Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Tutta la manovra finanziaria


  • Per cortesia connettiti per rispondere
175 risposte a questa discussione

#1 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 11:14

https://www.money.it...-novita-testo#1

TUTTA LA MANOVRA FINANZIARIA

  • La legge di Bilancio
  • Pensioni
  • Sostegno al reddito
  • Fisco e tasse
  • Investimenti
  • Tagli
  • Sanità
  • Scuola
  • Varie
  • LA LEGGE DI BILANCIO 2019
  • Dopo la nascita del “governo del cambiamento” lo scorso 1 giugno, viste le tante aspettative a seguito delle impegnative promesse elettorali appariva chiaro come per la neonata maggioranza carioca il vero banco di prova sarebbe arrivato in autunno.
  • Approvando il Def prima e la legge di Bilancio poi, il Consiglio dei Ministri infatti ha messo nero su bianco quella che sarà la strategia programmatica dell’esecutivo. Con la decisione di alzare l’asticella del deficit al 2,4%, si è voluto di conseguenza avere subito un margine di spesa più ampio per far partire tutte le principali riforme annunciate.
  • Via libera quindi al cavallo di battaglia pentastellato del Reddito di Cittadinanza e a quello della Lega della Flat Tax, mentre un argomento sostanzialmente bipartisan è quello delle pensioni con la Quota 100, anche se è stato più il carroccio a spingere a riguardo.
  • Dopo la bocciatura da parte della Commissione Europea, il governo alla fine deciso di modificare l’impianto della manovra anche con il deficit che adesso è stato abbassato dal 2,4% al 2,04%.
  • Tradotto in soldoni ci saranno 7,5 miliardi in meno: 2 miliardi verranno recuperati da sforbiciate alla Quota 100, altrettanti da quelle al Reddito di Cittadinanza mentre il restante della somma dovrebbe essere coperta da un amento del piano di dismissioni.
  • Dopo il lavoro della commissione Bilancio della Camera, la manovra è stata votata (con la fiducia) a Montecitorio. Prima di essere sottoposto al voto del Senato, il testo ha subito sostanziali modifiche per venire incontro all’Europa evitando così una procedura d’infrazione.
  • Il governo per avere l’ok da Bruxelles ha dovuto presentare un maxiemendamento dove, come una sorta di garanzia per la tenuta dei conti, sono state riproposte le clausole di salvaguardia a partire dal 2020: se non verranno disinnescate (costo circa 23 miliardi) scatterà l’aumento dell’Iva e delle accise sui carburanti.
  •  
  • Maxiemendamento legge di Bilancio
  • Il maxiemendamento correttivo alla legge di Bilancio

  • La legge di Bilancio 2019 in generale è comunque un contenitore assai complesso e che comprende diverse svariate misure. Vediamo allora tutte le novità presenti nel testo che ora sarà votato dal Parlamento.

PENSIONI

Quota 100 - Tecnicamente il provvedimento non è presente nel testo, visto che sarà oggetto di un apposito ddl. Sono stati inseriti però i fondi a disposizione. Quindi si potrà andare in pensione con 38 anni di contributi e minimo 62 anni di età. Non sono previste penalizzazioni sull’assegno previdenziale. Per la misura sono stati stanziati inizialmente 6,7 miliardi (adesso però dovrebbero diventare 4,7 miliardi) e si prevede che nel 2019 ne possano beneficiare in 400.000.

Opzione Donna - Prorogata la misura che consente alle lavoratrici di andare in pensione a 57/58 anni d’età (più gli adeguamenti con le aspettative di vita) e 35 anni di contributi.

Pensioni d’Oro - A seconda dell’importo dell’assegno ci potranno essere tagli fino al 40% (al momento è fino al 25% ma ci dovrebbe essere un innalzamento nel passaggio al Senato), con cinque aliquote partendo da chi percepisce 100.000 euro lordi l’anno.

Pensione di Cittadinanza - Anche questo provvedimento è stato finanziao ma sarà trattato nel ddl relativo al Reddito di Cittadinanza. I pensionati che soddisfano determinati requisiti legati al reddito, possono beneficiare di una integrazione al minimo della pensione fino al raggiungimento di 780€.

SOSTEGNO AL REDDITO

Reddito di cittadinanza - Come per Quota 100, il provvedimento non è presente nel testo ma sarà oggetto di un apposito ddl. Sono stati inseriti però anche qui i fondi a disposizione: dagli iniziali 10 miliardi si dovrebbe passare a 8,5 miliardi compresi i soldi per i centri per l’impiego. Il contributo mensile di 780€ potrà crescere in base alla composizione della famiglia, con l’importo che verrà caricato su un bancomat e gli acquisti monitorati. Obbligo di frequenza a corsi di formazione e di accettare una delle prime tre offerte di lavoro. Dovrebbe essere introdotto a marzo 2019, dopo la riforma dei centri per l’impiego per cui è stato stanziato 1 miliardo.

Famiglia - Stanziati 100 milioni in favore delle politiche per la famiglia, anche per contrastare il calo demografico.

Bonus Bebè - Bonus prorogato con un aumento del 20% dell’importo per ogni figlio successivo al primo.

Terreni gratis e mutui - Concessione gratuita per 20 anni di terreni nelle famiglie in cui nasca il terzo figlio. Per chi acquista poi la prima casa in vicinanza dei terreni, previsto un mutuo fino a 200.000 euro a tasso zero.

FISCO E TASSE

Pace Fiscale - Aliquota al 20% per sanare il pregresso di chi ha già presentato la dichiarazione dei redditi. Tolta invece la dichiarazione integrativa dove si poteva far emergere il 30% in più di quanto dichiarato fino a 100.000€.

Evasori - Stralciata la norma che prevedeva il carcere per i grandi evasori fiscali, che sarà oggetto di un ddl ad hoc.

Rottamazione cartelle - Verranno rottamate le cartelle esattoriali, senza pagare interessi e sanzioni, con la previsione di una rateizzazione fino a 10 rate in 5 anni.

Multe e bollo auto non pagato - Cancellate multe e tasse non pagate (compreso il bollo auto) di importo inferiore a 1.000€ riferite al periodo 2000-2010.

Fattura elettronica - Dal 1 gennaio 2019 avvio dell’obbligo della fattura, per i primi sei mesi però non sono previste sanzioni. Previste anche semplificazioni come la possibilità di emissione entro dieci giorni dalla data dell’operazione.

Canone Rai - Prorogata la riduzione del canone Rai a 90 euro anche per gli anni successivi al 2018.

Acquisto auto - Per chi acquista tra il 2019 e il 2021 un’auto non elettrica o a basse emissioni con costo superiore ai 45.000 euro, ci sarà una imposta parametrata al numero di grammi di biossido di carbonio emessi.

Disabili - Raddoppio della detrazione, da 400 a 800 euro, per i figli con disabilità.

Uso contante per i turisti - Aumenta da 10.000 euro a 15.000 euro il tetto massimo per l’uso del contante da parte dei turisti, anche cittadini UE.

Money transfer - Tassa dell’1,5% per i trasferimenti di denaro effettuato con Money transfer verso paesi fuori dell’Unione Europea.

Sigarette elettroniche - Decisa una detassazione per le sigarette elettroniche.

Ombrelloni balneari - Detassazione dei metri quadrati di ombra degli ombrelloni presenti negli stabilimenti balneari.

Web Tax - Prelievo del 3% all’ammontare dei ricavi tassabili delle imprese che vendono online.

Accise benzina - Nel 2019 ci sarà solo in Liguria un aumento di 5 centesimo per litro.

Flat Tax - Forfait al 15% per gli autonomi con reddito fino a 65.000€. Sugli importi successivi, fino a un massimo di 100.000€, si aggiunge un ulteriore 5%.

Aumento IVA - Sterilizzate le clausole di salvaguardia per il 2019, le aliquote IVA restano invariate almeno per un altro anno.

INVESTIMENTI

Fondo per il Reddito di Cittadinanza e riforma pensioni - Ci sono per il 2019 in totale 15,7 milioni per attuare il Reddito e la Pensione di Cittadinanza e la Quota 100 per le pensioni. Nel fondo verranno inglobati poi anche i soldi previsti per il Reddito di Inclusione.

Comuni - Investimento di 3,5 miliardi. L’obiettivo è anche di sbloccare i bilanci tramite una revisione degli appalti senza gara (per quelli di importi inferiori a 200.000 euro).

Sgravi Ires - L’aliquota al 24% scenderebbe di 9 punti sugli investimenti in ricerca e sviluppo, in macchinari e in assunzioni stabili. Il costo sarebbe di 1,5 miliardi di euro.

Industria 4.0 - Confermate le agevolazioni e gli sgravi fiscali introdotti dal governo Renzi (maggiorazione sull’ammortamento ordinario del 40% e del 150%).

Ecobonus - Prorogato l’Ecobonus per le ristrutturazioni al 50%, quello per l’efficienza energetica aumenta al 65%. Confermate per il 2019 le deduzioni per acquistare elettrodomestici e apparecchiature ad elevata classe energetica e lo sgravio al 36% per i giardini.

Bonus Verde - Prorogato anche per il 2019 il bonus Verde (detrazioni al 36% per giardini, terrazzi e balconi).

Sud - Decontribuzione al 100% per chi assume al Sud giovani under 35 o con più di 35 anni ma disoccupati da almeno sei mesi. Prevista anche la proroga dell’esonero contributivo previsto dal Decreto Dignità elevandolo dal 50 al 100% per le categoria sopracitate.

Truffati dalle banche - Stanziati 525 milioni l’anno per il triennio 2019-2021 per un fondo ristoro a favore dei cittadini che sono stati truffati dalle banche: si potrà ottenere il 30% di quanto riconosciuto dalle sentenze fino a un massimo di 100.000 euro. Anche dopo il risarcimento i truffati potranno fare causa alle banche.

Bonus eccellenze - Esonero dei contributi per un anno, eccezion fatta dei premi e contributi Inail e con un tetto di 8.000 euro, per chi assume a tempo indeterminato laureati under 30 o dottori di ricerca under 34 con carriere universitarie eccellenti.

Nuove tecnologie - Tra il 2019 e il 2021 30 milioni l’anno per il Fondo per il sostegno al Venture Capital, un aiuto a chi vuole sviluppare le nuovetecnologie come BlockChain o l’intelligenza artificiale.

Risarcimenti vittime usura e Mafia - Fino al 2021 fondo di 10 milioni l’anno per le vittime di usura, mentre sono previsti anche livelli minimi e massimi per l’indennizzo delle vittime di reati violenti.

Inail - Approvata una riduzione delle tariffe Inail per un costo pari a 410 milioni nel 2019, 525 milioni nel 2020 e 600 milioni nel 2021.

Giovani autotrasportatori - Un autotrasportatore under 35, assunto a tempo indeterminato, potrà ottenere dal datore di lavoro un rimborso pari al 50% dei costi sostenuti per il conseguimento delle patenti e delle abilitazioni.

Rinnovo contratti PA - Stanziati 4,2 miliardi nel prossimo triennio per il rinnovo dei contratti della Pubblica Amministrazione: 1,100 miliardi per il 2019, 1,425 miliardi per il 2020 e 1,775 miliardi per il 2021.

Imposta di credito 4.0 - Proroga per il 2019 del credito d’imposta per attività di formazione 4.0. Il bonus avrà un tetto annuale di 300.000 euro e sarà così attribuito: nella misura del 50% delle spese ammissibili sostenute nei confronti delle piccole imprese, del 40% per le medie imprese e invece per le grandi imprese ci sarà un limite massimo annuale di 200.000 euro e nella misura del 30%.

Ispettori del lavoro - Nei prossimi tre anni verranno assunti 1.000 nuovi ispettori del lavoro.

Centro Italia - Gli 85 milioni frutto dei tagli alla Camera saranno destinati ai territori colpiti dal terremoto dell’agosto 2016.

Ispettorato del lavoro - Nel 2019 saranno assunti 300 ispettori in più, sempre 300 anche nel 2020 e 330 nel 2021.

Politiche giovanili - Aumento di 30 milioni dal 2019 peril Fondo per le Politiche Giovanili.

Cani guida - Aumenta a 1.000 euro la detrazione forfettaria riservata ai non vedenti per le spese per i cani guida.

Centri per l’impiego - Saranno 4.000 le nuove assunzioni previste per l’ampliamento dei centri per l’impiego.

Auto elettriche - Incentivi da 1.500 euro fino a 6.000 euro per chi acquista auto elettriche oppure a basse emissioni.

Seggiolini anti abbandono - Fondo di 1 milione per il 2019 per i contributi sull’acquisto dei seggiolini auto dotati di un sistema anti abbandono, ora previsti per legge.

Attuazione del programma - Per l’attuazione del programma di governo, è stato istituito un fondo di 190 milioni per il 2019 e di 450 milioni per il 2020.

Investimenti pubblici - 11 miliardi nei prossimi 3 anni (infrastrutture, adeguamento sismico, nuove tecnologie ed efficientamento energetico).

Sicurezza - 500 milioni per assunzione di Forze dell’Ordine per far fronte alla carenza di organici. Nuovi concorsi e scorrimento delle precedenti graduatorie.

TAGLI

Riduzione della spesa pubblica - Nuovi tagli per la burocrazia; il Governo conta di recuperare 1 miliardo ogni anno eliminando le spese superflue nei Ministeri.

Immigrati - Anche la spesa per l’accoglimento degli immigrati sarà ridotta. Per il 2019 è previsto un risparmio di 400 milioni di euro, per un totale di 1,6 miliardi nel triennio.

Ferrovie - Tagliati i fondi per 600 milioni a Ferrovie dello Stato.

Sconti fiscali - Abolizione dell’ACE, ossia dell’aiuto della crescita economica che prevede la deducibilità dell’imponibile di quella parte di incremento capitale proprio dell’impresa. Niente IRI dal 2019, l’imposta armonizzata al 24% per le imprese.

Politiche comunitarie - Tagli per 850 milioni.

Fondi per l’apprendistato - Taglio degli incentivi per i contratti di apprendistato: saranno 5 milioni l’anno per il 2019, il 2020 e gli anni successivi, mentre dalla scorsa manovra erano previsti 15,8 milioni per il 2019 e di 22 milioni per il 2020.

Fondo Sviluppo e Coesione Sociale - Tagli per 800 milioni.

Burocrazia - Collegato alla legge di Bilancio anche un Decreto Semplificazione contenente disposizioni urgenti per la deburocratizzazione; l’obiettivo finale è di eliminare oltre 100 adempimenti per le imprese.

Editoria - Azzeramento graduale del fondo pubblico per le testate giornalistiche.

Vitalizi - Anche le Regioni dovranno adeguarsi ai tagli decisi dalla Camera pena una diminuzione degli stanziamenti.

Immobili - Previste delle dismissioni immobiliari che dovrebbero far incassare 600 milioni.

Sigarette e giochi - Aumentano le accise dal 1 gennaio su sigarette, sigari e tabacco trinciato. Ulteriore aumento dello 0,50%, oltre a quello previsto nel Decreto Dignità, su giochi e slot.

Banche e assicurazioni - Previsto un aumento della tassazione per banche e assicurazioni. Per quest’ultime, Il tasso dell’acconto d’imposta sui premi assicurativi sale al 75% nel 2019, al 90% nel 2020 e al 100 per cento nel 2021 e gli anni successivi.

Spese militari - Taglio delle spese militari, senza ripercussioni sull’occupazione, per 60 milioni nel 2019 e di ulteriori 531 milioni nel periodo dal 2019-2031

SANITÁ

Liste d’attesa - Per il periodo 2019-2021 stanziati 100 milioni l’anno per abbattere i tempi delle liste d’attesa. Verrà istituito un Centro Unico di Prenotazione per monitorare tutti gli appuntamenti e per evitare avanzamenti fraudolenti.

Contratti - 284 milioni di euro per il rinnovo dei contratti di tutto il personale del Sistema Sanitario Nazionale.

Medici privati - Possibilità per le Asl di assumere in maniera temporanea medici privati per sopperire alle esigenze di servizio.

Fondi - La spesa totale di 114,435 miliardi è aumentata di 2 miliardi per il 2020 e di 1,5 miliardi per il 2021. I fondi per l’edilizia sanitaria passano da 24 a 26 miliardi.

Specializzandi - 900 nuovi contratti di formazione specialistica per i medici a partire dal 2019.

SCUOLA

Alternanza scuola-lavoro - Fondo di 50 milioni per l’apprendistato, mentre viene ridotto l’orario dell’alternanza scuola-lavoro: 180 ore negli istituti professionali, 150 ore negli istituti tecnici e 90 ore nei licei.

Tempo pieno - Aumento del tempo pieno nelle scuole primarie con un programma di 2.000 posti aggiuntivi soprattutto al Sud.

Bonus Cultura - Il bonus ci sarà anche nel 2019 e i 500 euro potranno essere utilizzati, oltre che per libri ed ebook, anche per teatri cinema e concerti.

Licei musicali - Aumento di 400 docenti per i licei musicali.

Ripetizioni - La Flat Tax al 15% sarà applicata anche dagli introiti degli insegnanti per le ripetizioni.

 

VARIE

 

Carta d’Identità - La carta d’identità digitale potrà essere ritirata anche alle Poste.

Balneari - Proroga di 15 anni delle concessioni balneari che così saranno escluse al momento dalla direttiva Bolkestein.

Roma - Stanziati 40 milioni per il 2019 e 20 milioni per il 2020 per il problema delle buche a Roma.

Collaboratori scolastici - Gli addetti alle pulizie nelle scuole dipendenti di enti privati di ditte private, potranno essere assunti anche direttamente dalle PA anche attraverso una proceduta selettiva in merito al titolo e a un colloquio.

Sale slot - Stretta sui controlli degli orari per le sale slot.

Biglietti concerti - Per i concerti negli impianti con una capienza maggiore di 5.000 posti, i biglietti venduti dovranno essere nominali.


  • Eniliorobe e Nowardgows piace questo

#2 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2731 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 11:43

"Ma vista una manovra del popolo che va così contro al popolo."

 

https://www.globalis...lo-2035300.html

 

"

Marchette per gli amici, tagli alle pensioni e altro: la manovra contro il popolo

Penalizzate le pensioni a partire da 1500 euro lordi, aumentare le tasse  per chi opera nel volontariato. Reddito di cittadinanza e quota 100 dagli effetti più che dimezzati

 

Incentivi per chi produce birre artigianali (promossi da parlamentari che lavorano in quel settore) penalizzate le pensioni a partire da 1500 euro lordi (lordi) ossia colpire le persone meno abbienti, aumentare le tasse  per chi opera nel volontariato (ossia la disprezzata società civile) dimezzare o più il promesso reddito di cittadinanza, trasformare la promessa quota cento in una mezza truffa, rinviare molte cose a novembre 2019, dare un colpo al pluralismo della stampa e, ovviamente, prendersela con i migranti e gli stranieri, compresi chi li aiuta.

 

...

"

 

https://www.corriere...b9e394c1a.shtml

 

"
Ci guadagna chi non trova un’occupazione e non ha altri redditi, chi ha cominciato a lavorare presto e vuole andare in pensione, chi ha i debiti col fisco, le piccole e medie partite Iva e i lavoratori dipendenti che fanno anche collaborazioni e consulenze, le imprese che investono gli utili, ma anche i balneari. Ci rimettono i pensionati, anche quelli non ricchi, le imprese più grandi, quelle che fanno innovazione o ricerca, i Comuni e le Regioni, chi ha vinto un concorso e aspetta l’assunzione dallo Stato, ma ci perdono anche le associazioni del volontariato e del terzo settore. E restano completamente a bocca asciutta i lavoratori dipendenti.

 

....

"


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#3 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4187 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 01:18

In questa manovra non c'è proprio niente da salvare, non tolgono nemmeno gli scudetti rubati dalla juventus

#4 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8788 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 02:09

NON ho letto tutto, ma mi sembra ci siano degli errori nel riportare sinteticamente quello che prevede la manovra. preferisco aspettare la pubblicazione ufficiale per fare commenti seri, d'altronde già si è preso un andazzo da bar tra commenti stupidi e le palesi menzogne dello schiavetto.


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#5 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 03:29

NON ho letto tutto, ma mi sembra ci siano degli errori nel riportare sinteticamente quello che prevede la manovra. preferisco aspettare la pubblicazione ufficiale per fare commenti seri, d'altronde già si è preso un andazzo da bar tra commenti stupidi e le palesi menzogne dello schiavetto.

La pubblicazione ufficiale potrebbe avere qualche leggera modifica, ma sostanzialmente la manovra è questa. Ma come si fa a dire" Penalizzate le pensioni a partire da 1500 euro lordi", quando 

https://www.money.it...e-Bilancio-2019

""Non c’è quindi concordanza sulle risorse che verranno recuperate tagliando, o meglio, ricalcolando gli assegni pensionistici di importo superiore ai 4.500€.""

Chiaramente Piter si è avvalso di un sito del PD che non fa altro che stravisare le cose.
 



#6 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4187 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 04:39

La pubblicazione ufficiale potrebbe avere qualche leggera modifica, ma sostanzialmente la manovra è questa. Ma come si fa a dire" Penalizzate le pensioni a partire da 1500 euro lordi", quando
https://www.money.it...e-Bilancio-2019
""Non c’è quindi concordanza sulle risorse che verranno recuperate tagliando, o meglio, ricalcolando gli assegni pensionistici di importo superiore ai 4.500€.""
Chiaramente Piter si è avvalso di un sito del PD che non fa altro che stravisare le cose.

caro sauro, grazie al maxiemendamento appena approvato dai vostri governanti nel 2019 chi esercitava abusivamente una professione sanitaria da almeno 36 mesi potrà iscriversi all'albo delle professioni sanitarie. Per l esattezza è l'emendamento n. 1.6003.

#7 purple

purple

    festina lente

  • Utenti
  • 2960 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 04:52

caro sauro, grazie al maxiemendamento appena approvato dai vostri governanti nel 2019 chi esercitava abusivamente una professione sanitaria da almeno 36 mesi potrà iscriversi all'albo delle professioni sanitarie. Per l esattezza è l'emendamento n. 1.6003.


Ma chi sarebbero questi che esercitano abusivamente una professione sanitaria e perché?

#8 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4187 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 04:57

Ma chi sarebbero questi che esercitano abusivamente una professione sanitaria e perché?

logopedisti, fisioterapisti, tecnici di radiologia ecc...

#9 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 05:00

logopedisti, fisioterapisti, tecnici di radiologia ecc...

https://aifi.net/wp-...ento-1.6003.pdf

1.6003
I RELATORI
Dopo il comma 283, sono inseriti i seguenti: «283-bis. All'articolo 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, dopo il comma 4, è aggiunto il seguente:  "4-bis. Ferma restando la possibilità di avvalersi delle procedure per il riconoscimento dell'equivalenza dei titoli del pregresso ordinamento alle lauree delle professioni sanitarie di cui alla legge 1º febbraio 2006, n. 43, coloro che svolgono o abbiano svolto un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni possono continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento, purché si iscrivano, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, fermo restando che tale iscrizione non produce alcuna equiparazione ai titoli per i quali è prevista l'iscrizione ai relativi albi professionali''.

 

Il lavoro dipendente o autonomo per il PD è diventato abusivo anche se si specifica" possono continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento,"

Come per Piter i 4500 euro di pensione sono diventati 1500, sempre marchio PD.



#10 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4187 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 05:18

https://aifi.net/wp-...ento-1.6003.pdf

1.6003
I RELATORI
Dopo il comma 283, sono inseriti i seguenti: «283-bis. All'articolo 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, dopo il comma 4, è aggiunto il seguente: "4-bis. Ferma restando la possibilità di avvalersi delle procedure per il riconoscimento dell'equivalenza dei titoli del pregresso ordinamento alle lauree delle professioni sanitarie di cui alla legge 1º febbraio 2006, n. 43, coloro che svolgono o abbiano svolto un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni possono continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento, purché si iscrivano, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, fermo restando che tale iscrizione non produce alcuna equiparazione ai titoli per i quali è prevista l'iscrizione ai relativi albi professionali''.

‘chi ha svolto professioni sanitarie senza il possesso di un titolo abilitante ed idoneo per l’iscrizione all’albo professionale, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni, potrà continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento purché si iscriva, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione’.

#11 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 05:47

‘chi ha svolto professioni sanitarie senza il possesso di un titolo abilitante ed idoneo per l’iscrizione all’albo professionale, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni, potrà continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento purché si iscriva, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione’.

Ed allora...............oltrettutto non so neppure se l'abbiano approvato, aspettiamo il testo definitivo.



#12 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4187 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 05:54

Ed allora...............oltrettutto non so neppure se l'abbiano approvato, aspettiamo il testo definitivo.

Ed allora cosa? "SENZA IL POSSESSO DI UN TITOLO IDONEO PER L'ISCRIZIONE ALL'ALBO"
e allora cosa?

#13 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 06:03

Ed allora...............oltrettutto non so neppure se l'abbiano approvato, aspettiamo il testo definitivo.

di cui alla legge 1º febbraio 2006, n. 43, coloro che svolgono o abbiano svolto un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni possono continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento, purché si iscrivano, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, fermo restando che tale iscrizione non produce alcuna equiparazione ai titoli per i quali è prevista l'iscrizione ai relativi albi professionali''.

 

Ma poi l'hanno approvato o no????.... aspettiamo il testo defibitivo

 

 

SANITÁ

Liste d’attesa - Per il periodo 2019-2021 stanziati 100 milioni l’anno per abbattere i tempi delle liste d’attesa. Verrà istituito un Centro Unico di Prenotazione per monitorare tutti gli appuntamenti e per evitare avanzamenti fraudolenti.

Contratti - 284 milioni di euro per il rinnovo dei contratti di tutto il personale del Sistema Sanitario Nazionale.

Medici privati - Possibilità per le Asl di assumere in maniera temporanea medici privati per sopperire alle esigenze di servizio.

Fondi

- La spesa totale di 114,435 miliardi è aumentata di 2 miliardi per il 2020 e di 1,5 miliardi per il 2021. I fondi per l’edilizia sanitaria passano da 24 a 26 miliardi.



#14 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2731 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 08:18

Primi effetti della manovra

https://www.liberoqu...Gj4idI.facebook

"Sondaggio, gli effetti della manovra: le cifre del crollo mostruoso di Matteo Salvini e Luigi Di Maio

Un sondaggio, definito "riservatissimo" da Dagospia, commissionato da Silvio Berlusconi e planato sulla sua scrivania. Un sondaggio che mette nero su bianco gli effetti della manovra, presentata dal governo gialloverde come un successo. Ma gli elettori, stando alla rilevazione, la pensano in un altro modo: secondo molti, infatti, la vittoria è dell'Europa e quello dell'esecutivo altro non è che un compromesso.

A dimostrarlo, le cifre. Secondo il sondaggio il M5s - per gli effetti della manovra - crolla fino al 23 per cento. Un disastro totale, per Luigi Di Maio. Ancor più impressionante il calo di consensi per la Lega e Matteo Salvini, che dal 32-34% di cui vengono accreditati oggi passerebbero direttamente al 26,5 per cento. Cifre pesantissime e che mettono in chiaro quale sia la percezione degli italiani sulla manovra.

Ma le notizie non sono buone neppure per Berlusconi, che da un simile tracollo degli avversari ottiene solo un misero punticino percentuale, proprio come il Pd. I voti perduti da Lega e M5s, dunque, finirebbero nell'oceano sempre più vasto degli indecisi.

Il calo nei consensi, secondo Dagospia, avrebbe convinto Salvini a tenere in piedi il governo almeno fino al voto delle Europee di aprile. Dopo i danni causati dal duello con Bruxelles, la Lega deve trovare tempo per riorganizzarsi, puntando tutto su immigrazione e ripresa economica. Anche perché resta ancora da valutare l'impatto del reddito di cittadinanza: come reagirà l'elettorato leghista nel momento in cui la misura con cui i grillini regalano denaro ai fannulloni entrerà effettivamente a regime? Facile ipotizzarlo, perché stando a tutti i sondaggi il Nord in particolare disprezza il reddito di cittadinanza

"

A quanto pare per il monocolore verde dovremo aspettare ancora. In ogni caso prima arriva meglio è.


Altri condoni nelle pieghe della nuova manovra

https://www.giornale...e-padre-di-maio

"Il ‘condono fiscale’ che potrebbe interessare il padre di ..."

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#15 Wish You Were Here

Wish You Were Here

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2987 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 08:32

Tutto è bene quel che finisce bene, insomma. 

E pensare che poco tempo fa chiedevano la messa in stato d'accusa per un Angelo.


A un dio fatti il culo non credere mai.


#16 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2731 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 09:04

Sempre per quella storia che ci sarebbe nelle pieghe della manovra un  ...

 

https://rep.repubbli...0-C8-P3-S3.2-T1

 

Visto  siamo in tema di condoni ** ma non si possono condonare anche le quote condominiali* ?

 

https://rep.repubbli...erde-209058650/

 

 

 

*

https://matteoderric...-il-condominio/

 

 

 

**

sempre per la storia della coerenza

 

http://video.milanof...-condoni-80435/


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#17 Alexandɘr

Alexandɘr

    Utente Senior

  • Utenti
  • 434 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 09:15

Gigino di maio è un bimbominkia.

In questa manovra non c'è proprio niente da salvare, non tolgono nemmeno gli scudetti rubati dalla juventus

chi ha svolto professioni sanitarie senza il possesso di un titolo abilitante ed idoneo per l’iscrizione all’albo professionale, per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni, potrà continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento purché si iscriva, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione’.

 

Quello che riporti è un semplice comunicato stampa di categoria, non l'articolato di legge che ancora non è ufficialmente reperibile. Staremo a vedere cosa ci sarà scritto davvero alla fine, potrebbe anche essere passata la versione individuata da SauroClaudio. Sta di fatto che la questione ha tutta l'aria di una scaramuccia tra professioni - simile a quella tra tassisti e autisti ncc - che vogliono mantenere/acquisire/restringere fette di un mercato potenzialmente comune, a seconda della specifica convenienza. Diatribe del tipo che qualunque cosa si decida in Parlamento, ci sarà sempre e comunque chi gioisce e chi invece si lamenta e grida allo scandalo.

Non conosco bene i dettagli della materia del contendere (prima di lanciarti avresti potuto fare una sintesi della situazione), se non per le rispettive tesi che ho letto adesso (“noi abbiamo laurea o diploma di laurea e siamo qualificati, voi no”, “noi siamo selezionati da scuole accreditate e possiamo esercitare, mentre voi siete monopolisti”, "per noi bisogna valutare caso per caso le equipollenze" ecc.), però è molto probabile che hai interessi personali in gioco (sbaglio ?), essendo un punto assai tecnico non presente tra quelli attenzionati dalla stampa e nemmeno dal dibattito in aula, che guardacaso hai colto tra la miriade dei temi affrontati in manovra. E infatti online lo si discute in ambienti settoriali.

Perciò non vorrei si tratti della solita salvaguardia ad oltranza degli orticelli individuali, con l'interesse generale che finisce bellamente in secondo piano se non proprio nel cestino. Pur non sapendo chi ha più ragione tra le varie associazioni, c'è da dire però che è anche per questa diffusa (anche tra i grillini eh) mentalità italiota tornacontista, non solo per la storica classe politica del belpaese, che ci ritroviamo dove siamo, coi debiti fino al collo, a fare leggi di bilancio vigilate in fretta e furia e quant'altro. Cautamente dovrei astenermi da ogni valutazione sull'argomento, in attesa di saperne di più, però siccome hai esordito in quel modo verso Di Maio e - in termini assoluti - verso una legge di bilancio che anche solo probabilisticamente, o volendo fare gli ipercritici, non può essere TUTTA da buttare come scrivi (peraltro così come mancano i dettagli per l'emendamento citato, mancano per tante altre cose), seguendo la TUA stessa impostazione faccio notare che di queste recriminazioni professionali circoscritte non frega generalmente nulla a chi non ha gli stessi interessi. Per estensione: malgrado ciascuna delle due “fazioni” tiri in ballo sopratutto l'interesse supremo dei pazienti (ah sì ?), il mio “orticello” non è la massofisioterapia, la fisioterapia o l'assistenza radiologica, e quindi dell'emendamento 1.6003 non me ne frega un bel niente, comunque sia stato scritto o tradotto in atti, perché non mi tange. Al limite si chieda il parere dell'associazione nazionale fratturati in riabilitazione. 

 

 

  



#18 Alexandɘr

Alexandɘr

    Utente Senior

  • Utenti
  • 434 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 10:08

Ma perché? No scusami, ma io sto semplicemente trollando. Comunque ci tenevo a dire che non ho proprio alcun interesse, anzi ti dirò di più, in Italia esistono gli albi dei più disparati ordini professionali, tra un po' anche i parcheggiatori abusivi avranno il loro albo nazionale, ma in Italia non esiste un albo professionale degli interpreti e traduttori, quindi dovrei davvero avere dei motivi per lamentarmi ma cambiano i governi e bla bla bla
W l'Anarchia!
W la figa!
Forza Inter in Europa League!

Boh, non so. Anche per trollare è abbastanza singolare come cosa  :dunno:

Non solo perché l'argomento che hai utilizzato esiste effettivamente ed è sul tavolo, e c'è pure qualche decina di migliaia di operatori che attende di sapere come è andato a finire l'emendamento (per applaudire o incatenarsi, a seconda del caso), ma soprattutto perché il passaggio che hai indicato è presente letteralmente solo su quattro o cinque siti particolari o di settore, non di più. Quindi se non hai diretti interessi in materia che possano averti spinto a seguire la vicenda e contestare il possibile esito, non capisco proprio come sei arrivato ad una di quelle “rare” fonti e perché ne hai tratto spunto allo scopo dichiarato, quando per fare battute sulla manovra c'è tanto materiale “usato sicuro”. Ma sopravvivrò anche col dubbio. Saluti.



#19 Alexandɘr

Alexandɘr

    Utente Senior

  • Utenti
  • 434 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 10:37

A proposito di trollaggio (piter escluso), mi è venuta la curiosità di vedere come il buon skynight ha accolto la notizia del passaggio del reddito “di ignoranza” (anche se manca il provvedimento attuativo) al Senato, quello che secondo lui appena approvato doveva sfasciare l'Italia e far saltare lo spread ma che sottobanco ambisce a prendere, come va scrivendo per sitarelli videoludici. Ho tentato di aggiornarmi agli ultimi post da quando si è dileguato qui, ma sembra che più che di politica si stia occupando di altri temi, tipo “l'ho preso nel culo”. E, no, non è uno sfogo per essere stato multato in doppia fila, ma un interessantissimo topic di sociologia e anatomia comparata iniziato da un suo fine collega, credo alto funzionario agli affari esteri o ambasciatore nordamericano. Insomma, sempre a livelli altissimi quelli di area Pd di Tgm. 



#20 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11493 messaggi

Inviato 23 dicembre 2018 - 11:15

Primi effetti della manovra

 

https://www.liberoqu...Gj4idI.facebook

 

"Sondaggio, gli effetti della manovra: le cifre del crollo mostruoso di Matteo Salvini e Luigi Di Maio

 

Un sondaggio, definito "riservatissimo" da Dagospia, commissionato da Silvio Berlusconi e planato sulla sua scrivania. Un sondaggio che mette nero su bianco gli effetti della manovra, presentata dal governo gialloverde come un successo. Ma gli elettori, stando alla rilevazione, la pensano in un altro modo: secondo molti, infatti, la vittoria è dell'Europa e quello dell'esecutivo altro non è che un compromesso.

 

A dimostrarlo, le cifre. Secondo il sondaggio il M5s - per gli effetti della manovra - crolla fino al 23 per cento. Un disastro totale, per Luigi Di Maio. Ancor più impressionante il calo di consensi per la Lega e Matteo Salvini, che dal 32-34% di cui vengono accreditati oggi passerebbero direttamente al 26,5 per cento. Cifre pesantissime e che mettono in chiaro quale sia la percezione degli italiani sulla manovra.

 

Ma le notizie non sono buone neppure per Berlusconi, che da un simile tracollo degli avversari ottiene solo un misero punticino percentuale, proprio come il Pd. I voti perduti da Lega e M5s, dunque, finirebbero nell'oceano sempre più vasto degli indecisi.

 

Il calo nei consensi, secondo Dagospia, avrebbe convinto Salvini a tenere in piedi il governo almeno fino al voto delle Europee di aprile. Dopo i danni causati dal duello con Bruxelles, la Lega deve trovare tempo per riorganizzarsi, puntando tutto su immigrazione e ripresa economica. Anche perché resta ancora da valutare l'impatto del reddito di cittadinanza: come reagirà l'elettorato leghista nel momento in cui la misura con cui i grillini regalano denaro ai fannulloni entrerà effettivamente a regime? Facile ipotizzarlo, perché stando a tutti i sondaggi il Nord in particolare disprezza il reddito di cittadinanza

 

"

 

A quanto pare per il monocolore verde dovremo aspettare  ancora.  In ogni caso prima arriva meglio è.

Un sondaggio di Berlusconi, ma fammi il piacere:

 






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi