Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il tredicesimo segno zodiacale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
76 risposte a questa discussione

#61 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 07:01

 

Ecco cosa scrive un altro cretino, mica possono essere tutti dei geni come Anfiarao.
 
Uno degli argomenti usati più spesso contro l’astrologia è che le dichiarazioni degli astrologi sono da tempo considerate obsolete. Secondo l’astrologia, chi è nato il 30 marzo ha il Sole a 10° in ariete, mentre nella realtà il 30 marzo il Sole si trova chiaramente nella costellazione dei pesci.
 
Dichiarazioni come questa creano decisamente confusione in chi s’interessa di astrologia. Davvero gli astrologi vivono dall’altra parte della Luna continuando ad aggrapparsi a credenze che la scienza ha screditato da tempo? La confusione è possibile perché entrambe le affermazioni di cui abbiamo parlato, a proposito della posizione del Sole il 30 marzo, sono corrette. A questa data infatti il Sole è sia nel segno zodiacale dell’ariete che nella costellazione dei pesci. Queste affermazioni si contraddicono perché sono fatte entro diverse basi sistemiche di principi e presupposti. Potrebbe succedere qualcosa di simile se dalla Germania vi capitasse di chiamare un amico a Londra per discutere dell’ora del giorno. La persona a Londra potrebbe dichiarare che sono le dieci del mattino, mentre per voi in Germania sarebbero le undici. Entrambe le posizioni sono corrette, naturalmente, all’interno di diverse basi sistemiche di principi e presupposti, cioè i fusi orari.
 
Le costellazioni sono gruppi di stelle fisse nel cielo, e sin dai tempi antichi gli esseri umani si sono interrogati sul loro significato. La striscia di cielo che risulta particolarmente importante per l’astrologia è l’eclittica entro cui si muovono i pianeti del nostro sistema solare. È qui che troviamo (andando in senso antiorario) le dodici costellazioni: ariete, toro, gemelli, cancro, leone, vergine, bilancia, scorpione, sagittario, capricorno, acquario e pesci. Queste costellazioni hanno dimensioni molto diverse e a volte persino si sovrappongono. Dato che le linee formate dalle costellazioni possono essere interpretate in vari modi, è impossibile dire, per esempio, dove finisce il capricorno e inizia l’acquario. 
È in questa zona del cielo (o sfera celeste) che gli astronomi proiettano un circolo perfetto – l’eclittica – formata dall’orbita annuale della Terra intorno al Sole, o dall’apparente orbita del Sole intorno al nostro pianeta, per chi osserva dalla Terra. L’eclittica risulta essenzialmente stabile rispetto allo sfondo di stelle fisse. Oggi, gli astronomi continuano a usare quest’orbita come punto di riferimento. Nel sistema di coordinate dell’eclittica, la posizione di un pianeta viene calcolata utilizzando due numeri: la longitudine dell’eclittica deriva dalla misurazione in senso antiorario partendo dal punto zero (sull’eclittica); la latitudine dell’eclittica si conta dalla rilevazione della deviazione del pianeta dall’orbita. Entrambe queste letture sono date in gradi; la longitudine dell’eclittica viene misurata da 0 a 360°. Ma qual è il punto zero dell’eclittica? Stabilire uno zero è necessariamente arbitrario – cioè una questione di definizione. Secondo le coordinate geografiche sulla Terra, per esempio, zero gradi di longitudine vengono fissati sul punto dell’Osservatorio astronomico di Greenwich. 
Il punto zero sull’eclittica è stato stabilito utilizzando l’equinozio di primavera sull’emisfero boreale – il 20 o il 21 marzo – il giorno in cui in tutto il pianeta il giorno e la notte hanno la stessa durata. Questo punto viene definito matematicamente, impiegando il punto di intersezione tra l’equatore e l’orbita terrestre intorno al Sole, cioè l’eclittica. L’equatore celeste viene calcolato dalla posizione dell’asse terrestre nello spazio. Se questo asse fosse stabile, l’equinozio di primavera del 21 marzo sarebbe un punto fisso nel cielo.
 
Nel periodo massimo dell’astronomia antica, durante l’età ellenistica (all’incirca dal 200 a.C. al 200 d.C.), l’equinozio di primavera nell’emisfero boreale era situato al confine tra la costellazione fissa dell’ariete e quella dei pesci. Gli astrologi dell’epoca dividevano la traiettoria dell’eclittica in dodici segmenti di 30° l’uno, utilizzando questo punto zero come struttura di riferimento. I segmenti avevano lo stesso nome delle costellazioni di stelle fisse che si trovavano dietro. È importante distinguere questi segmenti di 30° nell’eclittica (o segni dello zodiaco) dalle costellazioni di stelle fisse sullo sfondo che hanno gli stessi nomi ma sono definite in maniera incerta e hanno misure irregolari.
 
A ogni modo, l’asse terrestre non è stabile. La Terra non è una sfera perfetta perché si appiattisce ai poli e si rigonfia all’equatore. Reagisce alla forza gravitazionale del Sole e della Luna come una trottola la cui rotazione viene alterata da forze esterne: questo causa quella che è stata chiamata precessione dell’asse terrestre – che significa che lo stesso asse terrestre ruota secondo una propria orbita, portando a un movimento conico lungo un polo fisso dell’eclittica. Una rotazione completa intorno a questo cono impiega approssimativamente 26.000 anni. Lo spostamento dell’asse terrestre fa muovere l’equatore celeste in modo che il punto di intersezione tra questo e l’eclittica – l’equinozio di primavera – si sposti da est a ovest lungo la rotta dell’eclittica, cioè nella direzione opposta rispetto a quella dello zodiaco.
 
Ci vogliono circa 26.000 anni perché l’equinozio di primavera compia una rivoluzione completa lungo l’eclittica, cioè lungo tutte e dodici le costellazioni, e ci vuole circa un dodicesimo di questo tempo – pressappoco 2160 anni – perché attraversi un segno dello zodiaco. Nell’antichità, l’equinozio di primavera era situato tra i segni dei pesci e quello dell’ariete; a causa del suo movimento retrogrado lungo lo zodiaco, al momento attuale è situato nella fascia di confine tra la costellazione dei pesci e quella dell’acquario, e si sposta lentamente verso l’acquario. Per l’assenza di linee di demarcazione ben definite, è difficile stabilire esattamente quando l’equinozio di primavera si sposterà dalla costellazione dei pesci a quella dell’acquario, cioè quando comincerà quella che chiamiamo età dell’acquario. A seconda del punto in cui viene stabilito questo limite di demarcazione, accadrà tra il 2100 e il 2500 d.C.
 
L’equinozio di primavera è il punto di riferimento da cui sia gli astronomi che gli astrologi fanno iniziare la misurazione dell’eclittica, e segna l’inizio e la divisione dello zodiaco in dodici segmenti uguali. È per questa ragione che la parte di zodiaco conosciuta come “ariete” è collocata dove c’è la costellazione dei pesci. Il 30 marzo, il Sole è situato all’incirca a 10° nel segmento dell’eclittica che chiamiamo ariete, ma se si guarda nel cielo notturno si vede la costellazione fissa dei pesci.
 
L’astrologia occidentale non utilizza più lo sfondo delle stelle fisse come punto di riferimento. L’astrologia occidentale moderna usa gli stessi sistemi di riferimento dell’astronomia, divide cioè l’eclittica in segmenti che partono dall’equinozio di primavera. Sebbene questi segmenti abbiano gli stessi nomi delle stelle fisse, la precessione dell’asse terrestre fa in modo che non siano più in linea con le costellazioni omonime. È solo in alcuni ambiti dell’astrologia – come l’astrologia quando studia i grossi cambiamenti epocali – che la relazione tra le costellazioni di stelle fisse e l’eclittica trova un qualche rilievo. I riferimenti vengono quindi fatti alle “età”, quella dei pesci, quella dell’acquario ecc.
 
Ci sono altri sistemi di astrologia non occidentale che lavorano ancora a qualche misurazione con sistemi alternativi al sistema di coordinate dell’eclittica equinoziale utilizzato dagli astrologi occidentali. L’astrologia indiana usa un sistema che fa riferimento alle stelle fisse come metodo di misurazione ed è arrivata a una situazione in cui la posizione del punto zero è diventata motivo di controversie. Ciò a causa delle differenti scuole di astrologia indiana che hanno diversi punti zero di riferimento.
 
Tratto da astro.com che forse è il miglior sito di astrologia in europa.
======================================================
 
Secondo me le costellazioni non entrano in ballo nemmeno per la questione delle ere zodiacali, perché sarebbe una cosa priva di senso estromettere le costellazioni per l'astrologia ordinaria per poi reintrodurle per le ere zodiacali. Io credo alla questione delle ere zodiacali perché ritengo che stiamo vivendo nell'era dell'Aquario e che quella precedente fosse l'era dei Pesci, e che quella ancora prima fosse l'era dell'Ariete. Però non credo che queste ere siano determinate dallo spostarsi del punto vernale rispetto alle costellazioni, perché il riferimento potrebbe essere un altro, come ad esempio la direzione in cui viaggia il Sole e con lui tutto il sistema solare. Ma magari di questo ne parliamo un'altra volta.
 
La cosa assurda è che Anfiarao venga qui a contestare le cose che dico, come se fossi soltanto io a dirle, mentre si tratta di cose arcinote a chiunque si interessi un po' di astrologia.
 
Il pazzo non sono io Anfiarao, ma tutti quelli che come me viaggiano in autostrada nella stessa direzione contraria alla tua.  :icon_eek:  Forse dovresti informarti un po' meglio prima di fingerti esperto di cose di  cui non sai nulla.

 

 

Ma uno sfigato del tuo calibro che è andato a pescare in un tread la domanda che avevo fatto su Marte per potermi attaccare, secondo te dove lo dovrei collocare? Poniti delle domane intelligenti e datti delle risposte...io sono stato fin troppo chiaro e competente (nel mio) a dare spiegazioni delle costellazioni e dei segni. Se a te piace giocare a fare il bambino moccoloso che disegna una casa senza struttura, ma solo delle tremolanti linee piatte senza consistenza, come pretendi di voler dire ad un Architetto che il suo lucido con misure, proporzioni, struttura, ecc... è errato? Tu sei di quelli che nello zodiaco, ci metterebbero la sua faccia disegnata perchè è beneaugurante, ovviamente , altro che buon augurio, ci beccheremo  l'influsso dell' ignoranza....oltre che dell' ottusità....perchè tu sei ottuso....Fortunatamente, non ha una faccia composta da stelle, e quindi, non avrai influenza su questo povero mondo...che ne ha fin troppe, ci manchi solo tu.


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#62 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2036 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 07:44



Ma uno sfigato del tuo calibro che è andato a pescare in un tread la domanda che avevo fatto su Marte per potermi attaccare, secondo te dove lo dovrei collocare? Poniti delle domane intelligenti e datti delle risposte...io sono stato fin troppo chiaro e competente (nel mio) a dare spiegazioni delle costellazioni e dei segni. Se a te piace giocare a fare il bambino moccoloso che disegna una casa senza struttura, ma solo delle tremolanti linee piatte senza consistenza, come pretendi di voler dire ad un Architetto che il suo lucido con misure, proporzioni, struttura, ecc... è errato? Tu sei di quelli che nello zodiaco, ci metterebbero la sua faccia disegnata perchè è beneaugurante, ovviamente , altro che buon augurio, ci beccheremo  l'influsso dell' ignoranza....oltre che dell' ottusità....perchè tu sei ottuso....Fortunatamente, non ha una faccia composta da stelle, e quindi, non avrai influenza su questo povero mondo...che ne ha fin troppe, ci manchi solo tu.

 

Ma perché te la vuoi prendere con me? Prenditela con il tuo corregionale Galileo Galilei perché anche lui faceva una astrologia senza stelle, così come mostra il suo oroscopo fatto da lui stesso. Era anche lui uno sfigato senza cervello, o lo sfigato senza cervello sei tu?

 

oroscopo-galileo-sm-1.jpg

 

 

Perché Galilei fa il suo oroscopo mettendo il Sole a 6° 49' del segno dei Pesci, quando in realtà il suo Sole era chiaramente nella costellazione dell'Aquario? 

 

Solein-Aquario.gif

 

Era un grullo pure lui?



#63 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 07:54

 

Ma perché te la vuoi prendere con me? Prenditela con il tuo corregionale Galileo Galilei perché anche lui faceva una astrologia senza stelle, così come mostra il suo oroscopo fatto da lui stesso. Era anche lui uno sfigato senza cervello, o lo sfigato senza cervello sei tu?

 

oroscopo-galileo-sm-1.jpg

 

 

Perché Galilei fa il suo oroscopo mettendo il Sole a 6° 49' del segno dei Pesci, quando in realtà il suo Sole era chiaramente nella costellazione dell'Aquario? 

 

Come mai te ne esci con Galileo quando non sei riuscito a ribattermi nè le modifiche di Giulio Cesare allo zodiaco (cosa che non sapevi) come non mi hai ribattuto  tante altre cose? Compreso l' Aristotele? Ora te ne esci con Galileo...dimmi un po, grande storico, dove fu sepolto Galileo? Secondo me nemmeno lo sai...perchè sei un capra, e di certo non Amaltea, ah è una costellazione lo sai vero? O non lo sai? Ma se non lo sai che astrologo sei? Sei un ciarlatano ottuso e ignorante!  

 

Domandina: nella foto che hai messo, c' è qualcosa di "particolare" ? Vediamo quanto ne sai e quanto sei bravo a dirmi a cosa mi riferisco.Mi sembri il fratello di Pianura tu, non è che siete parenti? Uno ce ne bastava ma due sono di troppo!


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#64 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 08:38

:rotfl: era così evidente?

Ho scorso le pagine annoiata e la parola Demoni ha scintillato su tutto.

 

Che ti venga la noia, ci credo, siamo già impegnati su un fronte ( Pianura) e qui ne trovi un altro ( Astro)...quindi ti capisco. Pensa che non mi applico a leggere nemmeno più ormai...il minimo impegno, vedo le "figurine" che mette....

 

 

Tornando ai Demoni planetari, non ho trovato un testo che mi dica chi sono, mi sono fermato  alle porte di questo argomento e non l' ho approfondito.


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#65 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2036 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 03:18

Come mai te ne esci con Galileo quando non sei riuscito a ribattermi nè le modifiche di Giulio Cesare allo zodiaco (cosa che non sapevi) come non mi hai ribattuto  tante altre cose? Compreso l' Aristotele? Ora te ne esci con Galileo...dimmi un po, grande storico, dove fu sepolto Galileo? Secondo me nemmeno lo sai...perchè sei un capra, e di certo non Amaltea, ah è una costellazione lo sai vero? O non lo sai? Ma se non lo sai che astrologo sei? Sei un ciarlatano ottuso e ignorante!  

 

Domandina: nella foto che hai messo, c' è qualcosa di "particolare" ? Vediamo quanto ne sai e quanto sei bravo a dirmi a cosa mi riferisco.Mi sembri il fratello di Pianura tu, non è che siete parenti? Uno ce ne bastava ma due sono di troppo!

 

Il motivo per cui ho voluto mostrare l'oroscopo di Galilei è per far vedere che il suo metodo per fare gli oroscopi è lo stesso che si utilizza anche ai giorni nostri, a parte il fatto che gli astrologi di allora disegnavano gli oroscopi quadrati, mentre oggi li disegniamo circolari. Le posizioni dei pianeti calcolati da Galilei non fanno riferimento alle costellazioni ma ai segni.

 

Nella figura che ho aggiunto dopo si vede il Sole centrato nella costellazione dell'Aquario, mentre nell'oroscopo di Galilei il Sole è nel segno dei Pesci.

 

Tu sostieni che costellazioni e segni siano la stessa cosa, ma non si capisce come fai a sostenerlo, visto che le costellazioni sono un gruppo di stelle che appaiono prospetticamente vicine, mentre in realtà possono essere lontanissime tra loro, mentre i segni zodiacali sono partizioni del cerchio dell'eclittica (il cammino apparente del Sole) di 30 gradi ciascuna, calcolate a partire dal punto vernale (il punto in cui si trova il Sole nel giorno dell'equinozio di primavera).

 

Vuoi provare a spiegare in che senso costellazioni e segni sarebbero la stessa cosa? 

 

Secondo Galilei l'oroscopo va fatto considerando i segni zodiacali ed è per questo che colloca il suo Sole di nascita in Pesci, altrimenti avrebbe dovuto disegnarlo in Aquario.

 

Evidentemente questi "fantasmi" che per te non indicano nulla per lui avevano un senso.

 

Che un tempo la costellazione dello Scorpione conteneva anche le stelle della Bilancia lo sapevo già, chi te l'ha detto che non lo sapevo, il tuo demone guida? Non mi risulta però che anche la costellazione dell'Ariete abbia subito delle modifiche, ma potrebbe essere, io non mi occupo di costellazioni ma di segni zodiacali. Comunque non mi risulta che Amaltea sia una costellazione.

 

Quanto all'oroscopo di Galilei non ho idea di cosa vuoi dire dicendo che c'è qualcosa di particolare, mica sono nella tua testa.

 

Forse ti riferisci al fatto che gli oroscopi siano due, perché non sapeva con sicurezza a che ora fosse nato. Oppure magari ti riferisci al fatto che la data di nascita sia sbagliata secondo i nostri criteri attuali. Sul suo oroscopo c'è segnato il 15 febbraio, però a quei tempi il giorno non iniziava dalla mezzanotte ma dal tramonto, per cui Galilei secondo i nostri criteri è nato il giorno 16 febbraio prima del tramonto del Sole.

 

L'oroscopo di Galilei non era molto preciso, e le posizioni dei pianeti sono un po' sballate, in particolare quella di Mercurio e della Luna, inoltre sono un po' sbagliate anche le coordinate geografiche di Pisa sua città natale.

 

Non ricordo che cosa hai scritto a proposito di Aristotele, ma non è che qui sto a contestare ogni cosa che dici, non mi interessano questi giochi infantili. Io contestato il fatto che tu abbia detto che costellazioni e segni siano la stessa cosa, e che gli influssi astrologici proverrebbero dalle costellazioni. Tu invece di argomentare le tue idee hai incominciato ad insultarmi, e questo ti qualifica per ciò che sei.



#66 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 16896 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 06:36

Che ti venga la noia, ci credo, siamo già impegnati su un fronte ( Pianura) e qui ne trovi un altro ( Astro)...quindi ti capisco. Pensa che non mi applico a leggere nemmeno più ormai...il minimo impegno, vedo le "figurine" che mette....


Tornando ai Demoni planetari, non ho trovato un testo che mi dica chi sono, mi sono fermato alle porte di questo argomento e non l' ho approfondito.


Cerco io.
Credo che possa collegarmi ai reggenti planetari, sappiamo ormai che qualsiasi cosa si discosti dalle dottrine finiva sotto il nome di "demone", quindi :roll:

So che non è argomento del topic che state (cercando) di trattare, forse c'è qualche altra discussione in proposito, lo spero, si tratterebbe di ricollegarsi anche a quanto scriveva Anthony sugli influssi planetari archetipici, etc.

Chiusi off topic. Cerco di seguire comunque qui.

#67 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 07:37

Il motivo per cui ho voluto mostrare l'oroscopo di Galilei è per far vedere che il suo metodo per fare gli oroscopi è lo stesso che si utilizza anche ai giorni nostri, a parte il fatto che gli astrologi di allora disegnavano gli oroscopi quadrati, mentre oggi li disegniamo circolari. Le posizioni dei pianeti calcolati da Galilei non fanno riferimento alle costellazioni ma ai segni.

 

Nella figura che ho aggiunto dopo si vede il Sole centrato nella costellazione dell'Aquario, mentre nell'oroscopo di Galilei il Sole è nel segno dei Pesci.

 

Tu sostieni che costellazioni e segni siano la stessa cosa, ma non si capisce come fai a sostenerlo, visto che le costellazioni sono un gruppo di stelle che appaiono prospetticamente vicine, mentre in realtà possono essere lontanissime tra loro, mentre i segni zodiacali sono partizioni del cerchio dell'eclittica (il cammino apparente del Sole) di 30 gradi ciascuna, calcolate a partire dal punto vernale (il punto in cui si trova il Sole nel giorno dell'equinozio di primavera).

 

Vuoi provare a spiegare in che senso costellazioni e segni sarebbero la stessa cosa? 

 

Secondo Galilei l'oroscopo va fatto considerando i segni zodiacali ed è per questo che colloca il suo Sole di nascita in Pesci, altrimenti avrebbe dovuto disegnarlo in Aquario.

 

Evidentemente questi "fantasmi" che per te non indicano nulla per lui avevano un senso.

 

Che un tempo la costellazione dello Scorpione conteneva anche le stelle della Bilancia lo sapevo già, chi te l'ha detto che non lo sapevo, il tuo demone guida? Non mi risulta però che anche la costellazione dell'Ariete abbia subito delle modifiche, ma potrebbe essere, io non mi occupo di costellazioni ma di segni zodiacali. Comunque non mi risulta che Amaltea sia una costellazione.

 

Quanto all'oroscopo di Galilei non ho idea di cosa vuoi dire dicendo che c'è qualcosa di particolare, mica sono nella tua testa.

 

Forse ti riferisci al fatto che gli oroscopi siano due, perché non sapeva con sicurezza a che ora fosse nato. Oppure magari ti riferisci al fatto che la data di nascita sia sbagliata secondo i nostri criteri attuali. Sul suo oroscopo c'è segnato il 15 febbraio, però a quei tempi il giorno non iniziava dalla mezzanotte ma dal tramonto, per cui Galilei secondo i nostri criteri è nato il giorno 16 febbraio prima del tramonto del Sole.

 

L'oroscopo di Galilei non era molto preciso, e le posizioni dei pianeti sono un po' sballate, in particolare quella di Mercurio e della Luna, inoltre sono un po' sbagliate anche le coordinate geografiche di Pisa sua città natale.

 

Non ricordo che cosa hai scritto a proposito di Aristotele, ma non è che qui sto a contestare ogni cosa che dici, non mi interessano questi giochi infantili. Io contestato il fatto che tu abbia detto che costellazioni e segni siano la stessa cosa, e che gli influssi astrologici proverrebbero dalle costellazioni. Tu invece di argomentare le tue idee hai incominciato ad insultarmi, e questo ti qualifica per ciò che sei.

 

Sai cosa sei? Un borioso Somaro, e nulla di più...se tu fossi un astrologo come si deve e come ti vanti di essere, avresti capito, dopo quanto ho scritto a cosa mi riferivo in quella foto che hai messo. Galileo, quando morì, fu sepolto nella stanza dove i monaci di Santa Croce tenevano le scope, te meriteresti di finire in quel posto più di lui...Qua l' unico infantile sei tu, infantile ed ottuso, e dopo questa ti ignorerò completamente perchè con uno come te, c' è poco da discutere; dopotutto, non hai vendemmiato i co***ni solo a me, ma anche ad altri qui sopra che ti hanno mandato tempo addietro "in quel posto dove tanta gente ci sta", e hanno fatto benissimo. Amaltea non è una costellazione? Lo riporta anche la tua "amica" Wikipedia che lo è, Somaro, fa parte della Paranatellonta dell' Auriga.

 

 

01_F12_Auriga_Hevelius.jpg


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#68 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2036 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 02:12

 sei un capra, e di certo non Amaltea, ah è una costellazione lo sai vero? O non lo sai? Ma se non lo sai che astrologo sei? Sei un ciarlatano ottuso e ignorante!

 

Vuoi provare a spiegare in che senso costellazioni e segni sarebbero la stessa cosa? 

 

 Comunque non mi risulta che Amaltea sia una costellazione.

 

Amaltea non è una costellazione? Lo riporta anche la tua "amica" Wikipedia che lo è, Somaro, fa parte della Paranatellonta dell' Auriga.

 

 

No. Amaltea non è una costellazione. Non ne indovini una, nemmeno per sbaglio. Amaltea è un altro modo per chiamare Capella che è la stella principale della costellazione di Auriga. Ah! Ho capito, nella tua mente spappolata segni, costellazioni, stelle, pianeti, tutto fa brodo, ecco perché insistevi nel dire che segni e costellazioni sono la stessa cosa.

 

Sulla mia strada di capre ignoranti ne ho incontrate parecchie, ma tu li batti proprio tutti.



#69 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 790 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 02:29

hqdefault.jpg

 

ecco qua, mancava lui nella discussione.


  • Bobbg e Anfiarao piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#70 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 03:13

No. Amaltea non è una costellazione. Non ne indovini una, nemmeno per sbaglio. Amaltea è un altro modo per chiamare Capella che è la stella principale della costellazione di Auriga. Ah! Ho capito, nella tua mente spappolata segni, costellazioni, stelle, pianeti, tutto fa brodo, ecco perché insistevi nel dire che segni e costellazioni sono la stessa cosa.

 

Sulla mia strada di capre ignoranti ne ho incontrate parecchie, ma tu li batti proprio tutti.

 

Ma chiudi la tua cloaca che fai prima, secondo te, fosse stata una stella singola si sarebbero sprecati gli antichi a ricavarci quell' animale mitologico?Te sei un ciarlatano, e se non conoscessi altri astrologi seri, ahimè, saresti la rovina di quella categoria, oltre che la vergogna. Sei un becero ignorante che oltre a non rispondere sensatamente e con cognizione a quanto uno scrive di significativo, cerca di divagare su altro per non far vedere che ha il cervello leso e ristretto. 

 

 

tenor.gif?itemid=3692019


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#71 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2036 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 04:11

Ma smettila, falla finita.

 

Hai scritto che Amaltea è una costellazione e che questo è scritto su Wikipedia. Ma non è vero, Amaltea non è una delle 88 costellazioni classificate dall'Unione Astronomica Internazionale

 

Controlla un po' se la trovi!

 

https://it.wikipedia...e_costellazioni

 

Amaltea (Capella) è una capretta circondata da altre caprette? Questo non fa di Amaltea una costellazione, e non ci sono costellazioni contenute in altre costellazioni, come le matriosche russe.

 

Amaltea ossia Capella è la stella principale della costellazione di AURIGA.

 

E come fai a parlare male di Galileo Galilei che era pure un tuo corregionale, e come fai a pensare che meritasse di essere seppellito nel ripostiglio delle scope?

 

Ma che cosa vorresti dimostrare? Ignorante è Bello?

 

Ma poi se fossi soltanto ignorante uno potrebbe pure fare finta di nulla, ma no, tu insulti, e pensi di poter dare degli ignoranti e dei ciarlatani agli altri. Ho riletto tutto il thread (si scrive così) e non ho trovato nessuna mia mancanza o offesa nei tuoi confronti in tutta la parte iniziale. Sei tu, che hai iniziato ad insultarmi, senza motivo, semplicemente perché non capivi le cose che ho scritto.

Io ho fatto finta di nulla, e ho continuato comunque a cercare di spiegare come stanno le cose.

 

Ma è una impresa impossibile, perché ti mancano le basi, secondo me non hai nemmeno finito le scuole medie.

 

Tu hai sbagliato thread, credo che tu sia un appassionato di storie mitologiche sulle costellazioni, e hai pensato che in questa discussione si parlasse di questo, ma non è cosi, perché qui si parla di astrologia e in astrologia non si parla di costellazioni.   

 

Continua ad interessarti delle cose che ti piacciono, senza fare invasioni di campo, e specialmente non insultare il prossimo per le cose che non capisci. 



#72 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 790 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 05:23

Da quello che ho letto in un altro thread, credo che Anfiarao l'astrologia un po' la pratichi. Non so esattamente di quale tipo, forse quella tradizionale, che include cose tipo le parti/sorti, e altri calcoli che non conosco.

 

Personalmente mi dissocio completamente da un tipo di astrologia usata per dare giudizi sulle persone, visto che sempre nell'altro thread ho letto di lune nefaste, case negative, persone nate sotto l'influsso di demoni celesti, radiazioni astrologiche/astronomiche, e questa è pura superstizione.

 

Per la mia formazione mentale è impensabile andare da un consultante e leggergli il tema natale come se fosse una condanna a morte, ancor peggio usare l'astrologia per bollare come negative o demoniache le persone con cui non si riesce ad andare d'accordo. Per me è terrorismo psicologico. L'astrologia dovrebbe essere impiegata per sviluppare le potenzialità dell'individuo e portarlo a un livello di coscienza più elevato, perché TUTTI i segni e TUTTE le case, ben sfruttati, hanno un potenziale positivo. La rabbia, la sofferenza, l'odio, sono tutti materiali grezzi che possono trasformarsi in grandi doti. La rabbia diventa forza, la sofferenza diventa compassione e l'odio diventa amore, se ci si sa lavorar su.

 

Credo inoltre che praticare astrologia senza avere una base psicologica e senza aver fatto un lavoro psicologico su di sé (psicoterapia, analisi, e altro) possa essere molto dannoso. La cultura fine a se stessa non serve a niente se non se ne sa fare buon uso.


"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#73 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 614 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 06:18

Non credo che Anfiarao faccia oroscopi a persone, non ne ho mai sentito parlare da lui nei post. Penso che la sua sia una passione di ..letteratura astrologica e un indagare nei miti di antiche leggende/storie dei tempi egizi, romanici o greci alla quale, lui oltre che averne passione, ci ha fatto anche una laurea o più. Infatti, come si dovrebbe capire in questo tread, non è una discussione astrologica tecnica ma un' astrologia di miti che in antichità ci ha portato all'astrologia di oggi. E' da gustare praticamente quello che le ricerche archeologiche hanno scoperto. Altrimenti come dici tu Anthony, che dici giusto,    ......lei sposerà un demone che sacrificherà i suoi figli....  .....prego 100euro per il consulto grazzzzie e torni presto.... :icon_eek:  :metal:  :glee:

 

Penso che se volessimo sapere che cosa comportasse (nel mio caso) come effetti di influssi in un oroscopo,  se ci fosse stato il 13esimo segno di Ofiuco, non c'era di meglio che Anfiarao dato che miti o nomi di personaggi a cui si è dato ad ogni costellazione, lui se li è studiati da cima a fondo. Infatti chi andava ad immaginare che Ofiuco era il Dio Asclepio e che faceva medicina fuori dall'etica.

Di sicuro mi ha emozionato pensare che se per un cataclisma si spostassero i pianeti e cominciassero a percorrere altre costellazioni, chissà quali orrori dovremmo vivere (se crediamo agli influssi planetari e costellazioni)! Anche i demoni di Furor hanno interessato...  Anfiarao io lo leggo volentieri perchè stimola il pensiero, la rifelssione e vado a volte anche oltre il reale perchè è li che poi si scoprono nuove realtà o scoperte. Altrimenti ci fossilizzeremmo solo in quello schema che sappiamo oggi e non adremmo oltre.



#74 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 06:44

Ma smettila, falla finita.

 

Hai scritto che Amaltea è una costellazione e che questo è scritto su Wikipedia. Ma non è vero, Amaltea non è una delle 88 costellazioni classificate dall'Unione Astronomica Internazionale

 

Controlla un po' se la trovi!

 

https://it.wikipedia...e_costellazioni

 

Amaltea (Capella) è una capretta circondata da altre caprette? Questo non fa di Amaltea una costellazione, e non ci sono costellazioni contenute in altre costellazioni, come le matriosche russe.

 

Amaltea ossia Capella è la stella principale della costellazione di AURIGA.

 

E come fai a parlare male di Galileo Galilei che era pure un tuo corregionale, e come fai a pensare che meritasse di essere seppellito nel ripostiglio delle scope?

 

Ma che cosa vorresti dimostrare? Ignorante è Bello?

 

Ma poi se fossi soltanto ignorante uno potrebbe pure fare finta di nulla, ma no, tu insulti, e pensi di poter dare degli ignoranti e dei ciarlatani agli altri. Ho riletto tutto il thread (si scrive così) e non ho trovato nessuna mia mancanza o offesa nei tuoi confronti in tutta la parte iniziale. Sei tu, che hai iniziato ad insultarmi, senza motivo, semplicemente perché non capivi le cose che ho scritto.

Io ho fatto finta di nulla, e ho continuato comunque a cercare di spiegare come stanno le cose.

 

Ma è una impresa impossibile, perché ti mancano le basi, secondo me non hai nemmeno finito le scuole medie.

 

Tu hai sbagliato thread, credo che tu sia un appassionato di storie mitologiche sulle costellazioni, e hai pensato che in questa discussione si parlasse di questo, ma non è cosi, perché qui si parla di astrologia e in astrologia non si parla di costellazioni.   

 

Continua ad interessarti delle cose che ti piacciono, senza fare invasioni di campo, e specialmente non insultare il prossimo per le cose che non capisci. 

 

Mi chiedo, la tua esasperazione di un rivalsa fin dove voglia trovare l' appiglio: non rispondi non solo decentemente e con cognizione ( mi ripeto per la seconda volta se non la terza) a quanto ho scritto, ma in più tiri in mezzo altro dove nonostante tutto io ti chieda qualcosa ( ti do anche la possibilità di rivalerti, ma sei troppo demente), dimostri di essere il becero ignorante che sei, l' ultimo tuo atto disperato la "h" in tread. Considerando che c' è gente che non sa comporre un discorso ( questo è per la "h" e la tua sciccoseria) sensato e di mentalità aperta ( la tua è ristretta dall' ottusità) ti permetti anche di scrivere che "io penso che Galileo meritasse si essere seppellito nel ripostiglio delle scope",che poi, ce l' hanno sepolto davvero per un lungo periodo, con la figlia suora che lo salvò dal rogo aggiungo, per poi dargli una degna sepoltura molto dopo. Poi io avrei solo la terza media, a te cosa t' hanno fatto, leggere qualcosa all' incontrario? Oltre che becero ed ignorante, sei anche borioso...invasioni di campo, con tanto di rispetto per chi fa " il lavoro della terra" ti ci manderei davvero in mezzo ad un campo, almeno impari l' umiltà.

 

 

Da quello che ho letto in un altro thread, credo che Anfiarao l'astrologia un po' la pratichi. Non so esattamente di quale tipo, forse quella tradizionale, che include cose tipo le parti/sorti, e altri calcoli che non conosco.

 

Personalmente mi dissocio completamente da un tipo di astrologia usata per dare giudizi sulle persone, visto che sempre nell'altro thread ho letto di lune nefaste, case negative, persone nate sotto l'influsso di demoni celesti, radiazioni astrologiche/astronomiche, e questa è pura superstizione.

 

Per la mia formazione mentale è impensabile andare da un consultante e leggergli il tema natale come se fosse una condanna a morte, ancor peggio usare l'astrologia per bollare come negative o demoniache le persone con cui non si riesce ad andare d'accordo. Per me è terrorismo psicologico. L'astrologia dovrebbe essere impiegata per sviluppare le potenzialità dell'individuo e portarlo a un livello di coscienza più elevato, perché TUTTI i segni e TUTTE le case, ben sfruttati, hanno un potenziale positivo. La rabbia, la sofferenza, l'odio, sono tutti materiali grezzi che possono trasformarsi in grandi doti. La rabbia diventa forza, la sofferenza diventa compassione e l'odio diventa amore, se ci si sa lavorar su.

 

Credo inoltre che praticare astrologia senza avere una base psicologica e senza aver fatto un lavoro psicologico su di sé (psicoterapia, analisi, e altro) possa essere molto dannoso. La cultura fine a se stessa non serve a niente se non se ne sa fare buon uso.

 

Anthony, gli oroscopi hanno la loro componente tranquilla e nefasta...come in tutte le cose...trovi superstizione i seguenti aspetti che hai ri-preso da altre mie risposte in altri tread ( poi mi spiegate un po questa mania che avete qui dentro e che rintraccio anche in Astro oltretutto, e cioè di andar ad indagare altri tread uno che scrive per trovare il pelo nell' uovo da riportare qui, vi annoiate parecchio mi sa), cosa racconterai ad un qualcuno che ti ha chiesto l' oroscopo che ha un aspetto negativo/nefasto? Gli racconterai una favola inventata al momento? Boh...Poi, mi dispiace, ma non ti permetto di entrare nel merito di situazioni che io so e io ho analizzato, e vivo aggiungo...se affermo certe cose ( lune negative e case nefaste) so quello che affermo...Mi chiedo, dopo questo tuo intervento, a che pro tu pratichi l' astrologia...visto questo scetticismo imperante che si addice più ad un astronomo volendo...Gli aspetti energetici che emanano gli astri e i pianeti non sono superstizioni, come non è superstizione la forma che ogni popolo in base alla sua cultura da a questa energia ( Demoni, Dèi o Angeli)...cosa sei, un altro negazionista dei contributi che ha portato la New Age? Ancora aggiungo, sovrani, papi e non solo che hanno fatto addirittura dipingere questi aspetti hanno buttato tempo e soldi? Non credo proprio...come non credo che millenni di questo sapere possano essere fatti saltare dall' astrologo scettico del 2018( astrologo scettico non si può proprio leggere aggiungo).

 

Ps Nell' astrologia e non spazio molto, con grande elasticità e apertura mentale, la materia lo esige, come esige una buona base culturale...mi fermo qui.


  • Bobbg piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#75 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 614 messaggi

Inviato 18 ottobre 2018 - 08:03

....in effetti, ho sempre sentito dire per esempio di venere che era tenuta d'occhio per determinare se il regnante, in guerra la vinceva o meno e da questa, aspettavano anche mesi per averla a favore. E che dire allora della stella Siro che gli egiziani tenevano in considerazione ed oggi, invece, la tengono in considerazione i massoni americani che ci hanno costruito gli edifici più importanti d'america rispetto alla sua posizione? Sarebbe da indagare , dopo Ofiuco, anche lei, la stella Sirio. ...che tra l'altro, se non sbaglio, non fà neppure lei parte dell'oroscopo.

 

Ps: altra chicca per Furor...   Venere era considerata Lucifero in persona anche.



#76 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato Ieri, 19 ott 2018 alle 08:18

....in effetti, ho sempre sentito dire per esempio di venere che era tenuta d'occhio per determinare se il regnante, in guerra la vinceva o meno e da questa, aspettavano anche mesi per averla a favore. E che dire allora della stella Siro che gli egiziani tenevano in considerazione ed oggi, invece, la tengono in considerazione i massoni americani che ci hanno costruito gli edifici più importanti d'america rispetto alla sua posizione? Sarebbe da indagare , dopo Ofiuco, anche lei, la stella Sirio. ...che tra l'altro, se non sbaglio, non fà neppure lei parte dell'oroscopo.

 

Ps: altra chicca per Furor...   Venere era considerata Lucifero in persona anche.

 

Venere, conosciuta anche come Espero, la trovi citata come stella/pianeta anche nelle poesie della celebre poetessa greca di Mitiline, Saffo...e la poetessa non era un' astrologa, nè un' astronoma, tuttavia sapeva a chi rivolgeva i suoi furenti versi, stella/ pianeta ma non solo, anche Dèa. Come anche io ho trovato in un libro che tratta delle tombe e degli scavi della necropoli vaticana, una pittura murale dove noti due ragazzi portatori di fiaccola a cavallo e col nimbo raggiante: il ragazzo che ascende con la torcia luminosa è Espero (Venere o Luficero che sorge) e il ragazzo discendente " nell' abisso" e con la fiaccola spenta è Vespero ( Venere/Lucifero che tramonta). Di Sirio invece, si ha accenni non solo nella tragedia greca, ma anche nella poesia coeva di un conterraneo della poetessa su citata, Alceo, dove descrive gli effetti della stella sugli uomini, sulle donne, e sull' habitat.

 

 

῎Εσπερε πάντα φέρων ὄσα φαίνολις ἐσκέδασ’ Αὔως, φέρῃς ὄιν, φέρῃς αἶγα, φέρῃς ἄπυ μάτερι παῖδα.

 

"Espero, tu riporti ogni cosa che Aurora lucente disperse: riporti la pecora, riporti la capra, riporti via la figlia alla madre."

 

[Saffo]

 

 

τέγγε πλεύμονας οἴνωι, τὸ γὰρ ἄστρον περιτέλλεται, 
ἀ δ' ὤρα χαλέπα, πάντα δὲ δίψαισ' ὐπὰ καύματος, 
ἄχει δ' ἐκ πετάλων ἄδεα τέττιξ ... 
ἄνθει δὲ σκόλυμος, νῦν δὲ γύναικες μιαρώταται 
λέπτοι δ' ἄνδρες, ἐπεὶ <    > κεφάλαν καὶ γόνα Σείριος 
ἄσδει

 

 

"Bagna i polmoni col vino, infatti l’astro compie il suo giro, e la stagione è terribile, e tutte le cose hanno sete per la calura, ed echeggia dalle foglie dolcemente la cicala, e fiorisce il cardo, e ora le donne sono più turpi e gli uomini smunti, perché Sirio inaridisce testa e ginocchia"

 

[Alceo]

 

 

Siamo nel VII secolo a.C., e a quanto pare, si avevano le idee chiare più allora che oggi, dove astri e segni associati ( uniti in tutt' uno) era la normalità e la realtà. I poeti greci facevano più astrologia nei loro versi che gli astrologi oggi con compasso e squadretta. 


  • Bobbg piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 

#77 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 543 messaggi

Inviato Ieri, 19 ott 2018 alle 20:59

Ho fatto doppio post col punto...


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 
 
 
 




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi