Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Interpretazione esoterica e psicologica dei sogni

interpretazione sogni sogni notte paralisi notturne

  • Per cortesia connettiti per rispondere
783 risposte a questa discussione

#81 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3179 messaggi

Inviato 28 gennaio 2019 - 09:23

Ma sognare una spiaggia con l'acqua sporca e puzzolente?? Avevo voglia di fare il bagno poi appena ho sentito l'odore sono tornata sotto l'ombrellone.. Anche lì incertezza costume

 

l'acqua spesso rappresenta la sfera emotiva. forse la voglia di fare un'esperienza che ti precludi perché hai paura di stare male emotivamente, di soffrire (acqua sporca).
data l'incertezza sul costume mi fa pensare ad un possibile senso di vergogna. 

 

Chiedo di nuovo aiuto, in particolare per l'interpretazione di un dettaglio di questo sogno.
Comincio col dire che prima di iniziare a sognare sono consapevole di staccarmi dal corpo, per cui tutto il sogno si svolge con questa percezione di sottofondo, sebbene una parte non la ricordi bene. Mi ritrovo infatti in una casa in cui abitavo da ragazzina, non so bene a fare cosa. Ad un certo punto sento l'esigenza di uscire, ma anziché uscire dalla porta, per fare prima, salto dalla finestra, conscia di avere il corpo astrale, e infatti non mi faccio niente. Devo cercare qualcosa che in sogno ancora non mi è chiaro, è però una sorta di richiamo, di istinto. Giro la testa e vedo apparire su un cestino all'angolo un occhio enorme. Per me rappresenta il segno che devo andare da quella parte. Mi avvio velocemente e noto, in penombra, un uomo di spalle coperto da un grosso giaccone scuro. Corro davanti a lui e in qualche modo lo forzo a voltarsi verso di me. Lo riconosco subito, è Gesù, che in questo sogno (ne ho fatti altri) ha lineamenti molto nordici, occhi chiari ma soprattutto è altissimo.
Ne sono fortemente attratta, sento di amarlo da morire e quindi lo afferro per portarlo alla mia altezza e baciarlo. La cosa lo fa sorridere, mi sorride in modo dolce e mi bacia.
Subito dopo la scena cambia e sono in una grande piscina, sott'acqua. C'è di nuovo lui. Ma stavolta è più scuro. Per me non fa alcuna differenza, lo riconosco lo stesso. Faccio di tutto per nuotare e raggiungerlo ma non ci riesco. Era come se l'acqua fosse troppo densa o ci fosse una corrente che mi impediva di arrivarci.

Quest'ultima parte come simbologia è abbastanza chiara. La cosa curiosa per me è l'occhio sul cestino. L'occhio enorme di solito rappresenta Dio, solo che il luogo in cui appare è decisamente strano. Mi viene solo in mente che devo andare a cercare ciò che normalmente le persone scartano, quel che hanno buttato via, per trovare la cosa più preziosa. O forse che in qualche maniera, l'ho già fatto, ma l'ultima parte del sogno mi dice che non è sufficiente. Altre idee?

 

potrebbe darsi che devi andare a cercare qualcosa che tu hai cestinato, forse riguardante l'epoca in cui abitavi in quella casa.
qualche esperienza o ricordo che hai 'cestinato' riguardante quel periodo. questo ricordo-situazione cestinato ha ancora una forte carica emotiva che ti condiziona nel tuo percorso spirituale (l'acqua densa, la corrente ti ostacola) e per questo va recuperato e depurato. 

spero di averti dato qualche spunto


  • ChocolateMints e Frèyja piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#82 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 28 gennaio 2019 - 09:47

forse che desideri trovarti in una nuova situazione, ma il fatto che l'acqua sia sporca e puzzolente, vorrebbe significare che non sei sicura se coinvolgerti perchè ci sono aspetti che ti sembrano non chiari e il fatto che sia anche puzzolente oltre che sporca è che probabilmente il tuo istinto ti dice di starne alla larga, perchè non ti fidi.

beh è vero sai!! infatti poi mi son trovata a riflettere su alcune cose e anche se non voglio aspettare sento bisogno di vederci chiaro e andarci piano nelle mie scelte



#83 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 08:39

l'acqua spesso rappresenta la sfera emotiva. forse la voglia di fare un'esperienza che ti precludi perché hai paura di stare male emotivamente, di soffrire (acqua sporca).
data l'incertezza sul costume mi fa pensare ad un possibile senso di vergogna. 

vero anche questo...

 

Cmq cosa significa sognare che ad un certo punto premendo il bottone sbagliato parte una canzone di j ax e fedez? D=  devo leggere le parole della canzone, prestare attenzione a come stavo oppure sognare di sentire una musichetta ha un significato tutto suo?



#84 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 5164 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 08:43

l'acqua spesso rappresenta la sfera emotiva. forse la voglia di fare un'esperienza che ti precludi perché hai paura di stare male emotivamente, di soffrire (acqua sporca).
data l'incertezza sul costume mi fa pensare ad un possibile senso di vergogna. 
 

 
potrebbe darsi che devi andare a cercare qualcosa che tu hai cestinato, forse riguardante l'epoca in cui abitavi in quella casa.
qualche esperienza o ricordo che hai 'cestinato' riguardante quel periodo. questo ricordo-situazione cestinato ha ancora una forte carica emotiva che ti condiziona nel tuo percorso spirituale (l'acqua densa, la corrente ti ostacola) e per questo va recuperato e depurato. 
spero di averti dato qualche spunto


Di ricordi ne ho fin troppi che possono ostacolare. Forse devo andare a guardare qualcosa che non credo serva a nulla. Ci penserò, grazie lamia.
  • Lamia piace questo

#85 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8479 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 11:14

Help.

 

Ho sognato di essere in ospedale nel reparto nascite, dove c'era la madre di una mia amica che era incinta di me :arg:. La madre della mia amica ha realmente un'età che sfiora i 65/70 anni e  in sogno ero perfettamente consapevole della sua età. Doveva partorirmi a momenti e sapevo che nei secondi immediatamente precedenti all'espulsione del mio corpicino, io adulta, avrei vissuto un momento di black out, e questo mi infastidiva un po'. Poi, vabbè, non vivevo questo evento, ma la mia amica, figlia di quella donna, mi dava in mano un corpicino minuscolo di una bambina, figlia di sua sorella; era così piccola che potevo tenerla tra due mani, e cresceva a vista d'occhio. Io mi agitavo perchè non capivo come si potesse trattare così una creatura così fragile con un corpicino che era ancora quasi quello di un feto, cioè passarla di mano in mano; in effetti urtavamo per sbaglio il minuscolo piedino di questo corpicino, e quando la piccola cresceva, vedevo delle deformarzioni sulla gamba che avevamo urtato.

 

Mesi fa ho sognato qualcosa di simile; sempre un reparto nascite, sempre quella famiglia, a partorire era la mia amica e c'era, in modi diversi, una neonata che cresceva velocemente, cioè non mi tornava in sogno l'età attribuita alla bambina, che io consideravo appena nata e delicata, mentre per loro era più grande e quindi la maneggiavano, secondo me, senza molta cura.

 

 

Idee?

 

 

A proposito della paura del black-out pre-nascita, ho fatto un sogno simile, ma versione diabolica. Volevo aprire una discussione dedicata al diavolo nei sogni (ma anche gesù, madonne, dei, angeli) perchè vedo che ci sarebbe abbastanza del materiale per parlarne. Apro una discussione a parte, o continuo qui?


  • Lamia piace questo

#86 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8783 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 12:15

a parte Malia un tuo desiderio inconscio di ritornare neonata e bambina, non riesco a trovare altre possibili spiegazioni al tuo strano sogno, vedrai che Lamia lo saprà interpretare meglio.


  • malia e ChocolateMints piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#87 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 12:34

Help.

 

Ho sognato di essere in ospedale nel reparto nascite, dove c'era la madre di una mia amica che era incinta di me :arg:. La madre della mia amica ha realmente un'età che sfiora i 65/70 anni e  in sogno ero perfettamente consapevole della sua età. Doveva partorirmi a momenti e sapevo che nei secondi immediatamente precedenti all'espulsione del mio corpicino, io adulta, avrei vissuto un momento di black out, e questo mi infastidiva un po'. Poi, vabbè, non vivevo questo evento, ma la mia amica, figlia di quella donna, mi dava in mano un corpicino minuscolo di una bambina, figlia di sua sorella; era così piccola che potevo tenerla tra due mani, e cresceva a vista d'occhio. Io mi agitavo perchè non capivo come si potesse trattare così una creatura così fragile con un corpicino che era ancora quasi quello di un feto, cioè passarla di mano in mano; in effetti urtavamo per sbaglio il minuscolo piedino di questo corpicino, e quando la piccola cresceva, vedevo delle deformarzioni sulla gamba che avevamo urtato.

 

Mesi fa ho sognato qualcosa di simile; sempre un reparto nascite, sempre quella famiglia, a partorire era la mia amica e c'era, in modi diversi, una neonata che cresceva velocemente, cioè non mi tornava in sogno l'età attribuita alla bambina, che io consideravo appena nata e delicata, mentre per loro era più grande e quindi la maneggiavano, secondo me, senza molta cura.

boh io avrei detto che vorresti esprimere un po' la spontaneità e l'innocenza che si hanno in infanzia, mentre partorire penso si riferisca alle responsabilità che aumentano. La particolarità di entrambi i sogni è l'amica con sua madre e il corpo del neonato che non viene maneggiata con cura, forse ti mancava un senso di protezione all'esposizione di quelle preoccupazioni o ti eri ritrovata a occuparti davvero di persone , che ne so, malate


  • malia piace questo

#88 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3179 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 01:42

Help.

 

Ho sognato di essere in ospedale nel reparto nascite, dove c'era la madre di una mia amica che era incinta di me :arg:. La madre della mia amica ha realmente un'età che sfiora i 65/70 anni e  in sogno ero perfettamente consapevole della sua età. Doveva partorirmi a momenti e sapevo che nei secondi immediatamente precedenti all'espulsione del mio corpicino, io adulta, avrei vissuto un momento di black out, e questo mi infastidiva un po'. Poi, vabbè, non vivevo questo evento, ma la mia amica, figlia di quella donna, mi dava in mano un corpicino minuscolo di una bambina, figlia di sua sorella; era così piccola che potevo tenerla tra due mani, e cresceva a vista d'occhio. Io mi agitavo perchè non capivo come si potesse trattare così una creatura così fragile con un corpicino che era ancora quasi quello di un feto, cioè passarla di mano in mano; in effetti urtavamo per sbaglio il minuscolo piedino di questo corpicino, e quando la piccola cresceva, vedevo delle deformarzioni sulla gamba che avevamo urtato.

 

Mesi fa ho sognato qualcosa di simile; sempre un reparto nascite, sempre quella famiglia, a partorire era la mia amica e c'era, in modi diversi, una neonata che cresceva velocemente, cioè non mi tornava in sogno l'età attribuita alla bambina, che io consideravo appena nata e delicata, mentre per loro era più grande e quindi la maneggiavano, secondo me, senza molta cura.

 

 

Idee?

 

 

A proposito della paura del black-out pre-nascita, ho fatto un sogno simile, ma versione diabolica. Volevo aprire una discussione dedicata al diavolo nei sogni (ma anche gesù, madonne, dei, angeli) perchè vedo che ci sarebbe abbastanza del materiale per parlarne. Apro una discussione a parte, o continuo qui?

42d9591197246565ada6f805ef27a715--garden

(Maria incinta, George Mung)

l'essere dentro un grembo e dovere nascere, anzi 'rinascere', lo assocerei ad una rinascita, ad una trasformazione che implica una rinascita. la nascita che avviene nel tuo sogno è collegata con te: quando la bambina nascerà subirai una sorta di black out, che io associo ad un  momento di 'morte': forse per fare spazio alla nuova nata è necessario far 'morire' qualche lato della tua personalità.

secondo me è un sogno che potrebbe preannunciare una tua trasformazione, qualcosa che dentro di te si sta sviluppando molto velocemente e a cui forse dovresti dare più attenzione e cura.

 

 

 

Per il discorso diavolo-sogni: se vuoi che ti aiutiamo ad interpretare il sogno scrivilo pure qua, se invece vuoi fare un focus sulle figure della religione, sulle entità (diavolo gesù etc..) nei sogni ti chiedo di fare un topic a parte.

volendo fai entrambe le cose :D


  • malia e ChocolateMints piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#89 LunaRossa91

LunaRossa91

    Utente Senior

  • Utenti
  • 411 messaggi

Inviato 29 gennaio 2019 - 03:32

Il parto potrebbe essere simbolo di una rinascita o di un progetto che ti sta a cuore, forse 'troppo prematuro' per poter essere condiviso con altre persone. Oltre a questo non so, pensa che io a volte ho sognato di partorire il nulla ._.
  • malia e ChocolateMints piace questo

#90 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 09:02

Ho sognato che la gatta era in calore e urlava tantissimo, io empatizzavo sentivo la sua sofferenza e nn potevo alleviarla per cui mi allontanavo e sentivo un cinguettio ma non vedevo l'animale. Allora mi avvicino all'armadio per vedere cosa ci fosse dentro, e alla fine scoprivo che c'era un uccellino colorato particolare.
L'armadio non era intatto, da sotto mancava un cassetto, quindi io infilavo una mano dentro per poi notare che qualcuno aveva pensato di metterci già dell'acqua.. Era molto stretto il passaggio quindi mi chiedevo se l'uccello sarebbe riuscito a scendere per prendere da bere. In poche parole mi assicuravo dei suoi bisogni di base. Poi vedo che si fa vedere, e noto che ha dei disegni o cmq delle forme geometriche di colore rosso e verde su di esso e penso : oh ma è una specie rara!
Poi vedo che oltre a cinguettare è anche un po' zoppo.
Sto per andarmene via che sento di nuovo la gatta e mi chiedo come devo fare perché non si incontrino.


XD datemi una mano a capire, perché io avrei alcune idee... Tipo ho pensato che la gatta che ulula potrebbe essere una persona che si lamenterà con me non ascoltando i miei problemi, poi l'uccellino che si nasconde potrebbe essere la mia paura di farmi vedere, di meritare attenzioni, amore, in fondo la prima cosa che notavo è che nn era un uccello qualsiasi ma era colorato e nn l'avevo mai visto, quindi perché comportarsi da persona comune?
Poi vabbè non lo so... Il luogo stretto con l'acqua e il fatto di tenere separato lui dalla gatta non so spiegarli.
  • Lamia piace questo

#91 LunaRossa91

LunaRossa91

    Utente Senior

  • Utenti
  • 411 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 10:28

Buongiorno, chiedo l interpretazione del sogno strano che ha fatto stanotte il mio ragazzo;) gli ho anche chiesto già da sola tot particolari per capire ma vorrei altre opinioni

Praticamente nel suo sogno io stavo stendendo i panni, in particolare un grande lenzuolo bianco tanto grande da coprirmi, mi vedeva a malapena, ed era preoccupato per me visto che ad 1 certo punto mi ha vista sospesa nel vuoto, e quando ho finito di stendere il lenzuolo ho fatto un salto nel vuoto (mentre stendevo ero già appesa pure io a sto stendino, sul balcone) per poi ritornarmene tranquillamente a piedi in casa.. come se io trovassi normale stendere i panni in quel modo. Nel sogno lui parlava con suo papà che si era così anche lui preoccupato per la mia incolumità... e pensava fossi pazza xD. Io invece ero serena xD..
  • ChocolateMints piace questo

#92 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8479 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 10:33

a parte Malia un tuo desiderio inconscio di ritornare neonata e bambina,

 
 

boh io avrei detto che vorresti esprimere un po' la spontaneità e l'innocenza che si hanno in infanzia,.

In realtà non è un periodo che rimpiango, per la mia esperienza non lo associo alla spontaneità o all'innocenza, quello dell'infanzia (anche se  sono stata superfortunata come bambina); ogni periodo della vita mi è piaciuto di più di quello precedente; anche ora, che ho quasi 45 anni, non baratterei per niente al mondo la vita dai 40 anni in poi con quelli dell'infanzia. Se potessi rinascere, vorrei rinascere a 40 anni :arg:.
 
 

La particolarità di entrambi i sogni è l'amica con sua madre e il corpo del neonato che non viene maneggiata con cura, forse ti mancava un senso di protezione all'esposizione di quelle preoccupazioni o ti eri ritrovata a occuparti davvero di persone , che ne so, malate

Questa frase mi risuona. Ci ho riflettuto un po': io quando mi relaziono con un adulto, ne sento proprio il lato "bambino ferito/malato".  Forse il fatto di notarlo sempre negli altri mi dice che non lo faccio abbastanza con me stessa.
 

l'essere dentro un grembo e dovere nascere, anzi 'rinascere', lo assocerei ad una rinascita, ad una trasformazione che implica una rinascita. la nascita che avviene nel tuo sogno è collegata con te: quando la bambina nascerà subirai una sorta di black out, che io associo ad un  momento di 'morte': forse per fare spazio alla nuova nata è necessario far 'morire' qualche lato della tua personalità.
secondo me è un sogno che potrebbe preannunciare una tua trasformazione, qualcosa che dentro di te si sta sviluppando molto velocemente e a cui forse dovresti dare più attenzione e cura.
 
 
 
Per il discorso diavolo-sogni: se vuoi che ti aiutiamo ad interpretare il sogno scrivilo pure qua, se invece vuoi fare un focus sulle figure della religione, sulle entità (diavolo gesù etc..) nei sogni ti chiedo di fare un topic a parte.
volendo fai entrambe le cose :D


Ok, per adesso scrivo qui, così svuoto la memoria :arg:.

 

Il giorno successivo al sogno di Freyja sul diavolo castano chiaro brizzolato, sogno di essere ostaggio di un diavolo/vampiro che mi voleva dare un mozzico che mi avrebbe resa simile a lui. Ero terrorizzata, lui mi teneva proprio tra le sue mani. Cercavo di dissimulare il mio terrore, il diavolo se ne accorgeva, e si incarogniva ancora di più. Pensavo che essere sincera al 100% mi avrebbe aiutato: gli dicevo che io in reatà non avevo paura di lui, anzi, mi piaceva pure (lo guardavo, era strafigo, affascinante, sensuale, una parte di me non disdegnava l'idea di rotolarsi e fare porcherie con quell'essere, mi piaceva l'idea di essere protetta da lui) ma l'idea di farmi prendere a morsi mi terrorizzava; anche se sapevo che dopo sarei diventata esattamente come lui, non mi levavo dalla mente l'idea del dolore che avrei provato al momento del "trapasso". Dopo quella confessione sincera, lui si rilassava, mi diceva che lui non voleva farmi del male, cominciava a fare cose che mi piacevano un sacco fisicamente (assaggiava un mio orecchio) e proprio mentre pensavo: no, dai, l'orecchio no, come faccio a resisterti? vedevo arrivare un altro mostro simile ad una palla di lardo verde e unta che era venuta a salvarmi, rimanevo ferma a farmi slinguazzare l'orecchio per dare il tempo all'altro mostro di avvicinarsi, il mostro verde lanciava una catena che si attorcigliava al collo del vampiro diavolo, lo trascinava via e lo sbatteva contro un muro. Io ero libera, ma consapevole che ora il vampiro si sarebbe incarognito ancora di più; cominciavo a correre ma come in ogni rispettabile film dell'orrore, inciampavo.

Il diavolo aveva i capelli quasi bianchi, ma del bianco delle diapositive, cioè un colore al negativo; quando lo osservavo vedevo anche il colore dei suoi occhi al negativo.

 

 

Il sogno di Freyja con le bruciature a forma di rettangolo mi ha fatto venire in mente il trucco che si usa per nascondere oggetti in un libro, cioè ritagliare un rettangolo nello spessore dato dalle pagine.

 

 

Altro sogno misto a realtà.

Sentivo di avere i sintomi dell'uscita dal corpo :arg: (o quello che è) ed ero sveglia. Le braccia si sollevavano dal letto senza la mia volontà ma fin qui, per me era "normale" perchè è una cosa che mi succede anche in stati di meditazione (diciamo, senza farla troppo lunga). Contemporanemante cominciavo a sentire quella nuvola di terrore che spesso di notte "invade" la camera e notavo che anche le mia gambe si spostavano senza la mia volontà. Questo mi ha suggerito che non fosse più realtà perchè incompatibile con gli spostamenti da "meditazione". Mi incazzavo e cominciavo a prendermela con un demonio, da lì in poi  vedevo/sognavo chiaramente in casa. Un uomo normale, un po' spelacchiato, ma era un concentrato di cose brutte. Quando i miei pensieri casuali pensavano alcuni concetti il demonio si incarogniva, si incattiviva e scagliava dall'alto ogni genere di oggetto. Io continuavo ad avere un dialogo mentale con lui: se ce l'hai con me, prenditela solo con me e smettila di scagliare oggetti dove capita colpendo altre persone, smettila, concentrati su di me. Ma l'ira di questa entità era incontenibile. Dall'alto pioveva ogni genere di cosa, le persone fuggivano impaurite e alla cieca; inciampavano, si infilavano su scale senza parapetti, cadevano. Solo io ero la più lucida e riuscivo a mettermi al  riparo. Questa cosa mi faceva veramente arrabbiare e glielo dicevo: ma ti rendi conto che per colpire me stai facendo del male ad altre persone? :arg: :arg: :arg:



#93 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 8783 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 10:37

ma come cavolo fate a ricordare tutti i particolari dei sogni che fate di notte? io se riesco a ricordare gli ultimi pochi minuti prima di svegliarmi è già tanto!  :arg:


  • ChocolateMints piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#94 LunaRossa91

LunaRossa91

    Utente Senior

  • Utenti
  • 411 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 10:40

Quando i sogni sono assurdi si ricordano più facilmente xD penso
  • ChocolateMints piace questo

#95 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8479 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 10:56

Credo che alla fine sia abbastanza normale essere più consapevoli di alcune cose e meno di altre nel complesso; a me sembra che ci sia un pacchetto consapevolezza uguale per tutti, ma diversamente utilizzato inconsapevolmente: io ricordo più sogni e perdo 20 volte al giorno il cell in casa, ho al momento 3 agende e la sveglia sul cell per segnarmi le cose che devo fare di giorno; mi dimentico quello che dico alle persone e quello che le persone mi dicono, non solo lo dimentico, ma proprio non lo sento mentre mi parlano (e questo crea diversi problemi). In compenso ricordo quello che gli utenti del forum hanno scritto 15 anni fa, per fare un esempio.

C'è chi invece ricorda ogni singola parola di una conversazione, non ha bisogno di agende e promemoria,  e non ricorda neanche un sogno per notte. Credo che siano risorse diversamente distribuite in ognuno di noi.


  • skynight, Giulia De Vivo e ChocolateMints piace questo

#96 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 11:10

Buongiorno, chiedo l interpretazione del sogno strano che ha fatto stanotte il mio ragazzo;) gli ho anche chiesto già da sola tot particolari per capire ma vorrei altre opinioni

Praticamente nel suo sogno io stavo stendendo i panni, in particolare un grande lenzuolo bianco tanto grande da coprirmi, mi vedeva a malapena, ed era preoccupato per me visto che ad 1 certo punto mi ha vista sospesa nel vuoto, e quando ho finito di stendere il lenzuolo ho fatto un salto nel vuoto (mentre stendevo ero già appesa pure io a sto stendino, sul balcone) per poi ritornarmene tranquillamente a piedi in casa.. come se io trovassi normale stendere i panni in quel modo. Nel sogno lui parlava con suo papà che si era così anche lui preoccupato per la mia incolumità... e pensava fossi pazza xD. Io invece ero serena xD..

Oddio Luna, non è un granché di sogno, chi mi raccontava di aver fatto sogni simili su stendere panni, specialmente se bianchi, non riportava grosse felicità poi mi dicevano che era segno di malattia di un caro o tristezza per un rapporto... Alla fine poi niente di troppo grave se nn sbaglio, i problemi fan poi parte della vita...
Vabbè comunque sentiamo anche altri pareri! XD

In realtà non è un periodo che rimpiango, per la mia esperienza non lo associo alla spontaneità o all'innocenza, quello dell'infanzia (anche se sono stata superfortunata come bambina); ogni periodo della vita mi è piaciuto di più di quello precedente; anche ora, che ho quasi 45 anni, non baratterei per niente al mondo la vita dai 40 anni in poi con quelli dell'infanzia. Se potessi rinascere, vorrei rinascere a 40 anni :arg:.

Ahahah beh in effetti è proprio come entrare in un altro mondo, ma qualcosa di infanzia e adolescenza è ciò che ha formato l'identità presente.
Nel sogno c'è sempre qualcosa che si forma e che si deforma, bisognerebbe riflettere su che cosa vorresti "maturare" come fosse la prima volta xD

#97 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3179 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 01:21

Ho sognato che la gatta era in calore e urlava tantissimo, io empatizzavo sentivo la sua sofferenza e nn potevo alleviarla per cui mi allontanavo e sentivo un cinguettio ma non vedevo l'animale. Allora mi avvicino all'armadio per vedere cosa ci fosse dentro, e alla fine scoprivo che c'era un uccellino colorato particolare.
L'armadio non era intatto, da sotto mancava un cassetto, quindi io infilavo una mano dentro per poi notare che qualcuno aveva pensato di metterci già dell'acqua.. Era molto stretto il passaggio quindi mi chiedevo se l'uccello sarebbe riuscito a scendere per prendere da bere. In poche parole mi assicuravo dei suoi bisogni di base. Poi vedo che si fa vedere, e noto che ha dei disegni o cmq delle forme geometriche di colore rosso e verde su di esso e penso : oh ma è una specie rara!
Poi vedo che oltre a cinguettare è anche un po' zoppo.
Sto per andarmene via che sento di nuovo la gatta e mi chiedo come devo fare perché non si incontrino.


XD datemi una mano a capire, perché io avrei alcune idee... Tipo ho pensato che la gatta che ulula potrebbe essere una persona che si lamenterà con me non ascoltando i miei problemi, poi l'uccellino che si nasconde potrebbe essere la mia paura di farmi vedere, di meritare attenzioni, amore, in fondo la prima cosa che notavo è che nn era un uccello qualsiasi ma era colorato e nn l'avevo mai visto, quindi perché comportarsi da persona comune?
Poi vabbè non lo so... Il luogo stretto con l'acqua e il fatto di tenere separato lui dalla gatta non so spiegarli.

 

la gatta che ulula potrebbe indicare un tuo bisogno di attenzioni, il tuo desiderio di essere vista, amata, che se nella vita di veglia lo reprimi allora nel sogno si mostra in maniera assordante. l'uccellino potrebbe significare qualche nuovo desiderio interno, forse più spirituale e profondo, nascosto nell'armadio. questo impulso spirituale è comunque nutrito dalle tue attenzioni (l'acqua) e dalla tua osservazioni (vedi che è un po' zoppo, incerto e pensi a come proteggerlo). forse è un aspetto un po' più razionale contrapposto all'emotività?
Sembra quasi che tu sia messa a dover gestire due opposti: la gatta che ulula e si lamenta sofferente e l'uccellino colorato che cinguetta nell'armadio.

 

 
 

In realtà non è un periodo che rimpiango, per la mia esperienza non lo associo alla spontaneità o all'innocenza, quello dell'infanzia (anche se  sono stata superfortunata come bambina); ogni periodo della vita mi è piaciuto di più di quello precedente; anche ora, che ho quasi 45 anni, non baratterei per niente al mondo la vita dai 40 anni in poi con quelli dell'infanzia. Se potessi rinascere, vorrei rinascere a 40 anni :arg:.
 
 

Questa frase mi risuona. Ci ho riflettuto un po': io quando mi relaziono con un adulto, ne sento proprio il lato "bambino ferito/malato".  Forse il fatto di notarlo sempre negli altri mi dice che non lo faccio abbastanza con me stessa.
 


Ok, per adesso scrivo qui, così svuoto la memoria :arg:.

 

Il giorno successivo al sogno di Freyja sul diavolo castano chiaro brizzolato, sogno di essere ostaggio di un diavolo/vampiro che mi voleva dare un mozzico che mi avrebbe resa simile a lui. Ero terrorizzata, lui mi teneva proprio tra le sue mani. Cercavo di dissimulare il mio terrore, il diavolo se ne accorgeva, e si incarogniva ancora di più. Pensavo che essere sincera al 100% mi avrebbe aiutato: gli dicevo che io in reatà non avevo paura di lui, anzi, mi piaceva pure (lo guardavo, era strafigo, affascinante, sensuale, una parte di me non disdegnava l'idea di rotolarsi e fare porcherie con quell'essere, mi piaceva l'idea di essere protetta da lui) ma l'idea di farmi prendere a morsi mi terrorizzava; anche se sapevo che dopo sarei diventata esattamente come lui, non mi levavo dalla mente l'idea del dolore che avrei provato al momento del "trapasso". Dopo quella confessione sincera, lui si rilassava, mi diceva che lui non voleva farmi del male, cominciava a fare cose che mi piacevano un sacco fisicamente (assaggiava un mio orecchio) e proprio mentre pensavo: no, dai, l'orecchio no, come faccio a resisterti? vedevo arrivare un altro mostro simile ad una palla di lardo verde e unta che era venuta a salvarmi, rimanevo ferma a farmi slinguazzare l'orecchio per dare il tempo all'altro mostro di avvicinarsi, il mostro verde lanciava una catena che si attorcigliava al collo del vampiro diavolo, lo trascinava via e lo sbatteva contro un muro. Io ero libera, ma consapevole che ora il vampiro si sarebbe incarognito ancora di più; cominciavo a correre ma come in ogni rispettabile film dell'orrore, inciampavo.

Il diavolo aveva i capelli quasi bianchi, ma del bianco delle diapositive, cioè un colore al negativo; quando lo osservavo vedevo anche il colore dei suoi occhi al negativo.

 

 

Il sogno di Freyja con le bruciature a forma di rettangolo mi ha fatto venire in mente il trucco che si usa per nascondere oggetti in un libro, cioè ritagliare un rettangolo nello spessore dato dalle pagine.

 

 

Altro sogno misto a realtà.

Sentivo di avere i sintomi dell'uscita dal corpo :arg: (o quello che è) ed ero sveglia. Le braccia si sollevavano dal letto senza la mia volontà ma fin qui, per me era "normale" perchè è una cosa che mi succede anche in stati di meditazione (diciamo, senza farla troppo lunga). Contemporanemante cominciavo a sentire quella nuvola di terrore che spesso di notte "invade" la camera e notavo che anche le mia gambe si spostavano senza la mia volontà. Questo mi ha suggerito che non fosse più realtà perchè incompatibile con gli spostamenti da "meditazione". Mi incazzavo e cominciavo a prendermela con un demonio, da lì in poi  vedevo/sognavo chiaramente in casa. Un uomo normale, un po' spelacchiato, ma era un concentrato di cose brutte. Quando i miei pensieri casuali pensavano alcuni concetti il demonio si incarogniva, si incattiviva e scagliava dall'alto ogni genere di oggetto. Io continuavo ad avere un dialogo mentale con lui: se ce l'hai con me, prenditela solo con me e smettila di scagliare oggetti dove capita colpendo altre persone, smettila, concentrati su di me. Ma l'ira di questa entità era incontenibile. Dall'alto pioveva ogni genere di cosa, le persone fuggivano impaurite e alla cieca; inciampavano, si infilavano su scale senza parapetti, cadevano. Solo io ero la più lucida e riuscivo a mettermi al  riparo. Questa cosa mi faceva veramente arrabbiare e glielo dicevo: ma ti rendi conto che per colpire me stai facendo del male ad altre persone? :arg: :arg:

 

secondo me questi due sogni ti mostrano la lotta interna con il tuo doppio, la tua ombra e con il tuo sè inferiore. Nel primo sogno ti viene dato anche un suggerimento su come comportarti, potrebbe essere un suggerimento che potresti seguire anche nella realtà? Essere sincera al 100% , anche solo con te stessa?

O forse nella tua vita di veglia c'è qualche 'vampiro' che ti succhia le energie con cui dovresti essere più sincera?

 

A me arrivano spesso messaggi di questo tipo nei sogni, suggerimenti interni al sogno molto precisi.
Sempre nel primo sogno si vede come il doppio sia fatto di diversi elementi che non sono negativi in toto: un mostro ti aiuta a liberarti dal demone: alcune nostre parti interne che classifichiamo come orrende, disfunzionali ed inutili, possono essere invece messe al servizio della coscienza. Forse per tenere a bada i 'vampiri' serve qualche elemento della personalità per ora represso, qualche comportamento o atteggiamento che a te non piace e che reprimi nell'inconscio

 

Nel secondo sogno ti viene bene spiegato quanto i pensieri siano potenti: lasciarli andare in maniera casuale, non avere il controllo sul flusso dei propri pensieri, può nutrire i propri demoni interni che così possono ingrassarsi e sfogare la propria ira.
Quante volte, a livello inconscio, finiamo per fare pagare agli altri delle cose che non riusciamo a risolvere in noi stessi?

Quante volte facciamo soffrire gli altri solo perché non riusciamo a risolvere i nostri nodi interni?


  • malia piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#98 ChocolateMints

ChocolateMints

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 914 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 01:33

la gatta che ulula potrebbe indicare un tuo bisogno di attenzioni, il tuo desiderio di essere vista, amata, che se nella vita di veglia lo reprimi allora nel sogno si mostra in maniera assordante. l'uccellino potrebbe significare qualche nuovo desiderio interno, forse più spirituale e profondo, nascosto nell'armadio. questo impulso spirituale è comunque nutrito dalle tue attenzioni (l'acqua) e dalla tua osservazioni (vedi che è un po' zoppo, incerto e pensi a come proteggerlo). forse è un aspetto un po' più razionale contrapposto all'emotività?
Sembra quasi che tu sia messa a dover gestire due opposti: la gatta che ulula e si lamenta sofferente e l'uccellino colorato che cinguetta nell'armadio.

Concordo su tutto. Brava

#99 LunaRossa91

LunaRossa91

    Utente Senior

  • Utenti
  • 411 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 04:46

Oddio Luna, non è un granché di sogno, chi mi raccontava di aver fatto sogni simili su stendere panni, specialmente se bianchi, non riportava grosse felicità poi mi dicevano che era segno di malattia di un caro o tristezza per un rapporto... Alla fine poi niente di troppo grave se nn sbaglio, i problemi fan poi parte della vita...
Vabbè comunque sentiamo anche altri pareri! XD


Che lui sia preoccupato in questo periodo si, ha anche molta ansia al pensiero di come la famiglia giudichi le sue scelte.. è per questo che è già in genere un ansioso cronico, figuriamoci in questi giorni riguardo al lavoro xD. Ho anche letto che un lenzuolo bianco steso indica il volersi "ripulire" da una situazione o un rapporto negativo, ..Anche se un lenzuolo bianco ha altre molte interpretazioni a seconda del sogno, può avere significato positivo o negativo anche a seconda di quel che si vive nella realtà..Boh, trattasi comunque di problemi davvero con legami o situazioni scomode, di cui liberarsi o già liberate xD
  • ChocolateMints piace questo

#100 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 3179 messaggi

Inviato 30 gennaio 2019 - 08:48

Oggi ho letto un bellissimo articolo sui sogni che voglio condividere.
E' descritto il legame tra i vari corpi dell'uomo e le immagini archetipiche che appaiono nei sogni.

C'è anche la classificazione, che qui vi riporto.

 

CORPO FISICO: Appare nei sogni come casa o come tempio. Quando è mortificato appare come casa in rovina o profanazione del tempio. A volte compare come un cadavere che giace in una bara o su un altare.

 

CORPO ETERICO: Appare come immagine di sesso opposto al sognatore. Nel caso di sognatore uomo sarà una donna (per Jung era l'Anima) mentre per una sognatrice donna avrà l'immagine di un uomo (Jung lo chiamava l'Animus).
Può apparire anche come un albero. Se è corrotto dalle forze del materialismo (arimane) può comparire come un vegetale appassito, in punto di morte o avvizzito.
La fonte di disturbo del corpo eterico può apparire sotto le spoglie di un vampiro che succhia le energie vitali.

Addentrarsi nella foresta, in un intrico di fogliame, significa addentrarsi entro il corpo eterico.

 

CORPO ASTRALE: è androgino e può comparire come un essere che presenta le caratteristiche di entrambi i sessi o come un animale, oppure come un fiore.
Se corrotto dalle forze luciferine, dalle ossessione o dalla brama sensuale può apparire come un animale feroce o un mostro dalle molte teste (vizi capitali).
Il licantropo appare come rappresentazione della corruzione avanzata del corpo astrale. E' associato alle immagini di altri pianeti e delle stelle, dei segni zodiacali.

Il viaggio entro il corpo astrale è un viaggio nello spazio infinito.
 
IO: 
Io inferiore: appare come un traditore, come un'immagine stereotipata, come un burattino degli altri, subisce ogni condizione. Può apparire come un labirinto che fa perdere l'orientamento rispetto al centro (IO SUPERIORE) e anche come un essere umano dalla testa di animale come il Minotauro.
 
Io superiore: appare come un bimbo, spesso neonato, che porta alla svolta il sogno o cambia gli equilibri della trama del sogno stesso, spesso con atti magici. Solitamente non ha un sesso riconoscibile. Può anche letteralmente nascere da una donna che lo porta in grembo, come Madre Terra che partorisce un Sole oppure come la vergine che dà la luce il figlio prediletto. Questa donna è la Divina Sofia-Vergine Maria, l’Anima del Mondo.
 
OMBRA
L’opposto dell’Io prende il nome di Ombra, esso è per Jung l’archetipo dell’oppositore, di colui che vuole sostituirsi all’Io mettendo in atto ciò che gli è contrario in essenza. L’Ombra compare come nemico giurato, come essere oscuro e indistinguibile capace di soffocare o paralizzare la coscienza del sognatore. Può assumere anche l’aspetto di un animale mostruoso e terrificante, quale il drago, la chimera, il ragno, il basilisco, cerbero, medusa etc. spesso sono animali mitologici. In esoterismo viene chiamato Guardiano della Soglia. Si deve combattere usando un’arma, che solitamente viene forgiata con l’aiuto di diversi elementi della natura, quali il fuoco, il ferro, l’oro e il Sole. Quando viene superato, di solito con un combattimento, si ottiene un tesoro, che rappresenta l’accesso al mondo spirituale.
 
SPIRITO
Lo spirito, in particolare il Sé Spirituale, il corpo astrale trasformato dall’Io, compare nei sogni come il Maestro, colui che insegna la via da percorrere per ottenere l’illuminazione e la salvezza. Può assumere un carattere asessuato oppure lo stesso sesso del sognatore, ma con caratteristiche senza tempo, come un vecchio saggio o una vecchia saggia. In altri casi appare come angelo, che dona una conoscenza superiore. Spesso sono associati a un oggetto sferico, quale la sfera di cristallo, una luce sferica o la Terra stessa, o ancora un libro in cui è conservata la saggezza cosmica.
 
 
preso da: https://giorgiotardi...allonirosofia/ -> leggete tutto l'articolo!
 
 
 
mi è venuta in mente che nei sogni di Freyja spesso appariva il libro, forse era riferito alla saggezza dello spirito, all'incontro con lo spirito.

  • Cthulhu, malia, goodlie e un altro piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 






Anche taggato con interpretazione sogni, sogni, notte, paralisi notturne

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi