Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Libertà, Schemi, Chaos.

Follia Sartre ti odio Libertà Tag

  • Per cortesia connettiti per rispondere
47 risposte a questa discussione

#41 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 03:02

"Libertà e amore sono due ali dello stesso gabbiano" - Osho (forse.)


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#42 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19063 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 03:21

... ma cosa ti farebbe sentire completamente e veramente libera, mantenendo la capacità di mettere sempre in discussione il concetto stesso di libertà sulla base di quelli che chiami schemi. Una volta che l'hai capito, hai capito anche come andare avanti.


Questo ho fatto, e tornando da quello stato sono nate le diatribe, le seghe mentali, come le vogliono chiamare, piuttosto credo sia solo un tentativo di mantenere fermo quel "momento" incomprensibile nella sua interezza, spezzettarlo. Lo sbaglio sta che va vissuto, non capito, perché non è mentale, è la pretesa di richiamarlo o viverlo mentalmente che è sbagliata, qua.

È lo smarrimento e la necessità di riportare tutto ad un livello noto, certamente si tratta di bruciare tappe perché se uno è pronto o forse abbastanza folle da buttarsi direttamente, non sta poi a farsi domande o riflettere, è quello, ormai, fissato nell'essere.

Quel momento è privo di tutto ciò che è noto, o anche solo immaginato, eppure è percepibile e quasi concreta la reale possibilità di ogni cosa, e sembra divertentissimo a pensarci ora, ma non lo è per niente, non che debba esserlo, il discorso è che non è proprio Niente, niente di niente. Un vuoto bianco sordo che aspetta di scaturire ed esprimersi, e tu sei la dentro e la mente che voleva questo o quello, che aspettava e desiderava e combatteva per avere questo o quello, essere questo o quello, improvvisamente non c'è più, hai davanti tutto ma niente di quello che pensavi di dover volere o poter volere a quel punto ha più importanza. Una liberta assoluta, piena, e niente di cui farsene. E allora, liberi davvero è dentro quel tutto. (anche se ho sempre preso poco bene qualsiasi pensiero che significasse annullarsi, troppo ancora affezionata a questo ego in espressione).

#43 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19063 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 03:21

"Libertà e amore sono due ali dello stesso gabbiano" - Osho (forse.)


:rotfl:

Non colgo la pertinenza col resto del discorso :rotfl:

#44 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 03:27

:rotfl:

Non colgo la pertinenza col resto del discorso :rotfl:

 

 

Significa che l'amore ti renderà libera :asdsi:
Dimentica tutte quelle robe su chaos, con o senza la H per far figo, le elucubrazioni, gli slanci nella tenebra mistica...

 

Niente. L'amore, ecco cosa ti renderà libera, nient'altro - perché non esiste altra libertà, o comunque, nessun'altra libertà che valga la pena di ottenere; senza amore, si è come uccelli che volano con un'ala spezzata, incompleti, instabili, destinati a fiondarci contro gli scogli della vita e venir divorati dai granchi pulitori sulla battigia dell'esistenza, come uccelli schiantati, appunto :asdsi:

 

"Più uccelli, meno seghe" - fa' di questo monito il tuo nuovo inno alla vita.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#45 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19063 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 04:09

Ah. Si. Certo.

E questo Amore cosa sarebbe, scusa?

Una parola, come Libertà, Caos, senza acca, e tante altre, che si tira appresso la stessa mole di elucubrazione da cui presumiamo fuggire, o incoraggiamo gli altri, a fuggire.

Potrei anche tirar fuori una parola inventata di sana pianta, tanto per stimolare l'attenzione, ma tanto ci attaccherei comunque il resto, e finirebbero per attaccarcelo anche gli altri, in risposta. E così via nell'appiccicume. A sembrare tutto così ouff.

Comunque. San Valentino è passato. Si torna alla sovrana realtà della non esistenza dell'amore.

#46 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 04:21

Ah. Si. Certo.

E questo Amore cosa sarebbe, scusa?

Una parola, come Libertà, Caos, senza acca, e tante altre, che si tira appresso la stessa mole di elucubrazione da cui presumiamo fuggire, o incoraggiamo gli altri, a fuggire.

Potrei anche tirar fuori una parola inventata di sana pianta, tanto per stimolare l'attenzione, ma tanto ci attaccherei comunque il resto, e finirebbero per attaccarcelo anche gli altri, in risposta. E così via nell'appiccicume. A sembrare tutto così ouff.

Comunque. San Valentino è passato. Si torna alla sovrana realtà della non esistenza dell'amore.

 

 

S'è per questo nemmeno la libertà o il "chaos" esistono, ma sembra che la cosa non impedisca a nessuno di parlarne :asdsi:
L'amore, d'altro canto, a differenza di caos e libertà (nei termini assoluti o meno in cui è stata intesa) ha almeno il pregio di coinvolgere anche qualcun altro oltre il proprio triste e solipsistico io; eccerto che ti senti incatenata, travagliata, dolorante ecc, perché a che serve raggiungere anche la più sublime delle verità e libertà, se poi al posto del cuore si ha un blocco di ossidiana?
A niente, secondo me :dunno:


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#47 Frèyja

Frèyja

    .L.

  • Utenti
  • 4644 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 05:31

Questo ho fatto, e tornando da quello stato sono nate le diatribe, le seghe mentali, come le vogliono chiamare, piuttosto credo sia solo un tentativo di mantenere fermo quel "momento" incomprensibile nella sua interezza, spezzettarlo. Lo sbaglio sta che va vissuto, non capito, perché non è mentale, è la pretesa di richiamarlo o viverlo mentalmente che è sbagliata, qua.
È lo smarrimento e la necessità di riportare tutto ad un livello noto, certamente si tratta di bruciare tappe perché se uno è pronto o forse abbastanza folle da buttarsi direttamente, non sta poi a farsi domande o riflettere, è quello, ormai, fissato nell'essere.
Quel momento è privo di tutto ciò che è noto, o anche solo immaginato, eppure è percepibile e quasi concreta la reale possibilità di ogni cosa, e sembra divertentissimo a pensarci ora, ma non lo è per niente, non che debba esserlo, il discorso è che non è proprio Niente, niente di niente. Un vuoto bianco sordo che aspetta di scaturire ed esprimersi, e tu sei la dentro e la mente che voleva questo o quello, che aspettava e desiderava e combatteva per avere questo o quello, essere questo o quello, improvvisamente non c'è più, hai davanti tutto ma niente di quello che pensavi di dover volere o poter volere a quel punto ha più importanza. Una liberta assoluta, piena, e niente di cui farsene. E allora, liberi davvero è dentro quel tutto. (anche se ho sempre preso poco bene qualsiasi pensiero che significasse annullarsi, troppo ancora affezionata a questo ego in espressione).

Credo di aver un po' intuito lo stato di cui parli. Dev'essere qualcosa che somiglia appunto al "brodo primordiale", un agglomerato di tutto un po', che se da un lato ribolle di potenza e libertà dall'altro è in qualche modo "monco", perché è ma ancora non è e non si riesce a rapportarlo all'esperienza quotidiana, perché è altrove rispetto al tempo e rispetto a te. Come situato in un'intercapedine fra espresso e inespresso. Che poi alla fine la sensazione che lascia è quella di essere carichi all'infinito di roba che non "scende" e non si espande, e un'ovvia curiosità di sapere o tornare, perché siamo noi a doverci muovere verso di esso, mai il contrario.
Io ti direi che questa "bolla " delle meraviglie va fatta esplodere.

(Sembra un dialogo fra pazze, lo so, ma non preoccupiamoci troppo).

#48 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19063 messaggi

Inviato 18 febbraio 2019 - 09:36

Figurati se mi preoccupo. Tutt'al più mi giro dall'altra parte. :asdsi:

Cazzo si, spero che ci hai preso nel capire quello che volevo esprimere, così che possa seguire il tuo consiglio di esplosione.

Succede che ora come ora permane una calma immota, come che abbia capito qualcosa di veramente fondamentale, ma ovviamente non l'ho capito cerebralmente. È piu una sensazione, anzi, nemmeno, è una ertezza di stato, ed è quasi inattaccabile dal dubbio che sempre sopraggiunge ogni qual volta si hanno esperienze di quesyo genere.

:flu:
  • Frèyja piace questo





Anche taggato con Follia, Sartre ti odio, Libertà, Tag

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi