Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Mauro Biglino e la Bibbia


  • Per cortesia connettiti per rispondere
88 risposte a questa discussione

#1 Krous785

Krous785

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 200 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 05:35

Salve a tutti,

ho letto un pò delle varie discussioni sul sig. Biglino, ma non ne ho trovata alcuna che rispondesse in maniera

esauriente a quelle che sono la mia domanda... pertanto la posto qui.

Ho visto per caso i video di questo personaggioe e non posso negare di esserne rimasto colpito.

Parla bene, espone in maniera chiara e con "dovizia" di fonti e riscontri... dopo un paio di giorni, però,

il mio spirito critico vuole dei riscontri effettivi alle sue affermazioni e giro sui forum per vedere le varie

opinioni... e molte lo screditano.

Dato che io, in maniera molto onesta, non conosco nè l'ebraico, nè ho intenzione di fare un corso

solo per scoprire la verità, mi rivolgo a coloro che magari conoscono questa lingua e sanno confutare

in maniera chiara per i profani le sue affermazioni.

Grazie a tutti coloro che con pazienza mi aiuteranno a chiarirmi le idee. :icon_smile:


  • Germangew piace questo
Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità.

#2 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23410 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 05:42

 

 

 espone in maniera chiara e con "dovizia" di fonti e riscontri

 

 

Sarebbero...?


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#3 Krous785

Krous785

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 200 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 06:00

Fa riferimento a "università" o a docenti... ma come dire, sono figure evanescenti per i profani come me che si limitano a dire... "ah! Quindi anche questa università concorda"... e simili...


Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità.

#4 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23410 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 06:14

Guarda, i riferimenti che dovrebbe portare per avvalorare le sue "tesi" son ben altri, in primis non è vero che c'è tutta questa concordia attorno alle sue argomentazioni, poi, lo stesso fatto che il caro Biglino eviti accuratamente di pubblicare le sue illazioni su riviste scientifiche accreditate e soggette a peer-review, la dice lunga sulla reale portata dei "riscontri" ch'è in grado di produrre.

 

Al di là della totale assenza di prove, che già basterebbe, la paleoastronautica di Biglino è evidentemente null'altro che un business di auto-promozione, "un colpo al cerchio, un colpo alla botte" e attrae sia gli atei annoiati dagli sproloqui di teologia, sia il semplice utente medio della rete, complottista magari, che non cerca altro che l'ennesima teoria alternativa in cui cascare.

In primis, va notato che Biglino *non* propone alcuna teoria organica, dice tutto e il contrario di tutto, e il pilastro portante della sua argomentazione è una mera falsità: il plurale di Elhoim... qualsiasi filologo e studioso di lingue serio saprebbe che si tratta della cosa più normale del mondo, è un plurale tantum del resto... 


  • Pandorax piace questo
 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#5 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18361 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 09:36

Salve a tutti,
ho letto un pò delle varie discussioni sul sig. Biglino, ma non ne ho trovata alcuna che rispondesse in maniera
esauriente a quelle che sono la mia domanda... pertanto la posto qui.
Ho visto per caso i video di questo personaggioe e non posso negare di esserne rimasto colpito.
Parla bene, espone in maniera chiara e con "dovizia" di fonti e riscontri... dopo un paio di giorni, però,
il mio spirito critico vuole dei riscontri effettivi alle sue affermazioni e giro sui forum per vedere le varie
opinioni... e molte lo screditano.
Dato che io, in maniera molto onesta, non conosco nè l'ebraico, nè ho intenzione di fare un corso
solo per scoprire la verità, mi rivolgo a coloro che magari conoscono questa lingua e sanno confutare
in maniera chiara per i profani le sue affermazioni.
Grazie a tutti coloro che con pazienza mi aiuteranno a chiarirmi le idee. :icon_smile:


Guarda, secondo me Bigli ha avuto un altro ottimo pregio, che non è certo diffondere in Italia la giusta o meno traduzione di questo o quel termine (per dire, l'ebraico è scritto con sole consonanti, alcune lettere prima o dopo l'altra aiutano a dare questo o quel termine, alcuni segni aiutano a vocalizzare ma dipende da tradizione a tradizione. Se non ricordo male Bigliz si rifà ai Masoreti, e magari ha tutto altro senso altrove.).
Dicevo,altro pregio, invitare a leggere l'AT, proprio leggerlo, non andare a memoria col catechismo. Già leggendo senza preoccuparsi di sapere se Kavod fosse gloria o carro, si capisce che qualcosa non quadra. (mi faceva morire quando faceva la scenetta della Gloria del Signore che passava e ci si doveva nascondere dietro le pietre :rotfl:)

L'ebraico è affascinante, certo Bigliz non è una ragione valida per buttarcisi, ma vabbè. Quelli del. Forum di Consulenza Ebraica son bravi ragazzi, sicuramente competenti, come altrove, il problema è che sia la.lingua che l'interpretazione stessa è sempre e costantemente in discussione, si dice che quando un Rabbino parla ce ne deve essere sempre uno che lo contraddice, e anche un altro, per imparzialità.
  • malia piace questo

#6 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23410 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 09:49

Seh, va beh, c'è una bella differenza però fra un invito a leggere il VT senza pregiudizi o dire che "qualcosa non quadra" (cosa?), e sproloquiare su extraterrestri... ah già che lui la parola "e.t." non la pronuncia mai, si limita a negare il "Dio spirituale" e affermare che gli elohim sono esseri provenienti da lontano su dei veicoli spaziali :asdsi:


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#7 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18361 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 10:26

Non nega il Dio Spirituale, dice solo che là, nell'at, non c'è affatto. Perché, di fatto, il presunto Dio dell' a.t. non ha proprio un bel niente di spirituale. E non c'è bisogno di un Biglino qualsiasi per notarlo.
Un dio spirituale che guerreggia, che pretende sacrifici materiali, che si presenta qua e là quando deve, etc. Niente a che vedere ad esempio col Padre di cui parla poi Cristo nel NT, e questi sono appunti, di nuovo, che di certo non ha inventato un Biglino qualsiasi.

Riguardo a "esseri" provenienti da lontano su veicoli spaziali, (che poi sta all'uomo avergli dato rango di divinità, per questo), di certo ancora non serve ne Biglino ne la Bibbia, visto che, proprio per citare Biglix, nei cieli dell'India si combatteva sulle navicelle tipo 3000 anni prima che gli ebrei arrubassero, Pardon, ricevessero la sacra parola.


Per tornare in tema che forse è meglio, lo studio della lingua ebraica richiede una vita intera. Già fra di loro confutano mezza vocale, figurarsi provarci qua.
  • malia piace questo

#8 Pandorax

Pandorax

    casuale senza causa

  • Utenti
  • 1756 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 10:30

Salve a tutti,
ho letto un pò delle varie discussioni sul sig. Biglino, ma non ne ho trovata alcuna che rispondesse in maniera
esauriente a quelle che sono la mia domanda... pertanto la posto qui.
Ho visto per caso i video di questo personaggioe e non posso negare di esserne rimasto colpito.
Parla bene, espone in maniera chiara e con "dovizia" di fonti e riscontri... dopo un paio di giorni, però,
il mio spirito critico vuole dei riscontri effettivi alle sue affermazioni e giro sui forum per vedere le varie
opinioni... e molte lo screditano.
Dato che io, in maniera molto onesta, non conosco nè l'ebraico, nè ho intenzione di fare un corso
solo per scoprire la verità, mi rivolgo a coloro che magari conoscono questa lingua e sanno confutare
in maniera chiara per i profani le sue affermazioni.
Grazie a tutti coloro che con pazienza mi aiuteranno a chiarirmi le idee. :icon_smile:

se vai sul forum di consulenza ebraica hanno confutato molto spesso le interpretazioni traduttive di Biglino dandogli indirettamente ma neanche tanto del cialtrone. Nel senso di traduttore sui generis.
Capisco sia una delusione ma tutto quello scalpore sollevato è solo un'abile operazione commerciale.

ecco. gnente firma :bb:


#9 Pandorax

Pandorax

    casuale senza causa

  • Utenti
  • 1756 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 10:35

Non nega il Dio Spirituale, dice solo che là, nell'at, non c'è affatto. Perché, di fatto, il presunto Dio dell' a.t. non ha proprio un bel niente di spirituale. E non c'è bisogno di un Biglino qualsiasi per notarlo.
Un dio spirituale che guerreggia, che pretende sacrifici materiali, che si presenta qua e là quando deve, etc. Niente a che vedere ad esempio col Padre di cui parla poi Cristo nel NT, e questi sono appunti, di nuovo, che di certo non ha inventato un Biglino qualsiasi.

Riguardo a "esseri" provenienti da lontano su veicoli spaziali, (che poi sta all'uomo avergli dato rango di divinità, per questo), di certo ancora non serve ne Biglino ne la Bibbia, visto che, proprio per citare Biglix, nei cieli dell'India si combatteva sulle navicelle tipo 3000 anni prima che gli ebrei

alt
questa non la so
aprici un post, raccontami, mandami un messaggio anonimo, insomma

dimmi qualcosa!

Che poi in India li hanno lasciati con le pezze cool

ecco. gnente firma :bb:


#10 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23410 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 10:39

Non nega il Dio Spirituale, dice solo che là, nell'at, non c'è affatto. Perché, di fatto, il presunto Dio dell' a.t. non ha proprio un bel niente di spirituale. E non c'è bisogno di un Biglino qualsiasi per notarlo.
Un dio spirituale che guerreggia, che pretende sacrifici materiali, che si presenta qua e là quando deve, etc. Niente a che vedere ad esempio col Padre di cui parla poi Cristo nel NT, e questi sono appunti, di nuovo, che di certo non ha inventato un Biglino qualsiasi.

 

 

Sulla differenza ontologica, persino morale, fra il Dio dell'AT e quello dei Vangeli sono stati spesi fiumi di parole, appunto: non ci vuole un Biglino a notarlo.

Il suo merito qual è, in questo senso?

 

 

 

Riguardo a "esseri" provenienti da lontano su veicoli spaziali, (che poi sta all'uomo avergli dato rango di divinità, per questo), di certo ancora non serve ne Biglino ne la Bibbia, visto che, proprio per citare Biglix, nei cieli dell'India si combatteva sulle navicelle tipo 3000 anni prima che gli ebrei arrubassero, Pardon, ricevessero la sacra parola.
 
Per tornare in tema che forse è meglio, lo studio della lingua ebraica richiede una vita intera. Già fra di loro confutano mezza vocale, figurarsi provarci qua.

 

 

Nei cieli dell'India si combatteva su navicelle... 
Bella interpretazione, decisamente fantasiosa: ho visto anch'io quel documentario... dov'era, DMAX? Facevano vedere dipinti di mandorle e ovali luminosi e le chiamavano "navicelle."
Dai Fur.

 

Già, lo studio della lingua ebraica richiede una vita intera, ma ci vogliono 5 minuti per cercare su internet che "elhoim" fa parte dei pluralia tantum.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#11 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 10682 messaggi

Inviato 04 febbraio 2019 - 11:26

Non nega il Dio Spirituale, dice solo che là, nell'at, non c'è affatto. Perché, di fatto, il presunto Dio dell' a.t. non ha proprio un bel niente di spirituale. E non c'è bisogno di un Biglino qualsiasi per notarlo.
Un dio spirituale che guerreggia, che pretende sacrifici materiali, che si presenta qua e là quando deve, etc. Niente a che vedere ad esempio col Padre di cui parla poi Cristo nel NT, e questi sono appunti, di nuovo, che di certo non ha inventato un Biglino qualsiasi.


Quindi tu, Furor, proprio tu, tu quoque, pensi che il Dio (o dei) dell'AT non ha niente a che vedere con il Dio del NT?
E allora perché ci vengono spacciati da secoli per la stessa Figura?
Per salvaguardare il monoteismo?

Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#12 Pandorax

Pandorax

    casuale senza causa

  • Utenti
  • 1756 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 04:02

Quindi tu, Furor, proprio tu, tu quoque, pensi che il Dio (o dei) dell'AT non ha niente a che vedere con il Dio del NT?
E allora perché ci vengono spacciati da secoli per la stessa Figura?
Per salvaguardare il monoteismo?

No.
Secondo me, ed è una mia personale opinione non un fatto assodato, semplicemente perché la maniera di concepire Dio dei primi monoteisti, era fortemente influenzata dalla tradizione mesopotamica e dalle attribuzioni di caratteristiche umanizzate alle divinità. Non va dimenticato che Abramo veniva dal territorio di Ur, dove era nato.
Ora, una persona che consideri questa origine può credere o meno alla religione rivelata da Dio, tuttavia la storia biblica, anche del sacrificio di Isacco, è coerente con l'impartizione di uno spartiacque fondante rispetto alla religiosità politeista dei popoli della Mesopotamia, che abitualmente offrivano sacrifici edibili alle divinità e non disdegnavano il sacrificio umano dei propri figli per ingraziarsele.
Di Abramo si può affermare che, secondo il racconto ovviamente, l'angelo che fermò la sua mano impedendo il sacrificio del figlio, segno' uno spartiacque fondamentale rispetto alla cultura religiosa in cui Abramo era cresciuto.
E se si pensa che per i religiosi del tempo il sacrificio umano era lecito ammissibile ed a volte consigliato, il divieto assoluto di compierne da quel momento in poi, rappresenta un primo importantissimo passo verso la definizione di un concetto di Dio che via via sprende le distanze dal concetto di dei del politeismo mesopotamico: non a caso si parla di Rivelazione progressiva.

ecco. gnente firma :bb:


#13 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 10682 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 06:34

Ma qui non stiamo parlando di concetti astratti o di culture religiose.
  • Furor piace questo

Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#14 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18361 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 07:44

Quindi tu, Furor, proprio tu, tu quoque, pensi che il Dio (o dei) dell'AT non ha niente a che vedere con il Dio del NT?
E allora perché ci vengono spacciati da secoli per la stessa Figura?
Per salvaguardare il monoteismo?


:asdsi:
Già. Proprio io. :asdsi: E gli gnostici. :asdsi:
(veramente non è che mi ci sfasci la testa eh, pensandoci.)

Ah. E qualche altro gruppo religioso "minore", che ha simpaticamente affidato a Yhwh il curioso soprannome di Dio Troll del deserto. :asdsi:

In tal caso più che il monoteismo si punterebbe a salvaguardare l'ignoranza. Un messaggio di elevazione e illuminazione potente quanto quello del Cristo non poteva semplicemente essere messo a tacere come la follia di un capellone, si potrebbe essere pensato bene di accorpare, arrubare, limare e incastrare. Il senso è sempre quello di un "falso dio/dei" che mira a tenere ignorante il set di pile per trarne beneficio, sai, gli Arconti, Matrix, Yaldabaoth blabla.

Onestamente non lo so. Anche seguendo esclusivamente una interpretazione (notare, non traduzione, ma interpretazione sulla traduzione fornita) del tutto metaforica e spirituale una linea di pensiero logica fino ad un certo punto la si può seguire. Ma, come ama ripetere Maurino nostro, allora ci dicano dove dobbiamo interpretare metaforicamente e dove letteralmente!! :rotfl:
  • Anarko piace questo

#15 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7873 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 08:08

Salve a tutti,

ho letto un pò delle varie discussioni sul sig. Biglino, ma non ne ho trovata alcuna che rispondesse in maniera

esauriente a quelle che sono la mia domanda... pertanto la posto qui.

Ho visto per caso i video di questo personaggioe e non posso negare di esserne rimasto colpito.

Parla bene, espone in maniera chiara e con "dovizia" di fonti e riscontri... dopo un paio di giorni, però,

il mio spirito critico vuole dei riscontri effettivi alle sue affermazioni e giro sui forum per vedere le varie

opinioni... e molte lo screditano.

Dato che io, in maniera molto onesta, non conosco nè l'ebraico, nè ho intenzione di fare un corso

solo per scoprire la verità, mi rivolgo a coloro che magari conoscono questa lingua e sanno confutare

in maniera chiara per i profani le sue affermazioni.

Grazie a tutti coloro che con pazienza mi aiuteranno a chiarirmi le idee. :icon_smile:

 

https://consulenzaeb...e.it/?f=7352980

 

https://consulenzaeb....it/?t=73234866

 

"Elohim" è quello che si chiama un plurale di indefinibilità. Esprime un concetto che viene reso al singolare.
Allo stesso modo abbiamo in Ebraico "Shammaim" (cielo), "maim" (acqua) che pur sono scritti al plurale ma che si traducono al singolare, come altri nomi puramente astratti: "Zikunim" (vecchiaia), "Neurim" (giovinezza) (plurale di astrazione)
 
Un termine molto calzante come spiegazione è "Adonim" che esiste al singolare come "Signore" o "Padrone", ma che nell'apparente plurale significa "Padrone del servo" e viene sempre e solo usato come "Adonim" e mai come "Adon" quando ha questa accezione. Infatti, parlado del "Suo padrone", riferito al padrone di un servo, si dice "Adonav" (che è con il possessivo al plurale), e non Adonò (suo padrone) al singolare.
 
Occorre però precisare la cosa più importante: "Elohim" non significa affatto D-O ma "legislatore supremo" .
se preceduto dall'articolo "Ha": "Haelohim" assume il significato plurale di "Legislatori"
Se non vi è l'articolo, Elohim diventa un nome autodeterminato ed in tal caso lo si riferisce ad HaShem.
 
Il Sinedrio era "Haelohim" e lo era Moshè, nel senso di legislatori supremi.
 
Questo è un concetto difficile da rendere nelle lingue occidentali, ma è molto comune nelle lingue semitiche.
Ad esempio, pochi sanno che "Allah" in arabo è plurale e se chiedi ad un arabo perché questo sia al plurale, ti risponderà che "è al plurale affinché non possa essere reso plurale, in quanto D-O è Uno e Unico".
Anche "El" non vuol dire D-O, ma potente.
Molti erroneamente assimilano "El" con "Elohim", ma si tratta di due radici completamente differenti.
"El" viene da radice "Ul" (forza) ed il suo plurale è "Elim" ( potenti)
"Elohim" viene da radice "alà" che significa "Legge, Regola, Norma.
Quando si vuole indicare la o le divinità straniere si dirà "Elohim acherim". In questo caso Elohim seguito dall'aggettivo acherim perde il senso autodeterminato e non è più riferibile ad HaShem
 
Altri esempi (presi in prestito da Aialon)
panim: il volto
tzawarim: la nuca
achorim: la schiena
Mitsrayim: Egitto
mamtakim:Dolcissima
Yerushalayim: Gerusalemme
 
Vi è poi una considerazione relativo al verbo "Barà".
Barà è terza persona singolare di quello che in Italiano chiameremmo passato remoto. La terza persona plurale è "Barù" (crearono).
Quindi "Elohim" è usato come Nome proprio e al singolare, altrimenti sarebbe stato scritto: "Barù Haelohim". (Anche se i Cristiani si inventano una voluta presenza di "Barà" al singolare, con Elohim plurale, per giustificare la dottrina trinitaria :biggrin2.gif: , ma questo è inaccettabile GIA' grammaticalmente)
 
I cristiani (in modo particolare i cattolici) riconoscono il plurale maschile del termine ELOHIM e lo definiscono un PLURALE DI MAESTA'.
--------------------------------------------------------------------------------
 
Il termine Elohim può essere tutte e due le cose, sia plurale, che singolare, dipende dai verbi e dal contesto in cui è inserito: se il verbo e il resto della struttura grammaticale sono al singolare allora il termine è il superlativo di Eloha e pertanto singolare; se invece la struttura è plurale allora il termine è il plurale di Eloha. Forse potrà aiutare questo esempio a capire questo concetto: in Italiano i termini astratti Verità e realtà e sim. sono singolari e plurali, ma solo se inseriti in una frase si può identificarne il numero, esempio:
"La verità è una sola"
(verbo e articolo al singolare = "verità" è un singolare)
"Le verità sono tante"
(verbo e articolo al plurale= "verità" è un plurale"
 
--------------------------------------------------------------------------------
L'uso della terza persona va contro la regola grammaticale che dice che il narratore non può usare il plurale maiestatico (vedi Genesi 1:1) , tutte le traduzioni in lingua moderna (tranne l’edizione della MARIETTI – 1954, che non traduce, ma si limita a riportare il termine ebraico), traducono al singolare. In altre parole, si ostinano nel sostenere che ט un PLURALE DI MAESTA' ma lo omettono nella traduzione, che riporta sempre e comunque il termine al SINGOLARE.
--------------------------------------------------------------------------------
 
 
Il fatto che le traduzioni italiane traducono al singolare il motivo non è solo perchè identificano il termine come un plurale maiestatico, ma anche è soprattutto a motivo dei verbi usati. Esempio: Il testo di Gen 1:1 dice "Bereshit barà Elohim" e non "Bereshit barù haElohim". Il testo riporta Barà= creò (al singolare), non barù(al plurale) e il termine Elohim senza l'articolo determinativo. Se fosse un plurale cambierebbe tutta la struttura della frase. La grammatica è grammatica.
 
 
Il superlativo indefinito è un SINGOLARE.
 
--------------------------------------------------------------------------------
Qual è il significato del termine ELOHIM?
--------------------------------------------------------------------------------
 
Elohim è: o il plurale di Eloha o il suo superlativo. Eloha viene dalla radice alah(~giuramento) e significa Giudice. Tradurre letteralmente il suo superlativo indefinito in italiano è impossibile perchè in italiano non esiste questa forma. Per rendere un pensiero simile a quello espresso in ebraico diremo in italiano: Giudice Supremo .
 
Quando invece è un plurale significa semplicemente: Giudici, legislatori, governatori.
 
--------------------------------------------------------------------------------
Puoi portare qualche esempio del PLURALE con desinenza "IM" usato come SUPERLATIVO? (esempi che provengano -esclusivamente- dal SEPHER BERESHIT o dalla TORAH).
--------------------------------------------------------------------------------
 
 
Tamim(integro, perfetto, Genesi 6:9) che è superlativo indefinito di tam(Genesi 25:27).
 
Poi fanno parte della stessa specie i seguenti termini:
haiim
panim
zhekunim
sanverim
zhenunim
rahhamim
shammaim
maim
iamim
damim
e sono tutti presenti nel sefer Bereshit.
 
Solo per precisare: Che il termine Elohim sia un singolare non ha bisogno di dimostrazioni come queste perchè, come detto prima sono i verbi e il resto della struttura grammaticale a renderlo noto senza dubbio alcuno.
 
Il superlativo assoluto in ebraico è composto di un termine singolare seguito da un termine plurale: es. hevel havalim(vanitosissimo), kodesh kodashim(santissimo) fai caso pure a questa forma:Elohe haElohim, questo è il superlativo assoluto del superlativo indefinito. In Deuteronomio 10:17 trovi, oltre a quella anche quest'altra: Adone haAdonim. Se poi leggi bene l'intera frase allora potrai notare l'uso degli altri termini come El(singolare) e Elohechem(forma composta dal superlativo indefinito singolare Elohim e vostro). Anzi la riporto tutta(gli asterischi sono il tetragramma):
ki **** Elohechem,
hu(=Lui, singolare)
Elohe haElohim vaAdone haAdonim,
haEl(El=Dio,singolare lett.Colui che detiene le forze, di radice ul=forza)
haGadol,haGhibbor,vehaNorah (tutti e tre aggettivi al singolare)
asher lo issà panim velo ikach shochad(in grasetto i verbi tutti al singolare).
 
Poi per quanto riguarda un'altra forma ebraica simile al plurale maiestatico il "ribbui shel ribbonut" vedi in Malachi 1:6 :
dove dice: ben ichabed av, veEved Adonav= il figlio onorerà il padre e il servo il suo padrone, anche qui si può pensare che è un plurale perchè "adonav" significa anche "suoi padroni", ma invece è un singolare(suo padrone). Vedi infatti come continua poi la frase nella seconda parte: veim Adonim Ani= ..e se Io sono Signore...
Usa la forma plurale (Adonim) di Adon=Signore che in questo caso prende il nome di: ribbui shel ribbonut.
Come vedi, in Ebraico, questa forma, simile al plurale maiestatico ha il plurale, sia nella parte da narratore sia in prima persona. Se questa forma, della parte da narratore, è stata interpretata come plurale maiestatico, allora bisogna ammettere che in ebraico il plurale maiestatico non sta solo nella prima persona, ma anche nella terza.
Il termine Elohim però non centra col "ribbui shel ribbonut", ne col plurale maiestatico è invece un "ribbui shel haflagà", il suffisso del superlativo e dunque: un SINGOLARE. Un superlativo indefinito che esprime concetti indefinibili come Dio, sono analogamente concetti indefinibili: il cielo, ebr. Shammaim, maim(acqua), haiim(vita), tamim(perfetto) etc.

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#16 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7873 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 08:23

altrimenti c'è sempre quest'altra risposta che chiude tutta la discussione e vorrei vedere chi avrebbe da criticare visto che di sicuro l'ebraismo lo conoscono meglio loro di chiunque.

 

 

 

Cosa ne pensate della traduzione fatta da Mauro Biglino della Torah

 

Innanzi tutto le posso dire che su facebook, nella discussione dell'utente Archeomisterica, ho espresso le mie idee e, alla risposta evasiva del Dr. Biglino, ho risposto che non critico le sue idee che sono legittime, ma il suo ebraico e la sua conoscenza della grammatica. Ho proposto anche di continuare a discutere, non in italiano , ma in EBRAICO. A quel punto Biglino ha cancellato i suoi post ed è si è ritirato a gambe levate. Quindi è evidente che io non sono il tipo come lei erroneamente presuppone che "non mi mescolo con certa gente" ma è il contrario: è il Dr. Biglino che nobn ha voluto il confronto con chi parla l'ebraico per davvero e che può rispondere su ogni invenzione etimologica, di garammatica e di significato interpretativo che egli ha fantasiosamente inventato.
Biglino ha avuto l'occasione di rispondere, ma davanti all'evidenza grammatacale ha fatto proprio ciò che lei intende imputare a me, la silenziosa e forse spocchiosa silenziosa ritirata.
Le idee sono personali e quindi sempre rispettabili e legittime. Se poi si intende dare legittimittà e verità ad un proprio libro affermando che elohim è plurale , che ruah è un veicolo spaziale e cose del genere, allora mi sembra che sia anche logico assumere la responsabilità di quanto detto e sentirsi ridere in faccia, dal momento che "Elohim"(che non significa Dio, ma Legislatore supremo), è un plurale di astrazione o plurale di indefinibilità, reso con desinenza plurale (im) ma che è espresso al singolare quando è riferito a D-O e che è il plurale di "Elohà" quando è riferito ad altro cme "elohim acherim" divinità straniere. Allo stesso modo, in ebraico abbondano altri plurali di astrazione ma che vengono intesi al singolare: shammaim (cielo), maim (acqua, zekunim (vecchiaia), neurim (giovinezza), haim (vita. Anche "Baal" (padrone), nell'espressione "bealim hamakom" (il padrone del luogo) si intende al singolare pur eessendo plurale in apparenza. Inoltre questo fenomeno tipico delle lingue semitiche è presente anche in arabo, che diche Allah al plurale ma è inteso al singolare. Nessun ebreo madrelingua ritiene che Elohim sia plurale. Quindi, caro amico, prima di pensare male di me sappia almeno la verità. Sono pronto a scrivere a Biglino e adiscutere con lui di ebraico IN EBRAICO e a parlare con lui di temi ed interpretazioni bibliche u skype o a una sua conferenza IN EBRAICO, ma pare che il Dottore non ne abbia strategicamente voglia. Capisco il vostro risentimento ed il vostro stupore ma non potete capire perché non conoscete l'ebraico, non è la vostra lingua e non fa parte della vostra vita e della vostra tradizione. Se poi pensa che "le verità " enunciate dal Dr. Biglino" siano scomode, anche qui prende un granchio: Scomodità di che? Forse lei non sapendo del mondo ebraico ritiene che gli ebrei siano ancorati ad una verità personale. Non è così. Ad un Ebreo non interessa sapere se gli altri o anche gli stessi ebrei pensino che Mosè non sia mai esistito, che il mar delle canne (detto da voi Mar rosso ) non si aprì. Non è affatto un problema. La Bibia per gli ebrei è un codice di Leggi non un libro di religione. Per me va benissimo pensare che ci fossero gli alieni e cose del genere. Io non ci credo ma non mi disturba che gli altri lo pensino. ma sul'ebraico non me la sento di stare zitto, perchè se a lei venissero a dire che in italiano è altrettanto corretto dire "SE AVREI" invece di "SE AVESSI", certamente non potrebbe fare a meno di sorridere e magari proverebbe anche a spiegare a l poveraccio in questione la regola grammaticale che sta stravolgendo o inventando.
Allora di che parliamo? Molti di voi esordiscono con la premessa che non conoscono l'ebraico e forse nemmeno la BIbbia (no quella tradotta ma quella vera dal testo originale) e poi si scandalizzano se chi questa lingua la parla perché è la parte più importante della sua vita, osa intervenire per confutare pedestri affermazioni iun merito?
Allora a che tittolo stiamo parlando? Conoscete l'ebraico e ritenete che io sia in errore o non lo conoscete ma fa comodo a voi portare avanti le teorie sensazionalistiche del tipo "codice da Vinci".
Il libro di Biglino sarà simpatico, interessante, avvincente e del tutto legittimo. La grammatica ebraica e l'interpretazione e la comprensione biblica, fondate innanzi tutto sulla lingua e poi sulla immensa letteratura talnudica senza la quale non la si può capire a fondo, son tutt'altra cosa.
Biglino continui pure le sue conferenze, i suoi libri e i suoi articoli, ma se vuole appoggire il tutto sulla lingua ebraica a modo suo, allora deve anche aspettarsi che un modesto individuo si alzi e lo contesti parola per parola. Comunque io sono qui, sono sulla discussione su facebook e sono pronto a parlare di ebraico e di Tanach.
Quanto ai presunti ebri che ne condividano le teorie, questo a me non risulta e per di più, nel mondo ebraico viene preso in considerazione solo chi PUBBLICA IN EBRAICO, oltre che in inglese, italiano o altro
 

CITAZIONE
ma io non sapendo l'ebraico non posso verificare se lui dica il vero, come ad esempio per le parole come kevod. Secondo voi la sulla base delle sue trduzioni si puo' pensare che la sua toria possa avere qualche fondamento? Grazie mille in anticipo!

Kavod vuol dire "gloria, onore".
L'errore grossolano è che egli usa Kevod al posto di Kavod, come se fosse la stessa cosa.
Il significato è lo stesso ma si udsa la "forma costrutta " "Kevod" se dopo vi è un'altra parola cui si riferisce Kevod, ad esempio "Kevod Adonay" La glora DI D-O. In altri termini la forma costrutta specifica qualcosa di qualcos'altro. Ma se io dico "onore " e basta devo dire "Kavod, con la a.
Quindi se stiamo trattando il tema dell'onore o della gloria diremo che stiamo trattando del KAVOD. ma se diciamo ad esempio 0la gloria o l'onore della guerra" dobbiamo dire "KEVOD HAMILCHAMA'.
Come può a questo punto un madrelingua ebreo, prendere in considerazione delle interpretazioni particolari e personali di parole che l'autore non sa nemmeno usare nella forma giusta?. Vi pare possibile? e se per centinaia di ricorrenze nella Bibbia e sempre in ebraico moderno "Ruah vuol dire "SPIRITO" (Ruah Elohim: spirito divino), ruah nevià" (spirito di profezia), "ruah kedushà" (spirito di santità), oppure anche "SOFFIO", VENTO" (ruah kedmà: vento del sud come si può accettare che significhi veicolo o autovettura?
Vogliamo essere seri e scientifici e rispondere seriamente oppure qualunque casttroneria venga espressa per fini editoriali e propagandistici viene accettata senza riserve come verbo divino?


 

CITAZIONE
Se non accetta il confronto con le solite scuse tipo: non mi mescolo con certa gente, è tempo perso.. questo mi lascia pensare visto che Biglino è pronto.

Io l'ho già invitato a discutere di ebraico in ebraico, venga in casa ebraica, ne saremo onorati. In ogni caso Biglino mi è simpatico, come mi è simpatico Dan Brown. Io amo molto la fantascienza, Il problema è che il Dr. Biglino non ha voluto e non vorrà confrontarsi in ebraico e in Tanach con chi queste cose le studia per davvero. Comunque siamo qui ed i forum permette ancher di usare l'alfabeto ebraco. quindi ......

 

BIGLINO SMONTATO!!! Critica alle ipotesi di Mauro Biglino, Scritti e conferenze


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#17 kiradavid97

kiradavid97

    Utente Senior

  • Utenti
  • 485 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 08:56

se vai sul forum di consulenza ebraica hanno confutato molto spesso le interpretazioni traduttive di Biglino dandogli indirettamente ma neanche tanto del cialtrone. Nel senso di traduttore sui generis.
Capisco sia una delusione ma tutto quello scalpore sollevato è solo un'abile operazione commerciale.

 

questo forum è in italiano? Mi manderesti il link please?



#18 Pandorax

Pandorax

    casuale senza causa

  • Utenti
  • 1756 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 10:11

Ma qui non stiamo parlando di concetti astratti o di culture religiose.

Beh sei tu che hai interpellato Furor sulla diversa caratterizzazione di Dio nell'AT rispetto al NT.
Al massimo puoi ribattere che non stavi parlando con me e che mi sono impicciata. :asdsi:

ecco. gnente firma :bb:


#19 Pandorax

Pandorax

    casuale senza causa

  • Utenti
  • 1756 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 10:15

questo forum è in italiano? Mi manderesti il link please?

e' in Italiano.
boh basta googlare consulenza ebraica Biglino, io ho appena trovato questa discussione ma ce ne sono altre di sicuro.
https://consulenzaeb...t/m/?t=63890174
edit non avevo letto te lo aveva già trovato Skynight

ecco. gnente firma :bb:


#20 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 10682 messaggi

Inviato 05 febbraio 2019 - 10:41

Beh sei tu che hai interpellato Furor sulla diversa caratterizzazione di Dio nell'AT rispetto al NT.
Al massimo puoi ribattere che non stavi parlando con me e che mi sono impicciata. :asdsi:

 

Il fatto è che io ho fatto una domanda abbastanza diretta e semplice.

La risposta di sicuro non sarlà semplice ma lei come vedi, me ne ha data una senza tergiversare o menare il can per l'aia o chiamando in causa interpretazioni monoteiste, (concetti astratti appunti), sacrifici umani ( :nonchalance: ) e non so cosa altro.

 

E' un forum pubblico e non ha senso dire che qualcuno si impicci.

Domandare è lecito, rispondere è cortesia.

Rispondere senza girarci intorno è ancora più apprezzabile :D

 

 

 

 


  • Spinoza piace questo

Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi