Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Immigrao meravigliao


  • Per cortesia connettiti per rispondere
34 risposte a questa discussione

#21 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2099 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:43

Mancanza di lavoro, crescita dell'economia quasi pari a 0, burocrazia elefantiaca che spaventa gli investitori stranieri, evasione fiscale record in Europa, corruzione endemica.........ma il problema principale dell'Italia sono gli immigrati.

 

Attenzione, specifico per i minus habens presenti, non sto dicendo che il problema non esista in alcune parti d'Italia, ma che di sicuro NON è il nostro problema principale.

 

Questa vostra narrazione fa a pugni con la dura realtà, ma tranquilli, presto il brusco risveglio arriverà anche per voi.

 

Bene... vedo che fai lo gnorri. 

Mancanza di lavoro: Molti piccoli negozi stanno chiudendo (la vera economia italiana) perché molto spesso le strade un tempo riservate al passeggio e allo shopping sono piene di clandestini che hanno aperto in ogni angolo un kebab o ci sono i cinesi a fare la concorrenza senza pagare tasse. Questo si traduce in meno lavoro per gli italiani che le tasse le pagano in italia, e quindi equivale a meno tasse in casse statali  e quindi ancora meno investimenti, meno lavoro, e quindi più disoccupati, più soldi stanziati per le emergenze, meno crescita, meno "pil buono" Più DEBITO più spred alto.

Più clandestini = aumento demografico, aumento necessità investimenti comunali e regionali, (più scuole, più case, più sostegno) aumento spesa sanitaria, (disoccupati e clandestini non pagano) aumento emergenza sociale, aumento droghe (quindi aumento dei rimbecilliti che un domani saranno il tuo chirurgo il tuo avvocato) quindi aumento spesa sanitaria per la disintossicazione dalla droga o di interventi di rianimazione, aumento disagio sociale, aumento degrado, aumento quindi costi di gestione e spesa locale e regionale.

Questo è solo una parte del cerchio che alimenta ed aumenta la spesa e distrugge il lavoro.

Vuoi continuare a fare lo gnorri? bene.... vai avanti. 



#22 Spinoza

Spinoza

    Prima i Maremmani !!!

  • Utenti
  • 4881 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 11:33

Bene... vedo che fai lo gnorri. 

Mancanza di lavoro: Molti piccoli negozi stanno chiudendo (la vera economia italiana) perché molto spesso le strade un tempo riservate al passeggio e allo shopping sono piene di clandestini che hanno aperto in ogni angolo un kebab o ci sono i cinesi a fare la concorrenza senza pagare tasse. Questo si traduce in meno lavoro per gli italiani che le tasse le pagano in italia, e quindi equivale a meno tasse in casse statali  e quindi ancora meno investimenti, meno lavoro, e quindi più disoccupati, più soldi stanziati per le emergenze, meno crescita, meno "pil buono" Più DEBITO più spred alto.

Più clandestini = aumento demografico, aumento necessità investimenti comunali e regionali, (più scuole, più case, più sostegno) aumento spesa sanitaria, (disoccupati e clandestini non pagano) aumento emergenza sociale, aumento droghe (quindi aumento dei rimbecilliti che un domani saranno il tuo chirurgo il tuo avvocato) quindi aumento spesa sanitaria per la disintossicazione dalla droga o di interventi di rianimazione, aumento disagio sociale, aumento degrado, aumento quindi costi di gestione e spesa locale e regionale.

Questo è solo una parte del cerchio che alimenta ed aumenta la spesa e distrugge il lavoro.

Vuoi continuare a fare lo gnorri? bene.... vai avanti. 

 

Cioè fammi capire, la crescita stimata dell'Italia per il 2019 sarà dello 0,2 % a causa dei 350.000 - 400.000 immigrati irregolari?

Ma che davvero....!?

 

Certo che ne hai di fantasia, neanche il compianto Wolfthrone sarebbe arrivato a simili picchi di idiozia.


  • Yanez piace questo

#23 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 8144 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 11:39

Bene... vedo che fai lo gnorri. 

Mancanza di lavoro: Molti piccoli negozi stanno chiudendo (la vera economia italiana) perché molto spesso le strade un tempo riservate al passeggio e allo shopping sono piene di clandestini che hanno aperto in ogni angolo un kebab o ci sono i cinesi a fare la concorrenza senza pagare tasse. Questo si traduce in meno lavoro per gli italiani che le tasse le pagano in italia, e quindi equivale a meno tasse in casse statali  e quindi ancora meno investimenti, meno lavoro, e quindi più disoccupati, più soldi stanziati per le emergenze, meno crescita, meno "pil buono" Più DEBITO più spred alto.

Più clandestini = aumento demografico, aumento necessità investimenti comunali e regionali, (più scuole, più case, più sostegno) aumento spesa sanitaria, (disoccupati e clandestini non pagano) aumento emergenza sociale, aumento droghe (quindi aumento dei rimbecilliti che un domani saranno il tuo chirurgo il tuo avvocato) quindi aumento spesa sanitaria per la disintossicazione dalla droga o di interventi di rianimazione, aumento disagio sociale, aumento degrado, aumento quindi costi di gestione e spesa locale e regionale.

Questo è solo una parte del cerchio che alimenta ed aumenta la spesa e distrugge il lavoro.

Vuoi continuare a fare lo gnorri? bene.... vai avanti. 

secondo me a volte è meglio calare un velo pietoso su alcuni per via che  non vogliono vedere la realtà dei fatti oppure perché non vivono certe realtà di tutti i giorni ( e dovrebbero ringraziare di questo ). Invece dovrebbero scendere in campo e buttarsi in queste situazioni di degrado come il centro storico di Genova o di altre parti d'Italia per rendersi conto realmente di come alcune zone delle nostre città sono ridotte. Non hanno ancora capito, e questo è molto grave, che più persone irregolari entrano in un paese dove il lavoro manca totalmente per le persone che già ci vivono, più la delinquenza aumenta e più problemi si vengono a creare. Ma è come parlare con un muro, ti ascolta ma reazione zero.


For whom the bell tolls


#24 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior

  • Utenti
  • 485 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 11:52

io Metallica andai a Genova circa 3 anni fa per un evento di un gioco a cui partecipo e ti giuro che per tutto il giorno non riuscì a mangiare niente , solo Kebab (di cui l'odore mi dà alla nausea) o cinesi dai dubbi modi di conservazione del cibo



#25 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 8144 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:16

io Metallica andai a Genova circa 3 anni fa per un evento di un gioco a cui partecipo e ti giuro che per tutto il giorno non riuscì a mangiare niente , solo Kebab (di cui l'odore mi dà alla nausea) o cinesi dai dubbi modi di conservazione del cibo

in tre anni è peggiorata ancora di più

For whom the bell tolls


#26 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior

  • Utenti
  • 485 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:57

sinceramente non riesco nemmeno a pensare che ci possa essere qualcosa di peggio di quello che vidi io... comunque era vicino al porto la zona di cui ti sto parlando tu vivi li più o meno ?



#27 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2099 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 01:10

Cioè fammi capire, la crescita stimata dell'Italia per il 2019 sarà dello 0,2 % a causa dei 350.000 - 400.000 immigrati irregolari?

Ma che davvero....!?

 

Certo che ne hai di fantasia, neanche il compianto Wolfthrone sarebbe arrivato a simili picchi di idiozia.

 

Ma hai studiato al cepu per dare queste stime? in 30 anni di sbarchi 350mila? ma stiamo scherzando? se conti indiani, cinesi, rom, e africani arriviamo a dir poco a 3 milioni.

ma tu vivi sulla terra o su marte? per quanti anni i cinesi hanno prodotto mandando i guadagni in cina? quante tasse pagano? e i rom che puntualmente rubano ghisa e rame fermando i treni? ed i roghi tossici? non credi che costa questa roba? credi che sia gratis? credi che l'inquinamento dovuto dall'incenerire le gomme non vada a carico del sistema sanitario nazionale? non credi che per ogni kebab aperto ci saranno 3 negozi italiani che chiudono? non credi che se una piazza con un corso importante sia frequentata abitualmente da 5/6 spacciatori poi questa piazza e questa via piano piano si desertificherà perchè la gente perbene e quelli che vanno a cenare ed a fare shopping poi decidano di andare verso altri lidi? 

Sai cosa vuol dire questo? che se stiamo parlando di una via di una piccola cittadina abbiamo ammazzato completamente l'economia interna.

E comunque non stiamo parlando di gente composta che ha la cultura del lavoro nel sangue. Ma nel migliori dei casi di gente affamata che ha sempre vissuto senza regole che se va bene faranno la guerra tra operai poveri, mentre se va male (come accade troppo troppo spesso) diventano spacciatori molto spesso casinisti e rissosi.

meditaci un po su.



#28 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 8144 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 01:54

sinceramente non riesco nemmeno a pensare che ci possa essere qualcosa di peggio di quello che vidi io... comunque era vicino al porto la zona di cui ti sto parlando tu vivi li più o meno ?

via Gramsci per caso? Davanti avevi l'acquario? Se si oggi è peggio ancora. Io adesso non vivo più li sono in riviera ma abitavo da quelle parti

For whom the bell tolls


#29 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior

  • Utenti
  • 485 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 03:42

no l'acquario non l'ho visto



#30 rsorrt

rsorrt

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 6885 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 03:53

e un grancazzo che me ne frega ce lo vuoi mettere? Cmq non starci troppo male se il pd è all'11% può fare di meglio e scendere ancora, basta che qualche politico del pd vada in TV a parlare male della lega e Salvini non tarda ad arrivare al 40%

vedrai che scende ancora di più, arriveranno al punto da scomparire.
Il problema è che poi quelle stesse facce di merda che ora imperversano nel piddi cambieranno casacca, colore, pettinatura... si faranno la plastica facciale e cambieranno dati all'anagrafe !

Vedrai che li ritroveremo con una verginità rifatta a dire quello che ora dicono essere disastroso....

Ma hai studiato al cepu per dare queste stime? in 30 anni di sbarchi 350mila? ma stiamo scherzando? se conti indiani, cinesi, rom, e africani arriviamo a dir poco a 3 milioni.
ma tu vivi sulla terra o su marte? per quanti anni i cinesi hanno prodotto mandando i guadagni in cina? quante tasse pagano? e i rom che puntualmente rubano ghisa e rame fermando i treni? ed i roghi tossici? non credi che costa questa roba? credi che sia gratis? credi che l'inquinamento dovuto dall'incenerire le gomme non vada a carico del sistema sanitario nazionale? non credi che per ogni kebab aperto ci saranno 3 negozi italiani che chiudono? non credi che se una piazza con un corso importante sia frequentata abitualmente da 5/6 spacciatori poi questa piazza e questa via piano piano si desertificherà perchè la gente perbene e quelli che vanno a cenare ed a fare shopping poi decidano di andare verso altri lidi?
Sai cosa vuol dire questo? che se stiamo parlando di una via di una piccola cittadina abbiamo ammazzato completamente l'economia interna.
E comunque non stiamo parlando di gente composta che ha la cultura del lavoro nel sangue. Ma nel migliori dei casi di gente affamata che ha sempre vissuto senza regole che se va bene faranno la guerra tra operai poveri, mentre se va male (come accade troppo troppo spesso) diventano spacciatori molto spesso casinisti e rissosi.
meditaci un po su.

ah beh che i soldi li mandino in buona parte fuori Italia non ci piove.

Non contiamo poi la massa di immigrati nelle mani della malavita sopratutto quella legata alla droga dove il "nero" viene utilizzato come spaccino e la polizia li becca, li rimette fuori subito, li ribecca e li rimette fuori subito... alla fine nemmeno li prendono più tanto li devono rimettere subito a spasso.. E la gente intanto crepa e il degrado aumenta.

Chi dobbiamo ringraziare di questo sfacelo se non anni di politica orientata al "tutti dentro" ?
e anche adesso insistono.... continuano ad insistere.

L'italia diventa sempre più una fogna a cielo aperto, piano piano... sempre di più.
E volevano fare pure "l'accoglienza diffusa" spargendo questi casini a piccole dosi dappertutto
rendendo il problema così poco visibile fino a che sarebbe stato ingestibile e traboccante al punto di non ritorno. Meno male che li hanno cacciati dal governo a pedate quei mannari politicanti ipocriti che pure la costituzione volevano modificare !! E ora ogni volta che aprono bocca sprofondano sempre di più.... ma ancora insistono con le stesse assurde pretese suicide, ancora suonano la medesima musica accusando gli altri di fare il male del paese.
Sono pazzi come cavalli.

Non avere una meta è comunque una meta, e cercare è di per sé un obiettivo, al di là del contenuto. La vita non ha uno scopo, è solo un viaggio.
[Gao XingJian]


#31 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2510 messaggi

Inviato 14 febbraio 2019 - 02:37


Bene... vedo che fai lo gnorri. 

Mancanza di lavoro: Molti piccoli negozi stanno chiudendo (la vera economia italiana) perché molto spesso le strade un tempo riservate al passeggio e allo shopping sono piene di clandestini che hanno aperto in ogni angolo un kebab o ci sono i cinesi a fare la concorrenza senza pagare tasse. Questo si traduce in meno lavoro per gli italiani che le tasse le pagano in italia, e quindi equivale a meno tasse in casse statali  e quindi ancora meno investimenti, meno lavoro, e quindi più disoccupati, più soldi stanziati per le emergenze, meno crescita, meno "pil buono" Più DEBITO più spred alto.

Più clandestini = aumento demografico, aumento necessità investimenti comunali e regionali,

...

Io non ho il privilegio di vivere a Viareggio, ma vivo e conosco Roma, la provincia di Frosinone, la Sabina e il litorale laziale, soprattutto verso sud.

Come fa notare, giustamnte, Spino, il degrado di certe zone c'è, e in certi casi assume anche aspetti vergognosi: non tutto fatto di bivacchi di immigrati, ma più spesso di trascuratezza e miseria tutta italiana, abusivismo edilizio incontrollato, strade che sembrano bombardate, accozzaglia di capannoni, recinzioni, cantieri sconquassati, che si sommano e s'intrecciano a un'urbanistica (o meglio, aun'assenza di cura urbanistica) che ha fatto crescere interi quartieri - sia a Roma, nelle zone di confine periferico con la campagna, sia nei centri minori - senza servizi, e progettati talmente male che si trasformano in breve tempo in ghetti di incredibile squallore.

E' il caso di Latina e dintorni, per esempio, e del quartiere di Montesacro nelle sue propaggini limitrofe a quelle che un tempo erano chiamate "borgate", dell'intero percorso della via Casilina, fino a Valmontone e oltre, delle zone intorno a Tivoli, la Prenestina, la Nettunense, Aprilia, Pomezia, Fiumicino, etc, l'elenco sarebbe lungo, le zone più campagnole si salvano in parte, ma nicchie di degrado ci sono anche lì, a deturpare paesaggi e centri storici di delicata o talvolta travolgente bellezza.

 

Un degrado, che in molti casi era già scritto nel loro atto di nascita (come per esempio il famoso Quarticciolo, e altre destinazioni appositamnte progettate e realizzate come ghetti), e che in altri si è andato a mano a mano verificando in anni in cui il fenomeno dell'immigrazione (extra comunitaria) non esisteva nmmeno in ipotesi.

Se un cittadino, una persona normale, dotata di un minimo amor proprio, soffre a vivere in uno di questi posti, anzi inorridisce e s'incazza, ha perfettamnte ragione. Ma se inorridisce e s'incazza a causa degli immigrati o è scemo o è stronzo.

 

Una politica, un'amministrazione - locale e nazionale - che non riesce a gestire il territorio, l'urbanistica, la sicurezza, la sorveglianza, etc, non è nemmeno in grado di gestire la più piccola, la più ordinata delle migrazioni, interne, esterne, o internazionali che siano. E non sa gestire nanche la migrazione giornaliera dei pendolari, che fin dalle 5 della mattina cominciano a intasare le vie di accesso a Roma, o le migrazioni domenicali di andata e ritorno dal mare, e i miserabili accampamenti di malati nelle sale d'aspetto dei Pronto Soccorso degli ospedali - tra l'altro, io ci sono stato, per quattro giorni, nella Sala OBI (Osservazione Breve Intensiva) nel policlinico Tor Vergata: un salone con cinquanta letti, come un ospedale da campo della Grande Guerra, uno appiccicato all'altro, luci accese notte e giorno, medici esausti che saltavano da un capezzale all'altro, e di non-italiani c'erano solo alcuni infermieri - una ragazza tunisina, gentilissima, una cipriota ai modi aristocratici, una somala con le treccina rasta che parlava romanaccio e un ragazzone indiano gigantesco con la barbona da pirata.


Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#32 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2099 messaggi

Inviato 14 febbraio 2019 - 03:42

 

Bene... vedo che fai lo gnorri. 

Mancanza di lavoro: Molti piccoli negozi stanno chiudendo (la vera economia italiana) perché molto spesso le strade un tempo riservate al passeggio e allo shopping sono piene di clandestini che hanno aperto in ogni angolo un kebab o ci sono i cinesi a fare la concorrenza senza pagare tasse. Questo si traduce in meno lavoro per gli italiani che le tasse le pagano in italia, e quindi equivale a meno tasse in casse statali  e quindi ancora meno investimenti, meno lavoro, e quindi più disoccupati, più soldi stanziati per le emergenze, meno crescita, meno "pil buono" Più DEBITO più spred alto.

Più clandestini = aumento demografico, aumento necessità investimenti comunali e regionali,

...

Io non ho il privilegio di vivere a Viareggio, ma vivo e conosco Roma, la provincia di Frosinone, la Sabina e il litorale laziale, soprattutto verso sud.

Come fa notare, giustamnte, Spino, il degrado di certe zone c'è, e in certi casi assume anche aspetti vergognosi: non tutto fatto di bivacchi di immigrati, ma più spesso di trascuratezza e miseria tutta italiana, abusivismo edilizio incontrollato, strade che sembrano bombardate, accozzaglia di capannoni, recinzioni, cantieri sconquassati, che si sommano e s'intrecciano a un'urbanistica (o meglio, aun'assenza di cura urbanistica) che ha fatto crescere interi quartieri - sia a Roma, nelle zone di confine periferico con la campagna, sia nei centri minori - senza servizi, e progettati talmente male che si trasformano in breve tempo in ghetti di incredibile squallore.

E' il caso di Latina e dintorni, per esempio, e del quartiere di Montesacro nelle sue propaggini limitrofe a quelle che un tempo erano chiamate "borgate", dell'intero percorso della via Casilina, fino a Valmontone e oltre, delle zone intorno a Tivoli, la Prenestina, la Nettunense, Aprilia, Pomezia, Fiumicino, etc, l'elenco sarebbe lungo, le zone più campagnole si salvano in parte, ma nicchie di degrado ci sono anche lì, a deturpare paesaggi e centri storici di delicata o talvolta travolgente bellezza.

 

Un degrado, che in molti casi era già scritto nel loro atto di nascita (come per esempio il famoso Quarticciolo, e altre destinazioni appositamnte progettate e realizzate come ghetti), e che in altri si è andato a mano a mano verificando in anni in cui il fenomeno dell'immigrazione (extra comunitaria) non esisteva nmmeno in ipotesi.

Se un cittadino, una persona normale, dotata di un minimo amor proprio, soffre a vivere in uno di questi posti, anzi inorridisce e s'incazza, ha perfettamnte ragione. Ma se inorridisce e s'incazza a causa degli immigrati o è scemo o è stronzo.

 

Una politica, un'amministrazione - locale e nazionale - che non riesce a gestire il territorio, l'urbanistica, la sicurezza, la sorveglianza, etc, non è nemmeno in grado di gestire la più piccola, la più ordinata delle migrazioni, interne, esterne, o internazionali che siano. E non sa gestire nanche la migrazione giornaliera dei pendolari, che fin dalle 5 della mattina cominciano a intasare le vie di accesso a Roma, o le migrazioni domenicali di andata e ritorno dal mare, e i miserabili accampamenti di malati nelle sale d'aspetto dei Pronto Soccorso degli ospedali - tra l'altro, io ci sono stato, per quattro giorni, nella Sala OBI (Osservazione Breve Intensiva) nel policlinico Tor Vergata: un salone con cinquanta letti, come un ospedale da campo della Grande Guerra, uno appiccicato all'altro, luci accese notte e giorno, medici esausti che saltavano da un capezzale all'altro, e di non-italiani c'erano solo alcuni infermieri - una ragazza tunisina, gentilissima, una cipriota ai modi aristocratici, una somala con le treccina rasta che parlava romanaccio e un ragazzone indiano gigantesco con la barbona da pirata.

 

 

Yanez. Tu mi stai parlando di Roma, che è una grande città ed è normale che si concentrano sacche di povertà e ghetti. Nelle grandi città è sempre esistita la povertà anche se infinitamente meno di adesso.

Come grande città ti posso parlare di Napoli. E qui come ben saprai la povertà e la delinquenza è sempre esistita, ma il livello di squallore raggiunto con castelvolturno, o la stazione centrale di napoli ha un qualcosa che somiglia oramai al bangladesh.

Io a Roma ho fatto il militare nel lontano 2005, e fuori alla stazione hanno tentato di fregarmi il cellulare. Fortunatamente non ci sono riusciti. Guarda un po? era un nigeriano.

Nelle piccole cittadine e nelle province invece la situazione è MOLTO diversa. Perché queste erano zone floride molto benestanti, ben curate, pulite, e piene di lavoro. Ora invece la popolazione clandestina e migrante è superiore a quella nativa. Infatti se esci nelle prime ore del pomeriggio, e la sera sul tardi trovi solo stranieri che si ubriacano, che molestano, che fanno schiamazzi, vendono droga e si azzuffano. E quando vivi nelle piccole realtà la sensazione di degrado, di disagio è amplificata a 1000, perché nella grande città puoi frequentare altre zone, MENTRE NELLA CITTADINA PICCOLA NO, ed ecco che la gente diventa diffidente, si barrica in casa, e si incattivisce a ragion veduta.

Riguardo alla tua esperienza "come era prevedibile" è diversa dalla mia. QUI nella piccola provincia in cui vivo invece gli infermieri ed i dottori sono tutti italiani, mentre in attesa sono per la maggior parte stranieri che quando le attese si fanno troppo lunghe si incazzano e sfasciano il pronto soccorso, questo è accaduto più e più volte.

Oltretutto mi tocca vedere ragazzine di 12 anni strafatte di eroina perché il clandestino di merda oramai lo trovi in ogni angolo della strada e daje oggi e daje domani il ragazzino ci casca. 

Ma per esser chiari e per farti capire come la penso a me non frega proprio per niente dei clandestini, e mettiti l'anima in pace che non frega nulla nemmeno ai politici. Loro stanno soltanto pensando di abbassare i salari e di gettare gli stati europei nel caos perché nella condizione attuale in piena crisi mondiale l'europa ha troppi diritti.

Gli stati seri (come reputo Svizzera, usa, canada, australia ecc...ecc...) prendono solo gli immigrati che servono a loro. Ovvero se mancano 10mila operai (perché li ce benessere e quindi nessuno vuole fare l'operaio) allora prendono dalle nazioni più povere 10mila operai. non 10001. Esattamente quanti ne servono ne più ne meno. E devi avere i documenti, una fedina penale pulita, un lavoro, i soldi sul conto, qualcuno che ti ospita, e solo allora potrai avere un visto di pochi mesi.

Io non amo per nulla la mentalità peace and love. Non sono stupido a tal punto da credere che siamo tutti fratelli. Ognuno bada bene all'interesse personale, quindi siamo fratelli solo quando ce da far baldoria e magari anche scoparsi la ragazza del compagno.

Ma nella vita di tutti i giorni la gente vuole una città sicura, un lavoro stabile, ben retribuito, e nessun estraneo che venga a fregarti la ragazza o semplicemente la contendente.

Quanti ne ho sentiti di stronzi entusiasti di aversi scopato la donna di tizio o caio, quanti ne ho sentiti pavoneggiarsi dicendo che l'italiano non è "buono" che ci vogliono loro per soddisfare la donna italiana.... Quanti ne ho sentiti che stanno in occidente per poterci sterminare, e quanti altri che ci odiano perché siamo cristiani ma stanno qui perché semplicemente gli conviene la nostra "società fondata sulla democrazia"

Questa ti pare integrazione? ti pare "fratellanza"? Questa è guerra! 

Ed il nostro non è uno stato serio che ha fatto i suoi interessi e quello dei suoi cittadini. Questo è uno stato di cialtroni partendo proprio dal PD.

Francamente se fossi io al governo se proprio dovrei prendere degli immigrati importerei ingegneri giapponesi, filosofi greci, nord Europei per la loro società efficiente.

Proprio non me ne può fregar di meno del megrebino che viene qui e delle sue difficoltà, perché le difficoltà le abbiamo tutti. ANZI! se io ho delle difficolta e vado in uno stato che mi accoglie come un figlio donandomi tutto quello che io non ho cerco di restituire almeno 10 volte tanto quello che mi ha dato. si tratta di rispetto e correttezza. se poi tra 10mila di questi ce ne sono (a grasso) 5000 buoni che ci devono rimettere sti gran cazzi. Io penso alla mia gente ed alla mia nazione come è giusto che sia.

AMEN. 



#33 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 10817 messaggi

Inviato 14 febbraio 2019 - 04:21

   Si chiama patto di governo, Salvini si occupa di far rispettare i suoi patti come Di Maio si occupa di far rispettare i propri, nessun imbroglio, l'imbroglio a cui siamo sempre stati abituati da governi passati, deve finire, la pecca di Salvini è che ultimamente sta insistendo troppo sul argomento TAV, mentre, i M5S non devono assolutamente cedere sul argomento TAV, della inutilità di tale opera sono in tanti ad affermarlo tra cui anche l'integerrimo Travaglio, spero solo che Salvini torni sui suoi passi e rispetti i patti di governo, per il resto sembra che stiano operando bene come mai fino ad ora dal 1948.

In effetti la TAV farà saltare il governo, previsione mia. Salvini ha appena detto (14/02/19) che l'analisi COSTI-BENEFICI non lo trova d'accordo e più le merci viaggiano veloci meglio è. Ditemi voi se è un ragionamento che quadra???? Se una merce arriva in Francia anche con 5 ore di ritardo che cosa cambia?? Anche fosse una merce alimentare adesso ci sono i conteiner friser o i camion friser e non cambierebbe assolutamente nulla. Adesso Salvini si sente forte dopo le votazioni in Abruzzo e fa la voce grossa anche con gli alleati M5S. Lui la TAV vuol farla a tutti i costi, l'ha promesso, ora non può tirarsi indietro. Ma pure il M5S non può tirarsi indietro nel dire no alla TAV. Forse siamo ad un bivio. Salvini forte dei sondaggi pensa di ritornare con Berlusconi e la Meloni, ed il M5S gli dirà:fallo, noi staremo all'opposizione. Il fatto che Salvini sia così determinato nel voler fare la TAV mi fa sospettare qualcosa. Non credo che sia solo l'alta velocità che gli interessa, ma qualcos'altro che forse risale al passato. Viste le mafie che ci stanno in mezzo non vorrei che anche la Lega fosse implicata. Del resto alla Lega sono scomparsi 49 milioni di euro: dove sono finiti??? Staremo a vedere se ho ragione.Salvini non è particolarmente intelligente, è un gran parolaio, che ora si sente più forte che mai. Se ritorna ad allearsi con Berlusconi rischia di ritornare al 17%, ma dubito che lo capisca.



#34 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2510 messaggi

Inviato 15 febbraio 2019 - 12:58

Yanez. Tu mi stai parlando di Roma, che è una grande città ed è normale che si concentrano sacche di povertà e ghetti. Nelle grandi città è sempre esistita la povertà anche se infinitamente meno di adesso.

 

Se vai a ben rileggere, non ho ho parlato solo di Roma, ma anche della provincia.

E non si tratta semplicemente di"sacche", ma di un tessuto territoriale degradato nel suo insieme e nell'arco di anni e anni.

Degrado non significa soltanto bruttezza, ma anche incapacità di far stare bene le persone, e di accogliere e gestire i flussi di pendolari, di turisti, di gente che lavora, oltre che sciatteria ambientale, immondizia, marrane a cielo aperto, puzza etc.

Una bruttezza e un disordine ai quali la gente, col tempo, si è abituata, senza riuscire più a percepire che disordine favorisce disordine, immondizia favorisce immondizia, per cui si nota solo l'eventuale quid in più, specialmente quando questo quid ha un colore diverso o il suono di un dialetto, una linga diversa.

 

Si tratta insomma di amministrazioni locali, o nazionali, che non hanno mai saputo fornire, organizzare una sorveglianza, una custodia dei quartieri o delle periferie, e nemmeno delle campagne: non parlo di sorveglianza autoritaria ma civile, fatta di attenzione, cura, presenza, in grado di ammonire, consigliare, segnalare problemi, offrire assistenza.

Poliziotti, carabinieri, vigili urbani sono presenti - quando lo sono, per esempio ben poco di notte - soltanto per fermare macchine e controllare patenti, o fare multe per divieto di sosta e simili, sia in città, sia nelle campagne: dove abito adesso, in Ciociaria, ma anche a Roma, a nessuno viene in mente che uscendo per la strada, di notte o di giorno, per cercare aiuto o per chiedere qualcosa (un'informazione, fare una segnalazione) di poter incrociare un vigile o un poliziotto.

In una strada di campagna, o in una di città, possono caricare su un furgone pure la statua del santo patrono in piazza, o trascinare in mezzo alla strada dieci cassonetti, tranquillamente: nessuno interviene, cioè nessuno che abbia l'autorità e il compito di prevenire e scoraggiare certi comportamenti.

 

Questo che ho descritto è solo il livello più elementaredel cosidetto "ordine pubblico", o meglio le sue premesse.

 

Ma i 1700 ponti e viadotti di cui non si sa nemmeno a chi spettarebbe la manutenzione, denunciati dalla Gabanelli?

E le migliaia di cave e pozzi dismessi, ricettacolo d'ogni sozzura, e la centrale nuclerare di Latina abbandonata, senza sorveglianza, in cui chiunque per anni poteva entrare, zeppa di materiale radiattivo, e i capannoni diroccati: vanno bene, a patto che lì dentro non si aggirino negri e marocchini?

E le file di cassonetti, attorniati da montagne di monnezza lurida e fatiscente, con colonie di sorci grassi che sfrecciano sul marciapiede, vanno bene, a patto che non ci siano esseri umani di colore olivastro che ci rovistano dentro, portandosi via quattro stracci su passeggini arruginiti?

 

Del resto d'Italia non so, non parlo per diretta cognizione: vedo te che dici cose, e sento altri che dicono altre cose.

Io credo alla buona fede di tutti.

Anche alla buona fede di chi vive vicino a me, nello stesso paese, nella stessa strada, e descrive le cose di cui ti ho parlato in modo che è più simile al tuo che al mio: pochi giorni fa io e un vecchio contadino abbiamo aspettato il pulmann della Cotral (trasporti extra urbani della regione Lazio) insieme sul ciglio della strada, in aperta campagna, per una mezz'ora, poi siamo saliti e ci siamo seduti, continuando a chiacchierare. A mano a mano, fermata dopo fermata il pulmann si è riempito di gente, tra cui quatro o cinque donne nere, colorate e corpulente. A timbrare il biglietto eravamo stati a quel punto solo io e il contadino: tutti gli altri niente.

Il contadino, benchè chiacchierasse fitto, se n'è accorto anche lui - vecchietto sveglio - ma naturalmnte se l'è presa solo con quelle ciccioncelle nere, che oltre tutto ciacolavano a voce altra ognuna al suo cellulare.

Scendendo, ho un cenno d'intesa con l'autista, il quale alza le spalle e conferma: "No, nun paga mai nessuno, ma anche si pagheno tutti l'azienna ce rimette lo stesso, pure si er bijetto è pure troppo caro". Insomma un casino.


  • Emanuele piace questo

Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#35 TheMorningStar

TheMorningStar

    Utente Senior

  • Utenti
  • 416 messaggi

Inviato 26 febbraio 2019 - 04:49

Rispolvero il thread per dire la mia. Io vivo all'estero, come ho più volte detto, rientro in Italia una volta all'anno da 8 anni a questa parte e ogni volta che rientro, vedo sempre più immigrati a bighellonare. Non è vero che ce ne sono pochi come si pensa, che non si vedano. Si vedono eccome! Forse è il fatto di vivere sempre nello stesso posto che impedisce a qualcuno di vedere come le cose stanno cambiando in peggio, ma chi rientra una volta all'anno, certe cose saltano all'occhio subito. 

A Milano in Centrale sembra di stare a Kinsasha. A Genova, davanti alla Feltrinelli, ci sono almeno in quattro a fermare tutti quelli che escono dal negozio. A Bolzano stazionano costantemente presso la ex stazione dei bus con la musica a palla. E tutto questo, io 8 anni fa non lo vedevo. Tre città di tre dimensioni diverse, stessi problemi. 

Questo per quanto riguarda gli immigrati non in regola o che non hanno ancora trovato una posizione nella nostra società. 

Per quanto riguarda gli altri... Se fossero così pochi, cosa spingerebbe certi direttori di asili e scuole ad abolire le canzoncine di Natale o a cambiare i menu delle mense perché possono infastidire i bambini di altre etnie? Come mai che abbiamo problemi negli ospedali con gente che si scontra contro la nostra società? Perché sui treni vedo una marea di immigrati che fanno scene mai viste per scappare dalla Polizia che sale sui convogli? 
Ripeto, io tutto questo, 8 anni fa non lo vedevo. 


Eldz er þǫrf / þeims inn er kominn / ok á kné kalinn; / matar ok váða / er manne þǫrf, / þeim er hefir um fjall farit




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi