Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Interpretazione esoterica e psicologica dei sogni

interpretazione sogni sogni notte paralisi notturne

  • Per cortesia connettiti per rispondere
1203 risposte a questa discussione

#1141 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3582 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 01:19

Premetto che questo sogno è scaturito da una precisa richiesta interiore di aiutarmi a far luce su mie preoccupazioni attuali, lo posto perché mi farebbe piacere avere varie interpretazioni, anche non necessariamente esoteriche.

Fuori c'era la fine del mondo, o almeno avevo questa sensazione, mentre io mi trovavo in una stanza un po' buia e avevo un vestito rosso tutto elegante. Ero felice di averlo (io non mi vesto mai elegante, e mai di rosso acceso).
Accanto a me c'era un uomo, calvo, che stava accucciato per terra come un cane, forse anche nudo, con la faccia leggermente deforme.
C'erano delle persone che ci illuminavano con dei potenti fari. Prima provavano con lui, ma la luce non riusciva a illuminargli il viso. Successivamente il faro illuminava me, completamente dalla testa ai piedi, e sottolineava una pelle liscia, levigatissima, splendente quasi. Io sorridevo, mi giravo verso l'uomo accucciato e gli dicevo "ma lo vedi quanto sei brutto?".

Nella seconda parte cadeva qualcosa dal cielo che colpiva dei palazzi, tipo un razzo o una bomba. L'impressione era che fossimo sotto attacco da qualcuno/qualcosa, forse anche alieno e che io non assistessi direttamente alla scena, perché vedevo tutto ciò mentre ero in cucina, come in una sorta di visione a distanza.

 

 

Premessa: oggi ho tirato una carta per chiedere un consiglio, una direzione personale a un mazzo di carte abbastanza recente, e mi è uscita una carta che mi ha stupito perché aveva delle assonanze sul mio ultimo sogno postato qui, quello che ho postato stamattina.

 

Allora d'ispirazione mi è venuto da chiedere una carta per spiegare il tuo sogno, dato che mi era rimasto impresso

Ho rimescolato accuratamente il mazzo, ho smazzato e...

è uscita la stessa carta che era uscita prima per me!

 

c31886f629961f623aa5e1763be1d3b9.jpg

 

 

E' tempo di rivendicare il vostro retaggio oltre a ciò che siete veramente. Esseri celesti e circostanze terrene vi guidano verso la realizzazione del vostro massimo potenziale. I vostri sforzi sono riconosciuti da alti poteri spirituali che vi incoraggiano a proseguire la vostra ricerca dell'illuminazione.

Abbiate fiducia in ciò che siete e nel destino che dovete portare a compimento: avrete tutto l'aiuto necessario. Reclamate il vostro potere. Se è necessario, restate in solitudine: non sarà per lungo tempo. Le circostanze della vita sono semplici riflessi del nostro mondo interiore. E' tempo di cambiare: i riflessi muteranno di conseguenza.

 

Vibrazione: chakra della corona

Parole chiave:  Diritto di nascita - Retaggio - Guida celeste


  • Frèyja e Pandora piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 




#1142 Pandora

Pandora

    il coperchio!!!

  • Moderatore
  • 13350 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 02:14

Premessa: oggi ho tirato una carta per chiedere un consiglio, una direzione personale a un mazzo di carte abbastanza recente, e mi è uscita una carta che mi ha stupito perché aveva delle assonanze sul mio ultimo sogno postato qui, quello che ho postato stamattina.

Allora d'ispirazione mi è venuto da chiedere una carta per spiegare il tuo sogno, dato che mi era rimasto impresso
Ho rimescolato accuratamente il mazzo, ho smazzato e...
è uscita la stessa carta che era uscita prima per me!

c31886f629961f623aa5e1763be1d3b9.jpg


E' tempo di rivendicare il vostro retaggio oltre a ciò che siete veramente. Esseri celesti e circostanze terrene vi guidano verso la realizzazione del vostro massimo potenziale. I vostri sforzi sono riconosciuti da alti poteri spirituali che vi incoraggiano a proseguire la vostra ricerca dell'illuminazione.
Abbiate fiducia in ciò che siete e nel destino che dovete portare a compimento: avrete tutto l'aiuto necessario. Reclamate il vostro potere. Se è necessario, restate in solitudine: non sarà per lungo tempo. Le circostanze della vita sono semplici riflessi del nostro mondo interiore. E' tempo di cambiare: i riflessi muteranno di conseguenza.

Vibrazione: chakra della corona
Parole chiave: Diritto di nascita - Retaggio - Guida celeste

È esattamente quello che mi ha detto una persona, particolare per certi doni, a cui ho telefonato oggi e che non sentivo da dieci anni.
Mi ha detto di non alimentare l’energia negativa che ci stanno buttando addosso e di credere nella Luce.
Lei non è nemmeno cristiana ma mi ha detto di pregare più che posso alimentando energicamente la fiducia, la fede, perché afferma che queste forze negative demoniache si nutrano della nostra paura.

E poi c’è questo passaggio nella profezia del Ragno Nero che mi fa sperare nella luce in fondo al tunnel, forse non per me, ma a questo punto forse il destino personale è un accessorio:

“Ma la civiltà del vitello d'oro sarà breve e densa di eventi.

Tutto passerà in fretta.
I re non faranno in tempo a mettersi la corona in testa, che i regni saranno già passati

. Le spade non faranno in tempo a lasciare il fodero, che saranno già spezzate”

  • Lamia e Frèyja piace questo

<p>si cambia e poi si cambia ancora


#1143 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 28 luglio 2021 - 02:32

Grazie Lamia, bellissimo significato. Quando tendono a uscire le stesse carte c'è una forza precisa in gioco.
  • Lamia piace questo

#1144 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 526 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 12:21

Ciao Lamia e Freyja, è un piacere leggervi e ritrovarvi, non entravo qui da tanto e la prima cosa che ho letto - la carta postata qui sopra - è stata perfettamente in linea con delle riflessioni e consapevolezze avute in questi giorni in modo tanto intenso da non poterne mettere in discussione la verità, commuoversi di gioia e trovare in sé nuova energia, nuova luce e nuova fede. Sono state proprio queste a farmi riaprire queste pagine.

L'energia presente in questo momento è palpabile e forte, e io sono estremamente contenta che sia arrivata a me come a voi!


  • Lamia e Frèyja piace questo

#1145 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3582 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 12:33

Ciao Lamia e Freyja, è un piacere leggervi e ritrovarvi, non entravo qui da tanto e la prima cosa che ho letto - la carta postata qui sopra - è stata perfettamente in linea con delle riflessioni e consapevolezze avute in questi giorni in modo tanto intenso da non poterne mettere in discussione la verità, commuoversi di gioia e trovare in sé nuova energia, nuova luce e nuova fede. Sono state proprio queste a farmi riaprire queste pagine.

L'energia presente in questo momento è palpabile e forte, e io sono estremamente contenta che sia arrivata a me come a voi!

che bello risentirti  :flu:


  • goodlie piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#1146 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 526 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 12:55

Chiedo aiuto per un paio di sogni particolari avuti in questi giorni.

Nel primo stavo dormendo all'aperto, per terra, quando all'improvviso vengo svegliata dalla presenza di un oggetto lì vicino, che si rivela essere la luna. Era praticamente conficcata nella terra, non molto grande, sui 3/4 metri di diametro. Naturalmente è assurdo ma nel sogno aveva senso, e non mi stupiva affatto che fosse lì. Avrei potuto toccarla, ma mi limitavo a cercare di fare delle foto. Nessuna di queste mi dava soddisfazione, nessuna rendeva giustizia a quello che stavo vedendo, che era comunque un fenomeno straordinario.

Il secondo è una specie di sogno lucido nel corso del quale sperimentavo 3 differenti livelli di "realtà". È abbastanza difficile da spiegare a parole, diciamo che in ognuno di questi livelli si poteva agire mentalmente in modi differenti. Dalla testa emettevo una sorta di energia blu che rappresentava lo strumento col quale operavo. La cosa strana di questo sogno è che ogni livello aveva dei nomi specifici che mi venivano suggeriti. Mi ricordo solo il nome degli ultimi due livelli, in ognuno dei quali mi adoperavo per lasciare oggetti in giro come indizi per ricordarmi della mia presenza nel livello successivo. Il più basso era denominato asura mazda, a seguire solo asura, il terzo non lo ricordo.
Ovviamente è possibile che sia una sorta di richiamo inconscio a qualche lettura sullo zoroastrismo, ma sono abbastanza sicura di non aver mai letto che secondo i ricercatori teosofici ahura Mazda è una storpiatura di asura mazda, cosa che ho scoperto successivamente al sogno. Per cui la storpiatura del nome di Dio nel mio sogno potrebbe avere realmente un senso.
Quel che non riesco a capire bene è per quale motivo il mio inconscio o chiunque abbia voluto istruirmi, abbia denominato i livelli con nomi divini, invece che con le usuali classificazioni. E se questo abbia un significato esoterico particolare che magari conoscete.

 

Leggere questo sogno mi ha fatto venire i brividi e la pelle d'oca. 

Asura sono le potenze di questa era, anzi diciamo che sono l'avamposto operativo della potenza di questa era che è ABRAXAS. Questa potenza ruba l'anima pezzo per pezzo in modo irreversibile, dividerà gli uomini in dei e massa meccanica. Guarda assolutamente i video di Giovagnoni in proposito, sono quelli che ho visto io negli ultimi due giorni.

 

A me pare che questa sia una chiamata forte. Avrei piacere di parlarne anche in privato perché questa sincronicità mi ha veramente turbato.

 

 

che bello risentirti   :flu:

 

Anche per me!! 


  • Lamia e Frèyja piace questo

#1147 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:19

Leggere questo sogno mi ha fatto venire i brividi e la pelle d'oca. 
Asura sono le potenze di questa era, anzi diciamo che sono l'avamposto operativo della potenza di questa era che è ABRAXAS. Questa potenza ruba l'anima pezzo per pezzo in modo irreversibile, dividerà gli uomini in dei e massa meccanica. Guarda assolutamente i video di Giovagnoni in proposito, sono quelli che ho visto io negli ultimi due giorni.
 
A me pare che questa sia una chiamata forte. Avrei piacere di parlarne anche in privato perché questa sincronicità mi ha veramente turbato.
 
 

 
Anche per me!!


Ciao cara, mi fa davvero piacere rileggerti.
Ci sono capitata già sui video di Giovagnoni, in questi giorni. Conoscevo anche le teorie di Steiner, da cui lui prende spunto. E naturalmente non mi era estraneo il concetto originario di Asura nelle filosofie orientali.
La cosa strana è che nel mio sogno quei nomi non avevano una connotazione negativa o di allarme, del tipo stai attenta che a questo livello l'asura x ti ruba l'anima in questo modo, erano solo livelli "operativi", in ognuno dei quali modificavo la realtà via via in maniera più corposa. E questo insegnamento non era qualcosa di legato al sogno lucido, ma pretendeva di avere, almeno a sensazione del sogno, delle corrispondenze col mondo di veglia normale. Una sorta di istruzioni per cambiare la realtà intorno.
Per cui non so come collegarlo al discorso demonico, se non nell'aspetto della comprensione, al limite. Cioè del tipo non uccidere la tigre, ma cavalcala perché vada dove tu desideri.
Del resto se le potenze asuriche agiscono sul piano materiale, è proprio lì che, trascendendole, si può fare la differenza.

#1148 Pandora

Pandora

    il coperchio!!!

  • Moderatore
  • 13350 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:21

No Asura non è una storpiatura di Ahura.
È la stessa parola in sanscrito, significa “Spirito che crea la vita”
https://it.m.wikiped...iki/Ahura_Mazdā

<p>si cambia e poi si cambia ancora


#1149 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:25

No Asura non è una storpiatura di Ahura.
È la stessa parola in sanscrito, significa “Spirito che crea la vita”
https://it.m.wikiped...iki/Ahura_Mazdā


Infatti, sono proprio la stessa parola. Nella teosofia pensa che sono i deva gli stronzi :D, cioè i finti buoni che avrebbero rubato il posto agli asura, fregando tutti alla grande.
Infatti, onde evitare confusione, le potenze attuali le chiamerei forse in altri modi, modi che facciano intendere il loro piano d'azione.

#1150 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 526 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:29

Ciao cara, mi fa davvero piacere rileggerti.
Ci sono capitata già sui video di Giovagnoni, in questi giorni. Conoscevo anche le teorie di Steiner, da cui lui prende spunto. E naturalmente non mi era estraneo il concetto originario di Asura nelle filosofie orientali.
La cosa strana è che nel mio sogno quei nomi non avevano una connotazione negativa o di allarme, del tipo stai attenta che a questo livello l'asura x ti ruba l'anima in questo modo, erano solo livelli "operativi", in ognuno dei quali modificavo la realtà via via in maniera più corposa. E questo insegnamento non era qualcosa di legato al sogno lucido, ma pretendeva di avere, almeno a sensazione del sogno, delle corrispondenze col mondo di veglia normale. Una sorta di istruzioni per cambiare la realtà intorno.
Per cui non so come collegarlo al discorso demonico, se non nell'aspetto della comprensione, al limite. Cioè del tipo non uccidere la tigre, ma cavalcala perché vada dove tu desideri.
Del resto se le potenze asuriche agiscono sul piano materiale, è proprio lì che, trascendendole, si può fare la differenza.

 

Io ho inteso il messaggio più che altro in questo modo, noi con queste potenze non possiamo farci molto, esse sono nell'eterno divenire dell'uno, in questo divenire l'ombra serve la luce e la luce l'ombra, senza questo dinamismo non ci potrebbe essere vita, attribuire alle potenze il carattere di bene o di male è figlio della prospettiva relativistica e separativa del piano della manifestazione. In questo divenire si colloca quella che Giovagnoni chiama speciazione, che sarà portata avanti da forze - che già sono in atto - che con violenza sempre maggiore inducono alla meccanicità gli uni, i più, e alla differenziazione gli altri. In questo stato di caos il messaggio sembra essere, per quelli che lo ricevono, quello di non chiudersi, di non diffidare, di non temere, ma anzi di essere sempre più orgogliosi del proprio retaggio di luce, di lavorare con i fratelli, perché quelli che si possono salvare da questa mietitura siano salvati. A me questo messaggio è arrivato dopo un periodo di lungo ritiro e di isolamento. Certo da sola ho la mia pace, ma sembra che ora non sia più il tempo della filosofia ma quello di operare come forze attive.


  • Frèyja piace questo

#1151 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:36

Io ho inteso il messaggio più che altro in questo modo, noi con queste potenze non possiamo farci molto, esse sono nell'eterno divenire dell'uno, in questo divenire l'ombra serve la luce e la luce l'ombra, senza questo dinamismo non ci potrebbe essere vita, attribuire alle potenze il carattere di bene o di male è figlio della prospettiva relativistica e separativa del piano della manifestazione. In questo divenire si colloca quella che Giovagnoni chiama speciazione, che sarà portata avanti da forze - che già sono in atto - che con violenza sempre maggiore inducono alla meccanicità gli uni, i più, e alla differenziazione gli altri. In questo stato di caos il messaggio sembra essere, per quelli che lo ricevono, quello di non chiudersi, di non diffidare, di non temere, ma anzi di essere sempre più orgogliosi del proprio retaggio di luce, di lavorare con i fratelli, perché quelli che si possono salvare da questa mietitura siano salvati. A me questo messaggio è arrivato dopo un periodo di lungo ritiro e di isolamento. Certo da sola ho la mia pace, ma sembra che ora non sia più il tempo della filosofia ma quello di operare come forze attive.


D'accordo al 100%.
Quella che c'è ora è un'energia estremamente potente, che spinge. Non so spiegarlo bene, a me sembra di essere dentro un frullatore, da parecchi giorni. Con un'attività a livello dei corpi sottili inaudita, parecchia concentrazione su alcune cose e zero su altre. Magari anche cose che mi piaceva fare. Zero proprio, sono irrimediabilmente spinta, attratta verso la costruzione di qualcosa di completamente nuovo a cui possa adattarmi.
Non credo di essere l'unica.
  • goodlie piace questo

#1152 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 526 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:54

D'accordo al 100%.
Quella che c'è ora è un'energia estremamente potente, che spinge. Non so spiegarlo bene, a me sembra di essere dentro un frullatore, da parecchi giorni. Con un'attività a livello dei corpi sottili inaudita, parecchia concentrazione su alcune cose e zero su altre. Magari anche cose che mi piaceva fare. Zero proprio, sono irrimediabilmente spinta, attratta verso la costruzione di qualcosa di completamente nuovo a cui possa adattarmi.
Non credo di essere l'unica.

 

E' un'energia forte, intellegibile direi. Mentre il mondo andava a scatafascio in questi mesi io rimanevo tranquilla e centrata su di me, questo mi sembrava singolare ma positivo,  mi confrontavo con la folla intorno in preda alle follie più varie e pensavo che curare la propria pace fosse importante.  Improvvisamente mi sono ritrovata a fare delle cose che non avevo l'intenzione deliberata di fare e che poi si sono rivelate importanti, o comunque significative. Mentre prima avevo l'impressione di dover recuperare le forze ora mi pare che le debba spendere, che tutto vada nel senso di operare, sulla scorta di verità e bellezza, senso di giustizia, dignità. La carta che ha estratto Lamia mi sembra proprio consonante con tutto il discorso.


  • Lamia piace questo

#1153 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 01:58

E' un'energia forte, intellegibile direi. Mentre il mondo andava a scatafascio in questi mesi io rimanevo tranquilla e centrata su di me, questo mi sembrava singolare ma positivo,  mi confrontavo con la folla intorno in preda alle follie più varie e pensavo che curare la propria pace fosse importante.  Improvvisamente mi sono ritrovata a fare delle cose che non avevo l'intenzione deliberata di fare e che poi si sono rivelate importanti, o comunque significative. Mentre prima avevo l'impressione di dover recuperare le forze ora mi pare che le debba spendere, che tutto vada nel senso di operare, sulla scorta di verità e bellezza, senso di giustizia, dignità. La carta che ha estratto Lamia mi sembra proprio consonante con tutto il discorso.


Io uguale :D. Sono stata tranquilla per tutta la pandemia, tranne ora che c'è sto "frullatore cosmico".

#1154 Pandora

Pandora

    il coperchio!!!

  • Moderatore
  • 13350 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 02:34

Io ho inteso il messaggio più che altro in questo modo, noi con queste potenze non possiamo farci molto, esse sono nell'eterno divenire dell'uno, in questo divenire l'ombra serve la luce e la luce l'ombra, senza questo dinamismo non ci potrebbe essere vita, attribuire alle potenze il carattere di bene o di male è figlio della prospettiva relativistica e separativa del piano della manifestazione. In questo divenire si colloca quella che Giovagnoni chiama speciazione, che sarà portata avanti da forze - che già sono in atto - che con violenza sempre maggiore inducono alla meccanicità gli uni, i più, e alla differenziazione gli altri. In questo stato di caos il messaggio sembra essere, per quelli che lo ricevono, quello di non chiudersi, di non diffidare, di non temere, ma anzi di essere sempre più orgogliosi del proprio retaggio di luce, di lavorare con i fratelli, perché quelli che si possono salvare da questa mietitura siano salvati. A me questo messaggio è arrivato dopo un periodo di lungo ritiro e di isolamento. Certo da sola ho la mia pace, ma sembra che ora non sia più il tempo della filosofia ma quello di operare come forze attive.

il problema è assistere alla possibile mietitura di persone care
io per esempio non sono tanto preoccupata per me stessa, vabbè sono cristiana quindi riporto tutto al discorso della vita eterna che in realtà non ho mai considerato veramente un obiettivo mio, e in teoria invece dovrei lavorare per quello, la mia preoccupazione è sempre stata verso gli altri/le persone che amo.. per cui questi discorsi di mietitura non mi rendono felice per niente, mi rendono triste, al di là del fatto potrei essere mietuta oppure no.
Anche sul fatto di prendersi il covid, nonostante ne abbia fatto esperienza diretta seguendo un malato, non mi ha mai sfiorato per davvero la paura di prenderlo, mentre non posso dire lo stesso del vaccino che ogni giorno che passa mi terrorizza sempre di più, non tanto dal punto di vista fisico perché potrebbe andarmi bene come a un sacco di gente, mi fa paura dal punto di vista spirituale non solo per gli altri, la preoccupazione in questo caso è anche per me stessa.
  • Frèyja piace questo

<p>si cambia e poi si cambia ancora


#1155 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 02:41

il problema è assistere alla possibile mietitura di persone care
io per esempio non sono tanto preoccupata per me stessa, vabbè sono cristiana quindi riporto tutto al discorso della vita eterna che in realtà non ho mai considerato un obiettivo mio, e in teoria invece dovrei lavorare per quello, invece la mia preoccupazione è sempre stata verso gli altri/le persone che amo.. per cui questi discorsi di mietitura non mi rendono felice per niente, mi rendono triste, al di là del fatto potrei essere mietuta oppure no.
Anche sul fatto di prendersi il covid, nonostante ne abbia fatto esperienza diretta seguendo un malato, non mi ha mai sfiorato davvero la paura di prenderlo, mentre non posso dire lo stesso del vaccino che ogni giorno che passa mi terrorizza sempre di più.

Felice, triste, terrorizzata. Sono tutte cose di cui si può fare a meno, cercando di accettare serenamente la realtà per quello che è. Ciò non significa piegarsi al volere altrui, eh. Significa accettare che altri, casomai, vi si pieghino o siano su posizioni diverse. Anche persone che amiamo.
Esattamente come loro vedono noi che abbiamo paura dei vaccini/non li vogliamo oppure sentiamo frullatori cosmici e pensano che magari dovremmo andare in manicomio. Poi chi sarà o no mietuto, quando e in che modo, non possiamo saperlo.
  • Pandora piace questo

#1156 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3582 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 03:14

è dall'inizio della pandemia che ho sentito un'accelerazione molto forte a livello personale, e l'ho vista in diverse persone attorno a me. 
una forte spinta a rivolgersi all'interno, ascoltare dentro e poi agire di conseguenza, prendendo in mano il proprio potere e mettendosi al servizio.

ora si sta facendo sempre più forte, la chiamata al servizio non si può ignorare...


  • goodlie e Pandora piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#1157 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 526 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 03:15

il problema è assistere alla possibile mietitura di persone care
io per esempio non sono tanto preoccupata per me stessa, vabbè sono cristiana quindi riporto tutto al discorso della vita eterna che in realtà non ho mai considerato veramente un obiettivo mio, e in teoria invece dovrei lavorare per quello, la mia preoccupazione è sempre stata verso gli altri/le persone che amo.. per cui questi discorsi di mietitura non mi rendono felice per niente, mi rendono triste, al di là del fatto potrei essere mietuta oppure no.
Anche sul fatto di prendersi il covid, nonostante ne abbia fatto esperienza diretta seguendo un malato, non mi ha mai sfiorato per davvero la paura di prenderlo, mentre non posso dire lo stesso del vaccino che ogni giorno che passa mi terrorizza sempre di più, non tanto dal punto di vista fisico perché potrebbe andarmi bene come a un sacco di gente, mi fa paura dal punto di vista spirituale non solo per gli altri, la preoccupazione in questo caso è anche per me stessa.

 

A me non ha fatto paura né la malattia né il vaccino, come dice il vangelo "non quello che entra nella bocca contamina, ma quello che ne esce", Tutto quello che può accadere nel piano fisico rimane relegato a questo piano a meno che volontariamente uno si ponga nella condizione di esserne contaminato aprendosi a paura, rabbia ed emozioni negative. Come potrebbe mai la grazia essere negata da un farmaco o da una malattia del corpo? Sarà che nella mia vita la malattia l'ho conosciuta più che bene, e così i farmaci, che questo tipo di angosce le ho superate (prendevo pesantissimi psicofarmaci e temevo di perdere il contatto con lo spirito, di diventare un'ameba, non è così, lo spirito è forte). Per le persone care che sono allo sbaraglio ti capisco... io mi metto a disposizione di chiunque abbia una minima scintilla dentro di sé, per queste persone mi metto a servizio in ogni modo, che poi essenzialmente si riduce a cercare insieme a loro di sbrogliare la matassa di contraddizioni che li abita, tentando di portare pace e quindi guarigione, sulla scorta di quello che ho fatto per me stessa quando io ero nella disperazione e non si sa per quale luce ne sono venuta fuori. Se però queste persone, malgrado tutto, non sono pronte, non sta a me prenderle per i capelli.
 


  • Lamia piace questo

#1158 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3582 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 03:41

Io ho inteso il messaggio più che altro in questo modo, noi con queste potenze non possiamo farci molto, esse sono nell'eterno divenire dell'uno, in questo divenire l'ombra serve la luce e la luce l'ombra, senza questo dinamismo non ci potrebbe essere vita, attribuire alle potenze il carattere di bene o di male è figlio della prospettiva relativistica e separativa del piano della manifestazione. In questo divenire si colloca quella che Giovagnoni chiama speciazione, che sarà portata avanti da forze - che già sono in atto - che con violenza sempre maggiore inducono alla meccanicità gli uni, i più, e alla differenziazione gli altri. In questo stato di caos il messaggio sembra essere, per quelli che lo ricevono, quello di non chiudersi, di non diffidare, di non temere, ma anzi di essere sempre più orgogliosi del proprio retaggio di luce, di lavorare con i fratelli, perché quelli che si possono salvare da questa mietitura siano salvati. A me questo messaggio è arrivato dopo un periodo di lungo ritiro e di isolamento. Certo da sola ho la mia pace, ma sembra che ora non sia più il tempo della filosofia ma quello di operare come forze attive.

 

Una carta tirata qualche giorno dopo ha dato questa indicazione:

Il Calderone simboleggia la possibilità di dar vita alla propria realtà, di creare la direzione e il risultato.

 

Ma prestate attenzione: in quanto creatori, dovete essere pienamente consapevoli di cosa vorresti ottenere.
Se colmerete il calderone di amore compassione mescolando con saggezza, le stesse virtù si manifesteranno nel mondo.

"ciò che si dà si riceve"

il calderone potrebbe indicare un nuovo inizio. Accogliete il senso di vuoto che precede ogni crescita o cambiamento radicale e colmatelo di intenzioni favorevoli e create la vita che amate.

Nota alta: i semi della creazione sono stati piantati
Nota bassa: si riceve ciò che si è dato



Io in questa carta vedo l'invito a diventare co-creatori della realtà, unendo la volontà del 3chakra all'amore incondizionato e la connessione con il tutto del 4chakra.
E' il passaggio che chi sta sentendo questa chiamata sta facendo, per me è proprio questa la speciazione che sta avvenendo:

una parte dell'umanità si sta sempre più sintonizzando sull'apertura del cuore, nel centrarsi sulle frequenze del 4,
mentre gli altri rimangono fermi alle lotte di potere e volontà del 3.


 


  • goodlie e Frèyja piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#1159 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 04:57

Goodlie, vorrei chiederti secondo te, in che modo si può vedere concretamente questo meccanismo di differenziazione all'opera? Cioè in che modo secondo te ci si accorge se la persona che abbiamo davanti ha subito un furto di anima?
Perché al piano ideale deve per forza corrispondere un atteggiamento, una serie di attitudini e di scelte fatte anche a livello materiale che vanno in direzione della meccanicità, dell'automatismo assoluto.
Magari ci possiamo spostare qui:
http://www.cosenasco...16#entry1824191
Che probabilmente è abbastanza in tema. Anche se è una discussione in cui ho scelto di non intervenire più, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.

#1160 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3582 messaggi

Inviato 05 agosto 2021 - 05:17

Goodlie, vorrei chiederti secondo te, in che modo si può vedere concretamente questo meccanismo di differenziazione all'opera? Cioè in che modo secondo te ci si accorge se la persona che abbiamo davanti ha subito un furto di anima?
Perché al piano ideale deve per forza corrispondere un atteggiamento, una serie di attitudini e di scelte fatte anche a livello materiale che vanno in direzione della meccanicità, dell'automatismo assoluto.
Magari ci possiamo spostare qui:
http://www.cosenasco...16#entry1824191
Che probabilmente è abbastanza in tema. Anche se è una discussione in cui ho scelto di non intervenire più, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.

 

se i sintomi del furto d'anima sono come i sintomi della perdita di frammenti d'anima o perdita di un'anima nello sciamanesimo allora lo sguardo cambia, l'energia si abbassa,  "la presenza" della persona è molto meno magnetica. lo sguardo è diverso.
c'è molto meno contatto con il mondo onirico, la persona perde la capacità di risuonare con l'arte, la musica, con tutto il "linguaggio senza parole". 

si perde la sensazione di avere uno scopo, ci si sente disconnessi da sè stessi, dal mondo dagli altri.

si ha meno energia a disposizione per fare le cose, essendosi persa la bussola interna, ci si sente persi, affaticati.

non si riesce a risuonare con le sincronicità, con i sogni. diventa difficile che qualcosa riesca a risuonare dentro, perchè appunto si è persa la cassa di risonanza.
ci si sente come intorpiditi, ci si sente soli, diventa difficile volgere lo lo sguardo "dentro", è molto facile buttarsi su droghe, dipendenze di vario genere, lavorare fino allo stremo, non riuscire a terminare progetti, diventare cinici, eccessivamente razionali e materiali, soffrire di ansie o depressioni.


  • Frèyja piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 






Anche taggato con interpretazione sogni, sogni, notte, paralisi notturne

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi