Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il TAV della discordia nazionale !


  • Per cortesia connettiti per rispondere
189 risposte a questa discussione

#41 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:24

capisco che questa analisi costi benefici non ti sta bene perché fatti calcoli matematici, che ricordo la matematica non è un'opinione, dice che fare il tav è uno spreco di soldi e quindi non andrebbe fatta, ma questo è. Volevate i dati dell'analisi? Sono arrivati e sono negativi verso quest'opera.

 

ma smettila che non è che non sta bene solamente a me, questa analisi costi e benefici è ridicola ed è stata criticata da tutte le parti e da persone che di matematica e non solo, ne sa di certo di più di te e di me.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#42 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:28

ma smettila che non è che non sta bene solamente a me, questa analisi costi e benefici è ridicola ed è stata criticata da tutte le parti e da persone che di matematica e non solo, ne sa di certo di più di te e di me.

ripeto, capisco che non ti va bene perché vuoi la TAV e stai sbattendo i piedini in terra come un bambino al quale viene tolto la caramella, ma l'analisi parla chiaro. Ora se ti senti più esperto degli esperti, falla te l'analisi costi benefici. Ma dubito su questa cosa, quindi rassegnati e goditi il momento...a giusto il pd pd pd pd pd pd pd pd batte i piedini anche lui

#43 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:31

ripeto, capisco che non ti va bene perché vuoi la TAV e stai sbattendo i piedini in terra come un bambino al quale viene tolto la caramella, ma l'analisi parla chiaro. Ora se ti senti più esperto degli esperti, falla te l'analisi costi benefici. Ma dubito su questa cosa, quindi rassegnati e goditi il momento...a giusto il pd pd pd pd pd pd pd pd batte i piedini anche lui

 

:rotfl: ma dillo chiaramente che te ne sbatte i coioni del paese e di tutto quanto se va a finire in malora, visto che non hai niente a tuo nome e non ci perderesti nulla, ah già dimenticavo

l'avevi precedentemente già scritto. :asdsi:


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#44 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:33

:rotfl: ma dillo chiaramente che te ne sbatte i coioni del paese e di tutto quanto se va a finire in malora, visto che non hai niente a tuo nome e non ci perderesti nulla, ah già dimenticavo
l'avevi precedentemente già scritto. :asdsi:

e quindi se l'avevo già precedentemente scritto perché lo riscrivi? Qualche problema se non me ne frega un cazzo?

#45 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:46

e quindi se l'avevo già precedentemente scritto perché lo riscrivi? Qualche problema se non me ne frega un cazzo?

 

no no nessun problema, fa solamente capire a te di persona quanto mai te ne può fregare del paese se finisce in malora perchè è stato messo in mano a dei scappati di casa, manovrati dal burattinaio che fa solamente gli interessi dei potenti di turno e non ve ne siete ancora resi conto che vi hanno fregato grazie alla propaganda e false promesse.

eh questa si che è fare

POLITICA. :asdsi:


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#46 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:48

no no nessun problema, fa solamente capire a te di persona quanto mai te ne può fregare del paese se finisce in malora perchè è stato messo in mano a dei scappati di casa, manovrati dal burattinaio che fa solamente gli interessi dei potenti di turno e non ve ne siete ancora resi conto che vi hanno fregato grazie alla propaganda e false promesse.
eh questa si che è fare
POLITICA. :asdsi:

parla anche dell'invasione delle cavallette e poi le hai dette tutte. Però mi fai divertire

#47 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 08:57

parla anche dell'invasione delle cavallette e poi le hai dette tutte. Però mi fai divertire

 

tranquillo tra poco tempo ti passerà la voglia di starti a divertire, gli altri l'antifona l'hanno a quanto pare già capita, te ancora no e a proposito di silenzio assordante 

ho notato che è da un po' di tempo (dopo gli esiti delle votazioni in Abruzzo) che sia Alex che Ignorante hanno smesso di scrivere,

peccato avrei voluto sapere da loro cosa ne pensavano a riguardo, ma se si astengono dallo scrivere si vede che non hanno più niente da dire.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#48 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 09:14

tranquillo tra poco tempo ti passerà la voglia di starti a divertire, gli altri l'antifona l'hanno a quanto pare già capita, te ancora no e a proposito di silenzio assordante
ho notato che è da un po' di tempo (dopo gli esiti delle votazioni in Abruzzo) che sia Alex che Ignorante hanno smesso di scrivere,
peccato avrei voluto sapere da loro cosa ne pensavano a riguardo, ma se si astengono dallo scrivere si vede che non hanno più niente da dire.

semplicemente si sono rotti le palle di perdere tempo e fiato a spiegarti le cose. Io essendo disoccupato ho tempo da perdere con te

#49 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11600 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:13

tranquillo tra poco tempo ti passerà la voglia di starti a divertire, gli altri l'antifona l'hanno a quanto pare già capita, te ancora no e a proposito di silenzio assordante 

ho notato che è da un po' di tempo (dopo gli esiti delle votazioni in Abruzzo) che sia Alex che Ignorante hanno smesso di scrivere,

peccato avrei voluto sapere da loro cosa ne pensavano a riguardo, ma se si astengono dallo scrivere si vede che non hanno più niente da dire.

E fatela!!! Poi ne risponderete al paese se un sacco di altre opere restano incompiute o pericolanti perchè non ci sono i soldi, ma soprattutto se la TAV funzionerà al 10%. La penale massima calcolata è di 1,2 miliardi. Se fosse superiore non la pagheremo, non ha senso, eventualmente imbraccheremo le armi. Tanto c'è poco da preoccuparsi, fra poco l'Europa va in frantumi. E' curioso che sia proprio Salvini a volerla mantenere in piedi con la TAV.



#50 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2692 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:19

Molto tempo fa (il progetto tav ha 30 anni) quando in Italia imperava il business dei rifiuti tossici e nucleari lessi che si voleva trovare un mezzo sicuro e veloce per poter trasportare in tutta tranquillità le scorie radioattive dalla francia verso l'italia. In fondo l'Italia è già contaminatissima. Che ce frega. NO?

In fondo chi la fa sono gli stessi che sapendo dell'amianto hanno detto: che ci frega... tanto la malattia arriva dopo 30 anni.

Ma tanto è lavoro giusto? meglio essere servi morti che mettono il piatto a tavola che uomini liberi che lottano. La proliferazione delle pecore. o la madre dei fessi è sempre incinta. decidete voi.

 

https://www.agi.it/e...ews/2018-07-15/


Il valore di un uomo si rivela nell’istante in cui la vita si confronta con la morte. (Yukio Mishima)

 

Un samurai disse: “Esistono due tipi di orgoglio: quello interiore e quello esteriore. Il samurai che non li possiede entrambi non vale niente”. L’orgoglio può essere paragonato a una spada, la cui lama deve essere affilata e riposta nel fodero.
(Yamamoto Tsunetomo)


#51 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:32

Quando è nato il progetto tav erano parametri di sviluppo economico pensando che nel 2019 ci fosse il boom economico cosa che come possiamo notare non esiste , ma chi ha interesse nel tav se ne fotte dell'economia ma gli interessa solo ingrassare il proprio portafoglio.

#52 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11600 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:41

Quando è nato il progetto tav erano parametri di sviluppo economico pensando che nel 2019 ci fosse il boom economico cosa che come possiamo notare non esiste , ma chi ha interesse nel tav se ne fotte dell'economia ma gli interessa solo ingrassare il proprio portafoglio.

Giusto:

https://www.ilfattoq...sul-tav/203354/
La seconda ragione per dire no al Tav è contenuta nella denuncia di Roberto Saviano in un’inchiesta su Repubblica dal titolo: “Tav, da Napoli alla Val di Susa le mani della mafia sui cantieri”. Tutti parlano di Tav, ma prima di ogni cosa bisognerebbe partire da un dato di fatto: negli ultimi trent’anni l’alta velocità è diventata uno strumento per la diffusione della corruzione e della criminalità organizzata, un modello vincente di business (…) l’Italia al momento non è in grado di garantire che questo cantiere non diventi la più grande miniera per le mafie (…). Nella relazione annuale (2011) la Direzione nazionale antimafia ha inserito il Piemonte al secondo posto per la penetrazione della ‘ ndrangheta dopo la Lombardia, escludendo la Calabria (…). Le imprese mafiose in Piemonte vinsero gli appalti per la costruzione della nuova autostrada e del traforo del Frejus verso la Francia (fatto confermato anche dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 362 del 2009).

Molto tempo fa (il progetto tav ha 30 anni) quando in Italia imperava il business dei rifiuti tossici e nucleari lessi che si voleva trovare un mezzo sicuro e veloce per poter trasportare in tutta tranquillità le scorie radioattive dalla francia verso l'italia. In fondo l'Italia è già contaminatissima. Che ce frega. NO?
In fondo chi la fa sono gli stessi che sapendo dell'amianto hanno detto: che ci frega... tanto la malattia arriva dopo 30 anni.
Ma tanto è lavoro giusto? meglio essere servi morti che mettono il piatto a tavola che uomini liberi che lottano. La proliferazione delle pecore. o la madre dei fessi è sempre incinta. decidete voi.

https://www.agi.it/e...ews/2018-07-15/

Non ci sarebbe da meravigliarsi. I Francesi non vedono l'ora di smaltire tutti i loro rifiuti radioattivi in Italia, io credo anzi che una parte siano già arrivati, anzi potrei dirti che ne ho la conferma....

#53 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2692 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:49

Non ci sarebbe da meravigliarsi. I Francesi non vedono l'ora di smaltire tutti i loro rifiuti radioattivi in Italia, io credo anzi che una parte siano già arrivati, anzi potrei dirti che ne ho la conferma....

 

Lo so. Purtroppo lo so e credimi non vorrei saperlo.

Purtroppo ce ancora gente che crede che il tav sia un treno passeggeri. Non ha ancora capito che cosa è ed a cosa "dovrebbe" servire. Io ormai credo che la droga, l'aria, ed il cibo contaminato abbiano completamente annichilito quei 2 neuroni rimasti nella testa delle persone.


Il valore di un uomo si rivela nell’istante in cui la vita si confronta con la morte. (Yukio Mishima)

 

Un samurai disse: “Esistono due tipi di orgoglio: quello interiore e quello esteriore. Il samurai che non li possiede entrambi non vale niente”. L’orgoglio può essere paragonato a una spada, la cui lama deve essere affilata e riposta nel fodero.
(Yamamoto Tsunetomo)


#54 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11600 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:55

Lo so. Purtroppo lo so e credimi non vorrei saperlo.

Purtroppo ce ancora gente che crede che il tav sia un treno passeggeri. Non ha ancora capito che cosa è ed a cosa "dovrebbe" servire. Io ormai credo che la droga, l'aria, ed il cibo contaminato abbiano completamente annichilito quei 2 neuroni rimasti nella testa delle persone.

Trovi ancora articoli oggettivi. Questo è di Repubblica che in teoria dovrebbe essere Pro-Tav:

https://www.repubbli...viano-31013967/

 

Figuriamoci, se la TAV è in mano alle mafie quanti rifiuti radioattivi arriveranno in Italia.



#55 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 10:58

 per i sostenitori del " facciamo questa minchiata di tav" leggiamo che i francesi  questo tav non la vogliono per ora....ma no i furboni italiani come cavalli con paraocchi vanno avanti nel sostenere che quest'opre inutile si deve fare.

 

 

Il rapporto Duron che consiglia di rimandare la Tav

Intanto, anche a Parigi si stanno facendo qualche domanda. Philippe Duron, ex deputato socialista, ha diretto per mesi i lavori del Consiglio di orientamento delle infrastrutture (Coi), che doveva segnalare, con un pool di esperti, le priorità in materia di infrastrutture al governo di Edouard Philippe. A febbraio il Coi ha consegnato a Elisabeth Borne, ministra dei Trasporti, il suo rapporto. E lì, a sorpresa, si consiglia di andare avanti con il tunnel, ma dirimandare a dopo il 2038 la seconda fase, quella più costosa per il governo francese, cioè l'accesso all'opera, in attesa di capire se i volumi di traffico rendono sensato l'investimento. Di fatto, rendendo inutile la nuova galleria.

Il rapporto Duron consiglia nel frattempo di rimodernare una buona parte della linea Digione-Modane, che già esiste e il cui utilizzo da parte del traffico merci può essere potenziato, senza dover spendere, almeno per il momento, tutti quei miliardi per l'accesso al nuovo tunnel. D'altra parte già nel 2014 la Corte dei conti francese aveva sottolineato "la redditività economica troppo debole" della Tav. Una posizione, quella del comitato, che coincide con quella degli ecologisti francesi ed europei, che da sempre spingono per la soluzione meno invasiva e meno costosa dell'ammodernamento della linea ferroviaria esistente. Il comitato "consiglia", ma poi il governo fa quello che vuole.

 

https://www.panorama...francia-no-tav/



#56 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 11:39

Molto tempo fa (il progetto tav ha 30 anni) quando in Italia imperava il business dei rifiuti tossici e nucleari lessi che si voleva trovare un mezzo sicuro e veloce per poter trasportare in tutta tranquillità le scorie radioattive dalla francia verso l'italia. In fondo l'Italia è già contaminatissima. Che ce frega. NO?

In fondo chi la fa sono gli stessi che sapendo dell'amianto hanno detto: che ci frega... tanto la malattia arriva dopo 30 anni.

Ma tanto è lavoro giusto? meglio essere servi morti che mettono il piatto a tavola che uomini liberi che lottano. La proliferazione delle pecore. o la madre dei fessi è sempre incinta. decidete voi.

 

https://www.agi.it/e...ews/2018-07-15/

 

 

Trovi ancora articoli oggettivi. Questo è di Repubblica che in teoria dovrebbe essere Pro-Tav:

https://www.repubbli...viano-31013967/

 

Figuriamoci, se la TAV è in mano alle mafie quanti rifiuti radioattivi arriveranno in Italia.

 

tra tutte le cavolate che ho letto per non fare la Tav questa è la peggiore, come se non ci fossero altre vie volendo per portare rifiuti tossici e radioattivi in Italia, aspettate che adesso sia la mafia  che la malavita organizzata aspettano la Tav per i loro loschi traffici. :asdsi:

E ditemi quali sono le organizzazioni SI TAV e gli appalti finanziate dai mafiosi?

specifico a scanso di equivoci, vorrei delle fonti dirette della magistratura, non quelle dei No-tav.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#57 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:14

e naturalmente nell'analisi costi e benefici della Tav questo è stato bellamente ignorato vero?

 

Arriva il treno Pechino-Lione: la nuova via della seta su rotaie

 

il discorso sta tutto qua, se vuoi rientrare nelle rotte internazionali e non far diventare il porto di Genova un deserto del Gobi te stato DEVI fare queste opere internazionali, altrimenti ti tagliano fuori e invece che passare attraverso la pianura padana passano direttamente a nord delle alpi.

Ovviamente di questi piccoli insignificanti dettagli nell'analisi costi benefici degli esperti grillini non ne hanno tenuto conto

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#58 Wish You Were Here

Wish You Were Here

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3150 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:15

https://www.youtube....h?v=Dnez2HnSm4I

 

https://www.youtube....h?v=y8gsxR_ZOpg

 

https://www.youtube....h?v=NkeM4FhCibU


Dopo Altamira, tutto è decadenza (Pablo Picasso)


#59 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:18

Se questi burocrati vogliono trapanare qualcosa invece della montagna si devono trapanare il cervello

#60 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8133 messaggi

Inviato 13 febbraio 2019 - 12:36

 

ma almeno sei capace a distinguere Terzo Valico da Torino-Lione? temo di no.

spetta che ti do un aiutino.

 

https://www.google.c...z/data=!3m1!4b1

 

https://www.google.c...4445,8.5z?hl=it

 

e poi inizio a vedere il filmato e sento parlare di solfato di uranio? che cavolo sarebbe? :rotfl:

di amianto ce n´é veramente poco, altrimenti negli anni 80' avrebbero estratto e ci avrebbero fatto tanti bei €€€€

per quanto riguarda l'uranio visto quello che vale e costa perchè nessuno si è interessato alla sua estrazione?

come per la sparata dell'amianto, adesso invece hanno tirato fuori la storia del reperti archeologici, come mai non se ne sente parlare nelle principali news di mezzo mondo?

 

intanto io ho trovato questo.

 

 

L'ingegnere che smonta tutte le bugie dei No Tav

C'è un solo modo per spiegare l'impresa nella quale Paolo Basaglia s'è lanciato: il cognome. «Mia nonna sosteneva che eravamo parenti alla lontana dello psichiatra passato alla storia per aver fatto chiudere i manicomi». Se gli va bene, ma v'è da dubitarne, lui resterà nella cronaca per essere riuscito a far aprire quello che in gergo tecnico viene chiamato tunnel di base del Moncenisio, primo step dell'opera pubblica più contestata di tutti i tempi: l'Alta velocità Torino-Lione.

 

Impresa indubbiamente da pazzi, la sua, perché significa fronteggiare un'agguerritissima tribù, come non se ne vedevano in azione dai moti di Reggio Calabria del 1970: i No Tav della Val di Susa, le cui proteste contro la nuova linea ferroviaria ad alta velocità di 235 chilometri fra Italia e Francia sono state accompagnate da un crescendo di attentati, intimidazioni, scontri con le forze dell'ordine, aggressioni, blocchi stradali, occupazioni e boicottaggi, bollati come segnali eversivi da Gian Carlo Caselli, fino a tre settimane fa capo della Procura di Torino. Si chiama - ecco la coraggiosa follia - Comitato Sì Tav. Per ora è soltanto una pagina su Facebook, anche se in breve tempo ha già raccolto oltre 3.300 adesioni. Ad aprirla, insieme con Basaglia, è stato Ivan Possekel, tecnico informatico. Abitano a Torino. Iscritto al Partito democratico il primo, irriducibile di destra il secondo, «credo che simpatizzi per Francesco Storace», informa Basaglia, e anche questa è un'alchimia da matti, perché significa marciare divisi su tutto - «litighiamo in continuazione sul governo, sull'immigrazione, sui diritti civili degli omosessuali» - per colpire uniti sull'unico bersaglio che sta a cuore a entrambi: il treno ad alta velocità.

È questa la competenza che Basaglia, nato a Sanremo nel 1965, laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Torino, ha portato in dote al Comitato Sì Tav: una preparazione fuori dal comune in materia ferroviaria, tanto più sorprendente se si considera che ha studiato all'Istituto nautico di Imperia. «Ma ho avuto un nonno, Bruno Basaglia, originario di Bologna, che per più di 40 anni ha fatto il macchinista delle Fs sulle tratte di tutta la penisola», spiega, «e un padre geometra, Ivo, che mi ha attaccato la passione per i treni. Quand'ero bambino, abbiamo costruito insieme un plastico enorme con i modellini in scala zero della Rivarossi, fra i più grandi, che nella mia camera lasciava lo spazio solo per il letto». Della formazione giovanile sul Mar Ligure rimane una traccia nell'attuale professione: commerciante di acquari e pesci tropicali a Torino. In passato ha lavorato come ingegnere in un'azienda telematica.
A rafforzare in Basaglia la vocazione infantile per le ferrovie ha contribuito un evento topico: la sua partecipazione, il 27 settembre 1981, al primo viaggio del Tgv francese, acronimo di «train à grande vitesse», progenitore dei nostri Frecciarossa e Italo, che inaugurò l'era dell'alta velocità in Europa, «120 minuti per coprire la tratta Lione-Parigi, 450 chilometri, lanciati ai 260 orari: mi pareva di sognare».
Ha qualche interesse in Val di Susa?
«Nessuno. Né parenti, né case di vacanza. In tutta la mia vita sono stato soltanto due volte in gita a Bardonecchia».
Allora perché se ne occupa?
«Per reazione. Sono un tipo sanguigno, abituato ad agire d'impulso. Digitavo su Internet la stringa Tav Torino-Lione e mi uscivano migliaia di pagine con pareri contrari. Mai nessuno a favore. Idem sulla grande stampa: spazio solo alle tesi dei No Tav. Che poi, più che di tesi, si tratta di fuffa. Le loro 150 ragioni contro la Torino-Lione per un esperto di ferrovie si possono condensare in 10. Le altre 140 sono ripetizioni, fumo negli occhi. Così mi sono accollato il dovere civile di fare chiarezza. Pensavo che l'informazione spettasse a voi giornalisti».
Infatti sono qua.
«È il primo che si fa vivo, dal 2011 a oggi».
Chiariamo qual è la materia del contendere.
«Un nuovo tunnel a doppia canna, lungo 54 chilometri, da Susa a Saint Jean de Maurienne, da costruire entro il 2025. Al momento sono cominciati soltanto i lavori per le gallerie di servizio che serviranno per ventilare il tunnel ferroviario e per consentire il passaggio di operai e soccorritori. Dopodiché bisognerà costruire la nuova linea ad alta velocità da Susa a Torino e da Saint Jean de Maurienne a Lione. Tempi previsti: altri 15 anni. Quindi la Tav non sarà pronta prima del 2040».
Costi?
«L'intera opera, tunnel incluso, 22 miliardi di euro. La spesa di 8,2 miliardi per la parte internazionale, cioè per il tunnel, sarà sopportata al 58% dall'Italia e al 42% dalla Francia».
Perché i francesi spendono meno?
«Una compensazione necessaria. Il resto della tratta a loro carico, dalla fine del tunnel a Lione, è di 100 chilometri, mentre la nostra ne misura la metà».
Comunque 8,2 miliardi sono tanti.
«I No Tav parlano di spesa faraonica. Facciamo due conti. L'Unione europea ci metterà il 40%. Ergo, la spesa scende a 4,92 miliardi, di cui 2,85 a carico dell'Italia. Suddivisa in un decennio, fanno 285 milioni l'anno. Una cifra risibile per il bilancio dello Stato, che nel 2013 contemplava spese per 527 miliardi».
Perché il tunnel s'ha da fare?
«Per un'infinità di motivi. La linea storica è contorta. I raggi di curvatura sono strettissimi, con attrito volvente elevatissimo e pendenze del 35 per mille che si traducono in scarsa efficienza energetica, tant'è che i treni merci richiedono due motrici in trazione e una in spinta. Con il nuovo tunnel i convogli consumeranno il 90 per cento in meno».
È così dispendioso anche il trasporto dei cristiani?
«Certo. Il Tgv per Parigi che parte da Milano viaggia come un treno normale fino a Torino, perché la linea ad alta velocità non è stata ancora omologata. Idem da Torino a Lione, dove i binari per la Tav ancora non ci sono. Con un'aggravante: nel tratto Bussoleno-Saint Jean de Maurienne non può superare i 70 chilometri orari. Il che porta i tempi di percorrenza sulla tratta Torino-Lione a 3,5 ore, contro 1,5 ore della Tav. Preistoria».
Quanti sono i No Tav?
«Una ristretta minoranza, sia pure chiassosa. La maggioranza silenziosa è formata da Sì Tav che si guardano bene dal dichiararlo per paura. A Susa è stata fatta di recente una petizione per esprimere solidarietà alle forze dell'ordine: si sono raccolte oltre 1.000 firme. Ma non s'è potuto dire che erano pro Tav, altrimenti i sottoscrittori sarebbero stati linciati».
L'alternativa per i No Tav qual è?
«Non sono ancora riuscito a capirlo. Sostengono che la Tav sarebbe sottoutilizzata perché il traffico ferroviario sulla Torino-Lione è in continua diminuzione. Ma non specificano che i treni merci snobbano la linea storica perché è obsoleta a tal punto da rendere più conveniente i trasporti verso la Francia attraverso la galleria ferroviaria del San Gottardo che passa dalla Svizzera».
È dal 1995 che combattono. Non si rendono conto che i due Stati non cederanno mai alle loro pretese?
«Secondo me se ne rendono conto eccome. Ma hanno tutto l'interesse a ritardare i lavori il più possibile».
A che scopo?
«La maggior parte del traffico Italia-Francia attualmente avviene su gomma, lungo la A32 Torino-Bardonecchia e il traforo stradale del Frejus, con gravi ripercussioni, fra l'altro, sulla salute ambientale, visto che Tir e auto, a differenza dei treni, inquinano. La Tav provocherà un danno irreparabile alla Sitaf (Società italiana per il traforo autostradale del Frejus, ndr), il cui giro d'affari in prospettiva è destinato a sgonfiarsi. Ora si deve sapere che molti No Tav lavorano alla A32 o sono titolari di cooperative che prestano servizi all'autostrada, dallo sgombero della neve ai mezzi spargisale contro il gelo fino alla cura delle aiuole spartitraffico e delle aree di sosta».
Interessante.
«Lo stesso Sandro Plano, presidente della Comunità montana della Val di Susa, leader dei sindaci contrari alla Tav, lavorava alla Sitaf. Niente di male, per carità, non dubito della sua onestà personale. Però ci hanno fatto due marroni così sul conflitto d'interessi di Silvio Berlusconi e nessuno si accorge di questo, che è grande come una casa?».
Lavorava alla Sitaf. Oggi non più.
«D'accordo, ma direttore di esercizio della A32 lo è stato fino al 2011, mica nel secolo scorso, e persino La Repubblica ha dovuto ricordargli che nemmeno negli anni di Vittorio Valletta s'era visto un dirigente della Fiat diventare sindaco di Torino. Non credo che alla Sitaf dispiacesse avere un proprio dipendente alla guida della Comunità montana, alleato con chi si oppone alla ferrovia a tutto vantaggio dell'autostrada su cui marciano i Tir. Plano milita come me nel Pd, è un amico, queste cose gliele ho dette in faccia. Ripeto: sono certo della sua probità. Ma ragioni di opportunità dovrebbero indurlo ad astenersi dal cavalcare la causa dei No Tav».
I quali temono che i lavori per l'alta velocità diventino per le cosche mafiose ciò che il formaggio è per i topi.
«Gli svizzeri hanno investito 24 miliardi di euro per i trafori del Gottardo e del Lötschberg. C'è la mafia anche nel Canton Ticino? Allora dovremmo evitare l'ammodernamento della Salerno-Reggio Calabria per scongiurare infiltrazioni della camorra e della 'ndrangheta. Perché non spiegano invece che la Tav rappresenta un'occasione d'impiego per 2.000 valsusini? Non a caso non vengono incendiati i mezzi della Cmc di Ravenna, la coop che sta realizzando il cunicolo esplorativo della Maddalena. No, si bruciano quelli delle piccole imprese locali, come la Italcoge di Susa dei fratelli Lazzaro, per impedire alla gente di accorgersi che quest'opera pubblica dà lavoro alla vallata».
Come spiega la virulenza dei No Tav?
«La Val di Susa è terra di eretici e ribelli fin dai tempi della caccia alle streghe, zona di reclutamento per il movimento anarchico, per la guerra partigiana e poi per Lotta continua, Prima linea, Brigate rosse vecchie e nuove. L'estrema sinistra indottrina la gente con le leggende».
Quali, per esempio?
«I pericoli derivanti dalla presenza di amianto e uranio nelle rocce dove sarà aperto il tunnel. A parte che per le gallerie moderne si usa il Tbm, tunnel boring machine, una fresa meccanica che lava la roccia sminuzzata impedendo la dispersione delle polveri, non capisco una cosa: in Val di Susa per convogliare le acque della Dora Riparia verso la centrale elettrica di Pont Ventoux, una delle più grandi d'Italia, è stato costruito un lunghissimo tunnel. Nessuno s'è lamentato per l'amianto e l'uranio. Ed è la stessa montagna. Idem per il raddoppio della canna del Frejus, in corso di esecuzione: 13 chilometri di scavo. Non vola una mosca. Ed è la stessa montagna».
Chi guida i No Tav?
«Alberto Perino, ex bancario sindacalista della Cisl, indagato per istigazione a delinquere. Ma l'area più pericolosa è quella anarchica vicina al centro sociale Askatasuna di Torino e a Spinta dal bass di Avigliana. Plano la condanna, Perino si chiama fuori dicendo che in Val di Susa ognuno è leader di se stesso. Almeno il Pci aveva il coraggio di definire i brigatisti rossi compagni che sbagliano».
Dove lo trovano il tempo per manifestare in continuazione, bloccare autostrade e cantieri, fare a botte?
«Gli anarchici non hanno grandi occupazioni. Molti sono figli di papà che giocano alla guerriglia urbana. Io, con una moglie e una figlia di 4 anni da mantenere, non potrei permettermelo».
Dicono che non cederanno mai, neanche a costo della morte.
«Mi sembra una boutade. Però il rischio che prima o poi ci scappi il morto è piuttosto concreto».
Non ha paura che vengano non dico a ucciderla, ma almeno a picchiarla?
«A volte sì. L'ho messo in conto. Intanto mi sono assicurato contro gli atti vandalici».
Minacce ne ha avute?
«Via Internet e per posta elettronica».
Di che tipo?
«Smettila, sappiamo chi sei, veniamo a trovarti, ti spacchiamo la faccia. Un No Tav mi ha scritto: Guarda che conosco quelli della Guardia di finanza, avrai di sicuro qualcosa da nascondere».
Ecco, diranno che lei e il Comitato Sì Tav siete prezzolati da qualcuno.
«Lo dimostrino. Vivo del mio lavoro, che scarseggia, perché con la crisi la gente pensa alla propria pancia, più che a nutrire i pesci negli acquari. Mi facciano pure un accertamento. Sul conto corrente intestato a me e a mia madre scopriranno solo che il fido di 36.000 euro, garantito da titoli di Stato, è vicino al rosso».
 

ora potete continuare pure con le vostre cazzate! :)


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi