Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Mi presento...


  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 astro.fisica

astro.fisica

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 08:08

Mi presento… salve, sono J. Karelyn P. diplomata al liceo scientifico ed attualmente occupata nel seguire il corso di audiometria alla università ed in… lavori part time. Mi interesso delle scienze occulte e di quelle scientifiche”, (Astrologia, Astrofisica, Cosmologia e Psicologia). Il motivo per cui sono qui è… “scusate, lo potrei pubblicare in questo contesto? (si tratta di una sola pagina)”. Grazie. 


  • TheButterflyEffect, Notte, purple e un altro piace questo

#2 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 6520 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 08:32

Benvenuta su CN!

 

Si tratta solo di una pagina? :D


Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti. (Luigi Pirandello)    132.gif

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 


#3 Sal

Sal

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2500 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 02:38

  :ciao: ciao!



#4 astro.fisica

astro.fisica

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 06:12

Benvenuta su CN!

 

Si tratta solo di una pagina? :D

 

Benvenuta su CN!

 

Si tratta solo di una pagina? :D

Ciao “Moderatore” & C. > sì lo so che una pagina non è sufficiente ma, giuro che in seguito… sarò più loquace. Nel frattempo, se quella fosse “fuori luogo”, si può facilmente censurare.  Allora, lo posso pubblicare quel “motivo che mi piace tanto”?! (forse potrebbe piacere anche a te ed agli altri, che ne dici?). <Chi tace acconsente>



#5 mystery1967

mystery1967

    Moderatore 2.0

  • Moderatore
  • 6520 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 06:25

Tu intanto procedi tranquillamente.....


  • astro.fisica piace questo

Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti. (Luigi Pirandello)    132.gif

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 


#6 astro.fisica

astro.fisica

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 23 maggio 2019 - 07:47

  :ciao: ciao!

Ciao.



#7 astro.fisica

astro.fisica

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 28 maggio 2019 - 07:19

Premessa al motivo per cui sono qui…
§ mia madre è nata a Natal (città a sudest del BR), dove da ragazza, “para ganhar algo para comer” (per guadagnare qualcosa per mangiare), sulla spiaggia di Fortaleza “leggeva la sabbia” o meglio, improntava su questa, con entrambi le dita delle mani, dei solchi, realizzando così, delle figure simmetriche sul bagnasciuga che, l’acqua “man mano” li sbiadiva mutandole. Nel frattempo le interpretava per estrapolarne i significati reconditi. In questo modo riusciva, a dare risposte credibili alle persone che la consultavano. (A mio padre, turista lì ad osservare, gli disse… “você é o que eu tenho esperado por muito tempo” ovvero, “ti stavo aspettando da tempo” poi svelandogli il futuro, lui la condusse in Italia).
Lei chiamo' psicomanzia il suo metodo di divinazione con le Tavole delle Nebulose.

Il termine, derivato dal greco “psico”=“mente, natura” + manzia”=“divinazione”, stava a definire chiaramente, un metodo predittivo consistente nel rivolgersi alla propria mente (entità vivente), per ottenere la conoscenza.
Pertanto, ciò che riferisce “Wiki” ora, nello specificarne il significato, non corrisponde al vero, in quanto asserisce che… “trattasi di una “divinazione consistente nell’evocare le anime dei defunti” (Entità morte), confondendola pertanto, con la “Necromanzia”, considerata una “magia oscura”, rivolta a evocare i demoni”, (

(K.A. da M. precisa… “eu nunca fiz a macumba mesmo sabendo como fazer isso, ossia… “Io non ho mai fatto la “macumba” pur conoscendo come farla”).


La “Psicomanzia” così come è stata concepita, si differenzia da tutte le altre “manzie”, (in cui la consultata cerca un responso, “interrogando” oggetti materiali, quali, carte, astri, fondi di caffè ed altro similare che, chiaramente, sono privi di capacità cognitive), per il fatto di aver determinato “chi” interpellare per ottenere la conoscenza, (personificato dall’ ’“Inconscio Collettivo” concepito dallo psicologo C.G.Jung).

Come anche, nell’aver definito “come” sarebbe stato possibile ottenerla, (servendosi delle Tavole delle Nebulose).

Queste, consistono in n. 12 “carte” che, solo per differenziarle tra esse, assume ognuna, il nome di uno dei 12 segni zodiacali.
Le figure sono stampate su un supporto trasparente, e raffigurano immagini di ipotetiche nebulose, riprodotte in simmetria speculare.
Le tavole sono divise in due gruppi di cui, 6 sono di natura “Yin“ femminile, (prevalenza di forme convesse, simbolo di riferimento Luna crescente in alto, luna calante in basso, colore riquadri fucsia) e 6 di natura “Yang”, maschile, (prevalenza delle forme concave, simbolo di riferimento “Sole ampio” in alto ed il “Sole ristretto” in basso, colore riquadri giallo).


La Psicomanzia è improntata sulla metodica socratica, espressa dalla “maieutica e consistente nell’estrapolare (aiutare a partorire), le recondite conoscenze o “cose nascoste”, insite e latenti, nello intelletto di ogni essere vivente.
Pertanto le tavole delle nebulose, sostituiscono “a areia do Brasiu” (la sabbia del Brasile), perché anch’esse, osservate, evocano inconsce conoscenze, espresse con il linguaggio iconografico
, che, tradotta nella lingua “volgare”, (idioma usato nel “quotidiano conversare”), permette alla consultata di rendere i responsi credibili e facilmente comprensibili da tutti.

Questo metodo predittivo ha affinità con la Catopromanzia, ovvero “divinazione attraverso gli specchi, che consiste nel fissare la propria immagine riflessa, in attesa di ottenere forme da interpretare, ma diversamente da questa, l’attendere le proiezioni inconsce, è minore, come anche la quantità di immagini evocate siano maggiori, per il fatto che le tavole posso assumere sempre nuove forme, per # posizione, (tavola mostrata in verticale, od orizzontale), che per # sovrapposizione, per il fatto di essere trasparenti quindi posizionarle (maschio sotto, femmina sopra o il contrario, come anche tra maschio-maschio o, femmina-femmina ed ancora, si possono # coniugare, (una in orizzontale sopra l’altra in verticale).
§

Mio padre invece, (ingegnere ed ora mio “insegnante di fisica” che, in altri tempi si occupava della Statica
dei fabbricati e della Dinamica
dei meccanismi) afferma che, seguendo le indicazioni del fisico teorico, Fritjof Capra, redattore del “Tao della Fisica, sia la “Via” (Tao), della conoscenza scientifica (razionalità, “Yang”), sia quella della filosofia, (intuizione, “Yin”), sia riuscito a ricostruire come sia fatto e funzioni il reale sistema cosmico, (e non Come e Chi” abbia generato il creato, impegno, a suo dire, di pertinenza dei mistici e non dei fisici).
Pertanto, da tutto ciò, consegue il motivo per cui sono qui. Infatti, poiché il mio “insegnante” afferma che le sue conoscenze cosmologiche derivino, non dal consultare le tavole delle nebulose bensì, dal consultare il proprio “Alter Ego” e ritenendolo io un “ironico e perfido sofista[size=3]” (colui che fa discorsi falsi ed ingannevole, facendo apparire vero, ciò che non lo è), desidererei che qualcuno, con maggiore conoscenza, mi confermasse o meno, il mio parere. (Da bambina, lui prendeva una teiera d’argento dalla vetrina, l’apriva mostrando che non c’era nulla poi mi domandava… “Karelyn, ti piacciono i cioccolatini?”, chiaramente gli rispondevi sì e lui, distogliendomi un momento, la manipolava e dopo strofinandola, l’apriva ed “hops”, ci trovavo i cioccolatiiiini!).





[font=arial]61763655_828706410860576_295434796814198


Messaggio modificato da Pandora, 28 maggio 2019 - 05:05
pubblicità libro

  • purple e Stardust338 piace questo

#8 purple

purple

    festina lente

  • Utenti
  • 2960 messaggi

Inviato 28 maggio 2019 - 03:41

 

Pertanto, da tutto ciò, consegue il motivo per cui sono qui. Infatti, poiché il mio “insegnante” afferma che le sue conoscenze cosmologiche derivino, non dal consultare le tavole delle nebulose bensì, dal consultare il proprio “Alter Ego” e ritenendolo io un “ironico e perfido sofista (colui che fa discorsi falsi ed ingannevole, facendo apparire vero, ciò che non lo è), desidererei che qualcuno, con maggiore conoscenza, mi confermasse o meno, il mio parere. 

 

 

Molto interessante :) .

L'unica cosa che non ho capito è cosa intendi per "Alter Ego".



#9 astro.fisica

astro.fisica

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 28 maggio 2019 - 10:37

Hai fatto mai attenzione a quando pensi? Tu vuoi fare una cosa ed un altro "tu" ti dice... "ma perché non andiamo là"?
  • purple piace questo

#10 purple

purple

    festina lente

  • Utenti
  • 2960 messaggi

Inviato 28 maggio 2019 - 11:35

Hai fatto mai attenzione a quando pensi? Tu vuoi fare una cosa ed un altro "tu" ti dice... "ma perché non andiamo là"?

 

La coscienza o autocoscienza quindi...



#11 Moroni

Moroni

    Utente Full

  • Utenti
  • 1341 messaggi

Inviato 30 maggio 2019 - 02:16

la chiave è il non-fare

cioè scegliere una direzione opposta all'abitudine 



#12 Persian

Persian

    *U S P* "mysweetreasure"

  • Utenti
  • 2549 messaggi

Inviato 07 luglio 2019 - 10:24

Benvenuta!
"Moltiplica ciò che stai pensando all'infinito, gettalo negli abissi dell'eternità e vedrai solo uno spiraglio di cio che vorrei dirti..."

#13 Stardust338

Stardust338

    Utente Junior

  • Utenti
  • 50 messaggi

Inviato 21 luglio 2019 - 09:35

Premessa al motivo per cui sono qui…
§ mia madre è nata a Natal (città a sudest del BR), dove da ragazza, “para ganhar algo para comer” (per guadagnare qualcosa per mangiare), sulla spiaggia di Fortaleza “leggeva la sabbia” o meglio, improntava su questa, con entrambi le dita delle mani, dei solchi, realizzando così, delle figure simmetriche sul bagnasciuga che, l’acqua “man mano” li sbiadiva mutandole. Nel frattempo le interpretava per estrapolarne i significati reconditi. In questo modo riusciva, a dare risposte credibili alle persone che la consultavano. (A mio padre, turista lì ad osservare, gli disse… “você é o que eu tenho esperado por muito tempo” ovvero, “ti stavo aspettando da tempo” poi svelandogli il futuro, lui la condusse in Italia).
Lei chiamo' psicomanzia il suo metodo di divinazione con le Tavole delle Nebulose.

Il termine, derivato dal greco “psico”=“mente, natura” + manzia”=“divinazione”, stava a definire chiaramente, un metodo predittivo consistente nel rivolgersi alla propria mente (entità vivente), per ottenere la conoscenza.
Pertanto, ciò che riferisce “Wiki” ora, nello specificarne il significato, non corrisponde al vero, in quanto asserisce che… “trattasi di una “divinazione consistente nell’evocare le anime dei defunti” (Entità morte), confondendola pertanto, con la “Necromanzia”, considerata una “magia oscura”, rivolta a evocare i demoni”, (

(K.A. da M. precisa… “eu nunca fiz a macumba mesmo sabendo como fazer isso, ossia… “Io non ho mai fatto la “macumba” pur conoscendo come farla”).


La “Psicomanzia” così come è stata concepita, si differenzia da tutte le altre “manzie”, (in cui la consultata cerca un responso, “interrogando” oggetti materiali, quali, carte, astri, fondi di caffè ed altro similare che, chiaramente, sono privi di capacità cognitive), per il fatto di aver determinato “chi” interpellare per ottenere la conoscenza, (personificato dall’ ’“Inconscio Collettivo” concepito dallo psicologo C.G.Jung).

Come anche, nell’aver definito “come” sarebbe stato possibile ottenerla, (servendosi delle Tavole delle Nebulose).

Queste, consistono in n. 12 “carte” che, solo per differenziarle tra esse, assume ognuna, il nome di uno dei 12 segni zodiacali.
Le figure sono stampate su un supporto trasparente, e raffigurano immagini di ipotetiche nebulose, riprodotte in simmetria speculare.
Le tavole sono divise in due gruppi di cui, 6 sono di natura “Yin“ femminile, (prevalenza di forme convesse, simbolo di riferimento Luna crescente in alto, luna calante in basso, colore riquadri fucsia) e 6 di natura “Yang”, maschile, (prevalenza delle forme concave, simbolo di riferimento “Sole ampio” in alto ed il “Sole ristretto” in basso, colore riquadri giallo).


La Psicomanzia è improntata sulla metodica socratica, espressa dalla “maieutica e consistente nell’estrapolare (aiutare a partorire), le recondite conoscenze o “cose nascoste”, insite e latenti, nello intelletto di ogni essere vivente.
Pertanto le tavole delle nebulose, sostituiscono “a areia do Brasiu” (la sabbia del Brasile), perché anch’esse, osservate, evocano inconsce conoscenze, espresse con il linguaggio iconografico
, che, tradotta nella lingua “volgare”, (idioma usato nel “quotidiano conversare”), permette alla consultata di rendere i responsi credibili e facilmente comprensibili da tutti.

Questo metodo predittivo ha affinità con la Catopromanzia, ovvero “divinazione attraverso gli specchi, che consiste nel fissare la propria immagine riflessa, in attesa di ottenere forme da interpretare, ma diversamente da questa, l’attendere le proiezioni inconsce, è minore, come anche la quantità di immagini evocate siano maggiori, per il fatto che le tavole posso assumere sempre nuove forme, per # posizione, (tavola mostrata in verticale, od orizzontale), che per # sovrapposizione, per il fatto di essere trasparenti quindi posizionarle (maschio sotto, femmina sopra o il contrario, come anche tra maschio-maschio o, femmina-femmina ed ancora, si possono # coniugare, (una in orizzontale sopra l’altra in verticale).
§

Mio padre invece, (ingegnere ed ora mio “insegnante di fisica” che, in altri tempi si occupava della Statica
dei fabbricati e della Dinamica
dei meccanismi) afferma che, seguendo le indicazioni del fisico teorico, Fritjof Capra, redattore del “Tao della Fisica, sia la “Via” (Tao), della conoscenza scientifica (razionalità, “Yang”), sia quella della filosofia, (intuizione, “Yin”), sia riuscito a ricostruire come sia fatto e funzioni il reale sistema cosmico, (e non Come e Chi” abbia generato il creato, impegno, a suo dire, di pertinenza dei mistici e non dei fisici).
Pertanto, da tutto ciò, consegue il motivo per cui sono qui. Infatti, poiché il mio “insegnante” afferma che le sue conoscenze cosmologiche derivino, non dal consultare le tavole delle nebulose bensì, dal consultare il proprio “Alter Ego” e ritenendolo io un “ironico e perfido sofista[size=3]” (colui che fa discorsi falsi ed ingannevole, facendo apparire vero, ciò che non lo è), desidererei che qualcuno, con maggiore conoscenza, mi confermasse o meno, il mio parere. (Da bambina, lui prendeva una teiera d’argento dalla vetrina, l’apriva mostrando che non c’era nulla poi mi domandava… “Karelyn, ti piacciono i cioccolatini?”, chiaramente gli rispondevi sì e lui, distogliendomi un momento, la manipolava e dopo strofinandola, l’apriva ed “hops”, ci trovavo i cioccolatiiiini!).





[font=arial]61763655_828706410860576_295434796814198


Quello che scrivi è interessante anche se ho perso un paio di volte il filo del discorso. Io credo che ci possa essere una "psico" divinazione, ma non suggerita dall'ego, perché quello è una brutta bestia, vocina fastidiosa che potrebbe portare alla pazzia chi non riesce a capire cosa effettivamente sia. Più che altro le risposte potrebbero venire dal proprio inconscio

#14 Ombra gitana

Ombra gitana

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3288 messaggi

Inviato 22 luglio 2019 - 02:31

Se ho capito bene la tesi di tuo padre, si tratta di qualcosa di interessante, che ha ben poco di esoterico.

 

La prima domanda che mi è venuta - a una prima lettura veloce - riguarda il rapporto tra le nebulose e l'inconscio personale.

Ma forse la sede giusta per approfondire non è questa, di presentazione.


Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi