Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Rompere il ghiaccio


  • Per cortesia connettiti per rispondere
204 risposte a questa discussione

#1 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1404 messaggi

Inviato 28 ottobre 2018 - 08:53

Frasi per rompere il ghiaccio con una donna?

Quando devo iniziare una conversazione mi sento sempre bloccato non so che dire. Sono uno che non gli piace girarci intorno alle cose, va dritto al punto. Ma cosi è troppo invadente e castrante.

Come si fa per rendere una conversazione coinvolgente ed interessante?

 "Se per te Dio è un concetto che non sta in ogni luogo ma che sta lontano, io te lo trasformo in energia vitale. E non possiamo affermare che l'energia vitale sia distaccata perchè altrimenti saremmo morti. Che cosa ci sostiene? Ciò che ci sostiene è qui. Dio è energia vitale; se questa energia la usi per costruire è Dio, se la usi per distruggere è il diavolo. Però è la stessa energia, dipende da come la utilizzi. Questo è quello che chiamo libero arbitrio. Dio o il diavolo sono un'energia a nostra disposizione, se la usiamo male è una catastrofe, se la usiamo bene Dio è qui. Esiste solo il presente, se Dio non è qui, non è da nessuna parte; se il diavolo non è qui, non è da nessuna parte; se tu ed io non siamo qui, non siamo da nessuna parte. Siamo fatti della stessa sostanza del divino: entrare nel sacro è entrare in sè stessi."   - Alejandro Jodorowsky

 

Ogni giorno di piu’, mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell’amore che non abbiamo donato. L’amore che doniamo e’ la sola ricchezza che conserveremo per l’eternita’.

 

 

 
 


 


#2 flyzmarco

flyzmarco

    Utente Senior

  • Utenti
  • 2172 messaggi

Inviato 28 ottobre 2018 - 08:57

Metodo FORD... It stands for Family, Occupation, Recreation, and Dreams (aspirations)

 

Oddio ero alla fase successiva... Per rompere il ghiaccio non saprei!!



#3 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 10227 messaggi

Inviato 28 ottobre 2018 - 10:32

Metodo PORSCHE.. it stands for che se c'hai una Porsche non c'è bisogno che dici niente.
  • flyzmarco, malia e purple piace questo

Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#4 Owl

Owl

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3180 messaggi

Inviato 30 ottobre 2018 - 02:59

temo che nessuna frase possa rompere il ghiaccio se provi ad approcciare una che poi si rivela essere già impegnata: più della metà delle volte in cui ho ricevuto rifuti è stato così (facendoci pure la figura del fesso)   :icon_cry:



#5 Il Decimo

Il Decimo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 720 messaggi

Inviato 30 ottobre 2018 - 07:54

Siamo tutti diversi, per fortuna... secondo me non esistono frasi standard da utilizzare. Ogni situazione ha le proprie argomentazioni. Devi valutare in che luogo ed in che situazione ti trovi, cercando di capire cosa potrebbe far colpo su chi hai davanti.

Devi seguire il tuo istinto... lo so non è facile, soprattutto se sei timido, ma prepararsi le frasi a casa serve solo a far crescere l'ansia.


  • Rainbow e Yanez piace questo

#6 Moroni

Moroni

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 752 messaggi

Inviato 30 ottobre 2018 - 01:00

tu non vuoi rompere il ghiaccio

te l'ho detto che devi fare

estirpamento dell'importanza personale

ti dai troppa importanza 

una volta che hai distrutto l'importanza personale tutto diventa più semplice 



#7 byrus

byrus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 438 messaggi

Inviato 01 novembre 2018 - 09:08

Concordo col consiglio de Il Decimo, inoltre alle donne piace sentirsi approcciate da un uomo forte e sicuro di sé. Non dico essere spavaldo o finisci per essere arrogante e bugiardo, ma sicuro. "A volte non importa se dici stronzate, basta che appari determinato e auto ironico se ti accorgi di essere in un discorso senza uscita" (-cito la frase di un amico, detta davanti ad una birra anni or sono :clap: aveva ragione!). Poi certo, dipende dalla donna che hai davanti. Dipende anche dove ti trovi, ma spesso puoi rompere il ghiaccio con una semplice battuta, non è difficile rubare un sorriso.

 

1. abbi fiducia in te stesso

2. la persona dall'altra parte non è per forza migliore di te

3. magari riesci ad uscirci e ti accorgi che non ne valeva nemmeno la pena...e ti ritroverai qui a chiedere "come faccio a rompere in fretta"

 

Quindi rilassati e pensa che non cerchi di prendere parola con la Regina Elisabetta, ma con una donna comune.



#8 Nehelamite

Nehelamite

    Fiat Iustitia et pereat Mundus

  • Utenti
  • 21242 messaggi

Inviato 01 novembre 2018 - 10:27

Se ti trovi nella necessità di rompere il ghiaccio, significa che hai già sbagliato tutto, ma si può sempre rimediare: basta non offendere la comune decenza dicendo qualcosa che possa essere raccontato in una barzelletta.


tumblr_n87fw4H4EV1tdab6go2_500.gif

 
I was in the darkness, so darkness I became

#9 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 2499 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 09:47

vai in una grande città e prova a rompere il ghiaccio con tipo 30 donne sconosciute, come allenamento.

vedrai che poi avrai meno problemi, gestirai meglio la paura del rifiuto e imparerai gli approcci che a te vengono più naturali e che funzionano meglio.


  • Furor piace questo

Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#10 metallica

metallica

    rompicoglioni

  • Utenti
  • 7128 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 10:10

Si te stesso, non raccontare balle al primo incontro e vedrai che tutto fila liscio

For whom the bell tolls


#11 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2265 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 11:23

Frasi per rompere il ghiaccio con una donna?



Come si fa per rendere una conversazione coinvolgente ed interessante?

 

 

Io mi limiterei, intanto, alla prima domanda.

Uno.Allenati con qualche essere umano maschio: quello che funziona, o non funziona, con gli uomini vale anche con le donne - che anzi sono spesso perfino più gentili e più disponibili a un contatto umano, se tu per primo le consideri umane.

Due. Contatto umano non significa per forza rimorchio, e tanto meno un preliminare sessuale. Se non lo significa per te- nelle tue intenzioni - non lo significa nemmeno per lei.

Tre. Per mettere in pratica il punto uno, per capire cosa può servire a te per avvicinare gli altri (anche uomini), cerca di capire cosa fanno gli altri (anche uomini) per avvicinare, per interessare te.

 

Per quanto riguarda la seconda: la conversazione si fa in due.

Comunque, "coinvolgente e interssante" è un programma ambizioso.


  • purple e Spinoza piace questo

Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#12 Moroni

Moroni

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 752 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 02:05

scalpello_per_ghiaccio_a_v.jpg



#13 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 17157 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 05:03

vai in una grande città e prova a rompere il ghiaccio con tipo 30 donne sconosciute, come allenamento.
vedrai che poi avrai meno problemi, gestirai meglio la paura del rifiuto e imparerai gli approcci che a te vengono più naturali e che funzionano meglio.


Bello.

Avrei suggerito Decidi che per tutta la giornata sorriderai a chiunque. Saluterai le vecchine e i vecchini (che sono fantastici, nessun over 80 negherebbe un cordiale buongiorno a nessuno).

Si tratta di acquistare fiducia in se stessi. Concordo con te Lamiuccia, superare la paura del rifiuto, pian piano.

Non volevo intervenire perché trovavo adorabile leggere i consigli dei maschi. Studi antropologici aggratis.

#14 Moroni

Moroni

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 752 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 07:27

la vita bisogna viverla e bisogna imparare dalla strada, dal pensare in maniera corretta, dai rapporti umani, dal socializzare, dall'introspezione 

ci vuole sempre un po' di introspezione e io la faccio

ma tu i miei consigli non li vuoi ascoltare e secondo me tu sei indeciso sul da farsi 

su internet trovi tante tecniche di miglioramento personale, se non vuoi fidarti di me fidati di questo grande strumento che ci hanno messo a disposizione 

comincia dall'autodisciplina o più precisamente comincia a chiederti "che devo fare adesso?" "Qual'è la mia prossima mossa?" "Questo è quello che il mio psicologo mi ha consigliato, ma me lo consigliò anche mio nonno diversi anni fa per aiutarmi in una situazione di emergenza



#15 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 10227 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 07:48

vai in una grande città e prova a rompere il ghiaccio con tipo 30 donne sconosciute, come allenamento.
vedrai che poi avrai meno problemi, gestirai meglio la paura del rifiuto e imparerai gli approcci che a te vengono più naturali e che funzionano meglio.

O forse dopo 30 buchi nell'acqua, tra rifiuti, sguardi indifferenti o infastiditi diminuirà solo la propria autostima.
  • Lamia e Owl piace questo

Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#16 Moroni

Moroni

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 752 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 07:51

O forse dopo 30 buchi nell'acqua, tra rifiuti, sguardi indifferenti o infastiditi diminuirà solo la propria autostima.

come è successo a me tra il 2012 e il 2015



#17 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 2499 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 10:33

O forse dopo 30 buchi nell'acqua, tra rifiuti, sguardi indifferenti o infastiditi diminuirà solo la propria autostima.

 

l'obiettivo è 'rompere il ghiaccio', creare quella specie di intimità, un sorriso complice,una risata.
l'obiettivo non è un numero di telefono o un appuntamento, ma il rompere il ghiaccio. 
è una skill che lui vuole acquisire e che una volta acquisita gli sarà utile quando davvero vorrà utilizzarla.

per ottenere una determinata skill è necessario un allenamento, certo c'è da gestire la paura del rifiuto e la paura del fallimento, ma quelle le gestiamo (più o meno bene) da quando andiamo alla scuola materna.. e se crescendo non riusciamo ad affrontarle e piuttosto ci blocchiamo allora consiglio in primis la psicoterapia.

ciò che non uccide ti fortifica ed è meglio un ego non ipertrofico che ti permette di fallire e di acquisire esperienza piuttosto che un'insicurezza di fondo che non ti permette nemmeno di tentare...


Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 


#18 Owl

Owl

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3180 messaggi

Inviato 03 novembre 2018 - 12:28

quando capisci che non sei bravo ad approcciare una donna, capisci anche che insistere ti farebbe apparire solo come uno stalker   



#19 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2265 messaggi

Inviato 03 novembre 2018 - 09:41

l'obiettivo è 'rompere il ghiaccio', creare quella specie di intimità, un sorriso complice,una risata.
l'obiettivo non è un numero di telefono o un appuntamento, ma il rompere il ghiaccio. 
è una skill che lui vuole acquisire e che una volta acquisita gli sarà utile quando davvero vorrà utilizzarla.

 

Non esageriamo.

Rompere il ghiaccio non prevede "intimità e complicità", che semmai appartengono a uno stadio successivo, nemmeno tanto vicino.

 

In realtà, il problema è il ghiaccio: nella maggior parte dei casi non c'è proprio nessun ghiaccio, ma solo estraneità, una semplicissima e basilare distanza tra persone vicine fisicamnte, ma ognuna persa nei propri pensieri.

La città non aiuta affatto, né aiuta la festa, la folla, l'assembramento, perché è proprio nella folla e nell'eccessiva vicinanza fisica che si sviluppa l'abitudine, forse perfino la necessità della distanza mentale, l'estraneità reciproca.

Se ci si incontra, soli, su un sentiero di campagna, è molto più probabile, più facile scambiarsi un saluto e cominciare una conversazione tra sconosciuti. Anzi, quasi inevitabile.

 

Un mio amico ebbe, qualche anno fa, un periodaccio sentimentale, dopo la fine di una sua relazione.

Era incartato nella malinconia, nella sfiducia, era diventato totalmente incapace di rapporti umani, specialmente con l'altro sesso.

Decise di partire, insieme con un collega di lavoro, per una vacanza a Ibiza, confidando nel potere taumaturgico della movida, e delle serate a base di erba e cerveza.

Non ebbi il tempo di dissuaderlo, ma quando tornò - sconsolato e più malinconico di prima - gli dissi di prendere il suo pastore tedesco e portarlo in spiaggia, quella bella spiaggia d'inverno, battuta dal vento: "Scommetto che ci trovi una figuretta infagottata dentro un giaccone nero, con la sciarpa sulla faccia e un cappuccio che si vedono solo gli occhi, rincorsa da un cocker con le orecchie bagnate, e la sera state a cena al porto dal tunisino".

Ahò, be': il giaccone non fu nero ma rosso, e il cagnolo non fu cocker ma setter, e lei era una sua vicina di casa con la quale si erano incrociati cento volte, senza mai scambiare una parola.


Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#20 Lamia

Lamia

    sono andato a letto presto

  • Utenti
  • 2499 messaggi

Inviato 03 novembre 2018 - 11:13

secondo me parliamo di due cose diverse.

io parlo di quel senso di calore che si prova quando si sta parlando piacevolmente con uno sconosciuto.

il piacere e la sorpresa di avere aperto la nostra porta relazionale in una maniera improvvisa, non pianificata e piacevole.
quando parli con qualcuno che prima non conoscevi e si è a proprio agio si è in un primo livello di intimità...
è una trasformazione.

certo non tutti sono pronti o disponibili per aprirsi in un dato momento con uno sconosciuto o una sconosciuta. questo è un presupposto di base che dobbiamo accogliere in noi con umiltà. ma molte persone invece sono più che disponibili per una breve connessione. c'è da imparare anche questo e imparare a sentire il proprio intuito.

 

ad esempio, io sono appassionata d'arte quindi per attaccare bottone potrei andare in libreria e direzionarmi verso il reparto arte.
vedo qualcuno con in mano un libro di Chagall: sono appena stata alla mostra, mi avvicino e dico 'a me piace molto. mi ricorda il mondo dei miei sogni. sa che c'è una mostra a Mantova?' e poi vedere la reazione, in quel caso modulo il mio comportamento: posso continuare a conversare, parlando di una cosa che mi appassiona, o posso fare un sorriso ed allontanarmi.

potrei attaccare bottone per strada a qualcuno che come me sta ascoltando un busker che suona: 'è bravissimo. mi ricorda una banda che ho sentito a Berlino...' oppure 'che meraviglia. io associo sempre la musica a dei colori, e questa canzone mi ricorda il verde. a te?'

il trucco è coltivare dentro di sé un sentimento di simpatia per gli sconosciuti e non di paura. 
Se mentre ti approcci senti dentro di te il calore della simpatia verso l'altro, come se fosse un tuo vecchio amico, allora anche lo sconosciuto si sentirà accolto, a casa o comunque con una minor necessità di barriere, spade scudi e ponti levatoi.
Se tu per primo dentro di te sei accogliente e non respingente allora l'altro in una certa maniera (dipende da quanto sono alte le sue difese) lo percepirà e sarà più facile per lui avvicinarsi e non respingerti.

 

ho fatto esempi che rispecchiano me stessa ma ognuno di noi ha la sua personale riserva di creatività a cui attingere.
Certo bisogna fidarsi di sé stessi ed essere pronti ad ogni risultato delle proprie azioni.

d'altra parte bisogna imparare a concentrarsi nel LANCIARE LA FRECCIA, non nel correre a vedere se ha colpito qualcosa.


Noctes atque dies patet atri ianua Ditis: sed revocare gradum superasque ecadere ad auras, hoc opus, hic labor est.


 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi