire ai dittatori nel campo militare, politico, religioso, sanitario, sociale di prendere troppo potere, ma in una democrazia nessun parere è sotto oppure sopra gli altri pareri. E' il difetto principale delle democrazie. Poiché la verità non possono conoscerla tutti soltanto coloro che l'hanno vissuta. Intendo vissuta al 100%, non quelli che hanno preso abbaglio o che "pensano" di averla vissuta, o quelli in malafede e malati mentali. Perciò il capire diventa uno strumento indispensabile di discernimento, non è più sufficiente credere, come si faceva una volta perché non si poteva fare altrimenti. In una democrazia, colui che ha capito può esprimersi, in una dittatura no. E' un enorme vantaggio tuttavia in una democrazia potrebbe pontificare e fare il tuttologo anche un dormiente illuso e il delinquente di turno. O, quello che segue la massa, gridando: "crocifiggilo!, crocifiggilo!" perché si fida ciecamente dell'ordine costituito e delle scelte dei "suoi superiori" (idoli).
 

Ma chiarito questo punto, hai detto che la verità la scopriremo solo col ritorno dei profeti. Beh tu puoi aspettare. Ma devi anche soppesare il fatto che i cristiani non hanno bisogno di aspettare il ritorno di Gesù per sapere la Verità, perché è vero che ha annunciato il suo ritorno, ma non è che ha detto “mo ragazzi aspettate che la verità ve la dico dopo quando torno”: mi spiace, lui la Verità l’ha GIÀ detta quando è arrivato, ed ha profetizzato il suo ritorno per raccogliere i frutti di una verità GIÀ rivelata.


Dicevo di attendere il responso dell'oracolo a chi vive nell'illusione di "sapere" informandosi solo su Wikipedia, che non offre un'informazione completa e sempre accurata. Inoltre molti credenti basano le proprie teorie o la propria concezione della verità su quello che leggono distrattamente nei testi sacri tradotti in lingua locale mentre la verità non può mai provenire da un testo scritto, solo dalla Sorgente - o da una coscienza risvegliata. La Bibbia, AT e NT, è un libro che ti permette di contattare il tuo creatore il quale dovrebbe rivelarti la verità "in spirito". La verità ordunque è quello che ti dice la Sorgente e non quello che hai studiato dalla Bibbia. Quanti credenti parlano concretamente e realmente (domande con risposte, non monologo) con il loro Padre celeste e quanti si limitano a leggere testi scritti da altri? A parte che alcuni non sono pronti a ricevere la "vera-verità" e gli viene data quella annacquata, per non essere fulminati dalla Divinità. A costoro, dico di aspettare, e vedere.

Gesù disse allora che c'era moltissimo altro da dire ma che in quel momento non l'avrebbero sopportato. Il resto, la stragrande maggioranza di dati, doveva essere rivelato da Paraclito, anzi, da "un altro Paraclito" perché Gesù stesso veniva considerato un Paraclito. Se i Cristiani non contattano il creatore "in spirito e verità", come pretendono di sapere la parte mancante dei discorsi e ragionamenti di Gesù? Lui ritorna per raccogliere, -E- per istruire le sue pecore fino in fondo, da bravo pastore. Gesù era venuto per risanare dentro e/o fuori alcune persone che avevano acconsemtito al suo intervento, ma una volta sane (o "sante"?) ancora non sono pronte per il Paradiso. I bambini entrano in scuola sani per imparare cose diverse in classi differenti. Non basta essere sani per pilotare l'aereo, così non basta essere "salvati dai peccati" e perdonati per partecipare attivamente nel regno dei cieli o "regno di Dio".

1 Corinzi 6:1 "Quando qualcuno di voi ha una lite con un altro, ha il coraggio di chiamarlo in giudizio davanti agli ingiusti anziché davanti ai santi? Non sapete che i santi giudicheranno il mondo? Se dunque il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicare delle cose minime? Non sapete che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare le cose di questa vita!"

Ora, che Paraclito sia lo spirito santo, oppure Rael, spesso i cristiani non ascoltano né l'uno né l'altro. La loro Fede e la loro azione secondo me si sono quasi sempre fondati su informazioni parziali, insufficienti. Perciò: io "credo" in entrambi - così ricevo informazioni complete e le comprendo
 

Tu non credi a questo, per cui secondo me adesso dopo esserci espressi su tutto ciò in cui crediamo o non crediamo e perché, credo sia ora di mettere da parte i convenevoli e boh.
Magari raccontaci cosa prevede il ritorno di Gesù nel culto raeliano così magari finalmente riusciamo ad entrare nel vivo del post. :asdsi: Sarebbe ora.


Chi vivrà vedrà.



#178 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4539 messaggi

Inviato 15 luglio 2020 - 02:45

Per essere uno che si autoproclama conoscitore della verità fa abbastanza specie vedere che citi una lettera di Paolo.
Non era meglio, per te, citare quel che i corinzi gli rispondono?

#179 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1267 messaggi

Inviato 15 luglio 2020 - 04:01

Per essere uno che si autoproclama conoscitore della verità fa abbastanza specie vedere che citi una lettera di Paolo.
Non era meglio, per te, citare quel che i corinzi gli rispondono?


Io non credo nella perfezione.
Non esiste la perfezione assoluta.
Soprattutto sulla Terra.
Ergo nessuno qui è perfetto.
Ognuno è più o meno avanti nella coscienza.
Ognuno è più o meno un criminale.
Di conseguenza un discepolo vale l'altro.
So che alcuni cristiani odiano Paolo.
Troppo "giudaico" e "anticristiano", dicono.
Altri odiano Giovanni.
Sarebbe troppo gnostico e criptico.
Non faccio queste distinzioni.
Non fanno parte di me e della mia logica.

Secondo me la Sorgente ha spiegato meglio alcuni aspetti della realtà (insomma in modo più dettagliato) a Paolo, altri a Giovanni... Alcuni a Mosè, altri a Maometto.

Non mi aspetto da un credente/ fedele/ religioso e nemmeno da uno gnostico una conoscenza perfetta e totale della realtà. Ma ognuno parla del vissuto e di quello che ha ricevuto dall'alto.

Per questo motivo, non ho problemi ad attingere da quanto avrebbe detto e/o scritto anche un delinquente o eretico, a condizione di essere stato in contatto diretto con la Sorgente.

Un criminale, però parassitato da spiriti vari, potrebbe conoscere meglio un determinato argomento spirituale di un santo che non ha avuto questi contatti perché non ne sapeva niente o perché non ne aveva bisogno. In tal casi si dice 'quello ne sa una più del diavolo'.

Nessun uomo può dirci tutta la verità. Ecco perché se uno ha bisogno di conferme deve guardare nei posti impensabili - e apparentemente meno adatti.



#180 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 4539 messaggi

Inviato 15 luglio 2020 - 04:55

Io non credo nella perfezione.
Non esiste la perfezione assoluta.
Soprattutto sulla Terra.
Ergo nessuno qui è perfetto.
Ognuno è più o meno avanti nella coscienza.
Ognuno è più o meno un criminale.
Di conseguenza un discepolo vale l'altro.
So che alcuni cristiani odiano Paolo.
Troppo "giudaico" e "anticristiano", dicono.
Altri odiano Giovanni.
Sarebbe troppo gnostico e criptico.
Non faccio queste distinzioni.
Non fanno parte di me e della mia logica.
Secondo me la Sorgente ha spiegato meglio alcuni aspetti della realtà (insomma in modo più dettagliato) a Paolo, altri a Giovanni... Alcuni a Mosè, altri a Maometto.
Non mi aspetto da un credente/ fedele/ religioso e nemmeno da uno gnostico una conoscenza perfetta e totale della realtà. Ma ognuno parla del vissuto e di quello che ha ricevuto dall'alto.
Per questo motivo, non ho problemi ad attingere da quanto avrebbe detto e/o scritto anche un delinquente o eretico, a condizione di essere stato in contatto diretto con la Sorgente.
Un criminale, però parassitato da spiriti vari, potrebbe conoscere meglio un determinato argomento spirituale di un santo che non ha avuto questi contatti perché non ne sapeva niente o perché non ne aveva bisogno. In tal casi si dice 'quello ne sa una più del diavolo'.
Nessun uomo può dirci tutta la verità. Ecco perché se uno ha bisogno di conferme deve guardare nei posti impensabili - e apparentemente meno adatti.

E parli anche di discernimento, LOL.
In quei tempi a Corinto c'era già chi, in altre vesti, teorizzava come il tuo beneamato rael.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi