Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Le lingua dei demoni


  • Per cortesia connettiti per rispondere
238 risposte a questa discussione

#221 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:08

Non è una domanda provocatoria, vedi cos'è che non comprendi? Non ti provocavo certo dal punto di vista personale, sai quanto mi frega, volevo sottolineare un punto e suscitare una riflessione: ossia che nessuno può affermare di conoscere la volontà di Dio e pertanto discutere in quei termini era assurdo, sbagliato.
 
L'hai preso come un attacco, pazienza, si vede che vittimista lo sei sul serio.


Sbagli tu. Se non si vuol andare nel campo della conoscenza interiore, possiamo restare nell'essoterico, anche lì si possono trovare tracce della volontà divina. Dio comanda "Non uccidere", il figlio ci dice "amatevi". Si resta sul semplice, per questo il mio esempio parlava degli assassini. Di volontà divina si può parlare eccome, soprattutto in maniera generica. A meno che tu non consideri completamente fuffa i testi sacri oltre alle esperienze mistiche personali, tua legittima opinione, che sempre opinione rimane però.

#222 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:09

Sbagli tu. Se non si vuol andare nel campo della conoscenza interiore, possiamo restare nell'essoterico, anche lì si possono trovare tracce della volontà divina. Dio comanda "Non uccidere", il figlio ci dice "amatevi". Si resta sul semplice, per questo il mio esempio parlava degli assassini. Di volontà divina si può parlare eccome, soprattutto in maniera generica. A meno che tu non consideri completamente fuffa i testi sacri oltre alle esperienze mistiche personali, tua legittima opinione, che sempre opinione rimane però.

 

 

Il punto è che oggi Tizio e il suo testo sacro dicono A circa ciò che Dio vuole e si aspetta da te, domani Caio e il suo testo sacro dicono B.

Quindi capirai che i punti di riferimento non sono molti.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#223 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:12

Il punto è che oggi Tizio e il suo testo sacro dicono A circa ciò che Dio vuole e si aspetta da te, domani Caio e il tuo testo sacro dicono B.
Quindi capirai che i punti di riferimento non sono molti.


Guarda, quei due comandamenti sono piuttosto semplici da comprendere. Poi uno può anche trovare mille giustificazioni, proprio come dicevo nel mio post iniziale, ma il comando sempre quello rimane.

#224 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:16

Guarda, quei due comandamenti sono piuttosto semplici da comprendere. Poi uno può anche trovare mille giustificazioni, proprio come dicevo nel mio post iniziale, ma il comando sempre quello rimane.

 

 

Ma sì, tutto uguale e sovrapponibile, giusto? Dimentichi di considerare che oltre "amatevi" e "non uccidere" Dio *si suppone* abbia detto tanto altro, il diavolo del resto è nei dettagli :roll:

 


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#225 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:21

Ma sì, tutto uguale e sovrapponibile, giusto? Dimentichi di considerare che oltre "amatevi" e "non uccidere" Dio *si suppone* abbia detto tanto altro, il diavolo del resto è nei dettagli :roll:


Dio avrebbe mandato il figlio proprio per dissipare i dubbi sulla sua volontà.
Quindi, dimmi dove Cristo avrebbe permesso l'omicidio.

#226 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:26

Dio avrebbe mandato il figlio proprio per dissipare i dubbi sulla sua volontà.
Quindi, dimmi dove Cristo avrebbe permesso l'omicidio.

 

 

Dimmi che non è una domanda seria... va beh.

Sai che non esiste soltanto il cristianesimo e l'universo esoterico che vi ruota intorno, sì? Questo almeno ti è chiaro?


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#227 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:29

Dimmi che non è una domanda seria... va beh.
Sai che non esiste soltanto il cristianesimo e l'universo esoterico che vi ruota intorno, sì? Questo almeno ti è chiaro?


Forse non ti è chiaro che stavamo parlando di cristianesimo e di come considerare il libero arbitrio all'interno dell'esperienza mistica di matrice cristiana.
Poi oh, se vuoi parlare di induismo o buddismo prego.

#228 Pandora

Pandora

    keep kalm and how U doin'?

  • Moderatore
  • 4929 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:29

Secondo me ogni comportamento contrario alla volontà divina presuppone, di base, una notevole assenza di fede, la capacità di produrre giustificazioni egoistiche e di interpretare in maniera distorta la realtà. Cioè, delle menomazioni, dei vuoti di conoscenza.
Esattamente come i mafiosi che sciolgono la gente nell'acido e poi vanno in chiesa la domenica: probabilmente sono davvero convinti che con la frequentazione ecclesiastica e la preghiera i loro gesti verranno perdonati, li giustificano interiormente come dettati dalle circostanze. La mente può trovare mille giustificazioni a certi gesti, perché ognuno è convinto di agire bene, anche il peggiore assassino, o di non aver altra scelta per garantirsi sopravvivenza o vendetta.

se c'è una cosa che ho capito, è che esistono ma sono rari i casi in cui le persone fanno del male al solo scopo di fare del male.

Anche il bullismo è un atteggiamento istintivo più che coscientemente strutturato.

Tutti gli esseri umani hanno un proprio personale ordine di idee attraverso il quale si sentono sempre giustificati in ciò che fanno, altrimenti non lo farebbero.
Esiste tutto un processo psicologico per il quale siamo indulgenti con noi stessi ma non concediamo la stessa indulgenza agli altri.

Eppure anche gli altri hanno degli ottimi motivi per ogni decisione che si disallinei dall'etica condivisa (non sto neanche parlando strettamente di religione)

"avevo fame", "la società è ingiusta", "lei aveva la minigonna", sono giustificazioni che rientrano in uno schema percettivo della realtà.

Nel caso della religione cristiana il meccanismo non e' molto diverso, perché diventare credenti non significa mica diventare con uno schiocco di dita persone integerrime, anzi è ancora più faticoso lottare conto le proprie pulsioni autogiustificative.
Il credente è di fronte ad una contraddizione tra ciò che si sente giustificato nel fare, e ciò che la legge divina fissa come limite da non oltrepassare.
Ma il meccanismo in fondo è sempre lo stesso.

Credo sia proprio per questo che la religione comprenda tutta una serie di regole comportamentali, affinché la' dove non arriva il proprio intimo sentire e la propria personale consapevolezza, arrivi una base culto-culturale condivisa, che formi gli individui.

Un esempio delle conseguenze della mancanza di tutto questo, potrebbero essere certi riti africani che considerano lecito fare sacrifici umani o stuprare neonati per acquistare forza,nonostante le leggi lo vietino, offrono una giustificazione spirituale ai crimini più atroci.

L'ambiente culturale è più incisivo delle stesse leggi, sia che sia il codice interno ad un gruppo malavitoso, sia la rivendicazione di presunti "diritti" dei quali ci si sente defraudati, come quello di un diritto ad un figlio la' dove l'utero in affitto e la vendita di neonati è e resta un reato.

Gli esseri umani tendono a darsi giustificazioni logiche a seconda della propria personale prospettiva.

Tutto questo, la religione cristiana è quella che lo ha compreso meglio di tutti i sistemi e gli ordini di priorità possibili, non a caso Gesù diceva "nessuno è buono", perché conosceva profondamente la natura degli uomini: nessuno è avulso da pulsioni egoiche, perfino il tradimento di Pietro era contemplato.
La religione cristiana non si muove in una pretesa di perfezione, e nemmeno di raggiungimento di consapevolezza, ma di volontà: "beati gli uomini di buona volontà".
Per far funzionare un clima culturale condiviso ciò che è importante non sono le giustificazioni di ognuno, ma la volonta' nell'attenersi.
Per questo trovo fuori asse il parlare di "scelta obbligata" quando si ha chiaro il quadro: chi lo possiede?

.
Non esiste, credo, nessuno che compie scelte di questo tipo avendo la chiara percezione di cosa comportano.
Gesù infatti chiese il perdono per i suoi assassini perché non sapevano quello che facevano.

Ma guarda, sono d'accordo, la tua è una lettura intelligente.

Avendo tutti i dati ben chiari è invece possibile scegliere con reale cognizione. Il paradosso è che in questo caso la libera scelta di affidarsi a Dio è l'unica possibile, perché non esiste altro modo di accordarsi alla verità. Diciamo che alla fine la volontà divina e umana coincidono.

Avere tutti i dati ben chiari però non è molto comune, sia che si abbia o che non si abbia fede.

Se ti guardi intorno vedrai che la maggior parte di noi è confusa, ed al tempo stesso convinta che ciò che "è giusto" sia ciò che è dettato dalle proprie personali giustificazioni.

scusa il pizzardone. se ho tempo elimino un po' di ridondanza. :asdsi:

è che mi sto scontrando con questi schemi
  • Nehelamite e Frèyja piace questo
ecco. gnente firma :bb:

#229 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 05:30

Forse non ti è chiaro che stavamo parlando di cristianesimo e di come considerare il libero arbitrio all'interno dell'esperienza mistica di matrice cristiana.
Poi oh, se vuoi parlare di induismo o buddismo prego.

 

 

Ah ma allora ce la facciamo a relativizzare :roll:

Raggiungendo questa conclusione prima, ti saresti risparmiata una buona decina di risposte inutili e attacchi.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#230 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 06:21

Ah ma allora ce la facciamo a relativizzare :roll:
Raggiungendo questa conclusione prima, ti saresti risparmiata una buona decina di risposte inutili e attacchi.


Potevi raggiungerla te prima, bastava seguire il filo della discussione.

#231 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 06:28

Potevi raggiungerla te prima, bastava seguire il filo della discussione.

 

 

Il filo della discussione lo stavo seguendo, sei stata tu (che lo dico a fare) che ad un certo punto sei sembrata fin troppo... come dire, sicura di te :roll:


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#232 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 07:36

Il filo della discussione lo stavo seguendo, sei stata tu (che lo dico a fare) che ad un certo punto sei sembrata fin troppo... come dire, sicura di te :roll:


Francamente non ho ancora capito se trolli di proposito o ti viene spontaneo.
Sei un caso umano interessante. Purtroppo non ho tempo, quindi lascerò che sia tu a svelarmi questo segreto.
  • Uedra piace questo

#233 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 09:03

Francamente non ho ancora capito se trolli di proposito o ti viene spontaneo.
Sei un caso umano interessante. Purtroppo non ho tempo, quindi lascerò che sia tu a svelarmi questo segreto.

 

 

Vedi, nelle discussioni si arriva sempre a quel punto in cui i contendenti si incancreniscono intorno alle loro posizioni, il mio intento è spingere a riflettere su queste posizioni per vedere se se ne può ricavare qualcosa di utile per l'argomento del topic: ti sembra un comportamento da troll solo perché ti senti "attaccata"? Beh cara non c'è davvero nulla che possa fare, tanto hai già deciso ch'è così, quindi che diavolo dovrei spiegarti? :arg:

Ma ci proverò lo stesso :dunno: nonostante il tuo atteggiamento aggressivo.

 

Parli della volontà di Dio come fosse cosa tua e cosa decisa, come se si fosse già capito tutto, io invece intervengo e molto semplicemente cerco di fartene rendere conto (nei due significati dell'espressione "rendere conto") e a te non va bene, ti senti punta, attaccata; beh ma ti soffermi mai invece a leggere le tue stesse affermazioni o bene così, a ruota libera e chi è dentro è dentro chi è fuori è fuori? Sei davvero così eccessivamente "sensibile" o è solo un modo per svicolarsi? Chi lo sa! Piuttosto, rileggiamo:

 

Secondo me ogni comportamento contrario alla volontà divina presuppone, di base, una notevole assenza di fede, la capacità di produrre giustificazioni egoistiche e di interpretare in maniera distorta la realtà. Cioè, delle menomazioni, dei vuoti di conoscenza.

 

 

Qui proprio l'arroganza che ti imputo nel trattare "in generale" (parole tue) l'argomento, è evidentissima, dovrebbe esserlo per tutti ma sei buona bella e carina e allora sembra tu debba avere ragione per forza, contro il troll brutto e cattivo che non capisce niente :roll:

Cioè complimenti, grazie al mio caratteraccio hai sempre la scusa pronta per ignorare tutto e sottrarti all'argomentazione, e vedi la gente come ci casca... :rotfl:

 

In una persona normale un'affermazione del genere suscita diverse domande.

"Ogni comportamento contrario alla volontà divina" - di quale Dio? Quello cristiano? E in base a cosa è ricavata, tale volontà? Sulla scorta dei testi sacri? E chi dice che tali testi siano la conferma effettiva e puntuale della volontà divina? Naturalmente è un cane che si morde la coda, dov'è scritta la volontà divina? Nei testi sacri. Chi conferma la validità dei testi sacri? La fede. Un circuito chiuso che causa inevitabilmente un cortocircuito.

 

Se poi si parla di dogma cristiano e catechismo, bene, basta dirlo subito e si discute di conseguenza ma dubito sia il tuo caso, visto che anche altrove abbiamo stabilito che la religione la interpreti un po' come ti pare.

Allora la domanda legittima diventa: cosa intendi tu per "volontà divina" e cosa comprende? Non si allinea totalmente con la catechesi cristiana, quindi bisogna concludere che la tua idea sia... personale? Beh legittimissimo eh, però poi non puoi sorprenderti né indignarti, o chiamarmi troll o dirmi che non capisco (non sono nella tua testa, ovvio che non capisco), se ti chiedo, sempre legittimamente, ma di che cavolo stiamo parlando?

 

Spero ti sia più chiaro, ma visti i trascorsi, ne dubito.

Le domande che ti ho fatto non sono le domande di un troll, se avessi voluto trollarti non avrei sprecato tanto tempo a spiegarmi e rispiegarmi, avrei fatto una battutina magari e buono così, ti saresti incazzata lo stesso e ne avresti avute tutte le ragioni, ma a me non sarebbe importato, invece se mi arrabbio a mia volta è proprio per questo tuo atteggiamento della menga.
E' solo che tu hai buon gioco a farmi passare per il cattivo della situazione per sottrarti al confronto: io il mio caratteraccio lo ammetto tranquillamente, tu la tua meschinità la tieni invece ben nascosta, così ogni volta te la cavi a mani pulite.

 

Quindi boh, fammi il piacere di non chiamarmi troll, il troll qui te l'assicuro non sono io, ma il tuo ego ;)


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#234 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 4684 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 09:41

Vedi, nelle discussioni si arriva sempre a quel punto in cui i contendenti si incancreniscono intorno alle loro posizioni, il mio intento è spingere a riflettere su queste posizioni per vedere se se ne può ricavare qualcosa di utile per l'argomento del topic: ti sembra un comportamento da troll solo perché ti senti "attaccata"? Beh cara non c'è davvero nulla che possa fare, tanto hai già deciso ch'è così, quindi che diavolo dovrei spiegarti? :arg:
Ma ci proverò lo stesso :dunno: nonostante il tuo atteggiamento aggressivo.
 
Parli della volontà di Dio come fosse cosa tua e cosa decisa, come se si fosse già capito tutto, io invece intervengo e molto semplicemente cerco di fartene rendere conto (nei due significati dell'espressione "rendere conto") e a te non va bene, ti senti punta, attaccata; beh ma ti soffermi mai invece a leggere le tue stesse affermazioni o bene così, a ruota libera e chi è dentro è dentro chi è fuori è fuori? Sei davvero così eccessivamente "sensibile" o è solo un modo per svicolarsi? Chi lo sa! Piuttosto, rileggiamo:
 



 
 
Qui proprio l'arroganza che ti imputo nel trattare "in generale" (parole tue) l'argomento, è evidentissima, dovrebbe esserlo per tutti ma sei buona bella e carina e allora sembra tu debba avere ragione per forza, contro il troll brutto e cattivo che non capisce niente :roll:
Cioè complimenti, grazie al mio caratteraccio hai sempre la scusa pronta per ignorare tutto e sottrarti all'argomentazione, e vedi la gente come ci casca... :rotfl:
 
In una persona normale un'affermazione del genere suscita diverse domande.
"Ogni comportamento contrario alla volontà divina" - di quale Dio? Quello cristiano? E in base a cosa è ricavata, tale volontà? Sulla scorta dei testi sacri? E chi dice che tali testi siano la conferma effettiva e puntuale della volontà divina? Naturalmente è un cane che si morde la coda, dov'è scritta la volontà divina? Nei testi sacri. Chi conferma la validità dei testi sacri? La fede. Un circuito chiuso che causa inevitabilmente un cortocircuito.
 
Se poi si parla di dogma cristiano e catechismo, bene, basta dirlo subito e si discute di conseguenza ma dubito sia il tuo caso, visto che anche altrove abbiamo stabilito che la religione la interpreti un po' come ti pare.
Allora la domanda legittima diventa: cosa intendi tu per "volontà divina" e cosa comprende? Non si allinea totalmente con la catechesi cristiana, quindi bisogna concludere che la tua idea sia... personale? Beh legittimissimo eh, però poi non puoi sorprenderti né indignarti, o chiamarmi troll o dirmi che non capisco (non sono nella tua testa, ovvio che non capisco), se ti chiedo, sempre legittimamente, ma di che cavolo stiamo parlando?
 
Spero ti sia più chiaro, ma visti i trascorsi, ne dubito.
Le domande che ti ho fatto non sono le domande di un troll, se avessi voluto trollarti non avrei sprecato tanto tempo a spiegarmi e rispiegarmi, avrei fatto una battutina magari e buono così, ti saresti incazzata lo stesso e ne avresti avute tutte le ragioni, ma a me non sarebbe importato, invece se mi arrabbio a mia volta è proprio per questo tuo atteggiamento della menga.
E' solo che tu hai buon gioco a farmi passare per il cattivo della situazione per sottrarti al confronto: se ne accorgerebbe chiunque abbia mezzo cervello, perché io il mio caratteraccio lo ammetto tranquillamente, tu la tua meschinità la tieni invece ben nascosta, così ogni volta te la cavi a mani pulite.


Sulla volontà divina di cui si stava parlando abbiamo già chiarito, anche se, obbiettivamente, bastava leggere la discussione e non ce ne sarebbe stato bisogno. È ovvio anche che, ciò che io credo, come sorprendentemente cogli, non si allinea totalmente al dogma, e questo soprattutto se si vanno a sviscerare i dettagli della religione, le incongruenze, e più di tutto le inammissibili mancanze nel dare un senso spirituale profond all'individuo, nel saper fornire l'esperienza. Questo non vale al livello generale su cui avevo impostato il discorso.
Sembra, piuttosto, che a te non vada bene nulla. Quando scrivo per esperienza personale mi attacchi perché parlo di "tenebra mistica", quando faccio un discorso generico mi attacchi perché è vago e non sai dove collocare il mio "credo", e tutto questo sovente senza che io ti rivolga parola. Perfino se comincio il mio discorso con un doveroso "Secondo me", non puoi fare a meno di darmi contro per la mia supposta arroganza.
A me non stai sulle palle, per starmi sulle palle dovrei provare un qualche tipo di fastidio a priori nei tuoi confronti, che invece è minimo e il più delle volte non mi porta neanche a intervenire, se non ovviamente quando cominci tu, cioè praticamente SEMPRE. Per cui sei tu a provare fastidio, sono io a stare sulle palle a te. Il resto (cioè il sentimento di avversità reciproco) è conseguenza indiretta del tuo starmi attaccato ai coglioni (le ovaie, via).

Non è che la gente ci casca, è che quando un tizio insegue sempre i soliti per provocare, esige risposte che non gli sono dovute con un atteggiamento irritante (questa è una tua mania, come se dovessimo rendere conto a te), è legittimo chiedersi se sta trollando o è solo un rompicoglioni di natura. In entrambi i casi c'è comunque un patologico bisogno di stare al centro dell'attenzione, nel bene o nel male poco importa. E visto che non condivido questa tua passione, credo che questo sarà il mio ultimo messaggio per te.
Siccome vedo che sei capacissimo di trattenerti, cambiare le carte in tavola, girare la frittata e disciplinare l'irruenza tipica del rompicoglioni di natura, non mi resta che propendere per l'ipotesi del trollaggio sistematico, intenzionale e strategico. In un certo senso frutto di una mente tanto acuta quanto triste e annoiata.

Non è mia intenzione sottrarmi al confronto, ma non vedo l'utilità di continuare a fare luce su chi, in assenza del mio contraddittorio, resterebbe al buio.
Saluti.

#235 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 10 febbraio 2019 - 09:51

Non è mia intenzione sottrarmi al confronto, ma non vedo l'utilità di continuare a fare luce su chi, in assenza del mio contraddittorio, resterebbe al buio.
Saluti.

 

 

Ti stai decisamente sopravvalutando ;)

 

 

Quando scrivo per esperienza personale mi attacchi perché parlo di "tenebra mistica", quando faccio un discorso generico mi attacchi perché è vago e non sai dove collocare il mio "credo", e tutto questo sovente senza che io ti rivolga parola. Perfino se comincio il mio discorso con un doveroso "Secondo me", non puoi fare a meno di darmi contro per la mia supposta arroganza. 

 

 

"Secondo me tutti quelli coi capelli rossi vanno internati" - ecco, ti sembra che mettere un "secondo me" davanti un'affermazione la migliori in qualche modo? Direi di no.

 

Guarda poi che l'accusa è sempre la stessa: non si capisce in base a cosa tu stia parlando, anzi spesso nemmeno quello di cui tu stai parlando, tant'è che forse non lo noti (io però sì) ma raramente chi ti risponde dà l'impressione di aver colto il senso del tuo post, spesso invece ti citano ma poi parlano di tutt'altro o della loro opinione totalmente slegata :D E vorresti incazzarti con me perché sono l'unico che 'sto sforzo di entrare nel magico mondo di Freiya lo compie? E su.

Ringraziarmi no eh.

 

Quindi.

Non è la catechesi o la teologia cristiana, non sono correnti esoteriche specifiche e precise, e allora boh... però ti aspetti che l'interlocutore si adegui? E in che magica maniera, leggendoti la mente a distanza? No perché capirai anche tu che la pretesa è assurda.

Ancora una volta, la domanda: di che diavolo stai parlando?

 

 

 

Siccome vedo che sei capacissimo di trattenerti, cambiare le carte in tavola, girare la frittata e disciplinare l'irruenza tipica del rompicoglioni di natura, non mi resta che propendere per l'ipotesi del trollaggio sistematico, intenzionale e strategico. In un certo senso frutto di una mente tanto acuta quanto triste e annoiata. 

 

 

Guarda, puoi pensarla come ti pare, se vedo qualcosa che non mi sta bene io intervengo e rispondo come ritengo opportuno, ciò che davvero è inopportuno è questo atteggiamento del cavolo che sfoderi *tu.*

Mi vedi litigare con Cimy? Con Maila? Con Silvya? :asdsi: Con gli utenti nuovi che chiedono legittimamente spiegazioni ed esprimono opinioni? No? Non è che con loro moderi i toni o mi risparmi eh, mi sa che il problema è tuo allora, ma nemmeno c'hai l'onestà di dire che ti sto sulle balle... che roba.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#236 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8100 messaggi

Inviato 11 febbraio 2019 - 12:42


Guarda, puoi pensarla come ti pare, se vedo qualcosa che non mi sta bene io intervengo e rispondo come ritengo opportuno, ciò che davvero è inopportuno è questo atteggiamento del cavolo che sfoderi *tu.*

Mi vedi litigare con Cimy? Con Maila? Con Silvya? :asdsi: Con gli utenti nuovi che chiedono legittimamente spiegazioni ed esprimono opinioni? No? Non è che con loro moderi i toni o mi risparmi eh, mi sa che il problema è tuo allora, ma nemmeno c'hai l'onestà di dire che ti sto sulle balle... che roba.

 

Con me ci sei andato vicino :arg:, cioè, io roteo parecchio gli occhi quando scrivi alcune cose perchè mi sembrano provocazioni del cacchio; del cacchio proprio perchè leggo altro di te che mi sembra very good. Oggi sono english. Oddeo.

 

Se io non mi lascio andare allo sclero, spesso, è solo perchè non ho tempo :D in quel momento, non perchè non mi piacerebbe menare colpi a destra e a manca e darti un tuzzo in fronte. Succede poi che quando ho il tempo, mi è passata la carogna.

 

Devo dire che ora che hai esplicitato, mi salirà meno la carogna. Però insomma, il mio lato zen trova, a volte, impegnativo il fatto di gestire le mie reazione verso di te.

 

In sincerità,

 

:rotfl: Malia.


  • Uedra e Nehelamite piace questo

#237 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 11 febbraio 2019 - 01:47

Con me ci sei andato vicino :arg:, cioè, io roteo parecchio gli occhi quando scrivi alcune cose perchè mi sembrano provocazioni del cacchio; del cacchio proprio perchè leggo altro di te che mi sembra very good. Oggi sono english. Oddeo.

 

Se io non mi lascio andare allo sclero, spesso, è solo perchè non ho tempo :D in quel momento, non perchè non mi piacerebbe menare colpi a destra e a manca e darti un tuzzo in fronte. Succede poi che quando ho il tempo, mi è passata la carogna.

 

Devo dire che ora che hai esplicitato, mi salirà meno la carogna. Però insomma, il mio lato zen trova, a volte, impegnativo il fatto di gestire le mie reazione verso di te.

 

In sincerità,

 

:rotfl: Malia.

 

 

Ma le mie sono provocazioni pedagogiche, perché quando qualcuno sente, cito testualmente le parole di Freiya, di "non doverti spiegazioni" allora beh non te ne darà e la discussione è bella lì che morta, ognuno finirà col buttarsi in faccia la propria posizione e chi ci sta bene, chi non ci sta bene uguale, e dunque che si sta a fare in un forum? A me pare che la gente non sia più capace di discutere, tutti rimangono fossilizzati nelle proprie idee ed ho l'impressione che certi discorsi non vadano da nessuna parte, per questo preferisco scuotere un po' la gabbia e far smuovere il cardellino, ecco, anche a costo di far cadere merda :asdsi:


  • malia piace questo
 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#238 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 380 messaggi

Inviato 15 febbraio 2019 - 12:06



"La liberazione da cosa, però? Cosa dovrebbe distinguere un posseduto da un isterico curabile con medicine, in una società moderna che ai demoni brutti e cattivi non ci crede più ed a buon ragione?"

Che tu cicreda o no, che io stessa ci creda o no esiste una ben precisa classificazione dei sintomi e segni della possessione demoniaca. Precisa e accurata. E sempre secondo la religione cattolica, a cui mi riferivo, e non ad altre ( visto che avete citato l'induismo o il giudaismo). Io personalmente non seguo alcuna religione e non sono religiosa. La mia domanda era legata ad una curiosità che mi è venuta constatando appunto l'uso del latino in molti documenti che parlano di esorcismi.
Dunque la domanda non era stata fatta perchè devo mettermi a fare qualcosa io, visto che non sono credente, o perchè non so che i demoni in realtà sono entità infime o vermi astrali o qualsiasi altra cosa possano essere. Ma mi piace vedere che avete dissertato tabto su molte cose esponendo varie teorie e che la discussione vi abbia preso così tanto.
A volte da una semplice curiosità scaturiscono discorsi molto interessanti che fanno apprendere tante cose. Grazie a tutti coloro che hanno dato il loro personale contributo 😊
  • Furor e Nehelamite piace questo
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#239 Pandora

Pandora

    keep kalm and how U doin'?

  • Moderatore
  • 4929 messaggi

Inviato 15 febbraio 2019 - 12:35

ah ma stavate litigando. me l'ero perso :bb:
ecco. gnente firma :bb:




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 visitatori, 0 utenti anonimi