Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

La morte dovrebbe avvenire senza nessuna malattia


  • Per cortesia connettiti per rispondere
54 risposte a questa discussione

#21 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23591 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 06:11

se ben ricordo fu scoperta una particolare razza di Medusa che al momento della morte rigenerava la cellule divenendo di fatto immortale , la natura ha previsto anche questa cosa poi su noi umani è un altro discorso

 

 

Direi che il livello di risorse che consuma una medusa è decisamente inferiore a quello di un umano.

Che poi, non è immortale, semplicemente inverte il suo processo vitale... è più o meno lo stesso che riprodursi.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#22 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 06:55

(...)

Che poi, non è immortale, semplicemente inverte il suo processo vitale... è più o meno lo stesso che riprodursi.

Che figata. Però preferisco la riproduzione umana...



#23 Pianura

Pianura

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 594 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 06:57

La morte avviene sempre per qualche complicanza :dunno: 
Morire "di vecchiaia" non significa un tubo, si muore perché uno o più organi o l'intero organismo cedono, e questo succede anche dopo tanti anni di funzionamento più o meno sano - in teoria, anche la morte e la vecchiaia sono malattie, malattie incurabili (forse) ma tant'è... 

Con una rigenerazione cellulare perfetta, si potrebbe andare avanti all'infinito, ma la natura non è perfetta né è auspicabile che lo sia, al netto del consumo di risorse che causerebbe una specie vivente di immortali.

Questo lo dicono i medici, perché da come vive oggi la popolazione quasi tutti sono ammalati ed è logico che poi un bel giorno la malattia cessa e si arriva alla morte, la morte dovrebbe avvenire in forma naturale, dato che non possiamo vivere in eterno con questo nostro corpo, ma noi ci ammaliamo perché ci nutriamo nel modo sbagliato e viviamo in un ambiente che è stato manomesso con inquinamenti ed altro. Un organo sano non si interrompe si interrompe se è ammalato, o per incidente la morte dovrebbe avvenire naturale, ognuno al giorno della morte dovrebbe sentirsi che sta lasciando il proprio corpo. Dovremmo morire come fa il bruco che dopo il suo percorso come bruco diviene poi una farfalla, ma anche il bruco se muore prima che sia la sua ora ciò significa che è morto di malattia o di incidente e non può divenire farfalla perché non ha compiuto fino in fondo il suo processo naturale.



#24 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 07:06

Mia nonna è morta di vecchiaia, non era malata. Non mangiava esattamente in modo sano, friggeva un po' tutto o abbondava con olio e burro ma era in salute. Poi si è spenta naturalmente.

E non è proprio come dici, almeno nel suo caso. Lei non si è accorta di quello che stava succedendo, gli ultimi giorni ha avuto dei problemi di salute e ha perso anche di lucidità.

 

Un conto è immaginare il momento della morte, un conto è vederlo.

 

Ti abbuono però il fatto che a livello mondiale le malattie sono l'interesse economico delle case farmaceutiche, discorso a parte però. E ci si ricollega al mondo che deve cambiare.



#25 Pianura

Pianura

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 594 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 07:07

:icon_eek:


La Bibbia vi insegna che Dio è l’origine di ogni essere. Benché Dio sia il Creatore di ogni essere, Lucifero è stato però il più grande collaboratore del Creato, ed è divenuto in seguito negativo e nemico di Dio.



:icon_eek:

Scoooooop!

Scommetto che il clitoride l'ha progettato lui, monellissimo Lucifero. :bb:

Dio ha creato Lucifero ma ha anche dato il libero arbitrio, sia a Lucifero che a noi tutti quanti e Dio sapeva fino dall'inizio che anche gli Angeli col proprio libero arbitrio possono non volere accettare Dio, (non accettando Dio significa violare anche una delle sue leggi), ma il motivo del libero arbitrio è un dono, senza di quello saremmo solo dei robot programmati, mentre anche quando sbagliamo abbiamo sempre la possibilità di rimediare, il problema degli sbagli è che facciamo altro che portarci su di noi le sofferenze. Ma c'è anche da dire che non tutti gli Angeli si sono staccati da Dio, appunto per il proprio libero arbitrio molti sono stati fedeli e continueranno ad esserlo, perché sanno delle conseguenze ad essere lontani da Dio o meglio dire a violare le sue leggi.



#26 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23591 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 07:13

Il bruco non muore quando si trasforma in farfalla, poesia a parte, il bruco compie una metamorfosi.

Gli esseri umani invece smettono di vivere, non si trasformano in una ceppa di niente se non in un ammasso di materiale biologico che si avvia alla degradazione.

 

Per il resto, ma che vuol dire? Il tuo discorso è estremamente contraddittorio.

Come credi che si muoia? Ti svegli un giorno e ti dici "oh oggi è il mio giorno signori"? Insufficienza respiratoria, infarto, ictus ecc ecc, tutte queste cause che di solito in un vecchio che muore nel sonno non s'indagano, costituiscono la "morte naturale" o di "vecchiaia", ma è sempre questione di cosa cede e quando, cosa smette di funzionare insomma.

Il cuore, le arterie, gli organi di un vecchio per quanto abbia vissuto una vita sana, non sono allo stesso livello di quelli di un giovane perché nella riproduzione, le cellule accumulano scorie ed errori di copiatura che nel corso degli anni si sommano e causano problemi alla funzionalità dell'organismo; a quel punto, si diventa *vecchi*, l'epidermide si copre di rughe, le ossa sono più deboli, gli organi funzionano peggio e la riproduzione cellulare rallenta - qualcosa ad un certo punto cede, il corpo non è in grado di riprendersi, ed ecco che muori.

 

Questo è quanto. Come una macchina che si arrugginisce e smette di funzionare.

Certo, con una vita sana puoi diminuire il rischio di malattie come tumori e infarti, contrastando l'azione dei radicali liberi puoi rallentare l'ossidazione cellulare (l'ossigeno, fonte di vita, è anche ciò che più di tutto contribuisce all'invecchiamento) e l'accumulo di scorie ecc ecc.

Mica dico di no.

Però, sono i tuoi organi, il tuo corpo ecco, che ad un certo punto cede... non c'è nessuna mano divina che viene a "spegnerti" mentre dormi e strappa la tua anima da questa valle di lacrime.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#27 Pianura

Pianura

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 594 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 09:33

Il bruco non muore quando si trasforma in farfalla, poesia a parte, il bruco compie una metamorfosi.

Gli esseri umani invece smettono di vivere, non si trasformano in una ceppa di niente se non in un ammasso di materiale biologico che si avvia alla degradazione.

 

Per il resto, ma che vuol dire? Il tuo discorso è estremamente contraddittorio.

Come credi che si muoia? Ti svegli un giorno e ti dici "oh oggi è il mio giorno signori"? Insufficienza respiratoria, infarto, ictus ecc ecc, tutte queste cause che di solito in un vecchio che muore nel sonno non s'indagano, costituiscono la "morte naturale" o di "vecchiaia", ma è sempre questione di cosa cede e quando, cosa smette di funzionare insomma.

Il cuore, le arterie, gli organi di un vecchio per quanto abbia vissuto una vita sana, non sono allo stesso livello di quelli di un giovane perché nella riproduzione, le cellule accumulano scorie ed errori di copiatura che nel corso degli anni si sommano e causano problemi alla funzionalità dell'organismo; a quel punto, si diventa *vecchi*, l'epidermide si copre di rughe, le ossa sono più deboli, gli organi funzionano peggio e la riproduzione cellulare rallenta - qualcosa ad un certo punto cede, il corpo non è in grado di riprendersi, ed ecco che muori.

 

Questo è quanto. Come una macchina che si arrugginisce e smette di funzionare.

Certo, con una vita sana puoi diminuire il rischio di malattie come tumori e infarti, contrastando l'azione dei radicali liberi puoi rallentare l'ossidazione cellulare (l'ossigeno, fonte di vita, è anche ciò che più di tutto contribuisce all'invecchiamento) e l'accumulo di scorie ecc ecc.

Mica dico di no.

Però, sono i tuoi organi, il tuo corpo ecco, che ad un certo punto cede... non c'è nessuna mano divina che viene a "spegnerti" mentre dormi e strappa la tua anima da questa valle di lacrime.

Il corpo se si è nutrito correttamente sia in materia che in spiritualità si rigenera non arrugginisce come è la materia ad esempio delle macchine ne si deteriora, ma si rigenera, succede che si ammala per il fatto che viviamo in un ambiente non sano e ci cibiamo nel modo sbagliato e non facciamo il nostro percorso spirituale, allora se non esistono le malattie la morte avviene naturale. Certamente il medico non dice queste cose, perché è abituato a vedere i pazienti che muoiono di malattia.

 

Quando lasciamo il corpo il nostro essere è ancora in vita si va in un'altra dimensione ma siamo sempre noi e se dobbiamo nuovamente rinascere con un corpo si rinasce ma sempre col nostro essere, se non credi io non posso obbligarti ma ti renderai conto quando morirai e ti senti ancora vivo ma nel modo diverso.

 

Il corpo che va in putrefazione è materia e ha nulla a che far con la nostra anima la quale è eterna.



#28 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 09:57

Il corpo se si è nutrito correttamente sia in materia che in spiritualità si rigenera non arrugginisce come è la materia ad esempio delle macchine ne si deteriora, ma si rigenera,

Hai delle prove riguardo questa cosa? Ci sono uomini che non sono morti seguendo questo principio? E se si, chi?

 

L'influenza è generata da virus e si può morire naturalmente, il cancro invece è una questione a parte e in quel caso spesso è dovuto per fattori umani o inquinanti. C'è malattia e malattia, mi sembra che fai confusione nel decretare certe cose (parere mio).



#29 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23591 messaggi

Inviato 04 novembre 2018 - 10:47

Ma che diavolo significa "morte naturale"? Dammi una definizione valida, ti sfido.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#30 Spinoza

Spinoza

    Prima i Maremmani !!!

  • Utenti
  • 4949 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 08:31

Nella casa di Dio non esistono piante velenose e nemmeno animali feroci, mentre su questa terra che domina Lucifero le cose vanno diversamente, troviamo piante velenose, mosche fastidiose, zanzare che iniettano veleni quando ci pungono, animali feroci, insetti che si infestano agli ortaggi e alle piante e l'uomo per poter ottenere il frutto e il raccolto di verdure è costretto ad usare le sostanze pesticidi per uccidere i parassiti che attaccano alle piante e noi nutrendosi ingeriamo una certa quantità di veleni, ed è anche questo uno dei motivi per cui quasi tutti si ammalano. Tutto questo non succede nelle creazioni di Dio, tutto è perfetto mentre come vediamo su questa terra il percorso della natura è del tutto sbagliato, e questo succede perché Lucifero non vuole che tutto proceda nel modo giusto.

 

Io esprimo la mia opinione ed è quella che è dentro di me, non posso esprimere un'opinione come la tua sarei in disarmonia col mio essere.

 

Io ragiono col mio cuore, e uso la testa in modo che qualsiasi cosa sia fatta con armonia e di verità.

 

Secondo me TU sei Lucifero.



#31 Frèyja

Frèyja

    .L.

  • Utenti
  • 4532 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 09:14

Ma che diavolo significa "morte naturale"? Dammi una definizione valida, ti sfido.


Più che altro se si rigenera come fa a morire?
  • Lunanerina piace questo

#32 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 10981 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 10:42

Dio ha creato Lucifero ma ha anche dato il libero arbitrio, sia a Lucifero che a noi tutti quanti e Dio sapeva fino dall'inizio che anche gli Angeli col proprio libero arbitrio possono non volere accettare Dio, (non accettando Dio significa violare anche una delle sue leggi), ma il motivo del libero arbitrio è un dono, senza di quello saremmo solo dei robot programmati, mentre anche quando sbagliamo abbiamo sempre la possibilità di rimediare, il problema degli sbagli è che facciamo altro che portarci su di noi le sofferenze. Ma c'è anche da dire che non tutti gli Angeli si sono staccati da Dio, appunto per il proprio libero arbitrio molti sono stati fedeli e continueranno ad esserlo, perché sanno delle conseguenze ad essere lontani da Dio o meglio dire a violare le sue leggi.

Sei ancora a livello di Lucifero, e che sarebbe l'anti-Dio, Quindi esisterebbe Dio e l'anti-Dio, è una visione completamente sbagliata,.

 

Ma ora voglio raccontarvi quello che penso e Dio mi salvi

Lo spirito è antecedente alla vita e all'incarnazione, è una forza che raggruppa un insieme di

idee semplici . Cos'è un idea semplice: ne parleremo in seguito. Per ora posso dirti che quando muori, ovviamente crolla la psiche e quindi tutto lo schema mentale del cervello, ma la vita viene riassunta nello spirito come esperienza estremamente condensata, possiamo dire un idea semplice. Quando lo spirito si incarna ha bisogno di fare esperienze per conoscere la materia, e questo al di la di un principio morale (con ciò non intendo dire che non esiste un principio morale in Dio)
La religione purtroppo è uno dei principali ostacoli che incontra per fare determinate esperienze. La vita e la morte sono comunque già un esperienza molto importante, e molto spesso lo spirito viene solo per nascere e per morire.
Comunque nel momento in cui entra nella materia servendosi dell'anima (ponte di energia vitale ed indispensabile), e questo avviene intorno al secondo-terzo mese di gestazione, lo spirito cade in uno stato di sonno, da cui poi si risveglia lentamente con la nascita, ma con uno schema mentale che è del cervello, cioè che non gli appartiene, ma che risulta
indispensabile per fare esperienze.
Ovviamente quando si incarna lo
spirito deve accettare tutto della terra, e cioè tutti gli inconvenienti a cui può andare in contro, perché una volta incarnato non ha più nessun potere sulla materia.
Per cui le malattie fisiche e psichiche, i terremoti, le alluvioni ecc, sono completamente al di fuori della sua portata.
Ovviamente una volta nato non ricorda nulla della suo stato di spirito, perchè lo schema mentale del cervello non ha nulla a che vedere con lo spirito. Sulla terra ritorna mediamente da otto a venti volte, talvolta l'ultima esperienza può essere la più breve.
Conclusa l'esperienza della terra passa ad altri piani, forse ad altri mondi.
Talvolta l'individuo ricorda certe esperienze di vite passate, perchè fintanto che è in ambito terreno dopo la morte lo spirito si porta dietro una certa parte di anima e questa conserva ancora certi ricordi cerebrali.
L'esperienza dello spirito non si svolge secondo un tempo, per cui fra un incarnazione e l'altra possono intercorrere anche duemila anni, oppure pochi anni. Questo spiega perchè tanti bambini muoiono di malattie e nella sofferenza, le stragi di massa naturali o non, dal momento che tutto costituisce esperienza per conoscere la materialità, o meglio questa materialità.
La materia quindi è nostra serva, noi la utilizziamo al fine della conoscenza universale.
Dio è un altra cosa, è un infinito a cui non si possono dare attributi di bene e di male, di misericordia e di perdono.
Dal momento che tutta la misericordia ci è già stata data fin dall'inizio, nel momento in cui Dio avendoci creati come spiriti, ci ha conferito la possibilità di non morire mai, ma di scoprirlo un po alla volta attraverso infinite esperienze.
A questo punto potrei sembrare pazzo, pensala come vuoi.
Ma se lo spirito esiste non possiamo permetterci di concepire un aldilà statico suddiviso in Inferno, Purgatorio e Paradiso.
Dal mio punto di vista le cose non possono che stare così
Amen e così è!


  • celestino piace questo

#33 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23591 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 02:18

Più che altro se si rigenera come fa a morire?

 

 

Ma boh, forse Pianura non ha ben chiaro come funzioni il corpo umano.

Che poi bah qui abbiamo un medico ma questo invece di spiegare a noi ignoranti come funzioni la morte, entra in campi che non sono i suoi e si mette a sparlare di purgatorio e paradiso.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#34 Pianura

Pianura

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 594 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 04:33

Alimentazione pericolosa

 

Abbiamo osservato che su questa bellissima Terra si producono moltissime malattie, in numero crescente. La maggior parte dell’umanità è malata. Una simile evoluzione non l’abbiamo mai vista altrove. Il vostro è un pianeta di malattie. Ma questo stato malsano non ha nulla a che fare con la purificazione, poiché non è affatto volontà di Dio che l’uomo venga purificato in questa orribile maniera. S’intende che l’avversario del Signore ha un grande influsso, perché gli si permette di penetrare ovunque e viene persino incoraggiato a stabilirvisi bene. Ma non è solo questa la causa delle disgrazie della Terra.

 

L’umanità stessa è colpevole della disgrazia di tante malattie. Questo fatto risale già a millenni fa. In grandissima misura l’uomo terrestre porta oggi in sé l’eredità dei mali dei suoi avi. Già dalla nascita egli è un uomo malato. Voi stessi siete i vostri antenati reincarnati, quali anime, quindi è la vostra colpa che ora viene alla superficie. Una delle cause fondamentali sta nella nutrizione errata.

 

I nostri avi, i Santini dei tempi di Mosè, hanno riconosciuto in tempo la pericolosa evoluzione nella vostra nutrizione. Nella nave spaziale i Santini hanno ampiamente istruito Mosè che un grande pericolo sovrastava l’umanità. Mosè ne ha informato il suo popolo, specialmente i sacerdoti che erano anche i medici di allora. La nutrizione fu quindi stabilita in ogni particolare. Certi cibi furono proibiti.

 

Alla testa dei cibi pericolosi sta la carne di maiale.

 

Allora non c’era ancora l’esame della trichina. La tenia portava malattie pericolosissime. Non si tratta solo della trichina, ma della carne di maiale in generale.

 

Il maiale è un animale impuro; è per così dire malato nel ricambio, è sovraingrassato e allevato come fornitore di grasso. La vostra medicina non è ancora riuscita a provare come è pericolosa la carne di maiale nella nutrizione umana. Giornalmente si uccidono milioni di suini; è la carne di cui si nutre quasi tutta la popolazione. Questo tipo di nutrizione cambia le funzioni vitali del corpo umano. Ogni uomo che mangia la carne di maiale diventa a poco a poco incline a tutte le malattie. I mali del ricambio, della circolazione del sangue, degli organi interni, la formazione di calcoli, l’indurimento dei vasi sanguigni e molti altri cambiamenti del corpo umano devono essere addebitati all’uso della carne di maiale. Io so che si andrà contro queste mie asserzioni, ma non c’è affatto da stupirsene, poiché gli uomini che hanno sempre da ridire, vanno contro tutto quello che non fa loro comodo. Per amore della mia missione non devo avere riguardo. L’umanità deve soffrire in modo inimmaginabile per questa nutrizione sbagliata. Ma la maggior parte lo fa solo perché ignora la causa. Il maiale si tira su facilmente, porta un grande guadagno; e questa è per voi la cosa essenziale. Se non si muore subito si può lentamente languire fino a morirne. Un male si riconosce tale solo se si muore immediatamente. Tutti i mali recessivi, che durano per secoli, non vengono neanche notati. I nostri avi, i Santini, vi hanno sufficientemente ed insistentemente messo in guardia, purtroppo senza successo. Solo una parte degli Ebrei si è attenuta alle proibizioni; e questi vivono più a lungo ed hanno meno malattie. I Maomettani hanno orrore della carne del maiale, è proibita dalla loro religione.

 

Esistono però anche altre cause che influenzano lo stato di salute dell’umanità terrestre. Già in un’altra mia comunicazione vi ho fatto osservare che la nicotina e l’alcool hanno un’influenza deleteria. Vi è da stupirsi che persino medici di grande esperienza e uomini politici con grande responsabilità, che conoscono bene queste conseguenze e pericoli, non vogliano rinunciare a questo peccato? Io dico espressamente: vogliano.

 

L’alcool danneggia profondamente il cervello.

 

Non è quindi da stupirsi se una gran parte, sì la maggior parte degli uomini politici, così come dei potenti di questa Terra, non siano in grado di riflettere in modo corretto. Malgrado ciò possono rimanere nei loro uffici, malgrado ciò viene ad essi affidata la sorte dell’umanità.

 

Voi conoscete bene l’azione deleteria dell’alcool. Chi giuda un’auto, quando ha bevuto dell’alcool può causare una disgrazia. Credete che nel caso dei capi dell’umanità la cosa sia differente? Essi hanno in mano il timone per guidare l’umanità. Questi bevitori irresponsabili, che brindano tra di loro a vicenda alla loro salute, non sono padroni dei loro sensi e possono causare enormi disgrazie. O credete forse che questi eletti siano immuni all’alcool? Disilludetevi!

 

La mania di fumare ha preso quasi tutta la Terra.

 

Centinaia di milioni di uomini sono avvolti nel fumo. Le conseguenze sono indescrivibili. Che capi sono quelli che non si oppongono a ciò? La salute del popolo ne viene completamente minata. Fra le conseguenze vanno annoverati anche gli aborti. Noi non possiamo comprendere come i governi dei vari paesi possano permettere tali orrori. E non capiamo come i vostri medici possano infischiarsi di questo male. Questa scelleratezza contro la salute è dovuta solo al fatto che tutta l’umanità terrestre finora è all’oscuro di ogni conoscenza superiore. La conoscenza spirituale, riguardante l’intera esistenza dell’umanità, è stata completamente negata e trascurata. Si ride della verità più alta e più santa, perché essa sembra ridicola quasi a tutta l’umanità. Ma che umanità è questa?! Se noi non fossimo degli uomini veri, vi avremmo lasciato perire. Quel nostro essere “uomini” ci incute il dovere sacrosanto di ammonirvi. Ma se gli ammonimenti non vengono sentiti, la disgrazia prende il suo inalterabile decorso. Non crediate che qui si tratti di un trattato religioso. Si tratta di un fondamentale interesse spirituale, che viene riconosciuto a poco a poco solo da qualche gruppo di uomini.

Fonte a pagina 314-315:

http://spirituale.altervista.org/wp-content/uploads/2017/11/i-10-Libri-di-Ashtar-Sheran.pdf



#35 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23591 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 04:40

Va beh, immagino che discutere seriamente con questa persona sia impossibile.

E smettila di spammare link al tuo blog, che ne dici? Oltre ad essere contro il regolamento, è anche abbastanza inutile, perché tanto nessuno si prenderà il disturbo di scaricare dei PDF scritti da emeriti sconosciuti.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#36 celestino

celestino

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 1816 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 06:08

   Molto profondo il commento di Sauro, mi ha fatto un po rabbrividire.

 

   Vorrei ritornare un attimo sulla alimentazione di Pianura, egli intende che l'origine di tutti i nostri mali e da imputarsi alla cattiva alimentazione, in un certo senso sono daccordo con lui ma, dovrebbe pur esserci sulla Terra almeno un uomo che si sia nutrito bene tanto bene da essere diventato multi centenario?

 

   In Tibet, sull'Himalaya, in qualche eremo in alta montagna o in qualche parte sperduta del pianeta ove non sia arrivata la contaminazione della civiltà, ci dovrebbe pur essere un individuo ultra vecchio ?   Non credo di averne mai sentito parlare quindi, credo che Pianura debba un po rivedere il suo concetto di alimentazione.

 

   E' una questione di geni, di telomeri, di alimentazione o di altre cause magari tutte interconnesse, fatto sta che per ora si invecchia e si muore e, aggiustando una sola di queste cause, si può ritardare l'invecchiamento e la conseguente morte ma non evitarlo.


  • kiradavid97 piace questo

#37 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 07:13

Si non c'è un gran dialogo, nel senso che risponde poi ogni tanto si esclude dalla conversazione per postare dei capitoli precompilati. Parola di Dio, extraterrestri, alimentazione, Lucifero... non manca niente, per arrivare agli alieni però c'è stato bisogno di spremerlo argomentanto i capitoli che posta.

 

Direi che è palese la mancanza di conoscenze specifiche su quel che dice, di fatto solo sue teorie.


  • kiradavid97 piace questo

#38 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 07:33

Tra l'altro ho appena trovato il tuo blog su Virgilio, stai spammando... eh eh non si fà...

 

Si vede che nel blog non avevi abbastanza visibilità e copio-incolli tutto nei forum.. non si fà...

 

Beccato! :boardmod_main:

 

Copio-incollo anch'io va...  :boardmod_main:  :boardmod_main:



#39 Pianura

Pianura

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 594 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 07:41

   Molto profondo il commento di Sauro, mi ha fatto un po rabbrividire.

 

   Vorrei ritornare un attimo sulla alimentazione di Pianura, egli intende che l'origine di tutti i nostri mali e da imputarsi alla cattiva alimentazione, in un certo senso sono daccordo con lui ma, dovrebbe pur esserci sulla Terra almeno un uomo che si sia nutrito bene tanto bene da essere diventato multi centenario?

 

   In Tibet, sull'Himalaya, in qualche eremo in alta montagna o in qualche parte sperduta del pianeta ove non sia arrivata la contaminazione della civiltà, ci dovrebbe pur essere un individuo ultra vecchio ?   Non credo di averne mai sentito parlare quindi, credo che Pianura debba un po rivedere il suo concetto di alimentazione.

 

   E' una questione di geni, di telomeri, di alimentazione o di altre cause magari tutte interconnesse, fatto sta che per ora si invecchia e si muore e, aggiustando una sola di queste cause, si può ritardare l'invecchiamento e la conseguente morte ma non evitarlo.

Queste persone non si ammalano, moriranno alla loro ora ma non con la malattia:



#40 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 443 messaggi

Inviato 05 novembre 2018 - 08:03

Ti ho tanato, non si fa.... eh eh... no...

 

:boardmod_main:






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi