Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Tutta la manovra finanziaria


  • Per cortesia connettiti per rispondere
176 risposte a questa discussione

#161 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11391 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 11:55

L'inutilità di questo reddito di cittadinanza è evidente da un dato oggettivo, se dopo due offerte di lavoro viene proposto un nuovo impiego a oltre 500 chilometri dalla residenza, diciamo quindi che un disoccupato deve traferirsi dal sud al nord per esempio, magari deve portarsi anche la famiglia, ma il credito non aumenta, potrebbe essere sempre di 780 euro, in pratica si deve lavorare solo per vitto e alloggio. Se invece si trasferisce da solo deve comunque lavorare solo per vitto e alloggio.

Ma non è detto che un disoccupato debba andare a 500 Km. Chiaramente si cercherà il posto più vicino. Solo nel CentroSud ci sono oltre 5 milioni di imprese,

https://www.linkiest...orantini/34432/

e mi pare probabile che si possano trovare imprese più vicine di 500 km, magari a 30 o a 50 Km, che sarebbero accessibili a chiunque.Oltrettutto c'è la facilità che assumano perchè si daranno degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese che assumono.



#162 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4168 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 12:43

Ma non è detto che un disoccupato debba andare a 500 Km. Chiaramente si cercherà il posto più vicino. Solo nel CentroSud ci sono oltre 5 milioni di imprese,
https://www.linkiest...orantini/34432/
e mi pare probabile che si possano trovare imprese più vicine di 500 km, magari a 30 o a 50 Km, che sarebbero accessibili a chiunque.Oltrettutto c'è la facilità che assumano perchè si daranno degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese che assumono.

no scusami sauro, mi sono confuso ed ho scritto una grande stronzata, pensavo tra me e me ed ho scritto inesattezze stavolta, ho confuso il reddito di cittadinanza con lo stipendio da assunzione, scusami ancora.

#163 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2670 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 02:09

Ma non è detto che un disoccupato debba andare a 500 Km. Chiaramente si cercherà il posto più vicino. Solo nel CentroSud ci sono oltre 5 milioni di imprese,

https://www.linkiest...orantini/34432/

e mi pare probabile che si possano trovare imprese più vicine di 500 km, magari a 30 o a 50 Km, che sarebbero accessibili a chiunque.Oltrettutto c'è la facilità che assumano perchè si daranno degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese che assumono.

 

Eh già come non averci pensato prima , 5 milioni di imprese, la cosa mi ricorda gli otto milioni di un altro periodo, ma sorvoliamo, sappiamo come ando' a finire.

 

Già Porro tempo fa aveva posto il problema:

 

https://notizie.tisc...ecc6d271da9dcc/

 

Oggi lo ripropone Zucconi:

 

https://www.facebook...?type=3


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#164 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4168 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 02:44

Eh già come non averci pensato prima , 5 milioni di imprese, la cosa mi ricorda gli otto milioni di un altro periodo, ma sorvoliamo, sappiamo come ando' a finire.

Già Porro tempo fa aveva posto il problema:

https://notizie.tisc...ecc6d271da9dcc/

Oggi lo ripropone Zucconi:

https://www.facebook...?type=3

ecco il punto, piter, 5 milioni di imprese, ma quante assumeranno? Zero. Non capisco cosa sia questo reddito di cittadinanza, se non una marchetta assistenzialista, perché quanto durerà? Ho letto 18 mesi, e poi? Cioè non è che con il reddito di cittadinanza si abbatte la disoccupazione, e nemmeno sarà una riforma dei centri per l'impiego, perché andranno a bussare solo per il reddito di cittadinanza, o almeno quella sarà la scusa. Per me, se c'erano le risorse, dovevano essere impiegate meglio, perché questo reddito di cittadinanza non aiuta nessuno, né i disoccupati né le aziende.

#165 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11391 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 03:55

ecco il punto, piter, 5 milioni di imprese, ma quante assumeranno? Zero. Non capisco cosa sia questo reddito di cittadinanza, se non una marchetta assistenzialista, perché quanto durerà? Ho letto 18 mesi, e poi? Cioè non è che con il reddito di cittadinanza si abbatte la disoccupazione, e nemmeno sarà una riforma dei centri per l'impiego, perché andranno a bussare solo per il reddito di cittadinanza, o almeno quella sarà la scusa. Per me, se c'erano le risorse, dovevano essere impiegate meglio, perché questo reddito di cittadinanza non aiuta nessuno, né i disoccupati né le aziende.

Che vuoi che ti dica, ho delle perplessità anch'io, comunque staremo a vedere. Comunque, più che per il Reddito di Cittadinanza c'è la possibilità che il M5S si disintegri perchè continua ad espellere suoi parlamentari che non sono in linea. Ad esempio non ne ha appena espulso sei perchè erano in disaccordo con alcuni punti della manovra finanziaria fra i quali anche Gregorio De Falco. Se vanno avanti così nel M5S resterà solo Luigi Di Maio.


  • madmax piace questo

#166 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 8510 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 06:24

Che vuoi che ti dica, ho delle perplessità anch'io, comunque staremo a vedere. Comunque, più che per il Reddito di Cittadinanza c'è la possibilità che il M5S si disintegri perchè continua ad espellere suoi parlamentari che non sono in linea. Ad esempio non ne ha appena espulso sei perchè erano in disaccordo con alcuni punti della manofra finanziaria fra i quali anche Gregorio De Falco. Se vanno avanti così nel M5S resterà solo Luigi Di Maio.

Già mi spiace anche a me vedere come stanno mostrando il vero volto del "dietro al movimento" che sono i veri burattinai del partito....Mi spiace veramente per chi ci ha creduto...Sono stati il movimento del "tutto cambia per non cambiare niente".Spiace intuire che il dopo movimento sarà comunque lacrime e sangue...


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#167 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4168 messaggi

Inviato 03 gennaio 2019 - 08:29

Che vuoi che ti dica, ho delle perplessità anch'io, comunque staremo a vedere. Comunque, più che per il Reddito di Cittadinanza c'è la possibilità che il M5S si disintegri perchè continua ad espellere suoi parlamentari che non sono in linea. Ad esempio non ne ha appena espulso sei perchè erano in disaccordo con alcuni punti della manofra finanziaria fra i quali anche Gregorio De Falco. Se vanno avanti così nel M5S resterà solo Luigi Di Maio.

addirittura 6? Avevo letto 4, comunque è il solo modo per la casaleggio holding di mantenere il controllo del suo braccio politico, anche di maio è un burattino.

#168 Shory

Shory

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 217 messaggi

Inviato 04 gennaio 2019 - 11:49

siamo messi male buffoni al governo incpaci e pure fascisti......



#169 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 8557 messaggi

Inviato 04 gennaio 2019 - 12:55

siamo messi male buffoni al governo incpaci e pure fascisti......

anche te nel tunnel della parola fascismo. Cos'è la moda 2018/2019?


For whom the bell tolls


#170 Alexandɘr

Alexandɘr

    Utente Senior

  • Utenti
  • 397 messaggi

Inviato 04 gennaio 2019 - 02:09

Spoiler



#171 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 8510 messaggi

Inviato 04 gennaio 2019 - 05:20

il progresso non si può fermare e se gli algoritmi riusciranno a fare meglio di noi cosa facciamo ?

 

Supponiamo che gli algortimi di guida riescano ad evitare incidenti, a decongestionare il traffico ecc

cosa facciamo ?

Le compagnie assicurative non assicureranno più un essere umano che può provare disastri ma algoritmi molto più affidabili.

Sarà allora inevitabile la perdita di moltissimi posti di lavoro: taxisti, autisti, piloti...

 

Se gli algortimi faranno gli smistatori AMAZON molto meglio degli esseri ad un costo complessivo minore degli umani allora l'azienda per forza passerà agli algoritmi e tutta questa gente perderà il lavoro.

 

Si dovranno allora cambiare le competenze, si apriranno  nuove possibilità lavorative ecc...

 

Nessuno può sapere di qui a 30 anni cosa succederà, ci sono potenzialità enormi da qui a 10 anni

quindi cosa vuoi che facciano i governi ? che blocchino il progresso ?

 

Il lavoro SICURAMENTE cambierà, le competenze senza dubbio cambieranno, e chi non saprà adattarsi avrà problemi immensi.

 

La rivoluzione industriale è stata niente al confronto della nuova rivoluzione dell'IA e della genetica che prima o poi arriverà. Le conseguenze le vedrà chi ci si troverà, ad oggi non possiamo fare previsioni perchè i cambiamenti tecnologici sono talmente rapidi e di ampia portata che nessuno ha modo ne conoscenza di fare previsioni corrette. La storia ci insegna che il futuro è in larga parte imprevedibile perchè bastano anche piccoli eventi che non avevano nemmeno importanza a scatenare enormi cambiamenti.

Che un percorso di crescita sia necessario è intrinsecamente connaturato all'uomo ma che nel farlo tenti di cancellare se stesso o parte di se stesso lo definirei autolesionistico e innaturale.In nome di interessi personali si sono create guerre e sganciate le bombe atomiche solo per far un esempio.Che non sempre il progresso è funzionale allo sviluppo del genere umano penso che sia assodato.Il progresso va orientato  e governato per poter essere efficace al genere umano e non il contrario.Di gadget o nuovi giochi  che incidono sulla macro e micoreconomia è già pieno il mondo.E' ora di essere adulti consapevoli e responsabili oltre che lungimiranti, per dare un senso più profondo al nostro processo culturale e umano.


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#172 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2670 messaggi

Inviato 05 gennaio 2019 - 07:08

L' IA e i relativi algoritmi, almeno quelli nostrani,  devono avere qualche bug da qualche parte visto che tra conseguenze della manovra c'è anche questo:

 

https://www.nextquot...restito-banche/

 

"

Ma scusi, le pare normale che uno per andare in pensione deve chiedere un prestito?», diceva un indignato Matteo Salvini nell’agosto 2016 a Omnibus criticando l’APE, ovvero l’Anticipo Pensionistico varato dal governo Renzi. Sì, gli risponde idealmente un anno e mezzo dopo il sottosegretario leghista Claudio Durigon spiegando oggi al Messaggero che i dipendenti pubblici che vogliono andare in pensione con Quota 100 e vogliono la liquidazione dovranno stipulare un prestito con l’ABI per avere i loro soldi e pagare gli interessi alle banche, oppure attendere fino a otto anni:

"

https://www.nextquot...00-statali-tfr/

 

"Quota 100, per gli statali TFR congelato anche per otto anni

Per gli statali che lasceranno in anticipo il lavoro utilizzando lo scivolo di Quota 100, la buonuscita verrà pagata soltanto al momento in cui matureranno i requisiti previsti dalla legge Fornero, ossia una volta raggiunti i 67 anni."

 

 

In pratica, come al solito, sempre in tasca all' operaio,  passano i decenni, ma la storia è sempre la stessa, tutti addosso ai risparmi di chi ha lavorato una vita; ma stavolta, ovviamente,  sarà colpa dei bug dei software  ( o della mitica manina che avrà toccato il codice sorgente o il data entry , non so).

 

Ora se l' IA e gli algoritmi , oltre a dettare cosa fare e dire indiretta sul web  per intercetatre la credulità popolare e fare così il pieno di consensi,  dovrebebro indirizzare al meglio la destinazione delle risorse economiche derivanti dalle manovre sui TFR dei travet,  ma leggiamo :

 

https://www.nextquot...nanza-780-euro/

 

"

Pensioni di cittadinanza: 780 euro solo al 5% degli aventi diritto

«Dal primo gennaio 2019 non ci sarà nessun pensionato che avrà meno di 780 euro al mese», diceva il ministro del Lavoro Luigi Di Maio a settembre in tv. Valentina Conte su Repubblica oggi ci spiega che a parte la data l’affermazione rischia di diventare a posteriori una clamorosa bugia: la data – si sa – è via via slittata. Siamo passati a febbraio, poi marzo. Ora pare sia il primo aprile. Ne sapremo di più tra qualche giorno, quando il Consiglio dei ministri varerà il decreto legge che disciplina il reddito e dunque anche la pensione di cittadinanza. Ma il punto è che nel frattempo dal ministero escono in continuazione voci che parlano di una riduzione della platea, mentre La Verità ha scritto qualche giorno fa che l’intero percorso rischia di essere rinviato di un anno:

 

hi ha una pensione integrata al minimo o gli invalidi – i destinatari delle promesse del leader pentastellato – possono mettersi l’anima in pace. Solo pochi tra loro – 4 milioni quelli sotto i 780 euro di queste due categorie – avranno l’aumento sperato. In totale, i fortunati pensionati di cittadinanza saranno al più 200-250 mila su 5 milioni: il 4-5%. Dei 6 miliardi e 100 milioni stanziati per il reddito nel 2019 appena 900 milioni dovrebbero finire nelle tasche di chi non lavora più.

 

...

 

Per ricevere l’integrazione della pensione si terrà conto poi dell’Isee (sotto i 9.360 euro), del reddito familiare (7.560 euro che sale a 9.360 se in affitto), ma anche dell’età. Entrambi i coniugi devono essere over 65. Per evitare i matrimoni truffa con la badante? E se la coppia è sotto il livello di povertà, ma lui ha 65 anni e lei 60? E ancora: patrimonio immobiliare, oltre la prima casa, non superiore a 30 mila euro, investimenti finanziari e soldi sul conto entro i 6 mila euro, auto o moto di bassa cilindrata e acquistate da più di sei mesi, niente barche. Secondo le bozze di decreto in circolazione, la pensione al massimo salirà non ai 780 euro mensili promessi e sbandierati. Ma a 630 euro. I restanti 150 euro saranno erogati solo a quanti sono in affitto. Non molti, considerato che il 95% dei pensionati italiani vive in casa di proprietà.

 

"

 

150 euro, se va bene e se non ci sono bug nei software,  d' aiuto per chi sta in affitto. Con i prezzi che ci sono in giro e con i portali online che cercano di far ottenere il massimo profitto a chi ha qualcosa da affittare, sai che pacchià sarà per i pensionati over 65 .

 

Nel frattempo IA e algoritmi correlati hanno suggerito quest' alta mossa:

 

https://www.pensioni...o-al-sud-978979

 

"Arriva la Flat Tax al 7% per i pensionati stranieri che si trasferiscono al Sud"

 

Detta così ssembrerebbe un' ottima idea, ma intanto leggiamo:

 

https://reggio.gazze...d-cc31b63f1194/

 

"
Il 2019 è giunto facendo registrare, soprattutto nei reparti di emergenza-urgenza, (Pronto Soccorso, Radiologia, Ortopedia, Cardiologia-Utic, Medicina, etc), dell’ospedale di Locri, le più volte denunciate criticità causate soprattutto dalla forte carenza di personale medico e infermieristico, che da tempo si registra in questi fondamentali reparti ospedalieri. Carenza a causa della quale risulta limitata la possibilità di poter garantire i Livelli essenziali di assistenza.

"

 

Notizie come queste sicuramente sono molto incoraggianti per chi pensa da pensionato di approfittatre di questo sconto fiscale: coi soldi risparmiati dalle tasse potrà finalmente permettersi qualche assicurazione privata sul modello yankee.

 

Nel frattempo leggiamo ancora

 

http://www.ilgiornal...hi-1573526.html

 

"Boom di pensionati in fuga. L'Italia? È roba da ricchi

L'Inps li chiama "emigrati previdenziali". Si trasferiscono in Thailandia, Caraibi, Tunisia, Portogallo e Marocco. Per godersi la terza età"

 

 

https://www.studioca...co-italiano.asp

 

"Pensionati in fuga: ecco i paradisi dove si vive meglio dell'Italia

Sempre più alta la percentuale di chi percepisce pensioni troppo basse per vivere dignitosamente nel Bel Paese e scappa in cerca di una vita migliore

di Francesca Marrucci - In Italia arrivare alla pensione, da qualche anno, è già una fortuna. Non scontata. Arrivarci però, nella maggior parte dei casi non significa la fine dei problemi ma l'inizio. Con una maggioranza schiacciante di pensioni basse e da fame, la vita del pensionato in Italia può rivelarsi un vero inferno. Il costo della vita aumenta, le pensioni rimangono basse. La percentuale di anziani che percepiscono una pensione al di sotto della linea di sopravvivenza è sempre più alta. Un quadro sconfortante che da circa 3 anni ha subìto un improvviso cambio di rotta, certo non una soluzione per tutti, ma almeno per molti: trasferirsi all'estero."

 

Allora, i nostri pensionati fuggono a gambe levate verso mete piu' lontane, sicure e tranquille ,  ma per l' IA e gli algoritmi usati dalla politica la flat tax, con in pratica zero servizi a corredo - ad inziare dall'assitenza sanitaria - ,  dovrebbe calamitare qui i pensionati di altri paesi. Vorrei vedere il codice sorgente di questi software.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#173 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4168 messaggi

Inviato 05 gennaio 2019 - 01:43

Vabbè piter, ma prima cosa non puoi mettere sullo stesso piano statali e operai, e seconda cosa mi sembra giusto che un impiegato statale che adesso sfrutta quota 100 per andare in pensione aspetti 8 anni per il tfr, alla fine glielo danno, ma è giusto che anche loro facciano sacrifici, cioè devono essere sempre e solo gli operai a farne? Che aspettino se vogliono andare in pensione con questa legge.

#174 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2670 messaggi

Inviato 06 gennaio 2019 - 11:33

Vabbè piter, ma prima cosa non puoi mettere sullo stesso piano statali e operai, e seconda cosa mi sembra giusto che un impiegato statale che adesso sfrutta quota 100 per andare in pensione aspetti 8 anni per il tfr, alla fine glielo danno, ma è giusto che anche loro facciano sacrifici, cioè devono essere sempre e solo gli operai a farne? Che aspettino se vogliono andare in pensione con questa legge.


Non sono d'accordo, non si possono fare discrimazioni*, ma il punto non è a chi lasciare il cerino acceso in mano (in questo caso ai travet), ma il gioco di illusioni a cui stiamo assitendo: prima promettono le mitiche montagne di maccheroni fumanti al ragu' conil cacio sopra, poi a conti fatti fatti c'è si e no qualche misero assaggino ma solo per i piu' fortunati.

Tant'è che leggiamo

https://phastidio.ne...e-le-leggi/amp/

"
Assunzioni nei centri per l’impiego: meglio leggere le leggi
di Luigi Oliveri
Egregio Titolare,
Le propongo un’idea innovativa. Cosa ne direbbe, infatti, se per interpretare le leggi si decidesse di leggerle? Soprattutto se di quelle legge si diviene tra i principali attuatori? Rivoluzionario, no? Perché, sa, Titolare, molto spesso si parla di leggi con molta assunta competenza, ma purtroppo appunto senza averle lette o, comunque, conoscerne il contenuto.

È quanto appare dall’intervista rilasciata dal professor Mimmo Parisi a Stefano Feltri su Il Fatto Quotidiano del 5 gennaio 2019, dal titolo “Reddito: così i nuovi ‘navigator’ aiuteranno a trovare un lavoro – Così i ‘navigator’ aiuteranno chi avrà il reddito”
Il giornalista così afferma:

La legge di bilancio ha stanziato i fondi per assumere 4.000 persone, il grosso entrerà in Anpal Servizi, società di Anpal che può assumere come un’azienda privata, senza concorsi.

Questo concetto era stato espresso anche dall’attuale presidente dell’Anpal, Maurizio Del Conte, in un’intervista rilasciata a Rita Querzé sul Corriere del 4 gennaio 2019. La giornalista chiede se i 4.000 dipendenti previsti dalla legge per rafforzare i centri per l’impiego possano essere assunti da Anpal Servizi. Del Conte risponde:

La competenza sarebbe delle regioni. Ma 20 bandi regionali non permetterebbero di assumere entro aprile.

e aggiunge poi

Anpal Servizi dovrebbe assumere questi operatori con contratto a termine. Massimo 12 mesi, come impone il decreto dignità. Anche se di precari ne abbiamo già troppi.

La competenza “sarebbe” delle regioni? Anpal Servizi assumerebbe “il grosso”? Permette, Titolare, di leggere la disposizione della legge di bilancio 2019 (legge 145/2018) che riguarda la questione? Sono poche righe dell’articolo 1, comma 258:

Nell’ambito del Fondo per il reddito di cittadinanza di cui al comma 255, un importo fino a 1 miliardo di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020 è destinato ai centri per l’impiego di cui all’articolo 18 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150, al fine del loro potenziamento e un importo fino a 10 milioni di euro per l’anno 2019 è destinato al finanziamento del contributo per il funzionamento dell’ANPAL Servizi Spa. A decorrere dall’anno 2019, le regioni sono autorizzate ad assumere, con aumento della rispettiva dotazione organica, fino a complessive 4.000 unità di personale da destinare ai centri per l’impiego. Agli oneri derivanti dal reclutamento del predetto contingente di personale, pari a 120 milioni di euro per l’anno 2019 e a 160 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020, si provvede, quanto a 120 milioni di euro per l’anno 2019 e a 160 milioni di euro per l’anno 2020, a valere sulle risorse destinate dal primo periodo al potenziamento dei centri per l’impiego e, quanto a 160 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2021, mediante corrispondente riduzione del Fondo per il reddito di cittadinanza di cui al comma 255. Con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono stabilite le modalità di ripartizione delle suddette risorse tra le regioni interessate.

Ora, Titolare, se l’italiano resta una lingua viva e comprensibile, la norma riportata sopra non lascia adito ad alcun dubbio: l’Anpal Servizi non assumerà proprio nessuno. La legge autorizza ad assumere solo ed esclusivamente le regioni, che peraltro potranno anche incrementare la propria dotazione di dipendenti in servizio. E saranno successivamente stabilite le regole per suddividere tra le regioni stesse i 4000 dipendenti.
Certo, la norma può piacere o non piacere. Sicuramente occorreranno 20 bandi ed è da dare praticamente per scontato che entro aprile i nuovi 4.000 dipendenti non saranno assunti: peraltro, nessuno si sta occupando del non secondario problema della carenza letterale di scrivanie, sedie e pc e di spazi nei centri per l’impiego, oggi impossibilitati logisticamente ad assorbire 4.000 nuovi operatori.
In ogni caso, qui si intende sottolineare, Titolare, che l’approfondimento della questione chissà perché affronti un tema, le assunzioni dell’Anpal Servizi (peraltro senza concorsi e con l’esito di creare precariato), quando invece la legge dispone tutt’altro.
Allora, si ribadisce, Titolare: che ne dice se prima di aprire un dibattito su una questione si leggesse con un minimo di attenzione ciò che esattamente dispongono le norme? Troppo difficile?
P.S. Caro Titolare, vogliamo provare a stimare quanto tempo occorre per assumere i 4.000 dipendenti?
  • prima occorre il decreto di ripartizione:
    • delle risorse alle regioni
    • dei conseguenti posti per ciascuna di esse;
  • poi occorre la variazione dei bilanci regionali;
  • poi, se le regioni utilizzano agenzie per il lavoro, il trasferimento delle risorse a queste agenzie, che a loro volta dovranno variare i bilanci;
  • di seguito, la modifica del fabbisogno del personale, con l’individuazione dei profili da assumere (nella legge non c’è per nulla indicato che si tratti del “navigator”);
  • poi, occorre adottare il bando di concorso;
  • segue la pubblicazione del bando;
  • bisogna far decorrere il tempo di attesa per presentare le domande (quel mese ci vuole);
  • deve darsi corso all’espletamento del concorso;
  • consegue l’approvazione della graduatoria;
  • si termina la sottoscrizione del contratto e l’assunzione
Tempo ragionevole: un anno. Sempre che nessuno presenti ricorsi al Tar.
È vero che in questo paese riusciamo persino a dibattere su ipotetiche di terzo grado, accapigliandoci e creando fazioni bercianti. Ma ho come l’impressione che questa storia di Anpal Servizi sia voce dal sen fuggita per mettere una toppa pro futuro ad un articolato di legge (quella di bilancio) che deborda di incoerenze ed assurdità, tutte approvate a scatola pressoché chiusa e sottratta al controllo parlamentare. Altre ne leggeremo, di queste assurdità; per ora, mi pare si confermi ad abundantiam che prima arriveranno i soldini, giusto in tempo per comprarsi il voto europeo. L’intendenza, e i navigator, seguiranno. Forse. (MS)
« I Conti della Belva - 5/1/2019
"

Che dire se non che si conferma che siamo il paese dei sofismi e dei cavilli.

E della propaganda.



*
O meglio:

https://www.facebook...?type=3


A quanto pare l' idea di trasformare il nostro meridione nell' eldorado di ricchi pensionati, rigorosamente non italiani, sta avendo delel difficoltà, mica tanto inattese alla fine:

https://phastidio.ne...ul-nascere/amp/

"Flat tax per pensionati esteri: morta sul nascere


Tra le innumerevoli levate d’ingegno pensate per rastrellare gettito e contribuire a finanziare una manovra che pare scritta dagli ospiti di un centro di riabilitazione e reinserimento per soggetti disagiati, c’è anche la flat tax al 7% per i pensionati che decidessero di trasferirsi nel Mezzogiorno d’Italia. Misura in apparenza simile già attuata con successo in Portogallo e nelle Canarie spagnole e, fuori dall’Europa, in Tunisia. La declinazione italiana è, inutile ribadirlo, esattamente “all’italiana”, cioè destinata a fallire miseramente.

Lo leggiamo oggi sul Sole in un’analisi di Marzio Bartoloni. La misura prevede per cinque anni un’imposta del 7% sui redditi di soggetti pensionati che si trasferiscano in Italia e che qui non abbiano risieduto nei cinque periodi d’imposta precedenti. Ma non è tutto. Perché, per beneficiare della mini-tassa servirà

[…] trasferirsi in un Comune con meno di 20 mila abitanti in una delle otto Regioni del Sud (Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia)

Posso anche comprendere la scelta di privilegiare le regioni del nostro Mezzogiorno ma perché proprio in comuni con meno di 20 mila abitanti? Forse una misura anti-spopolamento a mezzo di soggetti anziani, quindi già così piuttosto demenziale? Qualcuno potrebbe pensare che la misura serva ad agevolare rientri in Italia di nostri connazionali, che ogni anno percepiscono erogazioni dall’Inps per un importo di un miliardo di euro, sottratti quindi al circuito economico nazionale.

Ebbene no. Forse, temendo una evidente incostituzionalità della norma, sia in termini di equità orizzontale che per discriminazione su base geografica, al primo comma della norma (riscritta) si specifica che essa riguarda solo “titolari dei redditi da pensione erogati da soggetti esteri”. I pensionati italiani expat che percepiscono la pensione da Inps sono esclusi, quindi.

Oltre a questo, tuttavia, nella norma ci sono molte altre aree grigie. Ad esempio, come detto, l’agevolazione al 7% è prevista per cinque anni ma nulla viene detto su cosa accadrebbe dopo. In Portogallo, per contro, vige una completa esenzione per un decennio, trascorso il quale l’aliquota salirebbe al 10%. Per non parlare di una disponibilità di servizi, in particolare sanitari, che nei nostri piccoli centri meridionali non appare esattamente un titolo di eccellenza, come ha scritto tempo addietro Vitalba Azzollini, quando l’idea era ancora più demenziale. Importeremmo pensionati quasi esentasse che si riverserebbero nelle strutture sanitarie del centro-nord, per caso?

L’idea di Alberto Brambilla, specialista di temi previdenziali e consulente della Lega, che prevedeva centomila arrivi in un triennio per un beneficio sull’economia stimato in due miliardi, viene così irrimediabilmente lesionata. Si rinnova la tradizione italiana: scrivere norme di incentivo senza valutazione dell’impatto di costi e benefici, e farlo in evidente stato di ubriachezza. O forse è solo una incoercibile ignoranza, chi può dirlo.

"


Nella manovra c'è anche una sorpresa inaspettata : il vicino/amico/conoscente invidioso:

https://www.nextquot...i-cittadinanza/

"
Come le spiate dei vicini possono farti perdere il reddito di cittadinanza

l MoVimento 5 Stelle ha un’arma segreta contro chi trufferà per il reddito di cittadinanza. E non ha paura di usarla. Si chiama “vicino impiccione” ed è una carta coperta pericolosissima, come sanno tutti quelli che vivono in un condominio. E, spiega oggi La Stampa, funzionerà così: Luigi Di Maio dice di non credere ai sondaggi che danno la Lega sopra di quasi dieci punti: «Non ci prendono mai». Ma non a caso spinge perché il reddito parta entro aprile. «Farà come Renzi – dice un parlamentare leghista – farà partire le pratiche prima delle Europee, facendo arrivare i primi accrediti solo dopo il voto. Così evita anche la delusione di chi si aspetta 780 euro e magari si vedrà arrivare solo 300 o 400 euro…»

La «spiata» dei vicini La linea delle modifiche concordate viene confermata anche da Stefano Buffagni, sottosegretario M5S al ministero per gli Affari regionali. «Il reddito di cittadinanza è partito, poi sono certo che la Lega lavorerà per migliorarlo».

E per scongiurare il rischio di truffe, cioè persone che magari prendono il reddito di cittadinanza svolgendo un lavoro in nero, Buffagni arriva a fare affidamento persino sui «vicini di casa» che, secondo lui, come in una sorte di «Grande fratello» potrebbero aiutare lo Stato a stanare i furbetti: «Anche le segnalazioni che spesso arrivano dal vicino di casa che è invidioso, perché vede quello che sfrutta uno strumento di aiuto, illegalmente, sono tutti strumenti che messi a sistema possono dare una mano».

"

Altro che Ovra o Stasi, pertanto meglio correre ai ripari per tempo:

https://www.facebook...?type=3

In sintesi:
https://www.facebook...?type=3


Le elezioni si avvicinano e come accade orma da decenni ecco che la politica tira fuori dal cilindro le mitiche montagne di maccheroni fumanti al ragu' con il cacio sopra per tutti.

Si inizio' con un milione di posti di lavoro, con le pensioni a mille euro, si prosegue ora con la pensione facile per tutti e il RDC.

Già Gaber in sua canzone scritta in tempi non sospetti parlava dello speculare sulle disgrazie della gente ma sorvoliamo, ormai il trend è questo, quello delle montagne di maccheroni promesse prima delle elezioni che, come ogni miraggio che si rispetti, spariscono il giorno dopo le elezioni .

Apprendiamo quindi , che, a pochi messi dalle elezioni è tutto pronto per il RDC.

Ormai tutto è racconto che scorre sui tubi catodici grandi e piccoli e come in tutti i racconti la sospensione dell'incredulità (o sospensione del dubbio che dir si voglia) ha il sopravvento. Ma cerchiamo un attimo di resistere e facciamo qualche semplice considerazione:

https://www.uominieb...tag=16-01-2019-

"
Il gioco dell'oca
Se non accetti un lavoro, non hai diritto al reddito di cittadinanza. Ma il lavoro non esiste.

di Giuseppe Turani |

16/01/2019

Avete presente il gioco dell’oca? Il reddito di cittadinanza rischia di diventare la stessa cosa. Domani, forse, si avrà il decreto definitivo (ma mancano ancora soldi…). In ogni caso dovrebbe funzionare all’incirca così:

1° step: si fa domanda all’Inps su apposito modulo, indicando il proprio stato di povertà e di indigenza.

2° step: Entro 5 giorni l’Inps esamina la domanda e decide (milioni di domande, 5 giorni?).

3° step: se accolti si viene chiamati da un tutor (se ne devono assumere 4 mila, servirebbero sei mesi, ma si procederà in fetta, illegalmente).

4° Step: il tutor offre un posto di lavoro, se non si accetta, niente reddito di cittadinanza.

La domanda ovvia è: ma dove troveranno questi poveri tutor (inesperti, peraltro, appena assunti loro stessi) milioni di posti di lavoro da offrire a chi vuole un reddito di cittadinanza? Dove sono questi milioni di posti di lavoro che aspettano solo il decreto Di Maio e i tutor per essere riempiti? Qualcuno li ha visti?

Morale: rifiutare il posto di lavoro sarà facilissimo perché non verrà offerto nessun posto di lavoro. A meno che per lavoro non si intenda il proprio divano di casa e la partita di calcio.
E quindi si torna all’inizio: quella del posto di lavoro è una pura presa in giro. Con il reddito di cittadinanza si distribuiscono piccole mance agli elettori di Di Maio. E si assumono, senza concorso, 4 mila tutor.
Intanto, la recessione avanza. Ma fino a dopo le elezioni europee non interessa. Dopo, manovra correttiva sopra di 10 miliardi di euro, per gradire il cambiamento.

"
Manovra da 10 miliardi di euro dopo le lezioni. E che chi pagherà ? Il povero Panatlone, ovvio. Contento lui .


Ancora non è arrivato il RDC e già si parla dei relativi furbetti:

https://www.nextquot...i-cittadinanza/


Ovvio che in tempi di vacche magre come questi la gente si aggrappi aqualsiasi cosa pur di avere una qualche chances in piu' . Ma questo è il punto, la situazione in giro non è delle migliori e tutte queste regole piu' che discutibili non faranno altro che accrescere la disperazione.

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#175 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8722 messaggi

Inviato 26 gennaio 2019 - 12:49

Ancora non è arrivato il RDC e già si parla dei relativi furbetti:

 

https://www.nextquot...i-cittadinanza/

 

 

Ovvio che in tempi di vacche magre come questi la gente si aggrappi aqualsiasi cosa pur di avere una qualche chances in piu' .  Ma questo è il punto, la situazione in giro non è delle migliori e tutte queste regole piu' che discutibili non faranno altro che accrescere la disperazione.

 

ecco un esempio squisitamente didattico di come funziona l'attuale propaganda mediatica contro questo esecutivo e del m5s in particolare.

l'articolo presentato dal nostro intellettuale reduce da chissà quanti tso, NON presenta alcuna prova oggettiva, a parte un riferimento a un articolo del corriere della sera, questo, che si presenta NON certo come un articolo di denuncia, infatti proprio sul frontespizio leggiamo "il sospetto", scritto insolitamente con caratteri più piccoli di quelli usati nel testo e in grigio chiaro, insomma di tutto per fare in modo che NON salti subito all'occhio. chi ha un po' di dimestichezza con le regole del formattazione degli articoli giornalistici sa bene quanto questa cosa sia anomala, a voler essere buoni (ma io NON lo sono è dico che è voluto), infatti ricordo che a scuola se si sbagliavano queste regolette della formattazione, i 4 volavano sui fogli come le taccole a ottobre, ma è anche vero che sono passati decenni da quando io le frequentavo e magari queste regolette NON ci sono più, così come anche i 4, mi hanno detto... altresì le taccole fortunatamente volano ancora.

comunque sia l'articolo si presenta come un mero agglomerato di numeri, ragionamenti campati in aria e ovvietà, messi a cavolo pur di arrivare a comprovare l'assioma dell'italiano medio truffatore e che quindi il rdc è una ghiotta occasione per questa gentaglia. quindi giocando di retorica e senza fornire alcun dato certo, si fa passare il messaggio che se fai una legge per gentaglia come questa, tu stesso, legislatore, sei complice di questa gente oppure un incapace, messaggio al quale menti abbiette e ormai distaccate dalla realtà, ci ricamano sopra la solita manfrina che elegantemente definisce bias, ma anche in questo caso solo pensieri sparsi e tenuti insieme con uno sputo di pregiudizio. 

infatti sono bastate due telefonate fatte da un giornalista che semplicemente fa il suo mestiere seguendo il codice deontologico, in questo caso quello di verificare le fonti, per leggere  (da il fatto quotidiano)

 

 

Il quotidiano di via Solferino accredita una vera e propria corsa a formare nuclei familiari autonomi per abbattere il reddito familiare e rientrare così sotto il tetto dei 9.600 euro. La notizia arriva da Savona, dove nel 2018 si sono verificati 1.839 trasferimenti all'interno della città, un numero riportato come "anomalo" che avrebbe fatto scattare esposti e controlli. Due telefonate all'ufficio anagrafe, e si scopre che nei 5 anni passati era più alto. Il sindaco: "Sconcertata dalla montatura"

ergo, siamo di fronte a una vera e propria fake news, una cazzata detto in modo popolano, a cui si può commentare solo con pernacchie, ma che rivela la "puttanaggine" di molte testate giornalistiche italiane per le quali qualche tempo fa ci si era cosparsi il capo di cenere parlando di vile attacco alla stampa.

ora la norma, NON so se scritta o meno, ci dice che quando un giornale pubblica una notizia che poi si rivela falsa, deve provvedere entro tre giorni a fare moralmente ammenda dichiarando l'errore e scusandosi con i lettori, ma dubito fortemente che ciò avverrà, perchè questo del fango mediatico è ormai diventato un format, specie contro il m5s, l'importante è continuare a martellare con queste fake news ogni giorno, seguendo la regola che se dici una bugia 10, 1000, 1000 volte, poi questa diventa verità. essenzialmente su questo si poggia oggi molta dell'informazione in italia e per questo c'è tutto questo casino nella dialettica politica, perchè ci sono gli scemi del villaggio che avendo la boccalonaggine tatuata a fuoco sul proprio dna, si improvvisano intellettuali e pensatori, per poi essere regolarmente smerdati dal primo ignorante che passa, oltre che dalla realtà dei fatti.

mai come oggi la pernacchia assume grande valore etico nei confronti di questi analfabeti funzionali (oltre che servi inconsapevoli del bias della propaganda) e di questa stampa che si prostituisce, violando il proprio codice deontologico, ai vari potentati politici e poteri forti. 


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#176 purple

purple

    festina lente

  • Utenti
  • 2884 messaggi

Inviato 26 gennaio 2019 - 02:17

cottura-taccole-4.jpg?w=300&h=225

 

 

 

ufo-flying-saucer-animated-gif-image-8.g

 

 

 

Ancora questi maledetti UFO  :lol: .



#177 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2670 messaggi

Inviato 31 gennaio 2019 - 06:42

Gli ufo sono una curiosità alla fine divertente, i fagioli poi, in tempi di premier che fanno colazione in mondo visione sono un segno dei tempi i cui ormai si parla direttamente alla pancia del popolo, altro che la complessa retorica reazionaria di un tempo .


La recessione in cui già siamo invece è un guaio serio che ci saremmo potuto risparmiare ben volentieri.

https://www.linkiest...arrivare/40937/

"
Ce la meritiamo tutta, la recessione. E il peggio deve ancora arrivare
Abbiamo speso tutti i soldi e la credibilità che avevamo per misure inutili. Ci siamo convinti di una crescita che non ci sarebbe stata. E adesso che arriva la gelata, dovremo tagliare la spesa e aumentare le tasse, mentre gli altri Paesi europei faranno il contrario. Peggio non si poteva fare


È inutile che fate finta di niente, lo sapevate.
Sapevate benissimo che il governo diceva palle, quando raccontava che il Pil sarebbe cresciuto dell’1,5%, che fosse un denominatore farlocco messo lì solamente a far quadrare i conti di un deficit che si era deciso dovesse essere del 2,4%.

Sapevate benissimo che nella legge di bilancio non c’era nessun magico moltiplicatore in grado di far accelerare l’economia italiana, che Quota 100 non avrebbe prodotto nuova occupazione giovanile e che il reddito di cittadinanza non avrebbe ridato slancio ai consumi italiani, o viceversa.

Sapevate benissimo anche che le questioni dell’economia italiana, dalla produttività stagnante alla sotto-occupazione femminile, dall’opprimente pressione fiscale alla folle burocrazia italiana rimanevano tutte lì, sul tappeto, come se non fossero nemmeno problemi.

Sapevate benissimo, pure, che l’economia globale stava rallentando, a causa di guerre commerciali che avevate auspicato, di dazi americani alle importazioni cinesi che avevate benedetto e invidiato, di un rallentamento dell’export tedesco che avevate addirittura festeggiato, tanto eravate convinti fosse la causa dei mali italiani.

Sapevate tutto, e avete continuato a far finta di nulla. A dire che le fosche previsioni sulla crescita dell’economia italiana fossero fasulle, create ad arte per indebolire il governo del cambiamento. A raccontarvi che se le agenzie di rating bocciavano la manovra del popolo era un bene, che non avevano mai capito nulla di economia. Che a tirare le fila dello spread fossero le cancellerie europee, quella tedesca in primis. Che fosse tutto un gigantesco complotto ordito dalle solite élite globali - le stesse che ci mandano i migranti, ovviamente -, che appena la nebbia della disinformazione si fosse diradata ci saremmo trovati nel bel mezzo del nuovo boom economico italiano. Pure Paolo Savona l’aveva detto, del resto: altro che uno e mezzo, si può crescere pure del 2% o del 3%.

E invece l’1,6% è diventato 1%, e poi 0,6%, stando alle stime di Bankitalia e del Fondo Monetario Internazionale. Stime fin troppo ottimistiche, visto che l’Istat ha certificato un calo del Pil sia nel terzo che nel quarto trimestre dell’anno e che, tecnicamente, siamo già in recessione.

Certo, chi più chi meno, le stanno tagliando tutti, le loro aspettative di crescita. Ma gli altri, con ogni probabilità, mitigheranno il crollo con interventi di sostegno agli investimenti e alla domanda interna. Tradotto, promuoveranno investimenti pubblici, abbasseranno le tasse. Noi invece, no. Ed è questo il vero grande problema italiano.

Che il peggio deve ancora arrivare.

Che abbiamo buttato nel cesso un mare di soldi, tutti i nostri margini di flessibilità e tutta la residua credibilità che avevamo in Europa per provvedimenti che non servono a nulla, forse nemmeno a far crescere i consensi di Lega e Cinque Stelle in vista delle elezioni europee. Che le abbiamo finanziate con clausole di salvaguardia da 25 miliardi e con previsioni clamorosamente errate da obbligarci, forse ancora prima dell’autunno a una brusca correzione di rotta. Che vuol dire tasse e tagli alla spesa nel bel messo di una fase recessiva del clclo economico. Tanto per essere chiari: Quota 100 ci costerà 40 miliardi, da qui al 2026. Dove li troviamo quei soldi? O meglio: ha senso trovarli, mentre ci toccherà aumentare le tasse o tagliare altrove?

Tutto quel che non si doveva fare l’abbiamo fatto, insomma. E l’abbiamo fatto solamente per evitare di fare quel che avremmo dovuto fare: tagliare il debito e la spesa corrente, abbassare le tasse, investire nella scuola e nelle infrastrutture. Da qui in poi, tutto quel che verrà, ce lo siamo meritato, e non sarà colpa di nessuno, se non nostra.
​Buona recessione, Italia.

"


Cultura:

"Storia breve della Manovra del Popolo"

http://caffeopinione...va-giugno-2019/


Mondo:

Anche gli yankee hanno i loro bei problemi di bialncio.

Ma la soluzione pare sia alla fine semplice, vendere il Montana:

https://www.linkiest...ndere-il/41241/

"
Gli Usa hanno un problema con il debito e allora pensano di vendere il Montana
Non serve a nessuno, e spopolato e potrebbe senza problemi essere venduto al Canada.

"

Oppure potrebbero rivendere l' Alaska ai russi.

In italia la soluzione potrebbe essere analoga, si potrebbe vendere la sardegna , come giò proposto a suo tempo:




Vendere la sardegna, pensavo fosse solo satira.

Poi su un sito di satira c'è un post, questo:

https://www.facebook...?type=3


Ed è vero che hanno proposto di vendere la sardegna:

"QUANDO IL LEGHISTA BORGHEZIO VOLEVA VENDERE LA SARDEGNA

https://matteoderric...e=socialnetwork


Ma pensa te .

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi