Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

auto elettrica: la gallina dalle uova d'oro


  • Per cortesia connettiti per rispondere
39 risposte a questa discussione

#1 Sween

Sween

    Utente Full

  • Utenti
  • 1345 messaggi

Inviato 28 novembre 2018 - 05:54

il nuovo bisness sarà la macchina elettrica. Pubblicizzata come la macchina amica dell'ambiente, ci diranno che non inquina, che è un energia pulita...sì, bhè, dipende da dove la misuri...se misuri l'emissione di co2 dal tubo di scappamento allora sì, non inquina. Ma per quanto riguarda lo smaltimento delle batterie ?

La verità è che non gliene frega niente a nessuno dell'ambiente. è la gallina dalle uova d'oro, sapete quanto lavoro e quanta meccanica c'è dietro ad un motore a benzina? molta!

per fare un motore elettrico invece cosa serve? una cazzata..un avvolgimento di rame uno statore e un rotore che generino un campo magnetico e qualche calamita . E te la vendono  non meno di 40mila euro. bello il loro bisness non spendono un cazzo per farla e poi me la fai pagare tanto oro quanto pesa.

 

https://www.patentat...elettriche.html


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#2 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 29 novembre 2018 - 07:47

Ci sono varie teorie sull'argomento. Come con tutte le nuove tecnologie bisogna studiare la situazione per un lasso di tempo significativo e poi trarre le conclusioni.

E' anche vero che possiamo fin da subito capire quali sono i livelli di inquinamento nella fase di produzione, durante la vita del veicolo ed alla fine nello smaltimento. Dovremmo spostare la catena di produzione tutta sul rinnovabile... ma la vedo dura estrarre minerali grazie all'energia solare.

 

https://www.focus.it...-auto-elettrica



#3 Gothic

Gothic

    Photographer from Heaven Guitarist from Hell

  • Utenti
  • 2638 messaggi

Inviato 29 novembre 2018 - 09:13

Le auto elettriche sono il nuovo business. L'ecologia è solo una cavolata per giustificare delle vetture altrimenti improponibili. Stolto chi si lascia abbindolare.


type_o_negative_flag_02.gif


#4 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 29 novembre 2018 - 09:18

Sono convinto che il processo è da valutare, di sicuro c'è anche qualche effetto negativo. Attualmente è difficile dire chi sia più stolto...

Come in tutte le cose scientifiche c'è da studiare... si spera che ci possa essere il progresso di una tecnologia che è solo agli inizi.



#5 Sween

Sween

    Utente Full

  • Utenti
  • 1345 messaggi

Inviato 29 novembre 2018 - 06:44

Le auto elettriche sono il nuovo business. L'ecologia è solo una cavolata per giustificare delle vetture altrimenti improponibili. Stolto chi si lascia abbindolare.

 Ovviamente si faranno su un pò di soldi con sta "non invenzione" delle auto elettriche. La vera invenzione sarebbe quella di sfruttare l'energia libera che genera il nucleo terrestre . Anche se è invisibile e senza fine il campo magnetico della terra può essere visto al Polo Nord nella manifestazione di un’aurora boreale. L’energia del campo magnetico è dello stesso genere di quella del vento che fa navigare le barche a vela anche per mesi senza un motore e di quella del sole che fornisce luce e calore ininterrottamente. E’ la stessa che fa muovere le correnti marine in precise direzioni. Questa è stata la scoperta che avrebbe potuto rivoluzionare il mondo ed è sulla base di questo principio che bisognava lavorare. Però le multinazionali petrolifere , dell elettricità e del gas non permetteno che questo avvenga perchè chi è al vertice di tali agenzie sono molto potenti e non vogliono perdere il loro mercato che frutta miliardi di euro all anno. Questi titani hanno vinto in mondo...purtroppo..in mezzo..ci siamo noi.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#6 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 30 novembre 2018 - 07:49

Però attenzione, il rinnovabile non è tutto rose e fiori. Ad esempio in pianura padana l'energia solare te la scordi per almeno 4 mesi l'anno, non da affatto luce e calore ininterrottamente. Questo è solo un esempio.

Questi sono i limiti del rinnovabile.



#7 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 7385 messaggi

Inviato 30 novembre 2018 - 09:30

Auto elettriche come sono adesso diciamo che sono più giocattoli e non si possono usare come un'auto a diesel o benzina o ibrida. Quando faranno auto elettriche con autonomia di 900 km come i diesel e una velocità di ricarica di pochi minuti come fare un pieno di benzina allora li sinché saranno davvero auto utilizzabili al 100%

For whom the bell tolls


#8 Sween

Sween

    Utente Full

  • Utenti
  • 1345 messaggi

Inviato 30 novembre 2018 - 11:12

Però attenzione, il rinnovabile non è tutto rose e fiori. Ad esempio in pianura padana l'energia solare te la scordi per almeno 4 mesi l'anno, non da affatto luce e calore ininterrottamente. Questo è solo un esempio.

Questi sono i limiti del rinnovabile.

Immagina la Terra come una dinamo enorme che genera ogni secondo circa 200 miliardi di Volt. Il funzionamento non differisce dalle solite dinamo che ci sono familiari. Persino una dinamo di quelle usate per fornire corrente al fanale della bicicletta funziona con lo stesso principio. L’energia non può essere vista o sentita a meno che non si abbiano gli strumenti giusti. Se si prende un magnete normale e lo si mette vicino a un pezzo di legno non succede nulla. La stessa cosa avviene con il campo magnetico della terra, in un certo senso, non accade nulla. Anche se ogni secondo vengono generati miliardi di volt, senza i dispositivi giusti questa energia è inerte e va sprecata.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#9 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 30 novembre 2018 - 02:30

Immagina la Terra come una dinamo enorme che genera ogni secondo circa 200 miliardi di Volt. Il funzionamento non differisce dalle solite dinamo che ci sono familiari. Persino una dinamo di quelle usate per fornire corrente al fanale della bicicletta funziona con lo stesso principio. L’energia non può essere vista o sentita a meno che non si abbiano gli strumenti giusti. Se si prende un magnete normale e lo si mette vicino a un pezzo di legno non succede nulla. La stessa cosa avviene con il campo magnetico della terra, in un certo senso, non accade nulla. Anche se ogni secondo vengono generati miliardi di volt, senza i dispositivi giusti questa energia è inerte e va sprecata.

ok... non avevo messo in dubbio questo ragionamento che in linea teorica ci può stare, poi sarebbe da sviluppare il concetto.

Dicevo solo che in generale si pensa all'energia rinnovabile come qualcosa di infinito e performante... l'energia solare in pianura padana è difficile da usa ed in alcuni periodi dell'anno non è proprio utilizzabile, ci sono zone dove non possiamo usare la geotermia ed altre dove il vento non soffia. Questo per dire che dobbiamo fare i conti con madre natura, non in tutte le zone il rinnovabile è performante o utilizzabile.



#10 Sween

Sween

    Utente Full

  • Utenti
  • 1345 messaggi

Inviato 01 dicembre 2018 - 01:12

ok... non avevo messo in dubbio questo ragionamento che in linea teorica ci può stare, poi sarebbe da sviluppare il concetto.

Dicevo solo che in generale si pensa all'energia rinnovabile come qualcosa di infinito e performante... l'energia solare in pianura padana è difficile da usa ed in alcuni periodi dell'anno non è proprio utilizzabile, ci sono zone dove non possiamo usare la geotermia ed altre dove il vento non soffia. Questo per dire che dobbiamo fare i conti con madre natura, non in tutte le zone il rinnovabile è performante o utilizzabile.

 

ok... non avevo messo in dubbio questo ragionamento che in linea teorica ci può stare, poi sarebbe da sviluppare il concetto.

Dicevo solo che in generale si pensa all'energia rinnovabile come qualcosa di infinito e performante... l'energia solare in pianura padana è difficile da usa ed in alcuni periodi dell'anno non è proprio utilizzabile, ci sono zone dove non possiamo usare la geotermia ed altre dove il vento non soffia. Questo per dire che dobbiamo fare i conti con madre natura, non in tutte le zone il rinnovabile è performante o utilizzabile.

il concetto è semplice "energia continua senza fili ne contatori di corrente o gas o petrolio"

 

citazione:

"“Mi sono reso conto che la Terra è un generatore elettrico enorme. Se l’umanità potesse sviluppare un cavo di rame abbastanza lungo da circumnavigare la Terra dal polo sud al polo nord e viceversa, si potrebbe utilizzare la potenza generata naturalmente dal campo magnetico terrestre e disporre di energia elettrica sufficiente da illuminare un miliardo di città grandi come New York”.

Nikola Tesla


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#11 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 02 dicembre 2018 - 06:57

il concetto è semplice "energia continua senza fili ne contatori di corrente o gas o petrolio"

 

citazione:

"“Mi sono reso conto che la Terra è un generatore elettrico enorme. Se l’umanità potesse sviluppare un cavo di rame abbastanza lungo da circumnavigare la Terra dal polo sud al polo nord e viceversa, si potrebbe utilizzare la potenza generata naturalmente dal campo magnetico terrestre e disporre di energia elettrica sufficiente da illuminare un miliardo di città grandi come New York”.

Nikola Tesla

una buona idea, ma bisognerà trovare il modo di evitare la dispersione energetica di tale impianto.

 

vorrei fare un ragionamento un po' diverso da quanto esposto finora. essendo in una zona soggetta a forti nevicate (con le giuste configurazioni meteo), anni fa decidemmo di prendere un gruppo elettrogeno per avere corrente elettrica in caso di guasti alla linea, così ne prendemmo uno a benzina, in considerazione del prezzo. due anni fa rimanemmo circa 8 giorni senza corrente a causa delle nevicate e utilizzammo il suddetto gruppo elettrogeno, tuttavia ci siamo accorti che i costi di esercizio erano insostenibili, per avere 2 kilowatt di corrente per 4 ore si consumavano anche 10 litri di benzina, ma la cosa più odiosa è che per avere un erogazione lineare che NON bruciasse elettrodomestici, dovevamo tenere il regime del motore a regime massimo. credevamo si trattasse di un difetto perchè il generatore aveva una potenza massima di 5 kwh, tuttavia discutendone sia con altri possessori che con tecnici, si è scoperto che i motori a benzina di questi sistemi sono di piccola cilindrata e la benzina, NON garantendo adeguati valori di compressione a bassi e medi regimi, costringe a tenere il regime sempre al massimo (l'erogazione elettrica viene gestita dalla dinamo attraverso un sistema di marce, come per le macchine). 

resoci conto della cosa, decidemmo di sostituire il gruppo elettrogeno con uno alimentato a diesel ma visti i costi, abbiamo scelto un brand italiano (ma con componentistica tutta coreana...) con potenza da 6 kwh, con il risultato che il diesel, avendo parecchia compressione anche ai bassi regimi, garantisce un'erogazione lineare su tutta la gamma, tant'è che da test poi eseguiti, si riusciva ad avere i 2kw di corrente con 1/4 di regime e consumi nell'ordine di 10 litri per quasi 14 ore di funzionamento, praticamente i costi di mantenimento si sono ridotti a quasi 1/3.

ora se si vuole fare un ragionamento ecologico un po' spartano, è ovvio che utilizzano sistemi diesel si hanno erogazioni di gas nocivi inferiori, seppur c'è da dire che il diesel produce più particolato di "grana grossa", molto più facile da filtrare rispetto a quello a "grana piccola" prodotto dalla benzina, quindi in fin dei conti ritengo si possa affermare che i motori diesel, avendo un rendimento più ottimizzato, a parità di potenza erogata inquinano parecchio di meno dei corrispettivi a benzina.

applicando questo ragionamento alle automobili elettriche, mi sono sempre chiesto perchè NON facciano macchine ibride con motori diesel, si avrebbero consumi ulteriormente minori ma soprattutto un sistema di ricarica delle batterie più efficiente. riferendomi a questa classifica per avere un'idea https://it.motor1.co...del-roma-forli/

sappiamo ad esempio che con una macchina ibrida di media cilindrata abbiamo un consumo di benzina vicino ai 30 kml, un valore senza dubbio molto buono, ma mi chiedo, se invece di usare motori a benzina, usiamo roba diesel che, sempre riferendoci alla medesima classifica, oggi arrivano a consumare 30 kml in modo tradizionale, ritengo sarà assai facile raggiungere consumi attorno ai 60 kml (bene o male come rendimento siamo li). questo significa che si brucia quasi la metà della benzina con emissioni anch'esse dimezzate.

per altro il sistema diesel potrebbe permettere l'uso, tramite appositi filtri e modifiche, l'utilizzo di altri propellenti come il biodiesel, rendendo la cosa sicuramente più ecosostenibile, quindi il sospetto che si stia demonizzando il diesel per motivi finanziari ritengo sia più che legittimo. 


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#12 Sween

Sween

    Utente Full

  • Utenti
  • 1345 messaggi

Inviato 02 dicembre 2018 - 07:26

ma le faranno senz'altro, e il rendimento di velocità e consumi arriverà anche a livelli accettabili . Ma non è tanto questa la questione . la questione è che non si risolve il problema dell ambiente con una macchina ibrida. Specie se oltre l'inquinamento prodotto dallo smaltimento delle batterie si aggiunge anche quello dei gas di scarico durante il funzionamento a gasolio e in più si continuerebbe a raffinare petrolio che aumenterebbe inquinamento e riscaldamento globale.


Siccome io non mi sopporto dovete sopportarmi voi :D


#13 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 12:05

NON puoi risolvere il problema nemmeno imponendo sul mercato un cambiamento tanto radicale quanto repentino, quindi la soluzione ibrida come congiuntura di passaggio ci sta. tuttavia io critico il fatto che si stia demonizzando il diesel in questo modo e soprattutto lo si stia escludendo da in questo passaggio favorendo invece la benzina. la cosa mi puzza un po' come l'affaire cfc negli anni 90 quando veniva definito come unico colpevole per il buco dell'ozono e fu progressivamente ritirato dal mercato, poi si scoprì che si erano sbagliati, che il cfc NON era così determinante, ma ormai la frittata era fatta e i produttori dell'altro gas per spray (NON ricordo come si chiama) si erano intanto schifosamente arricchiti approfittando della situazione e addirittura qualcuno ventilò l'ipotesi che erano stati essi stessi a finanziare la ricerca che definì il cfc come killer dell'ozono.


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#14 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 07:40

Attualmente non è possibile risolvere il problema dell'inquinamento solamente utilizzando le fonti rinnovabili. Innanzitutto, come ho già detto, dobbiamo fare i conti con madre natura. Il secondo problema è che non abbiamo ancora sviluppato delle tecnologie che garantiscono grandi rese dell'energia rinnovabile. Ad esempio un pannello fotovoltaico rende il 20% del suo potenziale e le batterie di accumulo sono da buttare dopo 3 anni a fronte di qualche migliaia di euro di spesa per acquistarle.

Le biomasse rendono bene ma creano inquinamento e comunque se non si pianta un albero per ogni albero bruciato siamo punto e a capo.

In alcuni terreni il geotermico non è utilizzabile in quanto aggraverebbe problemi di stabilità del terreno.

Questi sono solo esempi. Questa è la situazione fino a che la tecnologia non migliora.

 

Nell'ibrido viene utilizzato il motore a benzina probabilmente perchè il motore diesel non è così contento quando lo si accende e lo si fa lavorare subito a regimi alti, si rovinerebbe in poco tempo.



#15 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 03:07

...

 

Nell'ibrido viene utilizzato il motore a benzina probabilmente perchè il motore diesel non è così contento quando lo si accende e lo si fa lavorare subito a regimi alti, si rovinerebbe in poco tempo.

proprio no. innanzitutto nessun motore, compreso quello a benzina, è contento di passare da 20 a 150 gradi in pochi secondi, principalmente per due motivi, ossia le parti metalliche che avendo diversa consistenza, si dilatano in modo asincrono generando pressioni NON uniformi che nel breve periodo sfociano in microfratturazioni che abbassano il rendimento del motore che poi nel lungo periodo, portano alla rottura dello stesso. in secondo luogo lavorare ad alti regimi a freddo implica una combustione NON ottimale che genera molti più incombusti che a loro volta creano incrostazioni su pistone, valvole e circuito di scarico (e a lungo andare questi possono rompersi), inoltre i sistemi come filtro antiparticolato e recupero del gas di scarico quando sono freddi hanno un'efficacia assai ridotta, quindi gli incombusti vanno a tappare mezzo mondo li (immagino avrai sentito parlare di parecchie macchine che dopo poche decine di migliaia di km si ritrovano con il fap e altri marchignegni di filtraggio fottuti, principalmente è proprio perchè si tratta di motori che vengono tirati a freddo).

a parte ciò, i motori diesel hanno le candelette che permettono un certo grado di efficienza anche a freddo, ma soprattutto, il diesel grazie al turbo compressore, genera un rapporto di compressione all'interno del cilindro maggiore rispetto alla benzina (i motori diesel NON hanno le candele per generare la detonazione), cosa da cui consegue un picco nella curva della coppia motrice che si raggiunge a regimi medio bassi (qui per capire di cosa sto parlando), ergo, NON serve tirarli come invece bisogna fare con i motori a benzina, gpl o metano.

alla luce di ciò, a maggior ragione i motori diesel sono molto più indicati per alimentare le dinamo per ricaricare le celle, proprio perchè riescono a farlo a regimi inferiori rispetto i motori a benzina (basta dotare le dinamo di rapporti di trasmissione adattabili al regime di rotazione), senza considerare un domani la possibilità di utilizzare biodiesel per abbattere ulteriormente l'emissione di inquinanti.

 

riguardo il resto del tuo ragionamento, mi trovi d'accordo.


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#16 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 03:45

Tutto giusto, però basta guardare alcuni articoli tecnici delle case costruttrici che dichiarano il contrario, cioè che l'accoppiata elettrico benzina è più performante dell'accoppiata elettrico diesel.

Poi per carità, se fanno le schede tecniche come la Volkswagen...

 

Comunque la turbina del diesel non ama subire stress termici... Se l'olio non è in temperatura quando parte a palla la butti via dopo 3 anni.



#17 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 7385 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 03:57

Tutto giusto, però basta guardare alcuni articoli tecnici delle case costruttrici che dichiarano il contrario, cioè che l'accoppiata elettrico benzina è più performante dell'accoppiata elettrico diesel.
Poi per carità, se fanno le schede tecniche come la Volkswagen...

Comunque la turbina del diesel non ama subire stress termici... Se l'olio non è in temperatura quando parte a palla la butti via dopo 3 anni.

ma infatti nei motori diesel si usa un olio 00w30 praticamente acqua...almeno nel diesel che ho io ho questo olio

For whom the bell tolls


#18 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 786 messaggi

Inviato 03 dicembre 2018 - 04:05

ma infatti nei motori diesel si usa un olio 00w30 praticamente acqua...almeno nel diesel che ho io ho questo olio

Si ok, il principio è lo stesso.



#19 metallica

metallica

    Metallica

  • Utenti
  • 7385 messaggi

Inviato 04 dicembre 2018 - 08:49

Questa auto elettrica potrebbe essere valida ma se non mettiamo  sul territorio un sistema valido di ricarica in termini di velocità e di copertura sarà sempre un bel giocattolo ma poco utilizzabile

 

Rivian R1T

 

Total Power: 750 hp (with 4 motors) Total Grounded Torgue: 14,000 Nm wheelbase: 3,075 mm Track (front/rear) 1,710 mm Gear Tunnel Volume: 350 L Frount Trunk Volume: 330 L Width: 2.015 mm Length: 5,475 mm Range Up to 400+ miles Acceleration 0-60 in 3 seconds Payload 800kg Towing Capacity 5,000 kg

 


For whom the bell tolls


#20 Spinoza

Spinoza

    Utente radical chic

  • Utenti
  • 4539 messaggi

Inviato 04 dicembre 2018 - 09:10

. l'energia solare in pianura padana è difficile da usa ed in alcuni periodi dell'anno non è proprio utilizzabile,

 

Se parliamo di fotovoltaico questo è semplicemente falso.

 

Gli impianti fotovoltaici, a patto che siano installati ottimizzando inclinazione e orientamento, funzionano anche con basso irraggiamento solare.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi