Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Le prove di una visione


  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 340 messaggi

Inviato 26 dicembre 2018 - 05:35

Si legge nelle vite di alcuni sabti o di persone mistiche o di presunti veggenti o di antichi profeti, che hanno avuto visioni.
Chi accerta che una visione sia realmente avvenuta? Cosa testimonia la veridicità di una tale visione? La Chiesa su quali prove si basa?
  • Galencrow, Ridgetop e BrantPa piace questo
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#2 ReDiVivo

ReDiVivo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 38 messaggi

Inviato 26 dicembre 2018 - 11:26

Una visione è un avvertimento che attraverso un "mistico" il Re dei Re da all'umanita  per il loro modo di interagire con la dimensione vita. Non è detto che vada come è stata avvertita e non è nulla di scientifico solo fede.La gente ha sempre bisogno del sensazionalìstico per affermare la fede e molti evangelisti del presente gonfiano una visione creando aspettative nelle persone credenti che non corrispondono al vero messaggio.



#3 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 340 messaggi

Inviato 29 dicembre 2018 - 10:40

Grazie per aver espresso la tua opinione riguardo le visioni e la fede, che condivido. Ma non hai risposto alle domande che ho poste. 🙁
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#4 ReDiVivo

ReDiVivo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 38 messaggi

Inviato 01 gennaio 2019 - 10:46

Nella chiesa è tutto un segreto un po come nell'area 51." Se Dio vuole è " .



#5 goodlie

goodlie

    Utente Senior

  • Utenti
  • 469 messaggi

Inviato 02 gennaio 2019 - 06:36

Si legge nelle vite di alcuni sabti o di persone mistiche o di presunti veggenti o di antichi profeti, che hanno avuto visioni.
Chi accerta che una visione sia realmente avvenuta? Cosa testimonia la veridicità di una tale visione? La Chiesa su quali prove si basa?



Chi accerta che una visione sia realmente avvenuta?
Lo accerta la curia, quindi un consesso di Prelati,

Cosa testimonia la veridicità di una tale visione?
Si fa un processo in cui vengono sentite le persone vicine al visionario, si verifica che non sia pazzo o mitomane, il suo comportamento prima e dopo l'evento, eventuali fatti collegati con la visione stessa.


La Chiesa su quali prove si basa?
La Chiesa valuta se la visione è ortodossa, quindi se è coerente con le verità di fede riconosciute dalla Chiesa stessa, e poi dipende da chi ha la visione e del tipo di visione. Comunque per quanto riguarda i santi viene innanzitutto provata la condotta cristiana e poi si ha la validazione quando ci sono le controprove esterne (guarigioni e segni riportati da terzi e collegati con il santo o la visione).

#6 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 340 messaggi

Inviato Ieri, 16 gen 2019 alle 18:44

Grazie Gooddlie per le tue risposte precise ed esaurienti. Adesso mi è più chiaro l'iter.
Però nel caso non si tratti di persone cristiane, non santi ma persone normali e magari atee, allora non sono validate perchè non viene verificata la cristianità?
Ma se il messaggio coinvolge i fedeli? Se è rivolto a loro?
Come fanno a scartare qualcosa solo perchè una persona non è cristiana? Sarebbe un giudizio sbagliato.
Comunque io intendevo un caso con visioni molto limitate, tipo due o tre visioni, e non casi eclatanti e famosi.

Redivivo io non ho mai detto che queste visioni riguardavano degli evangelisti o che avessero parlato loro. Da cosa hai pensato che mi riferissi a loro? Io non ho fatto nessun riferimento a loro.
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#7 Pandorax

Pandorax

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 151 messaggi

Inviato Oggi, 17 gen 2019 alle 10:19

Si legge nelle vite di alcuni sabti o di persone mistiche o di presunti veggenti o di antichi profeti, che hanno avuto visioni.
Chi accerta che una visione sia realmente avvenuta? Cosa testimonia la veridicità di una tale visione? La Chiesa su quali prove si basa?

Ciao.
È pacifico che chiunque potrebbe simulare l'avere avuto una visione, quindi per evitare i millantatori gli opportunisti ma anche le allucinazioni in buona fede, la Chiesa fa seguito ad un'indagine dai parametri davvero serrati prima di accogliere l'eventualità e l'imprimatur di constat o non constat de supernaturalitate.
Ovviamente il criterio può essere applicato solo a rivelazione terminata per evitare di avvallare apparizione che si rivelino successivamente anticristiche, quindi l'imprimatur non può essere concesso nel caso di rivelazioni continuative negli anni che non abbiano avuto termine, se non per quanto concerne quelle passate.
Uno di questi criteri, oltre alla verifica della condizione spirituale del veggente che perlomeno dopo l'apparizione dovrebbe essere convertito, è il fatto che l'evento sovrannaturale non contraddica la verità rivelata da Gesù Cristo, ne' che vi aggiunga concetti inediti, dato che la Rivelazione di Dio all'uomo è stata portata a compimento da Cristo, e nulla di ciò che Lui insegna può essere negato o modificato, ne' è lecito introdurre novità.
Detto questo, essendo la Rivelazione di Cristo universale, le altre sono rivelazioni private alle quali per fedele non è' obbligatorio credere o tener in conto.
È sempre ammessa e pacifica la possibilità di ricevere rivelazioni private, ovviamente sempre tenendo conto dei parametri di cui sopra.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi